Principale
Cibo

I sintomi della prostatite nelle sue forme acute e croniche

La prostatite è una malattia abbastanza diffusa tra gli uomini (questa malattia non è minacciata dalle donne, poiché la prostata è l'unico organo del sistema genitourinario maschile). Solo uno dei cinque rappresentanti del sesso più forte mai nella loro vita si trova di fronte a un problema simile.

La prostatite è una malattia urogenitale maschile, un attributo obbligatorio del quale è un processo infiammatorio localizzato nella ghiandola prostatica.

Oggi la prostatite è così diffusa che, con quasi il 100% di certezza, ogni uomo che ha varcato la soglia dei 45 anni può essere considerato come malato per loro in un modo o nell'altro.

Perché a questa età vengono attivati ​​i problemi di salute degli uomini?

In realtà, tutto inizia molto prima, il ritmo moderno della vita, saturo di stress, stile di vita inattivo, lavoro d'ufficio davanti a un computer, dieta malsana, uso sistematico di alcol e rapporti sessuali con partner che cambiano frequentemente senza usare la contraccezione: tutti questi sono i fattori, la cui presenza porta gradualmente all'infiammazione della prostata.

I sintomi della prostatite, a cui l'uomo per prima cosa attira l'attenzione, sono solitamente i seguenti:

  • All'inizio della malattia, quando la prostata sta appena iniziando ad aumentare di volume, spreme solo l'uretere, che lo circonda come un anello su un dito. Quindi, uno dei primi sintomi della prostatite sarà considerato un leggero restringimento dell'uretere e, quindi, qualche ostacolo al passaggio dell'urina - difficoltà a urinare.
  • Il problema che ne deriva è la minzione frequente. Inizialmente, questa manifestazione non preoccupa: un uomo che non si è mai svegliato di notte può alzarsi per svuotare la vescica una o due volte a notte e scriverlo a una tazza di tè in più a cena. Ma, nel tempo, le interruzioni tra la minzione saranno significativamente ridotte.
  • La presenza di dolore addominale inferiore è anche uno dei primi sintomi di prostatite. Possono essere diversi nel sentire: tirare, premere, scoppiare, di solito sono disturbati alla fine della giornata o dopo qualsiasi tipo di carichi di energia.
  • Disturbi minori di erezione e eiaculazione precoce, naturalmente, danno a un uomo e al suo compagno un po 'd'ansia, ma questo è spesso attribuito alla fatica e allo stress.

Tali disturbi apparentemente insignificanti della sfera genitourinaria maschile, senza la dovuta attenzione, sia dal paziente che dal medico, porteranno inevitabilmente a grandi problemi, il cui nome è la prostatite cronica.

L'infiammazione della ghiandola prostatica può verificarsi sia nella forma acuta, batterica, sia, nel caso di una malattia avanzata, nella sua forma complicata e cronica.

I sintomi della prostatite nella fase acuta della forma batterica:

  • Elevata temperatura corporea, a lungo mantenendo circa 39 gradi.
  • Brividi.
  • Debolezza generale, dolori muscolari, condizioni dolorose.
  • Mal di testa.
  • Nausea, in casi particolarmente difficili, fino a frequenti vomiti.
  • Grave dolore nel perineo, basso addome, così come occasionalmente nella zona lombare e nei testicoli. Spesso, il dolore è aggravato al momento del movimento intestinale, e la scarica mucosa dall'uretra può anche comparire durante i movimenti intestinali.
  • Con un esame digitale rettale da parte di un medico, è possibile rilevare un aumento del volume della ghiandola prostatica, un cambiamento nella sua struttura - varie formazioni e cicatrici sono spesso palpabili.
  • Minzione dolorosa frequente, difficile. A causa del fatto che la prostata infiammata pizzica troppo l'uretra, l'uomo deve sforzarsi per iniziare a urinare, a causa dello stesso motivo, in alcuni casi, la vescica non è completamente svuotata, il che non porta sollievo dopo essere andato in bagno.
  • Dolore acuto durante l'eiaculazione.

Se la prostatite non viene trattata in questa fase, allora è garantito trasformarsi in uno stadio cronico.

La prostatite cronica è divisa in tre tipi principali:

  • Prostatite infettiva cronica.
  • Prostatite cronica non infettiva
  • Prostatite cronica asintomatica

Si trova nella maggior parte dei casi per caso, quando si eseguono esami del sangue e si rileva un numero maggiore di leucociti o batteri in esso, o quando si preleva un materiale da biopsia dalla prostata.

In alcuni casi, l'infiammazione della prostata viene rilevata con un intervento chirurgico a cielo aperto nella ghiandola prostatica o con un intervento chirurgico.

I sintomi della prostatite nella sua forma non batterica cronica:

  • La prostatite batterica ha un altro nome, vale a dire la "sindrome del dolore pelvico cronico". Allo stesso tempo, la sofferenza è costante, monotona, ma variabile sia nella direzione più piccola che nella direzione più ampia. La localizzazione del dolore non è costante, può essere la stessa prostata, il perineo, il dolore nel coccige, i testicoli, l'organo sessuale maschile. Quando le viscere si svuotano, i dolori sono concentrati nella regione dell'ano e del retto. L'aumento dell'intensità del dolore si verifica anche con carichi minori.
  • Violazioni del desiderio sessuale, diminuzione della libido, instabilità dell'erezione, periodicamente scomparsa nel processo di copulazione, così come eiaculazione precoce. Al fine di evitare il peggioramento della situazione, si consiglia di consultare immediatamente un medico, poiché con una terapia tempestiva vi è un'alta probabilità di un completo recupero della vitalità sessuale dell'uomo.
  • Minzione compromessa La voglia di svuotare la vescica è abbastanza frequente, ma non è sempre possibile svuotarla completamente - devi fare uno sforzo. Il flusso di urina diventa molto più sottile, questo è dovuto alla presenza di cambiamenti inizialmente sclerosanti nell'uretere nell'area della prostata.
  • Depressione, depressione lieve o grave, apatia, insonnia o, al contrario, sonnolenza, oltre a periodi di rabbia - queste sono le possibili manifestazioni di disturbi psicologici negli uomini che soffrono di prostatite.

I sintomi della prostatite nella sua forma infettiva cronica:

  • La sindrome del dolore in questo caso dipende completamente dal grado di esacerbazione della malattia in un determinato momento. Quando il picco di concentrazione di dolore batterico si contrae, si tira, continuo, localizzato nell'inguine, scroto, nell'addome inferiore, peggio in una posizione seduta (specialmente quando su una superficie dura), durante la minzione, la defecazione e l'eiaculazione.
  • Durante la remissione, nel periodo di indebolimento o completa scomparsa di altri sintomi di prostatite nella sua forma batterica cronica, disturbi della minzione, o piuttosto stress quando si tenta di svuotare la vescica e l'incapacità di farlo completamente - questo è l'unico sintomo che rimane con un uomo con questa malattia. Al momento di esacerbazione, è spesso l'uomo che è completamente privato della capacità di urinare, dal momento che la prostata infiammata blocca semplicemente il passaggio dell'urina attraverso l'uretra, oi flussi di urina letteralmente goccia a goccia.
  • Scoppio e dolore nella vescica spesso accompagnano questa malattia nella fase acuta. La stasi dell'urina favorisce lo sviluppo di infezioni e la formazione di microcristalli salini che traumatizzano la parete della mucosa della vescica. Quando urina nelle urine ci sono fili e fiocchi bianchi.
  • Spesso durante il sonno c'è una lunga erezione, ma al momento del rapporto sessuale spesso si indebolisce così tanto che non è possibile completare i rapporti sessuali. Se è ancora accaduto, allora ci può essere dolore acuto durante o subito dopo l'inizio dell'orgasmo, e nell'eiaculato si possono vedere impurezze del sangue.
  • Sullo sfondo di tutti questi sintomi, specialmente durante le esacerbazioni, gli uomini sono spesso soggetti a disturbi psico-emotivi di varia gravità. Nella maggior parte dei casi, sono depressivi, apatici, insicuri di se stessi, i loro pensieri sono occupati dalla complessità del trattamento e dalla fatica dal dolore costante. Allo stesso tempo, aumentano l'eccitabilità e persino l'aggressività quando si verificano problemi relativi allo stato di salute del paziente.
  • I pazienti hanno un quadro completo dell'intossicazione generale: affaticamento, debolezza, cefalea, ridotta immunità, i pazienti spesso rifiutano di mangiare e vogliono costantemente sedersi o sdraiarsi.

Con una esacerbazione clinica della prostatite, ci possono essere casi di una reazione acuta al processo infiammatorio nella ghiandola prostatica, senza una diagnosi accurata, così come un trattamento adeguato, adeguato e tempestivo, che porta a complicazioni come l'infezione del sangue e persino i siti locali di suppurazione nel corpo della prostata.

Ecco perché, ai primi segni di indisposizione, è consigliabile contattare immediatamente il proprio urologo e non prescrivere autonomamente tutti i tipi di medicina tradizionale, candele, pillole e altri farmaci, dopo aver letto le recensioni su Internet. Il trattamento domiciliare è possibile solo dopo aver consultato uno specialista, perché il prezzo della domanda è la tua salute.

Dolore alla prostata

Segni di prostatite - cosa cercare?

La sintomatologia di molte malattie è simile, ad esempio, un disturbo della minzione può essere o con prostatite o con adenoma prostatico. Segni di qualsiasi malattia lo caratterizzano più specificamente, in quanto si riferiscono solo ad esso, evitando una formulazione vaga.

I segni generali di prostatite hanno le loro caratteristiche in ogni stadio specifico della malattia. Ad esempio, nella forma acuta di infiammazione avanzata della prostata in questo organo ghiandolare-muscolare, non si possono sviluppare solo infiammazioni purulente, ma si possono anche formare cavità ascessuali. Spesso questa condizione è accompagnata da una temperatura piuttosto elevata, non decrescente, talee nell'addome inferiore, nella zona sovrapubica, nel perineo e nella parte superiore delle cosce. Frequente voglia di urinare, ma allo stesso tempo, il deflusso delle urine è significativamente ostacolato, poiché l'uretra viene compressa dalla ghiandola prostatica in misura tale che in alcuni casi solo l'intervento medico può aiutare a svuotare la vescica.

Questi segni di prostatite sono più tipici per le persone a rischio: pazienti con immunità estremamente bassa, pazienti con tossicodipendenza e alcolismo, malati di cancro.

Nella maggior parte degli uomini, l'infiammazione della ghiandola prostatica non si manifesta esplicitamente. I segni nascosti della prostatite si manifestano solo in alcuni disturbi lievi: minzione frequente, secrezione periodica dell'uretra, bruciore e prurito nell'uretere, ridotta potenza, diminuzione della qualità dello sperma e, di conseguenza, incapacità di concepire, nonché dolore nella zona pubica, perineo e genitali.

Se non presti attenzione a questi segni di prostatite, di conseguenza ci possono essere varie conseguenze negative, ad esempio, cambiamenti significativi nel corpo stesso della prostata, fino alla necessità di un intervento chirurgico.

I primi segni di prostatite negli uomini: prestare attenzione ai cambiamenti

Nonostante la molteplicità delle variazioni nella manifestazione dei sintomi di infiammazione della prostata, esiste un certo "insieme" di segni della malattia, la cui presenza deve allertare l'uomo e prevenire lo sviluppo di patologie.

I primi segni di prostatite negli uomini:

  • Aumento della temperatura corporea, in quanto è la reazione naturale del corpo al processo infiammatorio.
  • Cambiare la frequenza della minzione per urinare in grande stile (soprattutto di notte).
  • Sensazioni scomode nell'uretra: apparivano sensazione di bruciore, irritazione, dolore durante la minzione.
  • La comparsa di formazioni filamentose di bianco nelle urine.
  • Dolore nell'addome inferiore.
  • Diminuzione di potenza, dolore durante l'eiaculazione.

I primi segni di prostatite negli uomini in forma cronica sono quasi identici ai segni della fase acuta della malattia, ma si aggiungono anche a una significativa diminuzione del piacere del rapporto sessuale, il cosiddetto orgasmo "sfocato", che non ha la stessa acuità e la piena soddisfazione non si verifica. Gli uomini possono anche notare come il muco viene rilasciato dall'uretra durante i movimenti intestinali.

Segni secondari di infiammazione della prostata negli uomini

Purtroppo, ma avendo trovato i primi segni di prostatite, la stragrande maggioranza degli uomini non ha fretta di andare in clinica, sperando che tutto tornerà alla normalità in qualche modo. Tuttavia, col passare del tempo, i sintomi peggioreranno solo, e alla malattia verranno aggiunti altri sintomi spiacevoli.

Segni secondari di infiammazione della prostata negli uomini:

  • Dolore durante la minzione. Nei casi estremamente avanzati, il sangue può apparire nelle urine.
  • È necessario un grande sforzo per svuotare la vescica. Un flusso di urina è sottile e intermittente, una sensazione di pienezza della vescica dopo l'uso del bagno, a volte solo un medico può aiutare a far fronte al ristagno delle urine.
  • Ridurre la qualità dell'erezione fino alla comparsa di impotenza temporanea.

Dimensione della prostata per la prostata

Infiammazione della prostata: sintomi causati da prostatite e altre malattie

Cistite, uretrite e prostatite hanno la stessa minzione frequente e dolorosa con una sensazione di bruciore, specialmente alla fine del processo, difficoltà nello svuotamento della vescica. In tutti i casi con queste malattie, l'urina può essere torbida e contenere impurità nel sangue. Spesso c'è debolezza, nausea, stato febbrile.

L'adenoma (tumore benigno) della ghiandola prostatica e la prostatite per una coppia presentano i seguenti segni della malattia: la prostata si allarga, premendo verso il basso l'uretra, impedisce alla vescica di svuotarsi completamente e facilmente, il paziente ha una falsa urgenza di urinare. Un flusso di urina è sottile, intermittente, non ha la pressione adeguata, ci sono frequenti casi di processi di congestione nella vescica, disturbi della notte di sonno a causa di frequenti visite al bagno.

Il cancro della vescica e l'infiammazione della prostata: i sintomi di queste due malattie sono anche molto simili. Minzione dolorosa, dolore all'addome inferiore, sangue nelle urine, sensazioni di pienezza della vescica dopo essere andato in bagno e affaticamento cronico.

Come, quindi, distinguere i sintomi della prostatite dai sintomi di altre malattie, dal momento che sono così simili nelle loro manifestazioni?

Il fatto è che il medico durante l'esame rivela e considera l'intera immagine della malattia nel suo insieme, integrandola con analisi, dati di diagnosi non invasiva e la presenza di altri sintomi caratteristici solo di specifiche malattie. E solo avendo pienamente assicurato la correttezza della diagnosi, il medico prescrive antibiotici, procedure e altre misure terapeutiche.

Quali sono i primi segni di prostatite negli uomini e come affrontarla?

La prostatite è uno dei disturbi più sgradevoli dei genitali maschili. A causa della scarsa nutrizione, dell'inattività fisica, delle cattive abitudini e di altri fattori negativi presenti nella vita dei rappresentanti moderni del sesso più forte, la prevalenza diffusa di questa patologia è in costante aumento.

È abbastanza facile eliminare i sintomi della malattia della prostata, la cosa principale è iniziare il trattamento in tempo. Ecco perché ogni uomo deve conoscere i primi segni di prostatite, così come tutti i motivi per cui questa malattia può verificarsi. Nel nostro articolo di oggi troverete informazioni complete su come si manifesta l'infiammazione della ghiandola prostatica e su come una tale malattia sia pericolosa per gli uomini.

Informazioni generali

La prostatite è una comune infezione infiammatoria della ghiandola prostatica. Ma non tutti i pazienti sanno che questa patologia porta una grande, nascosta minaccia alla salute del sistema riproduttivo maschile. La prostata è l'organo del bacino, che è adiacente al dotto spermatico e al canale uretrale e si collega con loro. Pertanto, la presenza di un'infezione in questa ghiandola può influire negativamente sullo stato degli organi e dei sistemi vicini.

Fino a poco tempo fa, gli esperti hanno sostenuto che la malattia della prostata negli uomini si trova solo tra i 40 ei 60 anni, ma oggi questa malattia è molto più giovane. Ora, i medici danno sempre più voce a una diagnosi simile a rappresentanti molto giovani del sesso più forte, la cui età è 18-30 anni.

Perché i sintomi della prostatite iniziano a manifestarsi per la prima volta in così tenera età? La risposta a questa domanda sta nell'atteggiamento troppo distratto e disattento degli uomini per la loro salute. Ricerche di scienziati in questo ramo della medicina hanno mostrato che circa l'80% dei pazienti maschi ignora completamente i primi segni di patologia. La maggior parte dei pazienti cerca un aiuto qualificato da un medico solo nelle fasi avanzate del processo infiammatorio. E in tali situazioni è già molto difficile evitare completamente le gravi complicanze della malattia.

Qual è la causa di questo problema?

Una varietà di fattori può innescare l'insorgenza di segni di prostatite negli uomini. Alcuni di essi creano condizioni favorevoli all'ingresso di microrganismi dannosi di origine batterica, virale o addirittura micotica nel corpo - altri causano un malfunzionamento della ghiandola e portano alla comparsa di ristagni di sangue in esso. Il risultato di un tale impatto negativo è l'aumento della riproduzione e della crescita della microflora patogena, nonché la progressione della malattia.

L'infiammazione maschile della prostata si sviluppa sotto l'influenza dei seguenti motivi:

  • Nutrizione tardiva e scarsa, mancanza di oligoelementi essenziali e vitamine.
  • Infezioni sessualmente trasmesse (sifilide, gonorrea, HIV, tricomoniasi, clamidia).
  • Grave ipotermia di tutto il corpo o del sistema urinario.
  • Ipodinia e congestione nella zona pelvica.
  • Recentemente trasferito dalla patologia del paziente: raffreddore, influenza, ARVI.
  • Stile di vita sbagliato, presenza di cattive abitudini.
  • Interruzione del sistema ormonale (porta a insufficiente secrezione di testosterone).
  • Malattie croniche della sfera riproduttiva nel partner sessuale.
  • Assenza prolungata di sesso o vita sessuale eccessivamente attiva (sia nel primo che nel secondo caso, il fattore può contribuire allo sviluppo di sintomi di prostatite).
  • Stress frequente e costante stress psico-emotivo.
  • Lavoro fisico pesante, lavoro eccessivo prolungato.
  • Malattie infettive e infiammatorie di altri organi.

Interessante! La causa dei sintomi della prostatite negli uomini può essere il reflusso uretrale. Questo fenomeno è causato da un'interruzione nel normale funzionamento della prostata, a causa della quale il corpo perde la sua capacità di impedire il flusso di urina nella direzione opposta. Come risultato, l'urina viene gettata nella ghiandola prostatica, insieme con l'infezione dall'uretra. Il reflusso uretrale si verifica a causa del posizionamento errato del catetere urinario o dell'infiammazione del canale uretrale.

Come determinare l'insorgenza di questa malattia?

Segni e sintomi di prostatite possono essere nascosti o palesi. Questa proprietà della malattia è spiegata dall'individualità dell'organismo di ciascun paziente: età, presenza di cattive abitudini o patologie croniche, stato di difesa immunitaria e altri fattori specifici. I primi segni della malattia compaiono più spesso dopo 3-4 giorni o 1-2 settimane dopo l'inizio del processo infiammatorio. Le manifestazioni cliniche di questa malattia includono i seguenti sintomi:

  • debolezza, sensazione di malessere;
  • dolore nell'addome inferiore;
  • minzione troppo frequente con falsi desideri;
  • minzione del problema;
  • la presenza di disagio nella regione lombare, scroto;
  • la comparsa di dolore lungo il canale uretrale, che è associato al processo di produzione di urina;
  • lieve gonfiore dei genitali;
  • un aumento degli indicatori di temperatura (può essere osservato per un breve periodo);
  • svuotamento urinario incompleto.

Nella fase iniziale, le manifestazioni di prostatite sono spesso confuse con segni sintomatici di patologie del sistema urinario o altre infezioni. Ecco perché i rappresentanti del sesso più forte in molti casi rimandano la visita a uno specialista per un tempo indefinito. Durante questo periodo, gli uomini trattano la malattia da soli, in base ai sintomi prevalenti - a questo scopo assumono analgesici e farmaci antipiretici.

Per sapere come determinare con precisione l'imminente infiammazione della ghiandola prostatica, è necessario conoscere alcune importanti manifestazioni di questa malattia. Il primo segno che appare nei pazienti in relazione a questa patologia è la minzione frequente. In questa situazione, l'uomo corre quasi sempre in bagno, specialmente di notte. Il colore dell'urina cambia: diventa molto scuro e saturo o troppo chiaro, traslucido. La quantità di urina prodotta è notevolmente ridotta. Come risultato della progressione della malattia dopo un po 'di tempo, l'atto della minzione diventa doloroso, c'è una sensazione di bruciore lungo tutto il canale uretrale, persistono iperemia persistente e irritazione dei genitali.

Il secondo sintomo specifico della prostatite negli uomini è una sensazione di pienezza della vescica. Questo sintomo è dovuto a un ingrossamento della ghiandola prostatica che schiaccia l'uretere. Questo è il motivo per cui è molto difficile mantenere l'urina completamente in questo momento, e può periodicamente perdere spontaneamente. Di notte, l'incontinenza è spesso osservata, e non solo le urine, ma anche gli scarichi mucosi, purulenti o sierosi possono uscire dal canale della minzione.

Con la prostatite è anche associato a una violazione della vita sessuale, che si manifesta contemporaneamente al disturbo della minzione. La prostata infiammata aumenta di volume, bloccando il libero flusso degli ormoni maschili negli organi riproduttivi. Di conseguenza, i pazienti notano una forte diminuzione della libido, disfunzione erettile e eiaculazione precoce. I fallimenti sul fronte sessuale influenzano negativamente la psiche del paziente - l'ansia, l'aggressività, l'irritabilità o la depressione si manifestano sempre più.

Anche la prostatite si manifesta con affaticamento e cattiva salute. Un uomo precedentemente attivo, ora sembra stanco o addirittura assonnato. Il sonno completo in questo caso non aggiunge forza, le prestazioni diminuiscono, diminuisce la naturale difesa del corpo. In questa condizione, un'ipotermia normale o un raffreddore possono provocare gravi complicazioni.

Cosa c'è di così speciale nell'infiammazione acuta e cronica?

I sintomi di questa patologia possono essere molto vari. Ma per sapere come la prostatite si manifesta negli uomini, ogni paziente è obbligato. È anche estremamente importante distinguere tra i segni specifici delle forme acute e croniche di questo disturbo.

L'infiammazione acuta della prostata non è comune negli uomini. I seguenti disturbi indicano l'insorgenza di questa forma di prostatite:

  • febbre fino a 39 o C;
  • pesantezza e disagio nella zona inguinale;
  • minzione frequente;
  • l'aspetto delle secrezioni mucose, che si estendono dall'uretra;
  • diminuzione della funzione erettile.

La sintomatologia di questa patologia è anche integrata da manifestazioni generali sotto forma di aumento della debolezza, perdita di appetito e apatia. Il decorso cronico della malattia si sviluppa più spesso a causa del ristagno di sangue nella pelvi. In questo caso, i pazienti presentano le manifestazioni cliniche presentate di seguito:

  • diminuisce la durata dell'atto sessuale;
  • c'è il dolore di un carattere lamentoso, che dà al perineo, all'addome inferiore, all'appendice o al retto;
  • frequente necessità di svuotare la vescica (accompagnata da disagio e dolore);
  • il rilascio di seme nel processo di contatto sessuale è difficile;
  • ridotto desiderio sessuale per il sesso opposto;
  • compaiono le secrezioni specifiche del pene.

Il rilascio di secrezione nell'infiammazione della prostata è accompagnato dal processo di minzione e dall'atto di defecazione. Con una forma batterica di prostatite, il paziente può sperimentare uno scarico giallastro di consistenza viscosa. La comparsa dei primi sintomi di prostatite richiede un trattamento immediato, specialmente nel caso dello sviluppo e della progressione della forma congestizia cronica della malattia.

Sindrome del dolore

Uno dei principali sintomi della prostatite negli uomini è il dolore, quindi ne parleremo più in dettaglio. In questa situazione, il paziente dovrebbe cercare di descrivere le loro sensazioni dolorose - possono avere una natura che tira, scoppia, taglia e incalza. Questo è così importante perché sulla base della descrizione di questo sintomo, il medico può giudicare la causa più probabile di prostatite. Non meno informazioni possono essere raccolte dal sito del dolore. Nelle malattie infiammatorie della ghiandola prostatica, la sindrome del dolore si trova di solito nelle seguenti aree:

  • lungo il tratto uretrale;
  • nel perineo (l'area tra la base del pene e l'ano);
  • nell'area lombare o sacrale (spesso confusa con radicolite);
  • nell'addome inferiore, proiezione della piccola pelvi;
  • nell'area dello scroto

Ogni paziente nel caso di una tale patologia ogni volta sperimenta quasi le stesse sensazioni dolorose. In alcuni uomini, il dolore è localizzato in un solo posto, mentre altri trovano tutti i sintomi sopra nello stesso momento. La sindrome del dolore dà spesso in diverse parti del corpo - gamba, gluteo, addome.

Attenzione! Quali sintomi un paziente sperimenta con l'infiammazione della prostata è molto importante per uno specialista. Dopo tutto, se un uomo descrive correttamente i suoi sentimenti, un medico qualificato, anche per la natura delle manifestazioni dolorose, può determinare la forma del disturbo. Pertanto, i dolori di natura transitoria indicano più spesso un tipo di malattia non infettiva e una sensazione di scoppio e bruciore - di infezione alla prostata.

Selezione specifica

La sindrome del dolore è spesso accompagnata dall'apparizione di una secrezione anormale. Uno dei segni caratteristici della prostatite è l'emergere di varie secrezioni - traslucido, bianco latte, giallastro. Secondo la consistenza possono essere spessi o allungati. Questo sintomo si manifesta principalmente dopo lo scarico di urina o feci.

L'infiammazione cronica della ghiandola può causare lo sviluppo di spermatorrhea - in questo caso, una piccola quantità di sperma viene rilasciata dal pene durante un movimento intestinale o in uno stato di tensione nei muscoli della regione perineale.

La presenza di un segreto verdastro con una miscela di pus indica un decorso lento e rallentato della malattia. Tali secrezioni consistono di leucociti morti, cellule danneggiate del tessuto epiteliale, muco. A volte si osserva un fenomeno simile con esacerbazione della forma cronica di patologia. In questo caso, la temperatura del paziente aumenta, ci sono sensazioni dolorose e brividi. In tale situazione, dovresti visitare l'urologo il prima possibile, poiché la progressione dei segni di prostatite negli uomini può portare alla sclerosi d'organo e allo sviluppo della sterilità.

Eventi medici

Il trattamento della malattia viene selezionato dal medico in base alla diagnosi. Varie forme di infiammazione della prostata richiedono un approccio individuale alla terapia. Per eliminare i sintomi della prostatite acuta negli uomini, è necessario assumere farmaci antibatterici. È meglio usare medicine che penetrano bene in questo organo del sistema riproduttivo - Ciprofloxacina, Bigaflon, Abifloks.

Selezionando un regime di trattamento efficace, un medico qualificato dovrebbe prestare attenzione all'immunità del paziente, tenere conto della natura della malattia, delle caratteristiche individuali del corpo dell'uomo. Le forme non complicate di infiammazione della prostata, nel decorso acuto della malattia possono essere curate a casa. I pazienti con prostatite sono ospedalizzati solo nei casi più gravi, quando sviluppano sintomi di grave intossicazione.

È anche possibile trattare questa malattia con l'aiuto di tecniche fisioterapiche - ultrasuoni, terapia con laser magnetico. L'Hirudoterapia e l'esposizione manuale (biopuntura, agopuntura) sono considerati metodi popolari. Aiuta perfettamente a sbarazzarsi di qualsiasi tipo di prostatite, l'uso di erbe medicinali, l'uso di preparati immunomodulatori (Licopid, Polyoxidonium) e enzimatici (Lidaz, Actinogial), citomediatori.

In alcune situazioni, il trattamento chirurgico della prostatite negli uomini. L'intervento chirurgico viene eseguito nel caso in cui al paziente sia stato diagnosticato un ascesso di questo organo. A tal fine, la ghiandola prostatica viene drenata dal modo trans-rettale (rettale) o trans-uretrale. In caso di ritenzione urinaria acuta, viene eseguita l'epistotomia: si forma un foro nella parete della vescica per estrarre uno speciale catetere sovrapubico.

L'infiammazione cronica della prostata, che non ha conseguenze, può essere trattata anche in regime ambulatoriale. Ma il trattamento della malattia in una tale situazione richiede molto più tempo. Supposte, agenti antibatterici, metodi termali, riflessoterapia e massaggio della ghiandola sono usati per il trattamento. I pazienti che hanno avuto sintomi di prostatite sono invitati a rivedere il loro stile di vita, abbandonare cattive abitudini, mangiare bene ed evitare l'ipotermia.

È importante! In nessun caso non automedicare questa patologia! Molto spesso, l'infiammazione inizia a progredire esattamente come conseguenza della terapia sintomatica e dei farmaci che si prescrivono da sé. I farmaci antibatterici devono essere assunti solo sotto la supervisione di uno specialista, altrimenti si possono indebolire significativamente le difese immunitarie dell'organismo, il che sarà un altro problema per te e non farà che aggravare la situazione.

I primi segni di prostatite negli uomini - il trattamento di queste manifestazioni dovrebbe essere tempestivo. Tali sintomi impliciti rappresentano un grande pericolo, perché possono sorgere non solo a causa di un'infiammazione della ghiandola prostatica, ma anche in tumori benigni e maligni dell'organo. Pertanto, è così importante diagnosticare in tempo e iniziare il trattamento della patologia il più presto possibile. Dopotutto, prima il paziente vede un medico, prima scompaiono le sensazioni spiacevoli e dolorose, la vita sessuale viene normalizzata.

prostatite

La prostatite è una malattia infiammatoria della ghiandola prostatica, la malattia più comune del sistema genito-urinario negli uomini. La prostatite può essere acuta o cronica. Il più delle volte colpisce pazienti di età compresa tra 25 e 50 anni. Secondo vari dati, la prostatite soffre dal 30-85% degli uomini di età superiore ai 30 anni. I sintomi della prostatite comprendono dolore, difficoltà e minzione dolorosa, disturbi sessuali. La diagnosi di prostatitis è istituita da un urologo o un andrologo più spesso secondo un quadro clinico tipico. Inoltre, viene eseguita un'ecografia della prostata, delle secrezioni della prostata e delle urine.

prostatite

Prostatite - un'infiammazione del cancro seminale (prostata) - alla prostata. Si manifesta minzione frequente mescolato con il sangue, pus nelle urine, dolore nel pene, scroto, del retto, disfunzioni sessuali (disfunzione erettile, eiaculazione precoce, ecc), ritenzione urinaria volte. Forse la formazione di ascessi prostatica, infiammazione dei testicoli e appendici, che rischia di infertilità. L'ascesa dell'infezione porta all'infiammazione del sistema urogenitale superiore (cistite, pielonefrite).

La prostatite si sviluppa quando penetra un agente infettivo, che entra nel tessuto prostatico dagli organi del sistema urogenitale (uretra, vescica) o da un focolaio infiammatorio a distanza (con polmonite, influenza, mal di gola, foruncolosi). Esistono numerosi fattori di rischio che aumentano la probabilità di sviluppare prostatite.

Fattori predisponenti

Il rischio di sviluppare prostatite aumenta con l'ipotermia, una storia di infezioni e condizioni specifiche che coinvolgono la congestione nei tessuti della prostata. Ci sono i seguenti fattori che aumentano la probabilità di sviluppare prostatite:

  • Ipotermia generale (singola o permanente, associata a condizioni di lavoro).
  • Stile di vita sedentario, specialità, costringendo una persona a stare seduta a lungo (operatore di computer, autista, ecc.).
  • Costipazione permanente.
  • Interruzione del ritmo normale dell'attività sessuale (attività sessuale eccessiva, astinenza prolungata, eiaculazione incompleta durante il rapporto sessuale "abituale" privo della colorazione emotiva).
  • La presenza di malattia cronica (colecistite, bronchiti) o foci infettiva cronica nel corpo (osteomielite cronica, carie non trattati, tonsilliti, e così via. D.).
  • Malattie urologiche posticipate (uretrite, cistite, ecc.) E malattie trasmesse per via sessuale (clamidia, tricomoniasi, gonorrea).
  • Condizioni che causano depressione del sistema immunitario (stress cronico, nutrizione inadeguata e inadeguata, normale mancanza di sonno, stato di sovrallenamento negli atleti, ecc.).

Si presume che il rischio di prostatite aumenti con intossicazione cronica (alcol, nicotina, morfina, ecc.). Alcuni studi condotti nel campo dell'urologia dimostrano che il fattore predisponente nella comparsa della prostatite è il danno cronico del perineo (vibrazione, commozione cerebrale) tra automobilisti, motociclisti e ciclisti. Tuttavia, il numero schiacciante di esperti ritiene che tutti questi fattori non siano le vere cause della prostatite, ma contribuiscano solo a esacerbare il processo infiammatorio latente nei tessuti della prostata.

Un ruolo cruciale nella comparsa della prostatite è giocato dalla stagnazione nei tessuti della prostata. La violazione del flusso sanguigno capillare provoca un aumento della perossidazione lipidica, edema, essudazione del tessuto prostatico e crea le condizioni per lo sviluppo di un processo infettivo.

eziologia

Come agente infettivo in prostatite acuta può agire Staphylococcus aureus (Staphylococcus aureus), enterococchi (Enterococcus), Enterobacter (Enterobacter), Pseudomonas aeruginosa (Pseudomonas), Proteus (Proteus), Klebsiella (Klebsiella) e Escherichia coli (E. coli). Maggior parte dei microrganismi riferisce alla flora condizionale patogeni e prostatite provoca solo la presenza di altri fattori predisponenti.

L'infiammazione nella prostatite cronica è solitamente causata da associazioni polimicrobiche.

Sintomi di prostatite

Sintomi di prostatite acuta

Ci sono tre fasi di prostatite acuta, che sono caratterizzate dalla presenza di un quadro clinico specifico e cambiamenti morfologici:

  • Prostatite acuta catarrale. I pazienti si lamentano di minzione frequente, spesso dolorosa, dolore al sacro e perineo.
  • Prostatite acuta follicolare. I dolori diventano più intensi, a volte irradiati all'ano, aggravati dai movimenti intestinali. L'orinazione è difficile, l'urina scorre in un flusso sottile. In alcuni casi, si nota la ritenzione di urina. Ipertermia subfebrillare o moderata.
  • Prostatite acuta parenchimale. Intossicazione grave, ipertermia fino a 38-40 ° C, brividi. Disturbi di disordine, spesso - ritenzione urinaria acuta. Dolori acuti e palpitanti nel perineo. Difficoltà a defecare.
Sintomi di prostatite cronica

In casi rari, la prostatite cronica diventa il risultato di un processo affilato, comunque, di regola, la prostatite cronica primaria si sviluppa con i sintomi cancellati. La temperatura sale raramente a valori subfebrilla. Un paziente con prostatite cronica nota disagio o lieve dolore nel perineo, disagio durante la minzione e la defecazione. Il sintomo più caratteristico della prostatite cronica è scarso scarico dall'uretra durante un atto di defecazione.

Va ricordato che la prostatite cronica primaria si sviluppa in un periodo di tempo significativo. È preceduto da prostatosi (ristagno di sangue nei capillari), trasformandosi gradualmente in prostatite abat-teriale (stadio iniziale dell'infiammazione).

La prostatite cronica è spesso una complicazione del processo infiammatorio cronico causato dall'agente causativo di un'infezione specifica (clamidia, trichomonas, ureaplasma, gonococco). I sintomi di un processo infiammatorio specifico in molti casi mascherano le manifestazioni di prostatite cronica. Forse un leggero aumento del dolore durante la minzione, un leggero dolore nel perineo, una scarsa secrezione dall'uretra durante la defecazione. Un piccolo cambiamento nel quadro clinico e l'adesione di prostatite cronica spesso passa inosservato dal paziente.

La prostatite cronica può manifestare una sensazione di bruciore nell'uretra e perineo, disuria, disturbi sessuali e aumento dell'affaticamento generale. La conseguenza delle violazioni di potenza (o paura di queste violazioni) spesso diventa depressione mentale, ansia e irritabilità. Il quadro clinico della prostatite cronica non sempre include tutti, senza eccezioni, i gruppi di sintomi elencati, varia in pazienti diversi e varia nel tempo.

Ci sono tre principali sindromi caratteristiche della prostatite cronica:

  • Dolore nella prostatite cronica

Non esiste un recettore del dolore nel tessuto prostatico. La causa del dolore nella prostatite cronica diventa quasi inevitabile, a causa dell'abbondante innervazione degli organi pelvici, del coinvolgimento nel processo infiammatorio delle vie nervose.

I pazienti con prostatite cronica lamentano dolore di intensità variabile - dal sonno debole, dolorante a intenso, disturbato. C'è un cambiamento nella natura del dolore (aumentato o indebolito) durante l'eiaculazione, l'eccessiva attività sessuale o l'astinenza sessuale. Dolore che si irradia allo scroto, al sacro, al perineo, a volte - nella regione lombare. Va tenuto presente che il mal di schiena non si manifesta solo con la prostatite. La causa del dolore in quest'area può essere osteocondrosi e una serie di altre malattie.

  • Sindrome diastica (disturbo urinario)

Come risultato dell'infiammazione nella prostatite cronica, aumenta il volume della prostata comprimendo l'uretere. Il lume dell'uretere è ridotto. Un paziente con prostatite ha una frequente voglia di urinare, una sensazione di svuotamento incompleto della vescica. Di regola, i fenomeni disurici sono espressi nelle prime fasi della prostatite cronica. Quindi si sviluppa un'ipertrofia compensatoria dello strato muscolare della vescica e degli ureteri. I sintomi di disuria durante questo periodo si indeboliscono e quindi aumentano di nuovo con scompenso dei meccanismi di adattamento.

  • Disturbi sessuali nella prostatite cronica

Negli stadi iniziali della prostatite cronica, si può sviluppare dispeptension, manifestata in modo diverso in pazienti diversi. I pazienti possono lamentare frequenti erezioni notturne, orgasmo sfocato o deterioramento dell'erezione. L'eiaculazione accelerata è associata ad una diminuzione del livello soglia di eccitazione del centro orgasmico. Il dolore durante l'eiaculazione può indurre il paziente a rifiutare la sessualità della prostata. In futuro, i disturbi sessuali diventano più pronunciati. Alla fase avanzata di prostatitis cronico si sviluppa l'impotenza.

Il grado di disordine sessuale nella prostatite cronica è determinato da molti fattori, tra cui la costituzione sessuale e l'umore psicologico del paziente. Le violazioni di potenza e disuria possono essere causate sia da alterazioni della ghiandola prostatica sia dalla suggestionabilità del paziente che, se viene rilevata una prostatite cronica, si aspetta l'inevitabile sviluppo dei disturbi sessuali e della minzione. Particolarmente spesso la dispotogenicità e la disuria psicogena si sviluppano in pazienti suggestionabili e ansiosi.

L'impotenza e talvolta la stessa minaccia di una possibile disfunzione sessuale è difficilmente tollerata dai pazienti con prostatite. Spesso c'è un cambiamento di carattere, irritabilità, oscenità, eccessiva preoccupazione per la propria salute e persino "andare in una malattia".

Complicazioni di prostatite

Complicazioni della prostatite acuta

In assenza di trattamento tempestivo della prostatite acuta, vi è un rischio significativo di sviluppare un ascesso della ghiandola prostatica. Con la formazione di una focalizzazione purulenta nella ghiandola prostatica, la temperatura corporea del paziente sale a 39-40 ° C e può acquisire un carattere frenetico. Periodi di calore si alternano a brividi marcati. Il dolore acuto nel perineo rende difficile urinare e rendere impossibile defecare. L'aumento del gonfiore della ghiandola prostatica porta a ritenzione urinaria acuta. In rari casi, un ascesso viene spontaneamente aperto nell'uretra o nel retto. Quando si apre nell'uretra, un'urina purulenta e torbida appare con un odore sgradevole e pungente: quando si apre nel retto, le feci contengono pus e muco.

Complicazioni di prostatite cronica

La prostatite cronica è caratterizzata da un andamento ondulatorio con periodi di remissione prolungata, durante i quali l'infiammazione della prostata è latente o si manifesta in una sintomatologia estremamente scarsa. I pazienti che non sono disturbati, spesso interrompono il trattamento e vengono trattati solo quando si sviluppano complicanze.

La diffusione dell'infezione attraverso le vie urinarie nella prostatite cronica provoca il verificarsi di pielonefrite e cistite. La complicanza più comune della prostatite cronica è l'infiammazione dei testicoli e dell'epididimo (epididimorchite) e l'infiammazione delle vescicole seminali (vescicolite). Il risultato di queste malattie è spesso l'infertilità.

Diagnosi di prostatite

Il quadro clinico caratteristico semplifica il processo di diagnosi nella prostatite acuta e cronica. Se si sospetta che sia necessaria la prostatite, viene eseguito un esame rettale della prostata durante il quale l'urologo esegue un test di secrezione della prostata. La sensibilità della microflora è determinata (coltura delle secrezioni della prostata e delle urine bakposev).

Per l'identificazione di cambiamenti strutturali (tumori, cisti, adenoma, ecc.) E la differenziazione della prostatite da altre malattie della ghiandola prostatica, viene eseguita un'ecografia della prostata. Escludere o confermare lo sviluppo dell'infertilità consente lo spermogramma.

Trattamento della prostatite

Terapia della prostatite acuta

I pazienti con prostatite acuta non complicata subiscono un trattamento ambulatoriale da parte di un urologo o di un andrologo. In grave intossicazione, sospetto processo purulento, è indicato l'ospedalizzazione. I pazienti con prostatite acuta ricevono una terapia antibiotica. I farmaci sono selezionati in base alla sensibilità dell'agente infettivo. Gli antibiotici sono ampiamente utilizzati in grado di penetrare bene nei tessuti della prostata (ciprofloxacina, ecc.). Con lo sviluppo dell'ascesso prostatico, viene eseguita un'apertura endoscopica transretrale o transuretrale dell'ascesso.

La prostatite acuta è una malattia che ha una pronunciata tendenza alla cronicità. Anche con un trattamento tempestivo e adeguato con l'esito di un processo acuto, più della metà dei pazienti diventa prostatite cronica.

Terapia della prostatite cronica

Il recupero non è sempre possibile, tuttavia, con una terapia adeguata e coerente e il rispetto delle raccomandazioni del medico, è possibile eliminare i sintomi spiacevoli della prostatite e ottenere una remissione di lunga durata.

Il trattamento della prostatite cronica dovrebbe essere completo. Al paziente vengono prescritti lunghi cicli di farmaci antibatterici (per 4-8 settimane). Un massaggio prostatico, fisioterapia, correzione immunitaria. Al paziente vengono dati consigli sui cambiamenti dello stile di vita.

  • Terapia antibatterica per prostatite cronica

La selezione del tipo e il dosaggio di farmaci antibatterici, così come la determinazione della durata del trattamento viene effettuata individualmente. Il farmaco viene scelto in base alla sensibilità della microflora in base ai risultati della coltura delle urine e della secrezione della prostata.

  • Massaggio prostatico per prostatite cronica

Il massaggio alla prostata ha un effetto complesso sull'organo interessato. Durante il massaggio, la secrezione infiammatoria accumulata nella ghiandola prostatica viene compressa nei dotti, quindi entra nell'uretra e viene rimossa dal corpo. La procedura migliora la circolazione del sangue nella prostata, che minimizza il ristagno e fornisce una migliore penetrazione dei farmaci antibatterici nel tessuto dell'organo interessato.

  • Fisioterapia per la prostatite cronica

Per migliorare la circolazione sanguigna, vengono utilizzati l'irradiazione laser, le onde ultrasoniche e le oscillazioni elettromagnetiche. Se è impossibile condurre le procedure fisioterapeutiche, al paziente vengono prescritti microcattori medicinali caldi.

  • Correzione immunitaria nella prostatite cronica

Ridurre l'immunità generale è spesso uno dei fattori predisponenti che aumentano il rischio di sviluppare prostatite cronica. In futuro, i disturbi immunitari sono aggravati da ripetuti cicli a lungo termine di terapia antibiotica. In caso di prostatite cronica a lungo termine, viene mostrata la consulenza di un immunologo per la scelta delle tattiche di terapia immunocorrettiva.

  • Cambiamenti nello stile di vita e nelle abitudini nella prostatite cronica

Apportare alcuni cambiamenti nello stile di vita di un paziente con prostatite cronica è sia una misura curativa che preventiva. Si raccomanda al paziente di normalizzare il sonno e la veglia, di regolare la dieta, di condurre una moderata attività fisica.

Prevenzione della prostatite

La prevenzione della prostatite è l'eliminazione dei fattori di rischio. È necessario evitare l'ipotermia, alternare lavoro sedentario e periodi di attività fisica, mangiare regolarmente e completamente. Per la stitichezza, dovrebbero essere usati i lassativi. Una delle misure profilattiche per la prostatite è la normalizzazione della vita sessuale, poiché sia ​​l'attività sessuale eccessiva che l'astinenza sessuale sono fattori di rischio nello sviluppo della prostatite. Se compaiono sintomi di malattia urologica o venosa, consultare immediatamente un medico.

Quali sono i sintomi e i segni della malattia della prostata (prostata) negli uomini?

La prostata è una ghiandola specificamente maschile, si trova sotto la vescica. La ghiandola prostatica copre parte dell'uretra.

La secrezione prodotta da esso promuove il movimento degli spermatozoi, regola l'apertura / chiusura del canale urogenitale.

Scopriamo qual è la prostata negli uomini, i sintomi della malattia.

Prostata: sintomi della malattia

La medicina moderna identifica un numero di varietà di malattie della prostata. Tra loro ci sono:


Come si manifestano gli uomini con sintomi della malattia della prostata? Nella fase iniziale di tutte le malattie, i segni della prostata negli uomini sono difficili da separare inequivocabilmente, dal momento che sono quasi identici e a volte le malattie iniziano in modo asintomatico. L'intensità dei sintomi della ghiandola prostatica negli uomini è individuale e cambia nel tempo.

Prostata: sintomi negli uomini - foto:

Ghiandola della prostata - sintomi della malattia negli uomini:

  1. L'uomo sta vivendo debolezza, prestazioni ridotte. L'estinzione generale, lo stato depresso, l'irritabilità, l'aggressività, l'ansia aumenta. Al mattino una persona si sente sopraffatta, perde l'iniziativa nella vita. C'è rumore nelle orecchie, squilla nella testa.
  2. Dolore alla schiena, perineo.
  3. A volte senza motivo apparente la temperatura aumenta.
  4. Le difficoltà aumentano con l'eccitazione di un membro quando si cerca di entrare in contatto sessuale. Il paziente perde gradualmente interesse per il sesso. L'orgasmo si ottiene con difficoltà, o debolezza o scompare completamente. Il paziente ha dolore durante il sesso. Il seme durante il rapporto sessuale va rapidamente con un piacere minimo.
  5. Sensazioni spiacevoli nel processo di minzione. L'uomo sta vivendo difficoltà sempre più evidenti con l'urina nella toilette. La ghiandola aumenta gradualmente, il canale urinario si restringe.
  6. Problemi di minzione Spesso vuoi urinare, ma si scopre goccia a goccia. L'urina è accompagnata da secrezioni di origine poco chiara.
  7. Bruciore nell'uretra, prurito nel perineo.
  8. L'aumento delle dimensioni della ghiandola è superiore a quello di questa età.

I sintomi della malattia della prostata negli uomini includono il fatto che a volte di notte si verifica spontaneamente un'erezione spontanea e un'eiaculazione dolorosa, non correlata al sesso.

Il paziente su questa base crede erroneamente che stia bene con la potenza, i problemi, a suo parere, sono più di natura psicologica. È sopraffatto dalla depressione, che aggrava lo sviluppo della malattia.

I sintomi descritti non indicano necessariamente una malattia della ghiandola prostatica. Inoltre accompagnano malattie renali, infezioni del tratto urinario, malattie veneree e di altro tipo.

L'uretrite è la malattia più comune degli uomini. Questa è un'infezione nell'uretra causata da batteri, virus, funghi.

Sono infetti principalmente attraverso il contatto sessuale.

A volte un'infezione dura un'ora confortevole nel corpo e si manifesta quando l'immunità si indebolisce.

Le ragioni del suo declino - le stesse che causano la prostatite non batterica.

Si tratta di ipotermia, cattive abitudini, comportamento sessuale caotico, abuso di cibi acidi, speziati, salati, stress, sforzo fisico, ecc.

Che cosa è esattamente malato: la prostata o l'uretra (o entrambi), mostrerà test, esame con ultrasuoni. Sulla loro base, il medico darà una diagnosi.

Le cause di questi sintomi possono essere molti tipi di patologie, non solo la prostata, ma anche l'organismo nel suo insieme.

Studiando questo problema, a volte è difficile distinguere dove sia la causa e dove la conseguenza della malattia; comprendere l'imposizione e l'intreccio di vari prerequisiti per il suo verificarsi; aderire alla classificazione della linea su base singola. Le conseguenze negative per la funzione urogenitale sono ovvie, ma la catena di circostanze che le conduce è molto diversa.

La causa comune di tutte le malattie della prostata è la stasi del sangue nei capillari a causa del flusso sanguigno alterato nella ghiandola.

Da ciò che sorge nella prostata:

Discuteremo delle malattie della prostata e dei loro sintomi di seguito.

Quali malattie possono indicare questi sintomi?

Insieme con i sintomi comuni della malattia della prostata negli uomini, ciascuna delle malattie della prostata ha segni specifici.

prostatite

La prostatite si trova negli uomini dopo 35 anni. Queste sono infiammazioni nel tessuto prostatico di varie dimensioni. Oltre alla difficile emissione di urina, il dolore nel basso addome, il suo verificarsi comporta una violazione della funzione più importante di questo corpo nel produrre un segreto che supporta l'attività degli spermatozoi.

Ha una natura batterica o batterica. Nella fase iniziale della prostatite, le funzioni della ghiandola sono attivate. Insieme all'infiammazione incipiente, il tessuto viene rigenerato.

Sintomi della malattia della prostata negli uomini (prostatite acuta, indipendentemente dalla natura):

  • il paziente ha brividi, vomito nauseabondo;
  • la temperatura sale a 38-39 ° C, con prostatite parenchimale - fino a 40 ° C;
  • il dolore nel perineo diventa particolarmente intenso;
  • la disuria deriva dall'incapacità di urinare;
  • ci sono problemi con la defecazione.

La prostatite cronica è una malattia della ghiandola prostatica: i sintomi sono lievi, si presentano periodicamente e si abbassano nel perineo, sono dati nella parte bassa della schiena, pubica.

Sudorazione eccessiva, soprattutto nel perineo.

La compromissione della funzione sessuale diventa permanente.

Al mattino ci sono secrezioni di secrezione di prostata invece di urina.

Il dolore è per lo più doloroso, si estende alla regione sacrale, sovrapubico, retto, pene.

La prostatite cronica è spesso il risultato di un acuto mal trattato, ma a volte si sviluppa da solo. Il tasso di sviluppo dei disturbi sessuali dipende dal grado di coinvolgimento nel processo di patologia del tubercolo seminale, le vescicole seminali che sono vicine alla prostata.

Con un lungo decorso della fase iniziale della malattia negli uomini, l'intensità della produzione degli ormoni sessuali diminuisce.

I giovani in questi casi spesso si lasciano prendere dal panico, la paura dei rapporti sessuali. La paura di "essere disonorato" e di non essere in grado di eseguire le azioni necessarie con un partner porta alla nevrosi, che compromette ulteriormente la funzione sessuale.

Con lo sviluppo della malattia, il paziente avverte dolore all'inguine, alle uova, al perineo, alla zona lombare. È necessario urinare sempre più spesso, soprattutto di notte, questo processo sta diventando sempre più doloroso, il risultato dei tentativi di svuotare la vescica sta diventando meno significativo. Inizia lo scarico del muco dall'uretra. La temperatura aumenta.

Questi segni di malattia della prostata negli uomini stanno lentamente aumentando l'anno, due, tre.

Peggio ancora, hanno il carattere di una reazione a catena: a causa dell'aumento dei fenomeni negativi nella ghiandola prostatica, l'uomo non solo non trova soddisfazione, ma non è in grado di soddisfare il partner sessuale. A causa di ciò, i contatti sessuali stanno diventando meno frequenti, il che causa un sistema di circolazione del sangue nell'area pelvica.

Tale stagnazione, a sua volta, è una delle cause della prostatite.

Come con qualsiasi malattia, prima rivelerai il tipo di malattia alla prostata, più velocemente lo curerai. La trascuratezza dei primi segni della prostata negli uomini, anche se impliciti, porta frivoli pazienti al tavolo del chirurgo.

Per i problemi con la prostata, i sintomi, è meglio agire in modo tempestivo e consultare un medico. Più vecchio è l'uomo, maggiore è il rischio di prostatite. L'infiammazione della prostata è una malattia che colpisce soprattutto uomini tra i venti ei cinquantacinque anni.

Adenoma (tumore benigno della ghiandola)

I primi segni di malattia della prostata negli uomini si manifestano in un forte aumento della voglia di urinare.

A questo punto aumenta il volume dei muscoli della vescica.

L'orinazione è accompagnata dall'aumento dei muscoli. Sensazioni spiacevoli stanno crescendo nell'addome inferiore.

L'uomo sviluppa stanchezza cronica. L'eiaculazione è difficile.

Nella seconda fase dell'adenoma, il desiderio di urinare diventa permanente.

L'urina residua si accumula nella vescica, non è completamente rilasciata.

Nella terza fase della malattia, l'urina viene escreta in gocce. I reni e l'uretere si espandono notevolmente. Minzione di fermarsi. La vescica perde la sua funzione.

La diagnosi di adenoma viene effettuata mediante test, esame rettale delle dita della prostata. I pazienti sono assegnati all'ecografia, all'uroflometria. La dimensione dell'adenoma è determinata dai risultati dell'ecografia.

Per l'uroflussimetria, il paziente urina sul dispositivo, che determina il momento della minzione, la forza del getto, la quantità di urina. Il paziente dona sangue per PSA per distinguere tra l'adenoma e il cancro alla prostata. In caso di dubbio, viene eseguita una biopsia della prostata.

carcinoma

Il carcinoma (cancro) è la più grave malattia della prostata. Circa la metà delle morti per cancro nel nostro paese provengono da questa particolare varietà.

La sua insidiosità sta nel fatto che a volte l'aspetto di una neoplasia maligna è asintomatico e progredisce lentamente. Il criterio principale è determinare il livello di antigene prostatico specifico (PSA) effettuando un esame del sangue.

La difficoltà è che l'antigene viene anche rilevato nella normale prostatite e adenoma, i dati sulla concentrazione sono sfocati, il PSA è nel sangue in diverse forme. Tuttavia, il marcatore tumorale del PSA è l'indicatore principale per rilevare il cancro alla prostata nella fase in cui non ci sono metastasi, cambiamenti nella struttura della ghiandola.

Il cancro alla prostata colpisce un uomo di età superiore ai quaranta, il suo rischio aumenta con l'età. Il limite superiore della concentrazione del primo marcatore (in nanogrammi per millilitro di sangue), in cui vi sono poche ragioni per sospettare la patologia, negli uomini varia con l'età:

Ulteriori argomenti a favore di tale diagnosi sono un aumento della proporzione di una forma legata di PSA nell'analisi complessiva, il rapporto tra la concentrazione dell'antigene e il volume della prostata e il tasso di aumento della concentrazione nel tempo.

Al ricevimento di tali dati, la diagnosi viene controllata mediante biopsia: campionamento del tessuto prostatico.

Negli stadi avanzati del cancro, quando compaiono metastasi, la concentrazione di PSA è parecchie volte superiore al normale.

Il trattamento del carcinoma della prostata mediante rimozione chirurgica della ghiandola è possibile se le metastasi non hanno il tempo di coprire gli organi adiacenti.

Determinare tempestivamente il cancro alla prostata è più probabile se viene eseguita un'analisi del sangue in appositi laboratori, dove è tecnicamente possibile calcolare il rapporto tra la concentrazione della forma legata e non legata dell'antigene. Gli uomini sopra i cinquant'anni sono invitati a fare una tale analisi ogni anno.

Ulteriori segni della probabilità di cancro alla prostata sono:

  • l'impotenza;
  • sangue nelle urine e nello sperma;
  • minzione involontaria;
  • gonfiore, paralisi delle gambe;
  • violazione della sedia, stitichezza;
  • esaurimento del corpo.

Cisti, pietre e sclerosi

Cisti e calcoli nella prostata. Oltre ai sintomi comuni, vengono rilevati sondando i sigilli delle ghiandole in esso contenuti. Dolori acuti nel perineo, che sono aggravati dal sesso e dalla defecazione. Striature di sangue compaiono nello sperma.

Ascesso: la comparsa di pustole sulla prostata infiammata. Accompagnato da febbre alta, brividi, avvelenamento del corpo, febbre, dolore al retto, movimenti intestinali, minzione. Quando un ascesso si rompe, il pus è presente nelle feci.

Sclerosi della ghiandola - rughe della prostata dovute alla sostituzione del suo tessuto connettivo. Accompagnato da una serie completa di difficoltà durante la minzione e il rapporto sessuale.

Cosa fare, dove andare?

Quando compaiono i sintomi della malattia della prostata maschile, si dovrebbe prendere un appuntamento con un urologo, che riferirà il paziente per i test, diagnosticare (o meno) la malattia in base ai suoi risultati, al suo aspetto.

Identificare la causa della malattia è anche cruciale per la scelta di un metodo di trattamento. La prostatite non infettiva trattata con antibiotici, ad esempio, non è solo inutile, ma anche molto dannosa per il corpo.

Quali potrebbero essere le conseguenze se non reagisci in tempo?

Le misure prioritarie vengono inviate dal medico per ripristinare la normale minzione. Per questo è necessario ridurre urgentemente le dimensioni della ghiandola prostatica, che comprime il canale uretrale e previene la fuoriuscita dell'urina.

Il rilassamento dei muscoli della ghiandola può essere raggiunto, ad esempio, massaggiando la prostata.

Per il trattamento della prostatite batterica prescritto un ciclo di somministrazione di antibiotici, supposte rettali.

Dobbiamo capire che i microrganismi nocivi non possono essere distrutti dai rimedi popolari, dalle procedure fisiche e dalla dieta.

Questi metodi aiuteranno a curare o saranno necessari nel periodo di remissione.

Allo stesso tempo, per il trattamento della prostatite batterica, la loro combinazione può essere sufficiente per una cura completa senza "chimica", cioè farmaci farmaceutici. Tutto dipende dallo stadio della malattia, dalle caratteristiche individuali del paziente, dall'esperienza del medico.

Le conseguenze più gravi delle malattie della prostata sono l'infertilità, l'impotenza. Rilevazione tempestiva di tumori, complicanze - la domanda non è tanto il comfort e il benessere, e spesso la vita del paziente.

I disturbi sessuali si verificano quando c'è un eccesso nel corpo maschile degli ormoni femminili, la mancanza di ormoni maschili. Possono anche essere il risultato di un'infiammazione latente asintomatica o gonfiore della prostata, non precedentemente identificato. Il loro sviluppo a volte porta alla sterilità maschile.

Ora sai cos'è la prostata, i sintomi della malattia. Prenditi cura di te e della tua salute!