Principale
Trattamento

Tumori maligni della prostata: trattamento, sintomi

Tutti i tumori della prostata possono essere divisi in maligni e benigni.

L'iperplasia benigna, o adenoma prostatico, non si riferisce in senso diretto ai tumori: è la proliferazione del tessuto ghiandolare della ghiandola nelle parti centrali dell'organo.

I tumori maligni nella prostata si verificano principalmente nelle sue parti periferiche - il cancro alla prostata. Nonostante le drammatiche differenze nel trattamento e nella prognosi, i tumori benigni e maligni hanno sintomi simili, sebbene in quest'ultimo caso compaiano piuttosto tardi.

Sintomi della pancia della prostata

I sintomi di tumori benigni e cancerosi dipendono dalla sua diffusione nella ghiandola prostatica: se il tumore non va oltre i limiti dell'organo, si osservano disturbi della minzione come:

  • sensazione di svuotamento incompleto della vescica,
  • minzione frequente,
  • sensazione di bruciore o pressione.

Se un tumore maligno della prostata si diffonde alla vescica o al retto, può causare:

  • dolore in questi organi
  • disagio o
  • sanguinamento.

La metastasi di un tumore della prostata nell'osso è caratterizzata da sintomi quali:

  • dolori ossei e
  • fratture patologiche.

Il più insidioso nei tumori del cancro che si verificano nella ghiandola prostatica è l'assenza di sintomi chiari nelle fasi iniziali, dal momento che appaiono piuttosto tardi nel caso di tumori maligni della prostata.

Pertanto, gli esami preventivi raccomandati per gli uomini sopra i 45 anni sono di particolare importanza. Non c'è bisogno di perdere tempo e attendere la comparsa dei sintomi tipici di un tumore alla prostata! Altrimenti, il trattamento dei tumori maligni della ghiandola prostatica è ostacolato.

Diagnosi del cancro alla prostata - maligna o no?

Se hai i sintomi di un tumore, dovresti consultare immediatamente un medico! La diagnosi include:

  • esame digitale della ghiandola prostatica,
  • ultrasuono
  • PSA e,
  • se necessario, biopsia prostatica con istologia.

Poiché i sintomi di un tumore sono simili nel caso di varianti benigne e maligne, il compito del medico al primo stadio è quello di escludere il processo maligno nella ghiandola prostatica.

Un ruolo importante per determinare il possibile sviluppo di un processo oncologico nella prostata viene eseguito mediante una semplice analisi del PSA (antigene prostatico specifico). Solo allora la nomina di un trattamento adeguato.

Fasi di crescita dei tumori della prostata

Lo sviluppo di un tumore benigno (adenoma prostatico, BPH) è diviso in tre fasi. La differenza nelle fasi è espressa nella gravità dei sintomi, interferendo con la normale vita del paziente.

Il trattamento dell'iperplasia prostatica benigna, ovviamente, dipende dal suo stadio. I metodi di terapia per gli stadi 1, 2 e 3 sono diversi: terapia farmacologica, resezione parziale della prostata e, all'ultima fase, è possibile una rimozione radicale della ghiandola prostatica.

Lo sviluppo di un tumore maligno (cancro, adenocarcinoma della prostata...) è già suddiviso in quattro fasi. Il 1 ° e 2 ° - il tumore è ancora localizzato all'interno della ghiandola prostatica (capsula). Questo è il periodo migliore per il successo del trattamento di un tumore. Il 3 °, i tessuti adiacenti alla ghiandola e le vescicole seminali sono interessati. Allo stadio 4, le metastasi tumorali colpiscono i linfonodi, gli organi distanti e le ossa.

Le possibilità dei medici tedeschi nel trattamento di ogni stadio del cancro alla prostata sono ampie. Le cliniche specializzate in Germania hanno le tecnologie più avanzate che possono curare il cancro alla prostata (quando ci sono possibilità) e prolungare la vita del paziente nelle fasi avanzate della malattia.

Classificazione dei tumori della prostata

Per scegliere le giuste tattiche di trattamento, è necessario conoscere esattamente il grado di neoplasia tumorale e la fase della sua diffusione. A tale scopo sono stati sviluppati metodi di classificazione del cancro alla prostata. Attualmente, la comunità medica internazionale ha adottato l'uso di 3 classificazioni principali:

  1. Sistema TNM;
  2. Gleason Scale;
  3. Classificazione morfologica

La classificazione di un tumore della prostata secondo il sistema TNM determina la quantità di tumore che si è diffusa: se è ancora all'interno della prostata (T), che dimensioni ha il tumore, se è andato oltre la ghiandola prostatica e se altri organi e linfonodi sono affetti (N), ci sono metastasi ( M).

La classificazione del cancro sulla scala di Gleason determina il grado di malignità del tumore. Quanto sono cambiate le cellule della ghiandola prostatica all'interno del tumore rispetto al normale (cellule sane). La scala ha 5 gradazioni, dove 1 è il grado minimo di cambiamento e 5 - le cellule tumorali sono completamente indifferenziate: non hanno nulla in comune con la normale struttura delle cellule.

La morfologia classifica i tumori della prostata in base alla loro origine, da cui ha origine le cellule (epiteliali o non epiteliali). Sulla base di questo, viene diagnosticato come adenocarcinoma, o come carcinoma a cellule squamose, ecc. Prima di trattare un tumore, dovrebbe essere diagnosticato secondo tutte e tre le classificazioni.

Trattamento di un cancro alla prostata

Metodi chirurgici

Nel trattamento del carcinoma della prostata vengono utilizzate sia la terapia conservativa che la resezione transuretrale della prostata (TUR). Grazie all'uso dei moderni metodi di trattamento del cancro alla prostata in Germania, i tumori oncologici non sono oggi un verdetto.

I pazienti con un tumore limitato nelle fasi iniziali possono sperare in una cura completa quando si esegue un'operazione radicale per rimuovere la ghiandola prostatica (prostatectomia radicale).

Tale operazione in Germania viene eseguita prevalentemente risparmiando metodi minimamente invasivi. In molte cliniche, utilizza un robot da Vinci chirurgico. Spesso, nonostante la rimozione della prostata, i medici riescono a preservare i nervi responsabili della potenza.

Metodi conservativi

Se la terapia chirurgica di un tumore maligno della ghiandola prostatica è impossibile o non eseguita su richiesta del paziente, la brachiterapia è un metodo alternativo. Se al momento della diagnosi del cancro alla prostata sono già presenti metastasi, i metodi di trattamento sono prescritti singolarmente o in combinazione come:

  • radioterapia
  • chemioterapia o
  • terapia antiormonale.

Nelle cliniche tedesche vengono continuamente sviluppati nuovi metodi di trattamento dei tumori della prostata benigni e maligni. Una delle recenti innovazioni già applicate dalla fine del 2014 nel trattamento del cancro alla prostata in Germania è l'uso di Lutezia-177. Questo è un innovativo agente radionuclide utilizzato nel cancro ormono-resistente.

Per domande sul trattamento dei tumori della prostata in Germania, si prega di contattare
Prostate Center Dortmund

Beurhausstraße 40
44137 Dortmund

Telefono in Germania:
+49 (152) 267-32-570

in Russia:
+7.926.649 68 77

E-mail:
Questo indirizzo email è protetto dai bot spam. È necessario il JavaScript abilitato per la visualizzazione.

Diagnosi e trattamento del cancro alla prostata in Germania

Abbiamo un regime di trattamento

  • 1. Registrazione dell'applicazione sul sito Web o telefonicamente
  • 2. Preparazione di una proposta medica entro 12 ore
  • 3. Processo decisionale e nomina del trattamento
  • 4. Ottenere un visto e l'arrivo in Germania, Dortmund
  • 5. Chirurgia e riabilitazione
  • 6. Controlla e torna a casa

Rak-Prostaty.ru - Sito di informazione sul trattamento del cancro alla prostata in Germania
© 2018, Tutti i diritti riservati. Impressum
Politica sulla privacy

Per il normale funzionamento del sito, utilizziamo i cookie, raccogliamo informazioni sull'indirizzo IP e sulla posizione dei visitatori. Se non sei d'accordo con questo, dovresti smettere di usare il sito.

Cancro alla prostata: trattamento, nonché una descrizione dei metodi di trattamento della patologia

Il cancro della prostata è una neoplasia maligna formata dal tessuto ghiandolare. Questa patologia del cancro è molto pericolosa e insidiosa.

Dovrebbe essere capito che il trattamento del cancro alla prostata dipenderà dal grado del processo patologico. E prima viene rilevata la malattia, più efficace sarà la terapia e una prognosi più favorevole.

Dal verificarsi di questa malattia non è assicurato, nessun rappresentante della metà forte della società. Secondo le statistiche, gli uomini sopra i 50 anni hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia.

Il trattamento della patologia è lungo e laborioso. Consiste sia nell'uso di droghe che nell'intervento chirurgico.

Nomini l'applicazione di una tecnica può solo essere un dottore, e solo dopo aver condotto la ricerca necessaria. La terapia con rimedi popolari è anche possibile, ma solo come metodo ausiliario e solo quando l'uso di rimedi erboristici è approvato dal medico curante.

Cancro alla prostata - che cos'è

Il cancro alla prostata è un tumore di natura maligna. La ghiandola prostatica è un organo importante nel sistema riproduttivo coinvolto nella produzione di spermatozoi, eiaculazione dello sperma e ritenzione di urina. La patologia è astuta, il suo sviluppo è molto lento.

Identificarlo in una fase iniziale è quasi impossibile, poiché potrebbe non essere percepito per un periodo molto lungo. Questo è il motivo per cui il trattamento del cancro alla prostata è quasi sempre nell'operazione.

L'insorgenza di una neoplasia maligna può essere dovuta a:

  • la presenza di processi cronici e infiammatori (in particolare, prostatiti) nel corpo;
  • squilibrio ormonale;
  • adenoma;
  • condizioni precancerose: iperplasia con malignità, adenosi atipica;
  • danno batterico delle cellule del tessuto ghiandolare e dei processi autoimmuni che danneggiano l'apparato genetico.

Non in tutti i casi, i cambiamenti nella ghiandola si trasformano in cancro. Ciò accade spesso a causa dell'impatto di determinati fattori.

La trasformazione dei cambiamenti patologici nel cancro alla prostata, il cui trattamento nella maggior parte dei casi è chirurgico, può essere scatenata da:

  • dieta squilibrata, abuso di grassi e carni rosse;
  • la presenza di abitudini nocive;
  • esposizione al cadmio;
  • infezioni sessualmente trasmesse;
  • stagnanti;
  • abbassando le proprietà protettive del corpo;
  • situazioni stressanti frequenti;
  • ereditarietà;
  • infezione da retrovirus e citomegalovirus.

Segni e manifestazioni

Nelle prime fasi, la patologia è quasi asintomatica. Spesso la malattia viene rilevata per caso, durante lo screening per un disturbo diverso.

I sintomi della malattia iniziano a manifestarsi con un significativo aumento del tumore. Uno dei primi segni della malattia - aumento della voglia di urinare - fino a venti volte al giorno e più di tre volte durante la notte. Il getto è molto lento, intermittente. Dopo aver svuotato la vescica c'è una sensazione di sovraffollamento.

Ogni minzione è accompagnata da forte dolore, sensazione di bruciore. Spesso, i pazienti lamentano la comparsa di dolore nel perineo e nel pube, così come l'incontinenza urinaria.

Le fasi avanzate sono accompagnate dalle seguenti manifestazioni:

  • gonfiore degli arti inferiori, genitali;
  • calcoli renali e dolore nella parte bassa della schiena;
  • impurità nell'urina e nel sangue seminale;
  • indebolimento della potenza;
  • tosse secca dolorosa (metastasi nel VDP);
  • ingiallimento del derma e sensazione di pesantezza nella parte destra (sintomi che indicano la presenza di metastasi nel fegato);
  • sensazioni dolorose durante le feci;
  • dolore osseo (metastasi ossee).

La manifestazione delle manifestazioni può aumentare nel corso di diversi anni. I sintomi si manifestano gradualmente.

Ci sono diverse fasi del cancro. In una fase precoce, il tumore ha una dimensione ridotta, non è rilevabile, non è visibile quando si esegue l'ecografia.

Il secondo stadio è accompagnato dalla crescita dell'istruzione. In questa fase, il tumore è ancora all'interno della ghiandola. L'educazione è limitata alla capsula della ghiandola e può essere palpata con una scansione delle dita.

Il terzo stadio è caratterizzato da una forte crescita dell'istruzione e della germinazione negli organi vicini. Il quarto stadio è accompagnato da un significativo aumento delle dimensioni del tumore. In questa fase, la comparsa di metastasi nei polmoni, linfonodi, tessuto osseo, fegato. Sono riportati reclami su un significativo deterioramento della salute generale e del benessere, malessere, perdita di forza e stanchezza cronica.

La malattia richiede un trattamento immediato. Il trattamento del cancro alla prostata dipende dalla fase del suo sviluppo. Non dovresti esitare a contattare il medico, è irto di conseguenze critiche.

Il cancro è trattato

Un tumore viene diagnosticato sulla base dei seguenti sintomi: dolore durante la minzione e difficoltà del processo, così come in presenza di disturbi sessuali e disfunzione erettile. Tali sintomi possono indicare sia il cancro che l'adenoma. Una caratteristica distintiva del cancro è un disturbo dell'erezione quando i nervi sono colpiti e una diminuzione del volume dell'eiaculato dovuta al blocco del canale eiaculatorio.

La patologia richiede una terapia lunga e seria.

Tuttavia, anche con la terapia corretta, soprattutto se si tratta della terza o quarta fase, i medici non garantiscono una prognosi confortante. La cura nelle prime fasi è possibile, ma solo nel caso di trattamento tempestivo e appropriato.

terapia

Il trattamento è prescritto ed eseguito esclusivamente dopo un esame approfondito e una diagnosi accurata.

A tal fine, nominato:

  • esame rettale digitale;
  • ecografia transrettale;
  • Esami del sangue del PSA;
  • biopsia;
  • esame istologico;
  • CT e RM;
  • scintigrafia ossea.

Metodi di trattamento

La terapia è selezionata in base allo stadio del processo patologico. Spesso effettuato: radioterapia, terapia ormonale, chemioterapia.

Nelle prime fasi prescritto l'uso di droghe. L'assunzione di pillole contribuisce alla normalizzazione dei processi metabolici, aumenta le proprietà protettive del corpo e ripristina le funzioni compromesse.

Spesso viene assegnato un appuntamento:

  • Aspirina - promuove la produzione di prostaglandine (sostanze simili agli ormoni);
  • Veroshpiron: aiuta a sopprimere la produzione di determinati ormoni;
  • estratto di ginseng, Befungin, stimolatore di Dorogov;
  • Talidomide: aiuta a modulare l'immunità;
  • Cycloferon, Viferon, Reaferon - influenzano il sistema di interferone;
  • Omnica - aiuta ad alleviare la minzione;
  • antibiotici (Unidox Soluteb, Vibramycin);
  • analgesici (tramadolo, diclofenac, paracetamolo);
  • Leukomaksa, Epithalamin (fondi per mantenere il fegato).

Agli anziani e agli anziani viene prescritto l'uso di farmaci che aiutano a ridurre la produzione di ormoni sessuali: Lupron, Eligard, Zoladex, Alfaradina, Novantrona.

Uso di orchiectomia

Questo metodo chirurgico è quello di rimuovere i testicoli. La procedura viene eseguita con una forte proliferazione di tumori. La manipolazione è efficace e aiuta a ridurre istantaneamente la produzione di ormoni.

Spesso viene prescritto un intervento che consiste nella rimozione completa della prostata, rimozione localizzata (prostatectomia), nonché nella rimozione della tunica e appendice (epididymorchiectomy sottocapsulare).

Applicazione di radioterapia

La radioterapia consiste nell'esporre la radiazione a raggi X alle cellule tumorali. Di conseguenza, si nota un danno al loro DNA e alla capacità di dividere. Dopo l'irradiazione, al paziente vengono prescritti farmaci, in particolare ormoni. Anche nominato una dieta speciale.

Uso della crioterapia

Sotto l'influenza di temperature estremamente basse, si verifica il congelamento e la distruzione delle cellule tumorali. Questa tecnica viene spesso utilizzata per il trattamento delle recidive. La crioterapia viene eseguita senza anestesia.

L'uso di brachiterapia

La brachiterapia: un metodo innovativo, un tipo di trattamento con radiazioni di tipo a bassa energia. L'essenza della manipolazione è l'impianto all'interno del neoplasma dei "semi" della prostata (dispositivi radioattivi). Sono introdotti nel derma del perineo con l'aiuto di speciali aghi. Lavorando per diversi mesi, i dispositivi emettono un tumore.

I principali vantaggi di questa tecnica includono:

  • invasività minima;
  • la possibilità di dosare l'irradiazione;
  • basso rischio di impotenza;
  • recupero veloce

Uso della chemioterapia

Al quarto stadio, in caso di rilevazione di metastasi nel tessuto osseo, polmoni, linfonodi, viene prescritta la chemioterapia - una tecnica che differisce dalle radiazioni (volte a distruggere le cellule cancerose in una certa area) interessando l'intero corpo attraverso il sistema circolatorio. L'uso di Mitoxantrone e Prednisolone, Doxorubicina, Paclitaxel, Extramustine viene spesso prescritto.

La durata del farmaco è in media di sei mesi. Dopo la chemioterapia, si nota l'insorgenza di effetti indesiderati: affaticamento, dispepsia, perdita di capelli e riduzione delle cellule del sangue, che possono portare a infezioni del corpo.

Cancro alla prostata: prognosi, uso di metodi non convenzionali e prevenzione

È possibile riprendersi da una patologia maligna. La prognosi del cancro alla prostata sarà confortante solo in caso di trattamento tempestivo.

Non è possibile salvare l'organo in tutti i casi, poiché la patologia, a causa dell'assenza di sintomi, viene diagnosticata in ritardo.

Questo è il motivo per cui spesso prescrivono l'uso di tecniche radicali, consistenti nella rimozione parziale o completa della ghiandola, in particolare nella prostatectomia.

La prognosi per il cancro alla prostata di primo e secondo grado è favorevole. Un trattamento appropriato consente non solo di preservare e ripristinare il normale funzionamento del sistema urinogenitale e riproduttivo degli uomini, ma anche di eliminare completamente l'educazione.

Spesso, nelle prime fasi, insieme ai farmaci, i medici consigliano l'uso di formulazioni di medicina tradizionale. I farmaci sono naturali ed efficaci. Aiuteranno a migliorare le condizioni generali e il benessere, nonché la normalizzazione del funzionamento della ghiandola.

Tali mezzi sono efficaci:

  • decotti di tali piante (da sole o in collezioni): ortica, assenzio, foglie di betulla, immortelle, motherwort, corteccia di quercia, achillea;
  • tintura di hemlock;
  • infusi di tali erbe: calendula, cocklebur, celidonia.

Efficace nella lotta contro il cancro alla prostata del primo e secondo stadio, secondo numerose recensioni positive di uomini, soda. Questo strumento aiuta ad aumentare il pH e non consente all'ambiente di diventare acido. Non è raccomandato l'uso di soda per le persone che soffrono di diabete e bassa acidità del succo gastrico.

La soda può essere utilizzata sotto forma di soluzione per contagocce. La durata della terapia è di una settimana e mezza. Dopo una settimana, il corso dovrebbe essere ripetuto. Ci dovrebbero essere quattro corsi in totale.

Puoi anche prendere questa bevanda. È necessario diluire 10 g di soda in un quarto di tazza di acqua bollita, e poi in 250 acqua pura. È necessario usare mezzi due volte al giorno prima di un pasto.

prospettiva

La malattia è pericolosa e seria. La prognosi del cancro della prostata è confortante per la diagnosi precoce. La terapia tempestiva contribuisce alla completa liberazione dalla neoplasia e alla conservazione della potenza maschile. La prognosi per il cancro alla prostata del 3 ° e 4 ° stadio per il recupero è deludente.

Anche con il trattamento appropriato di un approccio competente alla terapia, il rischio di recidiva rimane elevato. In media, le persone con il secondo stadio del cancro vivono per venti anni, dal terzo al quarto - fino a dieci.

I dottori hanno il termine "sopravvivenza quinquennale". Parla di quale percentuale di pazienti dopo il trattamento ha vissuto per cinque anni o più. Questo indicatore consente di valutare le probabilità di una cura per i pazienti con diversi stadi della patologia. Il tasso di sopravvivenza degli uomini con il primo stadio è superiore al 90%, il secondo all'80%, il terzo al 40%, il quarto al 15%.

prevenzione

Al fine di prevenire lo sviluppo della malattia, i medici raccomandano:

  • mangiare bene;
  • condurre uno stile di vita attivo e sano;
  • rinunciare a cattive abitudini;
  • dormire a sufficienza;
  • evitare situazioni stressanti;
  • trattamento tempestivo delle malattie concomitanti;
  • regolarmente esaminati;
  • avere una vita sessuale regolare

Tumore alla prostata

Postato da: admin 27/09/2016

La prostata è l'organo del sistema genito-urinario maschile, che è rappresentato da una ghiandola che produce una parte integrale dello spermatozoo. Durante il rilascio dell'eiaculato, la ghiandola prostatica blocca i dotti urinari. Il controllo di questa funzione è effettuato dal cervello (ipofisi) con l'aiuto di ormoni steroidei, estrogeni e androgeni.

Malattia prostatica benigna

A causa di anomalie ormonali, nella ghiandola prostatica possono verificarsi processi infiammatori che esprimono la proliferazione e la compattazione del tessuto prostatico, riempiendo la sua cavità. In parole semplici, si verifica lo sviluppo dell'adenoma prostatico - iperplasia delle cellule benigne (BPH). Questa patologia è molto popolare tra le malattie maschili dopo la quarantesima età. Un uomo inizia a provare disagio nel processo di minzione e vita sessuale. Ciò è dovuto alla spremitura dell'uretra prostatica, la cui parte iniziale passa al suo interno. Di conseguenza, la pressione dell'urina si indebolisce, la sua quantità diminuisce e l'impulso alla scarica aumenta e tutto questo è accompagnato da un sintomo doloroso. A seconda dello stadio dell'adenoma, i segni di patologia aumentano con l'aggiunta della disfunzione erettile dell'uomo. Nella vescica affollata, che si trova sopra la prostata, l'urina ristagna, causando l'infiammazione del sistema urinario nel suo complesso. In caso di aggravamento della patologia, si osserva incontinenza urinaria, con aumento dell'ipertrofia dei muscoli del tratto urinario e aumento dell'atonia dello sfintere. Nella vescica, dopo la stagnazione, si formano delle pietre che causano la comparsa di sangue nelle urine. Quando l'urina è completamente ritardata, si può sviluppare insufficienza renale e può verificarsi coma.

Cause di adenoma prostatico

  • Squilibrio ormonale (conversione patologica del testosterone);
  • Fattore ereditario;
  • Barriera dell'età (dopo quarant'anni);
  • Malattie croniche gravi del corpo di un uomo (diabete mellito, urolitiasi, cistite, uretrite);
  • Malattie trasmesse sessualmente e infestazioni da vermi;
  • Prolungata astinenza dall'intimità sessuale;
  • Tumori nel retto.

Il corso del processo patologico nella prostata può durare per anni. Sullo sfondo di cambiamenti strutturali deformativi nella ghiandola e di altri fattori che influenzano, a volte appare la crescita infiltrativa di cellule maligne, cioè il cancro si unisce all'adenoma. Un tumore maligno della ghiandola si sviluppa indipendentemente e non come conseguenza della degenerazione dell'iperplasia prostatica adenomatosa. Con l'esame istopatologico della prostata, dopo la sua rimozione, spesso si osserva un tumore benigno e maligno allo stesso tempo, cioè adenoma e cancro.

In base alla presenza di sintomi e disturbi in un paziente, nonché dopo misure diagnostiche, la presenza di un adenoma è confermata dai seguenti segni:

  • Il sintomo dell'escrezione è lento, con difficoltà, urina;
  • L'orinazione diventa intermittente e accelerata;
  • Il numero di desideri di urinare aumenta in modo significativo, specialmente durante il riposo notturno;
  • Non c'è alcuna sensazione di sollievo dopo la minzione;
  • Con le ultime gocce di urina, un sintomo di taglio e bruciore nell'uretra e nell'inguine;
  • Il desiderio di rapporti sessuali si indebolisce e la funzione erettile è compromessa.

Quando viene fatta una diagnosi, l'urologo può condurre un'indagine speciale sull'uomo su scala sintomatica (otto punti). Il numero di punti segnati esclude o conferma la presenza di un tumore nella prostata e il suo stadio di sviluppo.

Trattamento di adenoma

Il trattamento dell'adenoma prostatico con sintomi primari consiste in interventi terapeutici. Questo si esprime nell'assunzione di terapie tradizionali e rimedi popolari. Nel complesso, per un trattamento efficace, prescrivere e procedure di fisioterapia. Nella fase severa della malattia, la prostata è sottoposta a rimozione, cioè trattamento chirurgico.

I farmaci per l'adenoma sono prescritti in forma di compresse, così come sotto forma di iniezioni intramuscolari e per via endovenosa. Per fare questo, utilizzare alfa-bloccanti, che aiutano a rilassare il sistema muscolo-scheletrico del sistema genito-urinario, che aiuta a migliorare la permeabilità delle urine, alleviare i sintomi dolorosi e ripristinare la frequenza del bisogno di urinare. Per eliminare il processo infiammatorio e iperplastico nella prostata, gli alfa-bloccanti non hanno un effetto positivo. In base ai loro effetti collaterali, il paziente può manifestare nausea, mal di testa, debolezza, vertigini.

Per i farmaci che hanno un effetto dannoso sulle cellule tumorali iperplastiche, cioè, fermando la loro crescita, includono Finasteride o Dutasteride. Il gruppo farmacologico di questi agenti è costituito da 5 inibitori della reduttasi alfa, che è caratterizzato dalla conversione del testosterone in androgeno. Un tumore nella ghiandola interrompe la sua crescita e diminuisce e successivamente, il flusso di urina viene regolato. Il trattamento con le compresse di questo farmaco è lungo e in combinazione con la doxazosina, che riduce lo spasmo muscolare, abbassa la pressione sanguigna e dilata i vasi sanguigni, richiede circa sei mesi. Costoso, questi farmaci non possono essere chiamati, quindi il trattamento della malattia è disponibile per tutti (il prezzo di Finasteride - 245 rubli, il prezzo di Doxazosin - 355 rubli).

Le medicine tradizionali comprendono preparati a base di erbe fatti con erbe, noci, semi, cipolle, aglio, corteccia di conifere, cicuta, ecc. Ci sono anche ricette di rimedi popolari per l'adenoma prostatico, basato sul prodotto delle api e la soda. Secondo le recensioni sull'uso della medicina tradizionale, è possibile prevenire o ridurre l'adenoma nelle fasi iniziali del suo sviluppo. Quando un tumore della ghiandola è in uno stato trascurato, con la presenza di un quadro sintomatico luminoso, allora l'ultima speranza diventa un intervento chirurgico. Il trattamento chirurgico di un tumore nella ghiandola prostatica è ridotto alla rimozione dei nodi e dei tessuti troppo cresciuti attraverso l'uretra (resezione transuretrale della prostata). In caso di controindicazioni a tale rimozione del tumore, l'adenoma viene rimosso insieme alla prostata attraverso la cavità addominale.

Tumore maligno della ghiandola prostatica

Questa patologia ha un nome - cancro alla prostata. Neoplasma maligno nella ghiandola è osservato negli uomini di età più matura - dopo sessant'anni. La causa del tumore è la disfunzione e la predisposizione ormonale. Anche il valore della prostatite cronica è considerato un fattore di rischio per il cancro. L'infiltrazione delle cellule tumorali avviene dal tessuto connettivo della prostata, che si trasforma in una neoplasia fino a diversi centimetri. Il cancro può colpire sia uno che entrambi i lobi della ghiandola, in una forma singola o multipla, facendo germinare le pareti dell'organo e della vescica o localizzarsi all'interno della prostata. Nella maggior parte dei casi, le cellule tumorali si sono diffuse alle vescicole seminali degli uomini. Le forme tumorali hanno un grado indifferenziato, differenziato e indifferenziato. Il cancro differenziato è meno maligno, cioè con piccole metastasi e una prognosi favorevole dopo il trattamento. Le forme rimanenti sono considerate una minaccia per la vita del paziente, anche con le tattiche di trattamento corrette. Le metastasi di un tumore maligno si spostano con l'aiuto del taglio e della linfa e colpiscono le ossa (colonna vertebrale, bacino, sacro, arti inferiori, costole).

L'immagine sintomatica, come in molte malattie oncologiche, può essere assente all'inizio. Il decorso del processo maligno, con l'eccezione dell'adenoma prostatico, avviene lentamente, senza cambiamenti nella dimensione della ghiandola e il benessere dell'uomo. È possibile rilevare la presenza di un tumore con la palpazione della prostata, cioè una compattazione si trova nella regione dei lobi o tra di loro. La palpazione di questo tipo viene eseguita mediante esame rettale. È grazie agli esami preventivi degli uomini dopo cinquantacinque anni che un tumore della ghiandola prostatica può essere rilevato in una fase iniziale di sviluppo.

La crescita di un tumore è espressa dalla fusione dei nodi del cancro che riempiono la cavità della prostata e si estendono oltre i suoi limiti, crescendo all'interno delle pareti degli organi adiacenti. La ghiandola prostatica e la fibra attorno a esso diventano dense e immobili. In questo caso, c'è un sintomo di ritenzione urinaria, voglia di urinare e c'è una sensazione di ostacolo alla sua scarica. L'urinazione è diversa dal processo fisiologico: un flusso debole, un piccolo volume, una sensazione di svuotamento incompleto della vescica e la presenza di torbidi, con contenuto sanguinante, urina. La comparsa di ematuria è un segno di danno a un tumore dei vasi sanguigni. La presenza di dolore nel retto e nel perineo, è anche considerato un segno della presenza di un tumore alla prostata. Lo sviluppo del cancro viola l'urodinamica, che è espressa dai sintomi di pielonefrite, cistite e insufficienza renale. Intossicazione nel cancro della prostata, si verifica nell'ultima fase del processo maligno.

Al primo stadio del tumore - i cambiamenti visibili nell'organo possono essere trascurati, poiché il tessuto normale copre il fuoco canceroso. Le metastasi possono apparire come un ingrossamento del linfonodo inguinale sul lato del tumore. La prognosi di sopravvivenza per la diagnosi precoce è favorevole nel 70% dei casi;

Il secondo stadio del cancro è caratterizzato dall'apparizione di una piccola deformazione dell'organo, senza la sconfitta delle vescicole seminali. La presenza di metastasi singole o multiple nei linfonodi regionali del sistema linfatico su uno o entrambi i lati. La prognosi del vizivaemoi quinquennale dopo la rimozione della prostata - 50% dei casi;

Il terzo stadio del processo maligno è la germinazione del cancro alla prostata con la cattura del solco laterale e delle vescicole seminali. La presenza di linfonodi densi, con dislocazione limitata, metastatici. La prognosi per la vita è più sfavorevole;

Alla fine, quarto stadio - un focus sul cancro coinvolge i tessuti e gli organi vicini. Distribuzione di metastasi a distanza. La prognosi della vita per gli uomini malati è per lo più sfavorevole.

La diagnosi del processo patologico nella ghiandola prostatica ha diverse fasi di esame:

  • Esame rettale;
  • Esame del sangue per l'antigene prostatico specifico;
  • Analisi della diuresi giornaliera per il contenuto di creatinina;
  • Esame diagnostico ecografico della prostata, della vescica e dei reni;
  • Esame cistoscopico dell'uretra.

La prevenzione e il trattamento del cancro alla prostata è in conformità con uno stile di vita sano da parte di un uomo (rifiuto delle cattive abitudini), il passaggio tempestivo di esami preventivi e la diagnosi con un marcatore tumorale.

Il trattamento di un tumore maligno, di regola, è finalizzato all'approccio operativo, cioè, alla rimozione dell'organo interessato prima, meglio è per ulteriori predizione della vita di un uomo. La terapia antitumorale comprende l'esposizione a radiazioni radioattive e farmaci ormonali, che vengono utilizzati separatamente e in combinazione. Alcuni pazienti usano rimedi popolari, che a volte aiutano più dei normali medicinali e sono meno costosi, meno costosi da prevenire, fermano la crescita, curano ed eliminano la ricorrenza del processo oncologico. Tali rimedi antitumorali includono le infusioni sul prodotto delle api, cicuta, assenzio, celidonia, ecc. Il desiderio di usare nel trattamento di rimedi popolari, si verifica in pazienti che stanno cercando di sbarazzarsi della malattia nella fase iniziale o con una prognosi sfavorevole stabilita per la vita futura.

Importante importanza per una prognosi favorevole per il recupero, ha una dieta postoperatoria, che dovrebbe eliminare completamente gli alimenti che irritano il sistema urinario del corpo.

Perché il cancro alla prostata si sviluppa negli uomini?

Tutti i tumori sono divisi in benigni e maligni. I primi non danno focolai metastatici e, con un trattamento adeguato, non causano la morte del paziente. I tumori maligni, incluso il cancro, nelle fasi successive producono metastasi.

IMPORTANTE DA SAPERE! È un rimedio efficace per la prostatite cronica! Basta bere è abbastanza. Maggiori informazioni >>>

In una tale situazione, anche un'operazione radicale può essere inefficace. La prostata è l'organo più importante per gli uomini. La sua funzione principale è la partecipazione alla formazione del liquido seminale. Quali sono i tumori della prostata e quali sono i sintomi di queste malattie?

I tipi di tumori della prostata sono pochi. Il tumore più comunemente diagnosticato e iperplasia benigna (adenoma). Quest'ultimo è molto spesso rilevato negli uomini di età superiore ai 50 anni. Ciò è dovuto a cambiamenti nei livelli ormonali. A differenza del cancro, l'iperplasia è benigna. Nonostante ciò, in assenza di un trattamento tempestivo, la malattia causa disfunzione degli organi pelvici. Il tumore è in grado di svilupparsi dal tessuto ghiandolare di un organo o del suo stroma. Questo tumore della prostata è caratterizzato dalla formazione di un piccolo nodo nel corpo. Nel tempo, aumenta di dimensioni. La prostata si trova vicino agli organi delle vie urinarie, quindi, con una grande neoplasia, la secrezione urinaria è ostacolata dalla spremitura dell'uretra.

Le donne possono sviluppare le loro neoplasie benigne, come i fibromi uterini. La prognosi in entrambi i casi è spesso favorevole. Negli uomini, l'iperplasia benigna in alcuni casi può trasformarsi in una forma maligna. Il criterio diagnostico principale in questo caso è la concentrazione dell'antigene prostatico nel sangue. L'iperplasia benigna è una patologia molto comune. Circa ogni secondo uomo di vecchiaia si applica alle istituzioni mediche. I giovani soffrono di questa malattia molto meno.

L'iperplasia prostatica benigna (IPB) è oggi una malattia di eziologia non specificata. I fattori che provocano lo sviluppo di un tumore sono:

  • età avanzata;
  • cambiamento nella concentrazione del sangue degli ormoni sessuali maschili (androgeni);
  • disturbi endocrini.

Fattori come la vita sessuale irregolare, la presenza di infezioni trasmesse sessualmente, il fumo, l'abuso di alcool possono influenzare lo sviluppo di tumori, ma finora questa connessione non è stata dimostrata. Nella maggior parte dei casi, il tumore si forma nella zona centrale della prostata. Man mano che cresce, la posizione della vescica cambia. Un tumore alla prostata può crescere in tre direzioni: verso la vescica, verso il retto e sotto il triangolo nell'area della vescica.

I sintomi della malattia possono essere simili a quelli del carcinoma della prostata (neoplasie maligne). I sintomi della malattia possono includere:

  • frequente escrezione di urina;
  • falsa voglia di andare in bagno;
  • nicturia (minzione notturna);
  • testa del getto ridotta;
  • espulsione ritardata di urina;
  • sindrome del dolore;
  • sensazione di svuotamento incompleto della vescica.

Nei casi gravi, i sintomi includono l'incontinenza urinaria, goccia a goccia. In questa situazione, si osservano sintomi di ritenzione urinaria acuta. Nella fase di decompensazione nelle urine può apparire sangue. Possibili complicanze includono lo sviluppo di insufficienza renale, cistite, pielonefrite, vescicolite, infiammazione dell'uretra.

Tra i tumori maligni della ghiandola prostatica, il tumore viene diagnosticato più spesso. Un tumore simile si sviluppa dal tessuto epiteliale di un organo. Ogni anno a centinaia di migliaia di uomini viene diagnosticato un cancro in tutto il mondo. Nella struttura complessiva dei tumori maligni, prende il 3 ° posto, cedendo alla prevalenza di cancro ai polmoni e allo stomaco. Questa è la causa più comune di morte prematura degli uomini più anziani. In molti paesi del mondo, inclusa la Russia, c'è una diagnosi tardiva di questo tumore maligno della prostata. Il fatto è che la malattia potrebbe non manifestarsi per molto tempo. Anche con lo sviluppo di fenomeni disurici, non tutti i pazienti visitano l'urologo.

Le seguenti forme di cancro alla prostata si distinguono:

  • adenocarcinoma;
  • squamose;
  • alveolari;
  • tubolare;
  • solido;
  • polymorphocellular;
  • scirrhous.

Di tutti questi tumori maligni, l'adenocarcinoma e il carcinoma a cellule squamose sono i più comuni. A differenza dell'iperplasia benigna, il cancro nella maggior parte dei casi colpisce le parti periferiche dell'organo. La causa esatta di questa patologia è sconosciuta.

Possibili fattori di rischio sono:

  • penetrazione nel corpo di sostanze cancerogene;
  • vivere in un territorio ecologicamente sfavorevole;
  • età avanzata;
  • gara;
  • scarsa nutrizione;
  • la presenza di cattive abitudini;
  • decorso progressivo di adenoma;
  • cambiamenti ormonali.

Qualsiasi tumore maligno della prostata può comparire se esposto a sostanze tossiche e cancerogene. Tali sostanze includono sali di cadmio, gas nocivi prodotti nel processo di saldatura, sostanze che fanno parte della gomma durante la combustione. Altrettanto importante è la natura del cibo. Un fattore di rischio è l'abuso di cibi ricchi di lipidi animali, così come la mancanza di fibre alimentari, vitamine (retinolo) nella dieta. Il gruppo di rischio comprende uomini i cui genitori hanno già sofferto di tumori.

I sintomi più frequenti del cancro alla prostata sono: difficoltà e frequente eliminazione di urina, incontinenza, desiderio frequente, perdita di peso, malessere, riduzione della pressione del getto, interruzione della minzione. Nelle fasi successive, è possibile la disfunzione di altri organi. Allo stadio 4, spesso metastasi del fegato, polmoni, ossa del bacino.

Il tumore della prostata negli uomini: le cause della malattia e un trattamento efficace

Oggi, il cancro alla prostata è il tipo più comune di cancro nel sesso più forte. Esiti letali a causa di tumori maligni di adenoma prostatico sono al 2 ° posto, dietro al solo cancro al polmone del campionato. Circa 220 mila uomini ogni anno ascoltano questa diagnosi di un medico - "cancro alla prostata".

Tumore maligno della prostata negli uomini

  • È stato stabilito che all'età di cinquanta, ogni terzo uomo nella prostata viene diagnosticato con cellule tumorali.
  • Da 75 anni di quattro uomini, tre soffrono di questa malattia.
  • Nella parte principale, tali cellule non ricevono ulteriore sviluppo, di conseguenza - il tumore del cancro della ghiandola prostatica non si sviluppa.
  • Questo stadio della malattia non ha sintomi e manifestazioni visibili ed è chiamato latente.
  • In altri casi, compaiono dei sintomi che indicano anche l'assenza di un grave rischio per la salute in questa fase. Il cancro in questa fase è chiamato indolore.
  • Il rischio di sviluppare il cancro alla prostata aumenta con l'età. L'età media alla quale viene diagnosticato un cancro alla prostata è di 72 anni.

Se consideriamo le statistiche di una tale malattia come un tumore della prostata, diventa ovvio che è uno dei più frequentemente diagnosticati. Inoltre, la malattia può colpire un uomo di qualsiasi età.

NECESSARIO SAPERE!

Il carcinoma della ghiandola prostatica si trova al terzo posto dopo cancro intestinale e polmonare.

La prostata gioca un ruolo cruciale nella vita di ogni uomo. Il corretto funzionamento degli organi del sistema genito-urinario e la piena vita sessuale dipendono dal corretto funzionamento di questa ghiandola.

Tumore alla prostata: la definizione della malattia e le cause

Il cancro alla prostata è un tumore maligno negli uomini. Fonti mediche parlano delle significative differenze di questa malattia dall'adenoma prostatico.

  • Il tumore della ghiandola prostatica è un sigillo che penetra gradualmente e danneggia la struttura tissutale del corpo, colpisce il sistema urogenitale.
  • L'adenoma si sviluppa più lentamente, ha una composizione mite. Se osservate la formazione che è sorta a causa dell'adenoma, allora potete vedere chiaramente i suoi bordi - sono come se fossero delineati.
  • La genetica può causare un tumore maligno. Circa il dieci-undici per cento della popolazione maschile del pianeta soffre di questa malattia. Statistiche piuttosto considerevoli mostrano statistiche.

QUESTO È IMPORTANTE!

Per non iniziare la malattia, è necessario sottoporsi a un regolare esame fisico da parte di un medico.

Ogni uomo può monitorare in modo indipendente il funzionamento del proprio corpo. Determinando i sintomi della fase iniziale del cancro alla prostata, è possibile aumentare le possibilità di recupero.

I sintomi più comuni

Senti i sintomi più inquietanti dei malati possono solo nelle ultime fasi. Pertanto, per prevenire le malattie, si consiglia di visitare un medico professionista. Un tumore maligno penetra gradualmente nei tessuti circostanti e aumenta lentamente di dimensioni, e quindi si verificano i seguenti sintomi:

  1. sensazione di formicolio e bruciore con ogni visita al gabinetto;
  2. impulso frequente (nota malata che l'aumento della minzione si verifica durante la notte);
  3. un uomo vuole, ma non può svuotare completamente la sua vescica;
  4. flusso di urina debole e intermittente;
  5. i periodi tra il desiderio di andare in bagno sono di circa un'ora, o anche meno.

Gli uomini che appartengono al gruppo di età più avanzata spesso si lamentano dei sintomi elencati del cancro alla prostata adenoma. Ma questo non indica affatto la presenza di una diagnosi così terribile come il carcinoma della prostata. Forse la prostata è semplicemente infiammata o si è formato un adenoma. Non è ancora necessario rinunciare e continuare senza speranza ad esistere. Una visita specialistica identificherà il problema.

Se, tuttavia, è stato diagnosticato un cancro alla prostata, è necessario iniziare immediatamente il trattamento. L'assenza di metastasi al momento del rilevamento del tumore è il primo passo verso una prognosi positiva. La scienza ha raggiunto buoni risultati nella distruzione delle cellule del cancro alla prostata. Ma la cura completa del cancro alla prostata è possibile solo se il paziente si è trasformato nella prima fase della malattia.

Se un malato soffre davvero di cancro alla prostata può essere detto solo da uno specialista stretto.

NOTA!

Gli uomini sopra i quaranta sono invitati a visitare l'ospedale per controllare la ghiandola prostatica una volta all'anno.

Mentre il tumore progredisce

Investigando su questa malattia difficile, gli scienziati sono giunti all'opinione generale che il percorso del suo sviluppo passa attraverso diverse fasi. Vale a dire:

  1. Un tumore maligno della ghiandola prostatica è una piccola formazione. Le cellule tumorali non penetrano nei tessuti adiacenti e sono localizzate nella prostata. La diagnosi in questa fase è possibile solo con l'aiuto di attrezzature speciali, l'esame rettale non dà i risultati necessari.
  2. Uno specialista può rilevare un tumore maligno per via rettale. Di solito non si estende ad altri organi, ma ha già una struttura rigida.
  3. Le cellule tumorali infettano i tessuti vicini.
  4. Un tumore maligno smette di svilupparsi nella prostata. All'ultimo stadio, altri organi diventano il bersaglio, più spesso le cellule della vescica, del retto o del fegato sono colpite.

diagnostica

  • Ricerca delle dita Il modo più economico per diagnosticare il cancro alla prostata è esaminare il retto con le dita. Il medico, sentendo la prostata attraverso il muro del retto, stabilisce la sua dimensione e densità, dopo di che esprime la conclusione sulla presenza o assenza di un tumore.
  • Donazione di sangue per l'analisi della presenza di PSA (antigene prostatico specifico). Questo metodo di diagnosi del carcinoma della prostata fornisce un'opportunità per stabilire il cancro alla prostata nella fase di educazione, quando i sintomi della malattia sono ancora assenti. Questo metodo di screening per diagnosticare il cancro alla prostata è tutti gli uomini che sono a rischio di sviluppare il cancro alla prostata. Va notato che un aumento del livello di PSA non garantisce al 100% che un uomo ha un cancro alla prostata. Il livello di PSA può aumentare non solo in presenza di cancro alla prostata, ma anche in iperplasia prostatica benigna, così come nella prostatite.
  • Ultrasuoni della prostata. È un modo comune per diagnosticare questo tipo di cancro alla prostata. In pratica, ci sono 2 modi per eseguire la procedura ad ultrasuoni: l'ecografia transrettale - direttamente attraverso il retto, e l'ecografia transaddominale - eseguita attraverso la cavità addominale anteriore. Grazie all'ecografia transrettale, possono essere rilevate anche formazioni minori, per questo motivo questo metodo è il più efficace.
  • Biopsia. È il modo più accurato per diagnosticare il cancro alla prostata (tumore), offre l'opportunità di diagnosticare il cancro. La procedura di biopsia consiste nel prendere un sito tumorale per l'esame usando un microscopio. La biopsia può essere eseguita attraverso: il muro del retto, l'uretra, la pelle del perineo. La procedura di biopsia è controllata principalmente con una macchina ad ultrasuoni.
  • Per tutto il tempo di tale procedura, il medico è in grado di prendere circa 12 campioni di diverse sezioni del tessuto prostatico. La maggior parte dei campioni viene prelevata dalla ghiandola esterna, poiché il cancro di solito inizia a svilupparsi proprio lì. Nella maggior parte dei casi, i campioni vengono prelevati solo dall'interno della ghiandola.
  • La biopsia della prostata viene eseguita sotto l'influenza dell'anestesia locale, che contribuisce alla procedura praticamente indolore, l'assenza di disagio, che di solito è associata a questo evento. La maggior parte dei rappresentanti del sesso più forte, soprattutto, non sente dolore durante la biopsia. Dopo il completamento della procedura, gli analgesici non sono necessari per gli uomini.
  • Prima di una biopsia, a un uomo viene somministrato un clistere. Questa procedura fornisce una pulizia del retto e riduce anche il rischio di infezione da parte dei batteri intestinali. Per ridurre il rischio di infezione, il medico prescrive antibiotici.
  • Dopo la biopsia, i campioni di tessuto prostatico prelevato vengono inviati all'esame istologico da uno specialista-istologo per esaminare i campioni presentati al fine di individuare le cellule atipiche.

Se il medico fa una diagnosi di "cancro alla prostata", sono previsti ulteriori test per determinare lo stadio delle cellule tumorali.

Ulteriori studi:

  1. Scansione ossea radioisotopica. A causa di una serie di cause complesse, le cellule del cancro alla prostata spesso invadono l'osso. L'identificazione di tali cellule è un processo importante e complesso. Il risultato dello studio determina l'intera strategia di trattamento per la malattia. L'esame radioisotopico delle ossa è il test più comune, poiché è in grado di determinare la diffusione delle cellule tumorali nel tessuto osseo in modo più efficace rispetto ad altri test. Tuttavia, questa procedura non si applica sempre. Se non ci sono ragioni serie per sospettare la diffusione del cancro, tale procedura non è necessaria.
  2. Tomografia computerizzata Utilizzando la tomografia computerizzata, il medico è in grado di osservare simultaneamente sul monitor del computer immagini tridimensionali di vari tessuti del corpo del paziente in una sezione. Ciò rende possibile esaminare in dettaglio tutte le parti del corpo in ogni angolo. La tomografia computerizzata non è una procedura obbligatoria per ogni singolo caso. Di solito la tomografia computerizzata è prescritta per sospetta diffusione di cellule tumorali. Sfortunatamente, la tomografia computerizzata non è stata ampiamente diffusa nel nostro paese e, molto probabilmente, non sarà disponibile a breve, poiché la tomografia a raggi X è un carico di radiazioni significativo sull'intero corpo del paziente. Per questo motivo, non viene eseguito senza sufficienti ragioni per questo.
  3. Radiografia delle ossa del bacino e del torace. Una radiografia rivela la possibile diffusione di cellule tumorali nel torace. Le ossa piatte e le costole sono il 2 ° posto per la localizzazione principale delle cellule tumorali. Nonostante il fatto che il carcinoma della prostata sia diventato così diffuso solo nel 5% dei casi, i risultati dello studio mostrano che il cancro del polmone si forma nel 50% degli uomini con grave carcinoma della prostata.
  4. Imaging a risonanza magnetica. Insieme alla tomografia computerizzata, la risonanza magnetica (RM) conferisce al medico un'immagine tridimensionale del corpo del paziente. Questo metodo è comunemente usato per diagnosticare la diffusione delle cellule tumorali al tessuto osseo o ai linfonodi. Aiuta a stabilire il grado di sviluppo del cancro non solo localizzato, ma già diffuso.
  5. Biopsia linfonodale. La linfoadenectomia è il metodo migliore per determinare se il tumore si è diffuso ai linfonodi vicini. La sua essenza deriva dal fatto che i singoli nodi, situati vicino alla prostata, vengono rimossi, dopo di che vengono studiati al microscopio. Se altri test, ad esempio, l'esame radioisotopico del tessuto osseo o la tomografia computerizzata hanno rivelato che le cellule tumorali si sono diffuse ben oltre la prostata, allora la linfoadenectomia non viene eseguita. Tipicamente, tale analisi viene utilizzata per confermare i risultati dell'esame, indicando che il cancro si diffonde solo nella prostata.
  6. Laparoscopia. Usando l'anestesia locale, il chirurgo fa 2 incisioni minori lungo la parete addominale. Utilizzando un lungo strumento chirurgico con una camera in fibra ottica di piccole dimensioni (laparoscopio), il medico rimuove i linfonodi dalla regione pelvica del paziente mediante un'incisione. Successivamente vengono inviati per l'analisi istologica. Questo metodo è usato più spesso rispetto agli interventi chirurgici standard, perché per il paziente è più delicato.

Le cause dei tumori maligni della prostata negli uomini

La medicina scientifica non ha compreso appieno la questione delle cause che possono portare a tumori maligni.

Ci sono una serie di fattori che contribuiscono alla formazione delle cellule tumorali. Questo è:

  • Genetica. A livello scientifico, è stato dimostrato che gli uomini che hanno parenti affetti da cancro alla prostata sono a rischio. Questo fattore aumenta la probabilità della malattia due volte.
  • La ristrutturazione del corpo a livello ormonale. I rappresentanti del sesso più forte hanno un ormone maschile - il testosterone. Alcuni soffrono della sua carenza, e in alcuni è prodotto in quantità eccessive. Entrambe le situazioni portano a un funzionamento instabile del corpo. Una sovrabbondanza di testosterone può stimolare la crescita delle cellule tumorali.
  • Età. Negli uomini sopra i sessanta, il rischio di sviluppare il cancro alla prostata è in aumento significativo.
  • Dieta. Non c'è da meravigliarsi se dicono che una dieta sana aiuta a migliorare il lavoro di tutti i sistemi corporei. Gli uomini che monitorano la loro dieta, riducono significativamente la probabilità di un tumore maligno.

Il grado di malignità del carcinoma della prostata

È possibile determinare il grado di malignità conducendo un esame bioptico delle particelle tissutali del paziente. È responsabilità del patologo effettuare una diagnosi basata su un'analisi scientifica di elementi di tessuto microscopico.

La biopsia è una procedura indispensabile per diagnosticare il cancro. Aiuta a determinare con precisione quali cellule del tumore appena ritrovato sono: benigne o maligne.

Nel caso in cui uno specialista abbia stabilito che cellule tumorali sono presenti nel corpo del paziente, deve indicare nel suo rapporto il grado di malignità della malattia. Questo indicatore dipende da tre componenti:

  • un tipo di cellula tumorale;
  • il livello e il tasso di crescita del tumore;
  • diffondere ai tessuti adiacenti.

Il patologo utilizza nel suo lavoro due cellule: cancerose e sane. Per analisi comparativa, identifica le loro differenze. Quanto più la cellula malata ha differenze, tanto più aggressivo procede la malattia.

  1. Il primo grado viene diagnosticato se la cellula tumorale è quasi identica a quella normale.
  2. I gradi dal secondo al quarto hanno i seguenti segni: la composizione del tumore varia - alcune particelle sono simili al tessuto sano, altre invece differiscono in modo significativo.
  3. E l'ultimo, quinto grado, coinvolge gli ultimi stadi della progressione del cancro alla prostata. L'organo è completamente colpito, le cellule tumorali si trovano casualmente.

La scala di Gleason risponde alla domanda sulla successiva velocità di crescita di un tumore maligno. I patologi dicono: se viene diagnosticato un cancro e una scala inferiore a sei viene determinata su una scala, allora le probabilità di guarigione aumentano significativamente. Questo livello di malattia risponde bene al trattamento standard. Una laurea sopra i sei dà motivo di parlare della trascuratezza del cancro alla prostata e del suo rapido sviluppo.

Trattamento del tumore della prostata

A causa del fatto che la malignità si sviluppa lentamente, raramente è possibile rilevarla da soli. All'inizio, la prostata non infastidisce un uomo. Solo tra un paio d'anni un tumore maligno si farà sentire, poiché le occorrerà esattamente così tanto tempo per crescere due volte.

In alcuni casi, le cellule tumorali non si diffondono oltre la ghiandola prostatica. Questo riduce significativamente l'effetto della malattia sull'aspettativa di vita. Ma se la malattia sfortunata ha cominciato a influenzare altri organi, la prognosi di solito è deludente: i medici non danno più di tre anni.

Ci sono diverse opzioni di trattamento per il cancro alla prostata. Per alcuni pazienti, una combinazione di diversi metodi di trattamento è ottimale, ad esempio, la chirurgia e quindi il trattamento con radiazioni.

Che tipo di trattamento sceglierai tu e il tuo dottore dipende da diversi fattori: quanto cresce il tumore, quanto si è diffuso, la tua età e la salute generale, i benefici e i possibili effetti collaterali di un particolare trattamento.

Tattiche incinte per il carcinoma della prostata - un metodo utilizzato nelle prime fasi della malattia. Il trattamento non inizia fino a quando il tumore è piccolo, localizzato e non cresce ulteriormente. Allo stesso tempo, la persona è costantemente sotto la supervisione di un medico, passa regolarmente un esame del sangue per un marcatore che diagnostica il cancro alla prostata - PSA (antigene prostatico specifico) e subisce un'ecografia della prostata.

  • Crioterapia del carcinoma della prostata - distruzione del tumore a basse temperature. Secondo l'efficacia di questo metodo di trattamento è paragonabile alla radioterapia. I migliori risultati si ottengono se il tumore è di piccole dimensioni e la crioterapia è associata alla terapia ormonale.
  • La brachiterapia è un metodo alternativo per irradiare la prostata nelle prime fasi della malattia. L'essenza del metodo: sotto il controllo degli ultrasuoni, i granuli di iodio radioattivo vengono iniettati nella ghiandola prostatica, grazie ai quali si ottiene un'alta dose di radiazioni nell'area di ozlokachestvlenie, ei tessuti circostanti praticamente non ne soffrono. La procedura per l'introduzione delle capsule richiede circa un'ora e viene eseguita su base ambulatoriale, che la distingue da altri tipi di trattamento con radiazioni.
  • Terapia ormonale per tumori maligni della prostata. Poiché il carcinoma della prostata è un tumore ormono-dipendente, la terapia antiandrogenica (bloccando gli ormoni sessuali maschili) è efficace per alcuni pazienti. Di norma, la terapia ormonale per il cancro alla prostata viene utilizzata quando è impossibile utilizzare altri metodi di trattamento.
  • Chemioterapia per il cancro alla prostata. Quando la chirurgia e l'irradiazione dei tumori dell'adenoma prostatico non producono risultati, l'efficacia della terapia ormonale diminuisce gradualmente, e il tumore continua a diffondersi, la chemioterapia è prescritta al paziente. La chemioterapia è anche usata in caso di metastasi. Quando diagnosticato con metastasi del cancro alla prostata di solito si verificano nelle ossa. Per fermare la loro crescita e alleviare il dolore, viene prescritta la chemioterapia. Come suggerisce il nome, la chemioterapia viene utilizzata per distruggere le cellule cancerogene utilizzando sostanze chimiche - farmaci che combattono il cancro. Questi farmaci possono essere somministrati per via endovenosa o assunti in forma di pillola.

Effetti collaterali della chemioterapia

Sfortunatamente, il trattamento di chemioterapia per il cancro alla prostata può avere spiacevoli effetti collaterali, dal momento che i farmaci antitumorali sono tossici e nocivi non solo per le cellule tumorali, ma anche per quelle sane.

Gli effetti collaterali possono includere perdita di capelli, nausea, vomito, affaticamento, interruzione dell'intestino e ridotta immunità alle malattie infettive.

Il grado di manifestazione degli effetti collaterali in persone diverse è diverso. In alcuni, possono essere moderati, mentre in altri possono essere più pronunciati.

A volte la chemioterapia può alleviare i sintomi di un tumore grave, come il dolore che provoca. Tuttavia, ad oggi non ci sono prove che la chemioterapia possa prolungare la vita di uomini con tumore avanzato.

Nel trattamento del cancro alla prostata, la chemioterapia non ha un effetto così positivo come nel trattamento di altri tipi di cancro. Inoltre, alcuni effetti collaterali di questo trattamento possono solo portare a disagi, mentre altri possono portare a problemi più gravi, come, ad esempio, un'immunità alterata, una diminuzione della capacità del corpo di combattere l'infezione.

  • Intervento chirurgico - prostatectomia radicale - il principale metodo di trattamento per la diagnosi del carcinoma della prostata. Al giorno d'oggi, un'operazione può essere eseguita molto abilmente - usando tecniche moderne che permettono non solo di ridurre al minimo la perdita di sangue, ma anche di mantenere lo sfintere della vescica (e, allo stesso tempo, la capacità di trattenere l'urina normalmente) e la funzione sessuale. Tuttavia, la conservazione delle funzioni fisiologiche e la prognosi dopo l'intervento chirurgico dipendono dallo stadio del cancro alla prostata. La possibilità di vivere pienamente per circa 10 anni è per quelli (ma non per tutti) che sono stati sottoposti a intervento chirurgico nelle fasi iniziali, quando i linfonodi non erano ancora stati colpiti. Con una germinazione estesa, la remissione prolungata si verifica solo nel 40% di coloro che sono stati sottoposti a intervento chirurgico a causa di una diagnosi di cancro alla prostata. La prognosi è significativamente peggiorante - le metastasi a distanza sono inevitabili se i linfonodi sono già colpiti o si è verificata la germinazione delle vescicole seminali. A volte dopo l'intervento chirurgico, il cancro alla prostata, se c'è qualche dubbio che il tumore è stato completamente rimosso, vengono utilizzate radioterapia o terapia ormonale, ma quanto è efficace e se è necessario non è del tutto studiato.
  • La radioterapia. Con opzioni localizzate, i medici di solito lottano con la radioterapia. Questa procedura è usata per le metastasi. È necessario tenere conto del suo effetto sulle condizioni del paziente - un uomo di età non può subire un effetto collaterale da tale trattamento. Tutto dipende dalle condizioni generali. Se il paziente è in grado di sottoporsi a un intervento chirurgico, gli viene chiesto di rimuovere la ghiandola prostatica. Naturalmente, questa azione ha risultati positivi, perché l'attenzione è stata rimossa, il che impedisce la futura diffusione del cancro. Ma questo metodo ha conseguenze molto gravi, che possono persino portare all'impotenza. Gli uomini che hanno subito una tale operazione si lamentano spesso di incontinenza.
  • Prostatectomia. Questo metodo è adatto a giovani uomini che possono facilmente subire un intervento chirurgico. Se la radioterapia è stata utilizzata in precedenza, l'operazione non darà un risultato positivo. Ma dopo, questa terapia può migliorare notevolmente le prestazioni.

Come accennato in precedenza, il testosterone dà origine alla crescita delle cellule tumorali. Di conseguenza, dovrebbero essere presi speciali bloccanti ormonali maschili in modo che il trattamento possa procedere con maggiore successo.

farmaci

Farmaci che riducono la produzione di testosterone. I testicoli producono circa il 95% di tutti gli androgeni sotto forma di testosterone. Nei testicoli, è prodotto dalle cellule di Leydig in risposta alla stimolazione con un ormone speciale - l'ormone luteinizzante (LH), che viene creato dalla parte secretoria di un parto speciale del cervello - la ghiandola pituitaria. La ghiandola pituitaria, a sua volta, non "decide" sulla produzione dell'ormone luteinizzante stesso, ma "al comando" del più alto centro di regolazione ormonale del corpo umano, l'ipotalamo. Questo "comando" viene trasmesso sotto forma di ormone luteinizzante ormone dell'ipotalamo (LGRH).

Uno dei metodi ormonali di trattamento è che viene stabilito un blocco chimico che impedisce il passaggio dei segnali ai testicoli sulla necessità di produzione di testosterone. Alcuni farmaci, chiamati agonisti LHRH, possono interferire con questo percorso del segnale. Questi farmaci sono ormoni sintetici simili all'ormone naturale LHRH. Ma disabilitano il meccanismo di attivazione di LH, invece di lanciarlo, ei testicoli non ricevono un segnale per produrre testosterone.

I più famosi agonisti LHRH sono goserelina, triptorelina, leuprorelina. Vengono periodicamente introdotti nel corpo.

Trattamento di rimedi popolari

La medicina tradizionale offre molte ricette per tutte le malattie e, come si vede, il cancro alla prostata non fa eccezione. Tuttavia, gli esperti chiamano prima di iniziare a utilizzare qualsiasi prescrizione, per consultare il proprio medico.

Non tutte le piante sono così utili e innocue come potrebbe sembrare. Se una persona assume un farmaco allo stesso tempo, i risultati potrebbero essere imprevedibili.

Le malattie della prostata sono abbastanza ben curabili con metodi alternativi e popolari. Esistono diversi modi naturali per tenere sotto controllo la malattia e l'utilizzo del metodo immunoterapico del cancro alla prostata può ottenere una cura completa.

Ad esempio, i dipendenti dell'Università di Harvard hanno scoperto che il consumo di licopene (contenuto nei pomodori) del 45% riduceva il rischio di cancro alla prostata in 48.000 persone che consumavano almeno dieci porzioni di pomodori a settimana.

Il melograno riduce gli effetti delle tossine del cisplatino (un agente chemioterapico utilizzato dagli oncologi) sui reni e sul fegato. È confermato che un bicchiere di succo di melograno al giorno può rallentare il 67% dei tumori della prostata con metastasi nella fase progressiva. Esperimenti di laboratorio hanno dimostrato che il melograno è più efficace del paclitaxel (citostatico), il cui nome commerciale è Taxol, che viene usato per trattare il cancro dell'ovaio pancreatico.

Il melograno contiene molte sostanze che possono sopprimere le cellule cancerose, questi sono: flavonoidi, antociani, tannini (acido ellagico, quercetina, punicalagina). Uno degli antiossidanti più attivi del frutto è la punicaagina, che è considerata l'antiossidante naturale più potente. Il melograno contiene catechine simili alle catechine del tè verde.

L'ingrediente curativo del cardo è la silimarina, che viene prelevata dai semi di questa pianta. La silimarina ha proprietà chemioterapiche e riduce gli effetti collaterali di questa procedura. Causa cisplatino, paclitaxel e doxorubicina per essere più efficace nel trattamento del cancro alla prostata di grado 3 e 4. Cardo mariano aiuta anche a regolare il livello di estrogeni nel sangue e tumori ormono-dipendenti. Attualmente, la sua capacità non solo di prevenire ma anche di trattare il cancro dei testicoli e delle ovaie è nota.

In caso di cancro alla prostata, il trattamento popolare consiste principalmente nell'uso di ingredienti vegetali. I buoni effetti sono attribuiti ai coni di luppolo, da cui viene preparata la tintura (coni e alcol nel rapporto 1: 4) o decotto. Il brodo viene preparato al ritmo di 2 cucchiai di coni per mezzo litro di acqua bollente. La tintura ha assunto 40 gocce tre volte al giorno e mezzo bicchiere di brodo.

Anche i rimedi popolari contro il cancro alla prostata usano la celidonia. Questa pianta è parte di molte ricette di guarigione, ma c'è sempre un avvertimento sul dosaggio, perché il suo superamento può portare a conseguenze indesiderabili. Per preparare il tè con la celidonia, 1 cucchiaio di erbe tritate viene versato con tre litri di acqua bollente e infuso per 8 ore. Bere un decotto di 1 bicchiere caldo prima dei pasti del mattino e della sera, per 40 minuti.

Gli obiettivi principali sono l'attivazione di cellule mononucleate, aumentando il numero e l'attività delle cellule natural killer, migliorando la produzione di interferoni, un numero di citochine necessarie e fattori di protezione antitumorale non specifici. Tutto ciò, in definitiva, è volto a migliorare il riconoscimento del tumore da parte del sistema immunitario e la sua distruzione.

NOTA

L'immunoterapia dei tumori della prostata ha lo scopo di avviare il processo di guarigione naturale del corpo.

Prognosi per il recupero del cancro alla prostata

Statistiche sui tumori maligni e sul cancro alla prostata in Russia. Secondo le statistiche sui ransprostats in Russia, ogni anno il numero di casi aumenta dell'8% - 9% (che è di 34 mila nuovi casi).

  • Nel 2000, 37.442 pazienti con cancro alla prostata sono stati registrati negli ospedali russi e nel 2010 la percentuale è aumentata del 155% a 107942 pazienti.
  • Del numero totale di morti da neoplasie maligne negli uomini (dati del 2012), i tumori della prostata hanno rappresentato il 7,1%. In totale per quest'anno oltre 5250 persone sono morte a causa di vari tipi di malattie maligne.
  • Al momento, gli indicatori russi dell'aumento dell'incidenza del cancro alla prostata sono 4 volte più alti che negli Stati Uniti e 2,5 volte superiori a quelli della popolazione europea.
  • Nel cancro della prostata, la prognosi è spesso sfavorevole a causa del rilevamento tardivo e della comparsa precoce di metastasi multiple. Sfortunatamente, circa il 90% dei tumori della prostata viene rilevato nella fase III - IV.
  • La prostatectomia radicale, effettuata in uno stadio precoce del cancro in pazienti di età inferiore ai 70 anni, fornisce una sopravvivenza di 10-15 anni. In generale, dopo un ciclo di trattamento, il tasso di sopravvivenza allo stadio I-II è dell'85%, allo stadio III -50%, allo stadio IV - 20%.

La sessualità e l'attività fisica sono possibili nel cancro alla prostata?

Il sesso con il cancro alla prostata è possibile. Tuttavia, il trattamento non esclude vari effetti collaterali, tra cui l'impotenza sessuale.

IMPORTANTE DA SAPERE
Sbiadire l'interesse per il sesso può essere un effetto collaterale di un'operazione di rimozione testicolare (orchidectomia) o trattamento ormonale.

Alcuni uomini temono che, avendo rapporti sessuali con il cancro alla prostata, possano trasmettere la malattia attraverso lo sperma al loro partner. Un tumore maligno non è contagioso e non può essere trasmesso ad un'altra persona.

Per quanto riguarda l'attività fisica nel carcinoma della prostata, è un passo importante verso il ripristino della salute. Ma prima dell'esercizio, dovresti concordare un piano di allenamento con il tuo medico.

Gli esercizi per il cancro alla prostata, prima di tutto, dovrebbero mirare al rafforzamento dei muscoli pelvici. Il carico dovrebbe essere piccolo, ma costante.

I tipi più sicuri e più vantaggiosi di attività fisica per il cancro alla prostata:

  • nuoto;
  • camminare a ritmo sostenuto;
  • cyclette;
  • aerobica leggera nel gruppo di terapia fisica;
  • Esercizi di Kegel per la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico e una migliore ritenzione di urina. Quando l'incontinenza urinaria da cyclette o sport acquatici è meglio astenersi.

prevenzione

Per aiutare il tuo corpo ad affrontare problemi inutili e ridurre il rischio di cancro, è necessario ricordare:

  1. Sondaggio annuale L'individuazione tempestiva di tumori maligni nella prostata aumenterà significativamente le possibilità di recupero. (I primi stadi possono essere trattati molto bene.) Le persone con più di 40 anni e coloro che hanno avuto il cancro alla prostata in famiglia dovrebbero fare un esame rettale ogni anno e fare un test per rilevare il cancro asintomatico.
  2. Corretta alimentazione Le carni grasse e il cibo di origine animale dovrebbero essere esclusi dalla dieta. (Dovrebbe essere il cibo vegetale preferito).
  3. Attività sportive È stato scientificamente provato che le persone che si allenano almeno uno ogni 15 minuti allo stress fisico riducono il rischio di sviluppare il cancro alla prostata nei loro corpi.

Molti uomini hanno paura o vergogna prima di visitare un medico, perché la ghiandola della prostata è responsabile della produzione di liquido seminale. Ma non dimenticare che la diagnosi di alta qualità e tempestiva salva la vita. Ogni rappresentante del sesso forte dovrebbe decidere da solo che la cura della salute della prostata è una procedura obbligatoria.

ATTENZIONE

La prevenzione del cancro della prostata deve essere coerente e quotidiana. Solo allora ridurrà il rischio di un tumore.

Gli uomini a cui è stato diagnosticato un tumore dell'adenoma prostatico dovrebbero:

  • Mantenere un peso sano.
  • Monitorare l'assunzione di calcio. Non assumere dosi superiori all'assunzione giornaliera raccomandata (più di 1500 mg di calcio al giorno).
  • Ci sono più pesci - i dati di diversi studi dimostrano che il pesce può aiutare a proteggere dal cancro alla prostata perché ha omega "grassi buoni".
  • Evitare gli acidi grassi trans (presenti nella margarina).
  • Evitare di fumare e bere alcolici con moderazione (1-2 bicchieri al giorno).
  • La prevenzione del cancro alla prostata negli uomini include la restrizione dei multivitaminici. Troppe vitamine, specialmente l'acido folico, possono nutrire il cancro, e mentre gli integratori multivitaminici non sono suscettibili di essere dannosi. E se segui una dieta sana con abbondanza di frutta, verdura, cereali integrali, pesce e oli sani, non saranno necessari multivitaminici per uomini.

Corretta alimentazione

La salute umana dipende dalla qualità del cibo. I prodotti nocivi influenzano negativamente molti sistemi del corpo vitale. Gli oncologi sostengono che il trattamento produrrà l'effetto migliore se il paziente avrà bisogno di tempo per rivedere la sua dieta. Da ciò dipenderà la forza dell'immunità, e quindi la capacità di combattere il nemico interno.

Come migliorare la tua dieta? Gli scienziati consigliano quanto segue:

  1. L'acqua è una fonte di salute. Ogni persona ha bisogno di due litri di liquidi al giorno. L'acqua può essere sostituita con succhi, composte o bevande a base di latte. Ma tè e caffè non appartengono a questa lista. Il trattamento del cancro ha molti effetti collaterali, tra cui la disidratazione. Ciò significa che l'acqua è semplicemente necessaria per i pazienti con tumori maligni della prostata.
  2. Le proteine ​​dovrebbero essere alla base dell'intera dieta. I tessuti del corpo umano sono costituiti da una struttura proteica. Per il loro corretto e sano recupero, è necessario consumare questa materia organica nel calcolo di 1,1 - 1,3 proteine ​​per chilogrammo di peso. Gli alimenti ricchi di proteine ​​comprendono latticini, carne, uova.
  3. Piena nutrizione I bisogni di ogni persona sono diversi. Dipende dal peso, dal tasso metabolico, dal desiderio di recuperare. Ma in media si calcola che per ogni chilogrammo di peso un malato di cancro ha bisogno di consumare 33 calorie al giorno. Questo indicatore può essere aumentato se il paziente soffre di una rapida perdita di peso.
  4. Complessi vitaminici Anche un corpo completamente sano a volte soffre di una mancanza di un elemento traccia. E i malati di cancro ancora di più. Con l'aiuto di complessi multivitaminici, puoi soddisfare il tuo bisogno quotidiano di nutrienti.
  5. L'aiuto di un nutrizionista professionista. Una visita a tale specialista non interferirà, poiché scriverà una razione giornaliera in dettaglio.