Principale
Sintomi

Emocromo completo per PSA (antigene prostatico specifico) della ghiandola prostatica: norme e interpretazione

Se un uomo ha problemi che causano potenza, difficoltà a urinare, dolore, c'è un'alta probabilità che la causa di questa malattia sia la prostata.

Dopo aver visitato l'urologo, il medico nella maggior parte dei casi invia al paziente un esame del sangue per un PSA totale (antigene prostatico specifico).

Usandolo, sarà possibile determinare se ci sono infiammazioni, adenoma o cancro della ghiandola.

Nell'articolo imparerai cosa è l'analisi dell'antigene prostatico specifico, la norma.

PSA della prostata

Cos'è un antigene prostatico specifico? Il PSA, o antigene prostatico specifico, è una proteina prodotta dalla ghiandola prostatica.

La sua funzione principale è quella di diluire il fluido seminale qualitativamente. La sua presenza è necessaria nel succo di prostata ed è un elemento importante dell'eiaculato. La diluizione dello sperma maschile consente allo sperma di muoversi senza difficoltà nella cellula uovo per la fecondazione.

Nel siero la sua quantità varia da 0 a 4 ng / ml. L'indicatore 2 dovrebbe già allarmare il medico, in quanto questa regola è critica.

Se il tasso viene superato, possiamo parlare della presenza di adenoma o cancro. Pertanto, ogni uomo dopo 40 anni dovrebbe donare il sangue per il PSA in modo che il medico possa avere informazioni complete sullo stato della ghiandola prostatica in un paziente.

Indicazioni e come passare l'analisi?

L'urologo prescrive un test per il paziente al fine di accertare il livello di salute della prostata e determinare le dinamiche del funzionamento dell'organo.

Abbastanza spesso, l'appuntamento è associato con il sospetto in un uomo di cancro o adenoma, così come la presenza di prostatite infettiva.

Inoltre, questa analisi ti consentirà di scegliere il giusto trattamento farmacologico, monitorare i suoi risultati e determinare l'efficacia dei farmaci prescritti per prevenire la malattia.

Questa procedura è un prelievo di sangue da una vena con la sua successiva decodifica in laboratorio. Questa è una procedura abbastanza seria, in quanto consentirà di identificare le patologie nella ghiandola prostatica. Pertanto, affinché il risultato sia il più corretto possibile, ogni paziente deve conoscere le regole per prepararlo.

Regole di preparazione

Un uomo prende sangue la mattina. Prima di donare il sangue, un uomo deve soddisfare le raccomandazioni di un medico per ottenere il risultato più accurato.

Per questo è necessario:

  1. Alcuni giorni prima dell'analisi della prostata per PSA completamente escludere qualsiasi esame della ghiandola prostatica.
  2. 8 ore prima della raccolta del sangue, è necessario rifiutarsi di mangiare.
  3. 7 giorni prima dell'analisi per abbandonare l'intimità intima.
  4. Rinuncia a bere caffè, tè, succhi di frutta pochi giorni prima di donare il sangue.
  5. L'alcol non deve essere consumato per 3 giorni.
  6. Due giorni prima di donare il sangue, non dovresti mangiare cibi grassi, fritti e piccanti.
  7. L'analisi è fatta solo a stomaco vuoto, non è nemmeno permesso l'uso di liquidi. L'eccezione è l'acqua minerale non gassata.
  8. Prima che l'analisi non possa fumare per 2 ore.
  9. Di notte si consiglia di fare un clistere pulizia.

Come e quanto dura la procedura?

Il paziente dona il sangue entro e non oltre le 11 di mattina. L'analisi del PSA della prostata viene eseguita in laboratorio. Il sangue viene prelevato dalla vena mediante decantazione.

L'uso di questo metodo di assunzione di materiale previene il danneggiamento della struttura delle cellule del sangue. E questo permetterà di ottenere in futuro il risultato più affidabile.

Il volume del sangue viene assunto nella quantità di non meno di 2 ml. È stato studiato per l'identificazione di indicatori ormonali e biochimici.

Se ci sono dubbi sull'affidabilità dopo l'esame del sangue, deve essere ripetuto esattamente alla stessa ora della prima volta.

Come donare il sangue per la prostata PSA? Il paziente dà sangue mentre è seduto. Ma se improvvisamente, a causa di debolezza, vertigini o malessere, non può passare un'analisi dell'antigene specifico della prostata in questa posizione, viene posto su un divano.

La procedura di prelievo del sangue dura non più di pochi minuti.

norma

I confini dei valori normali, dopo la somministrazione di un antigene prostatico specifico (PSA), dipendono direttamente dalla categoria di età dell'uomo. Più il paziente è anziano, più la prostata produce proteine.

Analisi del PSA totale (antigene prostatico specifico) - la norma:

  1. Gli uomini dai 40 ai 49 anni dovrebbero avere un tasso non superiore a 2,5 ng / ml.
  2. Da 50 a 59 anni l'indicatore dovrebbe essere 2,5 ng / ml.
  3. Con una fascia d'età di 60-69 anni, la velocità può essere di 3,5 ng / ml.
  4. Dai 70 anni in su - 6,5 ng / ml e oltre.

Qual è la ragione per l'eccesso?

Se le norme dopo la donazione di sangue superano quelle stabilite, possiamo tranquillamente parlare della presenza di infiammazione della prostata, iperplasia benigna o presenza di cancro.

Se il paziente non riesce a testare il PSA della ghiandola prostatica per la prima volta, e confrontando le cifre precedenti, il numero è aumentato di oltre 0,5-0,7 ng / ml all'anno, c'è una maggiore possibilità di sviluppare il cancro alla prostata.

Più alto è il livello di PSA della prostata negli uomini, più differisce dalla norma nella categoria di età (20-40 ng / ml), più è probabile che il paziente abbia metastasi oltre al cancro.

Se l'urologo ha dei sospetti, allora al paziente viene prescritto di sottoporsi a ulteriori esami per rilevare un cancro.

Ci sono alcune malattie della ghiandola prostatica in cui non ci sarà un aumento del PSA.

Anche con il cancro, l'indice potrebbe non cambiare. Pertanto, condurre misure di frazioni. Viene calcolato il rapporto tra l'indicatore libero e il totale, che viene espresso in percentuale. Il tasso di antigene prostatico specifico deve essere superiore al 15%. Se il tasso è più alto, c'è il sospetto di un tumore. In questo caso, è consigliabile condurre una biopsia e un'ecografia.

Di regola, un alto livello di PSA con prostatite, l'adenoma si normalizza dopo il trattamento.

E anche scoprire di più su come testare la prostata negli uomini.

Ora sai tutto sul test del sangue per il PSA della prostata, le tariffe e cosa fare se vengono superate. Con la manifestazione di sintomi negativi associati alla malattia della ghiandola prostatica, un uomo dovrebbe visitare l'urologo. Lo scopo del test del sangue per PSA consente al medico di scegliere il trattamento corretto o di prevenirne lo sviluppo nelle fasi iniziali del tumore.

L'antigene prostatico specifico è un indicatore di salute

Un antigene prostatico specifico è una proteina prodotta dalla ghiandola prostatica. A causa di ciò, lo sperma viene liquefatto, durante il quale gli spermatozoi diventano più mobili e aumenta la possibilità di una fecondazione di successo. Oltre all'eiaculato, il PSA è estremamente piccolo nel sangue.

La norma del livello di antigene è individuale per le persone di età diverse. Se il livello generale è rotto (l'indicatore è elevato e continua a crescere), allora questo indica la presenza di un processo infiammatorio, un tumore benigno o maligno, ipertrofia.

Indicatore PSA

Il test dell'antigene specifico della prostata viene eseguito attraverso un esame del sangue. L'affidabilità e il contenuto informativo di queste misurazioni sono molto alti. Sulla base dei risultati ottenuti, i medici possono diagnosticare tempestivamente malattie asintomatiche e rilevare un tumore nella fase iniziale.

Se il PSA è maggiore del valore impostato, l'uomo viene inviato a un numero di test aggiuntivi. Dopo di loro, il medico sarà in grado di determinare con precisione se la prostata è infiammata o se il paziente ha una patologia diversa.

Per un paziente di 50-60 anni, la percentuale di contenuto della sostanza non è superiore a 3,5 ng / ml. Tuttavia, tassi significativamente ridotti - questo è anche un brutto segno e un motivo per condurre ulteriori sondaggi.

I medici raccomandano vivamente di testare l'antigene a tutti gli uomini, di età compresa tra circa 50 anni (o più anziani). Se c'è una predisposizione alle malattie della ghiandola prostatica o delle malattie del cancro, l'analisi può essere assegnata a un paziente di 40 anni.

Varietà di prova

L'antigene prostatico può essere contenuto nel sangue in diversi stati:

  • libero (nessuna connessione con le proteine ​​plasmatiche);
  • combinato con chimotripsina (enzima del sangue altamente attivo);
  • collegato a macroglobulina (proteina plasmatica).

Quando viene diagnosticata la prostata, questi composti vengono studiati con particolare attenzione.

Possono essere presi vari tipi di misure, ad esempio, sono determinati i seguenti:

  • livello di PSA generale (aspetto / associazione libera con chimotripsina);
  • contenuto di antigene specifico della prostata libero;
  • il rapporto tra indicatori di livelli totali e liberi.

L'urologo deve necessariamente indicare quale degli indicatori si desidera installare. Di solito, il livello generale viene determinato per primo. Nei casi in cui la norma è violata, viene eseguita un'analisi più ampia, comprese le misurazioni dei due tipi rimanenti.

Regole di recinzione

A causa del fatto che il PSA è contenuto nel sangue in una quantità estremamente piccola, la sua rilevazione implica l'uso di dispositivi di misurazione ultrasensibili. Inoltre, per garantire l'errore minimo, il paziente deve rispettare rigorosamente alcune regole.

L'inizio del test è la fase preparatoria. Per ottenere risultati accurati e affidabili da un medico, è necessario smettere di usare alcol, prodotti a base di tabacco, cibi grassi e piccanti un paio di giorni prima della data stabilita.

L'analisi viene eseguita esclusivamente a stomaco vuoto. Immediatamente prima della procedura, il paziente dovrebbe usare solo acqua potabile purificata. Inoltre è necessario posticipare lo sforzo fisico - abbandonare brevemente gli sport e il contatto sessuale. Il prelievo di sangue per un antigene specifico viene effettuato da una vena, fino alle 11:00. È al mattino che i globuli rossi sono meno distrutti.

È severamente vietato condurre un'analisi se, durante la settimana precedente alla consegna, l'uomo è stato sottoposto a:

  • scansione delle dita;
  • cateterizzazione della vescica;
  • cistoscopia;
  • massaggio prostatico;
  • esposizione laser alla prostata;
  • ergometro;
  • ecografia transrettale;
  • colonscopia.

Inoltre, la precisione non assoluta del test del PSA è possibile a causa di malattie urologiche, infarto miocardico e presenza di processi infiammatori.

Cosa può essere causato da un aumento del contenuto di una sostanza?

Si ritiene che l'aumento dell'antigene specifico nel sangue sia un sintomo della struttura compromessa della ghiandola prostatica. Uno dei fattori che potrebbe scatenare questo è un tumore canceroso. Ma è importante ricordare che l'eccesso di concentrazione può indicare altre malattie.

Le variazioni nei livelli di PSA possono essere causate da:

  • iperplasia prostatica benigna;
  • prostatite;
  • metamorfosi legata all'età;
  • alcune droghe.

Risultato falso positivo

Secondo quanto sopra, un test positivo spaventoso può essere ottenuto quando un antigene specifico viene sviluppato non a causa dell'oncologia, ma a causa di prostatite o adenoma prostatico.

Tuttavia, attrezzature moderne e studi a lungo termine in quest'area ci permettono di determinare rapidamente quale sia la vera causa della concentrazione anormale di una sostanza nel sangue.

Cosa è considerato un normale risultato dell'analisi?

Non esiste una specifica norma PSA. I giovani tendono ad avere un contenuto inferiore della sostanza, uomini più anziani - alti. In precedenza, la maggior parte dei medici era dell'opinione che il tasso normale fosse inferiore a 4,0 ng / ml. Se la concentrazione di antigene prostatico specifico era più alta, veniva spesso prescritta una biopsia prostatica.

La ricerca moderna ha dimostrato che il cancro alla prostata può essere presente a un livello inferiore a 4,0 ng / ml, e ad un tasso più elevato, un tumore maligno può essere assente. Ciò è dovuto al fatto che il contenuto di una sostanza può variare considerevolmente. Dopo il trattamento con finasteride, dutasteride e medicinali simili, è generalmente impossibile parlare della corretta affidabilità dei test.

Inoltre, il livello di antigene nel sangue è influenzato dall'etnia e da una storia familiare di cancro alla prostata. Inoltre, i risultati dei test in diversi laboratori possono presentare alcune differenze. E sebbene gli esperti non abbiano raggiunto un consenso sulla soglia ottimale, la norma indicativa convenzionale esiste ancora ed è direttamente dipendente dall'età.

Idealmente, il livello generale dell'antigene dovrebbe essere nell'intervallo:

  • 0-2,5 ng / ml (per pazienti di età superiore a quarant'anni);
  • 0-3,5 ng / ml (oltre cinquanta anni);
  • 0-4,5 ng / ml (da sessant'anni);
  • 4-6,5 ng / ml (dopo settanta anni).

Non dobbiamo dimenticare che l'indicatore, elevato a causa di iperplasia prostatica benigna, dovrebbe anche essere allarmante, dal momento che le malattie oncologiche si verificano in quasi la metà degli uomini con diagnosi di BPH.

In generale, si può concludere che più forte è l'antigene specifico nel sangue del paziente, più è probabile che il cancro sia presente. Tuttavia, il tasso di crescita della concentrazione gioca un ruolo importante.

Il test mostra un livello anormale, cosa fare dopo?

Se un uomo che non ha sintomi di cancro alla prostata decide di sottoporsi a un test di screening e si scopre che l'antigene prostatico nel sangue è elevato, i medici raccomandano prima di testare nuovamente. Se il livello è ancora al di sopra della norma, il passo successivo consiste nell'eseguire un esame rettale e continuare i test regolari dopo identici periodi di tempo.

Se un test PSA generale mostrerà un aumento della concentrazione della sostanza, o qualsiasi sospetto sorge durante l'esame, il medico molto probabilmente prescriverà ulteriori procedure diagnostiche. Di solito, il tratto urinario viene controllato prima per un'infezione (analisi delle urine). Quindi nominato cistoscopia, ecografia transrettale, raggi x.

Se si sospetta il cancro alla prostata, deve essere eseguita una biopsia della ghiandola. Una cannula speciale viene inserita nell'organo, con l'aiuto di diversi campioni di tessuto prelevati. Dopo aver esaminato il tessuto ottenuto tramite ultrasuoni, un microscopio e altri dispositivi, il patologo sarà in grado di fare una diagnosi accurata.

Antigene specifico con il cancro alla prostata.

abstract:
Il cancro alla prostata è uno dei più comuni tumori maligni trovati negli uomini. Nella lotta contro il cancro, abbiamo uno strumento semplice: è necessario determinare l'antigene specifico della prostata nel siero del sangue (PSA). Il livello di PSA è aumentato nel cancro, ma anche nelle malattie della ghiandola prostatica di natura non cancerosa. Il documento presenta le regole per interpretare la concentrazione del cane e l'opportunità di contrassegnare il cane nell'identificazione

diagnosi e osservazione del decorso naturale del cancro alla prostata. Il rilevamento tempestivo della malattia consente di scegliere un farmaco efficace per la prostatite e il decorso maligno della malattia, che può rallentarne la progressione. Inoltre, viene considerato il ruolo del cane nel monitoraggio dell'efficacia del trattamento sistemico radicale locale e palliativo di questo tumore, tenendo conto della ricorrenza e della risposta biochimica.
Sommario:
Il cancro alla prostata è ancora il più comune negli uomini. L'uso di uno strumento semplice come l'etichettatura del siero dell'antigene prostatico specifico (PSA) può rivelare la malattia all'inizio. Il livello di PSA aumenta nei pazienti con carcinoma della prostata, ma anche in quelli che soffrono di malattie prostatiche benigne. In questo articolo vengono presentati i principi di interpretazione del livello di PSA e l'utilità del test del PSA nel rilevare e diagnosticare una malattia. È anche preso atto del ruolo del PSA nella selezione del trattamento radicale del cancro locale e palliativo, dell'efficacia del trattamento, della recidiva biochimica del cancro alla prostata e delle considerazioni di risposta alla terapia biochimica. Parole chiave: antigene specifico del cancro alla prostata, parole: carcinoma della prostata, antigene prostatico specifico.
introduzione
Il cancro alla prostata è uno dei più comuni tumori maligni negli uomini, con una costante tendenza a crescere. Nel nostro paese, per esempio, attualmente occupa 2 posto (secondo 2009) al 13,2% del numero totale di tumori maligni, e 3 ° posto per ragioni di morte per cancro tra gli uomini (7,7% di mortalità) [1]. Tipicamente, il cancro alla prostata e l'adenoma prostatico (benigno) sono problemi degli uomini più anziani e la sua prevalenza aumenta con l'età. Il cancro della prostata è un tumore, con un decorso relativamente mite e una buona prognosi, e se è riconosciuto in una fase precoce (la malattia è limitata alla ghiandola prostatica), è completamente curabile. Trattamento radicale del carcinoma della prostata, radioterapia della prostata e prostatectomia chirurgica e, a seconda delle indicazioni, trattamento ormonale. radioterapia comprende radiazione esterna (teleterapia) o all'interno - brachiterapia con sorgenti di radiazioni introdotte all'interno della ghiandola al momento del trattamento (solitamente isotopo iridio-192) o rimanere permanentemente in ferro (cosiddetti impianti permanenti, tipicamente grano iodio isotopo -125). Questi metodi sono caratterizzati da un'efficacia simile, anche se la radioterapia per il cancro alla prostata sotto l'ora può avere effetti molto significativi. Il trattamento è spesso accompagnato da danni alla vescica e all'intestino, oltre a una violazione della potenza e dell'incontinenza urinaria. Aumento della frequenza di rilevamento del cancro della prostata è associata alla proliferazione di specifica designazione antigene prostata, che normalmente varia da 0 a 4 ng / ml, sebbene tali letture possono essere grandi, a seconda dell'età del test.

cane, scoperto nel 1970 come componente del tessuto umano sano della ghiandola prostatica (compreso il liquido seminale). Dagli anni '80 del secolo scorso, è stato clinicamente utilizzato come marcatore tumorale ottimale per la diagnosi del cancro alla prostata. È prodotto da cellule di adenocarcinoma della ghiandola prostatica ed è presente in piccole quantità nelle cellule epiteliali delle vescicole seminali, la vescica. La psa è una glicoproteina contenente 240 aminoacidi (in termini di struttura chimica simile alla callicreina), che svolge la funzione di un enzima, la serina proteasica, che colpisce la fertilità degli uomini. Questo specifico antigene prostatico in piccole quantità penetra nel sistema vascolare, pertanto può anche essere trovato nel siero del sangue di uomini sani. Aumentando PSA nel siero può essere una conseguenza di danni alle cellule prostatiche (lividi funzionamento biforcazione transuretrale resezione della prostata; rotonda, resezione transuretrale della prostata), aumentando il numero di cellule (iperplasia prostatica benigna), ghiandola distruzione (infiammazione, modifiche tumore intraepiteliale tumore maligno) o manipolazione (forte massaggio alla prostata, sesso anale). Quindi si tratta di aumentare la permeabilità della membrana cellulare dell'epitelio della prostata e il corrispondente aumento della concentrazione di PSA nel siero del sangue. Ne consegue che, nonostante il fatto che il cane sia un marcatore, la determinazione della sua concentrazione nel siero del sangue non consente di determinare senza ambiguità le unità di danno alla ghiandola. Ma questi studi rendono possibile diagnosticare il cancro alla prostata di 1 grado: la prognosi in questo caso sarà la più ottimistica, poiché nella maggior parte dei casi è distinguibile.

Un tour in pazienti con adenoma prostatico causa un aumento multiplo della concentrazione sierica di PSA, che diminuisce entro 30 giorni, quindi è spesso durante questo periodo che sono necessari studi ripetuti. Come già accennato, la palpazione regolare dell'esame rettale (dre, esame rettale digitale), per non parlare del massaggio attivo della prostata nell'adenoma, porta ad un leggero aumento della concentrazione del cane. L'emivita della scomparsa del cane è di 2,2-3,2 giorni; quindi devi fare una nuova analisi, 2-3 settimane dopo la ghiandola prostatica e l'esame transrettale (truze), così come un ultrasuono convenzionale. Livelli di PSA falsi elevati persistono per almeno 6-8 settimane dopo una biopsia prostatica. Questi sono test standard per il cancro alla prostata che dovrebbero essere sottoposti anche agli uomini sani. Nonostante l'introduzione in alcuni paesi, i valori per la determinazione del PSA nello screening non sono universalmente accettati, poiché l'effetto dello screening utilizzando il PSA sulla sopravvivenza dei pazienti con carcinoma della prostata non è stato ancora confermato in modo inequivocabile. Nonostante questo, la prevalenza di determinare la concentrazione di PSA negli uomini senza sintomi ha portato ad un aumento della frequenza di biopsia. A proposito, l'effetto della biopsia sul cancro alla prostata è a volte abbastanza inaspettato e rallenta la crescita del tumore.

Interpretazione del cane

L'intervallo delle concentrazioni ammissibili di PSA nel siero è solo 0-4 ng / ml a seconda dell'età (a seguito di cambiamenti nella dimensione della prostata, produzione e secrezione di antigene). Gamme superiori ampiamente accettate della norma del cane per decadi di età diverse. Indipendentemente dall'età, il valore del livello di PSA superiore a 10 ng / ml è molto caratteristico del cancro alla prostata, tuttavia, un normale livello di PSA non esclude la presenza di cancro. La scala del cancro alla prostata di Gleason consente di diagnosticare in modo più accurato, insieme alla ricerca tradizionale. Se il livello del cane è normale e il tumore è ancora rilevato, questo accade nei casi in cui il tumore non causa danni alle cellule della ghiandola e tumori a bassa differenziazione. False - un risultato positivo, tranne le ragioni sopra riportate, si verifica in circa il 15% dei pazienti con gozzo nodulare e ipertrofia prostatica benigna. Inoltre, l'antigene prostatico specifico è raramente elevato nei casi di altri tumori (pancreas, ghiandole salivari, mammella, reni, polmoni e stomaco). La concentrazione del marcatore può essere modificata da farmaci assunti da pazienti con iperplasia prostatica benigna. Ad esempio, finasteride, dutasteride soprattutto se vengono presi per circa sei mesi. In questi casi, la concentrazione del cane si riduce della metà. Oltre a una singola misurazione del cane, gli studi eseguiti in serie sono utili per l'interpretazione clinica dei valori dei marcatori, a seconda della situazione: per lo più una volta all'anno o ogni 3-6 mesi. Misurazioni regolari del cane possono diagnosticare il cancro alla prostata di grado 1 e prendere provvedimenti per curarlo. L'andamento della crescita dei valori psa, in cui l'indicatore delle variazioni durante l'anno è di almeno 0,75 ng / ml o almeno il 20% della linea di base è considerato un segno di anomalia e crea la necessità di ulteriori ricerche. Oltre a misurare la concentrazione totale (tpsa, cane totale), che è 10-40% significa la frazione libera del cane (fps, cane libero). È un marcatore di antiproteasi non sierici a1-antitripsina e a2-macroglobulina. Soprattutto, tali studi sono necessari per gli uomini che hanno una predisposizione al cancro alla prostata, per esempio, c'è un fattore ereditario. Nei pazienti con carcinoma della prostata, il numero di fps diminuisce e aumenta il numero di complessi correlati al psa. Un rapporto fps / tpsa basso è associato ad un rischio più elevato di avere un cancro alla prostata. Il rapporto fps / tpsa viene utilizzato quando si sceglie la tattica di prendere una cura per il cancro alla prostata in caso di aumento del PSA e l'assenza di cambiamenti significativi durante la palpazione della ghiandola prostatica. Con un rapporto del 25% e biopsia negativa della prostata, si raccomanda che tali pazienti abbiano una tattica di "stretta osservazione". La densità del PSA (densità del PSA d) è un parametro che mette in relazione la concentrazione di PSA nel siero con un aumento della dimensione della ghiandola in cm3 (tipicamente accumulato quando si usa la truze). In questi casi, è possibile curare l'adenoma prostatico, grazie a una diagnosi tempestiva. L'indicatore viene calcolato dividendo il valore di PSA per il volume della prostata o il volume della zona di transizione della prostata (la parte centrale della prostata è tipicamente disperdibile aumentando a causa dell'ipertrofia prostatica benigna). Entrambi i parametri aumentano, prevedendo valori di PSA in pazienti con un marker compreso tra 4 e 10 ng / ml. Le stesse misurazioni vengono eseguite se c'è stata una recidiva del cancro alla prostata, e più grande è la dimensione della prostata, minore è la densità. Il valore psd corretto è 0.15 o meno. Valori superiori a 0,15 indicano la possibilità di cancro alla prostata. La cinetica del cambiamento descrive due parametri del cane dt (tempo di raddoppiamento), cioè il momento in cui il valore del cane raddoppia e il tasso di accrescimento del marcatore è cane v (velocità).
L'utilità dei segni del cane nel cancro alla prostata
Quindi, un esame del sangue per la definizione di cancro alla prostata viene utilizzato sia nella diagnosi e trattamento del cancro alla prostata e nel monitoraggio dei pazienti dopo il trattamento del tumore.

1. Rilevazione del cancro alla prostata.

Il numero di pazienti asintomatici in cui il cancro è rilevato nella fase iniziale della malattia, all'interno della ghiandola prostatica, con la possibilità di aumentare la cura completa. È stato riportato che circa il 25% dei pazienti con biopsia confermata con carcinoma della prostata ha una concentrazione di PSA di 4 ng / ml. Come già accennato, il numero di uomini che curano un adenoma della prostata aumenta fortunatamente, quindi non dovresti prendere il cancro come una frase. Mediante biopsia sotto il controllo della prostata, il tumore della prostata viene rilevato nel 20% degli uomini con PSA nell'intervallo di 4-10 ng / ml e dal PSA 60% 10 ng / ml. Il rischio di avere un cancro alla prostata nei casi con un risultato errato in cui il cane non superi i 4 ng / ml [2]. Concentrazione di PSA (ng / ml) rischio di cancro 0-0,5 6,6% 0,6-1,0 1,1-2,0 10,1% 17,0% 2,1-3,023,9% 3, 1-4.026,9%

2. L'elemento di diagnosi del cancro alla prostata in pazienti con carcinoma prostatico di nuova diagnosi
Il valore di uscita del cane determina l'intervallo di test diagnostici consigliati. Determinano quali farmaci per il trattamento dell'adenoma prostatico saranno assegnati per il recupero. Nei casi con un psa di 10 ng / ml, la ricerca nella direzione della ricerca della diffusione della malattia non è generalmente raccomandata. In questi casi viene prescritta la terapia farmacologica e viene effettuato un monitoraggio regolare della crescita del tumore e del suo sviluppo. Tuttavia, il carcinoma prostatico scarsamente differenziato non viene sempre diagnosticato, e quindi si raccomanda di effettuare studi regolari sulla scintigrafia ossea nei tumori t1, se il psa è 20 ng / ml e t2 e psa è 10 ng / ml [3].

3. Valutazione del rischio di recidiva, separazione dei pazienti in gruppi prognostici.

Il valore di uscita del cane è il più importante per la differenziazione del tumore sulla scala di Gleason. L'elemento della valutazione del rischio di recidiva e separazione dei pazienti in gruppi a rischio (tab.3). Sono la base per la scelta del comportamento nei pazienti con carcinoma della prostata, compresa la partecipazione alla terapia ormonale. Sfortunatamente, anche se la malattia è completamente guarita, può ancora verificarsi una recidiva del cancro alla prostata. Ad esempio, nei pazienti del gruppo di rischio intermedio e ad alto rischio, oltre al trattamento con radicali locali, viene utilizzata la terapia di induzione di 3 mesi e di 3 mesi di durata o fino a 3 anni (rispettivamente, gruppi a rischio intermedio e ad alto rischio). Tabella. 3. La divisione del cancro alla prostata in gruppi prognostici a seconda del livello del cane e della scala di Gleason.
Il gruppo di rischio (ng / ml) è molto basso e a basso rischio (glison 7), a medio rischio (glison ≤7), ad alto rischio 10-20 ng / ml (glison 7).

4. Osservazione del decorso naturale della malattia.

Certamente, il cancro alla prostata non consente una prognosi dettagliata, proprio a causa della minaccia di ricaduta. In alcuni pazienti dal rischio basso e molto basso (psd 0,15 ng / ml) di recidiva e con il passare del tempo della vita stimata all'età di 20 anni, la tattica non è di prescrivere il trattamento, ma solo "osservazione attiva". In questi casi, i test devono essere eseguiti ogni 3 mesi o ogni 6 mesi [3].
Tuttavia, uno studio del PSA non spiega le cause del cancro alla prostata, che sono in gran parte sconosciute agli scienziati. Inoltre, la cinetica della crescita del cane non è un parametro ideale per monitorare il cancro alla prostata (non riflette completamente la progressione della malattia) e il psa dt non è utile per diagnosticare la progressione del cancro. Quindi, se il cancro alla prostata è già in esecuzione, le metastasi ossee possono passare inosservate, il che influenzerà la scelta del trattamento. Una malattia potenzialmente curabile è raccomandata per avere una biopsia prostatica ripetuta e ripetuta almeno ogni 12 mesi [3].

5. Valutazione dell'effetto del trattamento radicale locale.

Questo vale per i pazienti che hanno ricevuto in precedenza un trattamento prevalentemente chirurgico o radioterapico, potenziato dalla terapia ormonale o senza il suo utilizzo. La fattibilità della terapia ormonale è considerata dal medico e la raccomanda o offre rimedi popolari per il cancro alla prostata. Dopo la prostatectomia o la radioterapia radicale, la concentrazione di PSA nel siero deve essere ridotta ai valori minimi. La prima misurazione del cane nell'operato è raccomandata dopo 6 settimane [2]. La psa 0,2 ng / ml dopo ≥5 settimane dopo l'operazione consente di rivelare infiltrazione locale e / o distribuzione del cancro. Il monitoraggio delle concentrazioni di PSA in pazienti con carcinoma della prostata dopo trattamento radicale comprende la misurazione ogni 6-12 mesi per 5 anni, quindi annualmente [3]. Va notato che solo il cancro alla prostata di grado 3 è operabile, in questo caso è possibile utilizzare sia la chirurgia che la radioterapia. Le fasi precedenti sono trattate con metodi delicati.

Solo nei casi con metastasi inizialmente identificate ai linfonodi pelvici, come in presenza di metastasi a organi distanti, il cane deve essere monitorato ogni 3-6 mesi. Secondo le raccomandazioni dei medici europei, nei pazienti sottoposti a prostatectomia radicale, il controllo del cane e della dre deve essere effettuato 3, 6 e 12 mesi dopo l'intervento chirurgico, quindi ogni 6 mesi per 3 anni, e successivamente ogni anno [2]. Ciò consente la rilevazione tempestiva della recidiva biochimica del carcinoma della prostata, soprattutto se è asintomatica. Ciò riguarda la ricorrenza del cancro, che è asintomatico, e l'unica manifestazione del processo tumorale è un aumento della concentrazione del cane. La recidiva biochimica può essere una manifestazione di recidiva locale e / o la presenza di metastasi in organi distanti. La diagnosi delle recidive locali nei pazienti dopo la prostatectomia è cruciale, poiché in alcuni di essi l'uso della radioterapia di salvataggio può portare a una cura. Tra le altre cose, è possibile trattare l'adenoma prostatico con altri metodi moderni, ma di regola riguarda le prime fasi della malattia. Le misurazioni periodiche della reazione biochimica rivelano una recidiva locale. In quest'ultimo caso, è caratterizzato, di regola, da una lenta crescita tardiva del cane, e come segno di distribuzione, una crescita più rapida e precoce del marcatore; rispettivamente psa dt ≥11 contro 4-6 mesi e PSA, v 0,75 ng / ml / anno contro 0,75 ng / ml / anno [4,5,6]. Altri indicano che la mediana PSA dt è rispettivamente di 11,7-13 mesi e 3-4,3 mesi [7,8]. La probabilità di una recidiva del cancro alla prostata è del 48% contro il 18%, rispettivamente [9]. Costruire un cane può sconfiggere una malattia clinicamente evidente per diversi mesi o diversi anni [5]. Si presume che il livello del segno di ricorrenza sia il valore biochimico del PSA di 0,2 o ≥0,4 ng / ml trovato nelle due notazioni successive [2, 10,11,12]. Dopo la prostatectomia radicale, accettata in modo standard per il trattamento o se è stata applicata la crioterapia per il cancro alla prostata, è necessaria una recidiva biochimica. Secondo la European Urological Society, qualsiasi aumento di PSA di 0,2 ng / ml, confermato in 2 dimensioni, è considerato una ricaduta e richiede un trattamento. [2.11]. E in pazienti dopo radioterapia radicale su raccomandazione di rtog-astro (radiazione oncologica, American Society of Therapeutic Radiology and Oncology) consenso phoenix dal 2005, cioè concentrazione cane ≥ concentrazione cane (nadir assoluto) + 2 ng / ml. [13]. Se aumenta l'antigene prostatico specifico, è necessario l'uso immediato della terapia ormonale. Nadir psa (il valore minimo) si ottiene con terapie diverse - da diversi mesi a tre anni (mediana 18-36 mesi) dalla fine della radioterapia [14]. La strategia comportamentale ottimale se viene identificata la recidiva biochimica del cancro alla prostata è individualizzata. Di norma, la terapia ormonale viene attivamente utilizzata, che comprende i blocchi di androgeni (ad esempio, la deprivazione androgenetica della terapia), che dipende dal cane e dal rischio percepito di sintomi indesiderati associati a questo trattamento. Impianti adt in caso di sintomi e in pazienti asintomatici, se il tumore alla prostata era stato precedentemente diagnosticato con lo stadio 3 o lo stadio 4 della malattia. L'esordio di adt è raccomandato se il psa è pari a 50 ng / ml o se si riscontra un PSA dt rapido (psa v) o breve (inferiore a 9-12 mesi) e una lunga sopravvivenza naturale predetta del paziente [3].

6. Monitoraggio dell'efficacia del trattamento sistemico.

Ciò si applica ai casi sottoposti a terapia ormonale aggiuntiva e ai pazienti, principalmente con tumore locale o con disseminazione, oltre a recidiva del cancro, che non è stato consentito prima di un trattamento radicale. Il gruppo comprende anche pazienti sottoposti a trattamento palliativo, o è stato utilizzato Asd per il cancro alla prostata, o sono state eseguite operazioni resistenti, vale a dire, la castrazione, accompagnata da chemioterapia o immunoterapia. La definizione di PSA è un elemento integrante nella valutazione dell'efficacia del trattamento palliativo per il cancro alla prostata, mentre la valutazione del valore del marcatore deve essere considerata in connessione con il miglioramento ottenuto dalla valutazione soggettiva e oggettiva della lesione tumorale. Naturalmente, gli effetti del cancro alla prostata e gli effetti del trattamento effettuato sono valutati dalla biochimica. Risposta biochimica: una diminuzione del livello di PSA di almeno il 50% rispetto al valore prima del trattamento, confermata nella riprenotazione dopo almeno 4 settimane, è una buona risposta al trattamento palliativo, poiché in quasi tutti i pazienti la risposta biochimica è associata al miglioramento [15 ]. Pertanto, viene valutata l'efficacia dell'ASD nel cancro alla prostata o in altri trattamenti. Una diminuzione del livello di PSA di oltre il 50% è considerata una manifestazione dell'efficacia dei farmaci citotossici negli studi di fase II [16]. Esiste una correlazione tra una diminuzione della concentrazione di PSA e altri endpoint necessari clinicamente significativi, come la mediana del tempo prima dell'inizio della progressione del dolore e la sopravvivenza senza progressione della malattia [17].
La progressione della biochimica.

Ottenere i risultati può essere la ragione per cui il medico può scegliere quali farmaci trattare l'adenoma prostatico, se il precedente trattamento non ha prodotto i risultati attesi. Il trattamento può essere modificato nei seguenti casi:
- pazienti il ​​cui livello di PSA non è diminuito e un aumento di PSA è superiore del 25% rispetto al segnale di uscita e un aumento del valore assoluto di almeno 5 ng / ml, confermato da un'altra designazione.

Il risultato

I medici hanno uno strumento molto utile nella diagnosi del cancro alla prostata e nella gestione dei pazienti. Grazie alle misurazioni del cane, puoi diagnosticare il cancro alla prostata a 2 gradi, o rilevarlo all'inizio, cioè nel 1 ° stadio. La decisione di riconoscere il valore di PSA come corretto o errato può essere presa sulla base della gamma della PSA corrispondente all'età del paziente, dell'indicatore delle variazioni, nonché dei risultati di altri studi diagnostici.

Antigene prostatico specifico (PSA)

La prostata è in grado di produrre una proteina speciale chiamata antigene prostatico specifico (PSA). La funzione di questa proteina nello sperma, dove entra con il segreto della prostata, risiede nella diluizione del liquido seminale prodotto nei testicoli. Questo processo fornisce un aumento della motilità degli spermatozoi e un aumento della loro capacità di fertilizzazione.

Il PSA nel corpo di un uomo è presente non solo nello sperma, dove la sua quantità è di 1 mg / ml, ma anche in dosi molto magre entra nel sangue. Per misurare la sua concentrazione nel siero per unità, prendere nanogrammi per millilitro, che corrisponde a 4 ng / ml.

Per immaginare quanto questo sia in relazione all'indicatore della quantità di PSA nello sperma, si può ricordare che 1 mg contiene 1.000.000 ng.

Foto 1: Per la prima volta, il livello di PSA nel sangue per lo studio della ghiandola prostatica è stato realizzato nel 1980 e da allora questo indicatore è stato utilizzato per diagnosticare tumori maligni nella prostata, nonché per diagnosticare BPH e processi infiammatori. Fonte: flickr (ca.tti [pienso.luego.existes]).

Cause di aumento del PSA

Un aumento dell'antigene della prostata è sempre associato a una violazione della struttura dell'epitelio, la sua struttura organica, che può verificarsi in varie patologie:

  • Iperplasia prostatica benigna
  • Cancro alla prostata (adenocarcinoma della ghiandola prostatica).
  • Processi infiammatori di natura infettiva.
Fai attenzione! L'adenoma della prostata è caratterizzato da un aumento del volume fisico e un cambiamento nell'epitelio, che di conseguenza inizia a produrre più PSA. Pertanto, alti livelli di PSA spesso indicano BPH.

Test del PSA - come marker di tumore

Esame del sangue per PSA - usato come marcatore tumorale per la diagnosi o l'esclusione del cancro alla prostata. Per molto tempo si è creduto che questo fosse l'unico modo per determinare la presenza di un processo maligno nella ghiandola prostatica.

Tuttavia, la scienza medica negli Stati Uniti inizia già nel 2012 ad abbandonare l'interpretazione inequivocabile della dipendenza del livello di PSA dalla presenza di una neoplasia maligna, poiché alti valori di PSA non sempre corrispondono alla presenza di un cancro e nel frattempo una diagnosi errata porta a un trattamento errato, che spesso porta a complicazioni sotto forma di incontinenza urinaria e compromissione della funzione erettile.

Di conseguenza, il danno possibile come risultato di una falsa diagnosi non è inferiore al beneficio atteso.

E anche se non tutti sono d'accordo con gli scienziati occidentali, ma tutti riconoscono che, inequivocabilmente, non si può fare affidamento solo sui risultati di uno studio, è importante osservare il processo nel tempo, effettuando le necessarie analisi aggiuntive per stabilire una diagnosi più accurata.

Fai attenzione! Solo nel 30% dei casi con un aumento dei livelli di PSA, è stato diagnosticato un cancro alla prostata.

Tipi di stati di antigene

Il PSA nel suo stato nel siero è diviso in libero e legato e la loro combinazione è chiamata antigene prostatico specifico. In un corpo sano, il rapporto tra antigene prostatico libero e legato è 1: 9

  1. L'antigene prostatico libero rappresenta circa il 10% del livello totale dell'antigene.
  2. Il PSA associato prevale (90%) ed è in uno stato associato alle proteine ​​del sangue.

PSA associato

I composti proteici con l'antigene nel siero possono aumentare a causa della permeabilità dei vasi della prostata. Ciò è dovuto allo sviluppo di cambiamenti patologici. Il cancro alla prostata aumenta l'antigene prostatico legato, mentre un maggiore livello di antigene libero è caratteristico di BPH.

L'antigene prostatico nello stato associato può connettersi:

  • con macroglobulina (una piccola parte di esso), che non può essere utilizzata per la diagnostica di routine a causa della presenza della molecola di PSA all'interno del complesso. Macroglobulina o Alpha-2-macroglobulina sono probabilmente le proteine ​​del sangue più funzionali. Il pancreas è il sito della sintesi di questa proteina. Quando questa proteina è nativa, cioè non danneggiata, ha la capacità di attaccare e trasportare un certo numero di citochine note (proteine ​​immunitarie che distruggono le cellule tumorali senza distruggere quelle sane).
  • con chimotripsina disponibile per la ricerca. La chimotripsina è presente nel sangue per idrolizzare (fendere) i peptidi e le proteine.

PSA gratuito

I valori di PSA dipendono dall'età. Deviazioni dalla norma di età possono indicare la presenza di cancro.

È importante! Le misurazioni hanno dimostrato che il livello di PSA libero è più alto negli uomini a cui sono state diagnosticate lesioni benigne nella prostata rispetto a quelli con carcinoma della prostata.

Quando si esegue un test, anche il rapporto tra antigene libero e totale è importante. Questo è un indicatore più obiettivo per determinare l'assenza o la presenza di cancro nella ghiandola prostatica.

Antigene prostatico specifico comune

Valore PSA

Allo stato attuale, la concentrazione di un antigene prostatico specifico di 3 ng / ml è considerata la velocità massima per gli uomini di mezza età. Con il tasso di crescita fino a un livello di 4 ng / ml, possiamo già assumere lo sviluppo di un processo maligno.

L'indicatore del tasso marginale di PSA per un singolo uomo è associato principalmente alla sua età.

Ad esempio, negli uomini di età compresa tra 20 e 25 anni, l'indicatore di antigene prostatico specifico totale ha un tasso marginale di 2,5 ng / ml, da 25 a 45 anni - 3 ng / ml, da 50 a 65 anni - 3,5 ng / ml e sopra i 65 anni - 4 ng / ml.

Questi valori sono direttamente correlati alla dimensione della prostata, che è maggiore, l'uomo è più vecchio. Con un aumento della ghiandola prostatica, si verifica un aumento della sintesi di PSA, e prima aumenta la sintesi di PSA libero, e poi quello associato.

Se le sue prestazioni superano significativamente la norma, conduci la ricerca sulla quantità di antigene libero e legato e sul loro rapporto con il PSA totale.

Per questo, è necessario effettuare una seconda analisi utilizzando altri strumenti di laboratorio.

Indice PSA

Il rapporto tra PSA libero e legato, come osservato in precedenza, è importante per la diagnosi del cancro alla prostata.

In caso di sospetto cancro, effettuare il seguente calcolo:

St. PSA / About. PSA x 100%

In BPH, il rapporto tra la frazione libera e l'antigene totale specifico per la prostata è superiore al 15%.

È importante! Quando il livello di correlazione diminuisce significativamente o è costantemente entro limiti bassi, ciò può indicare una crescita del tumore e l'inefficacia della terapia, mentre un aumento del rapporto indica una tendenza positiva.

L'indice dal 15% al ​​70% indica l'assenza di cancro e al di sotto del 15% indica la possibile presenza di un processo maligno.

Come testare per PSA

Per l'analisi, è necessario prendere almeno 2 ml di tessuto sanguigno. Questa quantità dovrebbe essere sufficiente per studiare il sangue per i suoi parametri biochimici e determinare la concentrazione di ormoni in esso contenuti.

Decodifica l'analisi del PSA negli uomini

PSA (antigene prostatico specifico, antigene prostatico specifico) è una proteina (proteina), un enzima prodotto dalle cellule della ghiandola prostatica (in seguito denominato RV). Svolge la funzione di diluire e ridurre la viscosità dello sperma, colpisce la fertilità maschile.

La definizione di PSA nel plasma sanguigno è di grande importanza nell'urologia moderna. I suoi livelli più alti sono determinati in liquido seminale. L'enzima può raggiungere non solo il segreto del pancreas, ma anche i capillari che alimentano il tessuto ghiandolare e si trovano nel plasma sanguigno.

È dovuto alle concentrazioni plasmatiche che è possibile lo screening del cancro del pancreas negli uomini.

L'aumento della concentrazione di antigene prostatico specifico è associato non solo al rischio di cancro alla prostata, ma anche a molte altre patologie. Il suo livello aumenta con l'adenoma della prostata, la prostatite.

Per la prima volta il metodo è stato introdotto nella pratica medica nel 1986. I soliti schemi per la diagnosi della patologia prostatica sono stati rivisti.

Da allora, i metodi per determinare l'antigene prostatico specifico si sono evoluti, i loro punti di forza e di debolezza sono stati identificati. Monitorare la sua concentrazione consente non solo di selezionare un gruppo di pazienti che richiedono una biopsia, ma anche di monitorare l'efficacia della terapia.

La prostata è un piccolo organo muscolo-ghiandolare, che normalmente è paragonabile per dimensioni a una noce.

La prostata fa parte del sistema riproduttivo maschile, situato nella piccola pelvi, sotto la vescica, davanti al retto. Circonda la sezione iniziale dell'uretra [1,7].

1. Caratteristiche dell'antigene prostatico specifico

L'antigene prostatico specifico nella sua struttura è una glicoproteina composta da 237 aminoacidi, 4 rami laterali di carboidrati, che adottano una specifica conformazione utilizzando più legami disolfuro.

È una serina proteasica neutra, un enzima simile in funzione ad altre proteasi coinvolte nel processo di coagulazione del sangue.

La principale funzione enzimatica è la rottura delle proteine ​​del liquido seminale di seminogelin I e II, che porta alla liquefazione e alla diminuzione della viscosità dello sperma. Tutte le informazioni sulla struttura di questa proteina si trovano nel gene, che è localizzato sul cromosoma 19.

2. Luoghi con le più alte concentrazioni di PSA

Normalmente, il PSA viene sintetizzato dalle cellule epiteliali della prostata e secreto nel liquido seminale. La sua massima concentrazione è determinata nello stroma della ghiandola.

Per entrare nel flusso sanguigno, l'antigene prostatico specifico deve essere sottoposto a una serie di barriere fisiologiche (membrana basale delle ghiandole prostatiche, stroma della ghiandola, endotelio dei capillari).

Un certo numero di processi patologici (cancro del pancreas, infiammazione acuta della prostata, trauma) può portare alla rottura delle barriere naturali e aumentare la concentrazione di glicoproteina nel sangue.

La prostatite batterica acuta può essere accompagnata da un aumento del PSA, tuttavia, i livelli degli enzimi sono normalizzati dopo adeguata terapia anti-infiammatoria e antibatterica.

Massaggio della prostata, equitazione, ciclismo, squat, stacchi possono anche portare ad un aumento del contenuto dell'enzima nel sangue.

Le sue basse concentrazioni sono determinate nelle ghiandole uretrali, nell'endometrio, nel normale tessuto mammario, nelle ghiandole salivari, nell'urina di uomini e donne. La definizione di PSA nel plasma nelle donne può essere associata a cancro del seno, polmone, utero, rene.

3. PSA libero, vincolato e comune

PSA libero, fPSA (PSA libero) è l'indicatore principale nella diagnosi e nel trattamento del cancro alla prostata. Tuttavia, nell'intervallo da 4 a 10 ng / ml (cioè, moderatamente sopra la norma), il 75% degli uomini non ha oncologia, il che riduce la specificità di questo indicatore.

Pertanto, per fare una diagnosi in un particolare paziente, è necessario eseguire una biopsia, in media, in 4 uomini con valori di fPSA elevati.

Nel cancro del pancreas, l'aumento del PSA totale (tPSA, PSA totale) si verifica principalmente a causa della sua complessa frazione di cPSA (complessata, legata). Nell'adenoma si osserva un aumento in prevalenza di FPSA.

Pertanto, viene ora applicato il rapporto tra il PSA libero e il totale: il rapporto tra fPSA / tPSA è inferiore nei pazienti con carcinoma della prostata.

L'indicatore fPSA è più utile quando si monitorano pazienti con valori di glicoproteina costantemente elevati sullo sfondo di risultati bioptici negativi.

Nonostante la maggiore efficacia dell'analisi, deve essere combinato con un esame rettale digitale (abbreviato come PRIX), che consente un aumento della probabilità di rilevare il cancro.

4. Legarsi alle proteine ​​del plasma

La maggior parte della glicoproteina si trova nel plasma sanguigno in uno stato legato alle proteine ​​(cPSA - PSA complessato). Solo una piccola parte dell'enzima si trova in uno stato libero (PSA libero).

cPSA è associato con alfa-2-macroglobulina (A2M) e alfa-1-antichymotrypsin (A1AXT) di plasma, i due principali inibitori delle proteasi plasmatiche di serina.

A differenza del plasma, nell'eiaculato la maggior parte della frazione libera (fPSA), la sua concentrazione è 1 mg / ml. Nello stato associato a A1AXT, PSA mantiene 2 epitopi in uno stato libero, che consente studi immunologici.

Quando il PSA lega A2M, tutti gli epitopi sono nascosti dagli anticorpi, il che rende difficile la diagnosi immunologica di questa frazione dell'enzima legato.

5. Farmacocinetica

L'emivita del PSA è stata studiata in pazienti dopo adenomectomia e variava da 2 a 3 giorni. La completa scomparsa delle proteine ​​dal plasma sanguigno è durata 14-20 giorni. [2]

Indicazioni per l'analisi:

  1. 1 Screening per il carcinoma della prostata negli uomini di età superiore ai 50 anni.
  2. 2 Monitoraggio dei pazienti con adenoma.
  3. 3 Monitoraggio dell'efficacia della terapia con prostatite.
  4. 4 Monitoraggio dei pazienti oncologici, determinazione della recidiva della malattia, presenza di metastasi a distanza.

6. Screening per il cancro alla prostata

Lo screening per l'oncologia tra le grandi popolazioni della popolazione maschile ha portato a diagnosi precoce e tempestiva del cancro.

Un esame del sangue per il PSA non è un processo che richiede tempo e può ridurre la frequenza del cancro avanzato. Nella diagnosi e nel trattamento di qualsiasi oncologia, è importante identificare la malattia in una fase precoce.

Sfortunatamente, il cancro nelle fasi iniziali non è accompagnato da una clinica pronunciata. A differenza di BPH (aumento delle sezioni centrali della prostata e compressione dell'uretra, che porta a sintomi di minzione, aumento della voglia di urinare, specialmente di notte, indebolimento del flusso durante la minzione) sintomi.

Un piccolo tumore è difficile da diagnosticare con DRE. Prima dell'introduzione generalizzata dell'analisi, prima della biopsia è stato eseguito un esame standard. Al momento della diagnosi, metastasi distanti sono state rilevate nel 70% dei pazienti.

Dall'introduzione della tecnica, la percentuale di pazienti con metastasi ad altri organi è diminuita al 3%, mentre nel 75% dei pazienti non è possibile determinare il cancro con la palpazione.

La maggior parte degli urologi determina la necessità di screening sulla base dell'età, dei sintomi, della storia della vita (con ereditarietà appesantita, la ricerca viene effettuata prima), i risultati dell'esame del paziente. Spesso i pazienti stessi si rivolgono al medico per un rinvio per l'analisi. [3]

7. Antigene prostatico specifico e BPH

Come abbiamo detto, aumenta il contenuto di PSA nell'adenoma della ghiandola prostatica. Perché sta succedendo questo?

La maggior parte di questa proteina viene sintetizzata dalle ghiandole prostatiche della zona di transizione della prostata. Questa zona cresce con iperplasia benigna (BPH).

La zona periferica, in cui un tumore è localizzato in 8 casi su 10, produce solo una piccola quantità di PSA. Le deviazioni approssimative di un indicatore a un adenoma sono istituite: aumenti di 0,12 ng / ml su ogni grammo di ghiandola. [4]

8. Preparazione per l'analisi

Un esame del sangue viene preso a stomaco vuoto. La preparazione per lo studio include un'eccezione 7 giorni prima della raccolta del sangue di qualsiasi intervento traumatico alla prostata:

  1. 1 bicicletta.
  2. 2 in sella.
  3. 3 Deadlift.
  4. 4 squat
  5. 5 esame rettale delle dita.
  6. 6 Massaggio della prostata.
  7. 7 cistoscopia.
  8. 8 colonscopia.

Il sangue ottenuto dalla vena viene centrifugato, il plasma viene ottenuto da esso, che deve essere separato dal sedimento dagli elementi formati entro 120-180 minuti e condotto uno studio.

Se non è possibile eseguire l'analisi nell'intervallo di tempo specificato, il plasma viene congelato a t da -20 ° C a -70 ° C.

Anticorpi monoclonali o policlonali sono usati per determinare il livello di PSA. Successivamente, viene eseguita l'interpretazione dei valori ottenuti.

9. Fattori che influenzano il PSA

La principale limitazione dell'uso dell'antigene prostatico specifico nella differenziazione dell'oncologia del pancreas è un simile aumento delle prestazioni in altre condizioni patologiche (IPB, prostatite).

La proteina PSA è prodotta da cellule normali, iperplastiche e neoplastiche del pancreas, ma le cellule tumorali sintetizzano 10 volte più enzima in relazione alla massa del pancreas.

9.1. Tessuto iperplastico e relazione stroma-epiteliale

L'interpretazione dei risultati può variare in base al grado di iperplasia e al rapporto stroma-epiteliale. La maggior parte della proteina viene prodotta nella zona di transizione della prostata.

Solo una piccola quantità di proteine ​​viene sintetizzata nella zona periferica della ghiandola, dove in 8 casi su 10 si sviluppa il cancro alla prostata. Il cancro che si sviluppa nella zona di transizione della ghiandola è accompagnato da un pronunciato aumento del PSA.

Le cellule di adenocarcinoma di basso grado perdono la capacità di sintetizzare un enzima. Per questo motivo, la concentrazione di PSA può essere bassa in alcuni pazienti con cancro avanzato.

9.2. Fattori farmacologici

Alcuni farmaci possono influenzare la concentrazione plasmatica della glicoproteina:

  • Finasteride, dutasteride - inibitori della 5-a-reduttasi che vengono assunti dai pazienti con BPH. I farmaci in questo gruppo possono portare a una diminuzione del livello generale di PSA della metà entro 180 giorni dalla terapia. Per questo motivo, nei pazienti con iperplasia prostatica benigna, è necessario condurre studi ripetuti 60-90 giorni dall'inizio del trattamento al fine di stabilire un nuovo punto di partenza da cui si possa misurare l'aumento del livello dell'enzima.
  • Farmaci che influenzano il livello di testosterone nel sangue. L'aumento di testosterone nel plasma sanguigno porta ad un aumento della concentrazione dell'enzima.
  • L'eiaculazione aumenta il PSA. In 7 su 10 uomini di età pari o superiore a 50 anni, il PSA plasmatico è aumentato del 41% entro 60 minuti dall'eiaculazione.

9.3. Manipolazioni urologiche

Le malattie non cancerose della prostata, così come le manipolazioni urologiche, portano ad un aumento del PSA. La prostatite acuta, asintomatica e cronica, la ritenzione urinaria sono accompagnate dal suo aumento.

Di norma, l'esame della ghiandola non è accompagnato da variazioni della concentrazione plasmatica dell'enzima, ma il suo livello aumenta significativamente dopo il massaggio (fino a 2 volte) [5, 7].

Cistoscopia, stadiazione del catetere urinario, ecografia transrettale a volte può essere accompagnata da un leggero aumento di PSA.

Una biopsia porta ad un aumento del PSA di una media di 7,9 ng / ml entro 5 minuti dalla manipolazione (circa 24 ore). Il tempo richiesto per la normalizzazione dell'indicatore è di 2-4 settimane.

Dopo l'eiaculazione, il livello di antigene prostatico specifico ritorna ai numeri normali entro 2 giorni. Dopo l'eliminazione della ritenzione urinaria, il contenuto di glicoproteina viene ridotto del 50% entro 24-48 ore.

Nella prostatite batterica acuta, la concentrazione di PSA nel plasma dipende dall'efficacia della terapia. Per questo motivo, l'indicatore viene utilizzato per monitorare l'efficacia della terapia antibiotica.

9.4. Razza ed età

Il rischio di sviluppare il cancro alla prostata tra la popolazione nera è più alto rispetto al bianco [6]. Il tasso aumenta con l'età ed è associato con iperplasia benigna.

Quindi, parliamo di decodifica dell'analisi. I limiti normali del PSA totale - da 0 a 4,0 ng / ml, non tengono conto delle variazioni legate all'età nel volume della prostata. Oesterling propose una tabella delle variazioni di età delle norme.

Tabella 2 - Le norme del PSA totale (antigene prostatico specifico) in base all'età. Per visualizzare, fare clic sul tavolo

10. Monitoraggio dell'efficacia della terapia

Secondo la dinamica del PSA dopo la rimozione chirurgica della ghiandola, la recidiva locale e metastatica può essere separata.

La recidiva del tumore può essere assunta quando: la rilevazione di PSA nel sangue, con la sua crescita durante l'anno dopo l'intervento, l'indicatore del tempo di raddoppiamento per 6 mesi o meno. Le stesse caratteristiche possono essere applicabili alla radioterapia.

Dall'introduzione del test del sangue per PSA, c'è stato un salto nella diagnosi precoce del cancro del pancreas. Di per sé, il PSA non consente una separazione esatta tra patologia benigna e maligna.

Per una diagnosi accurata, è sempre richiesto un esame aggiuntivo del paziente. L'interpretazione dei risultati, così come la nomina di nuovi esami dovrebbero essere effettuati da un urologo.