Principale
Prevenzione

Terapia antibiotica nel trattamento delle infezioni del tratto urinario

Anche nell'embriogenesi, gli organi genitali e urinari sono stabiliti e si sviluppano simultaneamente dalle stesse strutture, pertanto, nel periodo postembrionale, il loro funzionamento è strettamente correlato. Per questo motivo, le infezioni che colpiscono il tratto genitale nella maggior parte dei casi influenzano il sistema urinario e viceversa.

Gli agenti causali delle malattie urogenitali sono:

È importante differenziare le infezioni urogenitali dalle malattie sessualmente trasmissibili. Questi ultimi spesso influenzano non solo gli organi genitali e urinari, ma anche l'intero organismo.

Caratteristiche del trattamento delle malattie più comuni

I sistemi urinario maschile e femminile, benché organizzati anatomicamente in modi diversi, ma gli organi includono lo stesso:

  1. Reni.
  2. Tazze renali
  3. Il bacino
  4. Ureteri.
  5. La vescica
  6. L'uretra

La composizione della microflora comprende i microbi cosiddetti condizionatamente patogeni che non sono dannosi per il corpo. Con una diminuzione dell'immunità, lesioni, infezioni virali, vengono create determinate condizioni che provocano la capacità di microrganismi condizionatamente patogeni di causare malattie.

Anche i patogeni che normalmente non sono contenuti in esso possono entrare nella microflora. La maggior parte delle infezioni è associata a microbi patogeni.

Trattamento di giada

La nefrite è un gruppo di malattie in cui si sviluppa l'infiammazione dei reni di varie eziologie. Le principali malattie di questo gruppo sono la pielonefrite e la glomerulonefrite.

Gli antibiotici svolgono un ruolo decisivo nel trattamento delle malattie infiammatorie dei reni. La scelta del farmaco dipende interamente dall'agente patogeno che ha causato la malattia e dalla sua sensibilità ai farmaci.

Requisiti per un antibiotico prescritto per la pielonefrite: ampio spettro d'azione e bassa tossicità. I seguenti gruppi di farmaci soddisfano questi criteri:

  • Penicilline, che contengono inibitori della beta-lattamasi (enzimi cellulari batterici che distruggono gli antibiotici) - Ampicillina + Sulbactam, Libaccil, Sultasin, Panklav, Timentin, Piperacillina + Tazobactam. La media per questo gruppo di antibiotici è considerata un corso di 5-14 giorni;
  • Cefalosporine - Cefuroxime, Cefaclor Stada, Pancef, Zemideksor, Supraks, Cefotaxime, Ceftriaxone Kabi, Rotsefin, Hazaran, Cefepime, Cefomax. Il corso della terapia con antibiotici dal gruppo delle cefalosporine per almeno dieci giorni;
  • Fluoroquinoloni - Combiflox, Levofloxacina, Levofloksabol, Ofloxacin, Ofloksin, Lomefloxacin, Lomfloks, Lomatsin, Tsiprolet. Il corso medio di trattamento è di 7-10 giorni, ma può essere aumentato a 14 giorni se necessario;
  • Aminoglycosides - Amikacin, brulamicina, Vero-Netilmitsin, Netromitsin, Selemycin. Il corso dipende dal metodo di somministrazione del farmaco: con l'on / nell'introduzione - una settimana, con il / me sotto forma di compresse - 7-10 giorni;
  • Carbapenemi - Grimipenem, Imipenem, Tsilaspen, Tien, Meronem, Doriprex 10, Meropenem, Cyronem, Invans, Meropenabol, Merexid, Meronoxol. La durata del trattamento è di circa 7-10 giorni. Alcuni dei farmaci secondo le indicazioni possono essere utilizzati entro due settimane.

La glomerulonefrite streptococcica richiede un trattamento antibiotico per questi gruppi:

  • preparati di penicillina - Penicillina, Amoxicillina + Clavulanato, Ampioks;
  • macrolidi - eritromicina, oleandomicina, azitromicina;
  • cefalosporine - Cefaclor Stada, Cefuroxime, Cefotaxime, Cefoperazone.

La durata del trattamento antibiotico della glomerulonefrite è di 7-10 giorni; in alcuni casi fino a due settimane.

Terapia dell'uretere

Questa malattia infiammatoria degli ureteri, questa malattia non deve essere confusa con l'uretrite. Se l'infiammazione dell'uretere è di origine batterica, viene utilizzato un ampio spettro di farmaci:

  • Penicilline - Ciprofloxacina, Ampicillina + Sulbactam, Amoxicillina + Clavulanato;
  • Fluoroquinoloni - Palin, Pimidel, Tsiprolet, Ciprofloxacin.

Il corso della terapia ureterale è di due settimane. Se indicato, è possibile un trattamento più lungo.

Trattamento cistite

La cistite è un'infiammazione della vescica. La malattia è molto più comune nelle donne che negli uomini. A seconda della forma di cistite, vengono prescritti determinati farmaci.

Per la cistite acuta sono sufficienti antibiotici ad ampio spettro e per la forma cronica della malattia vengono prescritti farmaci di uno spettro ristretto di azione.

Vengono utilizzati i seguenti gruppi di agenti antimicrobici:

  • penicilline - Cefalexina, Panklav, Amosina, Ecoclav;
  • tetracicline - Unidox Solutab, Xedocin;
  • fluorochinoloni - Levofloxacina, Levostar, Tsiprolet, Ofloxacin, Elefloks, Nolitsin, Norfloxacin;
  • nitrofurani - McMiror, Kombifloks, Furamag, Furagin-Aktifur, Furadonin;
  • sulfonammidi - Doxycycline, Doksal, Streptocide;
  • cefalosporine - Zinnat, Cefotaxime, Talcef, Hazaran;
  • derivati ​​dell'acido fosfonico: monural, fosfomicina;

Per l'infiammazione acuta della vescica vengono prescritti 5 giorni di trattamento, in rari casi fino a una settimana. Nella cistite cronica, la terapia antibiotica dura 7-10 giorni.

Terapia di uretrite

Coinvolgimento nel processo infiammatorio dell'uretra (uretra). Può essere causato da batteri o virus. In caso di origine batterica della malattia, vengono prescritti antibiotici:

  • fluorochinoloni - Pefloxacina, Yunikpef, Pefloksabol. La durata del trattamento è fino a dieci giorni;
  • penicilline: Amoxiclav, Sultasin, Timentin e altri. Il corso di penicilline da una a due settimane;
  • Macrolidi - Emomicina, Azitromicina, Sumamed, Soluzione di Sumatrolide. Per l'uretrite semplice, un ciclo di antibiotici viene prescritto per 1-3 giorni;
  • tetracicline - Doxycycline, Doksal. La durata della terapia è fino a una settimana;
  • fluorochinoloni - Ofloxacina. Il trattamento deve essere continuato per 3-5 giorni.

Trattamento delle infezioni caratteristiche della metà maschile

Il sistema riproduttivo degli uomini include i seguenti organi:

  • testicoli;
  • epididimo;
  • i dotti deferenti e deferenti;
  • ghiandole prostatiche e bulbouretrali;
  • vescicole seminali;
  • scroto;
  • pene.

Il sistema genitourinario maschile differisce anatomicamente dalla femmina, non solo visivamente, ma anche dalla natura della diffusione dell'infezione.

Negli uomini, a causa della lunga uretra, l'infezione dall'esterno penetra con maggiore complessità rispetto alle donne, pertanto sono caratterizzate da una via discendente di infezione.

vesciculite

Questa è un'infiammazione delle vescicole seminali, che secerne il segreto necessario per l'attivazione degli spermatozoi. Una delle cause di questa malattia è l'infezione, per il trattamento di cui si usano gli antibiotici:

  • tetracicline - doxiciclina. Il trattamento con antibiotici impiega 7-10 giorni;
  • nitrofurani - Furagin. La terapia viene effettuata per dieci giorni;
  • fluorochinoloni - Urotractin, Palin, Pimidel. Il trattamento dura 10 giorni;
  • macrolidi - Erythromycin, Sumamed, Macropen. Terapia raccomandata per due settimane;
  • sulfonammidi - Co-trimoxazolo, Bactrim, Cotrifarm 480. Applicare 10-14 giorni;
  • farmaci combinati - Oletetrina. La durata del trattamento è di 5-10 giorni.

prostatite

Frequenti malattie degli uomini dopo quarant'anni. Può essere di natura infettiva, che richiede una terapia antibiotica:

  • fluorochinoloni - Levofloxacina, Levostar, Ofloxacina, Glevo, Nolitsin, Norfloxacina. Il corso del trattamento dura fino a 10 giorni;
  • macrolidi - Vilprafen Solutab, Roksitromitsin. La durata della terapia è di 5-21 giorni;
  • tetracicline - Unidox Solutab, Ksedotsin, Minoleksin e altri. Per condurre la terapia antibiotica fino a una settimana.

balanopostite

Infiammazione dell'epidermide e del derma del glande e del prepuzio. Per le infezioni causate da batteri, vengono utilizzati i seguenti gruppi di antibiotici:

  • chinoloni - Furagin, Nevigremon, Nitroxolina. Il corso del trattamento dura fino a 10 giorni;
  • sulfonammidi - biseptolo. Il corso della terapia è di circa 5-14 giorni;
  • macrolidi - Erythromycin, Roxithromycin, Rulid. La durata del trattamento è di 5-10 giorni.

Trattamento delle infezioni caratteristiche della metà femminile

Nelle donne, gli organi di educazione e urina sono simili al maschio, e i genitali sono rappresentati da:

  1. Ovaie e appendici.
  2. L'utero.
  3. tube di Falloppio.
  4. Vagina.
  5. Clitoride.

Come accennato in precedenza, le donne sono più soggette a malattie del sistema genito-urinario.

annessiectomia oophoritis

Infiammazione delle ovaie e delle tube di Falloppio. Si verifica abbastanza spesso nelle donne in giovane età. Trattamento con antibiotici:

  • penicilline - Amoxicillina, Amossina, Ekobol, Ranoksil, Amoxiclav, Ekoklav. Il corso del trattamento è di due settimane;
  • tetracicline - Unidox Solutab, Doxycycline. La durata della terapia antibiotica è di 5-10 giorni;
  • fluorochinoloni - Tsiprolet, Tsiprobay, Levostar, Ofloksin, Zanotsin, Tarivid. Il corso della terapia è di 5-10 giorni;
  • nitrofurani - Furamag, metronidazolo. Durata del trattamento fino a dieci giorni;
  • cefalosporine - Hazaran. Il corso della terapia non dura più di 10 giorni;
  • Macrolidi - Macropen, Rulido, Eritromicina. Applicare entro una o due settimane.

endometritis

Infiammazione del rivestimento dell'utero. Una tale diagnosi è il più spesso fatta a donne di età riproduttiva. Le infezioni entrano nell'utero attraverso il tratto genitale e causano l'infiammazione. Gli antibiotici costituiscono la base del trattamento dell'endometrite:

  • penicilline - Ekobol, Amosina, Ampicillina + Sulbactam. Durata del trattamento fino a due settimane;
  • nitrofurani - Metronidazolo, Trichopol. Terapia della malattia - una settimana;
  • tetracicline - Doxycycline, Unidox Solutab, Tetraciclina. Assumere entro 5-10 giorni;
  • fluorochinoloni - Levostar, Ofloksin, Tarivid, Zanotsin. La terapia non dura più di dieci giorni;
  • carbapenemi - Invans. Durata del trattamento da tre giorni a due settimane;
  • Cefalosporine - Cefoxitina, Cefotaxime, Cefazolin. Il corso della terapia è di 5-10 giorni.

cervicite

Infiammazione della cervice Spesso si sviluppa nelle donne che hanno abortito. Cervicite batterica può essere trattata con successo con antibiotici:

  • penicilline - Amosina, Ecoclav, Ekobol, Amoxiclav. Per trattare non più di due settimane;
  • nitrofurani - Metronidazolo. Il corso della terapia e una mezza settimana;
  • macrolidi - Rulido, Vilprafen Solutab, Erythromycin, Sumamed, Azithromycin, Vilprafen Unidox. Assumi farmaci da 7 a 14 giorni;
  • tetracicline - doxiciclina. Il corso del trattamento è di 10 giorni;
  • fluorochinoloni - Tarivid, Zanotsin, Ofloksin, Levostar, Tsiprobay. Terapia 5-10 giorni.

coleitis

Un gruppo di malattie che causano l'infiammazione infettiva della mucosa vaginale. Una delle malattie più comuni tra le donne. trattamento:

  • fluorochinoloni - Ofloxin, Ofloxacin, Ciprofloxacin, Levofloxacin, Hemifloxacin. Il corso del trattamento è in media fino a 10 giorni;
  • Cefalosporine - Cefixime, Ceftriaxone. La durata della terapia è di 5-10 giorni;
  • nitrofurani - Furamag, metronidazolo. Durata del trattamento fino a dieci giorni;
  • Penicilline - Ecoclav. Durata del corso 1-2 settimane;
  • Macrolidi - Rulido. Continua a prendere il farmaco per non più di 14 giorni;
  • lincosamides - Clindamicina. Il trattamento non è più di dieci giorni.

Effetti collaterali e controindicazioni

Gli effetti collaterali del trattamento antibiotico sono principalmente:

  • reazioni allergiche, shock anafilattico, rash, angioedema;
  • mal di testa, vertigini, debolezza, stanchezza;
  • febbre;
  • disturbi gastrointestinali (inclusa la disbiosi), nausea, vomito;
  • effetto epatotossico;
  • alcuni farmaci possono causare una riduzione della funzionalità renale;
  • leucopenia, trombocitopenia;
  • tromboflebite;
  • candida vagina o cavità orale.
  1. La principale controindicazione a tutti gli antibiotici è l'intolleranza individuale alla sostanza attiva.
  2. Molti dei farmaci hanno un effetto nefrotossico, quindi il loro uso nell'insufficienza renale è limitato o proibito.
  3. Prestare particolare attenzione alla scelta di un farmaco per il trattamento delle infezioni urinarie durante la gravidanza. Per molti degli antibiotici, la principale controindicazione è la gravidanza, poiché la sostanza principale può avere un effetto tossico sul feto.
  4. Il periodo dell'allattamento è anche una delle controindicazioni all'uso di alcuni antibiotici. Quando vengono alimentati con latte, sostanze indesiderate entrano nel corpo del bambino e possono avere un effetto dannoso sul suo sviluppo.
  5. Nelle patologie epatiche, la scelta di un farmaco per il trattamento delle infezioni urinogenitali è significativamente ridotta, poiché molti degli antibiotici hanno un effetto tossico sul fegato.
  6. Non tutti i farmaci sono adatti ai bambini in età prescolare.

La terapia per infezioni urinarie di origine batterica implica sempre antibiotici. L'umanità non è ancora riuscita a trovare un'arma più efficace contro i batteri.

Non prescrivere mai farmaci a te stesso, prima di usare uno dei farmaci sopra citati, consultare il medico!

Quali antibiotici sono più efficaci per le infezioni del sistema genito-urinario?

Le malattie urogenitali si trovano spesso nelle strutture ospedaliere e ambulatoriali. Le caratteristiche anatomiche nelle donne e negli uomini influiscono direttamente sulla suscettibilità alle infezioni. Nelle donne, le infezioni del tratto urinario sono più comuni che negli uomini. Questo è causato da una breve uretra, dalla sua stretta vicinanza alla vagina e all'ano. Negli uomini, la lunga uretra, quindi, colpisce principalmente il tratto urinario inferiore (prostatite, uretrite, cistite).

Gli antibiotici per le infezioni del sistema urogenitale distruggono gli agenti infettivi - i batteri. Allevia il prurito, l'infiammazione, riduce il numero di secrezioni secche e purulente, elimina il dolore.

In pratica, gli antibiotici vengono utilizzati per qualsiasi infezione urinaria, tutti gli altri fondi sono solo ausiliari.

I principali gruppi di droghe e le loro differenze

Gli antibiotici sono suddivisi in categorie in base alla loro sensibilità ai vari patogeni. La suscettibilità gioca un ruolo importante nella scelta di un farmaco per il trattamento dell'infiammazione.

Classificazione degli antibiotici in base al grado di impatto sui patogeni delle malattie urogenitali:

  • Penicilline di origine naturale La maggior parte delle malattie del sistema genito-urinario sono causate da batteri gram-negativi. L'uso di penicilline naturali non ha alcun effetto;
  • Aminopenicilline (ampicillina, amoxicillina) I ceppi Gram-negativi sono diventati resistenti al 30% agli antibiotici aminopenicillina. Ma il 70% della sensibilità dei batteri nelle urine, lo scarico dall'uretra ti permette di usare questo gruppo di antibiotici. È meglio scegliere "Amoxicillina", inizia ad agire più velocemente, l'emivita inizia in poche ore;
  • Cefalosporine di prima generazione (cefazolina, cefalexina, cefadroxil). Non differiscono da un effetto positivo in caso di infezioni di tipo misto - clamidia. Non prescritto per la sifilide, la gonorrea, l'herpes, l'HPV. Aiuta a trattare la cistite, ma a causa della presenza di antibiotici più potenti, è raramente prescritto;
  • Cefalosporine di seconda generazione (cefuroxime, cefaclor, cefuroxime axetil). A causa della bassa attività contro i ceppi dell'infezione del sistema urinario, i fluorochinoloni e le cefalosporine di terza generazione sono stati sostituiti;
  • Cefalosporine di terza generazione (Cefixime, Ceftibuten) Distrugge la maggior parte dei patogeni del tratto urinario - batteri gram-negativi. È prescritto per orchite, epidimite, cistite, gonorrea, sifilide, pielonefrite. È usato come terapia sostitutiva del fluorochinolone nei bambini. Le cefalosporine non sono quasi sintetizzate con i tessuti della ghiandola prostatica, quindi non vengono utilizzate per trattare la prostatite del tipo batterico;
  • Le cefalosporine di quarta generazione sono Cefepim. È usato per trattare sia le malattie complicate che quelle semplici del tratto urinario. Tratta prostatite batterica, uretrite, infiammazione dei reni di natura infettiva, gonorrea, tricomoniasi. La principale controindicazione è il possibile sviluppo di una reazione allergica, in tenera età (fino a 12 anni);
  • Aminoglicosidi (gentamicina, torbramicina, netilmicina, amikacina). Sono instabili contro le malattie causate da stafilococco. A causa del fatto che alcuni componenti dell'antibiotico possono avere un effetto tossico sul corpo, il trattamento con aminoglicosidi viene effettuato rigorosamente in ospedale;
  • Macrolidi (eritromicina, roxithromycin, claritromicina, azitromicina) I batteri gram-negativi hanno una bassa sensibilità ai macrolidi, pertanto, gli antibiotici di questa categoria sono prescritti solo per un'infezione atipica - uretrite non gonococcica;
  • Tetracicline (tetraciclina, clortetraciclina, ossitetraciclina, doxiciclina). Efficace contro E. coli, ma non sopprime lo stafilococco. In considerazione di ciò, è prescritto per combattere le infezioni atipiche, ad esempio nell'uretra non gonococcica;
  • Fluoroquinoloni (Ofloxacina, Ciprofloxacina, Levofloxacina, Moxifloxacina). Penetrano bene nei tessuti della ghiandola prostatica, che aiuta a far fronte alla prostatite batterica e ad altre malattie della prostata. Chlamydia urogenitale, pielonefrite, cistite acuta, uretrite, batteriuria asintomatica e uro infezioni infettive. È controindicato nelle donne in gravidanza, bambini, perché influisce negativamente sulla crescita e sullo sviluppo dell'apparato osseo.

Nella scelta degli antibiotici, i medici fanno affidamento sul loro gruppo e sul vostro agente patogeno nella storia. Ciò consente una pronta guarigione senza gravi conseguenze per la salute.

Trattamento dell'infezione da clamidia

La clamidia penetra nella cellula, lì vive e si diffonde. Dovresti scegliere un farmaco che è ben assorbito dal corpo, entra nella cellula.

Se l'infezione da clamidia ha causato una forma non complicata di malattia urogenitale nelle donne - cervice cervicale, negli uomini - uretrite, allora la doxiciclina viene somministrata per via orale.

È necessario bere 500 mg di un antibiotico ogni giorno per 2 settimane 4 volte al giorno.

Solo un antibiotico può essere selezionato per la terapia. Assunzione di macrolidi per clamidia da moderata a grave:

  • "Erythromycin" - 500 mg 2 volte al giorno in un corso di 10 giorni o 250 mg 4 volte durante 6-8 giorni;
  • "Rovamycin" - 1-3 compresse 2-3 volte al giorno per 10 giorni;
  • "Sumamed" - 500 mg una volta 1-2 giorni prima dei pasti, ulteriori 250 mg al giorno in un corso di 7-10 giorni;
  • "Rulido" - 150 mg due volte al giorno per due settimane. Bere mezz'ora prima dei pasti;
  • "Klacid" - 250 mg 2-3 volte al giorno per due settimane;
  • "Vilprafen" - 500 mg due volte al giorno con un ciclo fino a 14 giorni;
  • "Macropen" - 400 mg tre volte al giorno per non più di 2 settimane.

Quali fluorochinoloni sono necessari per la clamidia:

I fluorochinoni devono bere 200-400 mg 2-3 volte al giorno per non più di 10 giorni.

Terapia antibatterica per malattie dell'IPC superiore

Pyelonephritis, che può essere di due forme - complicato, non complicato, è riferito a infezioni della BMD superiore. Quando la pielonefrite colpisce i reni, la vescica, i canali urinari.

Schema di terapia antibiotica per pielonefrite:

  • "Ampicillina", "Amoxicillina" 600 mg tre volte al giorno fino a 10 giorni;
  • "Solyutab" 1-2 compresse due volte al giorno per 6-8 giorni;
  • "Ciprofloxacina" 1 compressa 2-3 volte al giorno. La piena convalescenza arriva dopo 7-10 giorni dall'assunzione di un antibiotico;
  • "Ofloxacin" 1-2 compresse due volte al giorno. Corso fino a 10 giorni;
  • "Pefloxacin" 400 mg 2 volte al giorno con una forma severa di pyelonephritis;
  • "Levofloxacin" 250 mg una volta al giorno - un corso di 7-10 giorni. In forma grave, 500 mg 2 volte al giorno a settimana;
  • "Lomefloxacin" 400 mg una volta un corso fino a 9 giorni.

La terapia antibiotica di un'infezione del sistema genito-urinario può essere effettuata a casa, a condizione che la malattia sia lieve e che il medico sia stato coinvolto nella selezione dei farmaci.

Dopo il trattamento, la terapia riabilitativa, il sistema urogenitale inizia a funzionare normalmente e il benessere migliora. Gli antibiotici sono l'anello principale nella lotta contro le malattie del sistema urogenitale causate da un ceppo batterico. Sopprimono i sintomi spiacevoli, distruggono gli agenti patogeni.

Antibiotici per infezioni del sistema urinario non complicate

Le infezioni urogenitali sono una malattia sgradevole, causata principalmente da batteri e funghi. Un antibiotico per l'infezione del tratto urinario è il farmaco di prima scelta.

Batteriuria asintomatica

La batteriuria asintomatica è caratterizzata dall'assenza di sintomi clinici, leucocituria, a volte piuria e simultanea presenza di batteriuria significativa dello stesso ceppo batterico in almeno due campioni di urina prelevati spontaneamente a intervalli di 24 ore.

La batteriuria asintomatica è principalmente prevalente nelle ragazze in età scolare, in pazienti con cateteri urinari o anomalie urologiche. L'aspetto della malattia è più comune nelle persone anziane.

La malattia è considerata un fenomeno benigno che scompare spontaneamente nel tempo.

La batteriuria asintomatica non è un'indicazione per il trattamento antibiotico! L'eccezione è il periodo di gravidanza, quando l'infezione si verifica in circa il 5% delle donne, specialmente nel secondo trimestre di gravidanza. Se non trattate, le donne in gravidanza possono sviluppare una pielonefrite acuta, una malattia che può causare un parto prematuro o neonati con basso peso alla nascita. Pertanto, si raccomanda di ri-coltivare regolarmente l'urina durante la gravidanza, preferibilmente alla prima visita, e poi entro 28 settimane.

La necessità di trattamento con farmaci come gli antibiotici per altri gruppi di pazienti deve essere valutata rigorosamente individualmente, poiché la tossicità degli antibiotici riutilizzabili può superare il loro risultato terapeutico. Gli antibiotici nelle persone con cateteri urinari per infezioni di questo tipo non eliminano i batteri, ma aumentano la resistenza e lo sviluppo di batteri multi-resistenti.

Cistite acuta

La cistite acuta colpisce principalmente le donne ed è la causa più comune di terapia antibiotica per le infezioni del tratto urinario.

La causa della cistite acuta è, quasi esclusivamente, i batteri endogeni che popolano l'intestino e la microflora vaginale. Secondo le moderne conoscenze, questo tipo di infezione è raccomandato, in particolare, per le donne di avere un trattamento di tre giorni, in modo che la frequenza degli effetti collaterali sia significativamente ridotta e la pressione selettiva sia ridotta, portando all'emergenza e alla diffusione della resistenza antimicrobica. Tale regime ridotto, in particolare, si applica al cotrimossazolo, trimetoprim e fluorochinoloni.

Per gli antibiotici beta-lattamici (Amoxicillina, Ampicillina, Clavulanato, Cefuroxima, ecc.) Riguardo al trattamento di tre giorni non ci sono studi sufficienti a confermare le argomentazioni sugli effetti clinici altrettanto affidabili che sono presenti con gli agenti chemioterapici di cui sopra. Pertanto, gli antibiotici vengono assunti entro 5 giorni. La raccomandazione di un apporto di sette giorni si riferisce alla nitrofurantoina. Una singola iniezione è associata a un numero significativamente maggiore di fallimenti o recidive della malattia.

Inoltre, alcune persone dovrebbero tener conto dell'aspetto psicologico, che si basa sul fatto che i sintomi dell'infezione di solito scompaiono il secondo o il terzo giorno, e durante questo periodo una persona potrebbe avere dubbi sull'efficacia del trattamento.

Un trattamento di tre giorni ridotto con antibiotici appropriati è anche sufficiente per uccidere i batteri delle vie urinarie nelle donne e nelle ragazze oltre i 15 anni di età.

Il trattamento abbreviato non è raccomandato durante la gravidanza, nei bambini, nei pazienti con diabete mellito e nelle persone a rischio di sviluppare infezioni del tratto urinario complesse. L'eccezione alla durata del trattamento è la cistite, che è causata dal batterio Staphylococcus saprophyticus. In questo caso, è consigliabile un corso di trattamento di sette giorni, indipendentemente dal tipo di antibiotici scelti.

L'approccio terapeutico alla recidiva della malattia è complesso e può includere antibiotici a lungo termine (diverse settimane). Il trattamento ottimale dovrebbe essere basato su reperti batteriologici e antibiogramma.

Nel caso della somministrazione empirica di farmaci, la nitrofurantoina è il farmaco di prima scelta a causa della bassissima resistenza di E. coli e della relativa sicurezza epidemiologica.

I farmaci di seconda linea sono Trimethoprim, Cotrimoxazole, Aminopenicilline, possibilmente in combinazione con inibitori della beta-lattamasi o Cefuroxime.

I fluorochinoloni hanno il loro posto nella terapia empirica solo se non è possibile (a causa di alti livelli di resistenza agli antibiotici, allergie, effetti collaterali) utilizzare uno qualsiasi dei farmaci sopra elencati.

Cotrimoxazolo e Trimetoprim, assunti entro 3 giorni, sono tra i farmaci più efficaci, sia nella terapia mirata che empirica. L'eradicazione della batteriuria è indicata a> 90%.

L'unica limitazione della terapia empirica è il livello di resistenza degli uropatogeni (E. coli) al cotrimossazolo, che non deve superare il 15% in questa area, al massimo il 20%. La ragione di ciò è la stretta relazione tra la sensibilità in vitro e la possibilità di eradicare efficacemente l'infezione.

I dati sulla valutazione della resistenza agli antibiotici di batteri isolati da infezioni del tratto urinario acuto nel nostro paese mostrano la frequenza media di resistenza di Escherichia coli nel 2011 a cotrimossazolo al 24,1% (su un totale di 2.683 ceppi testati).

Le aminopenicilline (ampicillina, amoxicillina) non sono adatte per l'uso empirico nelle nostre condizioni a causa della resistenza relativamente elevata, che secondo i dati della ricerca (2011), in media, si ottiene nel caso di E.coli del 43%. Dal punto di vista della biodisponibilità, il farmaco preferito è l'amoxicillina, il cui assorbimento dopo somministrazione orale è superiore a quello di ampicillina e il riassorbimento è meno suscettibile agli effetti dell'assunzione di cibo.

Mentre il principale meccanismo di resistenza alle penicilline è la produzione di beta-lattamasi di tipo TEM-1-2, una scelta empirica di Aminopenicilline protette da inibitori (Ampicillina / Sulbactam, Amoxicillina / Clavulanato), in aree con maggiore resistenza a E. coli aumenta notevolmente le possibilità di successo trattamento. Il vantaggio delle aminopenicilline risiede nella sua alta efficienza per i ceppi enterococchi, il cui ruolo nell'insorgenza delle infezioni del tratto urinario non può essere trascurato. D'altra parte, secondo alcuni esperti, gli antibiotici beta-lattamici nel trattamento delle infezioni del tratto urinario in generale sono meno efficaci del cotrimossazolo e dei fluorochinoloni. Questo vale sia per le aminopenicilline che per gli antibiotici cefalosporinici. La generazione orale di cefalosporine I (ad esempio Cefalexin) e II generazione (ad esempio Cefuroxime) sono in una certa misura un'alternativa alle aminopenicilline inibitorie, specialmente nei casi di reazioni allergiche alla penicillina, quando non c'è un'allergia crociata alle cefalosporine. L'unica differenza nella loro attività antibatterica è l'inefficacia delle cefalosporine sugli enterococchi.Le cefalosporine di seconda generazione hanno una gamma più ampia di efficacia nel campo della flora gram-negativa e un'eccellente stabilità all'azione dei comuni tipi di beta-lattamasi.

La nitrofurantoina in presenza di E. coli è la più efficace, secondo studi rilevanti, la resistenza media nel nostro paese è del 2,3%. D'altra parte, un altro uropatogeno abbastanza significativo, Proteus Mirabilis, è naturalmente resistente alla nitrofurantoina. Nei gruppi di età più avanzata, questo medicinale di solito non viene somministrato a causa dell'aumentato rischio di effetti collaterali polmonari.

I chinoloni sono agenti chemioterapici la cui attività antibatterica in caso di infezioni urinarie è tra le più alte ed è paragonabile all'effetto del cotrimoxazolo. I ceppi batterici resistenti ai vecchi chinoloni, nalidixici e all'acido ossolinico possono anche essere resistenti alla resistenza ai moderni chinoloni fluorurati (Cyprofloxacina, Ofloxacina, Levofloxacina) o la resistenza può svilupparsi in questi batteri durante il trattamento. L'uso irregolare di fluorochinoloni nell'area urogenitale può portare ad una significativa diffusione della resistenza, sia a livello urinario che di altro tipo, in particolare dei patogeni respiratori e batterici.

prostatite

La diagnosi e il trattamento della prostatite appartengono esclusivamente alle mani dell'urologo. La penetrazione della maggior parte dei farmaci antibatterici nella prostata è generalmente limitata. La forma acuta richiede un trattamento parenterale, preferibilmente per almeno due settimane. Aminopenicilline in combinazione con inibitori della beta-lattamasi, cefalosporine di generazioni più elevate, cotrimossazolo, aminoglicosidi in combinazione con antibiotici beta-lattamici e fluorochinoloni sono adatti per la terapia.

Si ritiene che nell'infiammazione acuta sia sufficiente la disponibilità dei tessuti di tutte le composizioni dichiarate.

Nel caso di infezioni croniche, dovrebbero essere preferiti i farmaci con una penetrazione affidabile, anche senza infiammazione acuta. Solo Trimoxazolo, Trimetoprim e Fluoroquinoloni sono affidabili in questo senso. Il trattamento generale per la prostatite cronica è esteso a 4-6 settimane o più.

Epidimitite e orchite

La diagnosi e il trattamento dell'epididimite acuta appartengono esclusivamente alle mani dell'urologo. L'eziologia batterica dell'epidimmitite negli adulti corrisponde agli uropatogeni più comuni e alla Chlamydia trachomatis.

Nella terapia empirica, in termini di spettro di attività e proprietà farmacocinetiche, i fluorochinoloni occupano un posto importante. Nelle nostre condizioni, in particolare, si usa Levofloxacina o Ofloxacina.

Per quanto riguarda l'infezione da clamidia confermata in laboratorio, il farmaco di prima scelta è la doxiciclina alla dose di 200-300 mg al giorno per almeno due settimane. Un'altra alternativa è rappresentata dai macrolidi (spiramicina, azitromicina, claritromicina) con lo stesso ciclo terapeutico della doxiciclina e dei fluorochinoloni.

Uretrite negli uomini

Circa la metà dell'uretra acuta non gonococcica è causata dal batterio Chlamydia trachomatis, in altri casi il micoplasma urinogenitale e l'urealyticum Ureaplasma sono responsabili della malattia e meno comunemente Mycoplasma genitalium.

La diagnosi di un agente infettivo è complicata dal fatto che l'U. urealyticum è il microbo onnipresente presente nelle secrezioni uretrali di uomini sani.

In accordo con i patogeni, la malattia è più correlata alle malattie sessualmente trasmissibili che all'UTI.

Nel trattamento del farmaco di prima scelta è la doxiciclina o macrolidi.

In alcune persone, la causa dell'infezione rimane incerta. Per questi casi è caratterizzata da ripetute recidive della malattia.

Quando le infezioni gonococciche sono i farmaci di scelta Ceftriaxone o Azitromicina, in alternativa - Ofloxacina. Il trattamento, tuttavia, dovrebbe sempre basarsi sulla determinazione della sensibilità di un particolare farmaco in laboratorio a causa di un significativo aumento della resistenza di Neisseria gonorrhoeae, in particolare, ai farmaci chemioterapici del fluorochinolone.

In caso di fallimento del trattamento con uretrite con gli antibiotici di cui sopra, deve essere presa in considerazione la presenza di Trichomonas vaginalis e, se si sospetta questa eziologia, il metronidazolo (2 g) deve essere somministrato una volta.

Pielonefrite acuta senza complicazioni

Lo spettro dei patogeni è lo stesso della cistite acuta. Questo è coerente con la scelta dei farmaci destinati al trattamento empirico. La durata della terapia va dai 10 ai 14 giorni.

Le forme più pesanti che richiedono il ricovero in ospedale, così come le infezioni ricorrenti devono essere trattate con antibiotici per via parenterale e, in accordo con ulteriori progressi, continuare a ricevere farmaci orali.

Antibiotici per le infezioni urinarie nelle donne e negli uomini

Lascia un commento 20,097

Le malattie del sistema urinario sono frequenti satelliti dell'umanità. Per il loro trattamento con farmaci speciali. Gli antibiotici per le malattie del sistema urogenitale, prescritti dal medico curante, possono essere assunti sia a casa che in ospedale. Il corso terapeutico è accompagnato da esami periodici delle urine e del sangue.

Quali malattie usano agenti antibatterici?

Gli antibiotici sono prescritti per l'individuazione di un processo infiammatorio nei reni. Ciò è dovuto a diversi fattori. Prima di tutto, perché gli antibiotici per le malattie del sistema urogenitale aiutano ad alleviare l'infiammazione e il dolore causato dal processo. Questi farmaci possono prevenire la diffusione dell'infezione attraverso il flusso sanguigno verso gli organi adiacenti del sistema urinario e altri sistemi.

Gli urologi moderni usano il termine generico di nefrite per riferirsi ai processi infiammatori dei reni. Include malattie come pielonefrite, cistite, pirosifrosi renale, tubercolosi renale. L'efficacia dell'impatto sulla causa dell'infiammazione è determinata dal grado di sviluppo della malattia. Quanto prima una persona va dal medico, tanto più velocemente si riprenderà.

È importante! Gli antibiotici sono considerati un trattamento efficace per tutti i tipi di malattie del rene, della vescica e del tratto urinario.

Terapia antibatterica: tipi di farmaci

Il segmento del mercato farmaceutico moderno ha un gran numero di farmaci diversi. È necessaria la consultazione con un medico per scoprire quale sia la causa e selezionare la preparazione medica appropriata per il trattamento di un problema nel sistema genito-urinario. Gli esperti usano beta lattamici e alcuni altri antibiotici nel trattamento del sistema genito-urinario.

Beta lattami

Questi sono farmaci per l'infiammazione, che hanno un forte effetto contro un'ampia gamma di batteri. I farmaci in questo gruppo sono prescritti in combinazione con altri farmaci che migliorano l'azione del farmaco principale. Gli antibiotici per il trattamento delle infezioni negli organi urinari hanno un effetto dannoso sugli organismi gram-negativi e gram-positivi e uccidono gli stafilococchi che sono resistenti agli effetti di molti farmaci. Questi includono aminopenicilline, pinicilline anti-pseudogeniche.

Questo include anche cefalosporine - un gruppo di pillole create per il trattamento delle infezioni del tratto urinario e causate da vari agenti patogeni. Il farmaco è offerto in 4 tipi o generazioni, ognuna delle quali è dotata di una gamma specifica di effetti e può aiutare a eliminare molte gravi malattie renali. Il gruppo in questione ha dimostrato di essere positivo, soprattutto la quarta generazione.

Altri antibiotici nel trattamento delle infezioni del sistema genito-urinario

Si tratta di pillole che sono ugualmente efficaci nell'infiammazione dei reni e della vescica, in particolare degli antibiotici fluorochinolici. Queste compresse sono indicate nei casi in cui la vita del paziente è in pericolo. Sono usati per il trattamento di malattie croniche nelle fasi di esacerbazione. Questo gruppo include aminoglicosidi utilizzati nella disfunzione urogenitale. Ma l'uretrite viene trattata con microlidi. Le tetracecline sono utilizzate per trattare la nefrite causata dalla flora atipica.

Inoltre, gli urologi raccomandano antibiotici ad ampio spettro. Questi farmaci sono una via d'uscita da diverse situazioni e possono eliminare le cause delle malattie del tratto renale e delle vie urinarie. Per selezionare l'antibiotico più efficace utilizzato per l'infezione del tratto urinario, è necessario consultare il proprio medico e identificare il vero agente causale dell'infezione.

I più efficaci farmaci per il tratto urinario

È importante sapere che oggi non esistono rimedi universali per tutti i tipi di giada. Qualsiasi tipo di trattamento deve essere selezionato individualmente in base ai risultati della ricerca e dell'analisi.

Lo specialista deve fare una diagnosi accurata e quindi prescrivere farmaci. Trattamenti popolari per le malattie del sistema urinario sono:

  • I classici antibiotici sono Furadonin, Furagin, Furazolidone, Palin, Azithromycin.
  • Farmaci di seconda linea - antibiotici prescritti in ospedale. Questi includono aminoglicosidi. Questi farmaci hanno un potente effetto antimicrobico e alcuni di essi hanno una grande lista di controindicazioni. Più spesso, i medici raccomandano Amikacin.
  • Erbe e prodotti da loro, usati insieme ad antibiotici e altre pillole. Sono chiamati uro-antisettici di origine vegetale. È meglio prenderli per prevenire lo sviluppo di esacerbazioni e durante i periodi di possibile deterioramento della salute.
  • Vitamine e immunomodulatori che sono inclusi nella lista dei farmaci per il trattamento del sistema genitourinario nelle donne e negli uomini. Migliorano e accelerano l'azione dei farmaci di base per le infezioni urinarie.
Torna al sommario

Principi di scelta degli antibiotici nel trattamento di donne e uomini

Negli uomini e nelle donne, le infezioni del sistema urogenitale sono trattate quasi allo stesso modo. Le eccezioni sono le malattie sullo sfondo della gravidanza e dell'allattamento. In questo caso, i medici prescrivono "Amoxicillina" e fitoterapia per migliorare l'effetto dell'antibiotico. Nel trattamento di cistite, uroseptics, Fitolysin o Kanefron, sono raccomandati. Nei casi difficili, il medico può prescrivere "Levofloxacina", "Ofloxacina". Per pielonefrite vengono utilizzate "Pefloxacina", "Ciprofloxacina", "5-NOK".

I sintomi spiacevoli sono eliminati con l'aiuto di fitoterapia e alcolici. La terapia antibatterica per la malattia renale viene effettuata utilizzando i mezzi descritti e le compresse a casa. I medici frequentanti raccomandano più spesso farmaci popolari non tossici e, in rari casi di esacerbazioni, la terapia antibiotica viene eseguita in un ospedale. Così, oggi ci sono diversi modi per ripristinare il lavoro del sistema urogenitale trattando varie malattie del rene e della vescica. Il medico sta cercando di prescrivere uno schema adeguato di terapia antibatterica e sosterrà la medicina a base di erbe, che accelererà il recupero.

Antibiotici per l'infezione del tratto urinario

I medici ritengono che gli antibiotici per le malattie del sistema genito-urinario siano il gruppo più efficace, universale e comune di farmaci che aiutano nel recupero di pazienti infetti da infezione del tratto urinario. Il paziente è immediatamente obbligato a chiedere l'aiuto di un medico, poiché le cure tardive o l'autotrattamento colpiscono non solo le parti distali del sistema escretore, ma anche altri importanti organi del corpo umano.

Gli antibiotici sono attivamente utilizzati nel trattamento delle malattie del sistema urinario.

Quando sono prescritti farmaci antibatterici a uomini e donne?

Gli antibiotici per il trattamento del sistema urogenitale negli uomini e nelle donne sono prescritti nei seguenti casi:

  • infiammazione o insufficienza dei reni;
  • infezioni del tratto urinario;
  • un forte indebolimento del corpo sotto l'influenza di comorbidità;
  • malattie croniche.

Dopo un esame diagnostico dettagliato e l'identificazione di cambiamenti distruttivi, durante l'infiammazione delle sezioni causata da infezioni urogenitali, è prescritta una terapia antibiotica per le indicazioni.

Tipi ed esempi di agenti antibatterici utilizzati nell'infezione del sistema genito-urinario

I farmacisti hanno sviluppato una varietà di farmaci usati nelle infezioni del tratto urinario. I farmaci ottimali sono polisintetici, mezzi combinati di una serie di penicilline ad ampio spettro, cefalosporine, fluorochinoloni. Tipi di farmaci antibatterici, la loro breve descrizione ed esempi sono presentati in modo più dettagliato nella tabella:

Beta Lactams

Antibiotici per il trattamento delle infezioni del tratto urinario ad ampio spettro. Sono usati in combinazione con altri medicinali che possono integrare l'effetto terapeutico di ciascuno. Influiscono negativamente sui batteri gram-negativi e gram-positivi, distruggono gli stafilococchi che sono resistenti a molti tipi di agenti antibatterici. Tra questi, ci sono: aminopenicilline, penicilline anti-pseudogeniche.

Gli antibiotici più popolari per le infezioni del sistema urogenitale:

  • "Amoxiclav";
  • "Amoxicillina" e altri, trattanti processi infiammatori di diversa origine.
Torna al sommario

Altri mezzi

Antibiotici comuni con un effetto terapeutico positivo:

  • "Azitromicina" è la migliore preparazione farmaceutica prescritta per il trattamento delle infezioni del sistema urogenitale in donne e uomini in una forma complicata (cistite, uretrite), che la clamidia è diventata un agente provocatore. È un farmaco efficace che distrugge i patogeni. Per il trattamento dell'infezione è preso nel dosaggio prescritto dal medico, la durata della terapia per ogni paziente è individuale.
  • "Gentamicina" è un antibiotico universale del gruppo aminoglicosidico. Affronta in modo efficace tutti i tipi di funghi, batteri e virus. È usato per trattare i reni e il tratto urinario, in forme gravi di nefrite e endometrite, ma ha un gran numero di eventi avversi.
Torna al sommario

Come scegliere?

Gli antibiotici non possono essere assunti senza prescrizione medica, perché quando si tratta di auto-trattamento e assumendo un dosaggio errato del farmaco, la resistenza si sviluppa nei batteri e l'ulteriore somministrazione di farmaci non sarà vantaggiosa, ma peggiorerà solo lo stato attuale del paziente.

Il ricevimento di antibiotici deve esser iniziato solo dopo la loro nomina dal dottore.

La scelta del medicinale più appropriato è richiesta per essere trattata dal medico curante, che deve inizialmente condurre un esame dettagliato del paziente e condurre determinati studi per identificare il tipo di patogeno. Segue la selezione del farmaco più appropriato per il trattamento delle infezioni urinogenitali, tenendo conto di tutti gli effetti collaterali, la condizione e le caratteristiche individuali del paziente.

Il più efficace: una revisione degli antibiotici per l'infiammazione del sistema urogenitale negli uomini e nelle donne

Le infiammazioni del sistema genito-urinario negli ultimi anni sono sempre più comuni, specialmente per i giovani. E la stragrande maggioranza non è consapevole della loro presenza nel corpo.

Queste infezioni possono verificarsi per una serie di motivi, tra cui l'infezione da parassiti e virus, che sono spesso trasmessi sessualmente.

Possono essere divisi in due gruppi: il primo riguarda il sistema urogenitale e il secondo interessa solo i genitali. Il trattamento con antibiotici per l'infiammazione del sistema genito-urinario è usato abbastanza spesso tra questi pazienti.

Quali sono le malattie del sistema genito-urinario?

Le malattie più comuni del sistema genito-urinario tra gli uomini sono:

  • uretrite. È un'infiammazione dell'uretra. Quando scorre in un paziente c'è arrossamento, attaccamento e scarico dall'uretra, ci sono frequenti impulsi e minzione dolorosa;
  • prostatite. Copre principalmente uomini di età superiore ai 30 anni. La malattia è l'infiammazione della ghiandola prostatica. Con lei, il paziente avverte spasmi all'inguine e al perineo, la temperatura aumenta e appaiono i brividi.

Nella metà femminile, le malattie più comuni sono:

  • pielonefrite. La diagnosi è l'infiammazione della cavità renale. Quando si osservano tali sintomi: spasmi ai lati e regione lombare, sensazioni dolorose sul pube, aggravate dalla minzione, frequenti stimoli, che sono accompagnati da piccole secrezioni, febbre;
  • cistite. La malattia è molto comune, con la vescica infiammata. Durante il suo corso, c'è un'urina torbida, frequente desiderio di urinare con piccole scariche, accompagnato da dolore;
  • uretrite. Procede allo stesso modo degli uomini.

motivi

Le cause di infiammazione del sistema genito-urinario possono essere:

  • infezioni virali;
  • danno meccanico;
  • ipotermia;
  • attivazione di microflora condizionatamente patogena;
  • attività sessuale insufficiente o eccessiva;
  • caduta dell'immunità;
  • mancanza di igiene personale;
  • penetrazione di batteri dal perineo nell'uretra.

sintomi

I sintomi di diverse patologie urogenitali sono spesso simili. Possono essere come segue:

  • aumento della frequenza della minzione (manifestata nell'adenoma della prostata, cistite, pielonefrite, prostatite e glomenuronefrite);
  • scarico dall'uretra (manifestato negli uomini con uretrite, infezioni urogenitali e prostatite);
  • difficoltà a urinare (manifestata nell'adenoma prostatico e prostatite);
  • arrossamento dei genitali negli uomini (manifestato nelle infezioni urogenitali, allergie e uretrite);
  • brividi;
  • minzione intermittente (manifestata nell'adenoma prostatico, prostatite cronica e acuta);
  • eiaculazione difficile;
  • spasmi nel perineo (manifestati negli uomini con malattia della prostata);
  • dolore nella parte superiore del pube nelle donne (manifestato in cistite e pielonefrite);
  • mancanza di libido;
  • aumento della temperatura

antibiotici

La prostatite ha paura di questo rimedio, come il fuoco!

Hai solo bisogno di applicare.

Gli antibiotici sono divisi in diversi gruppi, ognuno dei quali è caratterizzato da caratteristiche personali in termini di meccanismo d'azione.

Alcuni farmaci hanno uno spettro ristretto di azione antimicrobica, mentre altri hanno una vasta gamma.

È il secondo gruppo utilizzato nel trattamento dell'infiammazione del sistema genito-urinario.

penicilline

Questi farmaci sono i primissimi BPO aperti. Per un lungo periodo di tempo, erano mezzi universali di terapia antibiotica.

Ma poi mutarono i microrganismi patogeni, che contribuirono alla creazione di specifici sistemi di protezione, che richiesero il miglioramento dei preparati medici.

Le infezioni urinogenitali sono trattate con tali preparazioni del gruppo considerato:

  • Amoxicillina. È una droga antimicrobica. L'efficacia di Amoxicillina è abbastanza simile al seguente farmaco antibatterico. Tuttavia, la sua principale differenza è l'aumento della resistenza agli acidi. A causa di questa caratteristica, il farmaco non viene distrutto nell'ambiente gastrico. Per il trattamento del sistema genito-urinario, si raccomanda inoltre di utilizzare gli analoghi del farmaco Amoxicillina: Flemoxin Solutab e Hikontsil. Anche prescritto per ricevere gli antibiotici combinati, come: Clavulant, Amoxiclav, Augmentin;
  • Ampicillina. È un farmaco semi-sintetico destinato all'uso orale e parenterale. Bloccando la biosintesi della parete cellulare, il suo effetto battericida. È caratterizzato da tossicità relativamente bassa e alta biodisponibilità. Se è necessario aumentare la resistenza alle beta-lattamasi, questo medicinale può essere prescritto in combinazione con Sulbactam.

cefalosporine

Questi preparati medici appartengono al gruppo dei beta-lattamici, differiscono dalle penicilline per la loro maggiore resistenza all'effetto distruttivo degli enzimi prodotti dalla flora patogena. Sono prescritti principalmente per uso orale.

Tra le cefalosporine si usano agenti antibiotici per il trattamento del sistema urogenitale:

  • Ceclare, Alfacet, Cefaclor, Taracev. Appartengono alla seconda generazione di cefalosporine e sono prescritti da un medico esclusivamente per uso orale;
  • Cefuroxime, così come i suoi analoghi Zinatsef e Zinnat. Sono prodotti in diverse forme di dosaggio. Possono essere prescritti anche durante l'infanzia (nei primi mesi di vita di un bambino) a causa della loro bassa tossicità;
  • Ceftriaxone. Disponibile in polvere. Sostitutivi simili per questo farmaco sono Lendacin e Rocephin;
  • Cephalexin. È una droga la cui azione è volta alla rimozione dei processi infiammatori in tutti gli organi del sistema urogenitale. È nominato per ricevere solo all'interno e ha una lista minima di controindicazioni;
  • Ceftazidime. È un rappresentante della terza generazione di cefalosporine. Questo farmaco medico è disponibile sotto forma di iniezioni ed è inteso per uso endovenoso così come per uso intramuscolare;
  • Tsefapim. È un rappresentante della quarta generazione del gruppo antibiotico ed è nominato esclusivamente per la somministrazione orale.

fluorochinoloni

Questo tipo di antibiotici è il più efficace oggi per varie malattie infettive del sistema urogenitale negli uomini e nelle donne.

Sono potenti agenti battericidi sintetici. Tuttavia, la portata del loro uso è limitata dalle categorie di età, perché questo tipo di antibiotici ha una tossicità piuttosto elevata. Inoltre non assegnato a gravidanza e allattamento.

I farmaci più popolari del gruppo fluoroquinolone includono:

  • Ofloxacin. È un antibiotico-fluorochinolone, noto per il suo uso diffuso grazie alla sua elevata efficacia e all'azione antimicrobica;
  • Norfloxacin. Nominato per somministrazione orale, somministrazione endovenosa o intramuscolare;
  • Ciprofloxacina. Questo strumento è rapidamente assorbito e affronta una varietà di sintomi dolorosi. È prescritto per l'uso parenterale. Il farmaco ha diverse analogie, le più popolari delle quali sono Tsiprobay e Tsiprinol;
  • Pefloxacin. È un farmaco destinato alla cura delle infezioni del sistema genito-urinario, utilizzato per via parenterale e orale.

I farmaci fluorochinolonici sono vietati per l'uso:

  • persone di età inferiore ai 18 anni;
  • durante la gravidanza;
  • persone con diagnosi di tendinite;
  • durante l'allattamento.

aminoglicosidi

Questo tipo di farmaci antibatterici è prescritto per la somministrazione parenterale.

I rappresentanti più noti del gruppo di aminoglicosidi sono:

  • Gentamicina. È un farmaco antibiotico aminoglicosidico di seconda generazione. Non è ben assorbito nel tratto gastrointestinale, quindi deve essere somministrato per via endovenosa o intramuscolare;
  • L'amikacina è un aminoglicoside, la cui efficacia è raggiunta al massimo quando usata nel tratto urinario è un tipo complicato.

Controindicazioni:

  • donne che allattano;
  • bambini piccoli;
  • durante la gravidanza.

Video correlati

Quali antibiotici prendere per l'infiammazione? Risposte nel video:

L'infiammazione del sistema genito-urinario può essere trattata in molti modi, compresi i farmaci. Gli antibiotici sono selezionati dal medico per ogni caso separatamente, vengono presi in considerazione diversi fattori, vengono determinati i farmaci più adatti. Possono differire nei loro effetti su alcuni organi, le modalità di somministrazione e altre caratteristiche.

  • Elimina le cause dei disturbi circolatori
  • Allevia delicatamente l'infiammazione entro 10 minuti dall'ingestione.