Principale
Sintomi

Prostata BPH: che cos'è, sintomi, diagnosi e metodi di trattamento

In un contesto ospedaliero, con i sintomi pronunciati e dopo una diagnosi dettagliata, il medico curante può determinare in modo affidabile l'IPB della ghiandola prostatica - che cosa è e come trattarlo correttamente sarà determinato individualmente. L'infiammazione dell'adenoma prostatico è incline a un decorso cronico con frequenti recidive, irto di complicazioni pericolose, una diminuzione dell'attività sessuale. Iperplasia prostatica benigna progredisce negli uomini di età superiore ai 40 anni, quindi a questa età è opportuno pensare tempestivamente a misure preventive affidabili.

Cosa significa BPH in urologia?

Ogni uomo dovrebbe capire chiaramente cosa sia l'iperplasia prostatica al fine di prevenire lo sviluppo di una malattia così pericolosa in futuro. Costruttivamente, questi sono noduli patogeni formati nella prostata che comprimono l'uretra mentre crescono e interrompono il processo di escrezione naturale della vescica. Una neoplasia caratteristica è di natura benigna, ma i pazienti con tale diagnosi sono a rischio di tumori maligni. Pertanto, il trattamento efficace di BPH dovrebbe essere tempestivo.

motivi

L'iperplasia prostatica benigna progredisce esclusivamente nel corpo maschile, può essere la causa principale della disfunzione sessuale, la mancanza di eiaculazione. Determinare in modo affidabile l'eziologia del processo patologico è molto problematico, e molti urologi chiamano l'apparizione di BPH il primo segno dell'avvicinarsi della "menopausa maschile". Prima di iniziare a prendere i farmaci, è necessario contattare uno specialista per un consiglio. I potenziali fattori patogenetici dell'IPB e la formazione di iperplasia ghiandolare sono i seguenti:

  • fattore ereditario;
  • fattore ambientale;
  • la presenza di cattive abitudini;
  • produzione nociva;
  • trasferiti processi infiammatori della prostata;
  • malattie sessualmente trasmissibili;
  • vita sessuale irregolare.

forma

Il processo di proliferazione dei tessuti ghiandolari avviene sotto l'influenza degli ormoni sessuali - testosterone e diidrotestosterone. Quando la loro concentrazione è instabile, iniziano i problemi con l'uretra, si formano cellule tumorali benigne, che si moltiplicano, aumentando le dimensioni del neoplasma caratteristico. È importante conoscere non solo cos'è l'IPB, ma anche la classificazione di questa malattia per accelerare la diagnosi finale:

  1. Forma subbolare di BPH, in cui un tumore benigno cresce verso il retto.
  2. La forma intravescicale di BPH, in cui il focus della patologia è limitato principalmente alla vescica, è caratterizzata dalla crescita del tumore.
  3. Forma retrotrigonale di BPH con localizzazione della lesione sotto il triangolo della vescica.

palcoscenico

La diagnosi di BPH in urologia ha le sue caratteristiche, che sono determinate dallo stadio del processo patologico. Al fine di evitare una pronta rimozione dell'adenoma prostatico, è necessario rispondere prontamente ai primi sintomi di un disturbo caratteristico. Di seguito sono riportate le fasi di BPHD che complicano il lavoro della ghiandola prostatica. Quindi:

  1. La fase iniziale è la compensazione. Il paziente lamenta una notevole ritenzione urinaria, minzione frequente, soprattutto di notte. La durata del periodo è fino a 3 anni, quindi la malattia progredisce.
  2. Il grado medio di gravità di BPHD è la sotto-valutazione. Le pareti degli ureteri si deformano sotto l'influenza della crescita di BPH, si osserva uno svuotamento incompleto della vescica, a seguito del quale progredisce un processo infiammatorio acuto.
  3. Stadio grave della malattia: scompenso. La vescica infiammata è tesa a causa dell'accumulo di urina, emorragia, piuria, sintomi di cachessia, mucose secche, diminuzione dell'emoglobina (anemia) e prognosi di stitichezza.

Sintomi di iperplasia prostatica

La patologia inizia quasi immediatamente dai sintomi espressi, che mostrano in modo eloquente che non tutto è in ordine con la salute del paziente. La palpazione della ghiandola è accompagnata da dolore acuto, ma l'uomo presta più attenzione alla ritenzione urinaria, che si svolge nelle fasi attive e di riposo. Altri sintomi di infiammazione sono presentati di seguito:

  • minzione frequente;
  • emissione di urina in urti intermittenti;
  • minzione ritardata;
  • tensione quando si va in bagno;
  • crescita delle ghiandole parauretrali;
  • sensazione di vescica piena;
  • dolore durante la minzione.

Sintomi clinici

Lo stadio iniziale di BPH dura da 1 a 3 anni. In questo momento, il paziente nota il frequente bisogno di andare in bagno, che sono accompagnati da un debole flusso di urina, una sensazione di vescica vuota e attacchi di dolore quando il liquido biologico se ne va. Dopo aver urinato, c'è un disagio interno, e nel bagno, secondo le necessità, potresti volere entro 20 minuti.

La fase intermedia di BPH è accompagnata da un cambiamento nell'aspetto e nella dimensione della prostata, dalla tenerezza dell'organo alla palpazione. L'urina viene escreta in piccole porzioni, mentre la sua incontinenza non è esclusa. Andare in bagno è accompagnato da attacchi acuti di dolore, ci sono disagi durante le feci. È difficile non notare tali sintomi, quindi il compito del paziente è consultare un urologo.

Il terzo stadio di BPH è complicato. Un flusso di urina in una piccola quantità è assegnato la loro uretra, è possibile la comparsa di impurità di sangue e muco in questo fluido biologico. In questa fase prevale una netta diminuzione del lavoro dei reni, poiché la pelvi non rimuove il liquido nel volume richiesto, l'insufficienza renale progredisce.

Segni di EHP di BPH

Secondo i sintomi dell'IPB, la prostata assomiglia all'urolitiasi, ma i medici distinguono le caratteristiche distintive del disturbo caratteristico. I segni di eco della displasia della ghiandola prostatica sono determinati dal tasso di crescita del tessuto ghiandolare, la dimensione del lume del tratto urinario. La presenza di cambiamenti strutturali diffusi nella ghiandola prostatica indica il decorso della patologia, potenziali complicazioni dell'IPB.

Trattamento di BPH

Prima di procedere alla terapia intensiva, è necessario sottoporsi a una diagnosi, che durante l'infiammazione della ghiandola prostatica comprende l'ecografia transrettale per misurare la prostata e identificare le caratteristiche della sua struttura, la cistoscopia per lo studio interno della vescica e dell'uretra, l'uroflussimetria sotto forma di una serie di test. Utilizzando il metodo transrettale, è possibile fissare il volume della ghiandola prostatica infiammata con la massima precisione e infine determinare la diagnosi. Le raccomandazioni generali del medico per BPH sono presentate di seguito:

  1. Nella fase iniziale, è necessario ripristinare la circolazione sistemica, in modo medicamentoso per garantire il flusso naturale delle urine. Inoltre, abbandonare le cattive abitudini, mangiare bene e vivere uno stile di vita mobile.
  2. Nella seconda fase, il quadro clinico è complicato e potrebbe essere necessario un trattamento chirurgico. Se il medico sospetta un'ostruzione dell'uretra, è impossibile fare a meno di un'operazione seguita da un periodo di riabilitazione.
  3. Il terzo stadio dell'IPB nella ghiandola prostatica è complicato e può essere trattato solo con metodi radicali. La terapia conservativa è inefficace. La resezione raccomandata della ghiandola prostatica richiede un lungo periodo di riabilitazione.

medicazione

Se la ghiandola prostatica è infiammata e dolorante, è necessario consultare un urologo. Lo specialista, dopo aver studiato i reclami del paziente e la diagnostica strumentale, raccomanda metodi conservativi benigni con un effetto terapeutico stabile. Il più delle volte, i medici prescrivono i rappresentanti dei seguenti gruppi farmacologici:

  • 5 bloccanti alfa reduttasi raccomandati per un paziente con un volume ingrossato della prostata superiore a 40 ml: Finasteride, Proscar, Dutasteride, Avodart;
  • alfa bloccanti per ridurre la gravità dei sintomi di ansia, sindrome da dolore acuto: Terazosina, Doxazosina, Tamsulosina;
  • inibitori della fosfodiesterasi eliminano in modo produttivo i sintomi della disfunzione erettile: Tadalafil, Cialis.

chirurgia

Se viene diagnosticata la terza fase della prostata benigna iperplasia prostatica - che cos'è, determina la diagnosi dettagliata. Il trattamento efficace viene effettuato esclusivamente con metodi chirurgici, il cui scopo principale è la rimozione chirurgica dell'adenoma, l'escissione dei tessuti interessati coinvolti nel processo patologico. Ecco alcune operazioni prescritte negli urologi dell'ospedale:

  1. La rimozione dell'IPB mediante il metodo transuretrale comporta un'asportazione strumentale dei tessuti della ghiandola prostatica, localizzata lungo l'uretra e comprimente il suo lume.
  2. Prostatectomia. L'operazione viene eseguita in anestesia generale con una grande prostata, accompagnata da un lungo periodo di riabilitazione.
  3. Prostatectomia. Asportazione parziale dei tessuti colpiti con un minimo di effetti collaterali.
  4. L'ablazione laser fornisce la compressione dell'uretra a causa dell'elevata temperatura e di ulteriori "increspature" dei tessuti della prostata che circondano l'uretra.

Trattamenti non chirurgici

I metodi conservativi, minimamente invasivi e di terapia intensiva alternativa sono espressi con alta efficienza solo nella fase iniziale dell'IPB nella ghiandola prostatica: quale sia l'urologo e come agire, l'urologo dirà di più dopo l'esame. Ecco le procedure più popolari:

  • criochirurgia;
  • termoterapia;
  • ablazione dell'ago transuretrale;
  • l'introduzione di stent prostatici nell'area del restringimento;
  • dilatazione del palloncino della prostata.

Periodo postoperatorio

Trattamento di BPH per un lungo periodo anche dopo l'intervento chirurgico. Il periodo di riabilitazione comprende una corretta alimentazione, uno stile di vita attivo e un costante controllo medico. Ad esempio, il paziente dovrà eliminare completamente i cibi grassi, salati e piccanti, l'alcol, arricchendo la dieta quotidiana con fibre. Inoltre richiesto:

  • abbandonare la produzione nociva;
  • eliminare lo sforzo fisico;
  • lasciare in passato cattive abitudini;
  • mese per astenersi dal sesso;
  • 3 - 4 settimane non guidare una macchina.

Prognosi per BPH

Se viene trattato tempestivamente, l'esito clinico di BPH è favorevole per un uomo, il paziente sarà presto in grado di tornare a una vita sessuale a tutti gli effetti. Non ci sono problemi con la potenza dopo l'operazione, se si aderisce rigorosamente a tutte le regole del periodo di riabilitazione. Ma nell'ultima fase della malattia senza intervento chirurgico, sono possibili complicazioni.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Diagnosi di adenoma prostatico: metodi e preparazione

L'adenoma della prostata (ghiandola prostatica) è uno dei problemi più noti negli uomini di oltre 40 anni, ma le manifestazioni iniziali di questa malattia si riscontrano anche nelle persone di mezza età.

La maggior parte degli uomini ha paura di lei, e devi solo riconoscerla e iniziare a combattere.

Sintomi e segni

Come determinare l'adenoma della prostata? Ogni corpo dà sempre un segnale di allarme in modo tempestivo, se qualcosa non va, alcuni organi falliscono. Ci sono un certo numero di segni, in presenza dei quali è necessario sottoporsi a un esame completo per proteggersi dallo sviluppo di adenoma prostatico. Tra questi, i più comuni sono il mal di schiena, l'aumento della sensazione di secchezza e l'irresistibile desiderio di usare più acqua e dolorosa eiaculazione.

I sintomi di adenoma, in seguito alla testimonianza dei pazienti, hanno identificato:

  • minzione frequente, specialmente di notte;
  • minzione tardiva;
  • flusso di urina molto fragile;
  • scarica sanguinolenta raramente.

La presenza dei sintomi sopra descritti dipende dal livello di abbandono di questa malattia. Ci sono tre fasi della malattia. Al primo stadio di BPH, la vescica è ancora completamente svuotata, nelle sezioni superiori del tratto urinario non si verificano cambiamenti tangibili.

Nella seconda fase dell'adenoma prostatico, la crescente difficoltà di deflusso urinario dalla vescica aumenta sistematicamente, si forma un ispessimento compensatorio della sua parete muscolare, che è illustrato da residui di urina durante il processo di coping naturale.

Il paziente ha una certa sensazione di svuotamento incompleto, urina più volte di seguito con un piccolo flusso. Sono anche possibili casi di ritenzione di urina dovuta all'assunzione di varie bevande alcoliche.

Per l'ultima fase, la perdita del tono muscolare della vescica è diventata un segno tipico.

Questo si manifesta in un intoppo o inaspettata incontinenza, manifestata sotto forma di scarico involontario di urina a piccole dosi, anche se la vescica è in realtà completamente piena di liquido.

Adenoma della prostata - diagnosi negli uomini

La presenza di adenoma prostatico è possibile solo dopo un'accurata raccolta della storia e dei reclami del cliente. Un esame completo e prescrivere il trattamento giusto, la prevenzione può solo uno stretto specialista nel campo della medicina - l'urologo. Ci sono diverse opzioni per la corretta diagnosi di BPH (iperplasia prostatica benigna).

La metodologia per rilevare l'adenoma della prostata include una serie di procedure:

  1. Esame del rettale - il medico inserisce un dito nell'orifizio del retto per controllare la presenza della prostata sulla sua ingrossamento.
  2. Esame del sangue - determina la presenza o l'assenza di problemi renali. Per l'adenoma della prostata non complicato, gli esami del sangue dovrebbero essere normali.
  3. Analisi delle urine: il corpo viene controllato per le infezioni.
  4. Ultrasuoni - diagnosi dello stato funzionale dell'intera vescica, che determina la quantità di fluido residuo in essa contenuta.
  5. Biopsia - Prendendo campioni di tessuto prostatico per escludere il cancro alla prostata.
  6. Esame della vescica con un endoscopio speciale.

La combinazione di tutti questi metodi di esame garantisce l'accuratezza nella diagnosi della malattia e la scelta del trattamento più efficace dell'adenoma prostatico: intervento medico o chirurgico.

L'esame ecografico della prostata è diverso dagli altri studi ecografici perché nella maggior parte dei casi viene eseguito per via transrettale (attraverso il retto).

All'ecografia, i sintomi dell'IPB sono i più precisi, servono come base per la nomina del trattamento corretto. Questo esame viene eseguito con uno speciale piccolo sensore per massimizzare l'assenza di disagio nel paziente. Allo stesso tempo, durante la procedura stessa, quest'ultimo è costretto a giacere sul lato sinistro, con le gambe premute contro la zona addominale.

Nella pratica medica, vi è un altro metodo di ultrasuoni - transaddominale, quando il sensore si trova sulla pelle della parete addominale anteriore. Questa opzione ha un notevole svantaggio dal fatto che un tale studio può solo fornire un'idea generale del quadro clinico della malattia.

Ultrasuono dell'adenoma prostatico - preparazione:

  1. Quando viene eseguito nel primo modo, il paziente viene pulito nel retto con un clistere o mediante l'introduzione di una candela di glicerina nel paziente un paio d'ore prima della procedura. Tutto questo viene fatto con lo scopo che lo sgabello non diventa un ostacolo quando si guarda la ghiandola e inoltre non serve come fonte di disturbo per il paziente e il medico, rispettivamente.
  2. Un'altra condizione per il rispetto di tutte le regole per gli ultrasuoni è il riempimento della vescica. A questo scopo, è necessario bere almeno un litro di liquido (può essere composta, acqua senza gas, succo o anche solo tè).
  3. Devi andare dal medico quando identifichi la voglia di urinare. Quindi puoi iniziare un'ecografia dell'adenoma prostatico.

Segni di EHP di BPH: che cos'è?

Sotto il concetto dei segni di eco dell'iperplasia prostatica benigna, i medici intendono ciò che esamina l'apparato con gli ultrasuoni.

Nel nostro caso, questi includono:

  1. Prostata ingrandita a 20 centimetri cubici.
  2. Cambiamenti nel tessuto della ghiandola prostatica, che si manifesta nella cicatrizzazione delle cellule colpite e l'eterogeneità dell'organo stesso.
  3. La formazione di calcificazioni, edema, fibrosi dopo un lungo processo infiammatorio nella prostata.

conclusione

La chiave del successo in ogni trattamento è la diagnosi tempestiva e accurata dell'area problematica. L'adenoma della prostata non è una croce sulla salute di un uomo, ma solo quella malattia che può essere facilmente curata, se all'inizio, quando si determina uno qualsiasi dei sintomi e dei sintomi descritti sopra, fare riferimento a uno specialista qualificato.

Che cosa è l'iperplasia prostatica benigna e come trattarla

L'iperplasia della prostata è una patologia molto comune. Questa malattia è anche chiamata adenoma prostatico. Questa è una malattia urologica, un tumore benigno dell'organo ghiandolare.

Perché hai bisogno di una prostata

Questo importante organo non appaiato del sistema riproduttivo maschile è di piccole dimensioni. Si trova di fronte al retto, sotto la vescica. La ghiandola produce la maggior parte dello sperma, un segreto debolmente alcalino. Questo succo fornisce la mobilità e la vitalità degli spermatozoi.

Dal normale funzionamento della prostata dipende dalla qualità della vita, dalla capacità sessuale del rappresentante del sesso più forte. Recentemente, gli esperti diagnosticano un tumore benigno di questa ghiandola esocrina sempre di più. L'iperplasia della prostata si sviluppa anche negli animali. Questo disturbo si sviluppa spesso nei cani.

Cause di patologia

Fattori eziologici nello sviluppo di disturbi:

  1. Ristrutturazione ormonale del corpo.
  2. L'aumento del livello degli ormoni sessuali femminili e la diminuzione degli ormoni maschili che deriva dall'età. Come risultato di questo squilibrio, che si verifica nella maggior parte degli uomini dopo i 50 anni, la ghiandola prostatica aumenta di dimensioni. Di conseguenza, l'uretra posteriore viene compressa dalla gonade ingrandita. Si osservano spasmi dei muscoli che circondano l'uretra.
  3. Complicazioni della storia familiare.
  4. Stile di vita sedentario quando un uomo non è impegnato nell'educazione fisica. La regione pelvica ha molti muscoli, legamenti che devono funzionare costantemente come una pompa.
  5. Alti livelli di testosterone

Sintomi di adenoma prostatico

Il complesso apparato nervoso della prostata con adenoma risponde istantaneamente a tutti i cambiamenti patologici, provocando varie violazioni di natura generale e locale. Lo stato meno simpatico è l'iperplasia prostatica di 1 ° grado.

Il sintomo più importante della patologia è la disuria, una patologia dell'escrezione urinaria:

  1. Il suo deflusso è disturbato, dal momento che un uomo con BPH, iperplasia prostatica benigna, ha una proliferazione, una proliferazione di cellule nella prostata colpita. Il volume della ghiandola maschile sta gradualmente aumentando.
  2. Nelle prime fasi dello sviluppo della malattia a causa della spremitura del canale urinario, si verifica un assottigliamento del getto. È diretto verticalmente verso il basso.
  3. Nella seconda fase, ci sono difficoltà di deflusso di urina.
  4. Pollakiuria notturna - un aumento della frequenza della minzione dolorosa notturna, che supera la norma di età. Un uomo inizia a visitare il bagno diverse volte durante la notte, poiché l'urina residua rimane nella vescica, ma non allevia le sue condizioni. C'è una sensazione di svuotamento incompleto della vescica.
  5. Il paziente soffre di crampi, brucia.
  6. La nicturia è la predominanza dell'urina notturna durante il giorno.
  7. Stranguria - ritardo nell'inizio della scarica urinaria a causa della presenza di un ostacolo al suo deflusso. Il paziente è costretto a sforzare gli addominali per iniziare l'atto necessario di rimuovere il getto. Il flusso del liquido è a goccia, incontrollabile, sottile.
  8. Frequenti pause nel processo di getto Di volta in volta la sua intensità diminuisce, sta schizzando. Lo svuotamento della vescica è in ritardo.
  9. Minzione stressante e intermittente alla fine della produzione di urina.
  10. Dopo aver visitato il bagno, il paziente ha una sensazione di pesantezza nell'addome inferiore.
  11. Nei casi più gravi, il fluido biologico difficilmente scende a goccia, fino a una completa cessazione della minzione, nonostante un netto trabocco della vescica.
  12. Per la terza fase è caratterizzata da ritenzione urinaria acuta. Quando la vescica è tesa, c'è un dolore molto forte.
  13. L'incontinenza urinaria imperativa è una voglia irresistibile di scaricare il getto.
  14. Stress, irritabilità.
  15. Letargia, sonno agitato.
  16. Pessimo benessere fisico, sindrome astenica.
  17. Stato psicologico squilibrato Questo problema porta molte esperienze e inconvenienti. Affronta gravi conseguenze.
  18. Effetti dell'adenoma prostatico
  19. Mentre il tumore benigno cresce, le funzioni della vescica sono notevolmente compromesse. Alla fine, spesso porta allo sviluppo di insufficienza renale.
  20. Con qualsiasi grado di malattia, può verificarsi una ritenzione urinaria acuta, che richiede cure mediche di emergenza. Anche sullo sfondo del farmaco prescritto dal medico, un certo numero di uomini cadono sul tavolo operatorio.
  21. Possono verificarsi disfunzione erettile e diminuzione della libido, poiché questa patologia tende a ridurre i livelli di testosterone.

Si ritiene che l'adenoma prostatico possa trasformarsi in cancro. Questa opinione non è del tutto corretta, dal momento che gli adenomi e il cancro alla prostata sono malattie diverse. Si sviluppano da diverse zone e cellule della ghiandola prostatica. Queste malattie hanno sintomi simili. La cosa comune è che entrambe le malattie sono ormonalmente dipendenti.

Trattamento dell'iperplasia prostatica benigna

Al giorno d'oggi, questa malattia viene trattata con successo in diverse fasi del suo sviluppo. I metodi conservativi e medici dominano nelle misure terapeutiche. Per essere guarito, è necessario perseverare con tutte le prescrizioni del medico per almeno un mese.

Condotte attività complete. Oggi, a disposizione dei medici ci sono tre gruppi di farmaci per il trattamento della prostata:

  1. Bloccanti adrenergici alfa: omnic, delphas, cardura. Farmaci che influenzano i recettori alfa. Si rilassano e promuovono una riduzione del volume della prostata. In questo modo, la minzione è facilitata. Riducono lo spasmo muscolare del collo vescicale e la parte posteriore dell'uretra. Di conseguenza, i sintomi vengono rimossi. Ma questi farmaci non contribuiscono a ridurre le dimensioni della ghiandola prostatica.
  2. 5 inibitori della alfa reduttasi: proscar, avadar. Questi farmaci agiscono sulla causa stessa dell'adenoma prostatico. Un farmaco che riduce la produzione di dehyrotesterone. Ciò porta ad una riduzione delle dimensioni della ghiandola riproduttiva. Gli ostacoli alla minzione sono eliminati. Ma questi farmaci devono essere presi per molto tempo. In alcuni pazienti, causano un deterioramento della potenza sessuale, una diminuzione del desiderio sessuale.
  3. Fermare in modo sicuro la crescita di adenoma aiuterà il farmaco indigato. Ripristina l'equilibrio ormonale: riduzione dei livelli di androgeni e livelli elevati di estrogeni. Questo farmaco blocca la crescita di adenoma in qualsiasi stadio della malattia.
  4. Farmaci fitoterapici creati da materie prime naturali.
  5. Con ritenzione urinaria acuta, il paziente deve mettere un catetere.
  6. Vengono utilizzati metodi fisioterapeutici: terapia laser per irradiazione della ghiandola prostatica. Elettroforesi farmacologica, che consente di iniettare sostanze medicinali direttamente nella prostata.
  7. Darsonvalutazione, massaggio, galvanizzazione della ghiandola per migliorare l'apporto di sangue.
  8. È importante escludere dalla dieta le bevande alcoliche.

Se il paziente non riceve la terapia necessaria.

Il tumore spesso blocca completamente il canale urinario. I dolori diventano insopportabili. Infine, solo un intervento chirurgico urgente può alleviare un uomo di adenoma. In molti ospedali viene eseguita l'adenomectomia tradizionale aperta.

  1. Questa è una tecnologia avanzata per la rimozione dei tumori. Nei paesi civilizzati preferiscono usare questo metodo di trattamento. Le moderne tecnologie di operazioni endoscopiche del rasoio consentono di eseguire trattamenti chirurgici senza incisioni.
  2. Sotto controllo video, i chirurghi entrano nella prostata attraverso l'uretra. Lo speciale dispositivo appuntito rimuove il tessuto in eccesso da questo organo. Il deflusso del getto migliora dopo il rilascio dell'uretra.

L'adenoma della prostata è una malattia comune dell'età. Qualsiasi operazione comporta un certo rischio di complicazioni. Pertanto, è importante fermare la malattia nella fase iniziale del suo sviluppo.

Questa patologia è suscettibile di trattamento di successo.

Se si presentano sintomi di adenoma della prostata, è necessario consultare un medico in tempo e iniziare il trattamento necessario. La salute sta normalizzando

Cos'è l'IPB?

L'iperplasia prostatica benigna è meglio conosciuta come adenoma. Di solito la malattia colpisce gli uomini di mezza età (dopo quarant'anni) e la vecchiaia. Cambiamenti legati all'età e disturbi ormonali sono le principali cause della malattia. Tuttavia, la medicina moderna non rifiuta l'influenza del fattore negativo ambientale, l'inattività fisica (stile di vita sedentario) degli abitanti delle megalopoli. Che cos'è l'iperplasia prostatica, quali sono i suoi sintomi, diagnosi e trattamento?

Ingrandimento patologico della prostata

L'iperplasia prostatica benigna (abbreviata BPH) è un ingrossamento patologico della prostata, una neoplasia benigna. Si sviluppa da tessuti epiteliali ghiandolari, è accompagnato dalla formazione di nodi (uno o più), che aumentano nel tempo. Questa crescita comprime l'uretra, che provoca i sintomi caratteristici della malattia.

Il peso della prostata in un adulto è di circa 30 grammi. La ghiandola si trova sotto la vescica e racchiude l'uretra con i suoi lobuli.

La ghiandola prostatica svolge le seguenti funzioni nel corpo maschile:

  • produzione di sperma;
  • il rilascio di questo fluido nel processo di eiaculazione (eiaculazione).

In giovane età, l'iperplasia prostatica è piuttosto rara. L'IPB è anche chiamata "menopausa", perché l'età del paziente e lo squilibrio ormonale associato svolgono un ruolo importante nello sviluppo della patologia.

Tutte le cause di iperplasia non sono completamente chiarite. Nel corso degli anni, nel corpo maschile sono stati osservati cambiamenti legati all'età, atrofia tissutale, squilibrio ormonale tra ormoni androgeni (ormoni maschili) ed estrogeni (ormoni sessuali femminili). Uno squilibrio di ormoni provoca una crescita incontrollata delle cellule della prostata. Esistono forme diffuse e nodulari di iperplasia, nonché una combinazione di cambiamenti diffusi e nodali del parenchima.

Nonostante il fatto che il fattore età sia decisivo nello sviluppo della patologia, esiste un elenco di fattori che contribuiscono alla comparsa dell'IPB:

  • Predisposizione genetica - per gli uomini i cui parenti maschi anziani più stretti hanno sofferto di BPH, dovrebbe essere controllato profilatticamente da uno specialista ogni anno;
  • trasferiti processi infiammatori della prostata, malattie veneree;
  • caratteristiche della vita sessuale (troppo attivo o irregolare, orientamento non convenzionale);
  • ecologia sfavorevole, lavoro sedentario, cattive abitudini.

Non esiste una relazione diretta tra questi fattori e l'IPB, ma il loro effetto negativo sugli organi maschili esiste. Tuttavia, queste sono importanti cause di esacerbazione di una malattia della prostata già esistente. L'iperplasia della prostata può svilupparsi nel corso degli anni, all'inizio del BPH un uomo non sente molto i suoi sintomi.

Possono esserci diversi fuochi di neoplasia su tutta la superficie della ghiandola. Il processo patologico può diffondersi alla parte ghiandolare della prostata, del muscolo e del tessuto connettivo. A questo proposito, vi sono una crescita adenomatosa, fibrosa e miomatosa.

0 su 7 attività completate

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7

La diagnosi di iperplasia prostatica spaventa molti uomini a cui è stato diagnosticato questo disturbo, i pazienti spesso lo identificano con una neoplasia maligna. La malattia dà molti inconvenienti, c'è una violazione del processo di minzione - fino alla completa assenza di urina. La malattia richiede un trattamento tempestivo, pertanto, l'individuazione dell'iperplasia nelle fasi iniziali contribuirà ad evitare lo sviluppo di gravi complicanze.

La diagnosi iniziale di iperplasia prostatica benigna può essere eseguita a casa. Un uomo è abbastanza per essere messo alla prova.

Alcuni rappresentanti della forte metà dell'umanità a cui è stata diagnosticata la BPH non prestano attenzione alla malattia, considerando che si tratta di cambiamenti legati all'età. Ma questa patologia è piena di serie complicazioni. Per gli uomini che hanno dubbi sul loro stato di salute, l'autodiagnosi di BPH sarà una buona opzione per dissipare ogni dubbio.

Hai già superato il test prima. Non puoi eseguirlo di nuovo.

Devi effettuare il login o registrarti per iniziare un test.

È necessario completare i seguenti test per iniziare questo:

  1. Nessuna rubrica 0%

Si consiglia vivamente di contattare uno specialista!
Hai gravi sintomi. La malattia è già in corso ed è urgentemente necessario sottoporsi a un esame da un urologo. Non rimandare la visita all'urologo, i sintomi possono peggiorare, dando origine allo sviluppo di complicanze.

Tutto non è così male, ma ti consigliamo di contattare uno specialista.
Hai lievi sintomi di BPH (iperplasia prostatica benigna) e sei fortemente consigliato di visitare un urologo o un andrologo nel prossimo mese.

Tutto va bene!
Tutto va bene! Hai lievi sintomi di IPSS. Da parte della ghiandola prostatica, tutto è relativamente buono, ma dovresti essere esaminato almeno una volta all'anno.

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  1. Con la risposta
  2. Con un segno di visione

Nell'ultimo mese, quanto spesso hai avuto la sensazione di svuotamento incompleto della vescica dopo la minzione?

  • mai
  • Una volta al giorno
  • Meno del 50% dei casi
  • In circa il 50% dei casi
  • Più spesso della metà delle volte
  • Quasi sempre

Nell'ultimo mese, quanto spesso hai urinato più spesso di 2 ore dopo l'ultima minzione?

  • mai
  • Una volta al giorno
  • Meno del 50% dei casi
  • In circa il 50% dei casi
  • Più spesso della metà delle volte
  • Quasi sempre

Quante volte nell'ultimo mese hai avuto una minzione intermittente?

  • mai
  • Una volta al giorno
  • Meno del 50% dei casi
  • In circa il 50% dei casi
  • Più spesso della metà delle volte
  • Quasi sempre

Quanto spesso durante l'ultimo mese è stato difficile per te astenersi temporaneamente dall'urinare?

  • mai
  • Una volta al giorno
  • Meno del 50% dei casi
  • In circa il 50% dei casi
  • Più spesso della metà delle volte
  • Quasi sempre

Quante volte nell'ultimo mese hai avuto un flusso debole di urina?

  • mai
  • Una volta al giorno
  • Meno del 50% dei casi
  • In circa il 50% dei casi
  • Più spesso della metà delle volte
  • Quasi sempre

Quante volte nel corso dell'ultimo mese hai dovuto sforzarti per iniziare a urinare?

  • mai
  • Una volta al giorno
  • Meno del 50% dei casi
  • In circa il 50% dei casi
  • Più spesso della metà delle volte
  • Quasi sempre

Nell'ultimo mese, quante volte hai dovuto alzarti dal letto la notte per urinare?

  • mai
  • Una volta al giorno
  • Meno del 50% dei casi
  • In circa il 50% dei casi
  • Più spesso della metà delle volte
  • Quasi sempre

Quadro clinico e diagnosi

I sintomi di iperplasia aumentano con il progredire della malattia. La clinica dipende anche dalla localizzazione del processo patologico, dalla dimensione del tumore, dal tasso di crescita. È importante la presenza di comorbidità, le condizioni generali del paziente, l'età.

Ci sono tre fasi di BPH:

  • compensazione (fase iniziale);
  • sottocompensazione (moderata gravità della malattia);
  • scompenso (stadio grave).

La prostata ha confini chiari, ingranditi, densi, elastici. Il solco centrale è ben palpabile, la palpazione è accompagnata da piccole sensazioni dolorose. La durata della fase compensata è fino a tre anni.

Quando subcompensata, la prostata cresce sempre di più, aumentando notevolmente di dimensioni. I suoi lobi stringono strettamente l'uretra. Ciò provoca i sintomi corrispondenti di uno svuotamento insufficiente della vescica, che perde la sua capacità di smaltire il fluido accumulato. Un uomo prova una costante sensazione di rilascio "non produttivo" dall'urina. I cambiamenti patologici nelle pareti della vescica si sviluppano, si addensano, si infiammano.

Il paziente visita il gabinetto per urinare abbastanza spesso, tuttavia tali viaggi non consentono di eliminare il resto dell'urina. A causa di tracimazione cronica della vescica, è possibile osservare la sua scarica involontaria in piccole porzioni. Quando la vescica soffre, si osservano segni visivi e di laboratorio (urina torbida, con sangue, pus).

Nella fase di scompenso, si osservano cambiamenti irreversibili nella vescica a causa del suo costante allungamento con le urine. Il liquido praticamente non esce, l'emorragia, il piuria è osservato. Iperplasia della prostata in questa fase può essere complicata da processi infiammatori dei reni, la loro insufficienza. La condizione generale dell'uomo cambia sensibilmente, si osservano sintomi di cachessia, mucose secche, diminuzione dell'emoglobina (anemia) e costipazione.

L'odore dalla bocca ricorda l'odore di urina. Determinare la corretta diagnosi è la chiave per una terapia adeguata.

La diagnosi di BPH include i seguenti passaggi:

  1. Storia medica (indagine paziente).
  2. Ispezione. Applicare l'esame delle dita della prostata. Permette di determinare la densità della ghiandola prostatica, le sue dimensioni, il grado di dolore, la presenza di un solco tra le parti della ghiandola.
  3. Test di laboratorio Questo è uno studio clinico generale del sangue capillare e delle urine, coltura batterica delle secrezioni secrete, biochimica del sangue venoso. La diagnosi specifica comporta la determinazione del livello di antigene prostatico (PSA).
  4. Metodi strumentali. Ultrasuono prostatico prescritto, uroflussometria, raggi X. Con la crescita osservata corrispondenti segni di eco.

In alcuni casi, è necessario misurare l'equilibrio delle urine usando un catetere inserito nella vescica (la manipolazione avviene dopo la minzione fisiologica). Differenziare l'IPB da prostatite, cancro alla prostata, urolitiasi, processi infiammatori di altre parti del sistema urogenitale, che possono essere osservati sintomi simili.

Attività terapeutiche

I primi segni della malattia non dovrebbero essere trascurati.

Un trattamento adeguato può essere prescritto da un medico. L'autotrattamento porta solo all'aggravamento del problema. La medicina moderna offre metodi medici, interventi chirurgici, misure non operative.

Lo stadio iniziale della malattia consente l'uso del trattamento farmacologico. L'azione dei farmaci mira a migliorare la microcircolazione del sangue nei tessuti della prostata, riducendo la crescita delle cellule alterate. I farmaci antinfiammatori vengono prescritti, in caso di infezione, al trattamento antimicrobico con lo scopo di eliminare i sintomi dell'infiammazione nella stessa ghiandola e organi adiacenti.

Il trattamento farmacologico prevede la nomina di alfa-1-bloccanti (terazonina, tamsulosina, doxazosina), che rilassano i muscoli della vescica, prevengono l'ostruzione dell'uretra. Gli inibitori della 5-alfa-reduttasi (dutasteride, permixon, finasteride) sono prescritti per ridurre le dimensioni della prostata e i segni di ostruzione. La terapia ormonale sostitutiva viene utilizzata per normalizzare il livello degli ormoni maschili (rigorosamente prescritti dall'andrologo). La ritenzione urinaria acuta viene trattata mediante cateterizzazione vescicale in ambiente ospedaliero.

Metodi di trattamento non chirurgico:

  • espansione di restringimenti con un dispositivo speciale - dilatazione del palloncino prostatico;
  • nell'area di restringimento patologico fissato "stent" (prostatico);
  • coagulazione dei tessuti della ghiandola - trattamento con microonde e termoterapia;
  • criochirurgia.

Con forme avanzate di BPH, è richiesto un trattamento chirurgico. Il suo significato sta nella rimozione parziale della prostata ingrossata (adenomectomia) o nella sua resezione radicale (prostatectomia). Applicare metodi aperti e minimamente invasivi.

La chirurgia aperta è indicata negli stadi gravi e avanzati della malattia. È abbastanza traumatico, l'accesso è effettuato attraverso la parete della vescica.

Quando l'operazione viene eseguita attraverso l'uretra, senza incisioni, questo è un tipo di manipolazione operativa poco invasiva. Per questo vengono utilizzati moderni dispositivi endoscopici e un laser.

I chirurghi usano un trattamento come l'embolizzazione dei vasi della prostata: l'irrorazione sanguigna viene bloccata bloccando le arterie della ghiandola con un polimero medico destinato a questo scopo. La manipolazione richiede l'anestesia locale, di solito il paziente può lasciare l'ospedale un giorno dopo la procedura.

La mancanza di un adeguato trattamento della malattia, rapida progressione porta allo sviluppo di una serie di complicazioni:

  • processi infiammatori del sistema genito-urinario;
  • il verificarsi di pietre;
  • rottura della vescica, ostruzione;
  • insufficienza renale;
  • degenerazione in un tumore maligno (cancro).

Il trattamento dovrebbe essere completo. Si raccomanda inoltre al paziente di liberarsi delle cattive abitudini. Evita uno stile di vita sedentario.

Iperplasia prostatica benigna o adenoma prostatico - trattamento.

L'iperplasia prostatica benigna (IPB) o l'adenoma prostatico è la malattia urologica più comune negli uomini di età superiore ai 50 anni. Con iperplasia prostatica benigna, un aumento del suo volume si verifica a causa di iperplasia (crescita) del tessuto situato lungo l'uretra. Di conseguenza, l'uretra viene compressa con una diminuzione del suo lume. E questo, a sua volta, porta all'apparizione e alla crescita di sintomi come il rapido, piccolo svuotamento e difficoltà a urinare con un "flusso lento".

Se non trattato, un aumento delle dimensioni della ghiandola prostatica può portare a ritenzione urinaria acuta con la necessità di deviazione urinaria imponendo una cistostomia (installazione di un "tubo" nella vescica attraverso la parete addominale per urinare l'urina) o prolungata cateterizzazione della vescica attraverso l'uretra.

Esistono diversi trattamenti efficaci per l'iperplasia prostatica benigna. Nel decidere quale opzione di trattamento è meglio per te, valuterò la gravità dei tuoi sintomi di adenoma prostatico, le dimensioni della prostata, altri problemi di salute che hai. In questo caso, è necessario fare una scelta tra trattamento conservativo (medico) e chirurgico dell'iperplasia prostatica benigna.

Sintomi di iperplasia prostatica benigna (IPB, adenoma prostatico).

Un aumento del volume della prostata può manifestarsi con vari sintomi. I sintomi più comuni di iperplasia prostatica benigna sono:

  • debole flusso di urina;
  • difficoltà a urinare;
  • si rompe durante la minzione;
  • masturbandosi con l'escrezione urinaria di urina alla fine della minzione;
  • minzione frequente o imperativa;
  • aumento della frequenza urinaria durante la notte (nicturia);
  • bisogno di sforzo mentre urina;
  • incapacità di svuotare completamente la vescica senza ri-urinare dopo poco tempo;
  • infezioni croniche del tratto urinario;
  • la formazione di calcoli alla vescica;
  • ridotta funzionalità renale, insufficienza renale;
  • ischuria paradossa (perdita costante di urina con vescica riempita) e ritenzione urinaria cronica;

Le grandi dimensioni della prostata non sono necessariamente accompagnate da una maggiore gravità dei sintomi della minzione. Alcuni pazienti con una ghiandola prostatica leggermente ingrossata, al contrario, hanno problemi significativi con la minzione.

Solo circa la metà degli uomini con una ghiandola prostatica ingrossata ha sintomi che diventano evidenti o abbastanza gravi da indurli a cercare un aiuto medico. Di norma, con l'aumentare del volume della prostata, aumenta la gravità dei sintomi dell'adenoma.

Quando devo vedere un dottore?

Se hai problemi con la minzione, consulta immediatamente un medico per valutare la gravità dei sintomi causati da iperplasia prostatica benigna e scopri quali test, test o misure correttive potresti aver bisogno. Se non sei in grado di urinare, consulta immediatamente un medico!

Se non si mostrano sintomi evidenti di minzione e se non rappresentano una minaccia per la salute, potrebbe non essere necessario un trattamento. Ma ancora, questi sintomi dovrebbero essere analizzati da un medico in modo che possiamo essere sicuri che non siano collegati ad altri problemi, come ad esempio il cancro alla prostata.

Cause di iperplasia prostatica benigna (IPB, adenoma prostatico).

La ghiandola prostatica è l'organo del sistema riproduttivo negli uomini, che produce la maggior parte della parte liquida dello sperma. Il segreto della prostata è un fluido color latte che fornisce nutrimento e trasporto degli spermatozoi nel tratto genitale dell'uomo durante l'eiaculazione (orgasmo). La ghiandola prostatica si trova sotto la vescica. L'uretra (uretra) che trasporta l'urina dalla vescica passa attraverso il centro della prostata. Pertanto, quando la ghiandola prostatica si allarga, inizia a spremere l'uretra e bloccare o ostruire il passaggio dell'urina.

I medici oggi non sono sicuri di quale sia la causa di un tale aumento del volume della ghiandola prostatica, che si osserva dopo 45-50 anni. Molto probabilmente, gli ultimi dati della ricerca confermano che ciò è principalmente dovuto a cambiamenti legati all'età nel rapporto degli ormoni sessuali, vale a dire con un aumento della produzione di diidrotestosterone, che aumenta con l'età.

Fattori di rischio per iperplasia prostatica benigna (IPB, adenoma prostatico).

I principali fattori di rischio per l'adenoma (iperplasia prostatica benigna) della ghiandola prostatica sono:

  • Aging. Iperplasia benigna e sintomi correlati sotto forma di disturbi della minzione sono estremamente rari negli uomini di età inferiore ai 40 anni. All'età di 55 anni, circa 1 su 4 uomini presentano segni e sintomi di iperplasia prostatica benigna (adenoma). All'età di 75 anni, più della metà degli uomini riferisce di avere qualche tipo di sintomo o disturbo urinario associato a iperplasia prostatica benigna.
  • Storia familiare Avere un parente di sangue come un padre o un fratello ha problemi per quanto riguarda la condizione della prostata, quindi è probabile che anche tu abbia problemi simili.
  • Regione di residenza: l'adenoma prostatico è abbastanza comune in Europa, America e Australia. Ma questa malattia è molto meno comune negli uomini in Cina, India e Giappone.

Complicazioni di iperplasia prostatica benigna (IPB, adenoma prostatico).

Una ghiandola prostatica ingrossata diventa un problema serio quando inizia a influenzare fortemente la tua capacità di svuotare la vescica. Se ciò accade, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Complicazioni di iperplasia prostatica benigna sono i seguenti:

  • Ritenzione urinaria acuta. La ritenzione urinaria acuta è un'improvvisa incapacità di urinare, accompagnata da un intenso dolore e da una sensazione di distensione nell'addome inferiore. Questo può verificarsi dopo l'assunzione di farmaci diuretici, con allergie, a freddo, dopo aver assunto alcol o cibi piccanti. Quando non è possibile urinare, il medico può passare un catetere di urina attraverso l'uretra nella vescica. Oppure, il medico può mettere un tubo (cistostomia) nella zona sovrapubica - un catetere che viene inserito nella vescica attraverso la parete addominale nell'addome inferiore.
  • Infezione del tratto urinario. Alcuni uomini con iperplasia prostatica benigna (adenoma) hanno un'alta incidenza di malattie infettive e infiammatorie delle vie urinarie, come ad esempio la pielonefrite e la prostatite. La ragione di ciò è una violazione del passaggio dell'urina e la presenza di una grande quantità di urina residua.
  • Calcoli alla vescica L'alta incidenza di calcoli alla vescica nei pazienti con adenoma prostatico è associata alla loro incapacità di svuotare completamente la vescica. Se c'è una grande quantità di urina residua, la probabilità di formazione di calcoli nella vescica aumenta notevolmente e l'indebolimento del flusso urinario rende impossibile la loro separazione.
  • Diverticula e rottura della vescica. Questo accade quando la vescica non si svuota completamente per un lungo periodo di tempo. La parete muscolare della vescica è allungata e assottigliata, diventa debole e non può più fornire una contrazione della vescica e l'escrezione di urina attraverso l'uretra. A costante stiramento della vescica da parte delle urine, le sporgenze della sua parete sottile (diverticula) formano, che possono rompersi in qualsiasi momento anche con un leggero sforzo. Dopo il trattamento chirurgico per l'iperplasia prostatica benigna (adenoma) e il recupero del deflusso delle urine dalla vescica, i diverticoli rimangono, ma il rischio della loro rottura è significativamente ridotto.
  • Danno renale Ciò è dovuto all'elevata pressione nella vescica dovuta alla ritenzione urinaria cronica. Questa alta pressione trasmessa attraverso gli ureteri può danneggiare direttamente i reni causando rotture del calice e sanguinamento di sangue. Quando la ghiandola prostatica si allarga a causa della sua iperplasia benigna, l'idronefrosi può svilupparsi - un'espansione del sistema di raccolta di uno o entrambi i reni sullo sfondo di un deflusso alterato di urina.

Nella maggior parte degli uomini con iperplasia prostatica benigna con trattamento tempestivo, queste complicanze non si sviluppano. Tuttavia, la ritenzione urinaria acuta e il danno renale (pielonefrite, idronefrosi) possono rappresentare una seria minaccia per la vita e gli arti.

Esame e diagnosi dell'iperplasia prostatica benigna (adenoma prostatico).

L'esame iniziale per l'iperplasia prostatica benigna (adenoma), di norma, include:

  • Distribuzione dettagliata dei sintomi. Il medico dovrebbe conoscere tutti i problemi di salute che hai, quali farmaci stai assumendo e se c'è una storia di problemi alla prostata nella tua famiglia. Il medico potrebbe suggerirti di compilare un questionario, come l'IPSS.
  • Esame rettale digitale Questo studio consente al medico di controllare la prostata inserendo un dito nel retto. Con questo semplice test, il medico può determinare se la prostata è ingrandita e controllare il cancro alla prostata.
  • Esame neurologico Questa è una breve valutazione del tuo sistema nervoso. Questo può aiutare il medico a eliminare i problemi urinari con altre cause oltre a una prostata ingrossata. Ciò che questo sondaggio comporta dipende dalle circostanze specifiche.
  • Analisi delle urine L'analisi dei campioni di urina in un laboratorio può aiutare a eliminare l'infezione o altri cambiamenti nel tratto urinario che possono causare sintomi simili.

Il medico può utilizzare ulteriori ricerche per escludere altri problemi e confermare il ruolo principale dell'allargamento della prostata nell'insorgenza dei sintomi urinari che ha.

Lo scopo dell'esame per l'iperplasia prostatica benigna comprende i seguenti studi:

  • Antigene del sangue specifico della prostata (PSA). Normalmente, una certa quantità di antigene prostatico specifico (PSA) si forma nella ghiandola prostatica. Se si dispone di un aumento del volume della prostata, aumentano anche i livelli di PSA. Tuttavia, i livelli di PSA possono anche essere elevati nel cancro della prostata, sullo sfondo di infiammazione (prostatite), così come dopo un esame rettale digitale, TRUS o chirurgia di cateterizzazione della vescica.
  • Studio della velocità di flusso delle urine (uroflussimetria). Questo test misura la portata volumetrica delle urine. Si urina in una nave collegata a un dispositivo speciale. I risultati di questo test in dinamica consentono di determinare se vi è un miglioramento o un peggioramento della minzione durante il processo di trattamento e di decidere sulla necessità di un trattamento chirurgico.
  • Determinazione del volume residuo di urina. Questo studio mostra se è possibile svuotare completamente la vescica. Questo di solito viene fatto con un'ecografia, quando viene misurata la quantità di urina residua che rimane nella vescica dopo la minzione.
  • Ultrasuoni transrettali. TRUS della ghiandola prostatica fornisce una misurazione della prostata, e consente anche di valutare la sua struttura. In questa procedura, una piccola sonda a ultrasuoni viene inserita nel retto. Questo ti permette di ottenere un'immagine dettagliata della ghiandola prostatica.
  • Biopsia della prostata Usando questa procedura, che viene eseguita sotto buona anestesia locale sotto il controllo dell'ecografia transrettale, un ago speciale viene utilizzato per prelevare campioni del tessuto ghiandola prostatica per il loro esame istologico. Questa procedura, se eseguita correttamente, è completamente indolore e sicura. Lo studio di campioni di tessuto ottenuti con un microscopio consente di diagnosticare o eliminare il cancro alla prostata.
  • Cistoscopia. Chiamata anche uretrocistoscopia, questa procedura consente al medico di esaminare l'uretra e la vescica dall'interno. Dopo aver eseguito l'anestesia locale, il cistoscopio viene inserito nell'uretra e consente di determinare visivamente le possibili cause dei problemi. È anche possibile condurre una biopsia prostatica e cistoscopia in anestesia endovenosa.
  • Urografia TC. Questo test può aiutare a rilevare calcoli delle vie urinarie, gonfiore o compressione degli ureteri sulla vescica (nel tratto urinario superiore). Allo stesso tempo, un agente di contrasto viene iniettato nella vena (assicurarsi di avvertire il medico se si è allergici a iodio e ai farmaci contenenti iodio) e si esegue una scansione di tomografia computerizzata (TC) dei reni, degli ureteri e della vescica. Il contrasto aiuta a visualizzare i sistemi collettivi dei reni e degli ureteri.

Trattamento di BPH. Il trattamento con adenoma prostatico è conservativo e chirurgico.

Per l'iperplasia prostatica benigna, viene utilizzata una varietà di trattamenti. Includono terapia farmacologica, trattamento chirurgico e interventi chirurgici minimamente invasivi. La scelta del miglior metodo di trattamento per te dipende da alcuni fattori, come ad esempio la gravità dei sintomi della minzione, il volume della prostata, la presenza di malattie concomitanti, la tua età e le tue preferenze.

Terapia farmacologica dell'iperplasia prostatica benigna (adenoma prostatico, BPH).

Con una malattia come l'adenoma della prostata, il trattamento può essere conservativo e chirurgico. La terapia farmacologica è il trattamento più comune per l'iperplasia prostatica benigna con moderata gravità dei sintomi della minzione. I farmaci usati per alleviare i sintomi dell'iperplasia prostatica benigna sono i seguenti:

  • Alfa-bloccanti. Questi farmaci rilassano le fibre muscolari del collo vescicale e le fibre muscolari nella ghiandola prostatica e rendono più facile urinare. Questi farmaci comprendono terazosina, doxazosina, tamsulosina, alfuzosina. L'effetto di prendere alfa-bloccanti si sta sviluppando rapidamente. Dopo un giorno o due, noterai che il flusso di urina è aumentato e hai iniziato a urinare meno frequentemente. Tra gli effetti collaterali, l'eiaculazione retrograda e l'ipotensione ortostatica sono i più comuni.
  • 5 bloccanti alfa reduttasi. Questi farmaci causano una diminuzione delle dimensioni della prostata, prevenendo i cambiamenti ormonali che causano la crescita della ghiandola prostatica. Questo gruppo di farmaci comprende finasteride (Proscar) e dutasteride (Avodart). Di regola, l'effetto della loro ricezione è meglio visto con la prostata molto grande. Potrebbero essere necessarie diverse settimane o addirittura mesi prima che tu possa notare un miglioramento. Mentre assumono i bloccanti della 5-alfa reduttasi, si verificano occasionali effetti collaterali come l'impotenza (disfunzione erettile), diminuzione del desiderio sessuale e dell'eiaculazione retrograda.
  • Terapia farmacologica combinata. L'uso simultaneo di alfa-bloccanti e bloccanti della 5-alfa reduttasi, di regola, dà un effetto più pronunciato rispetto a ciascuno di questi farmaci di per sé.
  • Tadalafil (Cialis). Questo farmaco, proveniente da un gruppo di farmaci chiamati inibitori della fosfodiesterasi, è spesso usato per trattare l'impotenza. Ma può anche essere usato per trattare l'adenoma prostatico. Tuttavia, il tadalafil non può essere usato in combinazione con alfa-bloccanti. Inoltre non può essere utilizzato contemporaneamente ai nitrati, come ad esempio la nitroglicerina.

Trattamento chirurgico dell'iperplasia prostatica benigna (adenoma prostatico, BPH).

Il medico può raccomandare un intervento chirurgico se il trattamento conservativo non è efficace o se si hanno sintomi gravi. Ci sono diverse opzioni per il trattamento chirurgico dell'iperplasia prostatica benigna. Tutti mirano a ridurre il volume della ghiandola prostatica e rimuovere la parte del tessuto prostatico che schiaccia l'uretra e rende più difficile il deflusso delle urine.

La decisione su quale tipo di chirurgia può essere scelta nel tuo caso deve basarsi su una serie di fattori, tra cui la dimensione della prostata, la gravità dei sintomi della minzione, la presenza di comorbidità.

Qualsiasi tipo di chirurgia della prostata può causare effetti collaterali, quali eiaculazione retrograda, incontinenza urinaria e disfunzione erettile.

Operazioni standard per l'iperplasia prostatica benigna.

Resezione transuretrale della prostata (TUR).
La TUR è attualmente l'opzione più comune per il trattamento chirurgico dell'adenoma prostatico, e questa è l'operazione con cui vengono confrontati tutti gli altri metodi di trattamento dell'IPB.

Con TUR, il chirurgo inserisce uno strumento speciale con ottica (resettoscopio) nell'uretra e utilizza piccoli strumenti di taglio per rimuovere tutti i tessuti della ghiandola prostatica situati lungo l'uretra e schiacciarlo.

Una TUR solitamente risolve rapidamente i sintomi della minzione e la maggior parte degli uomini nota un flusso di urina più forte subito dopo questa procedura. Tuttavia, dopo TUR si ha il rischio di sanguinamento e complicanze infettive postoperatorie e potrebbe essere necessario un drenaggio di cistostomia o un catetere per drenare l'urina dalla vescica per circa 2-3 settimane dopo la procedura.

Open adenomectomia.

Questo tipo di chirurgia viene solitamente utilizzato se si ha una ghiandola prostatica molto grande o si hanno problemi alla vescica, come grandi diverticoli che richiedono un trattamento chirurgico o calcoli alla vescica. Questo intervento è chiamato aperto poiché il chirurgo fa un'incisione nell'addome inferiore per raggiungere la prostata.

L'adenomectomia aperta è il trattamento più efficace per gli uomini con iperplasia prostatica benigna con un volume elevato, ma ha anche il più alto rischio di effetti collaterali e complicanze.

Chirurgia mini-invasiva per iperplasia prostatica benigna.

Chirurgia laser per l'adenoma della prostata.

Nell'adenoma prostatico, il trattamento può essere effettuato utilizzando laser ad alta energia per rimuovere il tessuto prostatico invaso. La chirurgia laser può ripristinare immediatamente la minzione normale e avere un rischio significativamente inferiore di effetti collaterali e complicanze rispetto alla TURP della prostata. Non sono accompagnati da sanguinamento e quindi possono essere utilizzati negli uomini che assumono farmaci che fluidificano il sangue.

La chirurgia laser può essere eseguita utilizzando diversi tipi di laser e in modi diversi.

L'ablazione laser elimina la compressione dell'uretra dovuta al riscaldamento e alle successive "rughe" dei tessuti della prostata che circondano l'uretra. L'ablazione può portare allo sviluppo di sintomi di irritazione delle vie urinarie dopo l'intervento chirurgico ed è associata alla necessità di ripeterlo se l'effetto di una singola procedura risulta insufficiente.

Quando si verifica la vaporizzazione del laser, il tessuto adenoma viene evaporato da un laser verde.

L'enucleazione laser per l'iperplasia prostatica benigna è simile all'adenomectomia aperta per l'efficacia, ma è accompagnata da un rischio molto più basso di sviluppare complicanze.

Raccomandazioni sulla modalità e lo stile di vita per l'iperplasia prostatica benigna (IPB).

Alcuni cambiamenti dello stile di vita possono spesso aiutare a controllare i sintomi dell'iperplasia prostatica benigna e prevenire il deterioramento della condizione.

Vi consiglio le seguenti misure:

  • Ridurre il consumo di bevande la sera. Non bere nulla per un'ora o due prima di andare a dormire. Questo ti aiuterà a evitare di svegliarti per una visita al bagno durante la notte.
  • Non bere troppo caffè o alcool. Possono aumentare la produzione di urina, irritazione della vescica e aggravare i sintomi di problemi urinari.
  • Se sta assumendo diuretici (diuretici), si rivolga al medico. Potrebbe essere possibile passare a dosi più basse e prenderle solo al mattino. Questo aiuterà ad alleviare i sintomi della minzione. Non smettere di prendere diuretici, senza prima consultare il medico.
  • Piscia non appena senti il ​​bisogno. Cerca di urinare non appena senti la voglia di urinare. Lunghe attese, prima che tu decida di urinare, può contribuire al sovraccarico dello strato muscolare della parete della vescica e causare un disturbo dell'atto di minzione.
  • Pianifica una visita al bagno. Cerca di urinare regolarmente, circa una volta ogni quattro-sei ore durante il giorno, e questo può "allenare" la vescica a svuotare a intervalli regolari.
  • Sii attivo. L'inazione ti fa trattenere l'urina. Anche una piccola quantità di esercizio fisico può aiutare a ridurre il ristagno di sangue nella pelvi e ridurre la gravità dei problemi associati a una ghiandola prostatica ingrossata.
  • Piscia e poi fai pipì di nuovo dopo pochi minuti. Questo si chiama doppia minzione.
  • Vestiti calorosamente. L'ipotermia può portare alla ritenzione urinaria e alla comparsa di minzione imperativa.

Prevenzione dell'iperplasia prostatica benigna e preparazioni a base di erbe.

Studi sulla ricerca di metodi alternativi di trattamento e prevenzione dell'iperplasia prostatica benigna hanno avuto risultati contrastanti. L'estratto di Palmetto, ottenuto da bacche di palma nana matura, sembra contribuire a ridurre i sintomi dell'iperplasia prostatica benigna. Tuttavia, gli studi hanno dimostrato che il trattamento a base di erbe non è più efficace del placebo.

Alcuni dei preparati a base di erbe che possono essere proposti per ridurre l'intensità dei sintomi dei disturbi della minzione in iperplasia prostatica benigna (adenoma) sono:

  • estratto da bacche mature di un cespuglio Palmetto (palmetto).
  • estratti da alcune piante contenenti beta-sitosterolo.
  • olio dalla corteccia dell'albero Pygeum Africanum (prugna africana).
  • Estratto di polline di Ryegrass (Ryegrass).
  • estratto di radice di ortica.

Se avete domande riguardanti le indicazioni e le controindicazioni per i vari metodi di trattamento dell'iperplasia prostatica benigna, la loro efficacia, le complicazioni e i metodi per la loro prevenzione e trattamento, l'ammontare dell'esame, il loro costo, chiamate e scrivete!

Tutte le fasi, vale a dire la diagnosi di adenoma prostatico, il suo trattamento, sia conservativo che chirurgico, eseguo personalmente l'osservazione di follow-up. Ciò garantisce l'alta qualità della diagnosi e delle cure fornite da 20 anni di esperienza e la mia personale partecipazione a tutti gli studi e le operazioni.

Chiama e scrivi! Prendi un appuntamento! Sarò felice di aiutarti!

Telefono: +7 (499) 397-84-98 - fissare un appuntamento

Feedback dal medico, risposte alle domande sulla diagnosi e sul trattamento dell'iperplasia prostatica benigna (adenoma prostatico).

Ci sono domande sulla diagnosi e sul trattamento dell'iperplasia prostatica benigna (adenoma prostatico)?

Puoi chiedergli:

  • qui, tramite il modulo di commento qui sotto;
  • via email andando alla pagina "Contatti".

Oppure chiama 8 (499) 397-84-98 e fissa un appuntamento con il dott. Milenin!

Sarò felice di aiutarti! Sempre tuo, dott. Kuzma Milenin.

Chiedi a Dr. Kuzma Milenin una domanda:

* Il campo "Sito" non è richiesto. Per favore scrivi la tua domanda nel campo "Commento".

  • # 1

Victor (sabato, 17 gennaio 2015 10:09)

Caro dottore, la mia diagnosi è la ritenzione urinaria acuta, l'adenoma prostatico. Un catetere è stato installato nella vescica attraverso la parete addominale nell'addome inferiore.Come convivere con il catetere, se bloccare il tubo. Per iniziare a urinare in modo naturale, prendi qualsiasi pillola. In futuro, si presume l'operazione

Viktor (lunedì, 19 gennaio 2015 20:18)

Saluti a te Cubo della prostata da 35 cm Dolore nel perineo. Analizzato un cane uguale a 2, ma l'analisi è stata effettuata 3 settimane dopo l'assunzione di sangue. Quanto è affidabile? E in secondo luogo, Uloglog dice che il dolore può essere dovuto al testosterone (ahimè, con la sua analisi, non ci sono ancora indicazioni, e un'analisi non è probabilmente benefica). La verità è che i livelli di testosterone possono produrre questi sintomi. Grazie vincitore

Pospelov Petr Vasilyevich (Giovedì, 22 gennaio 2015 19:02)

Come può essere eseguita la chirurgia laser della prostata e qual è il costo di questa procedura per i pazienti di altre città

Dr. Kuzma Milenin (domenica 25 gennaio 2015 01:04)

Victor, ciao! Se "allenare" la vescica o meno, in ogni caso viene deciso individualmente. In contumacia per dare il meglio, adatto a te, il consiglio è abbastanza difficile. Qualche volta è possibile fare senza chirurgia. L'assunzione di alfa-bloccanti e bloccanti della 5-alfa reduttasi può aiutare a ripristinare la minzione, ma il successo del trattamento conservativo per l'adenoma prostatico dipende da molti fattori. Ad esempio, sul volume della ghiandola prostatica, sulla natura della crescita dei nodi di iperplasia prostatica benigna, sulla presenza o meno di sclerosi concomitante del collo vescicale, ecc. I farmaci possono essere usati in modo diverso, la combinazione di tamsulosina e dutasteride viene spesso prescritta. Il drenaggio della cistostomia è possibile solo durante l'assunzione di antibiotici. Se la minzione viene ripristinata, è imperativo collegare un orinatoio per la sera la sera e misurare la quantità di urina rilasciata simultaneamente. Se entro un mese la minzione non viene ripristinata, viene indicato un trattamento chirurgico. Con un grande volume della prostata (più di 50 cm cubici), raccomanderei l'embolizzazione intravascolare delle arterie prostatiche. Con un volume più piccolo, l'opzione preferita per il trattamento chirurgico dell'adenoma prostatico è, a mio avviso, la vaporizzazione laser della ghiandola prostatica.

Dr. Kuzma Milenin (domenica 25 gennaio 2015 11:03)

Victor, ciao! I dolori che descrivi sono caratteristici della esacerbazione della prostatite cronica. Un aumento del volume della prostata (normalmente il volume della ghiandola prostatica fino a 30 cm3) può essere dovuto sia all'edema della ghiandola sullo sfondo di infiammazione, sia all'iperplasia prostatica benigna.

Dr. Kuzma Milenin (domenica 25 gennaio 2015 11:17)

Peter Vasilyevich, ciao! La vaporizzazione laser, come variante del trattamento chirurgico minimamente invasivo dell'iperplasia prostatica benigna, attualmente non la spendo. Posso consigliarvi di contattare il Centro di ricerca endocrinologica o la Clinica ristretta dell'Accademia delle Scienze russa per la sua attuazione. Nei dipartimenti urologici di queste cliniche ho accumulato, per quanto ne so, la più grande esperienza di vaporizzazione laser nell'adenoma prostatico.

Viktor Aleksandrovich (martedì 31 marzo 2015 10:50)

Caro dottore, ho 65 anni I miei indici delle ghiandole prostatiche sono i seguenti: 43 X 51 X 34 Volume 39.2, volume di iperplasia 14.6 La forma è rotonda, chiara, irregolare, la capsula può essere tracciata dappertutto, la proporzione media non viene pressata nel lume urinario vescica, l'uretra non è dilatata, la struttura non è omogenea, con calcificazioni sul bordo delle zone e periuretrale fino a 2 mm con formazione anecoica fino a cisti di 6 mm Echogenicità mista Le bolle del seme sono moderatamente dilatate con un contenuto non uniforme La parete della vescica è ispessita a 5,4 mm, i contorni sono chiari, pari, forma Avilna ovale Le formazioni logiche non sono determinate al momento del test.L'urina dell'urina dalle bocche dell'uretere è tracciata su due lati, il residuo di urina è di 105 centimetri cubici Conclusione: segni di eco di iperplasia focale diffusa del predzhelezy. urina nella vescica
Analisi: PSA 4,2 PSA con -3,335, PSA libero -0,873 oltre il 15% del PSA totale.
Mi viene offerta un'operazione per rimuovere l'adenoma, quale metodo mi raccomando e se è possibile farlo con i farmaci, prendo Omnick per sei mesi, la minzione è normale, mi alzo la notte 2 volte, l'ipertensione 2 cucchiai, prendo le pillole per la pressione e il prenarium.

Dr. Kuzma Milenin (domenica, 05 aprile 2015 22:37)

Victor Alexandrovich, ciao! Durante l'assunzione di Omnik, la quantità di urina residua è ancora significativamente superiore alla norma. Il volume della ghiandola prostatica non è così grande. In contumacia è difficile consigliare qualsiasi cosa definita. Puoi provare a prendere i bloccanti della 5-alfa reduttasi (finasteride, dutasteride) in combinazione con Omnick o un altro alfa-bloccante. Effettuare un ciclo di terapia anti-infiammatoria e antibatterica. Successivamente, monitorare il volume di urina residua per 3-6 mesi ogni mese con un'ecografia. Se si osserva una dinamica positiva sotto forma di una diminuzione del volume della prostata e dell'urina residua, è possibile che l'operazione venga evitata. Inoltre, è necessario seguire le dinamiche del livello PSA.

Alexey (mercoledì 15 aprile 2015 16:10)

Ciao, ho 48 anni. Altezza 173 peso 75, niente cattive abitudini. Risultati TRUS. BOLLA URINARIA: abbastanza piena, dimensioni prima della minzione 84 * 62 * 44 mm, volume = 119,2 metri cubi. Il contorno è liscio. Le pareti di 3,8 mm, senza caratteristiche, non sono addensate. La cavità non è cambiata. Il collo della vescica è conservato, l'uretra prostatica non è dilatata. Le emissioni dalla bocca degli ureteri sono.
FERRO DI PROSTATA: forma triangolare, capsula conservata. Simmetria-mantenuta. La struttura è eterogenea a causa di aree ipoecogene e iperecogene diffuse con contorni sfocati di 2-3 mm, formazioni iperecogene di 2-3 mm con ombra acustica (calcinati periuretrali), formazioni ipoecogene in zone di transizione con contorni chiari, uniformi, struttura interna omogeneo, con dimensioni a destra 9 * 10mm, a sinistra 10 * 11mm.
Nella normovascolarizzazione del parenchima CDC.
Dimensioni: trasversali - 45 mm, antero-posteriore - 34 mm, longitudinale - 34 mm.
Il volume della ghiandola prostatica - 27,1 ml.
Il volume di urina residua - 5 ml.cub.
Spessore seminale spessore 10,0 mm, struttura simmetrica, omogenea. Quando la normovascolarizzazione di TsDK.
Conclusione: segni di ecografia di iperplasia prostatica, cambiamenti strutturali diffusi della ghiandola prostatica. Calcio della ghiandola prostatica.

Dr. Kuzma Milenin (martedì 21 aprile 2015 17:40)

Alexey, ciao! La conclusione dell'ecografia studiata. Penso che nel tuo caso sia prematuro parlare di iperplasia benigna o adenoma prostatico. Vi sono segni di ecografia iniziale di iperplasia benigna sotto forma di formazione di nodi nella zona di transizione, ma il volume della ghiandola prostatica oggi rientra nell'intervallo normale. Nessuna urina residua. Senza esame, analisi di reclami e dati di anamnesi, ad es. senza consultare, trovo difficile fornirmi raccomandazioni specifiche. Forse nella vostra situazione sarà possibile limitarsi a prendere preparazioni a base di erbe di bloccanti della 5-alfa reduttasi.

Nikolay (04.04.2016) (giovedì, 07 aprile 2016 02:59)

Ciao Ho 65 anni. PSA superato 8.4. Scansione ad ultrasuoni: i contorni della vescica sono pari, il volume è di 125,3 ml. Le concrezioni non sono visualizzate. Le formazioni volumetriche non sono visualizzate. Urina residua: no
Ghiandola della prostata: i contorni sono pari, Dimensioni: diametro 5,1 cm, anteriore-posteriore 4,7 cm, superiore-inferiore 3,9 cm. V, cm ^ 3: 48.9.
Echostruttura: la differenziazione è preservata, il rapporto è disturbato, il tessuto iperplastico della zona centrale sotto forma di una formazione a più nodi 4.6 * 3.7 * 3.0 cm con variazioni di ritenzione dei condotti schiaccia uniformemente la periferica, in entrambi i lobi sul bordo delle zone, vengono visualizzate formazioni cistiche di 0,5 cm d, 0, 8 cm d (cisti dei dotti eiaculatori), pyzyrki seminali non sono visualizzati. Conclusione: i segni di eco di BPH.
Allo stesso tempo ho l'ipertensione, la gotta. Cosa puoi consigliare?

Dr. Kuzma Milenin (lunedì 23 maggio 2016 21:41)

Ciao, Nikolay! Posso consigliarti di fissare un appuntamento e andare dall'urologo per un appuntamento. PSA che hai sollevato, devi capire.

Alexander (sabato, 07 gennaio 2017)

Ciao Dr. Kuzma Milenin!
Ho 66 anni. La BPH è stata diagnosticata diversi anni fa. L'ultimo sondaggio è stato a dicembre 2016. Il volume della prostata è di circa 50 cm3, il PSA è 2.0. L'ultimo ciclo di terapia farmacologica (circa 5 mesi - Avodart + Doxazosin) è terminato a maggio 2016. Sono preoccupato per la minzione frequente - circa ogni ora, a volte può essere più spesso. Di notte, visito il bagno 1 - un massimo di 2 volte. L'urina residua con ultrasuoni è di circa 18 cm3. Il mio urologo non può raccomandarmi nulla. I preparati a base di erbe, a giudicare dalle recensioni dei medici, sono inefficaci. Potete consigliare un farmaco efficace per ridurre la frequenza urinaria?
Grazie in anticipo per la tua risposta. Alexander.

Dr. Kuzma Milenin (Domenica, 05 febbraio 2017 20:47)

Alessandro, ciao! In contumacia è difficile formulare raccomandazioni specifiche. Consiglierei di continuare a prendere Avodarta, come farmaco per ridurre la prostata per iperplasia benigna per un lungo periodo (6 mesi o più) in combinazione con Betmie o Vesomni.