Principale
Sintomi

Azithromycin può durante l'allattamento?

L'azitromicina è un agente antibatterico del gruppo dei macrolidi. Utilizzato per il trattamento di malattie infettive causate da agenti patogeni sensibili. Ha un gran numero di effetti collaterali e controindicazioni, in relazione alle quali si pongono le donne che allattano: è possibile usare Azitromicina durante l'allattamento?

Informazioni generali sul farmaco

L'azitromicina è prodotta da aziende farmaceutiche in varie forme di dosaggio: sotto forma di compresse, capsule, polveri. Ogni compressa contiene 125, 250 o 500 mg della sostanza principale e ogni capsula contiene 250 o 500 mg di sostanza farmaceutica attiva.

L'effetto farmacologico del farmaco è associato ad un effetto sulla crescita e sulla riproduzione dei microbi, l'azitromicina inibisce questi processi bloccando la formazione di proteine ​​su specifici organelli. Entro 3 giorni dopo l'assunzione della prima dose, quasi tutti i microrganismi sensibili perdono la capacità di svilupparsi ulteriormente.

I parametri farmacocinetici del farmaco forniscono una rapida distribuzione della sostanza attiva negli organi e nei tessuti e l'accumulo della sostanza nella fonte dell'infezione. L'azitromicina viene escreta principalmente dall'intestino, in piccole quantità dai reni. Il metabolismo si verifica negli epatociti, che causa epatotossicità da farmaci.

Quando si alimenta con latte materno, l'azitromicina penetra facilmente nella barriera emato-materna, pertanto, nelle istruzioni, l'antibiotico è relativamente controindicato in HB. Il corso della terapia è di solito 3 giorni, la concentrazione del farmaco è bassa, quindi il farmaco può essere risolto durante l'allattamento. Tuttavia, l'azitromicina non è raccomandata per la HB.

La gamma di possibili indicazioni

Durante l'allattamento può essere necessaria l'azitromicina per le malattie:

  • Infiammazione degli organi ENT, dei seni (sinusite, sinusite frontale, sinusite), dell'albero bronchiale (bronchite cronica e acuta), trachea, laringe;
  • la polmonite;
  • Infezioni della pelle, follicoli piliferi, ghiandole sebacee e sudoripare;
  • La presenza di Helicobacter Pylori nel corpo con i sintomi clinici corrispondenti.

La gamma di possibili controindicazioni

L'antibiotico macrolide è controindicato in una serie di condizioni:

  • Disturbi scompensi espressi di fegato, reni, intestino, morbo di Crohn, colite ulcerosa;
  • In pediatria: peso del bambino fino a 45 kg, età fino a 12 anni;
  • GW;
  • Reazioni allergiche nella storia degli antibiotici macrolidici;
  • Con cura: con disturbi compensati e sottocompensati di fegato e reni, con disturbi della conduzione e ritmo cardiaco, somministrazione simultanea di warfarin, glicosidi cardiaci.

La possibilità di assumere Azitromicina durante l'allattamento

Può Azithromycin per HB? La concentrazione della sostanza farmaceutica attiva nella dose giornaliera è molto piccola e raramente provoca complicazioni ed effetti collaterali nel bambino durante l'allattamento. Un tale effetto collaterale può essere il restringimento del piloro dello stomaco, così come l'infiammazione fungina della mucosa orale, l'infezione della pelle, la microflora intestinale alterata.

I medici raccomandano di non prescrivere azitromicina durante l'allattamento. Inoltre, dopo un ciclo di trattamento di tre giorni, la concentrazione della sostanza farmaceutica attiva rimane nel corpo della madre per un'altra settimana, quindi, se l'allattamento al seno viene interrotto durante l'assunzione dell'antibiotico, non si deve allattare per altri 7 giorni.

conclusione

Durante l'allattamento e durante la gravidanza una donna dovrebbe prestare particolare attenzione alla scelta dei farmaci per il trattamento di determinate patologie. Gli agenti antibatterici richiedono particolare attenzione, poiché spesso hanno epatotossicità, ematotossicità, possono causare molti effetti collaterali e sono controindicati durante la gravidanza e l'HBV.

L'azitromicina penetra attraverso la barriera sangue-sangue, che già la rende pericolosa per le madri che allattano i bambini con il latte materno. Sebbene il rischio di sviluppare patologie nei neonati sia basso, si raccomanda di astenersi dall'utilizzare tali medicinali durante il periodo di GW.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Caratteristiche dell'uso di Azitoromicina durante l'allattamento

L'azitromicina è un farmaco antibatterico semisintetico che fa parte del gruppo macrolidico. Il farmaco è prescritto per il trattamento di malattie infettive di origine batterica: malattie degli organi respiratori, della pelle, delle infezioni genitali e otorinolaringoiatriche.

La questione della nomina di Azitromicina durante l'allattamento viene decisa dal medico, dopo aver valutato il potenziale pericolo e i benefici del farmaco per la madre e il neonato.

Informazioni di base

Esistono 3 forme di dosaggio di Azitromicina, che hanno la seguente composizione:

  • azitromicina;
  • lattosio;
  • diossido di silicio pirogeno;
  • stearato di magnesio;
  • farina di mais;
  • primelloza;
  • biossido di titanio;
  • idrossido di ferro;
  • macrogol 4000.
  • azitromicina;
  • lattosio con una molecola d'acqua attaccata;
  • sale di sodio dell'acido lauril solfonico;
  • stearato di magnesio.

Mix secco per sospensione:

  • azitromicina;
  • xantano;
  • calcio stearico;
  • integratore alimentare E551;
  • conservante E211;
  • carbonato di sodio;
  • colorante sintetico E102;
  • additivo alimentare E951;
  • la tintura E124;
  • additivi aromatici;
  • zucchero.

Un farmaco antibatterico con un ampio spettro di attività distrugge un gran numero di agenti patogeni. Il principio attivo inibisce la sintesi proteica, ferma la crescita e la riproduzione di microrganismi dannosi.

L'azitromicina è efficace contro streptococchi, clamidia, spirochete, ureplazma, ecc. I batteri gram-positivi sono resistenti al farmaco.

L'agente antibatterico è usato per trattare le malattie infettive:

  • malattie degli organi ENT;
  • infezioni urogenitali;
  • malattie infettive della pelle e dei tessuti molli;
  • un'ulcera;
  • Malattia di Lyme (infezione dopo morso di zecca).

Prima di usare il farmaco - consultare un medico.

Dosaggio per donne in gravidanza e in allattamento

La concentrazione del principio attivo nel sangue è minima e pertanto il rischio di un effetto negativo del farmaco sul feto è ridotto. L'antibiotico è stato testato su animali, come risultato dello studio ha rivelato che lo sviluppo dell'embrione non è stato disturbato. Il farmaco si accumula nel corpo della madre ed è escreto nel latte e, pertanto, al momento del trattamento, è necessario interrompere l'allattamento.

L'antibiotico viene usato 60 minuti prima di un pasto o 120 minuti dopo di esso.

La dose giornaliera del farmaco per il trattamento della clamidia è 1000 mg una volta. In caso di malattia complicata, vengono somministrati 3 cicli di trattamento con una pausa di 1 settimana, 1000 mg ciascuno (una volta al 1 °, 7 °, 14 ° giorno).

Porzione giornaliera di farmaci per il trattamento dell'angina - 500 mg una volta. Il corso terapeutico dura dai 3 ai 5 giorni. Se il paziente ha mancato il farmaco, è necessario bere immediatamente la parte giusta del farmaco, la dose successiva in un giorno.

Il dosaggio giornaliero del farmaco per il trattamento della sinusite - 500 mg 1 volta. Una porzione del farmaco dal 2 ° al 5 ° giorno - 250 mg una volta al giorno. La durata del trattamento è di 5 giorni.

Per il trattamento delle infezioni urinarie Azitromicina è combinata con farmaci immunomodulatori. La dose giornaliera del farmaco - 1000 mg una volta al mattino prima di un pasto. Il farmaco viene assunto 3 volte in 5 giorni, cioè il primo giorno, 1000 mg, il quinto giorno, 1000 mg e il decimo giorno nello stesso dosaggio.

Il regime di trattamento finale è determinato dal medico per ogni paziente individualmente.

Istruzioni speciali

L'azitromicina, come qualsiasi altra medicina, ha le sue controindicazioni:

  • Intolleranza individuale dei componenti principali o ausiliari;
  • Disfunzione epatica e funzione renale;
  • 1 trimestre di gravidanza.
  • diarrea, eccessivo accumulo di gas nell'intestino, nausea, dolore addominale, sgabelli catramosi;
  • palpitazioni cardiache, dolore toracico;
  • vertigini, mal di testa, desiderio di dormire;
  • mughetto, infiammazione ai reni;
  • allergia sotto forma di eruzione cutanea, prurito, orticaria, angioedema.

Spesso i pazienti si lamentano di fotosensibilità e stanchezza cronica.

Secondo le istruzioni, l'azitromicina non è raccomandata per l'uso in HB e durante la gravidanza.

Con una dose ingiustificata si manifestano nausea, attacchi di vomito, diarrea. Se noti sintomi di sovradosaggio, interrompa l'assunzione del medicinale e richieda cure mediche. Altrimenti, c'è il rischio di disidratazione e avvelenamento generale del corpo del bambino.

Azitromicina per una donna che allatta

Come indicato nel manuale, l'azitromicina per l'allattamento al seno è inclusa nell'elenco delle relative controindicazioni. Il farmaco è in grado di penetrare il sangue e risaltare con il latte materno. Tuttavia, la concentrazione del farmaco nel latte è inferiore alla dose consentita del farmaco per il trattamento dei neonati. Sulla base di ciò, l'azitromicina non provoca gravi effetti collaterali nei neonati. E quindi, prendere il farmaco durante l'allattamento è permesso.

Tuttavia, secondo la ricerca medica, un agente antibatterico può provocare un restringimento del piloro nei neonati fino a 3 mesi. Inoltre, a causa dell'assunzione del farmaco, vi è il rischio di effetti collaterali nei neonati: stomatite candidosa, dermatite diapera, diarrea, disbiosi intestinale.

La quantità del componente attivo nel latte aumenta costantemente con ogni nuova dose di farmaco presa da una donna che allatta. L'azitromicina rimane nel latte per diversi giorni dopo la fine del ciclo di trattamento. E quindi, è necessario trasferire il bambino all'alimentazione artificiale durante la terapia, che deve essere estesa per alcuni giorni in modo che il corpo della madre sia purificato. Solo allora puoi continuare ad allattare.

Pertanto, l'azitromicina può essere utilizzata per le mamme che allattano, ma non è raccomandata. Il paziente deve seguire le raccomandazioni del medico sulla questione dell'antibiotico.

Antibiotici per l'allattamento al seno

contenuto:

Molte donne si rifiutano di prendere la droga necessaria in tempo, temendo che danneggino il bambino, mettendo così a rischio la salute e la capacità di continuare a nutrire il bambino. Dopotutto, se il tempo non cura la malattia, può trasformarsi in una forma più grave e causare complicazioni.

Informazioni Se si dispone di una condizione medica, dire al medico che si sta allattando al seno in modo che possa trovare la terapia più appropriata, gentile e approvata per voi.

Antibiotici ammessi durante l'allattamento

Un indicatore che l'antibiotico può essere utilizzato durante l'allattamento è la sua bassa penetrazione nel latte materno, l'eliminazione relativamente rapida, la mancanza di tossicità sul bambino, la sua sicurezza per un organismo in crescita.

Pertanto, i principali gruppi di agenti antibatterici, il cui utilizzo è possibile durante l'allattamento, sono:

  • Penicilline (Ampicillina, Amoxicillina, Augmentin, Ospamox e altri). I farmaci in questo gruppo sono i farmaci di scelta quando sono necessari gli antibiotici (a condizione che siano attivi contro l'agente patogeno che ha causato la malattia). Questi farmaci in concentrazioni relativamente basse entrano nel latte materno. Le proprietà negative di questo gruppo sono la loro elevata capacità di causare reazioni allergiche sia nella madre che nel bambino. Per questo motivo, è necessario monitorare strettamente la reazione della pelle a questi antibiotici. Possono anche causare sollievo delle feci.
  • Cefalosporine (Cefuroxime, Cefradina, Ceftriaxone e altri). I farmaci in questo gruppo penetrano anche male nel latte materno. Non hanno tossicità, non influenzano la crescita e lo sviluppo del bambino.
  • Macrolidi (azitromicina, eritromicina, claritromicina). Sebbene gli antibiotici di questo gruppo stiano abbastanza bene da penetrare nel latte materno, tuttavia, non si osserva un effetto negativo sul bambino. Sono spesso i farmaci di scelta per le reazioni allergiche alla penicillina e agli antibiotici cefalosporinici.

Regole per l'assunzione di antibiotici durante l'allattamento

Per minimizzare i possibili effetti collaterali durante l'assunzione di antibiotici (approvato), segui alcune regole:

  • Non automedicare. Vai dal medico e fagli dare il farmaco più adatto al dosaggio giusto.
  • Non cercare di ridurre la dose del farmaco. Questo può portare a un fallimento del trattamento e ad un aumento della durata della terapia.
  • Prendi l'antibiotico durante o subito dopo l'allattamento. Prova a distribuire il farmaco (secondo le istruzioni e le prescrizioni del medico) in modo che cada al momento prima dell'intervallo massimo di alimentazione. Ad esempio, se questo antibiotico deve essere bevuto una volta al giorno, farlo durante l'allattamento serale. Se 2 volte al giorno, bevi la prima volta prima di andare a letto (e preferibilmente prima di coricarsi), e la seconda volta dopo 12 ore di sera o di notte.

Antibiotici vietati durante l'allattamento

In alcuni casi, gli antibiotici approvati sono inefficaci contro un particolare agente patogeno e il medico deve prescrivere quelli per i quali l'allattamento deve essere interrotto. Non disperare, perché dopo la fine del ciclo di trattamento, puoi facilmente ripristinare l'allattamento al seno.

I farmaci antibatterici proibiti per l'allattamento al seno includono:

  • Aminoglicosidi (Amikacina, Kanomitsin, Streptomicina e altri). Sebbene i farmaci di questo gruppo in basse concentrazioni penetrino nel latte materno, tuttavia, la possibile tossicità per gli organi dell'udito e i reni del bambino non consente loro di essere utilizzati durante l'allattamento.
  • Le tetracicline (doxiciclina, tetraciclina) penetrano bene nel latte materno. Hanno anche un effetto negativo sul corpo in crescita del bambino: a causa della formazione di composti complessi con calcio, questi farmaci possono interrompere lo sviluppo del tessuto osseo e dello smalto.
  • I fluorochinoloni (ciprofloxocina) in grandi quantità penetrano nel latte materno e possono causare l'interruzione dello sviluppo del tessuto cartilagineo del bambino.
  • La lincomicina penetra bene nel latte. Provoca gravi disturbi nell'intestino del bambino.
  • La clindomicina causa lo sviluppo di colite pseudomembranosa nei bambini le cui madri l'hanno usato durante l'allattamento.
  • Sulfonamidi influenzano lo scambio di bilirubina nei neonati, che può portare allo sviluppo di ittero nucleare.

Allattamento al seno dopo l'assunzione di antibiotici

È importante se alla madre fossero stati prescritti antibiotici dall'ultimo gruppo, quindi l'alimentazione dovrebbe essere sospesa. Tuttavia, questo non significa che la continuazione della lattazione dopo il corso del trattamento sia impossibile.

Per mantenere la produzione di una quantità sufficiente di latte, è necessario esprimere regolarmente il latte:

  • Questo è fatto meglio con la frequenza con cui il tuo bambino ha succhiato il seno prima del trattamento, o dopo 3-4 ore.
  • Non dimenticare il pompaggio notturno, perché promuove il rilascio della prolattina ormonale, che supporta l'allattamento.
  • Per il processo stesso, puoi usare il tiralatte. I più comodi e convenienti sono i loro modelli elettrici.

Bene, se hai una scorta di latte materno nel congelatore, permettendoti di nutrire il tuo bambino con lo stesso latte espresso prima. Se non è presente, è necessario passare temporaneamente alla miscela (consultare il pediatra con la scelta della miscela). Per l'alimentazione, utilizzare una bottiglia con un manichino con un piccolo foro il più vicino possibile alle dimensioni del capezzolo.

Azitromicina quando si allatta un bambino

Antibiotici per l'allattamento al seno

contenuto:

Molte donne si rifiutano di prendere la droga necessaria in tempo, temendo che danneggino il bambino, mettendo così a rischio la salute e la capacità di continuare a nutrire il bambino. Dopotutto, se il tempo non cura la malattia, può trasformarsi in una forma più grave e causare complicazioni.

Informazioni In caso di una particolare malattia, informi il medico che stai allattando al seno in modo che possa trovare la terapia più appropriata, gentile e approvata per te.

Antibiotici ammessi durante l'allattamento

Un indicatore che l'antibiotico può essere utilizzato durante l'allattamento è la sua bassa penetrazione nel latte materno, l'eliminazione relativamente rapida, la mancanza di tossicità sul bambino, la sua sicurezza per un organismo in crescita.

Quindi, i principali gruppi di agenti antibatterici, il cui utilizzo è possibile durante l'allattamento. Essi sono:

  • Penicilline (Ampicillina, Amoxicillina, Augmentin, Ospamox e altri). I farmaci in questo gruppo sono i farmaci di scelta quando sono necessari gli antibiotici (a condizione che siano attivi contro l'agente patogeno che ha causato la malattia). Questi farmaci in concentrazioni relativamente basse entrano nel latte materno. Le proprietà negative di questo gruppo sono la loro elevata capacità di causare reazioni allergiche sia nella madre che nel bambino. Per questo motivo, è necessario monitorare strettamente la reazione della pelle a questi antibiotici. Possono anche causare sollievo delle feci.
  • Cefalosporine (Cefuroxime, Cefradina, Ceftriaxone e altri). I farmaci in questo gruppo penetrano anche male nel latte materno. Non hanno tossicità, non influenzano la crescita e lo sviluppo del bambino.
  • Macrolidi (azitromicina, eritromicina, claritromicina). Sebbene gli antibiotici di questo gruppo stiano abbastanza bene da penetrare nel latte materno, tuttavia, non si osserva un effetto negativo sul bambino. Sono spesso i farmaci di scelta per le reazioni allergiche alla penicillina e agli antibiotici cefalosporinici.

Regole per l'assunzione di antibiotici durante l'allattamento

Per minimizzare i possibili effetti collaterali durante l'assunzione di antibiotici (approvato), segui alcune regole:

  • Non automedicare. Vai dal medico e fagli dare il farmaco più adatto al dosaggio giusto.
  • Non cercare di ridurre la dose del farmaco. Questo può portare a un fallimento del trattamento e ad un aumento della durata della terapia.
  • Prendi l'antibiotico durante o subito dopo l'allattamento. Prova a distribuire il farmaco (secondo le istruzioni e le prescrizioni del medico) in modo che cada al momento prima dell'intervallo massimo di alimentazione. Ad esempio, se questo antibiotico deve essere bevuto una volta al giorno, farlo durante l'allattamento serale. Se 2 volte al giorno, bevi la prima volta prima di andare a letto (e preferibilmente prima di coricarsi), e la seconda volta dopo 12 ore di sera o di notte.

Antibiotici vietati durante l'allattamento

In alcuni casi, gli antibiotici approvati sono inefficaci contro un particolare agente patogeno e il medico deve prescrivere quelli per i quali l'allattamento deve essere interrotto. Non disperare, perché dopo la fine del ciclo di trattamento, puoi facilmente ripristinare l'allattamento al seno.

I farmaci antibatterici proibiti per l'allattamento al seno includono:

  • Aminoglicosidi (Amikacina, Kanomitsin, Streptomicina e altri). Sebbene i farmaci di questo gruppo in basse concentrazioni penetrino nel latte materno, tuttavia, la possibile tossicità per gli organi dell'udito e i reni del bambino non consente loro di essere utilizzati durante l'allattamento.
  • Le tetracicline (doxiciclina, tetraciclina) penetrano bene nel latte materno. Hanno anche un effetto negativo sul corpo in crescita del bambino: a causa della formazione di composti complessi con calcio, questi farmaci possono interrompere lo sviluppo del tessuto osseo e dello smalto.
  • I fluorochinoloni (ciprofloxocina) in grandi quantità penetrano nel latte materno e possono causare l'interruzione dello sviluppo del tessuto cartilagineo del bambino.
  • La lincomicina penetra bene nel latte. Provoca gravi disturbi nell'intestino del bambino.
  • La clindomicina causa lo sviluppo di colite pseudomembranosa nei bambini le cui madri l'hanno usato durante l'allattamento.
  • Sulfonamidi influenzano lo scambio di bilirubina nei neonati, che può portare allo sviluppo di ittero nucleare.

Allattamento al seno dopo l'assunzione di antibiotici

importante Se la madre è stata prescritta antibiotici dall'ultimo gruppo, l'alimentazione dovrebbe essere sospesa. Tuttavia, questo non significa che la continuazione della lattazione dopo il corso del trattamento sia impossibile.

Per mantenere la produzione di una quantità sufficiente di latte, è necessario esprimere regolarmente il latte:

  • Questo è fatto meglio con la frequenza con cui il tuo bambino ha succhiato il seno prima del trattamento, o dopo 3-4 ore.
  • Non dimenticare il pompaggio notturno, perché promuove il rilascio della prolattina ormonale, che supporta l'allattamento.
  • Per il processo stesso, puoi usare il tiralatte. I più comodi e convenienti sono i loro modelli elettrici.

Bene, se hai una scorta di latte materno nel congelatore, permettendoti di nutrire il tuo bambino con lo stesso latte espresso prima. Se non è presente, è necessario passare temporaneamente alla miscela (consultare il pediatra con la scelta della miscela). Per l'alimentazione, utilizzare una bottiglia con un manichino con un piccolo foro il più vicino possibile alle dimensioni del capezzolo.

http://baby-calendar.ru/vrachi/vrach-ginekolog-irina-morozova/Irina Morozova

Azitromicina per madri che allattano (sumamed)

AZITROMICINA (AZITHROMICINA), Sumamed - questo antibiotico ha un'emivita piuttosto lunga (48-68 ore), soprattutto nei tessuti.

Tuttavia, negli studi è stato dimostrato che una dose molto piccola viene somministrata attraverso il latte materno a un bambino. pertanto, questo farmaco nell'elenco internazionale è considerato compatibile con l'allattamento al seno.

La massima concentrazione nel sangue viene raggiunta 3-4 ore dopo l'ingestione, quindi una madre che allatta può pianificare l'allattamento al seno in modo tale da evitare l'alimentazione nel periodo di massima concentrazione del farmaco nel latte materno.

Dose sicura per le madri che allattano: 250-500 mg al giorno.

fonti:
Hale T. Medications and Mother's Milk, 2010

Sinonimi:
La madre che allatta può bere Azitromicina
il medico prescrisse sumamed al seno
compatibilità con azitromicina per l'allattamento al seno
Sumamed - istruzioni per HB

Gruppo di farmaci:
macrolide antibiotico.

In vacanza o in estate, molti vanno con i bambini al mare. Inoltre, se ci si prende cura di questo in anticipo, è possibile organizzare tutto molto a buon mercato. Come e quando è possibile andare con i bambini, leggi gli articoli Quando iniziare a viaggiare con i bambini all'estero e Allattamento al seno sempre e ovunque. Inoltre, questo argomento è stato discusso più volte sul forum.

Si tratta solo della nutrizione di bambini di un anno e più di cui occuparsi già a posto, come molti genitori dimenticano. Pertanto, pensa in anticipo di prendere un kit di pronto soccorso con te e in esso i farmaci necessari - in vacanza in paesi caldi e con prodotti sconosciuti, certamente può essere utile.


Post scriptum Condividi il link a questo articolo con il tuo amico: questo è il miglior sito di assistenza. che puoi rendere! Vuoi ristampare questo articolo? Leggi la ristampa.

42 persone hanno parlato di Azitromicina in madri che allattano (sumamed)

Ho una domanda su Summaed. Il mio bambino ha 9 mesi. Prescritto questo farmaco. Ora sono malato, ho bisogno di bere anche questo. Avevo un medico, ma mi ha consigliato di cancellare le guardie. Non voglio Posso nutrire se bevo sumamed e figlio.

Baby on gv. dopo l'alimentazione ha dato il composto e ha bevuto 100 g. (?!) la seconda volta takzheto avere un bambino non stufo? perché il seno non succhia allora? Ho latte, ho controllato.. il bambino non mi chiede cosa fare? dopo tutto, se nutro il seno, smetterò di prenderlo. noi 5 mesi

@ Catherine. non dare da mangiare alla miscela :) il bambino spesso vuole solo succhiare e quindi beve tutto ciò che dai.

Grazie per la risposta. Recentemente è stata la mastite. Il latte non era abbastanza. Ho controllato Riesco a malapena a decantare 100 gr, quindi sto ancora finendo, francamente, posso solo sognare una lattazione sufficiente, perché sulla linea materna non differiamo in una lattazione sufficiente. Anche se dicono che questo business sta diventando realtà è un dato di fatto.

Ciao Natalia, mia figlia ha partorito un bambino il 23 ottobre, oggi t-e. Il giorno 3 sono stati fatti gli ultrasuoni e hanno detto che l'utero ha ridotto i coaguli di sangue. Siamo tutti in preda al panico e le chiediamo di firmare le carte e trasferirle per l'osservazione Oggi è sabato, il medico curante non c'è, le è stato detto di essere pugnalato con antibiotici. e noi siamo ancora di più... Che cosa è un bambino, come allattarlo? Probabilmente quando la madre prende antibiotici, HB non può essere? Aiuta, ti prego di avvisare E poi piango tutti gli occhi REBENOCHU terzo giorno, che cosa accadrà a lui ?! Grazie in anticipo..UV.

@ Mila. La maggior parte degli antibiotici sono compatibili con HB, quindi il bambino non ha bisogno di essere svezzato.

Ciao, le istruzioni Flemoksin Solutab (amoxicillina) ha detto che la dose giornaliera per i bambini sopra i 10 anni e gli adulti nominano 500-750 mg 2 volte al giorno o 375-500 mg 3 volte al giorno. Inoltre, secondo le istruzioni, la concentrazione massima del principio attivo nel plasma viene osservata in 1-2 ore. Sto allattando, posso prendere il suddetto antibiotico 500 mg 2 volte al giorno?

Benvenuto! Dimmi, per favore, mio ​​figlio ha 8 mesi. Mi sono ammalato bevuto male è spaventoso?

@ Anastasia. se solo una volta, poi non spaventoso.

Ciao Natalia! Dimmi, per favore, mi sono ammalato con angina e ho iniziato a bere azitromicina, mi sono versato, ho allattato il bambino per 11 mesi! Come essere, ma ho bisogno di finirlo Posso bere suprastin? Non ha effetto su mio figlio?

@ Marina. Continuare ad allattare e sull'eruzione, assicurarsi di contattare il medico.

Buona sera) Ho un'angina cronica. Qui un mese fa ero malato, ho bevuto di nuovo freddo e mi sono preso la gola, stavo curando ma avevo già iniziato a tossire. La gola fa male. Volevo chiedere a Sumamed di fermare il mal di gola? Mi allatta 1.3

@ Aizhan. Il consulente HBG non prescrive farmaci e non formula raccomandazioni terapeutiche. Possiamo solo controllare la medicina assegnata a voi dalla sua guida di compatibilità con GW.
Pertanto, riguardo all'accoglienza del sumamed durante l'angina dovresti consultare il medico. Ed è compatibile con GW.

buongiorno dopo aver assunto il sumamed, non è consigliabile dar da mangiare al bambino per 5 ore, se si nutrono in 2-3-4 ore c'è qualcosa di terribile?

@ Zhadyra. una dose molto piccola viene somministrata al bambino attraverso il latte materno, pertanto, secondo il libro di consultazione internazionale, questo farmaco è considerato compatibile con l'allattamento al seno.

Ciao! Il ginecologo mi ha prescritto 1 tab.azitromicina 500 mg, mi ha consigliato di non allattare il bambino per un giorno, ma il bambino si sveglia di notte per mangiare.

Azitromicina: farmacologia e applicazione

Il farmaco Azitromicina è considerato uno dei più popolari nel trattamento della sinusite - è un antibiotico semi-sintetico.

Il principio della sua azione è che inibisce la sintesi proteica, rallenta la crescita e la riproduzione dei batteri, ha un effetto battericida dovuto ad una concentrazione piuttosto elevata nei luoghi di infiammazione. L'azitromicina causa la morte di patogeni extracellulari e intracellulari nei tessuti molli, nella pelle, nel tratto respiratorio e nei tessuti del sistema urogenitale.

Azione farmacologica di azitromicina

L'azitromicina agisce su batteri gram-negativi, microrganismi anaerobici, streptococchi di gruppi C, F, G (eccetto per resistente all'eritromicina), alcuni cocchi gram-positivi. Gli scienziati hanno registrato un'alta efficacia nell'uso del farmaco nel trattamento di ureaplasma, clamidia, micoplasma, spirocheta della Borrelia e treponema. Allo stesso tempo, le istruzioni per il preparato contengono informazioni che non possono essere utilizzate per combattere i batteri gram-positivi resistenti all'eritromicina.

L'azitromicina è perfettamente assorbita dallo stomaco grazie alla speciale struttura ad alta resistenza agli acidi. Anche dopo aver sospeso il farmaco, può avere un effetto per sette giorni.

Modulo di rilascio e indicazioni per l'uso

Oggi, l'azitromicina diidrato è disponibile in capsule e compresse. Inoltre, il farmaco può essere trovato sotto forma di sciroppo.

L'azitromicina viene utilizzata per le infezioni, tra cui sinusite, scarlattina, faringite, otite, tonsillite, sinusite, laringite, mal di gola e altre infezioni, oltre a bronchiti, polmoniti, polmoniti. Questo antibiotico è prescritto nei casi dello stadio iniziale della malattia di Lyme, delle infezioni dei tessuti molli e della pelle (con erisipela, impetigine e dermatosi secondariamente infetta), nonché con infezioni urogenitali (non brutto, uretrite gonorrhea e cervicite). Come parte della terapia di combinazione, l'azitromicina è raccomandata per l'ulcera gastrica e l'ulcera duodenale.

Istruzioni per l'uso, dosaggio

Per prescrivere la forma di Azitromicina e lo schema della sua ricezione dovrebbe essere uno specialista qualificato, in base al peso, all'età e ad altre malattie del paziente. Prima di assumere un antibiotico, non è necessario trascurare il test di sensibilità alla microflora che ha provocato la malattia.

L'azitromicina viene solitamente assunta una volta al giorno per l'antrite, indipendentemente dal pasto. Nei casi di infezione dei tessuti molli, della pelle e del tratto respiratorio negli adulti, il medico prescrive di assumere il farmaco per tre giorni a 0,5 go il primo giorno di trattamento a 0,5 grammi. In quest'ultimo caso, il farmaco viene assunto a 0,25 g dal secondo nei quinti giorni.

La dose di Azithromycin nell'appuntamento del bambino dipende dal suo peso. Se un bambino pesa più di 10 kg, molto probabilmente il medico le consiglierà di somministrare un antibiotico il primo giorno di 10 mg / kg, e poi per i successivi quattro giorni - 5 mg / kg. Questo dosaggio è efficace per il seno. Per i pazienti giovani, esiste un regime di prescrizione che suggerisce un ciclo di trattamento per tre giorni (10 mg del farmaco vengono somministrati giornalmente).

Imballaggio e capsule

Effetti collaterali

Durante l'assunzione del farmaco da parte dell'apparato digerente, sono possibili effetti collaterali quali diarrea, nausea, flatulenza, aumento dell'attività enzimatica, dolore addominale, ittero colestatico e vomito. Nei bambini, esiste la probabilità di gastrite, congiuntivite, stitichezza, perdita di appetito, candidosi, alterazioni del gusto.

Meno comuni sono effetti come sonnolenza, ansia, vertigini, nevrosi, disturbi del sonno, ipercinesia, cefalea, dolore toracico, nefrite, varie reazioni allergiche, candidosi spontanea.

Controindicazioni

Se il paziente ha già sperimentato la sensibilità agli antibiotici macrolidici, l'azitromicina non è prescritta. Inoltre, non è possibile iniziare il trattamento per il seno, se vi sono malattie renali o insufficienza epatica. Durante l'allattamento al seno, durante la gravidanza e durante le aritmie, il medico determina la possibilità di assumere il farmaco, a seconda del rischio per un particolare paziente.

Questo antibiotico è attentamente prescritto ai bambini. Per i pazienti di età inferiore ai 16 anni esiste la possibilità di utilizzare azitromicina sotto forma di capsule o compresse e una sospensione orale viene utilizzata per i neonati e i bambini con funzionalità renale ed epatica compromessa.

Prezzo e recensioni

Il prezzo medio per Azithromycin è 150-200 rubli.

Di seguito è riportata una recensione di Azithromycin:

Quanto è sicura l'azitromicina per madri e bambini durante l'allattamento?

La ridotta immunità delle donne dopo il parto predispone a varie malattie infettive, durante le quali è spesso necessario assumere agenti antibatterici. Tutti sono molto gentili con la loro scelta, soprattutto durante l'allattamento, perché ogni madre si preoccupa prima di tutto della salute del suo bambino. Posso prendere azitromicina durante l'allattamento, quando ea quale dosaggio?

Leggi in questo articolo.

Come funziona

L'azitromicina non è solo il nome, ma anche il principale ingrediente attivo del farmaco. Appartiene al gruppo di agenti antibatterici, più precisamente, ai macroliti.

Una volta nell'intestino, l'azitromicina dopo 3 ore raggiunge la sua massima concentrazione nel sangue. Il vantaggio del farmaco è il seguente:

  • È in grado di accumularsi all'interno delle cellule, che è estremamente importante per il trattamento delle infezioni, gli agenti causali di cui sono nascosti qui. Ad esempio, la clamidia e altri.
  • Le concentrazioni battericide di azitromicina rimangono nel fuoco dell'infiammazione per 5-7 giorni dopo l'ultima pillola. Ciò consente l'uso di regimi di trattamento molto convenienti, ad esempio una singola dose o con un intervallo da 7 a 10 giorni.
  • L'azitromicina, interagendo con i microrganismi patogeni, porta alla loro morte, e non solo ferma la crescita e la riproduzione.
  • Il farmaco ha un ampio spettro di attività. Questo ti permette di usarlo come un rimedio universale per molte malattie. Pertanto, l'azitromicina ha un effetto dannoso su streptococco e stafilococco, legionella, helico e campylobacter, clamidia, micoplasma, ureaplasma, gardnerella e molti altri.
  • La principale concentrazione del principio attivo è osservata nel tratto gastrointestinale, nei polmoni, nel sistema urogenitale. È per il trattamento delle malattie di questi organi che viene principalmente utilizzato.
  • L'azitromicina è disponibile in diverse forme di dosaggio, che consente di ottenere il massimo effetto durante l'uso.

Raccomandiamo di leggere l'articolo sulla nomina degli antibiotici per la lattostasi. Da esso imparerai a conoscere le cause della malattia in una madre che allatta e il suo trattamento, la possibilità di usare farmaci antibatterici.

Quando prescritto

L'azitromicina è un antibiotico abbastanza popolare ed efficace, anche dopo il parto. Le principali indicazioni per il suo appuntamento sono le seguenti:

  • bronchite e polmonite batterica atipica,
  • sinusite, tonsillite, otite,
  • scarlattina
  • erisipela, impetigine,
  • STI - Chlamydia, myco e ureaplasmas con qualsiasi localizzazione (cervice, cavità, ecc.),
  • Malattia di Lyme e altri.

È possibile con GW

Anche con tutti gli aspetti positivi del farmaco, le mamme si preoccupano ancora se l'azitromicina può essere utilizzata durante l'allattamento. L'antibiotico danneggia il bambino? Il fatto è che, secondo i moderni principi e le leggi in medicina, qualsiasi ricerca su donne incinte e bambini è proibita. Naturalmente, dopo tutto, è improbabile che una madre possa deliberatamente mettere a rischio la salute di suo figlio.

Sulla base di questo, non è possibile condurre studi randomizzati affidabili in questo gruppo. Pertanto, nelle istruzioni per il farmaco indicato che è auspicabile escludere l'uso di azitromicina durante la gravidanza, così come durante l'allattamento.

Ma ancora quando si prende questo antibiotico, si dovrebbe monitorare attentamente il bambino. Presta attenzione al suo comportamento, appetito, sonno, ecc. Se la madre nota l'emergere di una forte ansia nelle briciole o un'eruzione sulla pelle, è necessario interrompere immediatamente il farmaco o interrompere l'allattamento.

I seguenti sono gli effetti negativi più frequenti sulle briciole che non possono essere esclusi quando si usa il farmaco:

  • manifestazioni allergiche,
  • disbiosi intestinale.

La dose ottimale e il corso del trattamento

Il regime terapeutico più ottimale può essere prescritto solo da uno specialista dopo aver chiarito tutte le sfumature del decorso di una condizione patologica. È anche ottimale assegnare un antibiotico dopo aver stabilito la sensibilità della microflora, che viene rilevata dopo la semina. Ma non c'è sempre tempo e opportunità per tale ricerca. Molto spesso puoi trovare le seguenti opzioni:

  • Per le infezioni del tratto respiratorio superiore, così come per le malattie otorinolaringoiatriche, il corso dura da 8 a 10 giorni. Il primo giorno viene assunta una dose di carico - 1 g, quindi 0,25 g dal secondo al quinto e per altri da 3 a 0,5 g Il tasso di cambio totale non deve superare 1,5 g.
  • In caso di infezioni genitali, di solito è sufficiente assumere 1 g di azitromicina una volta e per affidabilità può essere ripetuta dopo 7-10 giorni.

In altre condizioni patologiche, sono prescritti regimi individuali.

Controindicazioni ed effetti collaterali

L'azitromicina è un farmaco grave, quindi prima di usarlo è necessario assicurarsi che non vi siano controindicazioni per l'uso. Nei seguenti casi, devi essere cauto:

  • quando mai registrato reazioni allergiche di qualsiasi tipo sul farmaco e sui suoi analoghi;
  • per gravi disturbi del fegato e dei reni, l'azitromicina deve essere assunta solo sotto la supervisione di un medico e le funzioni di questi organi;
  • in violazione del ritmo cardiaco, ad esempio, con extrasistoli.

Se ci sono reazioni avverse all'uso del farmaco deve essere posticipato il suo uso fino alla consultazione con il medico. Quindi, molto spesso si verificano le seguenti condizioni:

  • nausea, a volte vomito, soprattutto con la dose sbagliata o il mancato rispetto della ricezione;
  • aumento di gas e disturbi addominali;
  • eruzione leggera, passante veloce;
  • con malattie epatiche nascoste, i suoi enzimi possono aumentare.

Precauzioni di sicurezza

In ogni caso, la madre che allatta prima di iniziare a prendere azitromicina, dovresti pesare i pro e i contro insieme al medico, nonostante la relativa sicurezza del farmaco durante l'allattamento.

Prestare particolare attenzione a quanto segue:

  • In caso di ipersensibilità a qualsiasi farmaco in una donna, specialmente se l'angioedema o lo shock anafilattico sono stati mai registrati.
  • Con la combinazione simultanea di diversi fondi per il trattamento. Ad esempio, gli antiacidi possono ridurre la quantità di azitromicina assorbita. E in generale, l'eparina non può essere combinata con questo antibiotico.
  • Con cambiamenti funzionali nel fegato e nei reni, anche dopo aver sofferto la gestosi e l'epatosi di varie eziologie (grasso, ecc.).

analoghi

L'azitromicina è disponibile in vari dosaggi: 150 mg, 250 mg e 500 mg. Ci sono molti analoghi alla droga. Il più popolare e uno dei primi è rappresentato. Disponibile allo stesso modo in varie forme e dosi. Sumamed durante l'allattamento al seno può essere utilizzato senza alcuna paura in relazione al bambino.

Ci sono anche altri analoghi completi del prodotto:

  • azikar;
  • Azitroks;
  • zetamaks;
  • zitrolid;
  • sumametsin;
  • Hemomitsin;
  • ekomed e altri.

Quindi, la josamicina (vilprafen), l'eritromicina, la spiramicina, la claritromicina e altri saranno simili in azione con il sumamed durante l'allattamento. La scelta degli analoghi, se necessario, dovrebbe essere effettuata solo da uno specialista che tenga conto sia della malattia che della salute della donna.

Raccomandiamo di leggere l'articolo sull'uso di amoxiclav durante l'allattamento. Da esso imparerai a conoscere il farmaco e le indicazioni per il suo scopo, la possibilità di nutrire il bambino durante la sua ammissione, così come le controindicazioni.

L'azitromicina è uno dei farmaci antibatterici più efficaci e sicuri, compreso l'allattamento al seno. Ma va sempre ricordato che anche il rimedio più provato può produrre vari tipi di reazioni di ipersensibilità. Pertanto, solo uno specialista deve impostare la dose del farmaco e il regime.

Angina durante l'allattamento al seno può causare un sacco di disagi per la madre, oltre a essere trasmessa al bambino.. Nel primo periodo di trattamento, viene data preferenza all'assunzione di amoxiclav o azitromicina.

Caratteristiche del trattamento della sinusite durante l'allattamento. Una donna che allatta è suscettibile di vari raffreddori, come in. Prima di tutto, qualsiasi malattia infiammatoria richiede antibiotici e l'antritis no.

Quali antibiotici sono prescritti durante l'alimentazione. Quando vengono prescritti antibiotici per la lattostasi.. Lattostasi e mastite sono due processi patologici della ghiandola mammaria in una donna che allatta, che sono strettamente intrecciati.

Azitromicina per HB.

Chiedo urgentemente alle madri i cui bambini sono in GW e a chi potrebbe essere stato prescritto l'antibiotico Azitromicina.

Una settimana fa. La selezione (lochia) è andata a Pts. piccola quantità. Il trattamento è stato prescritto per l'esame: tintura di pepe d'acqua, ossitocina IM e azitromicina (ho capito nel caso in cui non mi fosse successo niente di male) Un antibiotico è stato prescritto 0,5 g una volta al giorno per 6 giorni. La farmacia ha detto che non possono assolutamente nutrire. Il medico insiste sull'assunzione di farmaci mantenendo l'allattamento al seno.

COSA FARE, AIUTA A CAPIRE.

Mi panico molto. Ho paura che il bambino non ferisca un po ', in modo da non ferirlo, si sente bene.

Azitromicina per madri che allattano (sumamed)

AZITROMICINA (AZITHROMICINA), Sumamed - questo antibiotico ha un'emivita piuttosto lunga (48-68 ore), soprattutto nei tessuti.

Tuttavia, gli studi hanno dimostrato che una dose molto piccola viene somministrata attraverso il latte materno a un bambino, pertanto, secondo il manuale di riferimento internazionale, questo farmaco è considerato compatibile con l'allattamento al seno.

La massima concentrazione nel sangue viene raggiunta 3-4 ore dopo l'ingestione, quindi una madre che allatta può pianificare l'allattamento al seno in modo tale da evitare l'alimentazione nel periodo di massima concentrazione del farmaco nel latte materno.

Sinonimi:
La madre che allatta può bere Azitromicina
il medico prescrisse sumamed al seno
compatibilità con azitromicina per l'allattamento al seno
Sumamed - istruzioni per HB

Gruppo di farmaci:
macrolide antibiotico.

In vacanza o in estate, molti vanno con i bambini al mare. Inoltre, se ci si prende cura di questo in anticipo, è possibile organizzare tutto molto a buon mercato. Per informazioni su come e quando puoi andare con i bambini, leggi gli articoli "Quando iniziare a viaggiare all'estero con i bambini" e "Allattamento al seno sempre e ovunque". Inoltre, questo argomento è stato discusso più volte sul forum... Questo riguarda solo la nutrizione dei bambini di un anno e più di cui occuparsi già a posto, come molti genitori dimenticano. Pertanto, pensa in anticipo di prendere un kit di pronto soccorso con te e in esso i farmaci necessari - in vacanza in paesi caldi e con prodotti sconosciuti, certamente può essere utile.

Istruzioni per l'uso Azitromicina durante la gravidanza e HB

Durante la gravidanza e l'allattamento (guardie), ci sono spesso casi in cui è necessario selezionare un trattamento farmacologico senza danno per il feto o il bambino durante l'allattamento. Se è necessaria la terapia antibiotica, è necessario valutare i rischi e i benefici per la madre e il bambino sulle guardie. Dopo di che, il farmaco viene prescritto con gli effetti più appropriati e gli effetti collaterali minimi. Con azuromicina guv è possibile, ma non raccomandato.

proprietà

L'azitromicina è un antibiotico semisintetico di una vasta gamma di effetti, appartenente al gruppo dei macrolidi - azaluro. Ha una proprietà batteriostatica. Interferisce con la biosintesi delle proteine ​​e quindi inibisce la crescita e la riproduzione dei microbi.

Diffonde il suo effetto su microrganismi gram-positivi e negativi (streptococchi, clamidia, spirochete, ureaplasmi, micoplasmi, micoparassiti, ecc.). Inattivo in relazione a microrganismi gram-positivi resistenti alle penicilline.

Indicazioni per l'uso durante la gravidanza

Assegna a gravidanza e guv:

  • ENT - malattie (infettive)
  • Malattie non complicate del tratto urogenitale (infettive)
  • Disturbi infettivi della pelle e dei tessuti molli
  • Patologia ulcerosa dello stomaco e del duodeno
  • Gli effetti di una puntura di zecca - Borreliosi.

Forme di rilascio

Disponibile nelle seguenti forme:

  • Compresse - ci sono dosaggi di 250 mg e 500 mg di 3 o 6 pezzi in un blister in un cartone con le istruzioni. 1 compressa è costituita dalla sostanza principale azitromicina - 250 mg o 500 mg, rispettivamente. Componenti aggiuntivi: lattosio anidro, silice anidra, sterato di magnesio, amido di mais, sodio croscarmelosio, additivi E171 ed E172, macrogol 4000.
  • Capsule - disponibili in dosi di 250 e 500 mg 3 e 6 pezzi in un blister in una scatola di cartone. 1 contiene azitromicina 250 e 500 mg. Componenti aggiuntivi: lattosio sotto forma di monoidrato, sodio lauril solfato, magnesio stearato.
  • Polvere per la preparazione di sospensioni - è fatto in dosi di 100, 200 e 500 mg / 20 ml. Collocato in una bottiglia di plastica con un bicchiere. 1 grammo contiene azitromicina 15, 30 e 75 mg. Componenti aggiuntivi: gomma xantano, calcio stearato, biossido di silicio, sodio benzoato, carbonato di sodio anidro, tartrazina, aroma di aspartame, ponco, vaniglia e albicocca, zucchero.

Modalità d'uso durante la gravidanza e l'allattamento

Azitromicina in una dose minima appare attraverso la barriera placentare, che riduce il rischio di patologie dello sviluppo fetale. Gli esperimenti sono stati condotti su animali, non ci sono state anomalie nel feto. Gli studi durante l'allattamento non sono fatti. Il farmaco ha una tendenza ad accumularsi ed è escreto nel latte materno, pertanto deve essere sospeso per tutta la durata del trattamento antibiotico Azitromicina.

Il farmaco viene applicato 60 minuti prima di un pasto o dopo 2 ore dopo.

Quando la clamidia: utilizzare una volta 1000mg. Con una forma complicata di 3 corsi in una settimana per 1000 mg (una volta al 1 °, 7 ° e 14 ° giorno).

Con l'angina in gravidanza e in allattamento Azitromicina viene bevuta secondo questo piano: è prescritto un ciclo da 3 a 5 giorni. È preso una volta al giorno, 500 mg. Durante l'ammissione al ricevimento, è necessario utilizzare la giusta dose non appena se ne ricorda. Assunzione successiva del farmaco dopo 24 ore.

Per il seno in gravidanza e allattamento: corso di 5 giorni. Il primo giorno è di 500 mg al giorno, dal 2 ° al 5 ° giorno, 250 mg una volta ogni 24 ore.

In infiammazione delle vie urinarie durante la gravidanza e HBV: usato in terapia di associazione con immunomodulatori. Il corso consiste di 3 ricevimenti ciascuno, in 5 giorni, 1000 mg alla volta prima della colazione (il primo giorno è 1000 mg, il quinto giorno è un altro 1000 mg, ecc.)

Controindicazioni

Grave patologia dei reni e del fegato.

Reazioni allergiche ai gruppi macrolidici della droga.

Precauzioni di sicurezza

L'azitromicina può essere prelevata dal secondo trimestre della testimonianza. Richiede il monitoraggio da parte del medico curante per lo sviluppo del feto. La ricezione non è raccomandata durante l'allattamento. Il sovradosaggio può causare nausea, vomito e diarrea. È necessario smettere di prendere la medicina per evitare la disidratazione e l'intossicazione del nascituro.

Effetti collaterali

Tratto gastrointestinale: diarrea e flatulenza, nausea e vomito, dolore addominale, melena.

Sistema cardiaco: aumento del battito cardiaco, dolore al petto.

CNS: vertigini, dolore alla testa, sonnolenza.

Sistema urogenitale: candidosi, nefrite.

Reazioni allergiche nella manifestazione di rash, angioedema, prurito, orticaria.

Si notano anche l'aspetto di ipersensibilità a luce intensa e aumento della fatica.

La sonnolenza può essere causata non solo assumendo farmaci, ma anche da una serie di altri motivi, che possono essere trovati al link: http://lekhar.ru/simptomy/obshhie-simptomy/slabost/

immagazzinamento

Il farmaco viene conservato in un luogo buio con un livello relativamente basso di umidità e non accessibile ai bambini. Le compresse sono adatte per l'uso per tre anni, capsule e polvere per sospensione - per usare due anni. La sospensione diluita può essere conservata fino a 72 ore.

analoghi

L'analogo più comune di Azithromycin è Sumamed, che può essere assunto anche dai pazienti durante la gravidanza e l'allattamento.

Sumamed

Pliva Hrvatska doo (Croazia), Teva (Israele).
Prezzo: da 350 a 1800 rubli

Il principale principio attivo è Azithromycin. È un antibiotico semisintetico - un azaluro di un gruppo macrolidico con proprietà batteriostatiche.

Sumamed è prodotto sotto forma di compresse (dosaggi - 125mg e 500mg), capsule (dosaggio 250mg), sospensioni (dosaggi - 100mg / 5ml e 200mg / 5ml), polvere per preparazione di sospensione (dosaggi - 100mg / 5ml e 200mg / 5ml) e polvere per infusi (dosaggio 500 mg).

vantaggi:

  • Altre forme di rilascio
  • Sumamed può essere usato durante l'allattamento senza cautela.

svantaggi:

  • Prezzo più alto
  • Sotto forma di polvere per infusione, la soluzione preparata viene conservata per un tempo più lungo (7 giorni).

Compresse di azitromicina per cistite

Le compresse di azitromicina per cistite vengono spesso utilizzate perché hanno un ampio spettro di azione. L'antibiotico macrolide si è affermato come uno strumento efficace nella lotta contro le infezioni. Tuttavia, il farmaco può provocare una serie di gravi reazioni negative, quindi è necessario consultare il proprio medico prima dell'uso e sottoporsi al test.

L'azitromicina è ampiamente usata nel trattamento di malattie del sistema genito-urinario, avendo una natura infettiva. L'antibiotico inizia ad agire immediatamente dopo l'ammissione. Penetra nelle cellule batteriche, interrompendo la sintesi delle proteine ​​necessarie per l'attività vitale della microflora patogena. La distruzione di microrganismi dannosi blocca l'infiammazione e allevia il dolore nel periodo di esacerbazione della cistite.

Il farmaco è anche efficace nella forma cronica di patologia, in quanto è in grado di combattere con quasi tutti i tipi di batteri: gram-positivo, gram-negativo, anaerobico e intracellulare.

L'azitromicina sotto forma di compresse viene assunta per via orale senza masticare. Il farmaco deve essere bevuto un'ora prima dei pasti o 2 ore dopo un pasto. Il dosaggio e la durata del trattamento sono determinati dal medico in base alla gravità dell'infezione, all'età del paziente e alle malattie concomitanti.

Con cistite non complicata, una compressa è il più delle volte sufficiente per assumere un dosaggio di 500 mg al giorno. Il volume giornaliero massimo del componente principale non deve superare 1 g.

L'azitromicina può causare un gran numero di effetti collaterali, come:

  • Reazioni allergiche: eruzione cutanea e arrossamento della pelle, angioedema, shock anafilattico, broncospasmo.
  • Disturbi del tratto digestivo: stitichezza, nausea, vomito, flatulenza, diarrea, dolore nella regione epigastrica.
  • Danno epatico: aumento della bilirubina, epatite.
  • Lavoro scorretto del sistema cardiovascolare: aritmia, brusco cambiamento della pressione sanguigna, angina.
  • Danni al SNC: sonnolenza, incoordinazione, rallentamento delle reazioni psicomotorie, allucinazioni.
  • Diminuzione dell'appetito, mancanza di percezione del gusto.
  • Problemi visivi e uditivi.
  • Cambiamenti nei parametri del sangue clinico.

Ai primi sintomi di effetti collaterali, smettere di prendere le pillole e consultare un medico.

L'azitromicina è controindicata nei gravi disturbi dei reni, del fegato e del sistema cardiovascolare. Alle donne incinte e alle madri che allattano non viene prescritto il farmaco. Se sei ipersensibile ai componenti che compongono i macrolidi, il medicinale non può essere usato. La controindicazione è una violazione dell'equilibrio idrico ed elettrolitico, inclusi ipokaliemia o ipomagnesiemia.

La durata dell'uso dei tablet non deve superare i 3-5 giorni. Durante l'assunzione del farmaco, i componenti attivi si accumulano nel centro dell'infezione, la loro concentrazione viene mantenuta per una settimana dopo la fine della terapia.

I farmaci antiacidi riducono la concentrazione di azitromicina nel sangue. L'uso simultaneo di Digossina e Ciclosporina può portare all'intossicazione del corpo. Non utilizzare un farmaco antibatterico con anticoagulanti e diuretici dell'ansa.

Il warfarin con azitromicina aumenta l'indice del tempo di protrombina. Il ricevimento di Terfenadina provoca aritmie durante il trattamento della cistite con macrolidi. L'alcol aumenta la gravità degli effetti collaterali. La compatibilità con l'alcol non lo è. Il rallentamento delle reazioni psicomotorie ha un effetto negativo sulla guida.

Il superamento della dose ammissibile del farmaco provoca nausea, vomito, perdita della vista e dell'udito, disturbi neurologici e in casi gravi, insufficienza cardiaca e insufficienza respiratoria. Non esiste un antidoto specifico. Si consiglia al paziente di consultare un medico. Il medico deve fare un lavaggio gastrico e condurre una terapia sintomatica.

Le compresse devono essere conservate in un luogo asciutto e buio, lontano dalla portata dei bambini. La temperatura della stanza dovrebbe essere mantenuta a temperatura ambiente.

Il farmaco mantiene le sue proprietà terapeutiche per 3 anni. 3 anni dopo la data indicata sulla confezione, non è raccomandato l'uso del farmaco.

La composizione delle compresse comprende il principio attivo principale chiamato azitromicina. Questo è un antibiotico sintetico. È anche contenuto in altre forme di dosaggio del farmaco, come capsule e polvere per sospensione.

Un agente antibatterico, penetrando attraverso la barriera placentare, può causare malformazioni fetali, pertanto il farmaco non può essere utilizzato durante la gravidanza. Durante l'allattamento al seno di cistite Azitromicina è un motivo per interrompere l'allattamento e trasferire il bambino a una dieta artificiale.

Nell'infanzia, l'antibiotico viene usato rigorosamente come prescritto da un medico. Il dosaggio è determinato da uno specialista nel peso del bambino.

Gli antibiotici macrolidi sono prescritti.