Principale
Prevenzione

Prostatite batterica cronica

Fino ad oggi, la prostatite batterica cronica, nonostante i risultati della medicina moderna, continua ad essere studiata in modo insufficiente e con malattie poco curabili. L'infiammazione cronica infettiva della prostata può svilupparsi negli uomini in giovane età, il che significa che riduce la capacità lavorativa, l'attività sessuale e il tenore di vita in generale. Recentemente c'è stato un aumento dell'incidenza nei pazienti anziani, quando la prostatite, in combinazione con altre malattie della prostata (cancro, adenoma), complica notevolmente la diagnosi e il trattamento.
Sotto prostatite batterica cronica (è anche classificata come prostatite di categoria II), va inteso che ci sono segni di infiammazione della prostata per più di 3 mesi, accompagnati dalla scoperta delle secrezioni della prostata, dello sperma e delle urine dopo la ghiandola, principalmente degli stessi microrganismi. Secondo questo criterio diagnostico, non più del 10% dei casi di prostatite può essere classificato come categoria II, vale a dire È relativamente raro. Tuttavia, le caratteristiche del suo corso e le difficoltà di trattamento rendono la prostatite batterica cronica un problema molto difficile e importante per gli urologi.

eziologia

Gli agenti patogeni immediati della malattia sono una varietà di microrganismi. Il valore più alto è assegnato ai batteri patogeni e opportunistici del tratto gastrointestinale (intestinale e Pseudomonas aeruginosa, enterobacter, proteus, seratia, Klebsiella). Inoltre, gli stafilococchi, gli enterococchi e gli streptococchi si trovano spesso nel segreto della prostata. In casi più rari, gli agenti causali della prostatite cronica possono essere microrganismi intracellulari (micoplasmi, clamidia), funghi, gonococchi e trichomonad.

Fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia

La presenza del solo patogeno non è sufficiente per l'insorgenza della prostatite cronica. Per molti uomini, alcuni possibili agenti causali della prostatite fanno parte della normale microflora e non causano mai l'infiammazione del tessuto ghiandolare. Affinché il microrganismo possa entrare nella prostata e avviare il processo patologico, sono necessari numerosi fattori predisponenti.

  1. Diminuzione delle funzioni protettive della prostata. Durante lo studio, un cambiamento nella composizione della secrezione prostatica è stato trovato in pazienti con prostatite cronica, accompagnata da una diminuzione di tali sostanze protettive come acido citrico, fruttosio, fosfatasi acida e microelementi (zinco, calcio, magnesio). La reazione di secrezione acido-base, il rapporto tra enzimi, ecc., Cambia. Tutto ciò ha un effetto negativo sulla normale capacità della secrezione prostatica di proteggere la ghiandola dai microrganismi.
  2. Il reflusso urogenatico contribuisce in modo significativo alla penetrazione dell'infezione dall'uretra alla prostata - l'urina viene gettata nella prostata durante una minzione, che normalmente non dovrebbe essere. Nel caso della cistite e dell'uretra, i reflussi portano rapidamente al coinvolgimento della ghiandola prostatica nel processo infiammatorio. La penetrazione di agenti infettivi nella prostata è anche possibile in caso di fimosi, che impedisce il normale flusso di urina, dopo manipolazioni diagnostiche o terapeutiche che interessano l'uretra (installazioni del catetere uretrale, soprattutto frequente, ureteroscopia, cistoscopia, operazioni transuretrali con insufficiente trattamento antimicrobico preliminare dell'uretra).
  3. Una diminuzione generale dell'immunità - l'infiammazione della prostata è favorita da qualsiasi indebolimento della resistenza immunitaria dell'organismo, che è il risultato di una malattia acuta o di malattie croniche concomitanti o di ipotermia.
  4. Le violazioni della regolazione neuromuscolare e della circolazione sanguigna negli organi pelvici, che porta alla stagnazione del sangue nella ghiandola, facilita la penetrazione dell'infezione e la sua rapida diffusione. Qui è possibile evidenziare in particolare la stitichezza cronica, lo stile di vita sedentario e sedentario, la lunga assenza di rapporti sessuali.
  5. La presenza di focolai di infezione cronica in prossimità della ghiandola prostatica, da cui i patogeni penetrano facilmente nei percorsi ematogeni (attraverso i vasi sanguigni) o linfogene (attraverso il sistema linfatico). Questi possono essere pielonefrite cronica, cistite, colite e enterocolite, ragadi anali infette, ecc.

Quadro clinico

La prostatite batterica cronica procede in onde, con la presenza di esacerbazioni e remissioni, a volte piuttosto lunghe. In alcuni casi, la sua comparsa è preceduta da una prostatite acuta precedentemente trasferita, non completamente guarita in una volta, e quindi è possibile identificare i precedenti disturbi caratteristici (dolore acuto, febbre alta, intossicazione grave). In altri pazienti, la malattia persiste per lungo tempo quasi asintomaticamente, e solo nelle esacerbazioni acute è accompagnata da una clinica più o meno pronunciata.

Le principali lamentele dei pazienti con prostatite batterica cronica sono dolore, disturbi della minzione e disturbi della funzione sessuale. In generale, sono presenti sintomi di intossicazione generale. Separatamente, puoi evidenziare i cambiamenti nella sfera psico-emotiva.

dolore

La sindrome del dolore è accompagnata da esacerbazione della prostatite. Di norma, il dolore non è troppo intenso, tirante o dolorante, localizzato nel perineo con irradiazione sull'inguine, sul retto, sul pene, sullo scroto, sulla parte superiore delle cosce. Ci può essere dolore nella regione lombare, sacro, stomaco. Il dolore aumenta spesso quando il paziente si trova in una posizione seduta, durante un atto di defecazione. In alcuni pazienti, ci sono dolori quasi estinti e costanti che riducono significativamente il benessere generale.

Disturbi urinari - sintomi irritativi e ostruttivi

I disturbi irritativi sono associati all'effetto irritante dei prodotti di infiammazione sui recettori nervosi dell'uretra e della vescica. Sono caratterizzati da bruciore, tagli e altre sensazioni sgradevoli durante la minzione, la comparsa di frequenti, compresi gli impulsi notturni.

I disturbi ostruttivi sono causati da una prostata ingrossata e infiammata, che schiaccia l'uretra e il collo della vescica, creando un'ostruzione al normale flusso delle urine. Poiché, anche con esacerbazione della riacutizzazione, persistono i cambiamenti infiammatori nella ghiandola, i sintomi ostruttivi esistono quasi costantemente e spesso fungono da unica lamentela nei pazienti in remissione. I principali sintomi di ostruzione urinaria sono lento, flusso intermittente fino gocce diuresi parte dei muscoli ausiliari durante la minzione (muscoli addominali tensione e diaframma pelvico), svuotamento incompleto della vescica ritegno in essa del residuo urinario, accompagnati dal paziente sensazione di minzione incompleta.

Disfunzione sessuale

Nei pazienti con prostatite batterica cronica, vi è una diminuzione del desiderio sessuale sullo sfondo di un lungo processo infiammatorio, e disturbi eiaculatori - dolore durante o immediatamente dopo il completamento dell'eiaculazione, la comparsa di impurità del sangue nel seme. Sono possibili disfunzioni erettili - erezione debole, indebolimento prematuro dell'erezione.

Sintomi di intossicazione generale

La temperatura nella prostatite cronica rimane normale durante la remissione, e durante l'esacerbazione di solito aumenta leggermente, solo per i numeri subfebrilari. Con un lungo decorso della malattia, tutti i pazienti mostrano letargia, sonnolenza, disturbi dell'appetito, affaticamento e una diminuzione della resistenza del corpo a vari fattori.

Disturbi psico-emotivi

A causa del fatto che la malattia è prolungata, difficile da diagnosticare e trattare, la presenza di un numero di fattori che deprimono il paziente (dolore, diminuzione dell'attività sessuale, mancanza di fiducia in un recupero completo) in tutti i pazienti con il passare del tempo compaiono disturbi psico-emotivi. disturbi depressivi, irritabilità, emotività, isolamento, mancanza di interesse per eventi esterni. Tutti questi fattori influenzano in modo estremamente negativo l'efficacia del trattamento, poiché i pazienti hanno una motivazione ridotta, sono annoiati da esami regolari, procedure mediche e farmaci, che alla fine ritarda ulteriormente la malattia.

Diagnosi di prostatite batterica cronica

Inizia con la chiarificazione dei reclami, della storia della vita e della storia della malattia. Già in questa fase, un urologo esperto può suggerire la natura della malattia.

La fase successiva è un'ispezione obiettiva. Viene eseguita una valutazione dello stato, cambiamenti nell'aspetto (pallore della pelle, gonfiore alle gambe, scroto, ecc.). Palpazione obbligatoria dell'addome. Quando si eseguono le forme con grave ostruzione, è possibile definire una vescica allargata che sporge sopra il seno. Quindi viene esaminata la ghiandola prostatica stessa - con il dito del dottore attraverso il retto. Nella prostatite cronica, c'è un aumento delle sue dimensioni, gonfiore, levigatezza del solco mediano, focolai di compattazione o pastosità, dolore.

Metodi diagnostici di laboratorio

Come segue dalla definizione di prostatite batterica cronica, il criterio diagnostico principale è la rilevazione ripetuta dell'agente patogeno nei materiali specifici della prostata - la secrezione prostatica e la porzione di urina dopo il massaggio della ghiandola. Pertanto, la diagnosi viene effettuata dopo i campioni obbligatori ripetuti di 4-hstakannogo e l'esame microscopico e batteriologico della secrezione della prostata.

Nel campione 4-hstakannoy le variazioni caratteristiche sono un aumento del numero di leucociti (più di 10 in vista) nel 3 ° (secrezione della prostata) e 4 (urine dopo il massaggio delle ghiandole). Ci sono anche batteri patogeni - più di 10 3 CFU / ml. Nella secrezione della prostata, c'è un aumento del contenuto di leucociti, batteri, mentre si riduce il numero o la completa assenza di lecitina.

I cambiamenti rivelati in assenza di dati per prostatite acuta o infezione da parte degli organi urinari indicheranno in modo affidabile la prostatite batterica cronica.

In assenza di cambiamenti nel campione di 4-hstakannogo e della secrezione della prostata, ma la fiducia del medico nella natura batterica della prostatite in alcuni casi può essere raccomandato test provocatori (con l'introduzione di prednisolone o pirogenico), che aiutano a rilevare l'infiammazione infettiva latente.

Inoltre, un'analisi delle urine generale (leucocituria, tracce di proteine, sangue), lo spermogramma (si trovano spesso globuli rossi), emocromo completo (segni di anemia, esacerbazione moderata, leucocitosi moderata, accelerazione ESR). Il sangue viene prelevato dal PSA per escludere il cancro alla prostata. Tenuto conto della TRUS.

Nelle condizioni di un ospedale, vengono utilizzati metodi diagnostici strumentali per la diagnosi differenziale e la chiarificazione del grado di lesione della ghiandola: TC, urografia escretoria, cistouretrografia, risonanza magnetica, ecc.

trattamento

La base del trattamento dell'infiammazione batterica della prostata è antibiotici, la cui scelta nella forma cronica è molto difficile. È necessario tenere conto della capacità del farmaco di penetrare nella barriera prostatica e accumularsi nelle concentrazioni terapeutiche nei tessuti della ghiandola, nello spettro di azione dei farmaci e nella presenza di resistenza a patogeni isolati, tossicità, compatibilità e molti altri fattori. I più efficaci sono i farmaci del gruppo di fluorochinoloni, macrolidi, tetracicline, rifampicina. Vengono spesso utilizzate combinazioni antibiotiche. Per ottenere il miglior risultato, vengono condotti diversi cicli di terapia antibatterica con studi batteriologici obbligatori di secrezione di urina e prostata per controllare l'efficacia del trattamento.

Per eliminare i sintomi di ostruzione da parte del tratto urinario, sono prescritti corsi di alfa-1-bloccanti e inibitori della 5-alfa-reduttasi e loro combinazioni. Al fine di ridurre il gonfiore della ghiandola e alleviare il dolore, vengono utilizzati farmaci anti-infiammatori non steroidei. Inoltre, vengono utilizzati diversi gruppi di farmaci, la cui azione è volta a migliorare la microcircolazione, migliorando le proprietà protettive locali e generali. Le fitoproteine ​​vengono attivamente utilizzate nella fase di remissione.

Procedure di fisioterapia ben provate, che vengono eseguite durante l'esacerbazione e durante la remissione.

Al fine di migliorare la qualità della vita, il recupero o almeno raggiungere una remissione stabile, la partecipazione attiva del paziente sarà estremamente importante. Hai bisogno di una dieta costante con l'arricchimento della dieta con vitamine, oligoelementi, fibre vegetali e acidi grassi polinsaturi e la contemporanea restrizione di sostanze estrattive, grassi solidi e carboidrati facilmente digeribili.

Ogni giorno dovrebbe eseguire una serie di esercizi fisici volti ad attivare la circolazione sanguigna e rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. È altamente auspicabile il rifiuto di assumere alcol, fumare, aumentare l'attività fisica. Raccomandata vita sessuale a tutti gli effetti con un partner regolare.

Durante la remissione annuale, è consigliabile seguire corsi di trattamento di sanatorio-resort. Indipendentemente da come ti senti, i pazienti con diagnosi di prostatite batterica cronica devono essere regolarmente esaminati da un urologo e monitorare i test principali.

Prostatite batterica - cause. Prevenzione e trattamento della prostatite batterica negli uomini

La prostatite è spesso una malattia infiammatoria dei tessuti della ghiandola prostatica che sta disturbando gli uomini. Questo organo ghiandolare spaiato delle dimensioni di una noce svolge nel corpo maschile una funzione importante - forma un segreto che fa parte del fluido seminale. Il segreto crea un ambiente confortevole per la vita dello sperma. La prostata, come altri organi umani, è esposta ai batteri. Il trattamento della prostatite batterica richiede particolare attenzione.

Cause di prostatite batterica

La malattia è causata da batteri Gram-negativi sotto forma di Escherichia coli, Proteus, Klebsiella, Pseudomonas aeruginosa, Staphylococcus, Streptococcus, Enterococcus fecal, Trichomonas, Chlamydia, Enterobacter e altri. Questa microflora si riferisce a condizioni patogene, in quantità normali, non danneggia il corpo. Ma al momento dell'indebolimento delle sue proprietà protettive (con sovraraffreddamento, tensione nervosa, fumo, stress) i batteri iniziano a moltiplicarsi rapidamente. (vedi foto)

Nella maggior parte dei casi, la microflora patogena entra nella prostata attraverso l'uretra (percorso uretrale). Se un uomo soffre di uretrite, le sue probabilità di ammalarsi di prostatite batterica aumentano significativamente.

Il drenaggio linfatico associato degli organi pelvici porta E. coli attraverso i vasi linfatici dall'intestino alla prostata (via linfogena).

Quando i singoli focolai di infezione compaiono nel corpo (tonsillite, bronchite, ecc.), Si sposta attraverso i vasi sanguigni verso la prostata (via ematogena).

Ritardare i microbi nella prostata contribuisce a una scarsa microcircolazione del sangue in essa, il ristagno della secrezione delle ghiandole prostatiche.

Quegli uomini che:

  • non curare le infezioni del tratto urinario
  • usare cateteri uretrali
  • fare sesso anale senza rimedi
  • soffre di fimosi (restringimento del prepuzio del pene)
  • subì interventi medici o chirurgici sugli organi urogenitali con insufficiente riabilitazione

Le cause dello sviluppo della patologia della prostata sono diverse:

  • infezione
  • stress, superlavoro, mancanza di sonno e altri fattori che indeboliscono il sistema immunitario
  • ipodynamia e stile di vita sedentario
  • sottoraffreddamento
  • alimentazione inadeguata e mancanza di prodotti di particolare importanza per il corpo
  • cambiamenti ormonali
  • emorroidi
  • mancanza di sessualità (contribuisce a alterare il flusso sanguigno nei tessuti della prostata)

Guarda il video per maggiori dettagli.

Segni di prostatite batterica

La malattia può essere acuta o diventare cronica.

La forma acuta della malattia è meno comune di cronica. Con la prostata acuta c'è un crollo, dolore all'inguine e perineo, ci sono frequenti impulsi e minzione dolorosa e talvolta defecazione. Aumento della temperatura corporea, mal di testa. Il processo di escrezione delle urine è accelerato e difficile, si verifica lentamente, in piccole porzioni.

La prostatite batterica cronica si sviluppa in modo latente e per lungo tempo e spesso senza sintomi clinici. I periodi di un aggravamento si alternano con i periodi di remissione. Indicare questa malattia, insieme con i sintomi di cui sopra, dolore doloroso nel basso ventre e scroto, diminuzione dell'erezione.

Con questi sintomi, l'uomo dovrebbe consultare un medico per prevenire complicazioni in tempo.

Diagnosi di prostatite batterica

La diagnosi di prostatite acuta non è difficile a causa dei sintomi pronunciati. Con la palpazione rettale, la prostata è ingrossata e fortemente dolorosa. Il paziente sta facendo un esame delle urine e del sangue. Se mostrano la leucocitosi e livelli elevati di ESR nel sangue, la diagnosi è confermata.

La prostatite cronica viene diagnosticata in modo diverso. Usando la microscopia di una macchia di secrezione della prostata, viene calcolato il numero di leucociti. Il metodo della coltura batteriologica viene utilizzato per determinare il tipo di microrganismo patogeno e la sua risposta agli antibiotici. Inoltre, viene determinato un livello di PSA (antigene prostatico specifico) e viene prescritta un'ecografia della prostata.

Trattamento della prostatite batterica

Nel trattamento della forma acuta della malattia vengono usati antibiotici e farmaci antiinfiammatori. Se la malattia procede senza complicazioni speciali e intossicazione del corpo, può essere curata a casa. Altrimenti, il ricovero è necessario.

La forma cronica è molto difficile da trattare. L'infezione tende a persistere nei tessuti della prostata, anche con l'uso di medicinali. La terapia antibiotica ha un effetto trascurabile, perché sono molto poco assorbiti dalla prostata. Anche se durante il trattamento della prostatite batterica i sintomi scompaiono, l'infezione non viene completamente distrutta e, con il minimo indebolimento del corpo, la malattia si ripresenta.

Il trattamento della prostatite cronica dovrebbe iniziare con l'identificazione dell'agente causale dell'infezione che lo causa. L'uso di antibiotici da solo non è sufficiente, sono necessari farmaci per rafforzare il sistema immunitario e le vitamine. Le procedure fisioterapeutiche, inclusa la terapia laser, la magnetoterapia, l'elettroforesi e il massaggio, aiutano molto. Migliorano il flusso di sangue nella prostata e aiutano a somministrare farmaci lì. Va notato che queste procedure non possono essere applicate nella forma acuta della malattia.

Dai farmaci prescritti un corso di fluorochinoloni - antibiotici ad ampio spettro. Non sono influenzati dall'acidità dell'ambiente, penetrano bene nel tessuto della prostata.

Complicazioni di prostatite batterica

Se ci sono segni di prostatite acuta e il trattamento non viene effettuato, si verifica un ascesso della prostata - si tratta di un accumulo di masse purulente. Può causare alta temperatura corporea, febbre. Nel tempo, un ascesso può andare in edema e prevenire la minzione. In alcuni casi, inizia l'infezione del sangue (sepsi).

Già in sé, la prostatite cronica è una complicazione della forma acuta della malattia. Se i suoi sintomi non vengono eliminati in tempo, iniziano i problemi di erezione e anche l'infertilità si verifica.

In alcuni casi, si presentano le seguenti complicazioni:

  • infiammazione delle vescicole seminali
  • infiammazione testicolare
  • infiammazione dell'epididimo del testicolo
  • formazione della fistola prostatica
  • disturbi nervosi a causa di dolore costante
  • sclerosi prostatica
  • pietre e cisti nella ghiandola prostatica
  • adenoma prostatico

Prevenzione della prostatite batterica

La profilassi efficace della prostatite è uno stile di vita mobile. La stessa prostata è progettata in modo che sia scarsamente fornita di sangue. Pertanto, se il programma di lavoro non ti consente di muoverti attivamente, prova almeno una volta l'ora a sollevarti da una sedia e ad allungare le gambe. È utile fare regolarmente ginnastica semplice - ritrarre i muscoli dell'ano, dovrebbe essere fatto fino a 100 volte in un set.

Uno dei modi per migliorare la circolazione del sangue nella prostata, gli esperti chiamano una doccia. Il getto della doccia va al cavallo e le sue variazioni di temperatura - 30 secondi di acqua calda, più vicino al caldo, 15 secondi - stanza, fresco. La durata della procedura è di 3-5 minuti.

Il massaggio perineale è fatto sdraiato. Con le dita con lo sforzo necessario per massaggiare questa zona per 3-5 minuti.

Dopo aver visto questo video, imparerai come massaggiare correttamente la prostata.

  • È utile andare in bicicletta o girare la "bici" stando sdraiati sulla schiena.
  • Non puoi permettere l'ipotermia, sederti su superfici fredde.
  • Se soffri di costipazione persistente, devi prendere un lassativo. Meglio ancora, vai dal dottore e affronta questo problema.
  • La vita sessuale dovrebbe essere regolare e misurata, senza differenze in una direzione o nell'altra.
  • E, soprattutto - non dimenticate di visitare periodicamente l'urologo per gli esami preventivi. La tua salute è solo nelle tue mani.

Per ulteriori informazioni sul trattamento della prostatite batterica, consultare il discorso dell'urologo.

Se hai la tua esperienza nel trattamento della prostatite, condividila nei commenti sotto l'articolo.

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Prostatite batterica: principi di tattica urologica

L'insorgenza del processo infiammatorio nella ghiandola prostatica può verificarsi per una serie di motivi. Di solito, il periodo di incubazione di un'infezione della prostata dura circa una settimana, dopodiché iniziano a comparire i segni di un processo acuto. La prostatite batterica è una forma comune di malattia della prostata, a causa della frequenza dei processi infettivi nel corpo di un uomo. Quasi il 65% di tutti i casi clinici di malattia della prostata in urologia è rappresentato da prostatite batterica. Che cos'è la prostatite batterica e quali complicazioni può causare?

Contenuto dell'articolo

Caratteristiche di sviluppo e modi di trasmissione

L'infiammazione della prostata è una malattia causata da agenti infettivi. I segni di prostatite batterica appaiono abbastanza rapidamente. Già dopo 7-10 giorni dall'esposizione della microflora patogena ai tessuti della ghiandola prostatica, il paziente avverte i primi segni di prostatite acuta. Tra le forme principali, vi è un processo infiammatorio acuto (primario, in rapido sviluppo) e una forma cronica (con periodi di esacerbazioni sotto forma di aumento dell'intensità dei sintomi).

Il ricovero ospedaliero sullo sfondo della prostatite batterica acuta è necessario, poiché il decorso della malattia è di natura rapida, i rischi dell'aspetto di essudato purulento e chirurgia sono elevati. La forma cronica è secondaria e spesso si verifica quando il processo acuto viene trascurato. Anche con una diagnosi tempestiva e accurata per determinare la fonte di infezione non è possibile. I percorsi di trasmissione possono essere eseguiti come segue:

  • via ascendente (l'infezione penetra nella prostata attraverso il canale uretrale);
  • reflusso urinario (rigettando l'urina nella vescica con microflora patogena);
  • migrazione di infezione batterica lungo il flusso sanguigno dal retto;
  • via ematogena (infezione attraverso il sangue).

La prostatite batterica, i cui sintomi sono dolore e difficoltà a urinare, colpisce più spesso gli uomini immunocompromessi, oltre a trascurare gli standard di igiene. Secondo i medici americani, la comparsa di prostatite di questa natura è estremamente rara, nonostante il fatto che i batteri patogeni diventino il frequente agente eziologico della prostatite.

Fattori eziologici

La malattia si verifica a causa della penetrazione di ambiente patogeno nella ghiandola prostatica. Tra i principali patogeni, vi è un'infezione da stafilococco (stafilococco nella prostata), enterobacter, enterococchi, Pseudomonas bacillus o E. coli. Klebsiella è particolarmente pericoloso a causa della specificità del trattamento dell'infezione. Si distinguono le seguenti cause di prostatite batterica:

  • fimosi della prostata;
  • infezione del tessuto renale e delle vie urinarie;
  • installazione forzata di un catetere permanente;
  • chirurgia transuretrale senza precedente terapia antisettica;
  • epidimite acuta;
  • anomalie della struttura della vescica, provocando la ritenzione di urina nella sua cavità;
  • malattie che causano una diminuzione dell'immunità (AIDS, malattie dei reni, fegato, diabete mellito).

Più fattori possono provocare lo sviluppo di prostatite batterica, quindi ai primi segni di disagio è meglio rivolgersi a un medico. Vari metodi di diagnosi differenziale permetteranno di distinguere la prostatite di natura batterica da altre condizioni patologiche degli organi genitali o del tratto urinario.

Complesso sintomatico

I sintomi e il trattamento della malattia della prostata sono strettamente correlati. La esacerbazione di prostatite batterica cronica o prostatite batterica acuta varia nel suo corso, segni clinici. I sintomi della prostatite batterica possono essere espressi differentemente in diverse categorie di pazienti. Spesso, i medici determinano la natura della malattia, in base all'intensità e alla natura dei suoi sintomi.

Segni di prostatite batterica acuta

  • sintomi di intossicazione generale (brividi di febbre, debolezza generale);
  • dolore nel perineo;
  • dolore all'inguine;
  • aumento della voglia di urinare e l'atto è doloroso;
  • scarico dal canale uretrale (pus, liquido mucoso incolore).

Minzione frequente per aggravarsi di notte in posizione orizzontale. Durante l'intimità, il dolore, la difficoltà di erezione e l'eiaculazione sono possibili. La prostatite batterica acuta può verificarsi in diversi pazienti con diversa intensità. Il trattamento di un processo batterico acuto è importante da eseguire immediatamente.

Segni di prostatite batterica cronica:

  • minzione frequente;
  • dolore nell'area pubica, inguine e scroto;
  • diminuzione della funzione sessuale (fino all'assoluta mancanza di potere).

Periodi di esacerbazioni possono essere ridotti con un trattamento adeguato e il rispetto delle misure preventive. La prostatite batterica cronica presenta segni piuttosto lievi, pertanto i sintomi spesso non sono particolarmente fastidiosi e il trattamento della patologia acuta in caso di patologia protratta viene posticipato.

Sintomi per diversi stadi di sviluppo

  • Fase catarrale. Infiammazione del solo condotto della prostata. Dolore nel perineo, quando urina, dando al sacro.
  • Fase follicolare I lobuli della prostata sono colpiti, il dolore si irradia nella regione perianale. Minzione difficile, temperatura elevata (circa 37,5 gradi).
  • Fase parenchimale. Il processo patologico copre tutte le parti dell'organo, accompagnato da febbre, stitichezza e pulsazione nell'area perineale.

I sintomi della prostatite aiutano a fare una diagnosi preliminare. I metodi diagnostici differenziali consentono di differenziare la prostatite batterica da altre condizioni patologiche.

Metodi diagnostici

Le misure diagnostiche consentono di determinare la diagnosi e iniziare il primo trattamento. È molto importante distinguere la natura batterica della prostatite dall'infiammazione della prostata di qualsiasi altra eziologia. I metodi più famosi includono le seguenti attività:

  • esame della storia clinica del paziente;
  • reclami del paziente;
  • esame e palpazione (esame rettale della prostata);
  • esami del sangue e delle urine;
  • Esame ecografico;
  • Diagnosi RM.

Se necessario, eseguire ulteriori metodi sotto forma di urografia extracorporea con un mezzo di contrasto, cistografia, esame TC. Prendete anche una secrezione di ghiandola per la coltura batterica. Prima di trattare la prostatite batterica, dovresti decidere i sintomi, in quanto alcuni potrebbero presentare lievi manifestazioni senza localizzazione diretta.

Tattiche di trattamento

Quindi, come trattare la prostatite batterica cronica? Il trattamento di prostatitis di una tale eziologia richiede l'assunzione obbligatoria di preparazioni antibatteriche. Il trattamento della prostatite con antibiotici è necessario per la completa eliminazione dei focolai infiammatori nella ghiandola. Entrambi i processi patologici acuti e cronici richiedono la prescrizione di antibiotici di vari gruppi. Tra i principali consigliati è quello di evidenziare i seguenti farmaci per il trattamento della prostatite batterica:

  • Gruppo fluorochinolo. Viene prescritto con assoluta certezza che non vi è alcuna infezione da tubercolosi nel corpo. I farmaci hanno un effetto neurotossico, una serie di altri effetti collaterali. Nelle catene di farmacia, i farmaci più noti sono Eleflox, Tavanic, Ziprinol, Tsifran, Ofloksin o Zanotsin.
  • Tetracicline (es. Doxiciclina). Gli antibiotici della tetraciclina sono estremamente usati raramente nella pratica terapeutica a causa della loro grave tollerabilità. Controindicato nella storia gravata del paziente.
  • Penicilline (ad esempio, Augumentin, Flemoklav, Amoxiclav). I farmaci sono destinati al trattamento antibatterico a lungo termine, hanno un effetto prolungato e pochi effetti collaterali.
  • Cefalosporine. I preparati di gruppo delle cefalosporine sono usati abbastanza spesso sia in ambulatorio che in ospedale. Tra i ceppi emit Ceftriaxone, Cefotaxime, Supraks. I principali effetti collaterali includono disturbi intestinali e reazioni allergiche sotto forma di eruzione cutanea.
  • Macrolidi (azitromicina, claritromicina). Raramente utilizzato a causa della mancanza di dati clinici sull'efficacia relativa della flora batterica della ghiandola prostatica. La prostatite batterica cronica richiede certezza e una quantità sufficiente di dati clinici.

Le tattiche speciali nella nomina di antibiotici non esistono. Gli urologi praticano sempre una sorta di metodo terapeutico unico, efficace. I medici si affidano solo alla propria esperienza, alla storia clinica del paziente, alla natura della malattia. Il trattamento della prostatite dura da 4 a 8 settimane. Oltre agli antibiotici, la terapia dovrebbe includere l'assunzione di farmaci immunostimolatori, vitamine ed enzimi, antidepressivi o sedativi (molti sviluppano psicosi, depressione e umore depresso). Con una malattia lieve, i pazienti possono curare un processo batterico cronico a casa. Se è possibile sviluppare un processo purulento acuto, i medici raccomandano di rimanere in ospedale fino a quando lo stato non si stabilizza. Il trattamento della prostatite batterica negli uomini preclude il massaggio alla prostata, la fisioterapia con procedure basate sull'esposizione al calore.

La prognosi per la malattia è favorevole se tutte le condizioni sono soddisfatte (visita tempestiva al medico, terapia del corso). Spesso i pazienti violano le istruzioni elementari del medico e il processo patologico si trasforma in una malattia cronica.

Complicazioni e prevenzione

Il trattamento della prostatite batterica a casa, specialmente con le ricette della medicina tradizionale, è impossibile. L'automedicazione può finire male.

Il trattamento dei rimedi popolari può essere effettuato solo come prevenzione delle esacerbazioni nel decorso cronico della malattia.

Anche un trattamento tempestivo e farmaci adeguatamente selezionati non possono garantire l'assenza di complicazioni. A volte le recidive della malattia diventano una conseguenza delle caratteristiche dell'organismo e la microflora batterica raggiunge nuovamente la ghiandola prostatica. La prostatite batterica cronica è già una grave complicazione del processo acuto primario. Tra i principali si possono identificare:

  • sviluppo di sepsi;
  • problemi con l'erezione (fino all'impotenza);
  • infertilità maschile;
  • formazione della fistola prostatica;
  • disturbi nervosi dovuti a problemi di salute maschile;
  • adenoma prostatico.

La malattia può provocare molte altre complicanze associate non solo alla prostata, ma anche ad altri organi adiacenti dell'area pelvica. Tra le misure preventive, è importante notare attività fisica attiva, relazioni sessuali regolari (con partner provati), ginnastica per la struttura muscolare dell'ano, docce di contrasto, assenza di cattive abitudini, uno stile di vita assolutamente sano, alimentazione corretta e igiene personale. La prevenzione della prostatite rimedi popolari è possibile con la corretta osservanza delle proporzioni di prescrizione, così come una chiara conoscenza del processo di preparazione di varie ricette.

L'infiammazione batterica della prostata è una malattia spiacevole che può servire da stimolo per lo sviluppo di disturbi gravi. Un trattamento adeguato e un rapporto di fiducia con il medico riducono il rischio di recidiva e aiutano a recuperare in un breve periodo di tempo.

Cause di prostatite batterica e metodi del suo trattamento

Qual è la prostatite batterica? Processi infiammatori che si svolgono nei tessuti della ghiandola prostatica, ha ricevuto il nome generico "prostatite". Quando i patogeni di natura batterica vengono introdotti nel corpo, penetrano nella zona della prostata, la malattia prende il proprio nome "prostatite batterica".

La malattia è divisa in due forme principali: acuta e cronica.

Cause principali

La microflora patogena che causa la fase acuta dell'infiammazione nella ghiandola prostatica è rappresentata da sottotipi separati di infezione:

  • stafilococco;
  • Enterococcus;
  • Proteus;
  • Pseudomonas aeruginosa;
  • Enterobacteriaceae;
  • clamidia;
  • Trichomonas;
  • E. coli - la maggior parte delle forme affilate di prostatite batterica appartengono a esso (fino al 80%);
  • Klebsiella.

Lo sviluppo della malattia (le cause della comparsa di batteri nella prostata) si verifica sotto influenze esterne e interne:

  • Adenoma prostatico, associato a violazioni delle urine;
  • Lunghe interruzioni tra i contatti sessuali, la concomitante stasi di sangue negli organi pelvici;
  • Disturbi ormonali;
  • Abuso di bevande alcoliche, a bassa gradazione alcolica;
  • Immunodeficienza - Infezione da HIV, AIDS, diabete mellito, emodialisi permanente;
  • In processi infettivi nel tratto urinario;
  • Rapporti sessuali classici e anali senza l'uso di dispositivi di protezione;
  • Fasi acute dell'epididimite;
  • pielonefrite;
  • Fumo persistente;
  • emorroidi;
  • Con anomalie del collo vescicale e disturbi urinari associati;
  • Con la fimosi esistente dell'organo;
  • Nel condurre le manipolazioni mediche - l'inserimento o la presenza costanti di un catetere;
  • Penetrazione di agenti infettivi attraverso linfa, sangue;
  • Lavoro seduto, stile di vita sedentario;
  • Funzionalità ridotta del sistema autoimmune;
  • Situazioni stressanti;
  • Stenosi uretrali;
  • Reflusso uretroprostatico, intraprostatico - con la condizione di trovare l'agente eziologico della malattia nell'uretra, i dotti urinari;
  • Interventi chirurgici nell'area dell'uretra senza una precedente terapia antibiotica preventiva;
  • cistite;
  • Frequente cambio di partner sessuali;
  • Ipotermia frequente, sia generale che locale.

Le infezioni che causano la prostatite cadono nel tessuto prostatico, seguito dalla formazione di un centro di infiammazione. La secrezione prodotta diventa viscosa, densa e si muove più lentamente attraverso il lume della prostata. La microflora patogena, una volta in condizioni favorevoli, inizia a moltiplicarsi rapidamente, il processo di infiammazione progredisce.

Manifestazioni sintomatiche

I sintomi della prostatite batterica negli uomini iniziano improvvisamente, con un quadro clinico pronunciato:

  • Dolore al perineo, scroto, parte bassa della schiena, ano;
  • Escrezione, insieme con l'urina, di impurità biancastre, gialle, biancastre, a volte di sangue;
  • Problemi con il ritiro di urina, mancanza di minzione;
  • Stati febbrili;
  • brividi;
  • Aumento della temperatura corporea nell'area rettale - la differenza con il totale può essere di mezzo grado;
  • Aumentare il livello di avvelenamento del corpo con prodotti batterici - mal di testa, affaticamento eccessivo, disagio nei muscoli, articolazioni, ossa;
  • Lo sviluppo di stitichezza, dolore durante un atto di defecazione - sullo sfondo della compressione del retto dalla ghiandola prostatica ingrandita;
  • Minzione frequente con dolore concomitante, sensazioni di bruciore, taglio attraverso l'intero canale urinario.

Fasi di sviluppo

I sintomi della prostatite battericida corrispondono alle fasi della malattia.

Primaria o catarrale

Quando i processi infiammatori si verificano esclusivamente nei condotti della ghiandola prostatica. Il paziente lamenta dolore urinario, alcune delle sue maggiore frequenza, disagio nella regione perineale, dando alla regione sacrale.

Secondario o follicolare

Distribuito nei lobi della prostata. I pazienti notano un aumento del dolore, la loro irradiazione nell'ano. Il processo di escrezione delle urine è difficile, viene fuori con il più sottile rivolo. In alcuni casi, è in ritardo. La temperatura generale del corpo è mantenuta su marchi subfebrillari.

Terziario o parenchimale

Cattura entrambi i lobi della prostata, con processi infiammatori in corso nei tessuti dell'organo. Il sesso maschile si lamenta dello stato di intossicazione generale, alte temperature del corpo (fino a 40 gradi). Le fasi sono caratterizzate da ritenzione urinaria acuta, dolore palpitante acuto nell'area del cavallo e costipazione persistente.

Possibili complicazioni della malattia

Può manifestarsi come:

  • Infiammazione cronica ricorrente della vescica;
  • Adenoma prostatico;
  • Lo sviluppo di processi purulenti;
  • Cambiamenti ostruttivi nella vescica, con problemi di urina;
  • Cancro della prostata;
  • La comparsa di prostatite simile alla pietra;
  • Problemi nella vita sessuale;
  • L'impossibilità della procreazione - infruttuosità.

Misure diagnostiche

Dipendono dalla forma della malattia, iniziano dal momento in cui la persona si ammala in una struttura medica. Opzioni diagnostiche, il loro bisogno è deciso dall'urologo locale. Raccoglie dati storici:

  • Reclami dei malati;
  • Malattie infettive o altre malattie precedenti;
  • Disponibili forme croniche di disturbi;
  • Valutazione delle condizioni generali del corpo;
  • Informazioni sulle possibili reazioni allergiche ai farmaci.

Nel caso di una variante non acuta, vengono eseguiti un esame rettale della prostata e la secrezione della ghiandola prostatica. Il materiale raccolto viene inviato per l'analisi batterica, in parallelo il paziente passa un test delle urine al serbatoio. seeding. Le analisi sono prese per determinare l'agente patogeno che è entrato nel corpo, la sua resistenza ai farmaci.

L'esame rettale non viene eseguito:

  • Nella fase acuta della malattia;
  • Con un alto livello di temperatura corporea;
  • Con sintomi di intossicazione generale;
  • Con un alto livello di dolore.

Questa diagnosi, effettuata nella fase acuta della malattia, può contribuire all'ingresso di microflora patogena nel flusso sanguigno, il verificarsi di condizioni settiche. In questo caso, la determinazione è fatta:

  • Un esame del sangue;
  • Analisi generale delle urine;
  • Inoculazione batterica delle urine;
  • Diagnostica della PCR: assunzione di cellule epiteliali dal canale uretrale;
  • Blood PSA - per la separazione della prostatite battericida dal cancro dell'organo.

Lo studio ecografico consente di determinare i limiti, la dimensione della ghiandola prostatica interessata, i suoi cambiamenti strutturali. Si raccomanda di utilizzare questo metodo dopo aver soppresso il processo infiammatorio in forma acuta.

Metodi di trattamento

Il principio principale è la nomina della terapia antibiotica. Entrambe le forme della malattia non possono essere curate con altri farmaci. Dopo aver controllato per un agente patogeno che è penetrato nel corpo, determinando la sua sensibilità ai farmaci esistenti, viene prescritto uno schema terapeutico terapeutico, che è soggetto ad aggiustamenti durante il trattamento.

Lo specialista seleziona il dosaggio, i tempi di assunzione del farmaco. L'auto-trattamento per la prostatite batterica è inaccettabile. Il tempo medio di trattamento è da uno a due mesi. È complesso, include:

  • Farmaci antibiotici;
  • immunostimolanti;
  • Terapia con vitamine;
  • NPRC.

Un caso aggiuntivo di farmaci per la sedazione, antidepressivi, è raccomandato per i singoli casi.

Nella forma lieve della malattia, il paziente viene inviato a un'opzione di trattamento ambulatoriale, con processi purulenti e un alto grado di intossicazione - deve essere ricoverato in ospedale.

In quest'ultimo caso, gli agenti antibatterici vengono importati mediante iniezione endovenosa.

La terapia antibiotica può essere effettuata con un numero di farmaci:

Fluoroquinoloni - soggetti all'assenza di bacillo tubercolare. Quasi tutti i batteri patogeni sono sensibili ai loro effetti, ma i farmaci hanno pronunciato foto- e neurotossicità (effetti collaterali causati dall'uso). Spesso nominati includono:

Cefalosporine - utilizzate nella forma acuta della malattia, come iniezioni per la somministrazione intramuscolare:

Macrolidi - farmaci, con un alto grado di attività contro la microflora patogena:

  • Azitro Sandoz;
  • "Azitromicina";
  • "Zitrotsin";
  • "Claritromicina";
  • Sumamecin Forte;
  • "Sumametsin";
  • "Sumamoks";
  • "Hemomitsin".

Per sopprimere rapidamente il processo infiammatorio, un urologo può prescrivere diversi tipi di agenti antibatterici. I farmaci antipiretici e analgesici sono prescritti secondo le indicazioni, in base alle condizioni generali del corpo.

Oltre alla terapia conservativa, il paziente è raccomandato riposo a letto.

Per problemi di urinazione (ritenzione urinaria), viene eseguita la cateterizzazione.

Il rispetto del regime di bere raccomandato contribuirà a ridurre il livello di intossicazione e costituirà un ostacolo all'ulteriore sviluppo dell'infezione ascendente.

Procedure fisioterapeutiche

In assenza di controindicazioni alla condotta, il medico curante può indirizzare il paziente a:

  • Elettroforesi - la procedura per l'introduzione di farmaci che utilizzano correnti dirette;
  • Magnetoterapia - con l'aiuto dell'esposizione magnetica, inizia la rigenerazione dei siti danneggiati del tessuto, l'infiammazione viene soppressa, viene attivata la circolazione sanguigna locale;
  • Stimolazione elettrica - colpisce gli strati muscolari lisci della ghiandola prostatica, allevia il ristagno, accelera la secrezione nei dotti;
  • La terapia ad ultrasuoni - con l'aiuto della radiazione ad alta frequenza attiva il processo di recupero delle cellule colpite, i processi metabolici del corpo, sopprime i fuochi dei processi infiammatori, riduce le cicatrici dei tessuti;
  • La terapia laser - viene effettuata esclusivamente al mattino (il momento più favorevole di queste manipolazioni), aiuta a ripristinare la funzionalità della ghiandola prostatica;
  • Massaggio - effetto di palpazione sulla prostata. Il numero richiesto di sessioni è nominato dallo specialista in partecipazione.

Le procedure termali (riscaldamento, bagni caldi, bagni, bagni turchi), l'assunzione di androgeni e le manipolazioni del massaggio per la prostatite batterica acuta sono severamente proibite - possono influenzare lo sviluppo di complicanze settiche.

Intervento operativo

È un'opzione di trattamento estrema per la prostatite batterica ed è più spesso prescritta per gli uomini anziani affetti da un decorso cronico della malattia. È usato con efficacia negativa di effetti medici e fisioterapici.

In parallelo con la resezione, il restauro di plastica del tratto urinario, viene eseguita la normalizzazione della funzionalità della vescica.

La manipolazione chirurgica è indicata solo per problemi gravi con la minzione, livelli elevati di dolore, che non sono alleviati dagli antidolorifici.

Modalità di alimentazione

Viene selezionato da un medico in base alle condizioni generali del corpo del paziente, alla forma esistente e al grado di complessità della malattia. Il principio base dell'alimentazione è bilanciare le sostanze in arrivo:

  1. Sono proibiti tutti i tipi di bevande gassate zuccherate, nettari (contenenti zucchero), energia, sottospecie sintetiche;
  2. Assunzione costante della quantità massima di liquido - acqua potabile pulita, bevande alla frutta, tè con erbe medicinali, tè di rosa selvatica, succhi naturali (senza zucchero);
  3. L'uso di spezie - sale, pepe e altri condimenti rimossi dalla dieta quotidiana o ridotti al minimo;
  4. L'uso di piatti piccanti, fritti, affumicati è escluso;
  5. Cotti in un bagno di vapore, verdure in umido o bollite, carne, prodotti a base di pesce (carne magra, pesce) sono ammessi;
  6. L'uso di grassi animali, l'uso di brodo di pesce, la carne è vietata;
  7. Carne raccomandata: coniglio, pollame, manzo, agnello magro;
  8. Frutta, verdura, erbe aromatiche, bacche - sono le principali fonti di assunzione di vitamine, minerali e sono consentite in qualsiasi quantità.

Gli esperti raccomandano di evitare l'uso di bevande alcoliche e a bassa gradazione alcolica. I fumatori devono sottoporsi a una terapia contro la dipendenza da nicotina. L'alcol provoca ulteriore irritazione della ghiandola prostatica e la nicotina interferisce con la normale circolazione sanguigna a causa del restringimento del lume dei vasi sanguigni.

Misure preventive

Rivolto all'eliminazione delle possibili conseguenze di uno stile di vita sedentario e improprio:

  1. Introdurre l'allenamento sportivo quotidiano, camminare;
  2. Esami annuali di un urologo per escludere eventuali processi infiammatori nella ghiandola prostatica, per verificarne la funzionalità normativa;
  3. In sella a una bicicletta, cyclette, esercizio "bicicletta";
  4. Trattando la stitichezza con l'aiuto di specialisti, i lassativi sono un rimedio temporaneo e indesiderabile;
  5. Non ignorare la voglia naturale di urinare, immediatamente andare in bagno;
  6. Prevenzione dell'ipotermia, in particolare l'esclusione di sedersi su superfici fredde;
  7. In caso di lavoro sedentario - facile riscaldamento ogni ora - una breve passeggiata intorno all'ufficio accelererà la circolazione sanguigna nella prostata;
  8. Per regolare la vita sessuale, la preferenza è data a un partner sessuale permanente.

Oltre alle misure preventive standard, per prevenire lo sviluppo della malattia, è necessario:

  • Effettuare la ginnastica quotidiana dei muscoli di ano - per tirare nei muscoli indicati, fino a cento volte in un approccio;
  • Usa i vantaggi di una doccia a contrasto - l'idromassaggio di un'area problematica con temperature dell'acqua variabili (mezzo minuto caldo, una temperatura ambiente di un quarto) per cinque minuti.
  • Massaggio prostatico alla palpazione (esterno) - nella posizione prona, con sforzo applicato, l'area del problema viene massaggiata con le dita per 5 minuti.

La ghiandola prostatica è scarsamente fornita di sangue, in connessione con questo esercizio costante, i massaggi miglioreranno lo scambio nei suoi tessuti, prevengono lo sviluppo di batteri o altri tipi di prostatite.

La prognosi per la forma acuta della malattia è favorevole. Questa specie è facilmente curabile con farmaci, soggetti a trattamento tempestivo, il giusto regime di trattamento. La prostatite batterica cronica non dà previsioni positive - nella maggior parte dei casi, il trattamento termina con la chirurgia e la successiva manifestazione di effetti collaterali.

Prostatite batterica: cos'è e perché si manifesta

La prostatite è un processo infiammatorio che si verifica in un organo maschile chiamato prostata. Questa è la diagnosi urologica più comune negli uomini di età superiore ai 50 anni.

Di solito, la malattia è accompagnata da sintomi associati alla minzione (irritante o ostruttiva) e al dolore (urinario, pelvico o rettale). A volte è associato a disfunzione sessuale (ad esempio, disagio eiaculatorio ed emospermia).

Oltre al disagio, la prostatite è responsabile di un significativo disagio fisico ed emotivo, oltre a notevoli costi finanziari per il trattamento.

Le caratteristiche della prostatite comprendono un deterioramento della qualità della vita e frequenti ricadute.

Sebbene in alcuni casi la malattia sia chiaramente infettiva, la maggior parte degli uomini che ricevono una diagnosi di prostatite non ha alcun segno di un'infezione batterica urinaria e la causa rimane sconosciuta.

Classificazione della prostatite:

  1. Prostatite batterica acuta - sintomi acuti di infezione del tratto urinario.
  2. Prostatite batterica cronica - infezioni del tratto urinario ripetute.
  3. Prostatite cronica (sindrome del dolore pelvico cronico) - dolore alla prostata, durante la minzione e disfunzione sessuale.
    • infiammatorio;
    • non infiammatoria.
  4. La prostatite infiammatoria asintomatica - viene rilevata per caso durante l'esame urologico (ad esempio, biopsia della prostata, analisi dello sperma) o altri tipi di diagnostica.

Di per sé, la prostatite batterica non è contagiosa. Ma se la prostatite è causata da batteri come lo stafilococco e la clamidia, essi (e non l'infiammazione della stessa prostata) possono andare al partner o al partner del paziente durante un rapporto sessuale senza preservativo.

I bacilli gram-negativi aerobi sono i patogeni predominanti della prostatite batterica:

  • E. coli rappresenta il 50% -80% dei casi;
  • altri patogeni includono i batteri enterobatteri, che rappresentano il 10% -30% dei casi;
  • gli enterococchi rappresentano il 5% -10% dei casi di prostatite batterica;
  • i bacilli gram-negativi non fermentativi rappresentano meno del 5% dei casi.

Alcuni casi di prostatite sono causati da agenti patogeni atipici. Un ampio studio prospettico di uomini con prostatite cronica ha mostrato che il 74% dei casi di prostatite hanno un'eziologia infettiva, i patogeni più comuni sono clamidia (37%) e Trichomonas (11%), mentre il 5% dei pazienti aveva un'infezione dovuta a microrganismi Ureaplasma urealitikum.

  • Classici uropatogeni batterici sono stati trovati nel 20% dei pazienti.
  • Altri possibili patogeni della prostatite comprendono il micoplasma dei genitali, il gonococco, il micobatterio tubercolosi, vari funghi e diversi virus.

La ghiandola prostatica ha diversi mezzi naturali di protezione contro le infezioni, compresa la produzione di sostanze antibatteriche. Tuttavia, uno scarso drenaggio delle secrezioni dai canali periferici o reflusso urinario nel tessuto prostatico può portare a infiammazione, fibrosi o alla formazione di calcoli alla prostata.

Prostatite batterica cronica e prostatite batterica acuta: sintomi, diagnosi e trattamento

I sintomi e i segni di prostatite batterica cronica sono generalmente più miti rispetto alla prostatite acuta.

Questi possono includere:

  • Infezioni del tratto urinario ripetute causate dagli stessi batteri.
  • Forte desiderio di urinare immediatamente.
  • Minzione dolorosa.
  • Bruciore durante la minzione.
  • Sangue nelle urine.
  • Urgente necessità di urinare frequentemente.
  • Dolore lombare e (o) perineo - l'area tra l'ano e lo scroto.
  • Eiaculazione dolorosa
  • Sintomi simil-influenzali come brividi e febbre.
  • Dolore ai testicoli o al pene o altra parte dei genitali e / o della regione pelvica.
  • Un lungo e spiacevole inizio di minzione.
  • Flusso urinario debole e gocce di urina dopo la minzione.
  • Nicturia.

La diagnosi di prostatite cronica comporta un test di massaggio: il medico inserisce un dito guantato nel retto del paziente e preme la prostata, quindi raccoglie la secrezione di urina o prostata. Questo fluido sarà esaminato per batteri o cellule che indicano l'infiammazione (leucociti).

La maggior parte dei casi di prostatite batterica cronica sono accompagnati da infezioni del tratto urinario (UTI).

La prostatite batterica acuta, di regola, si manifesta acutamente, con sintomi spiacevoli associati alla minzione e dolore doloroso, ma mal localizzato. Spesso la malattia è accompagnata da malessere generale e febbre.

Un esame obiettivo per questo tipo di prostatite dovrebbe includere un esame del basso addome, dei genitali e del retto. La palpazione della prostata nella prostatite batterica acuta può causare disagio e potenzialmente causare batteriemia, quindi dovrebbe essere eseguita con attenzione.

La ghiandola prostatica è gonfia, calda ed estremamente sensibile, mentre con la prostatite batterica cronica ci può essere un indolenzimento, indurimento o nodularità.

La prostatite non batterica non causa sintomi e viene diagnosticata per caso quando si valutano altre malattie della ghiandola prostatica dalla presenza di leucociti nelle urine. Diviso in due categorie:

I pazienti in sotto-categorie con le cellule infiammatorie nelle secrezioni prostatiche possono ottenere un breve ciclo di trattamento medico con antibiotici, mentre i pazienti dalla terapia neantimikrobnaya sub-nominato, senza cellule infiammatorie.

Trattamento della prostatite cronica e acuta causata da batteri.

  1. La prostatite batterica cronica deve essere trattata per 4-6 settimane con farmaci antibatterici e fisioterapia. Regime del medico, per ogni singolo paziente quando l'infezione cronica causata da pietre nella prostata o altri tipi di patologia genitourinario, il paziente può essere prescritto una terapia antibiotica a lungo termine. In contrasto con la forma acuta, il trattamento della prostatite cronica, di regola, può essere ritardato se i batteri non sono sensibili ai farmaci. I fluorochinoloni sono i farmaci preferiti, tranne quando la resistenza a questi agenti è confermata o fortemente sospettata.
  2. Per i pazienti con prostatite batterica acuta, è preferibile il trattamento parenterale con antibiotici (bypassando il tratto gastrointestinale), almeno nella fase iniziale. Durante il trattamento utilizzare qualsiasi farmaco dal gruppo costituito penicilline (per esempio, piperacillina + tazobactam) o cefalosporine (ad esempio, cefotaxime e Ceftazidime). Forse in combinazione con aminoglicosidi per pazienti gravemente malati o che hanno ricevuto di recente terapia antibiotica.

Sia con prostatite batterica acuta e cronica, sono prescritti venotonici e diete che escludono l'irritazione della ghiandola prostatica, migliorano il flusso sanguigno e normalizzano il tratto gastrointestinale.

  • Una corretta alimentazione include alimenti che il corpo assorbe facilmente: pesce, frutta non acida, carne magra e più verdure.
  • Alimenti speziati e salati, piatti speziati, bevande gassate e alcoliche, caffè e tè forte sono esclusi dalla dieta.

La possibilità di utilizzare qualsiasi metodo di trattamento della prostatite batterica pubblicizzata sui forum, compresi i rimedi popolari, dovrebbe essere discussa con l'urologo.