Principale
Prevenzione

Antibiotici per prostatite cronica

La prostatite è una malattia maschile caratterizzata da un processo infiammatorio nei tessuti della prostata. I nostri antenati chiamavano la prostata il secondo cuore di un uomo, perché il succo secreto da esso diluisce lo sperma. Inoltre, la ghiandola prostatica è coinvolta nel metabolismo, contribuendo allo sviluppo degli ormoni sessuali maschili. Ciò significa che è responsabile della sessualità, della mascolinità e del coraggio del sesso più forte.

La prostatite può svilupparsi a causa dell'ingestione di uomini di vari microrganismi: batteri, virus, funghi. Il trattamento della malattia deve svolgere due compiti: ridurre l'infiammazione ed eliminare l'agente patogeno. Spesso, solo gli antibiotici possono far fronte ai batteri patogeni, quindi la terapia antibiotica è un componente importante nell'eliminazione della prostatite cronica. A proposito di cosa è meglio prendere farmaci per l'infiammazione della ghiandola prostatica, descriviamo di seguito.

Caratteristiche del trattamento della prostatite cronica

Oggi c'è una vasta selezione di agenti antibatterici ad ampio spettro per aiutare a sradicare un agente patogeno specifico. Tuttavia, prima di iniziare il trattamento, è necessario sottoporsi ad un esame e identificare il tipo di agente causale della prostatite. Per fare questo, prendi il succo della prostata per l'esame citologico. La scelta del farmaco antibatterico dipenderà dalla forma della prostatite, dallo stadio della malattia e dalle condizioni generali del paziente.

La prostatite cronica è caratterizzata da un decorso recidivante. Si verifica, di regola, dopo processi infiammatori acuti non trattati nella prostata. La scelta dell'antibiotico per il trattamento di una malattia dipenderà da diversi motivi. Non è un segreto che diversi tipi di agenti antibatterici hanno una diversa capacità di penetrare nella membrana della ghiandola prostatica e accumularsi in essa, eliminando l'infiammazione. Pertanto, l'analisi della sensibilità dei microrganismi a un particolare mezzo nella nomina di antibiotici per il trattamento della prostatite è obbligatoria. Inoltre, durante la terapia, non è possibile assumere alcolici, poiché ha un impatto negativo sull'effetto degli agenti antibatterici.

In parallelo con il trattamento con antibiotici, il paziente deve prendere misure globali per migliorare il lavoro della ghiandola prostatica. Questi includono fisioterapia e massaggio, oltre a una nutrizione terapeutica aggiuntiva, che include vitamine e oligoelementi.

Antibiotici usati per trattare la prostatite cronica

Scopriamo quali farmaci aiuteranno a superare questa spiacevole malattia. Quindi, per il trattamento della prostatite, vengono utilizzati i seguenti gruppi di antibiotici:

  1. Penicilline - Amoxicillina, Amoxiclav. Questi farmaci hanno un ampio spettro di azione, distruggendo molti batteri patogeni. Una dose singola per l'uso è 250-500 mg. Fai due o tre volte al giorno.
  2. Tetracicline - Doxycycline, tetraciclina. I preparati di questa serie di antibiotici sono prescritti principalmente per prostatite causata da micoplasma o clamidia. Assumere 250 mg 4 volte al giorno, ogni 6 ore. La dose sola di Doxycycline è 100 mg, la ricezione è effettuata 2 volte al giorno.
  3. Le cefalosporine - hanno un ampio spettro d'azione, eliminano bene l'infezione anaerobica, i batteri gram-positivi e gram-negativi (stafilococco, streptococco, E. coli, bacillo dell'emofilo, proteo). Gli antibiotici più famosi di questa serie sono Ceftriaxone, Cefuroxime. Una dose singola e giornaliera del primo farmaco è di 1-2 g, poiché il farmaco viene somministrato per via intramuscolare 1 volta al giorno. Cefuroxime è anche rilasciato iniezioni, l'assunzione è divisa in 3 volte 750-1500 mg.
  4. Fluoroquinoloni - Ofloxacina, ciprofloxacina. Questi antibiotici efficaci differiscono nel fatto che penetrano bene nel tessuto della ghiandola prostatica. Utilizzato per rilevare stafilococco, streptococco, gonococco, Escherichia coli, clamidia, micoplasma, ureaplasma, gardnerella. Ofloxacin è disponibile in capsule, una singola dose del farmaco - 200-400 mg, 1 volta al giorno. La ciprofloxacina può essere somministrata in compresse e soluzioni iniettabili. Una singola dose è 200-400 mg, l'assunzione è divisa in 2 volte.
  5. Macrolidi - Jozamicina, Azitromicina (Sumamed). Durante il trattamento, hanno la capacità di accumularsi nel tessuto della ghiandola prostatica, mentre non sono tossici. Utilizzato nel trattamento della gonorrea, clamidia, micoplasmosi, ureaplasmosi. Dzhozamitsin - la medicina che è fatta uscire nella forma di targhe. Singola dose - 250-750 mg, suddivisa in 3 dosi. Azitromicina (Sumamed) può essere sotto forma di compresse e iniezioni per soluzioni. Una singola dose di 150-300 mg, presa 1 volta al giorno.
  6. Aminoglicosidi - Gentamicina, Kanamicina, 5-NOK. Questi antibiotici utilizzati per la prostatite hanno un ampio spettro di azione. La gentamicina è disponibile come soluzione iniettabile. È entrato al tasso di 2-5 mg per 1 kg di peso, l'assunzione è divisa in 1-3 volte. La kanamicina è anche una soluzione per l'iniezione. Singola dose di 500 mg. Applicare 2-4 volte al giorno. 5-NOK - pillole che bevono 100-200 mg, 4 volte al giorno.

La scelta dell'antibiotico per la prostatite cronica deve essere affidata al medico curante!

Gli antibiotici più efficaci per la prostatite acuta e cronica negli uomini

Quando viene indicato un trattamento antibiotico?

La prostatite è classificata in due gruppi: infettivi e non infettivi. A sua volta, la forma infettiva della malattia può essere batterica e non batterica.

Gli antibiotici sono utilizzati nel trattamento della prostatite batterica, anche con la sintomatologia debole. Inoltre, possono essere utilizzati come terapia di prova per la natura non infettiva dell'occorrenza della malattia.

Gli antimicrobici aiutano a distruggere rapidamente l'infezione batterica che ha causato il processo infiammatorio. Gli antibiotici con prostatite ad ampio spettro aiutano anche a prevenire complicanze e altre malattie del sistema urogenitale.

Elenco di gruppi antibiotici

L'elenco dei gruppi di farmaci usati nella prostatite acuta e cronica comprende penicilline, cefalosporine, aminoglicosidi, tetracicline, fluorochinoloni.

penicilline

Tutti i farmaci del gruppo della penicillina sono battericidi, con un ampio spettro di azione. Sono popolari a causa del basso prezzo e della possibilità di usare a casa.

La penicillina è il farmaco più comune per la prostatite cronica. Preparati contenenti penicillina - Amoxicillina, Amoxiclav hanno una buona efficacia.

L'amoxicillina per la prostatite è prescritta per l'uso sotto forma di capsule, iniezioni o sospensioni, che consente di trattare la malattia a casa. Il principio attivo del farmaco è attivo contro cocchi gram-negativi e gram-positivi, bastoncini e anaerobi.

L'amoxiclav è una nuova generazione di farmaci, efficace contro lo stafilococco, l'escherichia coli, l'enterococco e molti altri.

Amoxiclav: vantaggi e svantaggi

Amoxiclav - un antibiotico ad ampio spettro, con il principio attivo principale amoxicillina più acido clavulanico. Il farmaco appartiene al gruppo delle penicilline.

Il principale vantaggio del farmaco Amoxiclav nel trattamento della prostatite è che combatte efficacemente i batteri che producono enzimi beta-lattamasi. Ciò consente di avere un marcato effetto battericida contro un'ampia gamma di microrganismi patogeni.

Oggi, Amoxiclav è uno dei migliori antibiotici nel trattamento della prostatite tra le penicilline. Ti permette di sbarazzarti di tali batteri che causano la prostatite, come: gonococchi, enterobatteri, enterococchi, Klebsiella, Proteus, seratia, E. coli e alcuni altri.

Il farmaco è stato sviluppato dalla famosa società farmaceutica SmithKline Beecham Pharmaceuticals. Pertanto, non puoi preoccuparti della qualità e della sicurezza del farmaco.

Un altro vantaggio del farmaco Amoxiclav è la sua attività selettiva contro le cellule batteriche. Cioè, riconosce le cellule patogene e le distrugge, e i tessuti sani non sono danneggiati.

Il vantaggio del farmaco è il suo prezzo relativamente basso.

Lo svantaggio principale del farmaco nel trattamento della prostatite può essere considerato la sua bassa efficacia contro tali ceppi batterici come: ureaplasma, micoplasma, clamidia e pseudomonadi. Pertanto, nonostante Amoxiclav sia una semisintetica aminopenicillina protetta dall'acido clavulanico, può essere inefficace nel trattamento della prostatite causata da flora atipica o resistente.

Un altro ovvio svantaggio di Amoxiclav è che può innescare una serie di effetti collaterali, tra cui nausea, diarrea, vomito, bruciore di stomaco, problemi al fegato e ai reni, reazioni allergiche, l'aggiunta di un'infezione fungina, ecc.

cefalosporine

I farmaci antibatterici di questo gruppo sono spesso utilizzati in ospedale poiché sono prodotti solo per uso parenterale. I farmaci in questo gruppo sono attivi contro i gram-positivi e leggermente meno attivi contro i batteri gram-negativi, gli anaerobi.

Nel trattamento dell'infiammazione della ghiandola prostatica, gli antibiotici più comunemente usati in questo gruppo sono Ceftriaxone e Cefotaxime. La loro caratteristica distintiva è l'alta attività in relazione a streptococchi, pneumococchi, gonococchi e meningococchi, bacilli intestinali e emofilici, infezioni della Moraxella catarrhalis.

Cefotaxime: vantaggi e svantaggi

Cefotaxime è un antibiotico ad ampio spettro del gruppo delle cefalosporine di terza generazione con il principale ingrediente attivo Cefotaxime.

Il principale vantaggio del farmaco Cefotaxime è il suo ampio raggio d'azione rispetto alle cefalosporine di precedente generazione, poiché ha un'elevata resistenza ai beta-lattamici. Pertanto, Cefotaxime può essere prescritto per il trattamento della prostatite complicata.

Il farmaco è attivo contro la maggior parte dei batteri che provocano la prostatite, tra cui: E. coli, gonococchi, enterobatteri, Klebsiella, Proteus, Staphylococcus aureus. Cefotaxime può aiutare a sbarazzarsi della malattia, anche quando non vi è alcun effetto dal trattamento con tetracicline, penicilline e aminoglicosidi. Spesso è usato nel trattamento della prostatite.

È inoltre necessario notare un tale plus del medicinale come assenza di controindicazioni al suo uso, ad eccezione della reazione di ipersensibilità alle cefalosporine.

Il prezzo del farmaco non è alto.

Uno degli svantaggi del farmaco può essere chiamato il fatto che è permesso di essere utilizzato solo per la somministrazione parenterale. Il farmaco non è disponibile in compresse o capsule, cioè la somministrazione orale non è disponibile.

Il trattamento con Cefotaxime viene eseguito solo in ospedale.

Un altro svantaggio di Cefotaxime è la presenza di effetti collaterali, tra cui: reazioni locali alla somministrazione del farmaco, eruzioni cutanee, anomalie nel funzionamento del tratto gastrointestinale, colite pseudomembranosa, mal di testa, ecc.

aminoglicosidi

Questo gruppo di antibiotici si riferisce a farmaci a lungo utilizzati per la prostatite. Antibiotici ad ampio spettro, che vengono utilizzati per il trattamento delle lesioni della prostata: Kanamicina, Gentamicina, Amikacina.

Lo svantaggio di questo gruppo di farmaci è la loro maggiore tossicità.

Gentamicina: vantaggi e svantaggi

La gentamicina è un farmaco antibatterico ad ampio spettro del gruppo degli aminoglicosidi.

Il principale vantaggio del farmaco è la sua elevata attività antibatterica contro la flora gram-negativa, che può provocare lo sviluppo di prostatite, ad esempio contro Salmonella, enterobacter, Klebsiella, Proteus, pseudomonadi, ecc.

Il farmaco viene rapidamente assorbito nel sangue e già un'ora dopo la sua introduzione nel plasma, si osserva la sua concentrazione terapeutica.

Un vantaggio significativo del farmaco è il suo basso prezzo.

Uno dei principali inconvenienti del farmaco Gentamicina è il suo limitato raggio d'azione, cioè, rispetto ad alcuni ceppi di batteri che causano la prostatite, sarà inefficace. Pertanto, è più spesso usato nel complesso trattamento dell'infiammazione della prostata.

Gli svantaggi del farmaco includono il fatto che è somministrato solo per via parenterale. La somministrazione orale del farmaco non è possibile.

Inoltre, la gentamicina è i suoi numerosi effetti collaterali, tra cui: vomito, nausea, anemia, leucopenia, oliguria, insufficienza renale, mal di testa, sonnolenza aumentata, deficit uditivo, ecc.

Il farmaco ha controindicazioni all'uso, ad esempio, della neurite del nervo uditivo, disturbi dei reni.

tetracicline

La tetraciclina viene utilizzata più spesso con la prostata rispetto ad altri farmaci del gruppo tetraciclina. È usato esternamente sotto forma di unguento e per via orale sotto forma di compresse.

L'antibiotico distrugge streptococchi, stafilococchi, shigella, salmonella, clamidia e altri batteri patogeni. La tetraciclina viene rapidamente assorbita negli organi, il farmaco viene escreto nelle feci e nelle urine.

La tetraciclina non ha controindicazioni dirette per gli uomini, ma può avere un effetto negativo sul tratto digestivo.

I preparati del gruppo delle tetracicline sono stati usati sempre meno negli ultimi anni, poiché hanno un gran numero di effetti collaterali. L'eccezione è Doxycycline (Unidox Solutab), che è tollerato dai pazienti un po 'più facilmente.

Unidox Solutab: vantaggi e svantaggi

Unidox Solutab è un farmaco antibatterico ad ampio spettro del gruppo delle tetracicline. Il principale ingrediente attivo è la doxiciclina.

Unidox Solutab è praticamente l'unico farmaco del gruppo tetraciclina che i proctologi moderni usano per trattare la prostatite, dal momento che è più facilmente tollerabile dai pazienti.

Unidox Solutab ha attività antibatterica contro ureaplasma, micoplasma, clamidia, Klebsiella, enterobatteri, pseudomonadi ed E. coli.

Un altro vantaggio del farmaco è la sua elevata biodisponibilità, che è al 100%. Già mezz'ora dopo la prima somministrazione, la ghiandola prostatica concentrerà quella dose della sostanza medicinale, che è necessaria per fornire un effetto terapeutico.

Unidox Solutab si presenta sotto forma di compresse dispersibili, il che rende il farmaco molto conveniente.

Il prezzo del farmaco non è molto alto.

Lo svantaggio principale del farmaco Unidox Solutab è che è resistente a tali possibili agenti causali della prostatite come: Proteo, serrata, alcuni ceppi di pseudomonadi, acinetobacter, enterococchi simbiotici. Inoltre, la resistenza a Unidox Solutab, che si verifica nel trattamento della prostatite, sarà estesa ad altri farmaci dal gruppo delle tetracicline. Pertanto, in alcuni casi, è necessario sostituire il farmaco con un antibiotico radicalmente diverso.

Un altro svantaggio del farmaco è che non è prescritto per il trattamento di persone con gravi disturbi dei reni e del fegato, con malattia da porfirina e ipersensibilità alle tetracicline.

Un altro inconveniente del farmaco Unidox Solutab è gli effetti collaterali che possono verificarsi dopo averlo assunto, tra cui: anoressia, nausea, diarrea, enterocolite, reazioni allergiche, danno epatico, anemia, eosinofilia, aumento della ICP, ecc.

fluorochinoloni

I fluorochinoloni possono essere prescritti se la prostatite batterica è caratterizzata da una forma cronica di perdita, poiché facilmente penetrano nel tessuto prostatico e hanno un effetto prolungato sul corpo. Il loro uso dà un buon effetto contro i microrganismi gram-positivi e gram-negativi, micoplasma, clamidia, micobatteri.

Antibiotici di questo gruppo, il più usato per le prostatiti: Ciprofloxacina (Ciprinol, Ciprobay), Levofloxacina (Tavanic, Elefloks), Ofloxacina (Zanotsin).

Zanotsin: vantaggi e svantaggi

Zanozin è un farmaco antibatterico ad ampio spettro con il principale ingrediente attivo - Ofloxacina. La zanocina appartiene ai fluorochinoloni di seconda generazione.

La zanocina è il farmaco di scelta nel trattamento della prostatite. Il principale principio attivo penetra perfettamente nel tessuto e nel segreto della ghiandola prostatica e copre una vasta gamma di patogeni della prostatite.

Un importante vantaggio della droga La zinotina è la sua alta attività contro la maggior parte dei microbi gram-negativi del gruppo intestinale (E. coli, Klebsiella, Proteus, enterobacter), nonché contro pseudomonadi, trichomonadi, ureaplasma, micoplasma e altri agenti causali della prostatite. I ceppi batterici resistenti agli antibiotici di altri gruppi sono sensibili alla zanocina.

Il vantaggio indiscusso di Zanotsin è che può essere usato quando si esegue una terapia antibatterica complessa, cioè è prescritto con cefalosporine, macrolidi, antibiotici beta-lattamici.

Il farmaco è disponibile in due forme: compresse e nella forma di una soluzione per infusione. Tuttavia, ha una biodisponibilità equivalente quando somministrata per via orale e parenterale, pertanto non è necessario un aggiustamento della dose.

La fascia di prezzo del farmaco è nella media.

Sebbene la Zanocina sia la medicina di scelta per il trattamento della prostatite, alcuni ceppi di batteri possono resistere ad essa. Pertanto, si raccomanda di utilizzare farmaci a base di ofloxacina nel trattamento dell'infiammazione non complicata della prostata.

Un altro svantaggio del farmaco è la presenza di effetti collaterali, tra cui: nausea, vomito, diarrea, affaticamento, aumento della pressione intracranica, tachicardia, anemia, leucopenia, alterazione della funzionalità renale, ecc.

Il prossimo svantaggio del farmaco è la sua capacità di interagire con altri farmaci, che spesso porta ad un aumento degli effetti collaterali. Ad esempio, è impossibile combinare l'assunzione di Zanocina e Teofillina, poiché ciò causerebbe un brusco calo della pressione sanguigna. Un apporto simultaneo di Zanocina con FANS aumenta i suoi effetti collaterali contro il sistema nervoso centrale.

La zanocina non è prescritta per il trattamento della prostatite nelle persone con ipersensibilità ai fluorochinoloni, non può essere utilizzata per il trattamento di bambini e adolescenti di età inferiore ai 18 anni.

macrolidi

I macrolidi sono usati raramente, poiché non ci sono studi che confermino la fattibilità del loro uso nella prostatite, tuttavia sono poco tossici e molto attivi contro un numero di batteri, in particolare la clamidia e il micoplasma. Nomi commerciali di antibiotici di questo gruppo: azithromycin (Zitrolid, Sumamed), clarithromycin (Fromilid).

Lo schema di trattamento di prostatitis con antibiotici

Per curare efficacemente un disturbo, è necessario fare una diagnosi che mostri il tipo di batteri che causano la malattia in un particolare paziente, la loro sensibilità ai farmaci. Sulla base dei risultati del test, il medico prende una decisione su come trattare la prostatite cronica o una forma acuta della malattia.

Solo una vasta gamma di farmaci e procedure aiuterà ad alleviare l'infiammazione della ghiandola prostatica, se la malattia appare a causa dell'ingresso di batteri.

Il regime di trattamento per la prostatite comprende:

  • prendere antibiotici per eliminare i batteri;
  • l'uso di droghe per migliorare la circolazione sanguigna, ridurre gli stati di stagnazione (pentossifillina);
  • assumere farmaci anti-infiammatori per alleviare il dolore e ridurre l'edema ghiandolare (non steroideo: Diclofenac, Meloxicam, Nimesulide o ormonale: Prednisolone, Prednisone, Solyudrol);
  • sostanze che regolano il sistema immunitario (Taktivin, Timalin, Levamisol);
  • vitamine A, B, E, C;
  • oligoelementi: selenio, zinco, magnesio;
  • sedativi (Afobazol, Miaser);
  • erbe medicinali (mirtillo rosso, sambuco, erba di San Giovanni, consolida maggiore, verga d'oro);
  • massaggio prostatico per alleviare l'infiammazione, sbarazzarsi delle secrezioni stagnanti;
  • esercizio per stimolare la circolazione sanguigna.

Schema nella forma acuta di patologia

Il trattamento viene effettuato in ospedale o sotto controllo medico a domicilio. Vengono utilizzati i seguenti farmaci complessi: cefalosporine (Ceftriaxone, Cefotaxime), tetracicline (Rondomicina, Tetraciclina) e con una diminuzione dell'infiammazione - fluorochinoloni (Levofloxacina, Ofloxacina). Per un effetto più rapido, l'urologo può prescrivere due antibiotici.

Il risultato di terapia in infiammazione acuta, di regola, è immediatamente visibile, ma è assolutamente impossibile smettere di prendere le medicine. è necessario seguire il corso e osservare rigorosamente i dosaggi per evitare che il processo infiammatorio si trasformi in una forma cronica. Se segui rigorosamente tutte le raccomandazioni dell'urologo, la malattia scomparirà per sempre e non ritornerà.

Schema per prostatite cronica

La malattia di ghiandola cronica pigra è osservata molto più spesso. I periodi di calma sono sostituiti dalle esacerbazioni. La prostatite cronica è trattata? La prognosi è meno confortante rispetto al caso di infiammazione acuta. I risultati della terapia sono più deboli: la patologia modifica la struttura dei tessuti della ghiandola in modo che l'antibiotico non si soffermi su di loro per molto tempo.

I preparati sono prescritti, data la natura e il grado di sensibilità della microflora. I farmaci ad alte prestazioni di un ampio spettro di attività, in particolare cefalosporine (Ceftriaxone) e macrolidi (Roxithromycin, Vilprafen, Azithromycin), fluorochinoloni (Norfloxacina, Ofloxacina) sono altamente efficaci. Il tasso minimo - un mese, tuttavia, spesso passa diversi cicli con interruzioni. È impossibile interrompere il trattamento quando si migliora la condizione: i cambiamenti per il meglio possono essere ingannevoli.

Lifebuoy o eliminazione accelerata di prostatitis con antibiotici

Il termine prostatite significa malattia infiammatoria-infettiva della ghiandola prostatica, isolato o combinato con danni alle vescicole e al tubercolo seminali, così come l'uretra (la sua parte posteriore).

La malattia può essere acuta (di solito si verifica da 30 a 50 anni) e cronica.

L'obiettivo del trattamento sarà l'eliminazione dei sintomi clinici e una riduzione del rischio di complicanze, così come il ripristino completo della funzione copulativa e della fertilità. Gli antibiotici per la prostatite e l'adenoma sono prescritti per eliminare il fattore batterico eziologico. La terapia antimicrobica per l'adenoma viene anche utilizzata in caso di ospedalizzazione programmata in un ospedale chirurgico, al fine di prevenire le complicanze infettive e infiammatorie postoperatorie.

I principali sintomi della prostatite saranno:

  • dolore acuto, fastidioso, fastidioso nel perineo, radiante al retto, testicoli, glande al pene, al sacro, raramente - nella parte bassa della schiena;
  • disturbi disurici, specialmente al mattino, sensazione costante di svuotamento incompleto della vescica;
  • secrezione di secrezione non abbondante dopo la minzione;
  • aumento del dolore durante la permanenza prolungata in posizione seduta e riduzione dopo la deambulazione;
  • disturbi erettili, eiaculazione precoce, impotenza;
  • violazione della condizione generale, nervosismo, riduzione delle prestazioni, insonnia.

Quando confermano la diagnosi, si basano sui risultati di un esame digitale, indicatori di un'analisi generale del sangue e delle urine, secrezione della ghiandola prostatica, un test bicolore dopo massaggio, spermogrammi, profili ormonali e ultrasuoni. Se necessario, condurre il differenziale. diagnostica con adenoma condurre una biopsia.

Droghe di scelta o i migliori antibiotici per gli uomini con prostatite

Il "gold standard" del trattamento è fluorochinoloni.

Ciprofloxacina (Digran, Digran OD, Tsiprobay, ecc.)

Agente antibatterico con un ampio spettro di effetti antimicrobici, che è dovuto alla sua capacità di inibire la DNA girasi di agenti patogeni, interrompendo la sintesi del serbatoio. DNA e porta a cambiamenti irreversibili nella parete microbica e morte cellulare.

La ciprofloxacina non ha effetti sul differenziale ureaplasma, treponema e clostridium.

L'antibiotico è controindicato:

  • fino a diciotto;
  • in presenza di colite causata dal ricevimento di agenti antimicrobici nella storia;
  • in caso di ipersensibilità individuale ai fluorochinoloni;
  • pazienti con porfiria, grave insufficienza renale ed epatica;
  • contemporaneamente con tizanidina;
  • epilettici e persone con gravi lesioni al SNC;
  • in violazione della circolazione cerebrale;
  • nei pazienti con lesioni dei tendini associati ai fluorochinoloni.

Caratteristiche dell'appuntamento di Ciprofloxacina

Per ridurre il rischio di eventi avversi raccomandati al momento del trattamento:

  • eliminare lo sforzo fisico e l'eccessiva insolazione;
  • utilizzare alte creme SPF;
  • aumentare il regime di bere.

La ciprofloxacina non è associata a farmaci antinfiammatori non steroidei, a causa dell'alto rischio di convulsioni. È anche in grado di potenziare l'effetto tossico sui reni della ciclosporina.

Quando combinato con tizanidina, è possibile un forte calo della pressione sanguigna, fino al collasso.

L'applicazione durante la terapia con anticoagulanti può causare sanguinamento. Migliora l'effetto delle pillole ipoglicemizzanti, aumentando il rischio di ipoglicemia.

Quando combinato con glucocorticosteroidi, l'effetto tossico dei fluorochinoloni sui tendini è migliorato.

In combinazione con beta-lattamici, aminoglicosidi, metronidazolo e clindamicina, si osserva un'interazione sinergica.

Effetti avversi del trattamento

  • violazione del tratto gastrointestinale;
  • nevrosi, ansia, allucinazioni, incubi, depressione;
  • rotture di tendini, artralgia, mialgia;
  • aritmia;
  • perversione del gusto, riduzione dell'olfatto, alterata acuità visiva;
  • nefrite, disfunzione renale, cristalluria, ematuria;
  • ittero colestatico, epatite, iperbilirubinemia;
  • diminuzione del numero di piastrine, leucociti, anemia emolitica;
  • fotosensibilità;
  • perdita dell'udito (reversibile);
  • abbassare la pressione sanguigna;
  • colite e diarrea.

Calcolo della dose e durata del trattamento

Da 500 a 750 milligrammi due volte al giorno. Con l'uso di farmaci con azione prolungata (Tsifran OD 1000 mg) è possibile una dose singola. La dose massima giornaliera è di 1,5 grammi.

Nel caso di una forma grave della malattia, il trattamento inizia con la somministrazione endovenosa, con un'ulteriore transizione alla somministrazione orale.

La durata del trattamento dipende dalla gravità della malattia e dalla presenza di complicanze. Un corso standard di terapia varia da dieci a 28 giorni.

Come trattare la prostatite batterica (acuta e cronica) negli uomini con antibiotici?

Per l'eradicazione del patogeno e l'eliminazione del processo infiammatorio utilizzare una vasta gamma di farmaci che funzionano contro i patogeni più comuni.

Uso consigliato:

I) fluorochinoloni:

  • Norfloxacina (Nolitsin, Norbaktin);
  • Ciprofloxacina (Tsiprolet, Tsiprobay, Tsifran OD, Tsiprinol, Quintor, Kvipro);
  • Levoflokstsina (Tavanik, Glevo, Levolet P);
  • Ofloxacina (Tarivid, Zanonin OD);
  • Moxifloxacina (Avelox).

II) Fluoroquinoloni in combinazione (i migliori antibiotici per la prostatite causata da infezioni miste):

  • Ofloxacina + Ornidazolo (Ofor, Polymik, Kombifloks);
  • Ciprofloxacina + Tinidazolo (Tsifran ST, Tsiprolet A, Tsiprotin, Zoksan TZ);
  • Ciprofloxacina + Ornidazolo (Orcipol).

III) Cefalosporine:

  • Cefaclor (Vertsef);
  • Cefuroxime Axetil (Zinnat);
  • Cefotaxime (Cefabol);
  • Ceftriaxone (Rofecin);
  • Cefoperazone (Medocef, Cefobite);
  • Ceftazidim (Fortum);
  • Cefoperazone / Sulbactam (Sulperazon, Sulzonzef, Buckperazon, Sultsef);
  • Cefixime (Suprax, Sorcef);
  • Ceftibuten (Cedex).

IV) Penicilline protette da inibitori (Acidina / acido clavulanico):

V) Macrolidi:

  • Claritromicina (Crixan, Fromilid, Klacid);
  • Azitromicina (Azivok, Azitrotsin, Zimaks, Zitrolit, AzitRus, Sumamed forte);
  • Roxithromycin (Roxide, Rulid).

VI) Tetracicline (Doxycycline):

VII) Sulfonamidi (Sulfametossazolo / Trimetoprim):

Sumamed con prostatitis: caratteristiche dell'appuntamento e del regime di trattamento

Il farmaco ha un ampio spettro di attività battericida a causa del legame irreversibile dei batteri alla subunità 50S dei ribosomi e all'inibizione della sintesi dei componenti strutturali della parete microbica. Quando raggiunge un'alta concentrazione terapeutica nell'epidemia di infiammazione, l'antibiotico inizia ad agire battericida.

L'azitromicina (sostanza attiva) è prescritta solo nelle fasi iniziali, con un decorso lieve della malattia o se vi sono controindicazioni ad altri antibiotici.

Sumamed è efficace contro ceppi sensibili alla meticillina di stafilococco, ceppi di streptococco sensibili alla penicillina, aerobie gram-negative, clamidia, micoplasma.

Stafilococchi resistenti alla metilina, streptococchi resistenti alla penicillina, enterococchi, microrganismi gram-positivi resistenti all'eritromicina sono resistenti all'azitromicina.

Regime di trattamento con azitromicina

Sumamed deve essere preso un'ora prima o due ore dopo aver mangiato il cibo.

Con un corso di cinque giorni, la dose di antibiotico il primo giorno è di un grammo. Quindi, nominare 500 milligrammi per quattro giorni.

Con un trattamento di tre giorni, viene mostrato un grammo di Sumamed entro tre giorni.

Il farmaco non è nominato:

  • individui con ipersensibilità individuale ai macrolidi;
  • gravi malattie ai reni e al fegato;
  • sullo sfondo dell'uso di ergotamina e diidroergotamina;
  • con gravi aritmie.

Viene usato con cautela nei pazienti con miastenia, insufficienza cardiaca, ipopotassiemia e ipomagnesiemia, disturbi dei reni e del fegato di gravità lieve e moderata.

Effetto collaterale

Possibili disturbi della natura dispeptica del tratto gastrointestinale, aumento transitorio delle transaminasi epatiche, ittero, disbiosi, infezioni micotiche delle mucose, insonnia, cefalea, reazioni allergiche, fotosensibilità.

Combinazioni di farmaci

Alcol, cibo e antiacidi riducono la biodisponibilità di Sumamed. Non raccomandato per la prescrizione a persone che ricevono anticoagulanti. È scarsamente combinato con agenti ipoglicemici orali, c'è il rischio di ipoglicemia. Mostra interazione antagonistica con Lincosamides e sinergica con cloramfenicolo e tetraciclina. Ha una fattoria. incompatibilità con eparina.

Altri antibiotici per prostatite acuta e cronica

Biseptol

Questo è un prodotto sulfanilamide combinato contenente sulfametossazolo e trimetoprim. Il biseptolo esibisce un'attività battericida pronunciata e ha un ampio spettro di azione.

Sulfametossazod ha una somiglianza strutturale con l'acido para-aminobenzoico, grazie al quale inibisce la sintesi di diidrofolico a voi. Questo meccanismo è potenziato dall'azione di Trimethoprim, che interrompe il metabolismo delle proteine ​​e i processi di divisione nella cellula microbica.

La composizione combinata garantisce l'efficacia di Biseptol anche contro batteri resistenti alle sulfonamidi. Non attivo contro i micobatteri, il pylori smussato e le spirochete.

Biseptol è controindicato in:

  • la presenza di cambiamenti strutturali nel parenchima epatico;
  • insufficienza renale grave con clearance della creatinina inferiore a 15 ml / minuto;
  • malattie del sangue (anemia da deficit aplastico, megaloblastico, B12 e colesterolo, agranulocitosi e leucopenia);
  • livello elevato di bilirubina;
  • carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi
  • asma bronchiale;
  • malattie della tiroide;
  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco.

Effetti indesiderati dall'applicazione:

  • disturbi del tratto gastrointestinale;
  • diminuzione del numero di leucociti, piastrine, granulociti;
  • neuropatia periferica;
  • mal di testa, vertigini, confusione;
  • diarrea e colite pseudomembranosa;
  • meningite asettica;
  • broncospasmo;
  • disfunzione epatica;
  • nefrite interstiziale e nefropatia tossica;
  • manifestazioni allergiche;
  • stati ipoglicemici;
  • fotosensibilità.
Calcolo dei dosaggi

Per il trattamento della prostatite, un antibiotico è prescritto in 4 compresse con un dosaggio di 480 milligrammi al giorno.

Nel caso di una forma grave della malattia, il dosaggio può essere aumentato a sei compresse. Biseptol è consigliato per essere consumato due volte al giorno, dopo i pasti, con una grande quantità di acqua bollita raffreddata. Il corso della terapia dura 10 giorni o più, a seconda della gravità del trattamento.

Interazione Biseptola con altri farmaci
  • Non compatibile con diuretici tiazidici a causa dell'alto rischio di sanguinamento dovuto a una diminuzione della conta piastrinica. Inoltre non è raccomandata la combinazione con anticoagulanti indiretti.
  • Quando prescritto a pazienti con diabete mellito che assumono compresse riducenti lo zucchero, aumenta la probabilità di sviluppare condizioni ipoglicemizzanti.
  • Quando combinato con barbiturici aumenta il rischio di anemia da carenza folica.
  • A causa della somministrazione con acido ascorbico o altre preparazioni acidificanti per l'urina, può verificarsi cristalluria.

Durante l'uso di Biseptol, è necessario aumentare il regime di bere ed eliminare cavoli, spinaci, carote e pomodori dalla dieta. Quando si esegue una terapia a lungo termine o in caso di utilizzo del farmaco negli anziani, si raccomanda di assumere un altro appuntamento per l'acido folico.

Trattamenti aggiuntivi

Se necessario, la terapia antimicrobica a lungo termine mostra la nomina di una soluzione orale di Intraconazolo, al ritmo di 400 milligrammi al giorno per sette giorni.

L'uso di Tamsulosina è altamente efficace.

Questo è un bloccante specifico della muscolatura liscia dei recettori alfa1-adrenergici della ghiandola prostatica. L'azione del farmaco porta ad una diminuzione del tono muscolare (riduzione del ristagno) e al miglioramento del flusso urinario.

Anche i preparati organotropici si sono dimostrati efficaci. Prostakol è più comunemente usato. Questo è un agente polipeptidico di origine animale, con un tropismo per il tessuto prostatico umano. Prostakol riduce la gravità dell'edema, elimina il dolore e il disagio, riduce la risposta infiammatoria e aumenta l'attività funzionale delle cellule della ghiandola stessa. Riduce inoltre l'aggregazione piastrinica, agendo come profilassi per piccole trombosi vascolari pelviche.

Come trattamento aggiuntivo per accelerare il recupero, aumentare la resistenza del corpo ai batteri e ridurre la gravità della risposta infiammatoria, viene prescritta l'immunoterapia (Timalin).

Per eliminare la stagnazione e ripristinare le funzioni della ghiandola prostatica, vengono utilizzati il ​​massaggio prostatico e l'allenamento muscolare del pavimento pelvico.

Sono anche efficaci vassoi sessili caldi con decotto di camomilla o salvia e l'aggiunta di novocaina all'1-2%.

Come vengono selezionati i farmaci?

Per rispondere alla domanda: quali antibiotici sono usati per trattare la prostatite batterica, è necessario determinare lo spettro dei principali patogeni e la via dell'infezione.

Eziologia della malattia e caratteristiche della terapia

Le cause più comuni del processo infiammatorio sono: intestinale e Pseudomonas aeruginosa, staphylo-e enterococchi, Klebsiella, Proteus, meno spesso Chlamydia e Ureaplasma.

Nel numero travolgente di casi, un'infezione mista (mista) associata a patogeni sia anaerobici che aerobi è isolata dalla secrezione della prostata ottenuta dopo il massaggio. La componente più comune di tali associazioni microbiche è lo stafilococco.

La combinazione di agenti patogeni complica il processo di trattamento e porta al reciproco miglioramento delle proprietà infiammatorie e della resistenza ai farmaci della flora patogena.

Ecco perché, in una tale situazione, è preferibile utilizzare un trattamento antibatterico combinato.

Inoltre, è importante considerare le modalità di infezione della ghiandola:

  • ematogeno (in presenza di un focolaio purulento-settico remoto);
  • linfogeno (infezione del retto);
  • canalicolare (penetrazione dell'infezione dalla parte posteriore dell'uretra).

Articolo preparato dal medico di malattie infettive
Chernenko A.L.

Affida i tuoi professionisti della salute! Prendi un appuntamento per vedere il miglior dottore della tua città in questo momento!

Un buon dottore è uno specialista in medicina generale che, sulla base dei suoi sintomi, farà la diagnosi corretta e prescriverà un trattamento efficace. Sul nostro sito web puoi scegliere un medico delle migliori cliniche di Mosca, San Pietroburgo, Kazan e altre città della Russia e ottenere uno sconto fino al 65% alla reception.

* Premendo il pulsante si accede a una pagina speciale del sito con un modulo di ricerca e si registra sul profilo specialistico che ti interessa.

* Città disponibili: Mosca e regione, San Pietroburgo, Ekaterinburg, Novosibirsk, Kazan, Samara, Perm, Nizhny Novgorod, Ufa, Krasnodar, Rostov-on-Don, Chelyabinsk, Voronezh, Izhevsk

La necessità di antibiotici nel trattamento della prostatite negli uomini

La necessità di una terapia antibatterica nella forma acuta di prostatite batterica con sintomi gravi è fuori dubbio.

Ma è consigliabile assumere antibiotici per l'infiammazione cronica e aspecifica della ghiandola prostatica? E c'è una differenza tra i gruppi di farmaci antibatterici nel trattamento della prostatite?

Nell'articolo parleremo di come trattare la prostatite negli uomini con antibiotici e quali sono le controindicazioni da ricevere. E sotto troverete una lista di antibiotici per la prostatite.

Antibiotici per la prostata negli uomini: è sempre necessario prenderli?

L'obiettivo del trattamento con la prostatite è di ripristinare la normale funzione della prostata e dell'uretra con l'eliminazione obbligatoria del patogeno. È per l'eliminazione del patogeno e il trattamento antibiotico è prescritto per la prostatite negli uomini.

Gli antibiotici sono assolutamente indicati per la prostatite infettiva batterica e cronica acuta, così come una terapia di prova per l'infiammazione della ghiandola prostatica.

Poiché il trattamento a lungo termine della prostatite con antibiotici ha un effetto negativo sul sistema immunitario, sugli organi digestivi, sul fegato e sui reni, il corso del trattamento non deve superare le 2 settimane.

Nell'infiammazione cronica della ghiandola prostatica, la terapia antibiotica ripetuta è possibile solo 6 settimane dopo il primo ciclo di trattamento.

I vantaggi del trattamento antibiotico per la prostatite negli uomini sono evidenti:

  • inibiscono la crescita di microrganismi patogeni nella ghiandola prostatica, nell'uretra;
  • prevenire lo sviluppo di complicazioni sullo sfondo della malattia (sterilità, uretrite, epididimite);
  • in caso di prostatite cronica impediscono lo sviluppo di esacerbazioni, che, se ripetute, sono spesso piene di complicazioni.

Tuttavia, se decidi di iniziare a trattare la prostatite con antibiotici a casa, ricorda che i farmaci antibatterici possono essere prescritti dopo la diagnosi di laboratorio della malattia, la ricerca sulla flora e il rilevamento del patogeno.

In caso di prostatite aspecifica (processo infiammatorio di eziologia sconosciuta), la terapia antibiotica non solo è inefficace, ma aumenta anche il rischio di sviluppare la disbatteriosi e può anche aggravare il decorso della malattia, innescando lo sviluppo della ghiandola prostatica micotica (fungina).

È anche importante e la scelta dell'antibiotico per il trattamento della prostatite negli uomini, la più attiva contro l'agente patogeno stabilito.

Inoltre, molti antibiotici non penetrano bene nella ghiandola prostatica, la loro concentrazione è insufficiente per l'esposizione ai batteri, di conseguenza, questi ultimi sviluppano resistenza a questo farmaco.

Nelle forme acute di prostatite, che si verificano con sintomi pronunciati: intossicazione del corpo, febbre, dolore nel perineo, incapacità e dolore della minzione, il necessario ciclo di trattamento della prostatite con antibiotici e la loro somministrazione endovenosa per raggiungere un'alta concentrazione del farmaco.

Negli ultimi anni, la resistenza dei batteri a determinati farmaci è aumentata drammaticamente, quindi prima di iniziare il trattamento con antibiotici per la prostatite negli uomini, è necessario esaminare il paziente per l'intero gruppo di malattie sessualmente trasmissibili e la flora patogena per determinare la resistenza di alcuni microrganismi a determinati farmaci.

Quali antibiotici per trattare la prostatite? Si distinguono i seguenti gruppi di farmaci antibatterici (i migliori antibiotici per la prostatite):

  1. Penicilline - ampicillina, amoxiclav, amosina, amoxicillina. In passato, tali antibiotici venivano utilizzati attivamente per l'infiammazione della prostata, con l'avvento dei più attivi farmaci antibatterici, hanno praticamente perso il loro significato clinico a causa dell'aumentato numero di batteri negativi resistenti alle penicilline.
  2. Tetracicline - vibromicina, tetraciclina, doxiciclina. Avere attività contro gonococchi, clamidia, micoplasmi. Spesso utilizzato nel trattamento della prostatite infettiva cronica causata dai patogeni di cui sopra.
  3. Macrolidi - eritromicina, josamicina, azitromicina, roxithromycin, claritromicina. Questi antibiotici hanno una prostatite con un ampio spettro di azione e bassa tossicità.
  4. Cefalosporine - cefotaxime, ceftriaxone, cefixime. Utilizzato attivamente nel trattamento di forme acute di prostatite batterica. Questi sono buoni antibiotici per la prostatite, hanno un ampio spettro di azione e un'alta attività contro i batteri patogeni.
  5. Fluoroquinoloni - ciprofloxacina, ofloxacina, lomefloxacina, levofloxacina. Spesso usato per il trattamento complesso dell'infiammazione cronica della prostata e nell'infiammazione acuta della ghiandola prostatica non complicata (efficacia fino al 100%). Possiede attività elevata e bassa tossicità (non violare la microflora intestinale).

Antibiotici per la prostatite negli uomini - i nomi, il regime di trattamento per la prostatite con antibiotici e lo spettro d'azione:

Iniezioni

Quale antibiotico è meglio per la prostata? Se si dispone di una forma acuta di prostatite batterica, con sintomi pronunciati di processi infiammatori, somministrazione intramuscolare di antibiotici del gruppo delle Cefalosporine - Cefotaxime, si raccomanda Ceftriaxone.

Questi farmaci penetrano efficacemente nei tessuti della ghiandola prostatica infetta ed eliminano il focus dell'infiammazione.

La somministrazione intramuscolare del farmaco viene effettuata rigorosamente da un medico nella clinica ambulatoriale una volta al giorno.

È vietato mettere a casa te stesso a casa.

Per sollievo di emergenza di sintomi in pazienti con un corso complicato di prostatitis affilato, le iniezioni endovenose della medicina Sumamed possono esser prescritte, di regola, in un ambiente ospedaliero.

Raccomandazioni per la terapia antibiotica

Quando si tratta di prostatite con antibiotici negli uomini, è necessario tener conto del loro effetto sulla spermatogenesi, pertanto è vietato pianificare il concepimento per 4 mesi dopo il corso del trattamento.

Raccomandazioni per il trattamento e il trattamento della prostatite negli uomini con farmaci antibiotici:

  1. Lo scopo del farmaco è effettuato rigorosamente dal medico e solo dopo i risultati della diagnostica di laboratorio.
  2. Se possibile, nella prostatite cronica, è più consigliabile assumere fluorochinoloni, che hanno un ampio spettro di attività, alta attività e bassa tossicità. Non alterano la microflora intestinale e hanno un effetto immunomodulatore.
  3. La durata del trattamento è determinata dal medico e rigorosamente rispettata.
  4. Durante l'assunzione di farmaci, è necessario astenersi da cibi grassi, eccessivamente salati, piccanti e dolci per alleviare il carico sul fegato. Se necessario, possono essere prescritti farmaci antistaminici.
  5. Dopo la terapia antibiotica, si consiglia di assumere eubiotics per normalizzare la microflora intestinale da 3 a 4 settimane.

Nel trattamento dell'infiammazione cronica e acuta della ghiandola prostatica, gli antibiotici sono solo una parte della terapia combinata, che comprende: assunzione di farmaci antinfiammatori e antidolorifici, fisioterapia, massaggio prostatico, fitoterapia. Efficace trattamento di sanatorio-resort di pazienti con prostatite cronica.

Qual è l'antibiotico più efficace per la prostatite? Tutti influenzano il corpo in modi diversi e in ciascuna sensibilità individuale, quindi è impossibile scegliere il meglio.

Controindicazioni

Il complesso di antibiotici per la prostatite è prescritto solo dal medico curante con la diagnosi stabilita e l'agente patogeno della malattia diagnosticata dalla diagnostica.

Con prostatite di eziologia sconosciuta, è vietato assumere antibiotici.

Poiché questo può solo aggravare il decorso della malattia.

L'assunzione di farmaci antibatterici è vietata per le persone che sono ipersensibili al principio attivo.

Questo vale anche per gli uomini con insufficienza renale e insufficienza epatica.

Questi pazienti devono prescrivere il trattamento della prostatite senza antibiotici. Per le malattie dell'apparato digerente, la terapia antibiotica viene effettuata sotto la supervisione di un medico.

naturale

In caso di prostatite batterica nella fase acuta, il trattamento con farmaci antibatterici è necessario e non ha metodi terapeutici alternativi. Per quanto riguarda gli antibiotici naturali per la prostatite, la medicina erboristica può essere indicata per la prostatite cronica come trattamento ausiliario.

Ora sai cosa gli antibiotici per la prostatite prendere. Ricorda, se i batteri sono l'agente eziologico della prostatite, la terapia antibiotica è l'unico trattamento efficace.

Tuttavia, al fine di ottenere un completo effetto curativo, è necessario un trattamento complesso, inclusi farmaci antinfiammatori, massaggio prostatico, fisioterapia e riflessologia.

Prostatite cronica: trattamento antibiotico

Gli antibiotici sono assolutamente indicati per la prostatite batterica acuta, sono raccomandati per i pazienti con prostatite batterica cronica, compresa la prostatite latente, e possono essere usati come terapia di test per la prostatite infiammatoria non infettiva.

La prostatite acuta si presenta come una grave malattia infettiva con sintomi di intossicazione, intenso dolore al perineo, minzione compromessa; accompagnato da febbre. Tali pazienti hanno mostrato la somministrazione per via parenterale di cefalosporine di terza generazione (ceftriaxone) alla dose di 1-2 g / die. Nei primi giorni è consigliabile introdurre un antibiotico sotto forma di infusione endovenosa a goccia 1-2 volte al giorno; quando la temperatura si normalizza, puoi procedere all'iniezione intramuscolare del farmaco. Se necessario, è possibile combinare cefalosporine con farmaci chemioterapici a base di nitrofurano [furazidin (furamag)], aminoglicosidam e macrolidi in dosi standard. Allo stesso tempo viene effettuata una massiccia detossificazione e terapia antiinfiammatoria. La durata del trattamento antimicrobico per almeno 2 settimane, dopo di che al paziente viene raccomandato un ciclo di trattamento riparatore (terapia tissutale, vitamine, antiossidanti, agenti che migliorano la microcircolazione, ecc.) Per un periodo di 6 settimane. La domanda di intervento chirurgico è decisa individualmente. Fluorochinoloni [levofloxacina (floratsid), ciprofloxacina, ofloxacina (ofloksin)] può essere utilizzato come una terapia alternativa, ma solo dopo la semina sul micobatteri tubercolosi (MBT).

trattamento antibiotico di prostatite cronica totalmente mostrata al rilevamento di patogeni crescita microflora gonadi eksprimatah titoli di almeno 103 cfu tra un aumento del numero di leucociti in prostatico e / o piospermii.

È molto importante considerare attentamente la scelta degli antibiotici. In primo luogo, va tenuto presente che solo pochissimi farmaci antibatterici si accumulano in sufficiente concentrazione nel tessuto prostatico. Tra di loro alcuni fluorochinoloni (in primo luogo la levofloxacina, ciprofloxacina, ofloxacina, sparfloxacina), aminoglicosidi (per esempio, gentamicina), trimetoprim (ma alle condizioni della Russia ha un'applicazione limitata a causa l'elevato grado di resistenza alla microflora del tratto urinario), macrolidi ( azitromicina, claritromicina), tetraciclina. Considera i pro e i contro di questi gruppi di droghe.

Fluoroquinolone per prostatite batterica cronica

Buona farmacocinetica, alta concentrazione nel tessuto prostatico, buona biodisponibilità. Farmacocinetica equivalente per l'ingestione e la somministrazione parenterale (in ciprofloxacina, ofloxacina, levofloxacina, sparfloxacina). Ciprofloxacina e ofloxacina hanno una forma a rilascio prolungato - compresse con OD, che permettono al principio attivo di essere rilasciato uniformemente durante il giorno e quindi mantenere una concentrazione di equilibrio del farmaco. Levofloxacina (floracida), ciprofloxacina, sparfloxacina (soprattutto in associazione a infezioni intracellulari trasmesse sessualmente), e in misura minore, la norfloxacina deve essere considerata ottimale per la prostatite.

Tutti i fluorochinoloni hanno mostrato un'elevata attività contro patogeni tipici e atipici, tra cui Pseudomonas aeruginosa. Gli svantaggi includono foto e neurotossicità. In generale, i fluorochinoloni possono essere considerati come farmaci di prima linea nel trattamento di pazienti con prostatite cronica, ma solo dopo l'esclusione della tubercolosi.

  • levofloxacina (tavanic, floracid, elefloks) a 500 mg / giorno;
  • Ciprofloxacina (Cyprobay, Ciprinolo) a 500 mg / die;
  • ciprofloxacina (cyfran OD) a 1.000 mg / giorno;
  • Ofloxacina (OD di zanocina, ofloxina) a 800 mg / die;
  • Sparfloxacina (Sparflo) 200 mg due volte al giorno.

trimetoprim

Penetra nel parenchima prostatico. Insieme con le compresse, c'è una forma del farmaco per la somministrazione endovenosa. In condizioni moderne, i vantaggi del trimetoprim a basso costo. Tuttavia, sebbene il farmaco sia attivo contro i patogeni più significativi, non agisce su Pseudomonas spp., Alcuni enterococchi e alcuni membri del genere Enterobacteriaceae, che limita l'uso di questo farmaco in pazienti con prostatite cronica. Trimetoprim è disponibile in associazione con sulfametossazolo (400 o 800 mg di sulfametossazolo + 80 o 160 mg di trimetoprim, rispettivamente, la compressa del preparato combinato contiene 480 o 960 mg della sostanza attiva).

  • co-trimaxazolo (Biseptol 480) 2 compresse due volte al giorno.

tetracicline

Disponibile anche in due forme di somministrazione, altamente attivo contro la clamidia e il micoplasma, pertanto, la loro efficacia è maggiore nella prostatite cronica associata a malattie sessualmente trasmissibili. La doxiciclina (unidox solutab), che ha i migliori dati di farmacocinetica e tollerabilità, è ottimale.

  • doxycycline (unidox solutab) - 200 mg / die.

macrolidi

I macrolidi (compresi gli azaluri) dovrebbero essere usati solo in determinate condizioni, poiché solo una piccola quantità di studi scientifici conferma la loro efficacia nella prostatite e questo gruppo di antibiotici è inattivo contro i batteri gram-negativi. Ma abbandonare completamente l'uso dei macrolidi non vale la pena, dato che sono abbastanza attivi contro i batteri gram-positivi e la clamidia; si accumulano nel parenchima della prostata in alte concentrazioni e sono relativamente non tossici. I migliori farmaci in questo gruppo sono la claritromicina (fromilid) e l'azitromicina. Dosi raccomandate:

  • azitromicina (sumamed, zitrolide) a 1000 mg / die per i primi 1-3 giorni di trattamento (a seconda della gravità della malattia), quindi a 500 mg / die;
  • claritromicina (fromilid) 500-750 mg due volte al giorno.

Altre droghe

Puoi raccomandare la combinazione di farmaco Safocid. La sua unicità sta nel fatto che contiene un ciclo completo di trattamento della durata di un giorno in un blister (4 compresse): 1 etichetta. fluconazolo (150 mg), 1 compressa azitromicina (1,0 g) e 2 compresse Secnidazole A 1,0 g Questa combinazione adottato contemporaneamente consente di ottenere un effetto battericida contro Trichomonas vaginalis, anaerobi Gram-positivi e Gram-negativi, tra Gardnerella vaginalis (secnidazolo), contro Chl trachomatis, Mycoplasma genitalium, gram-positivi e gram-negativi microflora (azitromicina), nonché contro i funghi del genere Candida (fluconazolo).

Pertanto, safocid soddisfa tutti i requisiti OMS per i farmaci usati per trattare le infezioni sessualmente trasmesse, compreso il trattamento della prostatite cronica: efficienza di almeno il 95%, bassa tossicità e buona tollerabilità, dose singola, somministrazione orale, lento sviluppo di resistenza alla terapia in corso.

Indicazioni per la ricezione di safocid: sochetannye infezioni delle vie urinarie non complicate, malattie a trasmissione sessuale come la gonorrea, tricomoniasi, infezione fungina, e clamidia, accompagnando la loro specifica cistiti, uretriti, vulvovaginiti e cervicite.

Nella malattia acuta non complicata è sufficiente una singola somministrazione del complesso safocide, in un processo cronico è necessario un set completo di supplementazione per 5 giorni.

Linee guida europee sulla gestione dei pazienti con infezioni dei reni, delle vie urinarie e gruppo maschile genitali disegnato di autori guidati da Naber KG, insistono sul fatto che in prostatite cronica batterica e prostatite cronica con segni di infiammazione (categoria II e III A) gli antibiotici devono nominare per 2 settimane dopo l'istituzione della diagnosi primaria. Successivamente, le condizioni del paziente vengono rivalutate e la terapia antibiotica viene proseguita solo se il materiale colturale assunto prima del trattamento è positivo o se il paziente mostra un miglioramento marcato durante il trattamento con antibiotici. La durata totale raccomandata del trattamento è di 4-6 settimane. La terapia orale è preferibile, ma le dosi di antibiotici dovrebbero essere alte.

L'efficacia degli antibiotici nella cosiddetta sindrome infiammatoria del dolore pelvico cronico (che noi consideriamo una prostatite cronica latente) dagli autori della guida, con riferimento alla ricerca Krieger J.N. et al. È anche spiegato dalla probabile presenza di microflora batterica, che non è stata rilevata dai metodi diagnostici convenzionali.

Presentiamo diverse opzioni per il trattamento di base dei pazienti con prostatite acuta HIP e HIP latente.

Regime di trattamento per prostatite acuta

I seguenti farmaci sono raccomandati:

  • Ceftriaxone 1,0 g per 200 ml di soluzione di cloruro di sodio 0,9% per flebo endovenoso 2 volte al giorno per 5 giorni, quindi 5 giorni per via intramuscolare;
  • Furazidina (furamag) 100 mg tre volte al giorno per 10 giorni;
  • paracetamolo (perfalgan) 100 ml di flebo endovenoso notturno al giorno per 5 giorni;
  • meglumina sodio succinato (Reamberin), 200 ml per via endovenosa a giorni alterni, per un totale di 4 infusioni;
  • tamsulosina, 0,4 mg al giorno;
  • altra terapia sintomatica - individualmente secondo le indicazioni.

Regime di trattamento per prostatite infettiva cronica infettiva latente

È importante - al primo ricovero deve essere sostenuto l'algoritmo dell'indagine. In primo luogo, un campione di urina 3-vetro con il suo esame batteriologico, quindi un esame rettale digitale, ottenendo la secrezione della prostata per la microscopia e la cultura. La semina è progettata per identificare microflora non specifica e Mycobacterium tuberculosis; Secondo indicazioni - infezioni a trasmissione sessuale. Se i leucociti inferiori a 25 sono rilevati nella secrezione della prostata, una terapia di prova con tamsulosina (omnic) deve essere effettuata entro 5-7 giorni con ripetuto massaggio prostatico e ripetuto esame del suo segreto. Se il numero di leucociti non aumenta e le colture sono negative, la malattia deve essere attribuita alla prostatite non infettiva (sindrome da dolore pelvico cronico) e deve essere effettuata un'adeguata terapia patogenetica e sintomatica. Se durante l'analisi iniziale vengono visualizzati più di 25 leucociti nel campo visivo o il loro numero aumenta dopo la terapia di test, la malattia deve essere considerata infettiva o latente. In questo caso, la base del trattamento è la terapia antibatterica - empirica all'inizio, e corretta dopo aver ricevuto i risultati della ricerca batteriologica.