Principale
Motivi

Carcinoma della prostata

Carcinoma della prostata (carcinoma) - un tumore maligno che si sviluppa nella ghiandola prostatica. La ghiandola si trova nella regione pelvica negli uomini, appena sotto la vescica nella parte anteriore del retto e circonda l'uretra.

L'oncologia della prostata secondo le statistiche è tra le malattie più frequenti che colpiscono la popolazione maschile di diverse età. Il carcinoma della prostata o del carcinoma della prostata è il terzo nell'elenco in termini di indicatori globali ed è secondo solo al cancro intestinale e al cancro del polmone.

Tra i 100 pazienti che sviluppano il cancro alla prostata, fino a 3 persone sono condannate dopo il trattamento. Per ridurre il tasso di mortalità, è importante diagnosticare il cancro alla prostata in una fase precoce del cancro alla prostata e trattare tempestivamente il cancro alla prostata.

Carcinoma maligno della ghiandola prostatica

La differenza tra carcinoma e adenocarcinoma

L'adenocarcinoma maligno della ghiandola prostatica o del cancro ghiandolare è una conseguenza dell'adenoma prostatico - un tumore benigno.

L'adenocarcinoma della prostata germina verso gli organi adiacenti secondo la direzione del flusso sanguigno e del flusso linfatico e interrompe il loro lavoro. Quando cresce in uno spazio limitato, il tumore si sposta verso la vescica, manifestando i sintomi della cistite.

Carcinoma della prostata - che cos'è? Un tumore che si sviluppa dall'epitelio dei dotti (tessuto) della prostata è chiamato carcinoma.

Come il cancro, il carcinoma della prostata viene diagnosticato aumentando il PSA nel plasma sanguigno. L'esame istologico mostra che le cellule nella massa del tumore sono atipiche e non dotate di segni normali. Il carcinoma è considerato un tumore oncologico che colpisce qualsiasi organo interno e cellule epiteliali della pelle. Qualsiasi struttura tissutale contenente cellule epiteliali può diventare il sito di carcinoma.

Ciò significa che vari tipi di carcinoma possono svilupparsi negli organi interni. Il luogo in cui appare determina la natura delle cellule che compongono il carcinoma. Ad esempio, può svilupparsi da cellule piatte nella cervice, nella ghiandola mammaria nelle donne, nei polmoni e nella prostata negli uomini, nell'intestino crasso in qualsiasi persona.

Un carcinoma può apparire sulla pelle e sembra un nodulo separato con una superficie liscia: rossa o rosata. È caratterizzato da una cintura di perle traslucide. Nel centro appaiono poi croste e ulcerazioni.

Nel carcinoma squamoso, le cellule sono costituite da molti strati di epitelio squamoso. Cresce velocemente e metastatizza. Le cellule tumorali sono collegate dai desmosomi e la cheratinizzazione è presente in esse. Si sviluppano sotto l'influenza dell'ambiente con fattori cancerogeni, esposizione solare. La struttura dei carcinomi è anche diversa, che dipende dalle caratteristiche strutturali del tessuto epiteliale da cui si sviluppa. Se l'epitelio non è cambiato e non c'è una malattia precancerosa, allora il carcinoma non appare improvvisamente. Alcuni tipi di precancer non presentano alcun sintomo, quindi viene diagnosticato onco-tumore, bypassando precursori precancerosi.

Ancora una volta, quando l'epitelio dei tessuti ghiandolari (prostata, tiroide, bronco) viene catturato dal processo canceroso, la malattia viene indicata come adenocarcinoma, dal momento che le sottigliezze della diagnosi causano controversie negli oncologi, così come il trattamento del cancro.

cause di

I cambiamenti naturali a livello ormonale nel sangue a partire dai 40 anni di età influenzano la manifestazione di formazioni benigne e oncologiche nella ghiandola prostatica. Dimostrato che la progressiva crescita delle neoplasie è direttamente correlata all'alto livello di testosterone nel sangue. Cioè, a causa degli ormoni sessuali maschili, l'attenzione al tumore si espande con una diminuzione del livello di immunità.

In alcuni casi, il carcinoma della prostata si verifica in presenza di un gene ereditario. Quando si verifica una mutazione all'interno del gene NOHB13, il rischio di sviluppare un tumore aumenta dozzine di volte.

Il carcinoma della prostata è caratterizzato da un decorso stabile, ma lento, maligno. Anche in assenza di sintomi nelle prime fasi di sviluppo, il carcinoma della prostata cresce e metastaticamente si moltiplicano in modo cronico. Le metastasi nel cancro della prostata in breve tempo da una piccola lesione possono diffondersi oltre la prostata, rendendo la prognosi della vita sfavorevole.

L'apporto di sangue attivo naturale alla prostata supporta la metastasi e la formazione di fuochi secondari attraverso il flusso sanguigno e il flusso linfatico. Le cellule tumorali sono diffuse da grandi arterie iliache alla spina dorsale e alle ossa pelviche, alle ghiandole surrenali, al fegato e ai polmoni, nella LU.

Manifestazioni di carcinoma

Clinicamente, il carcinoma della prostata si manifesta in base ai cambiamenti naturali nel corpo associati al sistema immunitario e al background ormonale, oltre che ai fattori provocatori che non hanno segni specifici. In tutte le manifestazioni cliniche si può sospettare una grave fase della malattia.

I sintomi degli onco-tumori sono divisi in tre gruppi:

  1. disturbo della funzione di deflusso delle urine. L'aumento della compressione meccanica dell'uretra si verifica con lo sviluppo e la crescita del cancro. In questo caso, è difficile iniziare a urinare, svuotando completamente la vescica. Esiste incontinenza urinaria e dolore durante l'impulso e la minzione;
  2. germinazione tumorale invasiva. Un grande tumore germina la capsula della ghiandola prostatica e cresce attivamente in qualsiasi tessuto che circonda la capsula. Previene il normale funzionamento dei tessuti. Allo stesso tempo, i pazienti sentono dolore nel perineo e sotto il pube, nella zona sopra l'osso pubico. Più tardi, i sintomi appaiono ematuria (sangue nelle urine) e le impurità del sangue nell'eiaculato. Non escludere la disfunzione erettile;
  3. metastasi ad altri organi e tessuti.

Ulteriore sviluppo invasivo di un tumore maligno si manifesta:

  • dolore osseo, specialmente nella regione pelvica e lombosacrale;
  • perdita di peso significativa, compresa la cachessia;
  • diminuzione del livello di emoglobina nel sangue (anemia);
  • limitazione del movimento delle gambe, gonfiore;
  • paralisi delle gambe dovute alla compressione (compressione) del midollo spinale.

Importante sapere! Nel determinare il cancro alla prostata indifferenziato, la prognosi sarà scarsa. All'atto di manifestazione di qualsiasi sintomo del terzo gruppo indica uno stadio tardo di onkoopukoli e la diagnosi è sfavorevole. La mortalità è più comune nella pelle nera, come lo è il rischio di sviluppo rispetto alla pelle bianca del pianeta.

Il carcinoma è distribuito al 70% nelle zone periferiche della prostata, il 20% nelle zone di transizione e il 10% nella regione centrale. Stroma fibroso-muscolare è interessato dalla crescita di ono-tumori da altre aree, per esempio, quelli di transizione.

Con iperplasia prostatica e adenoma, le stesse manifestazioni si verificano come nel caso del carcinoma, quindi, se avete dei dubbi sulla salute della ghiandola prostatica, dovreste consultare immediatamente un medico e fare un esame.

Diagnosi del carcinoma della prostata

Se c'è un grande tumore nella forma di un nodo denso, determinerà l'esame rettale digitale. Se il tumore ha un diametro di 0,5-1,0 cm, sarà indicato da un marcatore tumorale e da una biopsia della ghiandola prostatica.

Con elevati livelli di PSA o tumori di grandi dimensioni, gli ultrasuoni e la biopsia vengono eseguiti sotto controllo ecografico.

Importante sapere! Il PSA, un antigene prostatico specifico, è prodotto dalle cellule dell'epitelio sano del pancreas e dalle cellule maligne. Il PSA è una serina proteasica della famiglia callicreina associata al liquido seminale.

Se le formazioni vengono identificate, viene prelevata una biopsia. Se ci sono aree sospette, la biopsia viene sistematicamente eseguita in 6 direzioni. Una biopsia viene eseguita per via transrettale per ottenere colonne di tessuto.

Le scansioni ossee vengono eseguite con un'aumentata diagnosi di PSA (oltre 200 ng / ml) o con grave dolore osseo. La somma di Gleason viene calcolata su due siti del pancreas, ognuno dei quali valuta su una scala a 5 punti. Il punteggio di Gleason può essere 2-10. I tumori altamente differenziati hanno punteggi di 2, 3, 4. In moderatamente differenziato - 5,6,7. Nei tumori "maligni" a bassa differenziazione - i punteggi più alti - 8,9,10.

Trattamento del cancro alla prostata

Nel condurre una terapia complessa prescritto:

  • Prostatectomia radicale - un'operazione per rimuovere la ghiandola prostatica, vescicole seminali con accesso: pertonale o retinica. Allo stesso tempo formano l'anastomosi della vescica e dell'uretra.
  • Salvare la prostatectomia, come fase finale del trattamento, pazienti con un piccolo effetto di radiazioni.
  • Radioterapia utilizzando una fonte esterna di radiazioni: protoni e neutroni, acceleratori lineari, cobalto. O l'introduzione diretta di microcapsule interstiziali contenenti oro - 198, iodio - 125 e iridio - 192.
  • Terapia endocrina per ridurre il livello di testosterone che circola, colpisce la ghiandola prostatica e / o sconvolge il metabolismo del testosterone da parte delle cellule epiteliali. Allo stesso tempo, le cellule della prostata si atrofizzano e muoiono, riducendo la progressione del tumore.
  • Gli analoghi dell'ormone rilasciante dell'ormone luteinizzante (RG / LH) per ridurre il livello di LH circolante e, quindi, la secrezione di testosterone sono alterati dalle cellule di Leydig nei testicoli.
  • Un blocco completo di androgeni per prevenire la produzione di testosterone da parte dei testicoli: per castrazione o l'uso di analoghi RG / LG. Oppure ferma l'azione di altri androgeni circolanti, ad esempio formati nelle ghiandole surrenali. Un androgeno come la Flutamide interferisce con il legame del diidrotestosterone e uno specifico recettore citoplasmatico.
  • nutrizione nel cancro alla prostata per reintegrare il corpo con microelementi, vitamine, sostanze anti-cancro, la ripresa del normale metabolismo e la peristalsi del corpo;
  • trattamento popolare del cancro alla prostata per mantenere l'immunità e la ripresa delle funzioni protettive del corpo.

Solo un trattamento completo del carcinoma della prostata può fornire una prognosi positiva per la sopravvivenza dei pazienti tra la popolazione maschile.

Carcinoma della prostata

Il carcinoma della prostata è un tumore maligno che inizia a svilupparsi nella prostata.

Questa ghiandola si trova negli uomini nella regione pelvica (nelle donne è assente), leggermente al di sotto della vescica nella parte anteriore del retto, mentre circonda l'uretra.

Come si comporta un tale cancro, quali opzioni di trattamento possono esserci per la malattia e cosa accadrà se non ci sarà un trattamento tempestivo? Proviamo a capire il carcinoma della prostata di cosa si tratta.

Caratteristiche della malattia

Carcinoma della ghiandola prostatica cos'è? La caratteristica principale e più importante di questo tipo di oncologia è che il tumore si diffonde rapidamente oltre la capsula, interessando le fibre nervose, che interessano i linfonodi, penetrando nel plesso nervoso e nei vasi sanguigni.

Dopo che le metastasi sono nella struttura delle ossa, si distinguono per la loro rapida crescita, si osserva la formazione di fuochi secondari, a seguito della quale il paziente ha fratture spontanee delle ossa e delle loro gravi deformità. Il cervello emopoietico osseo in questo caso viene soppiantato dall'oncologia, a seguito del quale il paziente nota un netto deterioramento della salute generale.

Prima viene rilevato il carcinoma della prostata, viene avviato il precedente trattamento efficace, maggiori sono le possibilità di completa guarigione. Un ruolo importante è svolto dall'esame istologico.

Un ruolo importante è giocato non solo determinando se il paziente ha oncologia in questo organo, ma anche per diagnosticare il tipo di carcinoma stesso.

Quadro clinico

Nella maggior parte dei casi, il carcinoma della prostata è accompagnato da sintomi quali:

  • sanguinamento;
  • disfunzione erettile, che sta iniziando a progredire;
  • presenza di sangue nello sperma;
  • incontinenza urinaria;
  • dolore nella regione pelvica;
  • durante la minzione c'è una sensazione di disagio e sensazione di bruciore;
  • ematuria.

Se la malattia non viene iniziata per essere trattata in modo tempestivo, quindi in pazienti con stadi avanzati, vi è un forte processo infiammatorio nella regione dei vasi linfatici regionali.

Come risultato di questo fenomeno, c'è un forte gonfiore agli arti inferiori. L'estesa crescita dei tessuti tumorali nelle strutture delle ossa, compresa la spina dorsale, provoca lo sviluppo di paralisi, debolezza locale, risultante dalla più forte compressione del midollo spinale.

Per questo motivo, è importante consultare un medico se vengono trovati i primi sintomi. Non è necessario ritardare il trattamento del cancro in caso di metastasi in tutto il corpo, sarà impossibile affrontare l'oncologia.

Nelle fasi finali del carcinoma, il trattamento non è in grado di portare risultati efficaci e, di conseguenza, si verifica un esito letale.

Fasi di oncologia

Come puoi capire, l'adenocarcinoma è una malattia molto grave che richiede un trattamento immediato. Questo tipo di oncologia può svilupparsi in diversi scenari:

  • seminare il corpo con il sangue;
  • distribuire metastasi linfatiche con vasi linfatici;
  • crescere nei tessuti nelle vicinanze.

Inizialmente, la ghiandola prostatica si trova in una capsula specifica. Questa struttura anatomica offre l'opportunità di ottenere una sorta di barriera che consente di limitare l'attività delle cellule tumorali per un certo periodo.

Se non viene fatto nulla, il processo maligno continuerà a diffondersi, spostandosi gradualmente verso le vescicole seminali, uscendo così dalla capsula esistente.

A seconda della fase in cui è presente il carcinoma, il medico seleziona il paziente il regime terapeutico più efficace in questo caso particolare. Se la malattia è stata diagnosticata nella fase iniziale, il trattamento può essere limitato solo ai farmaci ormonali. In alcuni casi, tale terapia è sufficiente per far fronte alle cellule tumorali e sbarazzarsi di oncologia, pur mantenendo tutte le funzioni maschili.

Se la malattia è in una fase successiva, allora in questo caso è preferibile scegliere un effetto chemioterapico, radioterapia e chirurgia. In situazioni particolarmente avanzate, si raccomanda di utilizzare metodi combinati di trattamento. Lo stesso vale per gli eventi palliativi.

L'oncologo sulla base delle analisi dovrebbe scegliere i metodi di trattamento e dovrebbe essere effettuato. Fare l'automedicazione può essere pericoloso per la salute. È possibile iniziare la malattia, di conseguenza, la medicina tradizionale sarà inutile.

Metodi di trattamento

A seconda di un numero di fattori può dipendere dal tipo di trattamento. In questo caso, è necessario prendere in considerazione tali caratteristiche: stime dei possibili rischi, la gravità del processo oncologico, la forma del cancro, l'età del paziente, così come l'aspettativa di vita. Se parliamo delle forme della malattia, la più comune di queste è il carcinoma della ghiandola.

Tratta questa forma di cancro in tre modi:

  • Terapia radicale del rene esterno della prostata;
  • chirurgia, consistente nella rimozione completa dei linfonodi pelvici e della prostata (prostatectomia radicale);
  • Il trattamento con le radiazioni consiste nell'introduzione di un isotopo radioattivo (permanente o temporaneo) nella ghiandola prostatica (brachiterapia).

Nel caso in cui la malattia inizi a progredire, si raccomanda di applicare le dipendenze ormonali alla oncologia della ghiandola mammaria, viene applicato il trattamento con farmaci ormonali, il cui effetto è diretto a ridurre gli effetti degli androgeni sulla ghiandola prostatica.

Esistono altri metodi di trattamento, il cui principio è la rapida rimozione dei testicoli o l'assunzione di farmaci che inibiscono la produzione di testosterone nei testicoli.

Fattori di rischio

Se parliamo dei fattori di rischio di questo tipo di oncologia, allora includono, prima di tutto, la razza, le caratteristiche dell'età e la storia familiare. L'età media tra gli uomini esposti a questo tipo di malattia è di 70 anni.

Dopo 40 anni, c'è una possibilità di sviluppare il cancro alla prostata negli uomini. Per questo motivo, è necessario iniziare a monitorare la propria salute durante questo periodo di tempo.

Secondo le statistiche mondiali, i processi oncologici più frequenti nella ghiandola prostatica sono osservati negli uomini della razza negroide. I caucasoidi sono al secondo posto dopo di loro, il fattore genetico rimane predominante.

Se la precedente oncologia della ghiandola prostatica è stata rilevata nei membri più anziani della famiglia, allora c'è una maggiore probabilità della sua manifestazione negli uomini della prossima generazione.

Misure preventive

Le proiezioni possono essere estremamente negative se non si sono effettuate misure preventive rivolte al carcinoma della ghiandola prostatica.

Un'attività fisica regolare può ridurre significativamente la probabilità di oncologia in questo corpo, inoltre, si raccomanda di interrompere l'abuso di alcol, smettere di fumare e aumentare il livello di attività fisica.

Nel caso in cui si è in sovrappeso, si consiglia di sbarazzarsi di esso. Che l'obesità può avere un fattore nello sviluppo del processo del cancro nella ghiandola prostatica.

Un'attenzione particolare è raccomandata per pagare la dieta. Ogni giorno devi consumare frutta e verdura, cioè soia, uva, pomodori, broccoli e cavoli. Inoltre, si raccomanda di limitare il consumo di prodotti che contengono una grande quantità di grassi animali e calcio.

Gli scienziati hanno potuto notare il fatto che la malattia si diffonde in modo non uniforme nel mondo. Ad esempio, in Giappone, la percentuale di persone con questo tipo di oncologia è molto bassa. Si ritiene che la ragione di questo fenomeno sia l'alto consumo di grassi vegetali, la stessa soia.

La soia contiene un gran numero di fitoestrogeni, che a loro volta sono molto simili agli ormoni sessuali femminili. Tali sostanze possono ridurre la quantità di testosterone nel sangue, riducendo così la probabilità di oncologia nella prostata. Nella prevenzione del cancro, i carotenoidi e l'alfa-tocoferolo svolgono un ruolo importante, poiché contengono, per la maggior parte, prodotti di origine vegetale.

È possibile aumentare la probabilità di assenza di cancro dopo cinquanta anni, a condizione che il consumo regolare di vitamina E. Gli scienziati sono stati in grado di notare il fatto che l'uso di finasteride, riduce la probabilità di carcinoma della prostata fino al 30%.

Ricercatori di tutto il mondo che studiano questa malattia notano che l'attività e lo sforzo fisico consentono anche di ridurre la probabilità del processo oncologico che si sviluppa in questo organo.

Non dovresti arrenderti e rinunciare se ti è stata fatta una diagnosi del genere. Ci sono persone che il trattamento aiuta a far fronte a una malattia così terribile come il carcinoma. La cosa principale in questo caso è non ritardare e cercare immediatamente l'aiuto dei medici.

Cancro alla prostata e le sue caratteristiche principali

Il carcinoma della prostata è una delle malattie più comuni negli uomini con più di 50 anni. Di norma, questo tumore si sviluppa per un lungo periodo di tempo e il suo trattamento influenza significativamente la funzione erettile e la fertilità (capacità di avere figli).

Questi fatti determinano la crescente popolarità delle domande sul carcinoma della prostata. Che cos'è, quali sono le cause del tumore, i suoi metodi di trattamento e prevenzione, questo articolo lo dirà.

Cos'è un tumore?

Il carcinoma della prostata è una neoplasia maligna che si sviluppa nei tessuti della prostata. La prostata è un organo importante del sistema riproduttivo maschile, che è direttamente coinvolto nel processo di eiaculazione e controlla la minzione.

Le funzioni di questo corpo sono controllate da ormoni steroidei e ipofisari. L'effetto degli ormoni sessuali sul lavoro della prostata causa la natura ormonale dei tumori maligni e la loro sensibilità alla terapia farmacologica, riducendo il livello normale di queste sostanze nel sangue.

Il carcinoma è una formazione che si verifica sulle cellule epiteliali della ghiandola.

Se il cancro risulta dalla neoplasia dell'adenoma prostatico (un tumore benigno del tessuto epiteliale ghiandolare, caratterizzato da un'eccessiva crescita di cellule di organi senza segni di cellule atipiche), allora tale tumore è chiamato adenocarcinoma.

Il più delle volte, il carcinoma si trova alla periferia della ghiandola prostatica e ha una natura multifocale. Ciascuno dei fuochi del tumore è un nodo denso di colore giallastro. L'analisi istologica del tumore mostra che la maggior parte delle sue cellule sono atipiche.

Normalmente, la ghiandola prostatica è racchiusa in una capsula. Questa struttura dell'organo fornisce un certo controllo sulla crescita del tumore, ma nel tempo le cellule atipiche si espandono nelle vescicole seminali e nei tessuti circostanti.

Cause del carcinoma della prostata

Le cause esatte e l'elenco dei fattori di rischio per il cancro alla prostata non sono ancora stati determinati. Tuttavia, le osservazioni hanno rivelato che l'insorgenza di carcinoma è preceduta da stati come:

  • Prostatite (infiammazione della ghiandola che interrompe il flusso sanguigno nei vasi del corpo ed è cronica).
  • Adenoma della prostata (proliferazione benigna - iperplasia - cellule su cui si forma un tumore maligno in determinate condizioni).
  • Disturbi ormonali, accompagnati da un aumento della concentrazione di diidrotestosterone, testosterone e alcuni tipi di androgeni.
  • La penetrazione dei batteri nel tessuto prostatico.
  • Lavorare con gomma o leghe contenenti cadmio.
  • Mutazioni genetiche, ereditarietà.

Alcuni ricercatori sottolineano il ruolo delle mutazioni nei geni NOHB13, BRCA1 e BRCA2 come una delle cause del cancro alla prostata. Nelle donne, mutazioni BRCA innescano un aumento del rischio di cancro al seno e alle ovaie. Se un carcinoma della ghiandola prostatica è stato trovato in un parente stretto (padre, fratello), aumenta anche drammaticamente il rischio di malattia.

Secondo le statistiche, la stragrande maggioranza dei pazienti con diagnosi di cancro alla prostata supera i 50-60 anni. Ciò è dovuto a una combinazione di disturbi ormonali e immunitari, malattie infiammatorie croniche, influenza di cattive abitudini e cattive condizioni ambientali.

Per ridurre il rischio di tumori maligni della prostata utilizzando misure preventive.

Includono una corretta alimentazione con un basso contenuto di grassi animali e una percentuale significativa di alimenti vegetali (verdure, soia, cereali), assunzione di complessi minerali vitaminici con tocoferolo (vitamina E), calciferolo (vitamina D), selenio e luteina, abbandonando cattive abitudini e tempestività trattamento delle malattie infiammatorie degli organi pelvici.

Classificazione del carcinoma

Il carcinoma della prostata può essere un tumore a crescita lenta, non incline alla diffusione e alla formazione di focolai secondari (metastasi), ma può essere un tumore aggressivo.

Il grado di propensione per le metastasi e il rapido sviluppo è valutato sulla scala di Gleason. Quanto meno è disturbato il processo di differenziazione cellulare è, rispettivamente, quanto più è differenziata la neoplasia, tanto più è favorevole la prognosi del trattamento.

La valutazione istologica avviene durante l'analisi dei tessuti prelevati durante la biopsia. Due parti del biomateriale sono valutate su una scala da 1 (alto grado di differenziazione) a 5 (bassa differenziazione) e i risultati della valutazione vengono sommati. Un tumore con una somma di Gleason di 2 unità ha il più basso grado di malignità, 10 unità la più grande.

In oltre il 90% dei casi, il carcinoma della prostata si verifica sulle cellule ghiandolari, formando un piccolo adenocarcinoma acinoso.

Con questo tipo di tumore, sono colpite piccole cellule tubuloalveolari che sono molto vicine tra loro. Più focolai di malattia con la crescita di neoplasie si fondono in un unico tumore denso. La quota rimanente dei casi clinici è attribuita a tali tipi di cancro come:

  1. polimorfocellulare (caratterizzato da diverse forme e dimensioni di cellule che si dividono rapidamente);
  2. anaplastico (questo tipo di carcinoma è caratterizzato dalla forma e dalle dimensioni specifiche delle cellule tumorali e dal cambiamento delle loro strutture);
  3. solido (le cellule si trovano sotto forma di trabecole, separate dal tessuto connettivo, in alcuni casi le aree di adenocarcinoma si trovano in un tumore di questo tipo);
  4. fibroso (scirrotico, in cui prevale il tessuto connettivo sopra le cellule);
  5. squamose;
  6. tubolare;
  7. alveolare.

I tipi tubulari e alveolari del cancro alla prostata si verificano, rispettivamente, nei canali rivestiti da epitelio cubico o prismatico e nelle sezioni di confine delle ghiandole.

Secondo il grado di differenziazione, la sottospecie del carcinoma della ghiandola prostatica è distribuita in un elenco top-down (il tumore polimorfoncellulare è il più maligno).

Il denocarcinoma della prostata ha un alto grado di differenziabilità ed è caratterizzato da una crescita graduale, sensibilità alla terapia ormonale e una leggera propensione a metastatizzare.

Caratteristiche del carcinoma della prostata

Il carcinoma della prostata ha una serie di caratteristiche che lo distinguono da altri tumori.
La dipendenza ormonale dai comuni tipi di cancro alla prostata rende possibile la terapia con agonisti e antagonisti dell'ormone gonadropin ipofisario che regola la produzione di testosterone e gli estrogeni.

Poiché lo sviluppo del carcinoma ha anche implicazioni ormonali, si consiglia agli uomini a rischio di ridurre il consumo di alimenti che stimolano la produzione di ormoni sessuali (carni grasse, latticini).

L'insorgenza del cancro alla prostata è direttamente associata non solo ai disturbi ormonali, ma anche a una diminuzione dell'immunità, che può essere osservata sullo sfondo delle malattie sistemiche.

I principali segni del tumore - dolore nel sistema locomotore, enuresi - il più delle volte si manifestano solo allo stadio 3-4 della malattia, quindi, il rilevamento nelle fasi iniziali è possibile solo con esami regolari.

Lo sviluppo a lungo termine è caratteristico della maggior parte dei casi clinici di carcinoma della prostata. La transizione dalla condizione precancerosa - l'adenoma prostatico - può richiedere fino a 10-15 anni e la malignità è probabile solo in determinate condizioni. La manifestazione di un tumore senza apparente condizione precancerosa avviene raramente.

Tuttavia, anche in assenza di sintomi e crescita lenta, è probabile che si formino fuochi focali secondari (metastasi).

La diagnosi di patologia è più facile rispetto allo studio di altri tipi di tumori. Già con l'infiammazione e l'iperplasia benigna (proliferazione tissutale) della ghiandola, aumenta il livello di PSA (antigene prostatico specifico), con il quale monitora l'eventuale insorgenza del processo del cancro. Il superamento del valore normale è un sintomo allarmante della necessità di una diagnosi più dettagliata.

Metodi di diagnosi e trattamento dei tumori della prostata

La diagnosi di cancro alla prostata si compone di diverse fasi:

  • ispezione;
  • test per i marcatori tumorali;
  • ultrasuoni;
  • per immagini;
  • biopsia del neoplasma.

L'esame comprende un esame rettale digitale, in cui il medico può sospettare la presenza di un tumore di più di pochi centimetri. Per confermare la diagnosi, sono prescritti ecografia e tomografia della prostata e la valutazione del grado di malignità (indifferenziazione) del tumore viene effettuata dopo una biopsia - un campione del tumore.

In questa fase, il paziente mostra di solito dolori lancinanti nel perineo e difficoltà a urinare.

La diagnosi mediante marcatori tumorali può rilevare la malattia in uno stadio precedente: un eccesso della normale concentrazione di PSA (2,5-3,5 ng / ml) indica lo sviluppo della patologia.

La risonanza magnetica, tomografia computerizzata e emissione di positroni viene utilizzata per chiarire la localizzazione e la diffusione del tumore. Per violazioni di potenza, dolore severo ed ematuria, sono prescritti ulteriori studi sul retto e sulla vescica.

Alla quarta fase della malattia vengono effettuate la diagnosi degli organi peritoneali, la radiografia dei polmoni e l'osteoscintigrafia. Questi metodi consentono di stabilire la presenza di focolai secondari di cancro nel fegato, nelle ossa, nei polmoni e in altri organi.

La tattica del trattamento varia a seconda della fase del processo del cancro. Per piccoli tumori (fino allo stadio 2), viene prescritta un'operazione per rimuovere la formazione patologica, l'intera prostata o ghiandola, insieme ai tessuti e ai linfonodi circostanti. Inoltre, nelle fasi iniziali possono essere prescritte radioterapia e brachiterapia (somministrazione di un farmaco radioattivo all'organo interessato).

Il corso del farmaco può includere la terapia ormonale e la chemioterapia. Se necessario, per ridurre la produzione di ormoni che innescano la crescita dei tumori, i testicoli vengono rimossi. L'immunoterapia con anticorpi monoclonali e l'introduzione di un virus che provoca l'apoptosi delle cellule atipiche sono tra i più recenti metodi di cura del cancro.

Il carcinoma della prostata è una neoplasia, che può essere rilevata nelle prime fasi con un'attenzione particolare alla loro salute. In assenza di un trattamento adeguato, può progredire rapidamente ed essere fatale.

Carcinoma della prostata - sintomi e tattiche di trattamento

Negli uomini sopra i 40, i processi patologici nella prostata spesso iniziano a svilupparsi. Ci sono molte ragioni per questo. Anche il carcinoma della prostata è considerato frequente. Questo è un tumore maligno che si sviluppa per un lungo periodo di tempo. Colpisce pazienti di 50-60 anni. Una nuova crescita compromette la fertilità e interrompe anche l'erezione. Il carcinoma, in cui la prostata è interessata, è considerato difficile da diagnosticare, in quanto viene spesso scambiato per un danno al sistema urogenitale.

Negli uomini sopra i 40, i processi patologici nella prostata spesso iniziano a svilupparsi. Ci sono molte ragioni per questo. Anche il carcinoma della prostata è considerato frequente. Questo è un tumore maligno che si sviluppa per un lungo periodo di tempo. Colpisce pazienti di 50-60 anni. Una nuova crescita compromette la fertilità e interrompe anche l'erezione. Il carcinoma, in cui la prostata è interessata, è considerato difficile da diagnosticare, in quanto viene spesso scambiato per un danno al sistema urogenitale.

Descrizione generale e cause della malattia

La neoplasia si sviluppa dal tessuto epiteliale dei dotti della prostata. Le cellule del carcinoma sono atipiche e la sua peculiarità è che va oltre la sua capsula e si diffonde ulteriormente. Il tumore ha una natura ormonale ed è un insieme di focolai densi che hanno un colore giallo.

Carcinoma localizzato alla periferia della prostata. Colpisce i nervi, i vasi sanguigni, i linfonodi. La malattia è molto pericolosa, in quanto può metastatizzare.

Per quanto riguarda le cause del carcinoma, sono:

  • infiammazione della prostata, in cui vi è un deterioramento della circolazione sanguigna in questo organo (ha una natura cronica);
  • adenoma (proliferazione benigna delle cellule);
  • disturbi ormonali, in cui vi è un aumento del livello di androgeni;
  • lesione batterica della prostata;
  • interazione costante con leghe contenenti cadmio (può accumularsi nel corpo e danneggiare significativamente la salute);
  • mutazioni genetiche;
  • predisposizione genetica;
  • cambiamenti naturali legati all'età;
  • mancanza di attività fisica, che porta alla stagnazione del sangue nella prostata.

Il cancro alla prostata è una malattia complessa e insidiosa, che si sviluppa lentamente, e il tumore dà metastasi nelle prime fasi del suo sviluppo.

Classificazione della malattia

Per il carcinoma della prostata, il trattamento deve iniziare il più presto possibile. Ciò migliorerà le previsioni per la vita futura di un uomo. Il tumore può crescere lentamente o essere aggressivo. Quanto meno è disturbato il processo di differenziazione cellulare, maggiori sono le possibilità di un esito favorevole. Inoltre, il carcinoma della prostata può essere classificato come segue:

Polymorphocellular. In questo caso, le celle hanno forme e dimensioni diverse e sono anche caratterizzate da una rapida crescita e divisione.

  • Carcinoma anaplastico. Qui c'è un cambiamento nella struttura delle cellule patologiche.
  • Solido. Il tumore consiste di trabecole, separate dal tessuto connettivo.
  • Carcinoma fibroso.
  • Squamose.
  • Carcinoma tubulare
  • Alveolare.

Nonostante il fatto che porti allo sviluppo del carcinoma della prostata, può essere classificato in base al grado di aggressività:

  • Differenziato. Ha una prognosi positiva, dal momento che l'aggressività del carcinoma della prostata è bassa in questo caso. Il cambiamento di cellule non è praticamente osservato.
  • Indifferenziata. Qui i segni primari delle cellule sono alquanto sfocati. Iniziano cambiamenti irreversibili in loro. Ma in questo caso, la probabilità di metastasi è bassa.
  • Indifferenziata. Questo tipo di tumore è il più pericoloso, in quanto è caratterizzato da un'elevata aggressività. Il tumore in breve tempo cresce negli organi vicini.

Poiché la dipendenza ormonale è caratteristica del carcinoma della prostata, i farmaci opportunamente selezionati possono influire significativamente sulla sua crescita e ulteriore sviluppo. È formato abbastanza a lungo. Da una condizione precancerosa all'oncologia, il tumore passa in 10-15 anni, quindi i più piccoli sintomi del carcinoma della prostata non possono essere ignorati.

Sintomi e diagnosi di patologia

Negli uomini, il carcinoma della prostata viene diagnosticato più spesso dopo 40 anni. Tuttavia, inizia a svilupparsi molto prima. Per una diagnosi accurata, è necessario sottoporsi a un esame approfondito della prostata, comprese le seguenti procedure:

  • Palpazione dell'area rettale. Un medico esperto può sentire il carcinoma della prostata con le dita, se le sue dimensioni sono di diversi centimetri (a seconda di quale stadio della malattia).
  • Esame del sangue per i marcatori tumorali. Tale studio fornirà un'opportunità per determinare la presenza di un processo maligno nel corpo.
  • Ultrasuoni e TC. Queste procedure visualizzano completamente il carcinoma della prostata. Diventa possibile determinare con precisione la sua dimensione, posizione, tipo.
  • Biopsia del tumore. Questa procedura consente di determinare il tipo di cellule anormali, il grado di malignità del processo.

Solo un esame serio consentirà ai medici di prescrivere il trattamento corretto. Naturalmente, il paziente deve descrivere con precisione i propri sentimenti. Il sintomo principale del carcinoma della prostata è la presenza di sangue nelle urine e nello sperma. Nel primo caso, il segno appare a causa del fatto che la neoplasia danneggia i vasi sanguigni. Nelle fasi successive dello sviluppo della malattia, il sangue appare anche durante i movimenti intestinali, in quanto il tumore invade il retto. Ci sono altri segni della malattia:

  • scarico mucoso dall'uretra (la capsula della prostata si rompe, si sviluppa un'ostruzione d'organo);
  • dolore (è localizzato nell'inguine, nella parte bassa della schiena, nel perineo e non può essere risolto con i farmaci, perché il processo patologico colpisce le terminazioni nervose e i plessi);
  • dolore e bruciore durante la minzione (il canale è sopraffatto dalla prostata ingrossata);
  • incontinenza o perdita di urina;
  • violazione dell'erezione (con il tempo solo progredisce).

La maggior parte dei sintomi sono individuali. Se il carcinoma della prostata si sviluppa ulteriormente, l'infiammazione dei linfonodi regionali si unisce al processo maligno. Con il passare del tempo, le gambe dell'uomo cominciano a gonfiarsi fortemente, e appare una sensazione di debolezza. Nelle fasi finali dello sviluppo, il cancro alla prostata porta alla paralisi degli arti inferiori, perché le metastasi crescono nelle ossa e nella colonna vertebrale e il midollo spinale viene schiacciato.

Regole per il trattamento della patologia

Dopo che la fase del carcinoma della prostata è determinata, è necessario iniziare immediatamente il trattamento della patologia. Dovrebbe essere completo e includere i seguenti trattamenti:

  • Medical. I principali farmaci utilizzati nella terapia sono ormonali, poiché il paziente deve regolare la produzione di testosterone e altri androgeni. Nelle fasi iniziali del carcinoma della prostata, vengono utilizzati solo farmaci. Inoltre, sono necessari farmaci per ridurre le dimensioni del tumore prima dell'intervento programmato. La durata e l'efficacia della terapia sono determinate dal medico curante. Tuttavia, dopo l'abolizione delle droghe, riprende la produzione in eccesso di androgeni. Con carcinoma prostatico avanzato, i testicoli vengono rimossi. Ciò impedirà una produzione eccessiva di testosterone.
  • Se il carcinoma della prostata viene diagnosticato negli stadi 2-3, al paziente viene prescritto un intervento chirurgico. Tuttavia, è possibile se non ci sono metastasi. Spesso viene utilizzata la chirurgia radicale o la prostatectomia laparoscopica. Cioè, la prostata può essere rimossa completamente o parzialmente. Inoltre, viene eseguita la riabilitazione, durante la quale viene ripristinata l'uretra e la funzione sessuale.
  • La radioterapia. Questo metodo di trattamento del carcinoma della prostata è un pericolo per altri organi interni, in quanto comporta l'esposizione alle radiazioni. Oggi puoi usare un altro tipo di terapia: la brachiterapia. Questo metodo di trattamento è strettamente mirato, quindi meno pericoloso.
  • La rimozione completa della prostata insieme al carcinoma è indicata in presenza di un tumore di grandi dimensioni e in assenza di metastasi. Tutti e tre questi metodi di terapia sono spesso usati simultaneamente. I rimedi popolari non sono raccomandati per essere usati da soli, poiché non sono una panacea e non possono distruggere le cellule tumorali.

Misure preventive

Il numero di pazienti con questo tipo di cancro aumenta ogni anno, quindi se compare il primo segno di carcinoma della prostata (urina con sangue), è necessario contattare immediatamente il proprio urologo e oncologo. Dopo il trattamento, è possibile ottenere una remissione stabile, ma il pericolo di recidiva rimane. Pertanto, è necessario prevenire la ricorrenza del cancro.

Per la prevenzione del carcinoma della prostata, è necessario seguire le raccomandazioni degli esperti:

  • attenersi a una dieta (il cibo dovrebbe essere completo, senza prodotti nocivi, piatti grassi e affumicati, con contenuto di frutti di mare);
  • abbandona l'alcol;
  • esercitare immediatamente dopo la rimozione della prostata (il carico dovrebbe essere piccolo, ma sono necessarie azioni per aiutare a ripristinare la normale circolazione sanguigna, eliminando il ristagno);
  • Periodicamente deve essere sottoposto ad ispezione presso l'urologo.

Il carcinoma è una malattia pericolosa che, se non trattata, è fatale. Tuttavia, la diagnosi e il trattamento corretti del cancro in una fase precoce possono migliorare significativamente la prognosi e la qualità della vita di un uomo.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Carcinoma della prostata e sue manifestazioni nel corpo

Le malattie oncologiche rappresentano un grave pericolo per il corpo umano. A causa della loro rapida diffusione, è altamente raccomandato studiare i sintomi, gli effetti e le caratteristiche principali di tali lesioni.

Esistono molti tipi di oncologia. Una delle forme più pericolose di cancro è il carcinoma della prostata.

A proposito della malattia

Il carcinoma della prostata è un tumore maligno che si forma dalle cellule che formano la ghiandola prostatica. Questo organo è presente solo nella parte maschile della popolazione ed è localizzato nella regione pelvica sotto la vescica, mentre circonda l'uretra.

Il cancro alla prostata nella maggior parte dei casi è rilevato negli uomini che vivono nei paesi industrializzati.

motivi

I medici identificano le seguenti cause che contribuiscono alla formazione del cancro della prostata:

  • Fattore di età Più anni un uomo, maggiore è la probabilità di un tumore.
  • Race. Un uomo negroide ha più probabilità di essere colpito dalla prostata rispetto ad altri gruppi. Hanno anche una diagnosi di cancro nelle fasi successive dello sviluppo oncologico.
  • Predisposizione genetica. La probabilità di carcinoma della prostata è più alta in una categoria di persone i cui parenti stretti hanno precedentemente sofferto di questo tipo di cancro.
  • Nutrizione impropria Mangiare una quantità eccessiva di grasso aumenta il rischio di cancro alla prostata.
  • Fumo. Le sostanze nocive contenute nel fumo di tabacco, penetrando nelle cellule, hanno un effetto dannoso su tutto il corpo e in particolare sulla ghiandola prostatica.

Determinare i fattori di rischio esatti è difficile a causa del fatto che il carcinoma della prostata passa spesso senza alcun sintomo. Ma va tenuto presente che le cattive abitudini, sia che si tratti di alcol, droghe, nicotina, cibi grassi, contribuiscono al verificarsi del cancro.

metastasi

La metastasi complica enormemente il trattamento e lo smaltimento del cancro. Nel carcinoma prostatico, la metastasi penetra principalmente nelle vescicole seminali, nel retto e nella vescica.

Ma come con qualsiasi malattia oncologica senza misure correttive, le cellule tumorali si diffondono in tutto il corpo umano, colpendo le strutture principali: ossa, muscoli, fegato, milza, causando complicazioni significative, che sono successivamente molto difficili da eliminare.

Gradi e sintomi

Il carcinoma della prostata è suddiviso in diverse fasi, ognuna delle quali ha le sue caratteristiche nella diagnosi, nel trattamento e nelle conseguenze. In particolare, ci sono quattro fasi:

  • Fase 1 Una neoplasia non può essere rilevata con la palpazione o usando gli ultrasuoni, poiché ha dimensioni molto ridotte. È possibile identificare solo nell'analisi del PSA. Non ha segni specifici.

Fase 2 Un tumore canceroso si diffonde gradualmente attraverso la ghiandola prostatica, ma non lascia i confini dell'organo. Il suo sviluppo è limitato alla capsula della prostata. Nel sondare l'area interessata, il tumore viene rilevato come un nodo stretto. Può anche essere rilevato utilizzando onde ultrasoniche.

Per quanto riguarda i sintomi del carcinoma, il sintomo principale del secondo stadio è la comparsa di problemi con la minzione - questo è dovuto al fatto che la prostata esercita una pressione sull'uretra. Spesso tali violazioni costringono gli uomini ad andare in bagno 3-4 volte a notte. Inoltre, c'è dolore nel perineo.

Fase 3 Una crescita cancerosa si estende ai tessuti e agli organi circostanti. Prima di tutto, il tumore penetra nelle vescicole seminali, nel retto e nella vescica. Il processo di metastasi non influisce sulle strutture distanti.

L'oncologia della prostata nel terzo stadio è caratterizzata da problemi di potenza, dolore nella regione lombare e pube. Nelle urine, è possibile osservare il sangue, quando si urina, c'è una sensazione di forte sensazione di bruciore.

Fase 4. Il carattere maligno del tumore raggiunge grandi dimensioni. Le metastasi colpiscono i tessuti e gli organi distanti: ossa, polmoni, fegato e milza, linfonodi. Ci sono segni di intossicazione generale del corpo: debolezza nel corpo, affaticamento, perdita di forza.

Per quanto riguarda le manifestazioni caratteristiche: quando si urina appaiono difficoltà significative, che sono accompagnate da un forte dolore. Spesso il paziente non può svuotare la vescica da solo, quindi è necessario utilizzare un catetere.

diagnostica

I moderni metodi diagnostici consentono di stabilire i principali indicatori del tumore, che contribuisce alla determinazione del metodo di trattamento più efficace. In particolare, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • Esame rettale del retto. Uno speciale sensore di dimensioni ridotte viene inserito nel retto. Usando onde ultrasoniche, viene stabilita la dimensione e la struttura della prostata.
  • Analisi del PSA. Le variazioni del tasso di antigene prostatico specifico verso l'alto ci permettono di giudicare la presenza di carcinoma della prostata.
  • Stati Uniti. Usando gli ultrasuoni, puoi determinare la dimensione del tumore e la localizzazione.
  • CT. La tomografia computerizzata consente di creare un'immagine strato per strato di una neoplasia, che aiuta a determinare alcuni dei suoi indicatori: dimensioni, struttura, tipo.
  • X-ray. L'uso dei raggi X è il metodo diagnostico standard per molte situazioni. In questo caso, aiuta a stabilire la dimensione e la posizione del tumore.

In questo articolo, informazioni dettagliate sul linfoma della milza.

trattamento

Il trattamento del cancro viene selezionato da un medico utilizzando un approccio individuale per ciascun paziente. È necessario prendere in considerazione le seguenti caratteristiche:

  • L'età del paziente.
  • Stadio dello sviluppo del neoplasma.
  • Malattie concomitanti
  • Preferenze del paziente

terapia

Tra i metodi radicali si possono identificare:

  • Eliminazione. La chirurgia è uno dei metodi più comuni per il trattamento dei tumori. Questo di solito rimuove l'intera ghiandola prostatica. Per fare ciò, viene praticata una piccola incisione nell'addome inferiore e un organo viene tagliato, mentre le strutture circostanti vengono asportate.
  • Anticorpi monoclonali. I preparati con tali anticorpi aiutano a stimolare il sistema immunitario del corpo umano per resistere ulteriormente al cancro. Nella pratica domestica è usato abbastanza raramente.
  • Viroterapia. L'essenza di questo metodo di trattamento si trova in speciali virus artificiali che determinano la localizzazione delle cellule tumorali e le distruggono, aiutano a ridurre le dimensioni del tumore e ripristinare le difese dell'organismo.
  • Brachiterapia. I preparati radioattivi vengono iniettati direttamente nel corpo della neoplasia. È più efficace e più sicuro della radioterapia.
  • Radioterapia. L'irradiazione delle strutture maligne causa disturbi nella molecola delle cellule colpite, che aiuta a ridurre la loro capacità di riprodursi e a completare la morte.
  • La chemioterapia. Il suo principio d'azione si basa su preparazioni speciali, che contengono determinate sostanze che influenzano negativamente le cellule tumorali. La distruzione del loro guscio e nucleo si verifica, che consente di sbarazzarsi del tumore.
  • Orchiectomia. Questa è un'operazione chirurgica in cui un uomo rimuove uno o due testicoli se sono stati colpiti nel processo del cancro alla prostata.

medicazione

Il trattamento farmacologico ha un effetto più lieve, ma una bassa efficienza:

  • Antagonisti dell'ormone che rilascia la gonadotropina. I preparati di questa categoria riducono la concentrazione di testosterone nel corpo. Di conseguenza, lo sviluppo della neoplasia rallenta. Le cellule tumorali diventano più differenziate, cioè in salute.
  • Analoghi dell'ormone pituitario. L'essenza del metodo di trattamento considerato si basa sulla "castrazione della droga". Il livello degli ormoni maschili diminuisce più volte - dopo 14-20 giorni, la concentrazione di testosterone scende così tanto che sembra che l'uomo abbia rimosso i testicoli. Ma un tale fenomeno è temporaneo.
  • Antiandrogeni. I farmaci di questo spettro impediscono l'interazione delle cellule tumorali con gli ormoni surrenali. È usato in combinazione con analoghi dell'ormone pituitario, che garantisce il massimo blocco e la migliore efficacia nel trattamento dei farmaci

Questo articolo descrive come riconoscere le metastasi ossee nel cancro.

prevenzione

Anche con l'attuale livello di medicina, è impossibile eliminare completamente il rischio di carcinoma della prostata. Ma se si prendono in considerazione i seguenti punti, la probabilità di comparsa di un tumore è significativamente ridotta:

  • Nutrizione equilibrata. Limita il consumo di cibi grassi. Diversificare la dieta di verdure e frutta.
  • Mancanza di agenti cancerogeni. Tali sostanze promuovono la mutazione cellulare. Pertanto è necessario evitare di interagire con loro. Sono contenuti nel fumo di tabacco, vari additivi alimentari, nella produzione industriale.
  • Attività vigorosa Ogni giorno, è necessario dedicare un po 'di tempo alla ricarica, poiché uno dei fattori di rischio è uno stile di vita sedentario.
  • L'eccezione è la stagnazione nella prostata. Sesso e stress possono evitare l'infiammazione attraverso il deflusso del succo prostatico.
  • Sonno sano Durante il sonno viene prodotto un ormone speciale, la melatonina, che impedisce lo sviluppo del cancro.
  • Esame periodico Con età, è necessario aumentare la frequenza di visite dal dottore. Questo vale anche per i pazienti geneticamente suscettibili che hanno un rischio più elevato di sviluppare carcinoma. Questa categoria di persone è raccomandata per essere esaminata almeno 3-4 volte all'anno - questo eviterà la rimozione della ghiandola prostatica.

a - tessuto sano, tessuto b interessato

prospettiva

Le caratteristiche della prognosi del carcinoma della prostata dipendono in gran parte dalla fase in cui sono state diagnosticate le malattie:

  • Quasi il 100% di possibilità di una cura, se l'uomo è andato dal medico ed è stato trattato nella prima fase.
  • La prognosi meno rosea attende i pazienti con il secondo e il terzo stadio. Il successo del trattamento è determinato dalle caratteristiche individuali del paziente. L'aspettativa di vita nella seconda fase non supera i 15 anni, al terzo non più di 10 anni.
  • Per quanto riguarda gli uomini con carcinoma della prostata nella quarta fase, il trattamento è quasi inefficace. Pochi vivono fino a 3 anni. Quando le misure terapeutiche combinate possono prolungare la vita fino a 5 anni.

Recensioni

Il carcinoma della prostata è una malattia molto pericolosa e sgradevole per la popolazione maschile. Provocando varie interruzioni nelle attività del corpo, il cancro contribuisce allo sviluppo di molteplici complicanze, che in seguito possono essere fatali. In che modo questa malattia ti ha colpito e come hai fatto a farcela? Puoi condividere feedback nei commenti a questo articolo.

In questo video, gli esperti parlano dettagliatamente della malattia: