Principale
Analisi

Antibiotici per le infezioni urinarie nelle donne e negli uomini

Lascia un commento 20,097

Le malattie del sistema urinario sono frequenti satelliti dell'umanità. Per il loro trattamento con farmaci speciali. Gli antibiotici per le malattie del sistema urogenitale, prescritti dal medico curante, possono essere assunti sia a casa che in ospedale. Il corso terapeutico è accompagnato da esami periodici delle urine e del sangue.

Quali malattie usano agenti antibatterici?

Gli antibiotici sono prescritti per l'individuazione di un processo infiammatorio nei reni. Ciò è dovuto a diversi fattori. Prima di tutto, perché gli antibiotici per le malattie del sistema urogenitale aiutano ad alleviare l'infiammazione e il dolore causato dal processo. Questi farmaci possono prevenire la diffusione dell'infezione attraverso il flusso sanguigno verso gli organi adiacenti del sistema urinario e altri sistemi.

Gli urologi moderni usano il termine generico di nefrite per riferirsi ai processi infiammatori dei reni. Include malattie come pielonefrite, cistite, pirosifrosi renale, tubercolosi renale. L'efficacia dell'impatto sulla causa dell'infiammazione è determinata dal grado di sviluppo della malattia. Quanto prima una persona va dal medico, tanto più velocemente si riprenderà.

È importante! Gli antibiotici sono considerati un trattamento efficace per tutti i tipi di malattie del rene, della vescica e del tratto urinario.

Terapia antibatterica: tipi di farmaci

Il segmento del mercato farmaceutico moderno ha un gran numero di farmaci diversi. È necessaria la consultazione con un medico per scoprire quale sia la causa e selezionare la preparazione medica appropriata per il trattamento di un problema nel sistema genito-urinario. Gli esperti usano beta lattamici e alcuni altri antibiotici nel trattamento del sistema genito-urinario.

Beta lattami

Questi sono farmaci per l'infiammazione, che hanno un forte effetto contro un'ampia gamma di batteri. I farmaci in questo gruppo sono prescritti in combinazione con altri farmaci che migliorano l'azione del farmaco principale. Gli antibiotici per il trattamento delle infezioni negli organi urinari hanno un effetto dannoso sugli organismi gram-negativi e gram-positivi e uccidono gli stafilococchi che sono resistenti agli effetti di molti farmaci. Questi includono aminopenicilline, pinicilline anti-pseudogeniche.

Questo include anche cefalosporine - un gruppo di pillole create per il trattamento delle infezioni del tratto urinario e causate da vari agenti patogeni. Il farmaco è offerto in 4 tipi o generazioni, ognuna delle quali è dotata di una gamma specifica di effetti e può aiutare a eliminare molte gravi malattie renali. Il gruppo in questione ha dimostrato di essere positivo, soprattutto la quarta generazione.

Altri antibiotici nel trattamento delle infezioni del sistema genito-urinario

Si tratta di pillole che sono ugualmente efficaci nell'infiammazione dei reni e della vescica, in particolare degli antibiotici fluorochinolici. Queste compresse sono indicate nei casi in cui la vita del paziente è in pericolo. Sono usati per il trattamento di malattie croniche nelle fasi di esacerbazione. Questo gruppo include aminoglicosidi utilizzati nella disfunzione urogenitale. Ma l'uretrite viene trattata con microlidi. Le tetracecline sono utilizzate per trattare la nefrite causata dalla flora atipica.

Inoltre, gli urologi raccomandano antibiotici ad ampio spettro. Questi farmaci sono una via d'uscita da diverse situazioni e possono eliminare le cause delle malattie del tratto renale e delle vie urinarie. Per selezionare l'antibiotico più efficace utilizzato per l'infezione del tratto urinario, è necessario consultare il proprio medico e identificare il vero agente causale dell'infezione.

I più efficaci farmaci per il tratto urinario

È importante sapere che oggi non esistono rimedi universali per tutti i tipi di giada. Qualsiasi tipo di trattamento deve essere selezionato individualmente in base ai risultati della ricerca e dell'analisi.

Lo specialista deve fare una diagnosi accurata e quindi prescrivere farmaci. Trattamenti popolari per le malattie del sistema urinario sono:

  • I classici antibiotici sono Furadonin, Furagin, Furazolidone, Palin, Azithromycin.
  • Farmaci di seconda linea - antibiotici prescritti in ospedale. Questi includono aminoglicosidi. Questi farmaci hanno un potente effetto antimicrobico e alcuni di essi hanno una grande lista di controindicazioni. Più spesso, i medici raccomandano Amikacin.
  • Erbe e prodotti da loro, usati insieme ad antibiotici e altre pillole. Sono chiamati uro-antisettici di origine vegetale. È meglio prenderli per prevenire lo sviluppo di esacerbazioni e durante i periodi di possibile deterioramento della salute.
  • Vitamine e immunomodulatori che sono inclusi nella lista dei farmaci per il trattamento del sistema genitourinario nelle donne e negli uomini. Migliorano e accelerano l'azione dei farmaci di base per le infezioni urinarie.
Torna al sommario

Principi di scelta degli antibiotici nel trattamento di donne e uomini

Negli uomini e nelle donne, le infezioni del sistema urogenitale sono trattate quasi allo stesso modo. Le eccezioni sono le malattie sullo sfondo della gravidanza e dell'allattamento. In questo caso, i medici prescrivono "Amoxicillina" e fitoterapia per migliorare l'effetto dell'antibiotico. Nel trattamento di cistite, uroseptics, Fitolysin o Kanefron, sono raccomandati. Nei casi difficili, il medico può prescrivere "Levofloxacina", "Ofloxacina". Per pielonefrite vengono utilizzate "Pefloxacina", "Ciprofloxacina", "5-NOK".

I sintomi spiacevoli sono eliminati con l'aiuto di fitoterapia e alcolici. La terapia antibatterica per la malattia renale viene effettuata utilizzando i mezzi descritti e le compresse a casa. I medici frequentanti raccomandano più spesso farmaci popolari non tossici e, in rari casi di esacerbazioni, la terapia antibiotica viene eseguita in un ospedale. Così, oggi ci sono diversi modi per ripristinare il lavoro del sistema urogenitale trattando varie malattie del rene e della vescica. Il medico sta cercando di prescrivere uno schema adeguato di terapia antibatterica e sosterrà la medicina a base di erbe, che accelererà il recupero.

Uso di antibiotici ad ampio spettro per infezioni del sistema genito-urinario

L'uso di antibiotici ad ampio spettro per le infezioni del sistema urogenitale può eliminare i processi infiammatori degli organi riproduttivi, che sono strettamente correlati al sistema urinario. Le cause più comuni di infezioni sono batteri, funghi, virus o protozoi. Secondo le statistiche, gli uomini del sistema urinario sono meno preoccupati per loro rispetto alle donne. Gli antibiotici per le infezioni urogenitali nelle donne sono usati per eliminare gli agenti patogeni, prurito, arrossamento, secrezioni purulente e dolore. Tra le patologie urogenitali negli uomini, il più delle volte sono presenti cistite e prostatite. Ma a volte gli uomini possono portare l'infezione a causa di un'igiene insufficiente del prepuzio non circonciso o della presenza di organismi patogeni nella vagina del partner.

Concetto di infezioni urinarie

Quando l'infiammazione del sistema genito-urinario, l'agente eziologico può essere E. coli o stafilococco, streptococco. Se qualche organo del sistema urogenitale negli uomini influenza il processo infiammatorio, questo è dovuto a ridotta immunità, grave ipotermia o danno meccanico durante il sesso anale. Una donna può infettare il sistema urogenitale a causa del mancato rispetto delle regole di igiene personale, quando i microrganismi battericidi attaccano il tratto urogenitale. La metà maschile della popolazione è infettata da infezioni urogenitali molto meno frequentemente rispetto alla femmina, ad eccezione degli anziani.

Nelle malattie del sistema urogenitale, le donne sono anche colpite da reni con ureteri, vescica, uretra.

Le infezioni più comuni includono:

  1. La pielonefrite è un'infiammazione nell'area del parenchima e dei reni, dolorosa, accompagnata da febbre, fino a nausea, debolezza, brividi.
  2. La cistite è una delle infezioni più comuni. Si manifesta con minzione frequente, sangue nelle urine, dopo le feci si ha una sensazione di svuotamento incompleto e sono presenti forti dolori.
  3. L'uretrite si verifica quando le infiammazioni dell'uretra, durante questo periodo di svuotamento diventano dolorose, il pus può essere rilasciato.

Il modo più efficace per combattere la malattia del sistema urinario consiste nel prendere un antibiotico che allevierà dolori dolorosi, consenta di essere svuotato regolarmente e eliminerà le patologie ginecologiche. In questo caso, l'antibiotico non è un rimedio universale per tutte le malattie, funziona in combinazione con creme, unguenti, decotti di erbe.

Gli antibiotici più efficaci

La tendenza alle infezioni urinarie nelle donne è spiegata dalla struttura anatomica degli organi, dall'uretra corta, dalla sua vicinanza alla vagina e dall'apertura dell'ano. Negli uomini, al contrario, la lunga uretra, quindi, i processi patogeni si verificano nel tratto urinario inferiore, causando la prostatite. Sotto l'influenza di antibiotici, i patogeni vengono distrutti, i farmaci rimanenti possono servire come ausiliari.

Per gli antibiotici ad ampio spettro per le infezioni del sistema genito-urinario comprendono:

Penicilline. Farmaci battericidi che distruggono la parete microbica a causa della sintesi proteica. Preparazioni di origine naturale, finalizzate alla distruzione di batteri gram-negativi.

Farmaci semisintetici Questi includono amoxicillina, oxacillina, ampicillina, carbenicillina. Il gruppo di aminopenicilline è diventato sensibile al 25-30% agli antibiotici, quindi il restante 70-75% rende possibile trattare con i batteri sensibili nelle urine, le secrezioni dall'uretra. Se trattati con ampicillina o amoxicillina, la loro rimozione dal corpo è di poche ore.

Un inibitore di farmaci protetti, come flemoklav, unazin, ampisid, augmentin o amoxiclav.

Preparazioni combinate di semi-sintetico e inibitore protetto.

Un certo numero di cefalosporine appartiene a composti semisintetici, che sono divisi in 4 generazioni. La resistenza ai farmaci aumenta con ogni generazione. Sono usati se le penicilline non aiutano, ma sono scarsamente assorbite dal tratto gastrointestinale.

La prima generazione comprende cefalexina e cefazolina, che vengono somministrate per via endovenosa e intramuscolare, così come cefadroxil sotto forma di polvere e capsule. Sono raramente prescritti, poiché agiscono principalmente sulla cistite. Non adatto a sifilide, gonorrea, clamidia.

La seconda generazione è rappresentata da cefuroxime e cefaclor, ma non sono efficaci quanto la terza generazione di cefalosporine.

La terza generazione è caratterizzata dalla droga più popolare di questo gruppo - ceftriaxone, così come cefixime, ceftibuten, cefotaxime. I preparati distruggono gli agenti causali dei batteri gram-negativi, sono efficaci nella cistite, nella sifilide e nella pielonefrite.

Ceftriaxone è stato prescritto per il trattamento del sistema urogenitale di donne e uomini, essendo un antibiotico popolare del sottogruppo delle cefalosporine. Un farmaco universale con un ampio spettro d'azione tratta tali infezioni urogenitali come la pielite, la prostatite o la cistite e le loro forme croniche. Resiste ai batteri anaerobi e ai batteri gram-positivi, è anche prescritto quando un numero di penicilline e aminoglicosidi sono inattivi. Metodo di somministrazione - per via intramuscolare e endovenosa. Se ci sono indicazioni serie, è assegnato a bambini, donne in gravidanza. Il rovescio della medaglia è che il farmaco non interagisce con il tessuto della ghiandola prostatica, quindi non è prescritto agli uomini con prostatite batterica.

Cefepime, un farmaco usato durante il trattamento di malattie complesse del tratto urogenitale, appartiene alla quarta generazione. Il sistema degli organi urinari è affetto da prostatite batterica, uretrite o infiammazione dei reni e delle appendici, quindi è importante usare cefepime, la cui controindicazione principale è l'età fino a 12 anni.

Serie di tetracicline. I farmaci possono trattare le lesioni di Escherichia coli, ma non possono far fronte allo stafilococco aureo. Le droghe non sono in grado di combattere lo stafilococco, ma sono efficaci contro l'Escherichia coli. Per le infezioni si utilizzano tetraciclina, clortetraciclina o ossitetraciclina, a seconda della patologia, della clamidia, del micoplasma, del gonococco o dell'ureaplasma.

I fluorochinoloni sotto forma di ofloxacina o ciprofloxacina sono usati per trattare la prostatite batterica. Le donne con problemi alla vescica, uretrite, cistite o pielonefrite vengono prescritte levofloxacina o morfloxacina. Controindicato nei bambini, in stato di gravidanza, poiché provoca crescita e ossa rachitiche.

La nolitsina o la norfloxacina hanno un forte effetto battericida, è una droga popolare della medicina moderna. Non crea dipendenza e porta alla rapida distruzione di microrganismi dannosi. Penetrando nel corpo maschile o femminile, il farmaco viene rapidamente assorbito ed escreto dal corpo, senza causare danni al sistema nervoso e alle ossa. Non è consigliabile utilizzare il farmaco in combinazione con antiacidi, in quanto ciò impedisce l'assorbimento nel corpo. Nolitsin è raccomandato per dissenteria o salmonellosi, yersineo, infezioni del tratto respiratorio superiore.

Aminoglicosidi. Il trattamento viene eseguito in un ospedale, in quanto possono causare effetti tossici. Usato per trattare le infezioni nosocomiali e l'endocardite. In caso di tubercolosi, sono prescritti streptomicina o kanamicina.

Gruppo Macrolide. I più comuni sono l'azitromicina, la claritromicina, l'eritromicina e la roxithromycin. A causa della bassa sensibilità ai batteri gram-negativi, i farmaci vengono prescritti più spesso nel caso di uretrite non gonococcica.

Le infezioni del sistema urogenitale nelle donne sono trattate solo con antibiotici ad ampio spettro, per questo viene determinato un gruppo adatto, le raccomandazioni sono fornite dal medico.

Farmaci prescritti per le malattie urinarie

Gli antibiotici per le infezioni del sistema urogenitale contribuiscono alla distruzione degli organismi battericidi, ma le patologie femminili più frequenti sono:

La diagnosi di endometrite supera spesso le ragazze in età fertile, in cui l'utero è infiammato e l'infezione avviene attraverso il tratto genitale. Per il trattamento delle infezioni urinarie, in particolare l'endometrite, si utilizzano antibiotici:

  • dalla serie di penicilline - ampicillina, amoxina, ecobol;
  • da tetracicline - tetraciclina, doxicilina;
  • i fluorochinoloni sono rappresentati da ofloxin, zanocine e tarivom;
  • Il gruppo di cefalosporine è rappresentato da cefotossina, cefazolina.

Alcune ragazze moderne non danno la dovuta importanza agli aborti, in quanto sono la principale causa di cervicite o infiammazione cervicale. Gli antibiotici contribuiranno ad alleviare l'infiammazione:

  • Macrolidi, ovvero azitromicina, vilfaren solutab o eritromicina, sumamed, rulid;
  • Dalla categoria delle penicilline è amoxiclav, ecobol e amossin.
  • I fluorochinoloni sono rappresentati da ofloxin, levostar, zanocine, tarivom.

La colite è una delle patologie più comuni del sistema urogenitale, manifestata dall'infiammazione delle pareti vaginali.

Antibiotici per il trattamento della colpite:

  • Ceftriaxone e cefixima sono usati tra le cefalosporine;
  • Ekoklav da un certo numero di penicilline;
  • Levofloxacina e ciprofloxacina da fluorochinoloni;
  • Di macrolidi adatti rulid;
  • Clindamicina dal gruppo dei lincosamidi.

Effetti collaterali e controindicazioni

I sistemi urinari degli uomini sono meno suscettibili alle infezioni rispetto alle donne, ma l'effetto collaterale è lo stesso. L'accettazione dei moderni farmaci per le infezioni urinarie non solleva il paziente dagli effetti collaterali, ma deve essere noto al fine di evitare gravi complicazioni, ma dopo averli letti, li avviserà sicuramente dell'autosomministrazione.

  1. Reazioni allergiche improvvise sotto forma di shock anafilattico.
  2. Rash.
  3. Emicrania.
  4. Vertigini.
  5. Debolezza e stanchezza.
  6. Aumento della temperatura
  7. Trombocitopenia.
  8. Tromboflebite.
  9. Candidosi.

Controindicazioni in ammissione:

  1. Intolleranza individuale al farmaco da parte dell'organismo.
  2. Insufficienza renale.
  3. Gravidanza nella maggior parte dei casi, poiché l'antibiotico ha un effetto tossico sul feto.
  4. L'allattamento al seno.
  5. L'età del bambino. Solo determinati tipi di farmaci possono essere somministrati ai bambini su prescrizione medica.

I danni alla vescica, all'uretra, alle appendici, alla vagina o all'utero non sono trattati con un rimedio universale, solo il medico curante può selezionare i farmaci. Le malattie infettive urogenitali sono diagnosticate nella maggior parte dei casi in base ai risultati dei test, ma i prerequisiti possono essere il forte prurito e il dolore addominale. Il più grande errore delle donne è un tentativo di iniziare l'autotrattamento senza consultare un medico, che può portare a gravi complicazioni sotto forma di tromboflebiti, leucopenia, edema e rash.

Antibiotici per infezioni del sistema urinario non complicate

Le infezioni urogenitali sono una malattia sgradevole, causata principalmente da batteri e funghi. Un antibiotico per l'infezione del tratto urinario è il farmaco di prima scelta.

Batteriuria asintomatica

La batteriuria asintomatica è caratterizzata dall'assenza di sintomi clinici, leucocituria, a volte piuria e simultanea presenza di batteriuria significativa dello stesso ceppo batterico in almeno due campioni di urina prelevati spontaneamente a intervalli di 24 ore.

La batteriuria asintomatica è principalmente prevalente nelle ragazze in età scolare, in pazienti con cateteri urinari o anomalie urologiche. L'aspetto della malattia è più comune nelle persone anziane.

La malattia è considerata un fenomeno benigno che scompare spontaneamente nel tempo.

La batteriuria asintomatica non è un'indicazione per il trattamento antibiotico! L'eccezione è il periodo di gravidanza, quando l'infezione si verifica in circa il 5% delle donne, specialmente nel secondo trimestre di gravidanza. Se non trattate, le donne in gravidanza possono sviluppare una pielonefrite acuta, una malattia che può causare un parto prematuro o neonati con basso peso alla nascita. Pertanto, si raccomanda di ri-coltivare regolarmente l'urina durante la gravidanza, preferibilmente alla prima visita, e poi entro 28 settimane.

La necessità di trattamento con farmaci come gli antibiotici per altri gruppi di pazienti deve essere valutata rigorosamente individualmente, poiché la tossicità degli antibiotici riutilizzabili può superare il loro risultato terapeutico. Gli antibiotici nelle persone con cateteri urinari per infezioni di questo tipo non eliminano i batteri, ma aumentano la resistenza e lo sviluppo di batteri multi-resistenti.

Cistite acuta

La cistite acuta colpisce principalmente le donne ed è la causa più comune di terapia antibiotica per le infezioni del tratto urinario.

La causa della cistite acuta è, quasi esclusivamente, i batteri endogeni che popolano l'intestino e la microflora vaginale. Secondo le moderne conoscenze, questo tipo di infezione è raccomandato, in particolare, per le donne di avere un trattamento di tre giorni, in modo che la frequenza degli effetti collaterali sia significativamente ridotta e la pressione selettiva sia ridotta, portando all'emergenza e alla diffusione della resistenza antimicrobica. Tale regime ridotto, in particolare, si applica al cotrimossazolo, trimetoprim e fluorochinoloni.

Per gli antibiotici beta-lattamici (Amoxicillina, Ampicillina, Clavulanato, Cefuroxima, ecc.) Riguardo al trattamento di tre giorni non ci sono studi sufficienti a confermare le argomentazioni sugli effetti clinici altrettanto affidabili che sono presenti con gli agenti chemioterapici di cui sopra. Pertanto, gli antibiotici vengono assunti entro 5 giorni. La raccomandazione di un apporto di sette giorni si riferisce alla nitrofurantoina. Una singola iniezione è associata a un numero significativamente maggiore di fallimenti o recidive della malattia.

Inoltre, alcune persone dovrebbero tener conto dell'aspetto psicologico, che si basa sul fatto che i sintomi dell'infezione di solito scompaiono il secondo o il terzo giorno, e durante questo periodo una persona potrebbe avere dubbi sull'efficacia del trattamento.

Un trattamento di tre giorni ridotto con antibiotici appropriati è anche sufficiente per uccidere i batteri delle vie urinarie nelle donne e nelle ragazze oltre i 15 anni di età.

Il trattamento abbreviato non è raccomandato durante la gravidanza, nei bambini, nei pazienti con diabete mellito e nelle persone a rischio di sviluppare infezioni del tratto urinario complesse. L'eccezione alla durata del trattamento è la cistite, che è causata dal batterio Staphylococcus saprophyticus. In questo caso, è consigliabile un corso di trattamento di sette giorni, indipendentemente dal tipo di antibiotici scelti.

L'approccio terapeutico alla recidiva della malattia è complesso e può includere antibiotici a lungo termine (diverse settimane). Il trattamento ottimale dovrebbe essere basato su reperti batteriologici e antibiogramma.

Nel caso della somministrazione empirica di farmaci, la nitrofurantoina è il farmaco di prima scelta a causa della bassissima resistenza di E. coli e della relativa sicurezza epidemiologica.

I farmaci di seconda linea sono Trimethoprim, Cotrimoxazole, Aminopenicilline, possibilmente in combinazione con inibitori della beta-lattamasi o Cefuroxime.

I fluorochinoloni hanno il loro posto nella terapia empirica solo se non è possibile (a causa di alti livelli di resistenza agli antibiotici, allergie, effetti collaterali) utilizzare uno qualsiasi dei farmaci sopra elencati.

Cotrimoxazolo e Trimetoprim, assunti entro 3 giorni, sono tra i farmaci più efficaci, sia nella terapia mirata che empirica. L'eradicazione della batteriuria è indicata a> 90%.

L'unica limitazione della terapia empirica è il livello di resistenza degli uropatogeni (E. coli) al cotrimossazolo, che non deve superare il 15% in questa area, al massimo il 20%. La ragione di ciò è la stretta relazione tra la sensibilità in vitro e la possibilità di eradicare efficacemente l'infezione.

I dati sulla valutazione della resistenza agli antibiotici di batteri isolati da infezioni del tratto urinario acuto nel nostro paese mostrano la frequenza media di resistenza di Escherichia coli nel 2011 a cotrimossazolo al 24,1% (su un totale di 2.683 ceppi testati).

Le aminopenicilline (ampicillina, amoxicillina) non sono adatte per l'uso empirico nelle nostre condizioni a causa della resistenza relativamente elevata, che secondo i dati della ricerca (2011), in media, si ottiene nel caso di E.coli del 43%. Dal punto di vista della biodisponibilità, il farmaco preferito è l'amoxicillina, il cui assorbimento dopo somministrazione orale è superiore a quello di ampicillina e il riassorbimento è meno suscettibile agli effetti dell'assunzione di cibo.

Mentre il principale meccanismo di resistenza alle penicilline è la produzione di beta-lattamasi di tipo TEM-1-2, una scelta empirica di Aminopenicilline protette da inibitori (Ampicillina / Sulbactam, Amoxicillina / Clavulanato), in aree con maggiore resistenza a E. coli aumenta notevolmente le possibilità di successo trattamento. Il vantaggio delle aminopenicilline risiede nella sua alta efficienza per i ceppi enterococchi, il cui ruolo nell'insorgenza delle infezioni del tratto urinario non può essere trascurato. D'altra parte, secondo alcuni esperti, gli antibiotici beta-lattamici nel trattamento delle infezioni del tratto urinario in generale sono meno efficaci del cotrimossazolo e dei fluorochinoloni. Questo vale sia per le aminopenicilline che per gli antibiotici cefalosporinici. La generazione orale di cefalosporine I (ad esempio Cefalexin) e II generazione (ad esempio Cefuroxime) sono in una certa misura un'alternativa alle aminopenicilline inibitorie, specialmente nei casi di reazioni allergiche alla penicillina, quando non c'è un'allergia crociata alle cefalosporine. L'unica differenza nella loro attività antibatterica è l'inefficacia delle cefalosporine sugli enterococchi.Le cefalosporine di seconda generazione hanno una gamma più ampia di efficacia nel campo della flora gram-negativa e un'eccellente stabilità all'azione dei comuni tipi di beta-lattamasi.

La nitrofurantoina in presenza di E. coli è la più efficace, secondo studi rilevanti, la resistenza media nel nostro paese è del 2,3%. D'altra parte, un altro uropatogeno abbastanza significativo, Proteus Mirabilis, è naturalmente resistente alla nitrofurantoina. Nei gruppi di età più avanzata, questo medicinale di solito non viene somministrato a causa dell'aumentato rischio di effetti collaterali polmonari.

I chinoloni sono agenti chemioterapici la cui attività antibatterica in caso di infezioni urinarie è tra le più alte ed è paragonabile all'effetto del cotrimoxazolo. I ceppi batterici resistenti ai vecchi chinoloni, nalidixici e all'acido ossolinico possono anche essere resistenti alla resistenza ai moderni chinoloni fluorurati (Cyprofloxacina, Ofloxacina, Levofloxacina) o la resistenza può svilupparsi in questi batteri durante il trattamento. L'uso irregolare di fluorochinoloni nell'area urogenitale può portare ad una significativa diffusione della resistenza, sia a livello urinario che di altro tipo, in particolare dei patogeni respiratori e batterici.

prostatite

La diagnosi e il trattamento della prostatite appartengono esclusivamente alle mani dell'urologo. La penetrazione della maggior parte dei farmaci antibatterici nella prostata è generalmente limitata. La forma acuta richiede un trattamento parenterale, preferibilmente per almeno due settimane. Aminopenicilline in combinazione con inibitori della beta-lattamasi, cefalosporine di generazioni più elevate, cotrimossazolo, aminoglicosidi in combinazione con antibiotici beta-lattamici e fluorochinoloni sono adatti per la terapia.

Si ritiene che nell'infiammazione acuta sia sufficiente la disponibilità dei tessuti di tutte le composizioni dichiarate.

Nel caso di infezioni croniche, dovrebbero essere preferiti i farmaci con una penetrazione affidabile, anche senza infiammazione acuta. Solo Trimoxazolo, Trimetoprim e Fluoroquinoloni sono affidabili in questo senso. Il trattamento generale per la prostatite cronica è esteso a 4-6 settimane o più.

Epidimitite e orchite

La diagnosi e il trattamento dell'epididimite acuta appartengono esclusivamente alle mani dell'urologo. L'eziologia batterica dell'epidimmitite negli adulti corrisponde agli uropatogeni più comuni e alla Chlamydia trachomatis.

Nella terapia empirica, in termini di spettro di attività e proprietà farmacocinetiche, i fluorochinoloni occupano un posto importante. Nelle nostre condizioni, in particolare, si usa Levofloxacina o Ofloxacina.

Per quanto riguarda l'infezione da clamidia confermata in laboratorio, il farmaco di prima scelta è la doxiciclina alla dose di 200-300 mg al giorno per almeno due settimane. Un'altra alternativa è rappresentata dai macrolidi (spiramicina, azitromicina, claritromicina) con lo stesso ciclo terapeutico della doxiciclina e dei fluorochinoloni.

Uretrite negli uomini

Circa la metà dell'uretra acuta non gonococcica è causata dal batterio Chlamydia trachomatis, in altri casi il micoplasma urinogenitale e l'urealyticum Ureaplasma sono responsabili della malattia e meno comunemente Mycoplasma genitalium.

La diagnosi di un agente infettivo è complicata dal fatto che l'U. urealyticum è il microbo onnipresente presente nelle secrezioni uretrali di uomini sani.

In accordo con i patogeni, la malattia è più correlata alle malattie sessualmente trasmissibili che all'UTI.

Nel trattamento del farmaco di prima scelta è la doxiciclina o macrolidi.

In alcune persone, la causa dell'infezione rimane incerta. Per questi casi è caratterizzata da ripetute recidive della malattia.

Quando le infezioni gonococciche sono i farmaci di scelta Ceftriaxone o Azitromicina, in alternativa - Ofloxacina. Il trattamento, tuttavia, dovrebbe sempre basarsi sulla determinazione della sensibilità di un particolare farmaco in laboratorio a causa di un significativo aumento della resistenza di Neisseria gonorrhoeae, in particolare, ai farmaci chemioterapici del fluorochinolone.

In caso di fallimento del trattamento con uretrite con gli antibiotici di cui sopra, deve essere presa in considerazione la presenza di Trichomonas vaginalis e, se si sospetta questa eziologia, il metronidazolo (2 g) deve essere somministrato una volta.

Pielonefrite acuta senza complicazioni

Lo spettro dei patogeni è lo stesso della cistite acuta. Questo è coerente con la scelta dei farmaci destinati al trattamento empirico. La durata della terapia va dai 10 ai 14 giorni.

Le forme più pesanti che richiedono il ricovero in ospedale, così come le infezioni ricorrenti devono essere trattate con antibiotici per via parenterale e, in accordo con ulteriori progressi, continuare a ricevere farmaci orali.

Antibiotici per le infezioni del sistema genito-urinario nelle donne

Con le infezioni che entrano nel corpo sessualmente (vedi qui le infezioni genitali), anche gli organi riproduttivi e urinari sono interessati, in quanto sono funzionalmente connessi. Il corso di antibiotici, che è necessariamente prescritto in questi casi, può essere condotto sia in ospedale che a casa.

Caratteristiche della terapia antibiotica

L'obiettivo principale del trattamento antibiotico è la distruzione di alcuni agenti patogeni identificati durante la diagnosi.

Dopo tali studi diagnostici come reazione a catena della polimerasi, vengono rilevati coltura batteriologica, DNA e antigeni di batteri patogeni. Durante gli esami, si verifica anche il riconoscimento della sensibilità dell'agente causale a diversi farmaci antibatterici, che determina il corso del trattamento.

La terapia antibiotica ha senso nei processi infiammatori caratterizzati da minzione compromessa, secrezioni purulente, arrossamento delle mucose dei genitali. Il loro uso contribuisce alla rimozione dell'infiammazione, del dolore e impedisce l'ulteriore diffusione di infezioni agli organi vicini e ai sistemi corporei. I risultati tangibili e abbastanza rapidi della terapia antibiotica dipendono dal trattamento precoce del paziente quando la malattia si trova nella sua fase iniziale.

Tipi di antibiotici e loro proprietà di base

Gli agenti antibatterici sono sostanze che vengono utilizzate per rallentare la crescita e la riproduzione di microrganismi patogeni, per distruggerli. Possono essere organici, cioè prodotti sulla base di batteri, ma, allo stesso tempo, sono fatali per i virus patogeni. Oggi ci sono anche droghe combinate e sintetiche.

Queste medicine sono classificate:

  • per tipo di esposizione e composizione chimica;
  • su uno spettro d'azione (stretto e ampio).

I farmaci battericidi causano interruzioni del patogeno, portando alla sua morte. Batteriostatico - rallenta i processi di crescita, riduce la vitalità, sospende gli effetti degli organismi patogeni sul corpo.

Esistono diversi tipi principali di antibiotici:

Penicilline (classe beta-lattamici)

Proprietà - pronunciato effetto battericida, consistente nella soppressione della sintesi della parete cellulare del microbo, che porta alla sua morte. La composizione chimica di questo gruppo è attiva in relazione ai batteri gram-positivi e gram-negativi: enterococchi, spirochete, streptococchi, stafilococchi, non episodi, actinomiceti, gran parte dei corinebatteri.

Preparativi - Penicillina, benzilpenicillina, fenossimetilpenicillina, dalle composizioni dell'azione ampia - Ampicillina, Hikontsil, Flemoksin Solyutab. Rimedi con azione prolungata - Extensillin, Bitsillin, Retarpen. Di semi-sintetico - Oxacillin, attivo contro gli stafilococchi.

Nel trattamento dei processi infiammatori urogenitali vengono spesso utilizzate penicilline anti-pseudogeniche - Pipracil, Carbenicillin, Sekuropen.

cefalosporine

Proprietà: gli agenti antimicrobici sono sostanze meno tossiche, ma anche distruttive per gli agenti patogeni. Le sostanze attive influenzano direttamente il DNA di batteri e virus.

Preparati della prima generazione - Cefalexina, cefalolina, sono efficaci contro i batteri gram-positivi. Cefuroxime axetil, Cefaclor, Cefuroxime e altri derivati ​​del secondo stadio non sono quasi utilizzati, in quanto sono inferiori alle successive cefalosporine - Cefixima, Ceftibuten (compresse), Cefotaxime, Ceftazidime (farmaci parenterali). Le composizioni di questa serie, tra cui Cefepime, sono utilizzate principalmente in contesti ospedalieri per infezioni complicate.

aminoglicosidi

Proprietà: una caratteristica dei farmaci è l'efficacia di sopprimere la vitalità dei batteri gram-negativi. Tuttavia, i batteri piogeni e gli enterococchi sono resistenti ai loro principi attivi.

Preparazioni - Gentamicina, Amikacina, Tobramicina, Netilmicina, Streptomicina. Sullo sfondo di fluorochinoloni e cefalosporine di nuova generazione più sicuri, questi farmaci non sono stati prescritti recentemente per le uro infettive.

tetracicline

Proprietà - ha un effetto batteriostatico e inibitorio su clamidia, micoplasmi, gonococchi, cocchi gram-positivi. Inibire la sintesi proteica microbica.

I farmaci più comunemente prescritti per le malattie infettive urinarie sono la tetraciclina, la doxiciclina, la minociclina, la limiciclina. Questi sono antibiotici ad ampio spettro che sono efficaci per infezioni di diverse eziologie.

fluorochinoloni

Proprietà - i fluorochinoloni causano la morte di batteri e virus patogeni, perché sopprimono la sintesi della proteina cellulare del patogeno. Si comportano attivamente in relazione a gonococchi, clamidia, micoplasma, batteri piogeni - streptococco e stafilococco.

Preparati - Lomefloxacina, Ofloxacina, Ciprofloxacina, Norfloxacina, Enoxacina, Ofloxacina sono usati per trattare la gonorrea, la micoplasmosi, la prostatite infettiva, la cistite, la clamidia. Oggi ci sono 4 generazioni di un fluorochinolone ad ampio spettro, efficace per diversi tipi di infezioni genitali e del tratto urinario.

nitrofurani

Proprietà - hanno un'azione battericida pronunciata, lo spettro di attività - Trichomonas, Giardia, gram-negativi, batteri gram-positivi, streptococchi.

Preparazioni - Nitrofurantoin, Furazolidone, Furazidin, Nifuroksazid. Sono utilizzati, più spesso, per le infezioni urogenitali non complicate, tra i requisiti - basso dosaggio dovuto alla tossicità, nonché a causa di effetti collaterali.

Oltre ai principali gruppi di antibiotici, i macrolidi sono utilizzati nella pratica medica. Sono attivi contro gli stafilococchi, gli streptococchi, la legionella, la clamidia, il micoplasma. Questi farmaci sono particolarmente efficaci nel trattamento della clamidia, dell'uretra non gonococcica.

L'azione principale è batteriostatica, sebbene con un aumento del dosaggio si possa ottenere un effetto battericida.

Un certo numero di farmaci - Claritromicina, Eritromicina, Azitromicina, Roxithromycin. Per le infezioni urinarie, l'azitromicina viene principalmente utilizzata. È significativo che la resistenza di virus e batteri a questi farmaci sia prodotta molto lentamente.

Come scegliere gli agenti antibatterici per il trattamento delle infezioni del tratto urinario?

Nonostante le differenze nella struttura degli organi urinari in un uomo e una donna, il rene, la vescica, il canale uretrale, gli ureteri possono essere infettati. In parallelo, focolai di infiammazione si sviluppano negli organi vicini. Vari microbi, entrando nel corpo in modi diversi, provocano una serie di malattie:

  • cistite - infiammazione della vescica;
  • l'uretrite colpisce l'uretra;
  • pielonefrite e altre malattie infettive nei reni, caratterizzate da cambiamenti nel sistema canalicolare, tessuti delle coppe e del bacino, l'apparato glomerulare dell'organo associato.

Ovviamente, per il trattamento il medico prescrive un medicinale che arreca il minor danno alla salute del paziente, in base alle caratteristiche individuali del suo corpo.

Tutte queste malattie richiedono l'uso di un certo tipo di antibiotici, che sono selezionati in base alla sensibilità dei batteri patogeni a loro:

  • In caso di cistite, penicillina (Amosina, Cefalexina, Ecoclav), fluorochinoloni (Nolitsin, Levofloxacina, Norfloxacina, Tsiprolet), cefalosporine (Cefotaxime, Hazaran, Zinnat). Unidox può essere utilizzato dalle tetracicline. La cistite acuta viene trattata con agenti antibatterici per 5 giorni, in forma cronica è richiesto un corso di 7-10 giorni.
  • In uretrite - fluorochinoloni (pefloksabol, pefloksatsin), utilizzati per non più di 10 giorni. Tetracicline, principalmente doxiciclina, fino a 7 giorni. Se la malattia si presenta in forma leggera, applicare macrolidi - Azithromycin, Hemomycin per un massimo di 3 giorni. Con una buona resistenza nominata penicilline - Amoxiclav, Timentin corso fino a 14 giorni.
  • Per la pielonefrite e altre malattie del sistema renale - cefalosporine (Ceforal Solyutab, Klaforan, Cefalexin), sono efficaci per l'infiammazione purulenta, utilizzata per 3-5 giorni. In caso di sconfitta con E. coli e enterococchi - penicilline (Amoxicillina e Penicillina), non più di 12 giorni. Quando complicazioni di fluorochinoloni - Levofloxacina, moxifloxacina. Nella fase avanzata, Amikacin, Gentamicin vengono brevemente prescritti.

Oltre a queste malattie, gli uomini e le donne sullo sfondo dell'infezione possono sviluppare altri, unici per il corpo maschile e femminile, disturbi.

Trattamento antibiotico delle infezioni urinarie negli uomini

Malattie infettive maschili e quelle femminili sono trattate secondo uno schema rigorosamente stabilito.

Le regole della terapia antibiotica sono le seguenti:

  • Identificazione del colpevole dell'infezione e della sua sensibilità agli agenti antibatterici attraverso l'hardware e la diagnostica di laboratorio.
  • La nomina del più efficace, risparmiando i suoi farmaci tossici.
  • La scelta della forma del farmaco, il suo dosaggio, la durata del trattamento.
  • Se necessario, una combinazione di diversi mezzi.
  • Monitoraggio e monitoraggio del corso del trattamento con l'aiuto di test.

Negli uomini, oltre alle comuni malattie degli organi urinari, si possono osservare altre patologie inerenti solo nella metà maschile. È importante sapere quali antibiotici e altri farmaci vengono utilizzati per eliminare l'ambiente patogeno in queste malattie.

prostatite

La prostatite è un'infezione del tessuto prostatico. Il trattamento di prostatitis è effettuato in diverse direzioni:

  • Un corso antibatterico che prevede l'uso di farmaci come doxiciclina, ceftriaxone, josamicina, levofloxacina.
  • Farmaci anti-infiammatori - candele Diclofenac, Propoli DN, Voltaren.
  • Supposte analgesiche Proktozan.

L'urologo può inoltre prescrivere farmaci immunomodulatori, complessi vitaminici e probiotici, nonché bloccanti alfa-adrenergici Doxazosina, Tamsulozin, Terazosina. Viene utilizzata la fisioterapia appropriata: elettroforesi, riscaldamento, laser terapia, bagni speciali.

vesciculite

Malattia delle vescicole seminali. Per il trattamento della vescicolite sono utilizzati:

  • Antibiotici - Eritromicina, Macropen, Sumamed (macrolidi), Metsiklin e Doxycycline (tetracicline).
  • Farmaci anti-infiammatori - Ketonal, Indomethacin.
  • Antisettici - Furamag, Furadonin.
  • Candele antispasmodiche e analgesiche - Ibuprofen, Anestezol, Diclofenac.

Viene mostrato il ricevimento di agenti immunostimolanti (pirogenico, Taktivin, tintura di ginseng). Per migliorare la circolazione del sangue - Venoruton, Dartiline, Eskuzan. In alcuni casi vengono prescritte fangoterapia, procedure fisioterapiche, farmaci lenitivi per correggere lo stato del sistema nervoso.

epididimite

Un'infezione dell'epididimo. Epididimite viene trattata utilizzando i seguenti farmaci:

  • Antibiotici - Minociclina, doxiciclina, levofloxacina.
  • Antipiretici - Paracetamolo, Aspirina.
  • Farmaci anti-infiammatori - di solito prescritto ibuprofene o diclofenac.
  • Antidolorifici - Ketoprofen, Drotaverinum, Papaverine.

Nella fase acuta della malattia si raccomandano compresse fredde. Durante la remissione nella fase cronica - sessioni di riscaldamento. In condizioni severe di ospedalizzazione del paziente è raccomandato.

balanopostite

Infiammazione della testa e del prepuzio di natura infettiva. Quando vengono selezionati antibiotici balanopostiti a seconda del tipo di patogeno. I principali agenti antifungini per uso locale sono Clotrimazolo, Mikogal, Candide. È inoltre possibile utilizzare un farmaco antibatterico ad ampio spettro, in particolare Levomekol sulla base di levomicetina e metiluracile. Dei farmaci antinfiammatori prescritti Lorinden, Lokakorten.

Inoltre, gli antistaminici sono prescritti per alleviare il gonfiore ed eliminare le reazioni allergiche.

Trattamento delle infezioni urinarie nelle donne

Tra le malattie puramente femminili causate da agenti infettivi, possiamo distinguere 3 delle malattie più frequenti, che consideriamo di seguito.

Salpingo-ooforite (annessite) - patologie delle ovaie e appendici nelle donne

L'adnexite può essere scatenata da clamidia, trichomonas, gonococchi e altri microbi, quindi possono essere prescritti antibiotici di diversi gruppi: tetraciclina, metronidazolo, co-trimimoxazolo. Spesso sono combinati l'uno con l'altro - Gentamicina con Cefotaxime, Tetraciclina e Norsulfazolo. La monoterapia, infatti, non si applica. L'iniezione può essere iniettata, ma viene fornita anche l'assunzione orale.

Oltre agli agenti antibatterici, vengono utilizzati antisettici, assorbibili e antidolorifici - Furadonina, Aspirina, Sulfadimezina. Le supposte vaginali e rettali con azione analgesica e antimicrobica hanno un buon effetto: McMiror, Polygynax, Hexicon, ecc. Nel decorso cronico della malattia, sono consigliabili i bagni, le compresse, i bagni di paraffina, che sono tenuti a casa da un medico.

Salpingite - infiammazione bilaterale delle tube di Falloppio

La salpingite è spesso causata da gonococco e clamidia, pertanto per il trattamento vengono utilizzati farmaci antibatterici di diversi gruppi: Azitromicina, Doxiciclina, Gentamicina, Cefotaxima, Clindamicina, Cefotaxime.

Farmaci usati per alleviare l'infiammazione - Panadol, Nurofen, Ibuprofen, Butadion. Per proteggere la flora intestinale quando si usano antibiotici, vengono utilizzati Bifidumbacterin, Vitaflor, Linex. Alle donne viene prescritto l'assunzione di vitamina E, acido ascorbico, rutina e immunomodulatori - Polyoxidonium, Imunofana.

Per l'assorbimento delle aderenze nelle tube di Falloppio, sono raccomandati i fibrinolitici - Lidaza, Longidaza.

Vaginite (colpitis)

Infiammazione della mucosa della vagina. Il Kolpit è trattato in modo completo. L'obiettivo principale della terapia è di normalizzare il microambiente della vagina, per rafforzare il lavoro del sistema immunitario.

Degli antibiotici vengono utilizzati farmaci ad azione estesa che hanno, allo stesso tempo, un'azione antifungina e allevia l'infiammazione - Vokadin, Terzhinan. È prevista una terapia di supporto, pertanto è necessario l'uso di probiotici come Linex e Bifidumbacterin. Un ginecologo può prescrivere complessi di minerali e vitamine essenziali, prescrivere sedute ultraviolette, irradiazione laser, che accelera il trattamento.

La medicina moderna offre diversi modi per risolvere il problema con le lesioni infettive degli organi genitali e urinari. Per questo il paziente ha solo bisogno di vedere un medico in tempo e sottoporsi agli esami necessari. Quindi puoi contare su un recupero rapido e di successo.

Farmaci antibatterici

penicillina

Iniziare la terapia per le malattie infiammatorie inizia con penicilline in combinazione con acido clavulonico o sulbactam (penicilline protette). I più ottimali sono la nomina di Augumentin, Trifamox, Amoksiklava, Flemoklav. Questi farmaci sono efficaci contro gli stafilococchi, gli streptococchi, l'Escherichia coli, gli enterococchi e le infezioni proteiche.

Le penicilline protette sono ben tollerate dai pazienti, sono indispensabili se utilizzate nella pratica pediatrica, nelle donne durante la gestazione (gravidanza).

Tra gli effetti collaterali emettono reazioni allergiche e disturbi digestivi.

Le medicine sono calcolate alla dose di 40-60 mg / kg al giorno per gli adulti e da 20 a 50 mg al giorno per i bambini. La dose giornaliera deve essere divisa in 2-3 iniezioni. Nei primi giorni di terapia, viene mostrato un ciclo di iniezione di preparati con un'ulteriore modifica alla somministrazione orale.

cefalosporine

Le cefalosporine di II generazione sono equivalenti alle penicilline protette. Sono utilizzati quando il microrganismo è resistente ad augmentin, amoxiclav e altri rappresentanti o in assenza di tali. Le cefalosporine delle generazioni III e VI sono mostrate con l'inefficacia dei primi due gruppi di farmaci o con l'individuazione della flora aviaria Pseudomonas (generazione VI). Questi farmaci sono più attivi delle penicilline in relazione all'escrezione del farmaco e dei suoi metaboliti da parte dei reni, come mostrato nell'insufficienza renale, tra cui.

Cefotaxime, Ceftazidime, Ceftriaxone, Ceftriabol, Cefobid sono più comunemente usati per trattare i reni e la vescica. Dall'introduzione del farmaco deve essere abbandonato l'identificazione delle malattie del tratto epatobiliare, l'ittero nei neonati. Gli effetti collaterali della reazione di tipo disulfiram sono osservati (vomito frequente disgiunto, dolore addominale, ipotensione, tachicardia). Il farmaco viene somministrato alla dose di 50-100 mg / kg per bambini e adulti ogni 12 ore, ma non più di 1,0 g per dose.

macrolidi

Spesso utilizzato in caso di isolamento batteriologico delle infezioni intracellulari: micoplasma, clamidia e altri. In relazione a staphylo-, entero-e streptococchi, l'escherichia è inefficace. Nominato in combinazione con altri farmaci antibatterici. I farmaci che rappresentano la serie dei macrolidi sono eritromicina, azitromicina, claritromicina. Questi farmaci non influenzano la microflora intestinale e non richiedono la nomina di bifidumpreparatov. Tuttavia, sono tutti in grado di estendere l'intervallo PQ sul cardiogramma, causando tachicardia. Preparazioni secondo le annotazioni.

Karbopinemy

Il gruppo di riserva antibatterico comprende preparazioni contenenti un anello beta-lattamico. Meropinem, Meronem, Imipenema, Tienam, Jenema sono altamente efficaci in relazione a un grammo di flora positiva e grammi negativa, ma non influenzano il bacillo blu del pus. Utilizzato solo in assenza di un altro trattamento alternativo o con urosepsi. Questi farmaci possono interrompere il flusso sanguigno renale, sono altamente tossici per i nefroni e le cellule del sistema nervoso e causare frequenti reazioni allergiche e cambiamenti dispeptici. Prescrivere farmaci in conformità con i dosaggi specificati in astratto. Controindicato in gravidanza, ad eccezione dei segni vitali.

aminoglicosidi

I farmaci hanno una forte azione battericida, che sono sensibili a Proteus, Pud ecudema, Escherichia, Staphylococcus, Klebsiel. I rappresentanti di questo gruppo di farmaci sono la gentamicina e l'amikacina. Controindicato per l'uso nei bambini e nelle donne durante la gestazione a causa di possibili reazioni avverse (perdita dell'udito, nefrotossicità, violazione dell'apparato vestibolare). Via di somministrazione parenterale raccomandata.

uroseptiki

Nitrofurano e suoi derivati

Questo gruppo di farmaci è usato da molto tempo (la fase di trattamento della condizione acuta e la fase di supporto). I rappresentanti di nitrofurani sono Furazolidone, Furagin, Furamag, Furacilin. Questi farmaci hanno un ampio spettro di azione contro i ceppi batterici resistenti agli antibiotici. Il più attivo contro strepto, staphylo e enterococchi, Trichomonas e Klebsiella. I farmaci sono ammessi per l'ammissione durante l'infanzia e l'allattamento nelle donne, ma sono controindicati durante la gestazione.

Lo svantaggio di questo gruppo è un alto livello di sviluppo di effetti indesiderati e indesiderati, come epatotossicità, soppressione ematopoietica, reazioni allergiche, disturbi dispeptici, sindrome broncopolmonare, in rari casi di edema polmonare.

Chinoloni non fluorurati

I farmaci in questo gruppo agiscono sul bacillo pseudomonas, Proteus, Klebsiella ed E. coli. Hanno anche un gran numero di conseguenze negative, come il precedente gruppo (pancitopenia, anemia emolitica, disfunzione gastrointestinale, colestasi). L'uso di chinoloni non fluorurati con alcool, nitrofurani è strettamente controindicato e non dovrebbero essere usati in caso di insufficienza renale di qualsiasi stadio.

Va notato che la compressa di uroanteptics è soggetta a divisione, il che è vantaggioso per il loro uso nella pratica pediatrica. I farmaci vengono assunti durante la fase acuta dell'infiammazione e come trattamento anti-recidiva (dose intermedia o terziaria da un trattamento medico prima di andare a dormire per un periodo da 3 a 6 mesi).

Rimedi erboristici

Questo gruppo di farmaci è rappresentato da farmaci come Canephron, Uronefron, Cyston e altri. Questi farmaci consistono nella raccolta di erbe utilizzate in urologia e con effetti anti-infiammatori, diuretici, antispasmodici e antipiretici. questi farmaci sono prescritti solo nella fase di supporto (anti-recidiva) per un periodo minimo di 3-4 mesi.

Il vantaggio dei rimedi erboristici è che sono consentiti in individui con insufficienza renale, nei bambini, nelle donne in gravidanza e in allattamento. Controindicazioni sono intolleranza individuale a qualsiasi componente del farmaco.

Con l'uso indipendente di rimedi erboristici è impossibile ottenere una guarigione completa. Questi fondi sono usati solo come terapia adiuvante per farmaci anti-anestetici e antibatterici.

Antispastici e antinfiammatori non steroidei sono prescritti per la sindrome da dolore grave, i FANS - nei primi giorni della malattia per ridurre i processi di alterazione e essudazione nei tessuti. I farmaci più usati del primo gruppo sono No-shpa, Platyfillin, Drotaverin, Spazmalgon e il secondo - Ketanov, Ketorolac, Nimisil, Nimesulid, Baralgan, Diclofenac.

Terapia infusionale

Per la disintossicazione e la disidratazione vengono utilizzate infusioni con soluzioni glucosio-saline di 1: 1 o 2: 1. La soluzione di Ringer, Polysorb è usata meno frequentemente, e vengono utilizzati i preparati di calcio (gluconato di calcio, cloruro di calcio, ecc.) Con iperkaliemia significativa. Il volume di infusioni è calcolato dal rapporto tra peso corporeo (minimo 30 mg / kg / giorno, diviso in 3 dosi).

Altri farmaci

Questi includono Kurantil, Pentoxifylline), antipiretici (Ibuprofen, Paracetamol, Nurofen, Nimisil), complessi di vitamine sono grossi In, acido nicotinico e ascorbico. Questi farmaci non sempre devono essere utilizzati in caso di malattie infiammatorie dei reni e della vescica.

Quando sono prescritti farmaci antibatterici a uomini e donne?

Gli antibiotici per il trattamento del sistema urogenitale negli uomini e nelle donne sono prescritti nei seguenti casi:

  • infiammazione o insufficienza dei reni;
  • infezioni del tratto urinario;
  • un forte indebolimento del corpo sotto l'influenza di comorbidità;
  • malattie croniche.

Dopo un esame diagnostico dettagliato e l'identificazione di cambiamenti distruttivi, durante l'infiammazione delle sezioni causata da infezioni urogenitali, è prescritta una terapia antibiotica per le indicazioni.

Torna al sommario

Tipi ed esempi di agenti antibatterici utilizzati nell'infezione del sistema genito-urinario

I farmacisti hanno sviluppato una varietà di farmaci usati nelle infezioni del tratto urinario. I farmaci ottimali sono polisintetici, mezzi combinati di una serie di penicilline ad ampio spettro, cefalosporine, fluorochinoloni. Tipi di farmaci antibatterici, la loro breve descrizione ed esempi sono presentati in modo più dettagliato nella tabella:

Torna al sommario

Beta Lactams

Antibiotici per il trattamento delle infezioni del tratto urinario ad ampio spettro. Sono usati in combinazione con altri medicinali che possono integrare l'effetto terapeutico di ciascuno. Influiscono negativamente sui batteri gram-negativi e gram-positivi, distruggono gli stafilococchi che sono resistenti a molti tipi di agenti antibatterici. Tra questi, ci sono: aminopenicilline, penicilline anti-pseudogeniche.

Gli antibiotici più popolari per le infezioni del sistema urogenitale:

  • "Amoxiclav";
  • "Amoxicillina" e altri, trattanti processi infiammatori di diversa origine.

Torna al sommario

Altri mezzi

Antibiotici comuni con un effetto terapeutico positivo:

  • "Azitromicina" è la migliore preparazione farmaceutica prescritta per il trattamento delle infezioni del sistema urogenitale in donne e uomini in una forma complicata (cistite, uretrite), che la clamidia è diventata un agente provocatore. È un farmaco efficace che distrugge i patogeni. Per il trattamento dell'infezione è preso nel dosaggio prescritto dal medico, la durata della terapia per ogni paziente è individuale.
  • "Gentamicina" è un antibiotico universale del gruppo aminoglicosidico. Affronta in modo efficace tutti i tipi di funghi, batteri e virus. È usato per trattare i reni e il tratto urinario, in forme gravi di nefrite e endometrite, ma ha un gran numero di eventi avversi.

Torna al sommario

Come scegliere?

Gli antibiotici non possono essere assunti senza prescrizione medica, perché quando si tratta di auto-trattamento e assumendo un dosaggio errato del farmaco, la resistenza si sviluppa nei batteri e l'ulteriore somministrazione di farmaci non sarà vantaggiosa, ma peggiorerà solo lo stato attuale del paziente.

Il ricevimento di antibiotici deve esser iniziato solo dopo la loro nomina dal dottore.

La scelta del medicinale più appropriato è richiesta per essere trattata dal medico curante, che deve inizialmente condurre un esame dettagliato del paziente e condurre determinati studi per identificare il tipo di patogeno. Segue la selezione del farmaco più appropriato per il trattamento delle infezioni urinogenitali, tenendo conto di tutti gli effetti collaterali, la condizione e le caratteristiche individuali del paziente.

Le infezioni delle vie urinarie e genitali sono strettamente correlate e sono causate dallo stesso tipo di agenti infettivi: batteri, virus, protozoi, funghi. Distinto come infiammazione non specifico, attivato flora saprofita o di obbligare (stafilococco, streptococco, E. coli, funghi delle albicans genere Candida) con l'indebolimento dell'immunità generale o locale e processi specifici in background di batteri infettati come Mycoplasma, ureoplazmy, gonococchi, Treponema pallidum. La clamidia si riferisce anche a processi specifici, quando il colpevole è il più semplice, al contempo possiede le proprietà di un batterio e di un virus. Le lesioni virali sono rappresentate dal virus del papilloma umano e dall'herpes genitale.
Le lesioni del tratto genitale nelle donne sono rappresentate da vulvite, colpite, cervicite, endometrite e ooforite. Negli uomini, balanite e balanopostite, uretrite, prostatite, orchite ed epididimite. Le infezioni del tratto urinario si verificano più facilmente nelle donne a causa delle peculiarità della struttura anatomica del perineo. Negli uomini, l'uretrite è più comune e le lesioni delle sezioni soprastanti (cistite) sono di solito secondarie e si verificano sullo sfondo di disturbi della corrente urinaria (anomalie anatomiche, adenoma prostatico, urolitiasi).
I principali sintomi di questo gruppo di malattie sono il dolore durante la minzione, il bruciore e il prurito nella zona genitale, aggravato dall'attività sessuale. Inoltre, lo scarico patologico dal tratto genitale (purulento, mescolato con sangue durante un processo batterico, formaggio con lesioni fungine, muco con un'infezione virale) e cambiamenti nelle urine: oscuramento, torbidità e impurità di proteine ​​e (o) di sangue.
La diagnosi di infezioni è effettuata sulla base di metodi batteriologici di ricerca (semina di raschiamento su mezzi nutrienti) e studi sierologici di sangue (determinazione dei titoli di anticorpi specifici delle classi M e G, dando un'idea del processo acuto o cronico).
Certamente, il trattamento può iniziare solo dopo la diagnosi e la verifica dell'agente patogeno. In caso contrario, il processo acuto diventa rapidamente cronico e può portare a gravi complicazioni ea un percorso a lungo termine.

Preparati per il trattamento delle infezioni genitali e del tratto urinario.

I. Antibiotici.
1. I farmaci sono battericidi a causa della violazione della sintesi delle proteine ​​della parete microbica.
A. Farmaci semisintetici: oxacillina, amoxicillina (flemossina), ampicillina, ticarcillina, carbenicillina.
B. Farmaci protetti da inibitori: amoxicillina-clavulonato (flamoklav, pancreas, augmentin, amoxiclav), ampicillina sulbactam (unazina, sultamicillina, ampiside),
B. Combinato (ampiks).
2. - privo di lattame con effetto battericida.
1a generazione: cefazolina, cefalexina;
2a generazione: cefaclor, cefuroxime;
3a generazione: ceftriaxone, cefixime, cefazidime, cefoperazone, ceftibuten, cefotaxime;
4a generazione: cefepime.
3. A causa di una violazione della sintesi del DNA, i microbi sono battericidi. Ofloksacin (zanoq), kiroll, glaufos.
4. Claritromicina, azitromicina (azitral, sumamed. Hemomycin), josamicina.
5.
1a generazione: streptomicina, kanamicina, neomicina;
2a generazione: sizomicina, netilmicina, tobramicina, gentamicina;
3a generazione: amikacina.
6. Tetraciclina, ossitetraciclina, clortetraciclina.
La scelta dell'antibiotico sembra così. Le infezioni da clamidia sono prevalentemente macrolidi e fluorochinoloni. Mycoplasma - tetracicline. Gonococchi -azitromicina, cefalosporine, penicilline (piprax), fluorochinoloni (norillet, raxar), aminoglicosidi (netromicina). L'uroplasma è sensibile alla doxiciclina o all'azitromicina.

II. I nitrofurani interrompono i processi di ossidazione nelle cellule dei microbi. Utilizzato per trattare le infezioni del tratto urinario, possono essere batteriostatici o battericidi. Nitrofurantoina (nifurtoinolo, furadonina), furazidina (Furomax, Furomag),

III. Farmaci antivirali.
1.
A. Antiherpetic. Aciclovir (Zovirax), Valaciclovir (Valtrex), Penciclovir (Famciclovir, Famvir).
B. Inibitori di canali ionici (orvar).
B. Chaperone specifico GA. (Arbidol).
G. Inibitori della neuraminidasi (peramivir, repenza, tamiflu)
D. Inibitori delle proteine ​​NP (ingavirina).
2. Gli interferoni alfa e gamma bloccano la trasmissione dell'RNA virale, la presentazione degli antigeni virali. Viferon, interferone, flupferone, kipferon.
3. avviare la sintesi del proprio interferone. Amiksin, cicloferon, Kagotsel.

IV. Farmaci antifungini
1. Azione Fungistatica.
A. Imidazoli. Ketoconazolo (oronazolo, nizoral).
B. Triazoli. Irunina, Diflucan, Flucanazolo, Flucostat, Itraconazolo (Orungal), Micosyst.
2. Gli antibiotici sono antimicotici. Amfotericina B, pimafucina (natamicina), levorina, nistatina.

V. Antiprotozoico. Metronidazolo. Efficace con tricomoniasi.

VI. Antisettici usati per prevenire infezioni a trasmissione sessuale.
1. Sulla base di iodio - betadine in candele o soluzione.
2. Basato su preparati contenenti cloro: clorexidina in soluzione, Miramistina (soluzione, supposte, gel).
3. Basato su gibitan - soluzione e candele "Hexicon".

Le principali forme di rilascio di farmaci per il trattamento delle infezioni urinarie sono compresse e soluzioni iniettabili. Oltre ai casi di infezioni fungine degli organi genitali esterni, il trattamento esterno non è molto efficace e sono necessari farmaci sistemici. Violazione dei regimi di trattamento, dosaggi inadeguati o tentativi di trattamento locale delle infezioni del tratto urinario e dei genitali contribuiscono alla cronicizzazione dei processi infiammatori. L'automedicazione per le infezioni genitali e del tratto urinario non è accettabile. Il trattamento deve essere eseguito come prescritto da un medico e monitorato con test di laboratorio.