Principale
Massaggio

Diagnosi RM della ghiandola prostatica: indicazioni per

Oggi, la risonanza magnetica della prostata è il metodo più informativo per esaminare il tessuto prostatico. L'imaging a risonanza magnetica aiuta a determinare con precisione la presenza di patologia nel corpo, per determinarne la specificità, la composizione chimica, la dinamica dello sviluppo. La procedura è sicura e indolore per il paziente. Questo metodo di diagnosi aiuta ad ottenere immagini chiare, ma in base alla lettura del quale il medico sarà in grado di prescrivere il trattamento corretto.

Cos'è la risonanza magnetica della prostata

Lo studio della prostata mediante risonanza magnetica si basa sulla reazione all'interazione delle strutture tissutali del corpo umano con il campo magnetico. In questo modo è possibile controllare lo stato della ghiandola prostatica e degli organi adiacenti (linfonodi, vescica, retto). I risultati, che si riflettono nelle immagini, aiutano a valutare oggettivamente i cambiamenti organici nei tessuti, a stabilire il tipo di patologie, la loro prevalenza. Se una persona è in buona salute, il dispositivo rifletterà l'assenza di segni di malattia.

Risonanza magnetica della prostata con contrasto

Il metodo di esame RM della prostata con contrasto prevede l'introduzione nel sangue del paziente di una sostanza speciale che è ben distinta dall'apparato. Questo tipo di diagnosi è prescritto da un medico nella maggior parte dei casi se si sospetta il cancro alla prostata. Un mezzo di contrasto viene iniettato attraverso la vena del paziente immediatamente prima della procedura. Prima di scegliere una risonanza magnetica con contrasto, il medico invia la persona per l'analisi, che dovrebbe stabilire la sua sensibilità alla sostanza.

RM senza contrasto

La risonanza magnetica della prostata senza contrasto può essere eseguita in 2 modi:

  • Classico: questo metodo non prevede procedure aggiuntive, ad eccezione della preparazione e della ricerca diretta. La persona viene posizionata su un tavolo mobile, che è immerso in una capsula con magneti installati al suo interno.
  • Con bobina endorettale - in questo caso, uno speciale filo flessibile viene inserito nel retto del paziente. Un tale dispositivo crea un campo magnetico aggiuntivo in stretta prossimità della prostata. Il meccanismo di ricerca con la bobina endorettale contribuisce a una diagnosi più accurata.

Qual è la risonanza magnetica della prostata?

La risonanza magnetica della prostata viene utilizzata per confermare o smentire la presenza di alcune malattie:

  • malattie oncologiche degli organi genitali;
  • prostatite;
  • malattie sessualmente trasmissibili;
  • infezioni virali e fungine;
  • adenomi prostatici;
  • diphallia, criptorchidismo - patologie congenite della prostata;
  • complicazioni dopo l'intervento.

Con la prostata

Negli uomini questa malattia si sviluppa a causa dell'azione della microflora patogena o della microcircolazione compromessa nella ghiandola prostatica nell'insufficienza venosa. La stagnazione e l'infiammazione prolungata provocano una diminuzione dell'immunità locale. Se la prostatite non viene rilevata in tempo, può causare l'ascesso di uno sviluppo. Il trattamento di questa complicanza è ridotto alla chirurgia. Al fine di determinare con precisione la malattia e il suo stadio, i medici raccomandano che il paziente, se sospettato di avere una prostatite, si sottoponga a una risonanza magnetica mediante un agente di contrasto.

Per il cancro alla prostata

I tumori maligni della prostata si trovano spesso negli uomini più anziani. I primi segnali di allarme si manifestano in problemi di minzione, svuotamento incompleto della vescica. Con l'aumentare dell'istruzione, ci sono segni di intossicazione, aumento della fatica, depressione, irritabilità e debolezza generale. Quando un paziente presenta tali sintomi, indicando un possibile sviluppo di un tumore nella ghiandola prostatica, l'urologo prescrive una risonanza magnetica per uno studio dettagliato della presenza, delle dimensioni e del tipo di tumore nella prostata.

Per l'adenoma prostatico

Con un aumento dell'intensità della sintesi delle cellule prostatiche, possono verificarsi adenomi o iperplasia prostatica. La proliferazione dei tessuti provoca difficoltà nella minzione, nella disfunzione sessuale, nell'incontinenza urinaria e nella formazione di stitichezza. Nelle prime fasi, l'adenoma è spesso asintomatico, viene rilevato dagli ultrasuoni. La risonanza magnetica dei medici della prostata prescrive di confermare o negare la presenza della diagnosi, per determinare il grado di crescita del tessuto. Sulla base dello studio, viene creato un piano di trattamento.

Preparazione MRI per ghiandola prostatica

Affinché la procedura mostri il risultato più accurato, devono essere soddisfatte condizioni importanti. Gli esperti identificano le seguenti fasi di preparazione per una risonanza magnetica della prostata:

  • Al paziente viene mostrata una dieta che dovrebbe eliminare la possibilità di formazione di gas nel tubo digerente. Per fare ciò, prima della procedura di risonanza magnetica, è severamente vietato mangiare cavoli, paste fresche, fagioli, cereali, carote, latte fermentato e bevande gassate. Questa dieta dovrebbe durare 3 giorni.
  • È possibile ottenere risultati inaccurati se c'è del liquido in eccesso nel corpo, quindi l'ultima bevanda deve essere assunta non più tardi di 6 ore prima dell'inizio dello studio.
  • Se si esegue una risonanza magnetica con l'inserimento di una spirale, in mezz'ora al paziente può essere somministrato un anestetico mediante iniezione, se necessario.
  • Quando un paziente ha gas e gonfiore, viene somministrato un assorbente attivo al paziente, che elimina i sintomi.
  • Prima dell'inizio della procedura di risonanza magnetica, tutti gli oggetti metallici devono essere rimossi da se stessi, poiché provocano una distorsione dell'immagine.
  • La vescica deve essere moderatamente piena, quindi la minzione deve essere eseguita 2 ore prima della risonanza magnetica.

Risonanza magnetica della prostata

Ad oggi, l'esame RM è il metodo più accurato per diagnosticare patologie prostatiche. Gli esperti sottolineano i vantaggi oggettivi della tomografia:

  • nel processo di ricerca, il corpo umano non è esposto alle radiazioni ionizzanti;
  • rispetto alla tomografia computerizzata, le immagini dei tessuti molli sono più precise e chiare;
  • a causa della reazione dell'apparato a diffondere i cambiamenti nei tessuti e nelle cellule, è possibile riconoscere il disturbo in uno stadio precoce;
  • La risonanza magnetica determina con precisione le proprietà dei tumori benigni e maligni, stabilisce le dinamiche del loro sviluppo.

Per tutta la sicurezza della procedura, ci sono anche controindicazioni per la sua attuazione:

  • reazione allergica a sostanze che fanno parte della droga colorante nel metodo di contrasto;
  • presenza di fibrosi;
  • malattie surrenali e renali;
  • il sovrappeso può essere un ostacolo alla ricerca all'interno dell'apparato di un tipo chiuso.

Come è il

Una scansione MRI dell'area della prostata viene eseguita come segue:

  • A seconda del tipo di risonanza magnetica, al paziente viene iniettato uno speciale colorante endovenoso o trasduttore rettale nel retto.
  • Per effettuare una risonanza magnetica qualitativamente, il paziente viene posizionato sulla superficie del dispositivo ancora, se necessario, utilizzare restrizioni speciali. Quindi il paziente entra nella capsula del dispositivo o sopra di esso viene posizionato un magnete di grandi dimensioni.
  • La procedura di risonanza magnetica richiede circa mezz'ora, se si utilizza il contrasto, il tempo raddoppia. Il paziente deve rimanere immobile per rendere chiare le immagini.
  • Il medico monitora i progressi dello studio e lo stato della persona attraverso le comunicazioni audio e video.
  • Un tale studio è indolore e sicuro. Il corpo può reagire all'azione di un campo magnetico con la comparsa di una sensazione di calore nell'area di monitoraggio.

Interpretazione dei risultati della risonanza magnetica

La lettura dei risultati della risonanza magnetica è effettuata dallo specialista che ha condotto lo studio. Nelle fotografie, il medico registra i cambiamenti patologici nella prostata. L'esperto invia la conclusione ricevuta al medico curante o lo consegna personalmente al paziente. Sulla base della descrizione delle modifiche, l'urologo prescrive un trattamento adeguato per la diagnosi. L'elevata precisione della risonanza magnetica aiuta in tempo a identificare il problema, la sua specificità, a formare un sistema per eliminare la patologia.

Prezzo RM della ghiandola prostatica

Il costo della procedura varia in base alla regione in cui si trova la clinica e al metodo di imaging della prostata. Il prezzo medio negli ospedali di Mosca può essere espresso utilizzando la tabella:

Come eseguire la risonanza magnetica della prostata, quali sono le basi del metodo di ricerca

Dall'articolo imparerai che cosa l'esame della prostata si basa sull'utilizzo di una risonanza magnetica, i vantaggi del metodo durante la prescrizione, indicazioni per l'esecuzione, la preparazione e l'esecuzione della procedura con e senza contrasto, decodifica e possibili rischi e molto altro ancora.

Qual è la base del metodo di ricerca sulla prostata utilizzando la risonanza magnetica

Uno studio moderno della ghiandola prostatica richiede la scansione di grandi strati di tessuto di un organo il più possibile per ottenere un quadro istologico completo e citologico.

L'attrezzatura per condurre tali studi funziona in due direzioni: la subordinazione dei protoni dell'idrogeno alla rotazione in un campo magnetico esterno e la registrazione per l'immagine delle oscillazioni elettromagnetiche.

L'apparato per la scansione del tessuto prostatico si basa sul principio della risonanza magnetica nucleare, per questo motivo il nome dell'apparato è stato fissato come un imager a risonanza magnetica e la diagnostica è la risonanza magnetica (MRI).

Cambiare la concentrazione dei nuclei di idrogeno è la base per identificare le specie di tessuto.

I processi infiammatori e le neoplasie nei tessuti della prostata diventano visibili quando si utilizza la risonanza magnetica.

La risonanza magnetica consente di identificare chiaramente la risoluzione della profondità della prostata, la topografia, la dimensione, la forma e altri parametri della formazione patologica.

Il metodo diagnostico consente di valutare l'integrità della connessione anatomica della prostata con legamenti, altre ghiandole del sistema riproduttivo ed escretore, vasi sanguigni, nervi e legamenti.

La procedura ha luogo durante il riempimento della vescica e senza riempimento.

La procedura può essere eseguita utilizzando una bobina rettale inserita nel retto. Il costo della procedura diagnostica inizia da 3 mila rubli. Il costo massimo della procedura può variare nel range di 12-13 mila rubli.

Vantaggi del metodo

Se vengono seguite le istruzioni di sicurezza, il metodo di imaging a risonanza magnetica presenta diversi vantaggi:

  1. Durante la produzione di una serie di immagini non vi è alcuna invasione e non c'è esposizione alle radiazioni ionizzanti.
  2. Durante la procedura, è possibile studiare la composizione chimica dei tessuti della prostata, che è un prezioso strumento diagnostico per la rilevazione di tumori maligni nel corpo nelle fasi iniziali.
  3. Rispetto all'esame a raggi X mediante preparazioni di iodio, gli agenti di contrasto per la risonanza magnetica hanno un basso effetto allergenico.
  4. La chiarezza dell'immagine e la loro descrizione dettagliata forniscono la base per l'uso fondamentale del metodo quando si selezionano tutti gli strumenti diagnostici durante la diagnosi precoce di cambiamenti maligni negli organi pelvici e nei tessuti molli che li circondano.
  5. Il tessuto osseo non è un ostacolo se si considerano i tessuti molli situati sotto di essi. Altri metodi visivi non consentono di identificare la patologia sotto le strutture ossee.
  6. La risonanza magnetica consente di differenziare le patologie nelle fasi iniziali, compresi i processi infiammatori che coinvolgono agenti infettivi o, in loro assenza, iperplasia prostatica benigna o alterazioni maligne nella ghiandola.

Quando prescritto e indicazioni per la procedura

Nella maggior parte dei casi, la risonanza magnetica viene prescritta per rilevare il grado di sviluppo del cancro alla prostata, la sua localizzazione nel corpo, valutare il rischio di metastasi al di fuori della membrana della ghiandola.

In assenza di una neoplasia maligna, questo metodo rivela anomalie congenite della prostata, tumori benigni, complicanze dopo le operazioni nella piccola pelvi negli uomini, processi infiammatori e suppurativi nella ghiandola.

Il metodo è adatto per diagnosticare l'adenoma della prostata.

Opzioni MRI e loro differenze

I metodi di risonanza magnetica della prostata dipendono dal modello di attrezzatura utilizzato e possono essere diversi.

La versione classica dell'attrezzatura è un tubo cilindrico cavo, chiuso su tutti i lati. Un campo magnetico è collegato all'esterno del cilindro. Il paziente viene posizionato su un tavolo guidato dall'esterno verso il centro del campo magnetico.

Un'opzione aperta per la ricerca è un cilindro con finestre esistenti sui lati dove non c'è campo magnetico.

Se il paziente ha paura dello spazio chiuso e diversi tipi di dispositivi MRI disponibili nella clinica, viene offerta un'opzione di tipo aperto.

Ci sono anche tipi di equipaggiamento sulla grandezza del campo magnetico.

I dispositivi a pianale ribassato emettono un campo non superiore a 1 Tesla, mentre i dispositivi a campo alto superano il valore indicato, il che aumenta il loro rating a causa dell'alta qualità delle immagini.

Le persone in sovrappeso sono generalmente collocate in un apparato di tipo aperto a pianale ribassato.

Quando si considerano parametri aggiuntivi, la risonanza magnetica viene eseguita utilizzando strumenti speciali. Quando è necessario includere l'interpretazione della composizione chimica di diversi siti tissutali, un mezzo di contrasto viene iniettato nella persona sottoposta a test mediante il metodo endovenoso.

Per ottenere l'interpretazione della composizione chimica dell'area esaminata del tessuto, l'apparato rilascia una trascrizione. L'agente di contrasto consente di differenziare i tessuti malati da quelli sani.

Un secondo uso aggiuntivo di risonanza magnetica per risultati più chiari è quello di visualizzare la ghiandola e i tessuti circostanti utilizzando un filo isolato inserito nell'ano.

Il filo è fissato sulla bobina, all'interno dell'ampolla del retto crea un campo magnetico di forza maggiore rispetto al solito studio di questo metodo.

Dopo la penetrazione del filo nel retto, nel polsino che lo indossa, l'aria è forzata. La chiarezza e la più forte vectorness dell'immagine è determinata dalla forza del campo magnetico aggiuntivo.

Dopo la procedura, l'aria viene rilasciata dal bracciale, in conseguenza della quale la rimozione del filo dal retto non è problematica.

Il tempo della procedura non supera i 15-30 minuti, durante i quali il paziente non è consigliato di muoversi.

Il metodo più lungo è la spettroscopia della composizione chimica dei tessuti usando un agente di contrasto.

Di solito sono necessari 40-45 minuti per ottenere immagini di alta qualità con una differenza nella composizione chimica.

Non vi è alcun feedback tra il medico esaminante e il paziente durante la procedura. Il medico può giudicare i cambiamenti negli stati del paziente attraverso una finestra trasparente.

Il deterioramento nell'esame del paziente di solito non avviene, solo una piccola parte dei pazienti può sentire il riscaldamento nell'area studiata, il che si spiega con un leggero riscaldamento dei tessuti sotto l'azione di un campo magnetico.

Ulteriori studi sono prescritti dal medico dopo la procedura, se necessario. Un metodo più dettagliato di ricerca sui tessuti è la scintigrafia.

Lo svantaggio di una prostata MRI e opzioni aggiuntive è il costo elevato. Solo i sintomi evidenti che indicano un alto rischio di patologia con differenziazione nel cancro sono la base per la prescrizione di questo metodo diagnostico da parte di un medico.

L'esclusione del cancro con un leggero sospetto di differenziazione della patologia può essere effettuata solo con la partecipazione volontaria del paziente e l'iniziativa da parte sua.

Sfortunatamente, non vi è alcun equilibrio tra la diagnosi precoce di tumori maligni nella prostata e l'indebolimento della procedura.

Preparazione per la procedura

Prima della prima risonanza magnetica della prostata, il paziente deve essere preparato psicologicamente, dato che il dolore, il disagio e le conseguenze della procedura non dovrebbero essere temuti.

L'unico punto psicologico che deve essere affrontato dai pazienti con claustrofobia è una cellula chiusa, nella quale trascorrono del tempo.

La formazione psicologica sarà richiesta solo quando si eseguono attrezzature classiche chiuse.

La preparazione fisiologica per la risonanza magnetica della prostata non limita l'assunzione di cibo.

Il volume della vescica deve rimanere pieno, poiché la visualizzazione degli organi pelvici nel vaso cavo è molto peggiore, ma in alcuni casi questo non è richiesto. La necessità di riempire la vescica è specificata in anticipo prima della procedura.

Necessario assumere farmaci non sono un ostacolo allo studio.

La RM sia superficiale che endorettale viene eseguita sul retto vuoto. A tale scopo, è prevista una procedura per la procedura.

Prima di condurre uno studio, la prostata dovrà essere esclusa dal contatto con il corpo di oggetti metallici: gioielli, tatuaggi, alcuni tipi di cosmetici, occhiali.

Una risonanza magnetica con un agente di contrasto richiederà test per gli allergeni. Altrimenti, le conseguenze della procedura per il paziente non possono essere evitate. In alcuni casi, per gli uomini è prescritta la prescrizione di creatinite, il nome varia da 62,0 a 106,0 μmol / l, e per le donne, 44,0 - 80,0.

L'abbigliamento non deve contenere oggetti metallici e bottoni, cerniere. È meglio se il paziente si prende cura di portare il suo pigiama o costume da bagno.

Se è impossibile rimuovere oggetti metallici o composti metallici dalla superficie del corpo (frammenti all'interno del corpo), il paziente viene sostituito con la risonanza magnetica con tomografia computerizzata.

Il medico deve fornire i documenti prima della risonanza magnetica (direzione per la diagnosi, estratto dalla scheda del paziente, i risultati di altri test).

Rischi, restrizioni, controindicazioni

Quando la prostata viene esaminata mediante risonanza magnetica, gli impianti o le strutture metalliche delle parti del corpo possono deteriorarsi.

Probabile bassa qualità delle immagini con:

  • impianti uditivi;
  • corone metalloprotesiche, spilli;
  • stent metallici nei vasi sanguigni;
  • parti metalliche articolari;
  • piastre chirurgiche, viti, staffe;
  • clip metalliche per aneurismi cerebrali;
  • dispositivi elettronici con l'inclusione di metalli (pacemaker, defibrillatore);
  • valvole cardiache artificiali con contenuto metallico;
  • stimolanti nervosi di origine metallica;
  • pompa di infusione per la distribuzione di fluidi iniettati nel corpo;
  • a causa dell'attrazione di proiettili o schegge dal campo magnetico del dispositivo, può verificarsi un cambiamento nella localizzazione statica di un oggetto metallico con le conseguenze di disturbare la struttura dei tessuti molli.

C'è un leggero rischio di una reazione allergica lieve che può essere controllata e fermata nei pazienti con risonanza magnetica quando si utilizza un agente di contrasto.

In casi estremamente rari, un'aumentata proporzione di un agente di contrasto (gadolinio) in combinazione con un'insufficienza renale di un paziente porta a fibrosi nefrogenica sistemica. Al fine di prevenire il rischio, è consigliabile una valutazione funzionale dei reni prima della risonanza magnetica.

La procedura impone una restrizione nel movimento del paziente al fine di ottenere immagini chiare.

La seconda limitazione è che le dimensioni troppo grandi del paziente non consentono un esame chiuso ad alto campo a causa della dimensione standard del cilindro, pertanto tali pazienti sono sottoposti a metodi non classici mediante la risonanza magnetica.

Quando posso eseguire la procedura dopo la biopsia

La risonanza magnetica viene eseguita di solito prima che venga eseguita una biopsia prostatica transrettale, con l'integrità del tegumento dell'organo.

Se necessario e come prescritto da un medico, ripetere la risonanza magnetica dopo una biopsia non prima di 20-30 giorni. Durante questo periodo, le emorragie locali dopo l'introduzione dell'ago vengono eliminate naturalmente.

Dopo una biopsia, si consiglia una risonanza magnetica con un apparato ad alto campo con una intensità di campo magnetico superiore a 1 Tesla.

È auspicabile condurre lo studio con lo scatto di immagini in due direzioni perpendicolari, applicando un contrasto addizionale nella dinamica.

L'attività peristaltica dell'intestino è inibita dall'introduzione preliminare di butilbromuro giosnip con il metodo endovenoso.

Ricerca sul cancro alla prostata

La risonanza magnetica della prostata è prescritta da un medico con lamentele da parte di pazienti anziani riguardo a violazioni dello svuotamento della vescica, residuo di urina dopo la minzione.

Con lo sviluppo del cancro alla prostata compaiono affaticamento, depressione, irritabilità eccessiva, malessere.

I sintomi non indicano necessariamente la presenza di cancro, ma l'età avanzata, secondo le statistiche e gli argomenti fisiologici, è un fattore di rischio in misura maggiore per l'insorgenza del cancro alla prostata rispetto all'età più giovane.

Se necessario, viene prescritto e condotto un test del PSA, in base ai risultati di cui sono prescritti ulteriori esami della prostata.

La RMN nel cancro può rilevare la dimensione di un tumore maligno, la sua localizzazione, l'aggressività e la tipologia della malattia.

Prima della nomina del trattamento è necessario utilizzare la risonanza magnetica per individuare (escludere) le metastasi, il loro grado di rilascio dalla membrana della ghiandola prostatica.

Per una precisa differenziazione del cancro nella fase iniziale, si raccomanda di eseguire la risonanza magnetica complessa con tutti i metodi, compresa la somministrazione di un mezzo di contrasto, una bobina transrettale.

trascrizione

Se si seguono le istruzioni per la preparazione della procedura, la qualità dell'immagine potrebbe peggiorare quando il paziente è in movimento. Le immagini vengono inviate per la decodifica al medico che ha inviato al paziente lamentele sulla prostata.

Con l'esperienza esistente, puoi decifrare te stesso le immagini con l'obbligo mostrandole al tuo medico.

La diagnosi finale è determinata dal medico curante dopo aver confrontato altri test con i risultati della procedura.

La decodifica MRI può stabilire risultati diversi:

  1. La dimensione, la posizione e la struttura delle vescicole seminali, del retto, della vescica, della prostata, degli organi e dei tessuti adiacenti sono normali. La dimensione e il volume della prostata sono stimati con la formula in cui tre grandezze di dimensioni lineari vengono moltiplicate per un fattore di 0,1. La formula è V (mm 3 o ml) = x • y • z • 0.1.
  2. In un tumore benigno, il diagnostico valuta lo stato della ghiandola nell'iperplasia ghiandolare.
  3. Se i fuochi con immagini a bassa intensità hanno una forma conica e contorni più chiari, il sospetto cade sulla prostatite.
  4. Nel determinare uno dei segni (gonfiore del tessuto prostatico, rottura della simmetria dei fasci neurovascolari, segnali asincroni dalle vescicole seminali), i risultati di un tumore maligno nella prostata vengono inviati al medico curante. L'accuratezza della determinazione delle metastasi tumorali mediante la risonanza magnetica è del 99%.

La diagnosi delle malattie della prostata con la risonanza magnetica consente di ottenere un'immagine più chiara della condizione dell'organo e rilevare il cancro in una fase precoce.

Ma poiché questo metodo di ricerca è considerato costoso e non conveniente per molti, molti medici prescrivono un'ecografia della prostata o TRUS per i loro pazienti.

Questi metodi di ricerca sono molto più economici, ma non possono essere definiti non informativi. Con loro, l'adenoma, l'infiammazione della ghiandola prostatica, i primi segni di cancro sono facilmente diagnosticati.

Nel determinare quest'ultimo, al paziente, per una diagnosi più dettagliata, può essere richiesto di sottoporsi ad un esame della prostata mediante risonanza magnetica o TC.

Risonanza magnetica della prostata

La risonanza magnetica della prostata (ghiandola prostatica) è uno dei metodi ampiamente usati, che differiscono per accuratezza e indolenzimento.

La prostata è uno degli organi del sistema riproduttivo maschile, situato sotto la vescica, di fronte al retto. È la ghiandola prostatica che è responsabile dello sviluppo di sostanze che forniscono vitalità dello sperma. Attualmente, il cancro alla prostata è una delle malattie più comuni di questo organo e la risonanza magnetica è popolare come metodo per rilevare i tumori nelle fasi iniziali, quando il trattamento può ancora avere un effetto.

Il metodo di risonanza magnetica utilizza un campo magnetico generato da un tomografo per ottenere immagini chiare, che quindi formano un quadro completo dello stato della prostata.

testimonianza

La risonanza magnetica della prostata viene spesso prescritta per un tumore localizzato nella ghiandola prostatica. Il metodo aiuta a valutare il grado di sviluppo della malattia, a determinare se il tumore è limitato alle dimensioni della ghiandola o se è già andato oltre.

Di norma, il cancro alla prostata si manifesta come una violazione della minzione, un deflusso incompleto delle urine e un frequente desiderio notturno di urinare. Nelle fasi successive, il sangue nelle urine non è raro.

Tra le altre indicazioni per la risonanza magnetica della prostata sono i seguenti:

  • Prostatite in qualsiasi forma (cronica, acuta, stagnante). La prostatite è un processo infiammatorio che si sviluppa a causa dell'attività vitale dei batteri. Negli uomini più anziani, la prostatite può svilupparsi a causa di disturbi del deflusso venoso dalla zona pelvica. La malattia porta alla disfunzione della ghiandola, alla stagnazione, nei casi cronici - allo sviluppo di un ascesso e alla comparsa di secrezione purulenta.
  • Iperplasia (adenoma benigno) della prostata. Questa malattia è una conseguenza dell'eccessiva proliferazione del tessuto ghiandolare, che porta alla spremitura dell'uretra dalla ghiandola. L'adenoma non va mai oltre la ghiandola. Le prime fasi della malattia non portano alla comparsa di sintomi specifici, in relazione ai quali la diagnosi precoce e gli esami preventivi sono di grande importanza.

Controindicazioni

La risonanza magnetica della prostata non viene eseguita quando:

  • La presenza nel corpo del paziente di dispositivi elettronici impiantati
  • La presenza di clip vascolari,
  • La presenza di protesi fisse in metallo, incluso dentale,
  • La presenza di una valvola cardiaca artificiale,
  • La presenza di stent vascolari,
  • La presenza di particelle metalliche non rimovibili nel corpo (frammenti, proiettili, tatuaggi, realizzati con vernice contenente metallo).

Ciò è dovuto all'effetto del campo magnetico del tomografo sul metallo, che porta al suo riscaldamento o spostamento, e all'elettronica, che porta al suo fallimento.

La risonanza magnetica può essere eseguita sui bambini, ma in questo caso i genitori che li accompagnano devono anche rimuovere tutte le particelle metalliche dalle loro tasche, dai vestiti e dal corpo e avvertire il medico della possibile presenza di particelle metalliche nel corpo.

formazione

La risonanza magnetica della prostata non richiede una lunga preparazione preliminare. Tuttavia, per ottenere immagini di alta qualità, è necessario rispettare alcune regole. Il giorno prima della procedura, evitare di mangiare cibi che contengono fibre grossolane, così come quelli che possono causare una maggiore formazione di gas (frutta e verdura, pane nero, soda, latticini). Se si verifica ancora la tendenza all'aumento della formazione di gas, è necessario assumere carbone attivo prima della procedura. Alla sera, alla vigilia della procedura, dovresti mettere un clistere purificante o prendere un lassativo. Mangiare dovrebbe essere scartato almeno 4 ore prima della procedura. Non si deve bere molto liquido prima dell'esame, ma la vescica deve essere almeno parzialmente riempita - per fare questo, si dovrebbe astenersi dall'urinare 1,5-2 ore prima della risonanza magnetica.

Dovresti portare con te tutta la documentazione disponibile per l'esame - i dati di altri test, estratti dalla storia della malattia, la conclusione del dottore.

Immediatamente prima di entrare nella stanza con il tomografo, il paziente deve rimuovere dal corpo tutti gli oggetti contenenti metallo. Questi includono: gioielli, orologi, gemelli, cinturini con fibbie metalliche, vestiti con cerniere e rivetti (è meglio cambiare in speciali pigiami da ospedale), spille, apparecchi acustici, protesi rimovibili con accessori metallici, carte di credito (possono essere corrotte da magnetici campo degli apparecchi), occhiali, penne, coltelli tascabili pieghevoli, elementi piercing.

Come si fa?

L'apparato MRI tradizionale è un tubo cilindrico, attorno alla cui circonferenza si trova un potente magnete. Prima della procedura, il paziente viene posto su un lettino mobile, che viene inserito nel tubo del tomografo. Esistono anche modelli più moderni di dispositivi, di tipo aperto, in cui i magneti si trovano sopra e sotto e le pareti laterali sono aperte. Tali dispositivi sono adatti anche per l'esame di pazienti obesi e di coloro che soffrono di una grave claustrofobia. Tuttavia, tali scanner finora non sono installati in tutte le cliniche.

La procedura di risonanza magnetica dura circa mezz'ora - il paziente deve rimanere completamente immobile durante tutto questo tempo per evitare di ottenere immagini distorte. Se necessario, l'introduzione di un mezzo di contrasto, la durata della procedura è aumentata di 1,5-2 volte. Inoltre, in alcuni casi, viene eseguita una risonanza magnetica aggiuntiva, che aggiunge altri 10-15 minuti a questa volta. La spettroscopia RM consente di ottenere ulteriori informazioni sulla composizione chimica delle sostanze cellulari.

La RM stessa è indolore per il paziente. Spesso i pazienti sentono il calore nell'area del campo magnetico - questo è normale. Con l'introduzione del contrasto è spesso l'aspetto di un gusto metallico in bocca e una sensazione di bruciore nella zona di iniezione. Alcuni pazienti possono manifestare nausea dopo il contrasto. A volte c'è un allarme imprevisto durante il funzionamento dell'apparato, che produce rumore. Il paziente deve informare il medico di tutte le sensazioni utilizzando il sistema di comunicazione integrato nel tomografo.

Dopo la risonanza magnetica, il paziente non ha bisogno di tempo per adattarsi: può immediatamente tornare a casa. Il risultato dell'esame (foto e parere di un medico) viene solitamente rilasciato il giorno successivo. Su richiesta del paziente, possono anche essere registrati su un CD.

Uso del contrasto

Quando viene rilevato il cancro alla prostata, la risonanza magnetica con aumento del contrasto viene spesso utilizzata per differenziare i tessuti sani e quelli malati. Accumulando nel tessuto interessato, il contrasto migliora la visualizzazione delle aree problematiche e consente di determinare con maggiore precisione la dimensione del tumore.

Il contrasto non è raccomandato per i pazienti con allergie. Nonostante il fatto che nelle cliniche moderne il contrasto a base di iodio sia sempre più sostituito dal contrasto basato sul gadolinio, rimane il rischio di una reazione allergica al farmaco. Non eseguono una risonanza magnetica con contrasto, anche nei casi di insufficienza renale, poiché ciò rende difficile rimuovere il materiale di contrasto dal corpo.

Vantaggi del metodo

La risonanza magnetica è una tecnica non invasiva che non utilizza radiazioni ionizzanti dannose per il corpo. Rispetto a molti altri metodi, la risonanza magnetica fornisce immagini più chiare delle strutture dei tessuti molli, diventando un modo indispensabile per diagnosticare il cancro alla prostata. Inoltre, è la risonanza magnetica che consente di rilevare anomalie nascoste nelle immagini dietro le strutture ossee.

La risonanza magnetica della prostata offre l'opportunità di valutare oggettivamente la struttura della ghiandola, identificare i processi infiammatori, valutare il grado di coinvolgimento nella patologia dei tessuti circostanti.

La risonanza magnetica consente di determinare il tipo di tumore della prostata con elevata precisione.

Possibili rischi

Oltre alla già citata reazione allergica al contrasto e al fallimento degli impianti, la risonanza magnetica presenta i seguenti svantaggi:

  • Esegue la minaccia di fibrosi sistemica nefrogenica (solo nel caso di una procedura con contrasto e solo se la funzione renale del paziente è compromessa)
  • Il minimo movimento del paziente influenza la chiarezza delle immagini,
  • Se la procedura viene eseguita dopo una biopsia prostatica, vi è il rischio di un errore diagnostico - l'impossibilità di rilevare la differenza tra la presenza di un tumore e la presenza di coaguli di sangue nella prostata, spesso rimanendo dopo una biopsia.

alternative

Tra i metodi alternativi ci sono i seguenti.

  1. Esame MRI mirato della prostata su un tomografo ad altissima risoluzione. Questa tecnica elimina la biopsia della prostata, garantendo la massima accuratezza dei risultati. Tuttavia, questo metodo non è adatto per la malattia renale, dal momento che viene eseguito solo con l'uso del contrasto.
  2. Esame rettale digitale della ghiandola prostatica. Questo è il metodo di diagnosi più semplice ed economico, che non richiede alcuna preparazione. Gli esami delle dita sono effettuati come screening per uomini di età superiore a 50 anni (questo non è così comune in Russia), o se ci sono segni evidenti di malattia della ghiandola prostatica.
  3. L'ecografia della prostata è un metodo semplice e ampiamente disponibile. Con gli ultrasuoni, un sensore speciale viene inserito nel retto del paziente, il che rende i risultati abbastanza precisi, ma la procedura stessa è spiacevole per il paziente.
  4. Tomografia computerizzata della prostata e sua versione più moderna di MSCT (TC multispirale). Lo svantaggio di questo metodo è l'uso di radiazioni ionizzanti dannose per il corpo. La TC e la MSCT della prostata sono eseguite più spesso al fine di individuare metastasi ai linfonodi e agli organi adiacenti, e pertanto questi metodi sono prescritti, di regola, solo per il cancro alla prostata nelle fasi avanzate.
  5. PET-CT con colina (tomografia a emissione di positroni), che consente di visualizzare in modo molto preciso il tumore. Questa costosa tecnica oggi mostra i migliori risultati nella diagnosi del cancro alla prostata.

Costo di

Il prezzo della risonanza magnetica della prostata a Mosca varia da 4 a 6-7 mila rubli, a seconda della clinica. Con una risonanza magnetica con contrasto, la quantità può aumentare. Per confronto, l'ecografia della prostata costerà 1000 rubli, CT e MSCT - circa 4-5 mila rubli, e il prezzo di PET-CT può essere raggiunto 50-70 mila rubli.

Le fasi della risonanza magnetica della ghiandola prostatica

Risonanza magnetica della prostata - un metodo di ricerca che si basa sull'ottenimento di immagini tridimensionali stratificate di un organo utilizzando un risuonatore magnetico nucleare Si distingue per la sua sicurezza e alta efficienza nella diagnosi dei cambiamenti patologici nella ghiandola prostatica.

L'informatività del metodo MRI

La risonanza magnetica della ghiandola prostatica con un alto grado di precisione rivela i cambiamenti nella struttura della prostata e consente di diagnosticare:

  • iperplasia prostatica benigna (adenoma) della ghiandola prostatica;
  • prostatite e presenza di focolai di infiammazione nella prostata;
  • tumori maligni.

Il sospetto di cancro alla prostata è la ragione per la nomina della risonanza magnetica della prostata. L'urologo dà la direzione al centro diagnostico dopo l'esame rettale del paziente, così come se ci sono lamentele sulla difficoltà a urinare, impossibilità di completo svuotamento della vescica, frequente desiderio di urinare di notte, in presenza di impurità nel sangue nelle urine. La diagnosi di cancro utilizzando la risonanza magnetica è accurata e informativa.

Lo studio consente di identificare il focus della malattia ed escludere la diffusione delle metastasi ai linfonodi e al tessuto osseo. A differenza di altri metodi diagnostici, l'alta risoluzione dell'apparato per la ricerca consente di rilevare i più piccoli cambiamenti nella struttura tissutale a livello cellulare e di distinguere tra tumori benigni e maligni con un alto grado di accuratezza, diagnosticare la malattia in una fase iniziale e scegliere le tattiche di trattamento più efficaci. Solo dopo la conferma del cancro alla prostata, viene eseguita una risonanza magnetica mediante biopsia mirata.

Lo scopo della procedura di risonanza magnetica per adenoma prostatico consente di determinare le dimensioni di un tumore benigno, pianificare il corso dell'azione durante l'intervento chirurgico, valutare la posizione dell'adenoma prostatico rispetto alla vescica e all'uretra. Con la prostatite, una scansione MRI consente di visualizzare i fuochi dell'infiammazione, assicurarsi che la diagnosi sia fatta correttamente, prescrivere il trattamento appropriato.

Preparazione per il sondaggio

Una corretta preparazione per la risonanza magnetica rivelerà i minimi cambiamenti nei tessuti della ghiandola prostatica. Prima di iniziare la diagnosi, dovresti seguire le raccomandazioni:

  1. 24 ore prima della procedura, astenersi dal mangiare cibi che causano gas. Questi includono: verdure (cavoli, ravanelli, lattuga, cipolle, topinambur); legumi; frutta (uva, pere, mele, pesche); dolce soda e succhi; prodotti contenenti latte; cereali. Si raccomanda di prevenire la manifestazione di flatulenza prendendo il farmaco Espumizan o carbone attivo.
  2. Pulire l'intestino con un clistere. Durante il normale funzionamento dell'intestino, è sufficiente svuotare naturalmente.
  3. Rifiuta di assumere cibo per 4 ore prima del sondaggio.
  4. Riempi la vescica bevendo il liquido 2 ore prima del test.
  5. Prendere uno spasmolitico per mezz'ora prima della procedura. Potrebbe essere No-shpa (Drotaverine, Papaverine), Spazmalgon.
  6. Con ansia eccessiva, prendere sedativi.

È consigliabile avere con voi un rinvio alla procedura di risonanza magnetica, informazioni sui precedenti esami della prostata (se presenti), immagini e conclusioni. Grazie alle cartelle cliniche, il medico sarà in grado di regolare il piano di risonanza magnetica, prestare maggiore attenzione alle aree problematiche, analizzare le dinamiche dei cambiamenti nello stato della ghiandola prostatica.

Condurre la risonanza magnetica

La risonanza magnetica può essere eseguita utilizzando un trasduttore endorettale, utilizzando un mezzo di contrasto o il metodo classico. La scelta del metodo della procedura dipende dalla malattia in esame e dal peso del paziente.

La risonanza magnetica è un cilindro, che è un potente magnete. Il paziente si sposta all'interno del cilindro sul tavolo in posizione prona. Quando si esaminano pazienti con eccesso di peso o paura di uno spazio chiuso, utilizzare dispositivi aperti. Possono avere magneti solo nelle parti superiore e inferiore, una finestra per il contatto visivo, essere di forma irregolare.

L'accuratezza dei risultati della risonanza magnetica è aumentata con l'uso di una bobina endorettale, poiché il trasduttore amplifica il campo magnetico, essendo vicino alla ghiandola prostatica nel retto.

Il sensore è inserito nel polsino, che è pre-lubrificato con vaselina o gel lubrificante. Il bracciale, progettato per contenere l'apparecchio nel retto, viene gonfiato dopo la somministrazione al retto. In media, la diagnosi dura 30-40 minuti. Durante l'esame, il paziente deve stare fermo. Dopo la procedura, il bracciale viene sgonfiato e la bobina viene rimossa.

L'uso della risonanza magnetica della prostata con il contrasto consente di valutare l'apporto di sangue al corpo, di distinguere l'infiammazione dalla formazione maligna, di determinare in modo affidabile lo stadio dello sviluppo del tumore.

La MRI prostatica standard con contrasto prevede una singola iniezione di gadolinio (mezzo di contrasto). Con la tomografia dinamica, un contagocce con una soluzione salina viene posto nel paziente e, dopo l'avvio della procedura e la prima immagine, viene iniettato un agente di contrasto nel contagocce. Il contrasto, penetrando nel tumore, migliora la chiarezza dell'immagine e mostra la sua dimensione affidabile. Prima della procedura, viene valutato lo stato dei reni del paziente, poiché l'introduzione del contrasto può causare fibrosi sistemica nefrogenica.

Durante la procedura, non c'è altro che il paziente nella stanza. La comunicazione con il radiologo è supportata dall'interfono.

La decrittografia dei dati viene eseguita dal radiologo e quindi invia i risultati al medico curante.

Controindicazioni per RM:

  • la presenza di un impianto cocleare;
  • uso di clip e bobine contenenti metallo per aneurisma cerebrale;
  • installato valvole cardiache artificiali, defibrillatori e pacemaker;
  • la presenza nel corpo di endoprotesi contenenti metallo di giunti, viti, spilli, piastre;
  • la presenza nel corpo di oggetti metallici.

Se esposto a elementi contenenti metalli, il campo elettromagnetico del dispositivo può provocare il loro spostamento nel corpo, causando lesioni o altre conseguenze negative.

Una tomografia computerizzata è un metodo di esame informativo simile.

CT della ghiandola prostatica

La tomografia computerizzata della ghiandola prostatica è un metodo di esame che consente di ottenere informazioni sulla presenza di tumori nell'organo, sullo stato delle vescicole seminali, vasi e tessuti che circondano la prostata. La TC viene prescritta se ci sono lamentele riguardo a difficoltà a urinare, disturbi sessuali, ansia e stress in un uomo.

Durante la procedura, il paziente è esposto ai raggi X. Le informazioni ottenute tramite immagini a raggi X vengono trasmesse ai sensori integrati e consentono di valutare lo stato della prostata dall'immagine tridimensionale ottenuta. La procedura dura circa 15 minuti, si differenzia in basso costo rispetto alla risonanza magnetica e non ha controindicazioni. I dispositivi CT sono progettati per l'esame di pazienti fino a 150 kg, quindi questo metodo diagnostico non è adatto per le persone in sovrappeso.

La TC della ghiandola prostatica può essere eseguita usando un agente di contrasto che colora i vasi tissutali per un breve periodo di tempo. In questo caso, i contorni del corpo diventano visibili più chiaramente. Il tempo per rimuovere il contrasto dal corpo è di circa 48 ore. Rispetto alla risonanza magnetica, la TC è meno istruttiva per il cancro alla prostata. Inoltre, la procedura è associata all'esposizione a raggi X dannosi, che tendono ad accumularsi nel corpo.

La TC fornisce informazioni più dettagliate durante l'esame. La ghiandola prostatica è un organo contenente una grande percentuale di fluido e circondato da tessuto osseo, pertanto, quando lo si esamina, è più opportuno scegliere il metodo di risonanza magnetica. Ma se è necessaria una diagnosi rapida, il metodo CT è indispensabile.

Biopsia dopo tomografia

La procedura di risonanza magnetica per il cancro alla prostata fornisce informazioni complete sulla posizione del tumore e aiuta a scegliere un metodo di trattamento. Queste immagini consentono di eseguire un campionamento mirato del materiale per un'ulteriore analisi mediante il metodo rettale (sono praticate 12 forature) o per eseguire una biopsia transrettale in anestesia generale (vengono eseguite 30-40 forature per raccogliere il materiale).

L'uso della risonanza magnetica nella biopsia della prostata comporta il monitoraggio simultaneo della procedura con una macchina ad ultrasuoni e un tomografo. I sensori registrano simultaneamente l'avanzamento della sonda nell'area di studio, aumentando così la precisione dell'ago da biopsia che penetra nelle cellule tumorali.

L'esame utilizzando la risonanza magnetica dopo una biopsia viene ripetuto per prevenire errori nella diagnosi e valutare le dinamiche dello sviluppo del tumore.

La tomografia tempestiva della prostata vi permetterà di diagnosticare la prostatite, l'adenoma, identificare il cancro alla prostata in una fase precoce e scegliere un metodo di trattamento che prolunghi il più possibile la vita del paziente.

Preparazione per il cancro alla prostata

La risonanza magnetica è il metodo più informativo e altamente accurato per lo studio del tessuto prostatico, che con elevata precisione consente di diagnosticare la patologia nel corpo, determinarne composizione chimica, specificità e dinamica di sviluppo. La procedura è sicura e indolore per il paziente. La diagnostica consente di ottenere un'immagine chiara, leggendo il quale il medico sarà in grado di ottenere un quadro completo della patologia e prescrivere il trattamento corretto.

Indicazioni per

Tipi di risonanza magnetica

Studio classico

Durante l'esecuzione dello studio MRI, il paziente viene posto su un tavolo mobile, che viene arrotolato all'interno di una forma cilindrica, circondata da magneti. Se necessario, i pazienti sono fissati nella posizione corretta con cinture o cuscini. È estremamente importante rimanere fermi durante lo studio, è questo fattore che garantisce l'accuratezza dei risultati, altrimenti potrebbe verificarsi un errore.

Risonanza magnetica della prostata con contrasto

Un agente di contrasto viene iniettato per via endovenosa nel sangue, che è ben distinto sullo schermo del dispositivo. Questo ti consente di determinare dove si trova il tessuto affetto e dove è sano. Solo uno specialista prende una decisione sulla necessità di uno studio RM con contrasto. L'esame è prescritto principalmente per sospetta oncologia della ghiandola prostatica.

La preparazione per la risonanza magnetica con contrasto ha alcune sfumature: il paziente deve essere testato per la sensibilità a una sostanza che viene iniettata per via endovenosa. Prima di andare a letto, assicurati di fare un clistere purificante. Il cibo non è preso fino al sondaggio.

Un agente di contrasto viene iniettato in vena da pazienti immediatamente prima della procedura. Il resto della procedura viene eseguito allo stesso modo del metodo tradizionale.

RM con bobina endorettale

Prima di iniziare la procedura, il paziente lascia l'area di studio, la carta di credito, i gioielli, le chiavi o altri oggetti metallici fuori dall'ufficio. L'abbigliamento dovrebbe anche essere senza bottoni metallici, doghe e altre decorazioni. Di regola, il paziente è vestito con abiti speciali.

Il paziente si trova su un tavolo mobile. La sua posizione è fissata con cuscini o cinture. L'uomo durante la scansione dovrebbe essere completamente immobile. La precisione dei risultati della ricerca dipende da questo. Se è necessaria la spettroscopia RM, il medico esegue la procedura appropriata.

La bobina endorettale, con il coperchio inserito, viene inserita nell'ano, spalmandola di lubrificante. Dopo le procedure preparatorie, il paziente viene posizionato all'interno dell'unità. Dopo l'esame, la bobina viene rimossa e al paziente viene chiesto di attendere fino a quando viene determinata la qualità dell'immagine.

Un radiologo esamina i risultati di uno studio in cui valuta le condizioni della prostata, della capsula, delle vescicole seminali, dei tessuti circostanti e dei linfonodi regionali. La decodifica consente al medico curante di escludere o confermare patologie, nonché di ottenere tutte le informazioni sullo stato della ghiandola prostatica.

Risonanza multiparamatica

Il metodo combina tutti i tipi di prostata MRI. Il vantaggio della diagnosi è il rilevamento di un tumore maligno in una fase precoce.

La ricostruzione multidimensionale e multidimensionale delle immagini consente di eliminare completamente la possibilità di errore. Il medico valuta le condizioni del corpo da diversi angoli di osservazione e in base a diversi parametri.

Spesso la tecnica è combinata con una biopsia, che consente di rilevare le aree più aggressive. Dopo aver determinato la posizione del tumore, il medico esegue una biopsia puntuale. Con altre biopsie, più punture vengono eseguite a caso in diversi punti.

La risonanza magnetica multi-parametrica consente di determinare con precisione l'estensione dell'oncologia. Ciò rende possibile determinare lo stadio e i rischi dello sviluppo della patologia e, di conseguenza, prescrivere una terapia efficace.

Diagnosi di malattie della prostata

Prostatite di qualsiasi forma del suo sviluppo

Acuta, infettiva, cronica, stagnante. La più grave è la forma cronica, complicata da secrezione purulenta e ascesso, che rivelerà immediatamente una risonanza magnetica della prostata.

Iperplasia della prostata (adenoma)

Il tessuto connettivo della ghiandola cresce e preme sull'uretra, che diventa la causa della disfunzione del sistema urinario. Tutto ciò comporta le più gravi complicazioni. Con l'aiuto di MRI condurre una diagnosi precoce di adenoma, che offre una maggiore possibilità di successo del trattamento.

Cancro alla prostata

L'oncologia è simile ad altre malattie degli organi del sistema urinario, pertanto è diagnosticata molto raramente nelle fasi iniziali. Risonanza magnetica nella diagnosi - il metodo di indagine più informativo e di alta qualità. Possono essere condotti in modo tradizionale o con l'utilizzo di ulteriori metodi di ricerca che consentono di ottenere risultati più accurati.

Preparazione della RM

Il medico curante formula raccomandazioni sulla preparazione e il referral per una risonanza magnetica.

Regole generali di preparazione, obbligatorie per tutti i pazienti:

  1. Un paio di giorni prima del sondaggio proposto, prodotti a base di gas (legumi, cavoli, funghi, sedano, carote, cipolle crude, pere, mele, meloni, frutta secca, latte e bevande gassate, prodotti farinacei, kvas) sono esclusi dalla dieta.
  2. L'intestino viene pulito con un clistere. Se l'intestino funziona correttamente, è sufficiente svuotarlo naturalmente.
  3. Un giorno prima della risonanza magnetica, viene assunto carbone attivo (due compresse ogni dieci kg di peso del paziente).
  4. L'ultima volta che il cibo viene preso quattro ore prima della procedura.
  5. Un'ora prima dello studio si consiglia di prendere una pillola No-shpy.
  6. È severamente proibito realizzare gioielli in metallo, gioielli, occhiali con montature in metallo, coltelli pieghevoli, carte di credito in ufficio. Se c'è un piercing, è necessario rimuovere tutti gli orecchini.

Dovresti avere un referral per una scansione MRI. Se sei stato testato in precedenza, porta informazioni sui risultati di studi precedenti. La documentazione medica consentirà al medico di prestare particolare attenzione alle aree problematiche, adeguando il piano dello studio e anche di analizzare le dinamiche dei cambiamenti nella prostata.

Controindicazioni allo studio

  • Grandi protesi metalliche.
  • Impianti nel cuore
  • Apparecchi acustici con impianti elettronici e metallici.
  • Clip metalliche utilizzate per aneurisma cerebrale.

Elenco di controindicazioni indirette

  • Insufficienza cardiaca grave.
  • Disturbi psico-emotivi.
  • Tatuaggi che sono stati applicati con vernice metallica.
  • Obesità e sovrappeso.
  • Valvole cardiache protesiche
  • Pompe per insulina e pacemaker.
  • Kasshlaustrofobiya.

Svantaggi e vantaggi del metodo

La risonanza magnetica della prostata, come tutti i metodi di ricerca hardware, ha i suoi vantaggi e svantaggi.

  1. Sicurezza. La risonanza magnetica viene eseguita con un tomografo di alta qualità, senza compromettere l'integrità della pelle e assicurando l'assenza di radiazioni ionizzanti.
  2. Elevato dettaglio e chiarezza dell'immagine.
  3. Lo studio consente un'analisi della struttura chimica della prostata.
  4. Una vasta gamma di diagnostica.
  5. La velocità della procedura, la procedura dura in media mezz'ora.
  6. Nella maggior parte dei casi, l'assenza di allergie quando si utilizza un agente di contrasto.
  1. Alto costo
  2. La presenza di alcune controindicazioni

trascrizione

La decodifica della risonanza magnetica include risultati diversi:

  1. La dimensione, la struttura e la localizzazione delle vescicole seminali, della vescica, del retto, della prostata, dei tessuti e degli organi vicini rientrano nei limiti normali. Il volume e la dimensione della prostata sono stimati con la formula: V (mm 3 o ml) = x • y • z • 0.1. Tre dimensioni lineari sono moltiplicate per un fattore di 0,1.
  2. In presenza di un tumore benigno, il diagnostico determina lo stato dell'iperplasia ghiandolare ghiandolare.
  3. Se ci sono focolai a forma di cono con una bassa intensità di immagine con contorni chiari, indicano la prostatite.
  4. Se uno dei segni è presente: gonfiore del tessuto prostatico, asimmetria dei fasci neurovascolari, i segnali delle vescicole seminali non sono sincroni, i risultati vengono inviati ad uno specialista sulla presenza di un tumore maligno nell'organo. La risonanza magnetica può rilevare la presenza di metastasi tumorali con una sicurezza del 99%.

Questo metodo di ricerca è piuttosto costoso, quindi i pazienti che non possono permetterselo sono prescritti TRUS e ultrasuoni. Questi metodi sono molto più economici, ma meno istruttivi. Con il loro aiuto, diagnosticano l'adenoma, l'infiammazione della prostata e rivelano anche i primi segni di oncologia.