Principale
Trattamento

Trattamento antibiotico per pielonefrite e cistite

Gli antibiotici per la pielonefrite e la cistite sono componenti indispensabili per il successo del trattamento di queste malattie dei reni e del sistema urogenitale. Questi disturbi sono abbastanza diffusi e, secondo le statistiche, le donne sono più sensibili a loro. Tali processi infiammatori del sistema urogenitale sono piuttosto pericolosi e in assenza di una terapia tempestiva e competente, possono causare numerose complicazioni sotto forma di cambiamenti irreversibili negli organi interni e lo sviluppo di varie patologie.

Le immagini e i sintomi clinici di queste malattie sono abbastanza simili, quindi sono spesso confusi l'uno con l'altro. Come distinguere tra cistite, pielonefrite?

Caratteristiche di ciascuna patologia

La cistite è una lesione infiammatoria della vescica. I sintomi caratteristici di questa malattia sono le seguenti manifestazioni:

  1. Frequente voglia di urinare.
  2. Sensazioni dolorose quando la tensione muscolare nella vescica.
  3. Dolore nell'addome inferiore.

La pielonefrite è una malattia infiammatoria che colpisce il calice e la pelvi renale. I seguenti sintomi sono caratteristici della malattia renale attuale:

  1. Dolore alla colonna lombare.
  2. Sudorazione eccessiva
  3. Aumento significativo della temperatura corporea
  4. Nausea.
  5. Attacchi di vomito.
  6. Stanchezza aumentata
  7. Insonnia.
  8. Indebolimento generale del corpo
  9. Febbre.
  10. Brividi.
  11. Aumento del contenuto proteico nella composizione delle urine.

Segni simili e distintivi di malattia

Entrambi con cistite e pyelonephritis le seguenti manifestazioni sono annotate:

  1. Minzione aumentata per urinare.
  2. Dolore tipico
  3. Sensazione di disagio nella parte inferiore.
  4. Sentimenti spiacevoli e dolorosi durante la minzione.
  5. L'aumento del contenuto di leucociti nel sangue.
  6. La presenza di batteri patogeni nelle urine.

La principale differenza tra cistite e pielonefrite è la quasi completa assenza di sintomi esterni nel caso di lesioni infiammatorie nella vescica. Inoltre, gli esperti identificano una serie di caratteristiche distintive di queste malattie renali:

  1. Nei processi infiammatori della vescica si osservano sensazioni dolorose principalmente nella zona sovrapubica. Se la pelvi renale è interessata, il dolore è concentrato nella regione lombare.
  2. La pielonefrite causa febbre, nausea. Per la cistite, questo tipo di sintomi non sono caratteristici.
  3. L'infiammazione nella pelvi renale è accompagnata da una disfunzione del sistema renale, che si riflette nei risultati della conta ematica completa. Con la cistite questo tipo di cambiamento è assente.
  4. Nel caso di processi infiammatori nella vescica, la porzione di liquido espulso durante un atto di minzione è di solito molto piccola, che non è caratteristica della pielonefrite.
  5. Abbastanza spesso ci sono casi in cui i processi infettivi aumentano dall'uretere alle tazze renali o viceversa.

Caratteristiche degli antibiotici

La cistite, così come la pielonefrite, non si riferisce solo a malattie infiammatorie, ma è provocata anche dall'azione degli stessi batteri. Nella maggior parte dei casi, gli agenti batterici come E. coli o proteus sono usati come catalizzatori. Ecco perché il trattamento della cistite e della pielonefrite viene effettuato principalmente con gli stessi antibiotici. Questa terapia ha le sue caratteristiche:

  1. Il corso del trattamento deve essere somministrato solo dall'urologo sulla base della diagnosi e tenendo conto di tutte le caratteristiche individuali del paziente e delle patologie associate.
  2. L'azione dell'antibiotico dovrebbe essere diretta strettamente sull'agente causativo di un particolare tipo.
  3. Un efficace trattamento antibiotico dovrebbe essere regolare, sistematico.
  4. Il farmaco deve essere assunto rigorosamente allo stesso tempo. Questo è necessario per il mantenimento permanente della concentrazione del principio attivo nel sangue.
  5. Per mantenere la microflora del tratto gastrointestinale, il trattamento antibiotico deve essere combinato con l'assunzione di yogurt e probiotici speciali.
  6. Nel processo di trattamento è necessario seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del dottore riguardo all'amministrazione di farmaci.

Dosaggio della droga

Il dosaggio e la durata del ciclo di trattamento sono selezionati singolarmente in ciascun caso. I seguenti fattori dovrebbero essere considerati:

  1. Categoria di età
  2. Il peso corporeo del paziente.
  3. Caratteristiche strutturali individuali del corpo.
  4. Diagnosi specifica
  5. La presenza di malattie concomitanti.
  6. La forma del processo infiammatorio.
  7. La gravità e la durata della malattia.
  8. Il corso del processo di trattamento.
  9. Reazioni del corpo
  10. La tendenza del paziente a reazioni allergiche.

Anche la durata del corso terapeutico è importante. Con il trattamento a lungo termine, che non porta risultati tangibili, di solito si consiglia di cambiare il farmaco. Il fatto è che in alcuni casi, i batteri acquisiscono resistenza a un particolare tipo di antibiotico, quindi smette di agire. In ogni caso, questo processo dovrebbe essere eseguito esclusivamente da uno specialista, tenendo conto di tutti i fattori sopra citati. La scelta indipendente e l'uso incontrollato di antibiotici per la pielonefrite o la cistite sono assolutamente controindicati e possono portare a conseguenze molto gravi!

Controindicazioni

Nonostante il fatto che l'assunzione di antibiotici sia il metodo più efficace per combattere le malattie infiammatorie causate da agenti batterici, in alcuni casi l'uso di questi farmaci non è fortemente raccomandato. Le controindicazioni includono quanto segue:

  1. Gravidanza.
  2. Periodo di lattazione.
  3. Intolleranza individuale a determinati componenti
  4. Patologia renale.
  5. Grave danno al fegato.
  6. Tendenza pronunciata a reazioni allergiche.
  7. Età inferiore ai sedici anni.

Possibili effetti collaterali

Gli antibiotici moderni hanno effetti tossici minimi e nella maggior parte dei casi influenzano l'agente patogeno specifico senza alterare l'organismo nel suo insieme. Tuttavia, la manifestazione degli effetti collaterali è ancora possibile. Il più comune di loro sono attribuiti:

  1. Nausea.
  2. Attacchi di vomito.
  3. Vertigini.
  4. Dolore nell'addome.
  5. Mal di testa.
  6. Indigestione.
  7. La diarrea.
  8. L'aspetto della natura allergica avventata.

Quando si osservano tali eventi, consultare immediatamente il proprio medico. Potrebbe essere necessario regolare il dosaggio o semplicemente cambiare il farmaco.

Efficaci antibiotici per l'infiammazione del sistema genito-urinario

Gli antibiotici, che sono prescritti per i processi infiammatori nei reni o nella vescica, sono principalmente derivati ​​da palin o furadonina.

Molti di questi farmaci hanno numerose controindicazioni. I seguenti farmaci sono tra i fluorochinoloni più sicuri:

  1. Ciprofloxacina.
  2. Pefloxacin.
  3. Norfloxacin.
  4. Monural (questo farmaco può essere utilizzato anche per le donne incinte).

I seguenti tipi di antibiotici sono indicati per il trattamento della pielonefrite:

  1. Amikacina.
  2. Penicillina.
  3. Carbapenemici.
  4. Gentamicina.
  5. Ceftriaxone.
  6. Aminoglicosidi.
  7. Cefepime.
  8. Cefuroxime.

Il ciclo di trattamento massimo consentito con questi farmaci non deve superare i tre mesi.

Affinché il trattamento antibiotico produca i risultati attesi e non danneggi l'organismo, si raccomanda di seguire queste regole durante il corso terapeutico:

  1. Bere molti liquidi (circa due o tre litri al giorno).
  2. Smetti di bere alcolici.
  3. Osservare una certa dieta. Una dieta co-occorrente include severe restrizioni riguardanti l'assunzione di cibi piccanti, grassi e fritti. Ma il contenuto dei prodotti lattiero-caseari fermentati, contribuendo al ripristino della microflora, dovrebbe essere massimo.

La pielonefrite e la cistite sono malattie infiammatorie, quindi è necessario assumere antibiotici per il loro trattamento completo. Tuttavia, l'uso incontrollato di questi farmaci può non solo non dare i risultati attesi, ma anche portare a conseguenze gravi. Affinché ciò non avvenga, la terapia deve essere eseguita esclusivamente sotto stretto controllo medico!

Quali antibiotici sono prescritti per la cistite e la pielonefrite?

Quali sono gli antibiotici prescritti per la cistite e la pielonefrite? Questa domanda interessa molti pazienti. La cistite è un'infiammazione della vescica. Può essere acuto o cronico. La pielonefrite è un'infiammazione che si sviluppa nella pelvi renale e spesso si presenta come una complicanza nella cistite esistente.

Queste malattie possono essere una minaccia abbastanza seria per la salute. Cistite e pielonefrite sono trattate con antibiotici, ma l'automedicazione è inaccettabile qui. Le complicazioni possono essere molto serie. Gli antibiotici per la cistite e la pielonefrite devono essere prescritti da un medico.

Confronto di segni di cistite e pielonefrite.

Come vengono selezionati gli antibiotici?

Al fine di sbarazzarsi di queste malattie, sono necessari persistenza e farmaci regolari.

Il regime di trattamento implica l'assunzione di farmaci per almeno 5 giorni. Molti fanno l'errore di interrompere il trattamento dopo la scomparsa dei sintomi.

La malattia richiede un trattamento a lungo termine, come più spesso ricorre. Tuttavia, il problema sta nel fatto che durante questo periodo il corpo produce resistenza al vecchio antibiotico. Pertanto è necessario selezionare uno più forte. È necessario fare la cultura delle urine per trovare l'antibiotico giusto.

Perché non dovresti scegliere i loro farmaci per la cistite? La scelta sbagliata dei mezzi porterà al fatto che l'efficacia del trattamento sarà minima. Le droghe forti hanno un gran numero di effetti collaterali.

Il medico, tenendo conto dei risultati delle analisi, sarà in grado di scegliere un medicinale che sarà efficace esattamente nel tuo caso.

L'aiuto di uno specialista è particolarmente importante quando si tratta di curare una donna incinta o un bambino.

È importante scegliere il giusto dosaggio. Di grande importanza sono il peso, le caratteristiche dell'organismo, le malattie associate e la gravità della malattia.

Quanto dovresti bere antibiotici?

Calcola in modo indipendente il dosaggio dei farmaci che non avrai successo. C'è la possibilità che la cistite e la pielonefrite porteranno molto rapidamente complicazioni. Inoltre, la prossima volta questo antibiotico non aiuterà.
Osservare il corso del trattamento deve dottore.

Che cosa è necessario sapere nel trattamento della cistite e della pielonefrite? È necessario assumere farmaci correttamente, solo in questo caso causeranno danni minimi all'organismo. Una dieta corretta è molto importante. Per pulire i reni, dovresti bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Sarà utile bere tè alle erbe.

Inoltre, dovrebbero essere esclusi i prodotti che irritano le vie urinarie. Si tratta di bevande alcoliche, cibi piccanti e grassi, cibi fritti.

L'assunzione di antibiotici deve essere combinata con prebiotici. Questo ripristinerà la microflora intestinale. Puoi comprarli in qualsiasi farmacia. Si ritiene che i probiotici possano essere sostituiti con successo con prodotti a base di latte fermentato. Tuttavia, questo non è il caso. Con la cistite, kefir dovrebbe essere scartato. Il ripristino della microflora intestinale richiederà più tempo rispetto al corso del trattamento stesso. Pertanto, è necessario assumere farmaci e dopo che è terminato (sono circa 14 giorni).

Trattamento di pyelonephritis.

Quali antibiotici sono più efficaci per la cistite?

Per il trattamento delle droghe cistite vengono utilizzati, che sono derivati ​​da Furadonin, Palina, 5-NOK. Questi antibiotici hanno un gran numero di controindicazioni. Pertanto, oggi sono stati sostituiti da farmaci che appartengono ai fluorochinoloni:

  • Norfoloksatsin;
  • ciprofloxacina;
  • Pefloxacin.

Ci sono alcune controindicazioni che devono essere considerate, ad esempio, il periodo di attesa del bambino, l'allattamento al seno.

Recentemente è apparso farmaco Monural. Può anche essere usato per trattare le donne in gravidanza. Questo è un farmaco nuovo di zecca che è ben tollerato dalla maggior parte dei pazienti.

Quali antibiotici sono usati per la pielonefrite?

Si ritiene che con gli antibiotici pielonefrite non siano necessari da bere. Secondo i medici, il trattamento dovrebbe iniziare ai primi segni della malattia. I sintomi caratteristici della malattia sono dolore nella zona renale, febbre, debolezza. Gli antibiotici più efficaci: metacillina, ampicillina, oxacillina. Sbrigati a prendere droghe forti non ne vale la pena, perché danneggiano la microflora intestinale.

Il trattamento della malattia comporta uno schema specifico. Include:

  • antibiotici del gruppo di penicillina;
  • aminoglicosidi;
  • carbapenemi;
  • fluorochinolone;
  • antibiotici di gruppo delle cefalosporine, che appartengono alla seconda e terza generazione;
  • gentamicina.

La sequenza di farmaci è esattamente la stessa della lista. Non automedicare. La pielonefrite si verifica molto spesso sullo sfondo della cistite sottotraccia ed è abbastanza capace di finire con insufficienza renale. Affinché il trattamento sia il più efficace possibile, è necessario scegliere l'antibiotico giusto. Inoltre, è necessario assegnare correttamente il dosaggio dei farmaci. Gli antibiotici ad ampio spettro possono essere inefficaci.

Antibiotici per il trattamento della cistite, uretrite e pielonefrite nelle donne

Infezioni del tratto urinario negli esseri umani occupano costantemente il secondo posto in frequenza, seconda solo alle malattie respiratorie. Inoltre, la malattia colpisce principalmente le donne, che è associata alle caratteristiche strutturali dei loro organi genitali. La breve uretra facilita la penetrazione dei batteri e consente loro di passare facilmente nella vescica. Con un livello normale di immunità, i microbi vengono rapidamente distrutti - non vi è alcuna infiammazione evidente.

Ma molti fattori (tra cui lo stress) causano una diminuzione delle difese del corpo, rendendo la mucosa uretrale indifesa. I batteri sono immediatamente attaccati ad esso, dopo di che si verifica un'infiammazione acuta o cronica. Alcuni decenni fa, l'uso di antibiotici era la soluzione migliore, ma ora ha portato le donne a un uso incontrollato. Pertanto, sono state create linee guida rigorose per il trattamento delle malattie urologiche - gli antibiotici sono ora disponibili solo su prescrizione medica.

Gli antibiotici per la pielonefrite e la cistite vengono solitamente utilizzati dagli stessi gruppi - solo i dosaggi differiscono. Ciò è dovuto all'unità del tratto urinario: la gravità dell'infiammazione dipende dall'altezza del processo. Sulla base di questo principio, viene scelta la tattica del trattamento: se è necessario assumere antibiotici o se ne può fare a meno. Il trattamento di solito avviene nella clinica, che richiede che le donne siano responsabili della prescrizione di un medico.

Trattamento antibiotico

Per curare un'infezione delle vie urinarie è possibile utilizzare solo mezzi naturali e tecniche primitive. Poiché lo sviluppo dell'infiammazione è solitamente associato a lesioni della mucosa, i germi possono essere provati meccanicamente. Per fare questo, è sufficiente aumentare la frequenza della minzione o creare condizioni insopportabili per aumentare l'acidità delle urine. Questo può essere fatto senza farmaci, usando medicine naturali:

  1. In primo luogo, il cibo "fastidioso" - cibi piccanti, affumicati e in scatola dovrebbero essere eliminati dalla dieta quotidiana. La maggior parte di questi "irritanti" vengono poi espulsi attraverso i reni, il che porta a un leggero danno alla mucosa delle vie urinarie. Creando un'urina neutra, è possibile migliorare le sue proprietà protettive.
  2. In secondo luogo, al fine di eliminare l'infiammazione più rapidamente, si consiglia di aumentare il regime di assunzione di bevande - almeno due litri di liquidi dovrebbero essere consumati al giorno. Ed è necessario abbandonare l'acqua minerale (ha una reazione alcalina), sostituendolo con succhi acidi e bevande alla frutta. Lo stesso vale per le bevande zuccherate: l'aumento di zucchero nelle urine favorisce la crescita di germi.
  3. In terzo luogo, è indispensabile bere infusi e decotti medicinali da piante che hanno un effetto diuretico e anti-infiammatorio. Dalle erbe disponibili possono essere chiamati fiori di camomilla, foglie di betulla, mirtilli e uva ursina. I mirtilli rossi e i mirtilli rossi hanno un buon effetto diuretico e migliorano anche il lavoro di immunità - possono essere bevuti sotto forma di decotti o bevande alla frutta da bacche fresche.
  4. L'ultima risorsa è il calore locale - con cistite e uretrite sull'addome inferiore, con pielonefrite - nella parte bassa della schiena. Inoltre, si sconsiglia di usare le bottiglie di acqua calda: è meglio coprire la pelle con uno spesso panno di lana (ad esempio una sciarpa). Ciò consente di migliorare la circolazione del sangue nella zona pelvica di una donna, che accelera l'escrezione dei microbi.

Per rendere più facile alle donne curare la malattia, sono stati creati rimedi erboristici pronti - spese mediche contenenti estratti di diverse erbe diuretiche e anti-infiammatorie.

Motivi per l'appuntamento

Se i metodi "naturali" non possono curare le malattie urologiche, allora la prescrizione di antibiotici diventa l'unica via d'uscita. Ci sono anche altri fattori nel determinare quale medico raccomanderà immediatamente l'avvio di antibiotici. Questi includono i dati dall'esame esterno di una donna, così come i risultati dei test del sangue e delle urine:

  • È necessario bere agenti antibatterici, se c'è una temperatura e una febbre. La loro presenza complica persino il corso dell'uretra secca, poiché vi è il rischio di progressione dell'infezione. La febbre indica che le tossine dei batteri nel sangue - così il sistema immunitario inizia a reagire in modo violento.
  • Un'indicazione simile è il cambiamento nelle analisi del sangue quando compaiono cambiamenti infiammatori. Anche in assenza di sintomi gravi, si consiglia di prendere antibiotici, dal momento che una tale clinica può nascondere un grave danno renale.
  • Se la manifestazione è attendibilmente una esacerbazione di un processo cronico - cistite o pielonefrite. La nomina di antibiotici non è sempre possibile per curare completamente la malattia, dopo di che sono necessari molti anni di cicli ripetuti di farmaci.
  • Inoltre, gli antibiotici dovrebbero essere bevuti se una donna ha altre malattie croniche (in particolare il diabete). L'infiammazione urologica durante la gravidanza serve anche come indicazione indiscutibile per prescrivere antibiotici. In questi casi è indicato il loro primo appuntamento, poiché il rischio di complicanze aumenta più volte.

Dopo aver evidenziato le indicazioni, il medico seleziona l'agente antibatterico ottimale, dopo di che viene determinata la dose e la frequenza di assunzione, a seconda della gravità dell'infiammazione.

Caratteristiche dei farmaci di base

Sebbene tutti i farmaci antibatterici abbiano effetti collaterali, ogni gruppo ha i suoi vantaggi. Gli antibiotici urologici sono i più sicuri, dal momento che i reni sono molto sensibili agli effetti di componenti tossici. Pertanto, per il trattamento dell'infiammazione delle vie urinarie con farmaci che si distinguono invariati. Questi includono i seguenti gruppi di farmaci antibatterici:

  • Le penicilline spesso causano reazioni avverse sotto forma di allergie, ma sono più attive contro i patogeni della pelle. Poiché la resistenza agli stafilococchi si è sviluppata nei mezzi standard, è stata sviluppata una variante protetta - amoxiclav. Questo gruppo è approvato per l'uso in donne in gravidanza, il che indica la sua elevata sicurezza.
  • Le cefalosporine sono abbastanza "innocue" e hanno anche un ampio spettro di attività, tra cui E. coli e stafilococco. I farmaci sono disponibili sotto forma di compresse e sotto forma di una soluzione per iniezioni. C'è anche una speciale droga "urologica" - cefuroxime.
  • Attualmente, il gruppo principale di antibiotici per il trattamento della cistite e della pielonefrite è diventato fluorochinoloni. Sono completamente sintetici, il che causa la lenta formazione di resistenza a loro nei microbi. È anche l'unico gruppo in cui il principio attivo viene escreto in grandi quantità attraverso i reni, fino al 70%.
  • Nitrofurani e co-trimoxazolo (Biseptol), che alcuni decenni fa fungevano da base per il trattamento delle malattie urologiche, servono come mezzi ausiliari. Ora sono ampiamente diffuse resistenze, che sono associate all'autotrattamento incontrollato. Ma possono essere usati come profilassi: i nitrofurani alterano le proprietà delle urine, rendendo difficile la moltiplicazione dei germi sulle mucose.

La scelta del farmaco è completamente basata sulla conoscenza e sull'esperienza clinica del medico, ma in nessun caso non deve essere guidata dal costo del medicinale.

Trattamento antibiotico

La struttura e il funzionamento del sistema genito-urinario non consentono l'uso di droghe tradizionali, che è associato alle peculiarità del loro scambio. La maggior parte dei farmaci passa attraverso il fegato, dopo di che subiscono la trasformazione e vengono distrutti. I loro "frammenti" non sono più attivi contro i batteri, il che rende questo trattamento inutile per i reni e la vescica. E le loro membrane mucose non sono così intensamente penetrate dai vasi che non permette al farmaco di penetrare attraverso il flusso sanguigno.

Pertanto, c'è solo una via d'uscita - usare i mezzi che saranno espulsi in grandi quantità con l'urina di una donna. Quando in essa viene creata una concentrazione sufficiente, i microbi verranno rapidamente distrutti. L'elenco di questi fondi è ora limitato, che è causato da un aumento della resistenza dei microbi a determinati farmaci antibatterici.

Gli agenti causali dell'infezione sono comunemente noti (E. coli), il che preclude l'uso di antibiotici ad ampio spettro. Sono utilizzati solo in casi eccezionali come mezzo di riserva - quando i preparati standard non portano l'effetto desiderato. Durante il trattamento a casa, si consiglia di bere un antibiotico sotto forma di compresse: è meglio eseguire le iniezioni in condizioni di sterilità (sala di trattamento ospedaliera).

uretrite

L'infiammazione dell'uretra è la forma più semplice di infiammazione urologica. La malattia è accompagnata da intenso prurito e bruciore, aggravata dalla minzione. Ma non c'è ancora nessun danno alla vescica, quindi può essere curato rapidamente. Di solito utilizzare un breve ciclo di antibiotici, combinato con metodi tradizionali:

  • Di solito usano un forte antibatterico nella dose massima che è necessario bere una volta. Ciò consente di creare una maggiore concentrazione di farmaci nelle urine, rimuovendo i microbi dalla membrana mucosa.
  • Nelle donne, la fosfomicina o il cotrimossazolo (Biseptolo) sono comunemente usati, poiché hanno un ampio spettro di azione. Ciò è dovuto alla varietà delle cause di uretrite, tra cui gli agenti causali delle malattie a trasmissione sessuale.
  • Dopo il più breve corso possibile di antibiotici, vengono prescritte cariche diuretiche e antinfiammatorie per rimuovere i rimanenti microbi dall'uretra. Canephron molto conveniente, prodotto in piccole capsule e contenente estratti vegetali.
  • Al momento del trattamento e un mese dopo, i rapporti sessuali dovrebbero essere abbandonati, poiché può verificarsi la reintroduzione dell'agente patogeno nell'uretra. In futuro, dopo il sesso si consiglia di andare immediatamente in bagno e urinare, che è una misura comprovata di prevenzione dell'uretra.

In isolamento, l'uretrite si presenta solitamente con la gonorrea o la clamidia, per le quali si consiglia alla donna di consultare un venereologo e di fare delle sbavature.

Cistite acuta

La transizione dell'infiammazione alla mucosa della vescica è accompagnata da dolore nell'addome inferiore, febbre e minzione frequente. Pertanto, sospettare che questa malattia non sia un problema per il medico. Gli antibiotici per la cistite vengono assegnati secondo lo stesso principio:

  • Poiché i normali abitanti della pelle e dell'intestino di una donna svolgono un ruolo importante nello sviluppo della cistite, il gruppo di antibiotici prescritti sta cambiando.
  • I fondi vengono assegnati per un breve periodo (fino a 3 giorni) e in "metà". Ciò è dovuto alla funzione di accumulo della vescica: entro poche ore viene raggiunta la necessaria concentrazione nelle urine.
  • Si usano penicilline (amoxicillina), cefalosporine (cefuroxime) o fluorochinoloni (ciprofloxacina). Hanno una buona attività contro E. coli e stafilococco, che consente di curare rapidamente l'infiammazione.
  • In rari casi, è possibile utilizzare fosfomicina una volta, quando non è possibile tenere un corso di tre giorni.
  • Si consiglia la nomina di antibiotici in combinazione con la "pulizia meccanica" della vescica al giorno per bere almeno 2 litri di liquido acidificato (decotti, succhi, bevande alla frutta).

Gli antibiotici per la cistite negli uomini sono usati allo stesso modo, ma sono nominati per un periodo più lungo - fino a 7 giorni. Questa malattia si riscontra raramente negli uomini - quando viene rilevato, deve essere condotto un esame approfondito per determinare le cause (di solito le infezioni veneree).

Cistite cronica

Se gli antibiotici non vengono assunti correttamente, o non vengono prese affatto misure di trattamento, può svilupparsi una forma cronica di infiammazione. Allo stesso tempo, i microbi "permanentemente" si depositano sulla membrana mucosa della vescica, moltiplicandosi in misura limitata sulla sua superficie. Mentre l'immunità è forte, le sue cellule inibiscono l'intensa divisione dei batteri. Ma al suo indebolimento l'aggravamento si sviluppa - su clinica ricorda alla forma affilata. Pertanto, gli antibiotici in questo caso devono essere assunti per un lungo periodo e ad un dosaggio più elevato:

  • Se l'aggravamento si sviluppa subito dopo il prossimo ciclo di antibiotici, allora dovresti cambiare immediatamente il gruppo di farmaci.
  • Viene data preferenza a "nuovi" farmaci che non vengono utilizzati in una vasta pratica. I gruppi di agenti antibatterici sono uguali: cefalosporine (cefixime), penicilline (la variante protetta è usata - amoxiclav), fluorochinoloni (moxifloxacina, levofloxacina).
  • Se non possono curare la cistite, utilizzare i fondi di riserva - tetraciclina, levomicetina.
  • I preparati devono essere bevuti in un dosaggio standard e per una durata non inferiore a dieci giorni. Corso settimanale di solito usato, che viene combinato con l'uso di farmaci che stimolano il sistema immunitario.
  • Almeno due volte all'anno - dopo il trattamento principale - saranno richiesti corsi preventivi di antibiotici. Possono essere bevuti continuamente in dosi minime per un mese, o in un dosaggio standard - per una settimana. Per fare questo, usare nitrofurani (furagina, furadonina) o biseptolo.

I mezzi per la prevenzione non dovrebbero essere usati durante un'esacerbazione - la loro efficacia non è sufficiente per eliminare l'infiammazione attiva.

Pyelonephritis affilato

In questa forma di infezione urologica, le donne vengono solitamente inviate all'ospedale, che è associato ad un alto rischio di complicanze con un trattamento improprio. La malattia è accompagnata da grave febbre e intossicazione, che anche prima dell'esame ti costringe a consultare un medico. Dopo aver confermato la diagnosi, la terapia antibiotica viene immediatamente avviata:

  • Poiché l'urina non ristagna normalmente nella pelvi renale, è necessario utilizzare farmaci a dosi massime.
  • Gruppi di farmaci simili sono usati - penicilline protette (amoxiclav), cefalosporine (ceftibuten), fluorochinoloni (ciprofloxacina).
  • Con la loro inefficacia, la malattia può essere curata solo con farmaci di riserva degli stessi gruppi (cefixima, lomefloxacina). L'uso di altri antibiotici non è sempre giustificato e sicuro.
  • L'introduzione è effettuata con l'aiuto di iniezioni - intramuscolari o endovenose. Pertanto, viene creata la massima concentrazione del farmaco nel sangue, che consente di evitare la conversione del farmaco nel fegato.
  • Il corso è nominato per un periodo non inferiore a 10 giorni, che consente di distruggere tutti i batteri e prevenire lo sviluppo della loro resistenza.

Nonostante una buona diagnosi e trattamento, il problema dello sviluppo di forme croniche rimane pertinente - questo è facilitato dall'auto-trattamento ampiamente utilizzato.

Pielonefrite cronica

Questa forma è sempre il punto finale di un processo acuto che è stato tentato in modo insufficiente o errato. Può procedere senza una clinica luminosa, comparendo casualmente durante un esame preventivo. Ma per trattare questa malattia è vitale - gradualmente porta allo sviluppo dell'insufficienza renale. Per la distruzione dei microbi usano tutti gli stessi antibiotici:

  • La situazione è complicata dal fatto che tali pazienti hanno già una solida "esperienza" nell'assunzione di farmaci antibatterici. Pertanto, è necessario iniziare immediatamente il trattamento con i farmaci dalla lista di backup.
  • Completamente curare la malattia è possibile solo dopo alcuni corsi, che è associato con la resistenza dei microbi.
  • Abbandonano lo schema tradizionale del trattamento principale e profilattico, che viene attivamente utilizzato per la cistite. L'assunzione di antibiotici può essere ritardata fino a un anno o più.
  • Viene utilizzata una combinazione di due mezzi: dalla lista principale e aggiuntiva.
  • Per prima cosa è necessario bere il principale farmaco (penicilline, cefalosporine o fluorochinoloni) e quindi assumere un extra per due settimane.

Le donne con infiammazione cronica dei reni vengono osservate per molto tempo dal medico, sottoposti a esami periodici fino a quando i risultati del test diventano positivi.

Farmaci per il trattamento della cistite e della pielonefrite

Le malattie infettive del sistema urogenitale hanno molti sintomi simili. Pyelonephritis e cistite, come le malattie più frequenti trovate in questa area, possono essere difficili affinchè un paziente li distingua. Poiché sono provocati dallo stesso agente patogeno, i sintomi della malattia sono quasi gli stessi. Ma si dovrebbe anche conoscere le caratteristiche distintive di ciascuno di essi al fine di determinare il trattamento il più presto possibile e far fronte alla malattia.

Informazioni generali sulle malattie

La pielonefrite è un'infezione renale con organismi batterici patologici. Provoca lo sviluppo della malattia E. coli. Si sviluppa ascendente dai genitali o dall'intestino. Entra quindi nell'uretra, nella vescica, nelle vie urinarie e, infine, nei reni. Se una persona è in buona salute, un'infezione che è entrata nel sistema urogenitale viene espulsa insieme all'urina dal corpo. Quando qualcosa ostacola il deflusso delle urine - uno sviluppo anormale degli organi, la presenza di calcoli, una prostata ingrossata - l'infezione viene attivata. Inoltre, il metodo di infezione è il flusso di sangue da un organo infetto.

Quando la gravidanza aumenta il rischio di pielonefrite.

A rischio sono i pazienti:

  • con compromissione della funzione urinaria;
  • durante la gravidanza;
  • soffre di diabete;
  • con promiscuità e senza adeguata protezione;
  • con problemi di difesa immunitaria.

La cistite si manifesta come un processo infiammatorio che si sviluppa nella struttura dei tessuti interni della vescica. La patologia è tipica del corpo femminile a causa delle caratteristiche della fisiologia, gli uomini si ammalano solo nello 0,5% dei casi. Anche la sua origine è contagiosa. Gli organismi patologici entrano nella vescica attraverso l'uretra dall'intestino.

Il gruppo a rischio è composto da persone:

  • con problemi di circolazione del sangue attraverso la struttura della vescica e degli organi pelvici;
  • che hanno frequenti stitichezza;
  • preferendo vestiti attillati e biancheria intima;
  • con una difesa immunitaria ridotta;
  • durante la menopausa;
  • con il diabete.
Torna al sommario

Sintomi simili

I pazienti possono confondere manifestazioni di cistite e pielonefrite, dal momento che sono molto simili. I sintomi che corrispondono sono:

  • Una persona è tentata di alleviare un po 'più spesso del solito.
  • Dolore osservato nella regione lombare.
  • Sensazioni spiacevoli nell'area genitale.
  • L'orinazione si verifica con sensazioni dolorose.
  • Nelle urine vengono determinati microrganismi patologici e leucociti.
Torna al sommario

Segni distintivi di cistite e pielonefrite

L'apparente differenza tra cistite e pielonefrite è la diversa localizzazione della sindrome del dolore. Quando la pelvi renale si infiamma, si avverte dolore nell'addome inferiore. Se l'infezione si è diffusa alla vescica, la persona avverte un dolore tirante nella parte bassa della schiena. Lo sviluppo della pielonefrite è caratterizzato da febbre e nausea, brividi e mancanza di forza. Quando i sintomi simili alla cistite sono assenti. Le differenze saranno evidenti nell'analisi delle urine, poiché l'infiammazione nei reni porta a cambiamenti nella sua composizione. In caso di cistite, il paziente osserva una piccola quantità di liquido escreto durante l'atto della minzione, questo non è tipico della pielonefrite. Inoltre, le particelle proteiche sono rilevate nelle urine, ma se una persona è malata di pielonefrite, il loro numero sarà molto più che con la cistite.

La pielonefrite differisce dalla cistite in quanto può trasformarsi in cronica. L'infiammazione cronica nei reni si verifica se la pielonefrite non viene trattata secondo le raccomandazioni del medico o, dopo aver affrontato le manifestazioni acute, non prosegue la terapia. Nel caso di una malattia cronica, i patogeni rimarranno nella cavità renale. Il decorso cronico della malattia si manifesta con un dolore sordo nella regione lombare. Inoltre, la possibile esacerbazione della pielonefrite cronica e dei sintomi diventerà molto più pronunciata.

Trattamento con antibiotici e altri farmaci

Un farmaco specifico viene prescritto dopo che il paziente è stato sottoposto a una serie di procedure diagnostiche. Inoltre, gli antibiotici per la pielonefrite e la cistite vengono selezionati in base alle reazioni individuali del corpo ai farmaci, al peso e all'età del paziente. Poiché l'agente causale della malattia è lo stesso, le medicine vengono spesso utilizzate allo stesso modo. Il regime generale di compresse nel trattamento è il seguente: 2 settimane (con una forma stabile - 6), il paziente assume il medicinale secondo lo schema strettamente descritto dal medico. In combinazione con loro, vengono usati farmaci che curano l'infiammazione, anestetizzano e alleviano gli spasmi. Un mese e mezzo dopo il trattamento, viene eseguita un'analisi delle urine ripetuta per scoprire l'efficacia con cui viene trattato il farmaco del paziente. Dopo gli antibiotici, è necessario ripristinare la microflora intestinale. I pazienti hanno prescritto compresse contenenti lattobacilli.

Linee guida per la prevenzione delle malattie

Le misure preventive sono abbastanza semplici e saranno utili sia per evitare cistite e pielonefrite. In primo luogo, è necessario celebrare più spesso un piccolo bisogno. Ciò impedirà lo sviluppo di batteri patogeni nella vescica. In secondo luogo, mantenere quotidianamente il bilancio idrico del corpo. Il liquido non permetterà all'urina di ristagnare. In terzo luogo, è importante assicurarsi di non raffreddare troppo quando il raffreddore innesca processi patologici nei reni.

Antibiotici per pielonefrite e cistite

Antibiotici per cistite e pielonefrite: come determinare efficace e affidabile

Per eliminare completamente i batteri che causano l'infiammazione negli organi urinari di uomini e donne, non fare a meno di agenti antibatterici.

Gli antibiotici per la pielonefrite e la cistite sono la base della terapia, che può essere completata con altri mezzi che agiscono come trattamento ausiliario.

Perché è così difficile da gestire senza antibiotici e quali tipi di questi possono essere una salvezza per il paziente?

Perché abbiamo bisogno di antibiotici?

Pyelonephritis e cistite sono malattie che sono state a lungo conosciute all'umanità. Può essere causato da diversi tipi di organismi: virus, batteri o funghi. Nella stragrande maggioranza dei casi, l'agente causale della malattia è precisamente bacillo batterico, e quindi è molto probabile che possiamo parlare di cistite batterica.

Un'infezione fungina può anche causare lo sviluppo di infiammazione, ma di solito si verifica in uno sfondo di ridotta immunità. Infine, la penetrazione dei virus negli organi della minzione è possibile solo durante il contatto sessuale non protetto da un partner che è egli stesso portatore dell'infezione.

In questo caso, il più delle volte parliamo di una malattia trasmessa sessualmente e della cistite - solo la sua complicazione o conseguenza.

Quali antibiotici sono presi per la cistite e la pielonefrite

Elencare tutti i tipi di agenti antibatterici è un compito piuttosto lungo e noioso. Molto spesso, i medici sono respinti da un gruppo di antibiotici che sono raccomandati per l'uso da parte del paziente in questa situazione. La lista qui è la seguente:

  • fluoroquinol;
  • cefalosporine;
  • agenti penicillinici;
  • macrolidi;
  • nitrofurani;
  • acido fosfonico.

È altamente desiderabile, prima di prescrivere un agente antibatterico, analizzare la sensibilità dei batteri che hanno causato l'infiammazione a ciascun gruppo di farmaci. Ciò consentirà al paziente di risparmiare denaro, tempo e salute, perché la scelta dell'urologo "a caso" non è sempre corretta.

Se il medico non offre un'analisi, puoi insistere su una diagnosi così preliminare o cambiare il medico con un urologo più qualificato.

Questi sono agenti antibatterici molto potenti che sono molto spesso usati per trattare la cistite e la pielonefrite. Tra i nomi più famosi di questo gruppo possiamo ricordare Ciprofloxacina e Nolitsin.

La nolitsina aiuterà quando l'infiammazione è passata nella fase cronica e il paziente ha già sperimentato molti farmaci. Gli svantaggi degli agenti antibatterici di questo gruppo includono una lista impressionante di possibili effetti collaterali, e quindi il medico deve essere sicuro che il paziente non abbia controindicazioni e malattie associate gravi.

cefalosporine

Non vengono utilizzati i preparati della prima generazione di questo gruppo per il trattamento delle infiammazioni urologiche. In questo gruppo ci sono diversi tipi di farmaci, ognuno dei quali si distingue per la sua attività contro un particolare agente patogeno:

  1. Gentamicina. Quando viene applicata, la cellula patogena non può funzionare, tutti i suoi processi sono disturbati e inibiti, e alla fine il batterio muore. Gli effetti collaterali includono un forte rilassamento dei muscoli intestinali, che porta alla diarrea. Per prevenire la disidratazione, il paziente deve aumentare significativamente l'assunzione di acqua al momento della terapia.
  2. Ceftriaxone. È un farmaco molto popolare e nella maggior parte degli ospedali per scopi urologici è usato come trattamento principale. È un potente antibiotico che tratta l'infiammazione anche in uno stadio avanzato. Ha anche molti effetti collaterali. Il più delle volte, ceftriaxone viene utilizzato sotto forma di contagocce e iniezioni e non in forma di compresse.
  3. Cefotaxime. È efficace contro Pseudomonas aeruginosa e enterococchi. Di solito prescritto dopo antibiotici penicillina, che non ha causato il paziente a migliorare il benessere. Il farmaco è disponibile per la somministrazione endovenosa e pertanto è solitamente prescritto solo in ospedale. Durante la terapia, è necessario monitorare lo stato di salute, perché vi è un'alta probabilità di effetti collaterali, la peggiore delle quali è l'infiammazione dei tessuti molli dell'intestino.
  4. Cefuroxime. Efficace contro gli enterococchi e gli stafilococchi, cioè i principali tipi di batteri nella cistite. La forma di rilascio - in targhe e polvere, da cui preparano IV. Spesso incluso nella lista degli appuntamenti per l'infiammazione cronica. La tollerabilità del paziente è media.

Prodotti di penicillina

Il gruppo di farmaci più semplice e antico. Tutti gli antibiotici di questa serie sono stati studiati in lungo e in largo, il che rende molto probabile la prevenzione degli effetti collaterali in un particolare paziente.

A proposito, questi antibiotici sono i meno tossici. Tra gli effetti spiacevoli, si può ricordare solo la disbatteriosi, che viene eliminata con l'uso dei mezzi per ripristinare la microflora intestinale e cambiare la dieta.

In alcune persone, i farmaci a base di penicillina causano le più semplici reazioni allergiche - eruzioni cutanee e orticaria, che danno ragione di sostituire il medicinale.

Non applicare se l'infiammazione è causata da funghi o virus per i quali la penicillina è impotente. Tra le specie di questo gruppo, possiamo ricordare:

  1. Augmentin. L'azienda britannica ha combinato acido clavulanico e amoxicillina in questa preparazione. Il primo componente, l'acido clavulanico, impedisce ai batteri di abbattere l'antibiotico, cioè rende la forma del farmaco più sostenibile. Le forme di rilascio sono varie: compresse, polveri per dissoluzione e soluzione per somministrazione endovenosa.
  2. Amoxiclav. La composizione di questo farmaco è quasi identica alla precedente. In questo caso, il produttore è un'azienda austriaca. Ha aumentato il numero di forme di rilascio del farmaco, aggiungendo a loro e compresse dispersibili, che consente di accelerare l'assorbimento degli ingredienti attivi.

macrolidi

Il più delle volte, il trattamento con farmaci macrolidi viene dopo cefalosporine e penicilline. Quando un paziente con cistite viene diagnosticato con la clamidia, gli antibiotici macrolidi sono ideali per la terapia, dal momento che gli ingredienti attivi funzionano perfettamente con questi batteri.

I nomi più famosi qui sono i seguenti:

  1. Azithromycin (Summamed). Uno dei migliori antibiotici che agiscono nell'area urogenitale. È usato esclusivamente per via orale - in compresse o soluzione, perché la somministrazione intramuscolare è pericolosa per la salute.
  2. Roxithromycin. il componente attivo penetra rapidamente nella cellula patogena e lo uccide.

Vietato per l'uso nel primo trimestre di gravidanza

nitrofurani

Dal nome è chiaro che l'ambito di applicazione di questo gruppo antibatterico è il sistema genito-urinario. Questi antibiotici sono potenti, agiscono efficacemente contro la maggior parte dei batteri, ma il loro uso spesso causa effetti collaterali.

Inoltre, i pazienti con gravi disturbi del fegato e dei reni non possono essere loro prescritti. Sul lato positivo, il fatto che questi farmaci antibatterici, oltre a sbarazzarsi di batteri, contribuiscono anche al ripristino delle cellule del sistema genito-urinario.

I farmaci più famosi di questo gruppo sono i seguenti:

  1. Furazolidone. Uno dei primi farmaci di questo gruppo, oggi non è considerato molto efficace, perché non è in grado di creare la necessaria concentrazione del principio attivo nelle urine.
  2. Furazidin. C'è un'alta efficacia del farmaco nel trattamento della cistite causata da E. coli. È ben tollerato dai pazienti, se non hanno controindicazioni alla sua ricezione.

Acido fosfonico

In questo caso stiamo parlando di un singolo farmaco antibatterico, che è un derivato dell'acido fosfonico, - Monurale.

I medici monurali prescrivono la cistite acuta, anche senza test, perché allevia rapidamente il dolore e previene l'ulteriore diffusione di batteri. Le proprietà positive di Monural possono essere attribuite alla possibilità del suo uso da parte delle donne incinte.

Le controindicazioni comprendono solo l'allattamento al seno, i bambini sotto i 5 anni di età e grave compromissione del funzionamento dei reni.

Trattamento antibiotico per pielonefrite e cistite

  • Caratteristiche di ciascuna patologia
  • Segni simili e distintivi di malattia
  • Caratteristiche degli antibiotici
  • Dosaggio della droga
  • Controindicazioni
  • Possibili effetti collaterali
  • Efficaci antibiotici per l'infiammazione del sistema genito-urinario

Gli antibiotici per la pielonefrite e la cistite sono componenti indispensabili per il successo del trattamento di queste malattie dei reni e del sistema urogenitale.

Questi disturbi sono abbastanza diffusi e, secondo le statistiche, le donne sono più sensibili a loro.

Tali processi infiammatori del sistema urogenitale sono piuttosto pericolosi e in assenza di una terapia tempestiva e competente, possono causare numerose complicazioni sotto forma di cambiamenti irreversibili negli organi interni e lo sviluppo di varie patologie.

Le immagini e i sintomi clinici di queste malattie sono abbastanza simili, quindi sono spesso confusi l'uno con l'altro. Come distinguere tra cistite, pielonefrite?

Caratteristiche di ciascuna patologia

La cistite è una lesione infiammatoria della vescica. I sintomi caratteristici di questa malattia sono le seguenti manifestazioni:

  1. Frequente voglia di urinare.
  2. Sensazioni dolorose quando la tensione muscolare nella vescica.
  3. Dolore nell'addome inferiore.

La pielonefrite è una malattia infiammatoria che colpisce il calice e la pelvi renale. I seguenti sintomi sono caratteristici della malattia renale attuale:

  1. Dolore alla colonna lombare.
  2. Sudorazione eccessiva
  3. Aumento significativo della temperatura corporea
  4. Nausea.
  5. Attacchi di vomito.
  6. Stanchezza aumentata
  7. Insonnia.
  8. Indebolimento generale del corpo
  9. Febbre.
  10. Brividi.
  11. Aumento del contenuto proteico nella composizione delle urine.

Antibiotici per pielonefrite e cistite

Cistite e pielonefrite sono malattie infiammatorie del sistema urinario. Quando queste malattie sono caratterizzate da febbre, dolori addominali e disturbi della minzione. Vi sono lesioni del tratto urinario superiore (pielonefrite acuta e cronica) e parti inferiori (cistite e uretrite). Qual è la differenza tra queste malattie?

pielonefrite

La pielonefrite è un'infiammazione delle coppe e della pelvi renale. Si sviluppa come risultato della riproduzione di microrganismi che entrano nei reni in modo ascendente dal tratto urinario inferiore o dalla via ematogena e linfatica di altri organi.

Spesso la malattia contribuisce alla presenza di urolitiasi.

La malattia si manifesta con febbre, dolore lombare e palpazione dei reni, disturbi della minzione - diventa frequente, la necessità di urinare appare di notte.

Per la diagnosi della malattia vengono prescritte analisi e metodi strumentali di ricerca. I test delle urine rivelano sintomi di infiammazione - leucocituria, proteine, batteriuria e, a volte, un piccolo numero di globuli rossi.

Nella pielonefrite cronica e nello sviluppo dell'insufficienza renale, gli esami del sangue mostrano un aumento della creatinina e dell'urea.

Un esame ecografico rivela l'espansione del sistema renale del bacino, sabbia o calcoli renali.

pielite

Il rene fa parte del sistema escretore del corpo umano. Consiste di nefroni e tubuli renali, lungo i quali l'urina scorre nel calice renale. Diverse tazze formano un bacino.

La pelvi renale passa nell'uretere, che a sua volta entra nella vescica. L'infiammazione della pelvi renale è chiamata pielite. La pielite si manifesta con febbre e grave dolore lombare.

Spesso la malattia si verifica nelle donne in gravidanza o come complicanza dopo l'intervento chirurgico sulla prostata negli uomini.

cistite

La cistite è un'infiammazione delle pareti della vescica. La diffusione del patogeno nel tratto urogenitale avviene nello stesso modo della pielonefrite, spesso entrambe le patologie hanno gli stessi patogeni.

Come distinguere la pielonefrite da cistite? I sintomi di queste malattie sono spesso simili. In contrasto con la pielonefrite con cistite, il dolore si trova nel basso addome, sopra il pube, spesso c'è dolore e bruciore durante la minzione.

Anche i sintomi disurici in queste malattie varieranno. Per la cistite è caratterizzata da frequenti false necessità di urinare, uno svuotamento insufficiente della vescica, una piccola quantità di urina. Quando pielonefrite è caratterizzata da minzione notturna frequente e aumento della minzione durante il giorno, mentre la quantità di urina rimane generalmente uguale o addirittura aumenta.

I test delle urine non rivelano alcuna differenza - rivelano segni simili di infiammazione. La diagnosi è confermata dall'ecografia, che rivela un ispessimento delle pareti della vescica e altri segni di cistite.

uretrite

L'uretra (uretra) viene utilizzata per rilasciare l'urina dalla vescica all'ambiente. Quando si verifica un'infiammazione, si verifica l'uretrite. Spesso l'uretrite si manifesta con minzione compromessa. C'è una sensazione di bruciore, pungente e dolore durante la minzione. All'esame, è possibile vedere l'arrossamento dell'uretra, il suo gonfiore. L'urina diventa torbida.

L'uretrite si verifica spesso durante la trasmissione sessuale dell'infezione. I patogeni frequenti sono gonococchi, clamidia, trichomonas. Con un trattamento inadeguato, l'uretrite può diventare cronica. In questo caso, i sintomi della malattia regrediscono, un aggravamento appare dopo l'ingestione di cibo piccante o ipotermia.

L'uretrite deve essere differenziata dalla prostatite negli uomini, che ha sintomi simili. Con la prostatite, un esame rivelerà un ingrandimento della ghiandola prostatica e la sua infiammazione.

dieta

Il cibo è prescritto con la restrizione di cibi piccanti e fritti, in modo da non irritare la mucosa del tratto urinario infiammato. Limitare l'assunzione di spezie, spezie piccanti, prodotti affumicati, zuppe forti e brodi, alcool. Buon effetto sulla latteria microflora e sulla dieta del latte fermentato.

È necessario utilizzare una grande quantità di liquido per alleviare l'intossicazione e ripristinare la funzionalità del tratto urinario. Zucca e zucchine con rene ben pulite, succo di limone e cetriolo, succo di bacche di mirtilli, ribes, mirtilli. L'anguria e il melone hanno un effetto diuretico.

La dieta aiuta a purificare il corpo dalle tossine, a ridurre l'infiammazione, a ripristinare la mucosa del sistema escretore.

In caso di pielonefrite, che si verifica senza ipertensione arteriosa, si raccomanda pasti regolari con un pieno contenuto di sostanze. Sono consentite le varietà di pesce e di grassi magri di carne bollita, latticini, frutta e verdura. Si consiglia di bere molti liquidi: bevande a base di frutti di bosco, tè verde, composta. Con l'aumento della pressione sanguigna limitare l'assunzione di sale e liquidi.

Terapia antibatterica

Per il trattamento di malattie degli organi urinari usando farmaci antibatterici. Gli obiettivi principali della terapia antibiotica sono la prevenzione dello sviluppo di complicanze, la prevenzione della transizione del processo acuto in un cronico, rapido sollievo dei sintomi e il ripristino della capacità lavorativa.

Gli antibiotici per la pielonefrite e la cistite sono prescritti a seconda del patogeno identificato. Per chiarire il patogeno, spendere la cultura delle urine sulla flora e la sensibilità agli antibiotici. Gli agenti causali di queste malattie possono essere vari microrganismi.

  • proteas
  • E. coli
  • Enterococcus
  • stafilococco
  • streptococco
  • Pseudomonas aeruginosa
  • enterobatteri
  • Klebsiella
  • funghi
  • virus
  • proteas
  • E. coli
  • Enterococcus
  • stafilococco
  • Pseudomonas aeruginosa
  • Klebsiella
  • pseudomonadi
  • funghi

Trattiamo la pielonefrite

Secondo le ultime raccomandazioni per la pielonefrite non complicata, i farmaci di prima linea sono i fluorochinoloni.

Molto spesso, si consiglia di assumere cefixime a 400 mg al giorno o levofloxacina a 0,5-0,75 1 volta al giorno. I pazienti precedentemente non trattati possono usare ciprofloxacina o norfloxacina.

Farmaci di seconda linea - amoxicillina in combinazione con acido clavulanico. È usato in 625 mg (1 compressa) 3 volte al giorno.

Nella pielonefrite grave, il trattamento viene eseguito in un ospedale con somministrazione parenterale di farmaci. Prescrivere antibiotici dal gruppo di carbapenemi - Meronem, ertapenem. Possono essere usati amikacina e levofloxacina. Nelle donne in gravidanza, si raccomanda di usare cefibuten, cefixime, cefotaxime o ceftriaxone. Per le infezioni fungine, vengono utilizzati fluconazolo e amfotericina.

La terapia antibiotica viene eseguita per 7-14 giorni, a seconda della gravità della malattia.

Trattiamo la cistite

Quando la cistite è necessaria prima di tutto escludere la flora specifica. Quando la malattia è di natura non specifica, vengono prescritti preparati di fluorochinolone, penicilline protette o cefalosporine di terza generazione.

Dei fluorochinoloni, levofloxacina e ciprofloxacina sono più comunemente usati. Tra i preparati di penicillina, si preferisce somministrare amoxicillina in combinazione con acido clavulanico.

Di cefalosporine, la preferenza è data a cefixime e ceftibuten.

Per infezioni specifiche, sono preferiti i macrolidi, il metronidazolo, le tetracicline e i fluorochinoloni. Quando rilevato nell'analisi della clamidia utilizzato antibiotici del gruppo macrolidico. I trichomonas sono più spesso sensibili al metronidazolo. L'ureaplasma viene trattato con macrolidi, tetracicline o fluorochinoloni.

Il trattamento antibiotico per la cistite viene effettuato in cicli brevi di 3-5 giorni. Le eccezioni sono le donne in gravidanza, i pazienti con diabete mellito concomitante, i pazienti di età superiore a 65 anni, la natura specifica della malattia, la forma cronica di infezione. In questi pazienti, il trattamento dura solitamente 7-10 giorni.

Nel trattamento delle donne in gravidanza, è meglio usare cefalosporine o ampicillina in combinazione con acido clavulanico. L'uso di fluorochinolone è controindicato. Per il trattamento della clamidia in donne in gravidanza, i macrolidi possono essere prescritti, nel secondo trimestre - azitromicina.

Dopo aver completato il ciclo di terapia antibatterica, i preparati a base di erbe con proprietà anti-infiammatorie continuano a essere utilizzati per lungo tempo.

Medicina di erbe

Per le infezioni urinarie si usano erbe che hanno un effetto diuretico e antibatterico (urosettico). Le erbe contribuiscono anche alla normalizzazione della microflora dopo l'azione distruttiva degli antibiotici.

  1. Erbe che hanno un effetto diuretico: seta di mais, uva ursina, ribes nero, equiseto, ginepro, semi di lino, rosa selvatica.

  • Erbe che alleviano l'infiammazione e hanno proprietà antibatteriche: uva ursina, avena, achillea, radice di prezzemolo, fiordaliso, calendula, seta di mais, poligono.
  • Per il trattamento dell'infezione si usa spesso il tè renale, che include l'ortosifone. Stamino orthosiphon è un'erba che cresce nel sud-est asiatico, nel Caucaso e in Australia. Ha un effetto diuretico e risparmiatore di potassio, è un buon antispasmodico. Possono essere utilizzati anche altri costi urologici, Brusniver, Canephron, ecc. Molte erbe si trovano nelle ricette della medicina tradizionale.

    prospettiva

    Con una diagnosi tempestiva e un trattamento completo, la prognosi è favorevole. In caso di terapia inadeguata, è possibile una transizione verso una forma cronica o lo sviluppo di complicanze - un ascesso, urosepsi, lo sviluppo di insufficienza renale.

    Antibiotici per pielonefrite

    La pielonefrite è pericolosa perché è spesso asintomatica, senza compromettere il benessere del paziente.

    Di conseguenza, molti pazienti trattano questa malattia con leggerezza. Ecco perché la pielonefrite è la più comune di tutte le malattie infiammatorie delle vie urinarie.

    Antibiotici in caso di nefrite

    Cause di pielonefrite

    La malattia può infettare una persona di qualsiasi età, anche se soffre soprattutto:

    • bambini piccoli - a causa delle caratteristiche anatomiche del loro sviluppo;
    • le donne di età compresa tra 18 e 30 anni: hanno la comparsa di pielonefrite è direttamente correlata alla comparsa di attività sessuale, parto o gravidanza;
    • uomini in pensione a causa della loro propensione a sviluppare l'adenoma prostatico.

    Inoltre, lo sviluppo della malattia è promosso dai seguenti fattori: ridotta immunità, elevati livelli di zucchero nel sangue, malattie infiammatorie croniche e frequente ipotermia.

    Segni di Pyelonephritis

    La forma acuta della malattia inizia spesso in modo imprevisto. L'urina aumenta il contenuto di proteine, globuli rossi e pus. I principali sintomi di questa malattia sono:

    • alta temperatura (fino a 40 ° C);
    • sudorazione intensa;
    • vomito e nausea;
    • dolore nella parte bassa della schiena.

    Nella pielonefrite bilaterale acuta si riscontrano spesso sintomi di insufficienza renale. La malattia può anche essere complicata dallo sviluppo di paranfrite e dalla formazione di ulcere nei reni.

    Pyelonephritis cronico qualche volta si alza da forma affilata prima trasferita, che non è guarita fino alla fine. La malattia si nota solitamente quando si esamina l'urina o quando si misura la pressione sanguigna.

    I segni della pielonefrite cronica non sono così pronunciati come nelle forme complesse. Il più comune di questi sintomi sono:

    • sensazione di debolezza e mal di testa;
    • diminuzione o mancanza di appetito;
    • minzione frequente;
    • pelle pallida e secca.

    Come curare la pielonefrite

    Secondo i test delle urine, i medici determinano la presenza di batteri intestinali nel corpo, e si scopre anche che i livelli di proteine ​​e leucociti nel sangue sono aumentati.

    La diagnosi aiuta a identificare l'infiammazione purulenta acuta precedentemente trasferita e la presenza di malattie croniche. Le immagini a raggi X dei medici prestano particolare attenzione all'esame dei reni e delle loro dimensioni.

    1. Nella forma primaria acuta, un trattamento conservativo viene selezionato quando il paziente viene ricoverato in ospedale. Gli antibiotici per la pielonefrite sono considerati il ​​modo migliore per trattare le infezioni e le infiammazioni, ma non è possibile in ogni caso scegliere quali antibiotici siano meglio con questa malattia.
    2. In caso di una malattia secondaria, inizia il trattamento, cercando di rimuovere l'urina dal rene il più rapidamente possibile. Gli antibiotici per la pielonefrite e la cistite vengono prescritti tenendo conto della sensibilità della microflora dell'urina ai farmaci battericidi.

    Sulla base dei test, i medici scelgono individualmente farmaci antibatterici per i pazienti con una vasta gamma di effetti sul corpo.

    Quale antibiotico è meglio per la pielonefrite?

    Il trattamento della pielonefrite con antibiotici dovrebbe avvenire sotto la costante supervisione dei medici. Spesso i medici optano per antibiotici selezionati empiricamente, come per la pielonefrite e la cistite, il primo trattamento con farmaci comuni dà un buon risultato.

    Sulla base di test eseguiti in laboratorio, i medici determineranno con maggiore precisione il tipo di antibiotici per la pielonefrite e la cistite dovrà essere scaricata nel paziente.

    • I principali tipi di antibiotici per questa malattia - Amoxicillina e penicillina - antibiotici del gruppo aminopenicillina, che, grazie alla loro eccellente tollerabilità, sono utilizzati con successo per trattare la pielonefrite, anche nelle donne in gravidanza.
    • Preparati di cefalosporine - Cefalexina, Cefaclor (iniezioni intramuscolari di ampia esposizione). Tali farmaci hanno una bassa tossicità. Effetti collaterali con la loro corretta applicazione - una rarità. La possibilità di un ciclo di trattamento continuo di 2 settimane è il principale vantaggio delle cefalosporine.
    • Antibiotici aminoglicosidici - Amikacina, gentamicina. A causa della loro elevata nefrotossicità, che danneggia l'udito, non sono prescritti alle persone in età avanzata. Questo è un potente agente antimicrobico ed è usato in forme complicate della malattia. L'intervallo tra l'assunzione di amikacina deve essere superiore a un anno.
    • Fluoroquinoloni - Levoflonsacin, Ofloxacin. Nominato sotto forma di iniezioni nelle forme acute della malattia. È possibile applicare fino a due volte al giorno, che accelera il trattamento della pielonefrite. Le donne in gravidanza e in allattamento per prescrivere farmaci in questo gruppo sono vietate, e i bambini sotto i 16 anni - in rari casi.

    Trattamento speciale per pielonefrite

    Il trattamento della pielonefrite dovrebbe essere complesso, solo allora darà il massimo effetto.

    È consigliabile seguire una dieta e un regime speciale, e quindi la malattia si ritirerà molto più velocemente.

    • Non raffreddare troppo.
    • 30-40 minuti al giorno per dedicare l'ora di pranzo in posizione supina.
    • Svuota la vescica il più spesso possibile.
    • Cerca di essere costantemente caldo.

    In caso di malattia renale cronica, visitare un medico ogni trimestre e sottoporsi a un esame preventivo. Quando compaiono i minimi segni di malattia, reagisci con un appello immediato al medico, e sarai protetto al massimo, e le malattie e i problemi saranno presto dimenticati.

    Clicca per votare:

    Se ti è piaciuto l'articolo, ti preghiamo di comunicarcelo.

    Trattamento antibiotico per pielonefrite e cistite - Trattamento domiciliare

    Gli antibiotici per la pielonefrite e la cistite sono componenti indispensabili per il successo del trattamento di queste malattie dei reni e del sistema urogenitale.

    Queste malattie sono abbastanza diffuse e, secondo le statistiche, le donne sono più inclini a loro.

    Tali processi infiammatori del sistema urogenitale sono piuttosto pericolosi e in assenza di una terapia tempestiva e competente, possono causare numerose complicazioni sotto forma di cambiamenti irreversibili negli organi interni e lo sviluppo di varie patologie.

    Il quadro clinico e i sintomi di queste malattie sono molto simili, quindi sono spesso confusi l'uno con l'altro. Come distinguere tra cistite, pielonefrite?

    Caratteristiche di ciascuna patologia

    La cistite è una lesione infiammatoria della vescica. I sintomi caratteristici di questa malattia sono le seguenti manifestazioni:

  • Frequente voglia di urinare.
  • Sensazioni dolorose quando la tensione muscolare nella vescica.
  • Dolore nell'addome inferiore.

    La pielonefrite è una malattia infiammatoria che colpisce il calice e la pelvi renale. I seguenti sintomi sono caratteristici della malattia renale attuale:

  • Dolore alla colonna lombare.
  • Sudorazione eccessiva
  • Aumento significativo della temperatura corporea
  • Nausea.
  • Attacchi di vomito.
  • Stanchezza aumentata
  • Insonnia.
  • Indebolimento generale del corpo
  • Febbre.
  • Brividi.
  • Aumento del contenuto proteico nella composizione delle urine.

    Segni simili ed eccellenti di malattia

    Entrambi con cistite e pyelonephritis le seguenti manifestazioni sono annotate:

  • Frequente voglia di urinare.
  • Dolore tipico
  • Sensazione di disagio nella parte inferiore.
  • Spiacevole, doloroso quando urina.
  • L'aumento del contenuto di leucociti nel sangue.
  • La presenza di batteri patogeni nelle urine.

    La principale differenza tra cistite e pielonefrite è la quasi completa assenza di sintomi esterni nel caso di lesioni infiammatorie nella vescica. Inoltre, gli esperti identificano una serie di caratteristiche di queste malattie renali:

  • Nei processi infiammatori della vescica si osservano sensazioni dolorose principalmente nella zona sovrapubica. Se la pelvi renale è interessata, il dolore è concentrato nella regione lombare.
  • Con pielonefrite, febbre, nausea. Tali sintomi sono caratteristici della cistite.
  • L'infiammazione nei reni accompagna un disordine del sistema renale, che si riflette nei risultati del totale emocromocitometrico. Con la cistite questo tipo di cambiamento è assente.
  • Nel caso di processi infiammatori nella vescica, la porzione di fluido rilasciata durante un atto di minzione è di solito molto piccola, che è caratteristica della pielonefrite.
  • Abbastanza spesso ci sono casi in cui i processi infettivi aumentano dall'uretere alle tazze renali o viceversa.

    Caratteristiche degli antibiotici

    La cistite, così come la pielonefrite, non si riferisce solo a malattie infiammatorie, ma è provocata anche dall'azione degli stessi batteri.

    Nella maggior parte dei casi, gli agenti batterici come E. coli o proteus sono usati come catalizzatori.

    Ecco perché il trattamento della cistite e della pielonefrite viene effettuato principalmente con gli stessi antibiotici. Questa terapia ha le sue caratteristiche:

  • Il corso del trattamento deve essere somministrato solo dall'urologo sulla base della diagnosi e tenendo conto di tutte le caratteristiche individuali del paziente e delle patologie associate.
  • L'azione dell'antibiotico dovrebbe essere diretta strettamente sull'agente causativo di un particolare tipo.
  • Un efficace trattamento antibiotico dovrebbe essere regolare, sistematico.
  • Le medicine dovrebbero essere prese rigorosamente allo stesso tempo. Questo è necessario per il mantenimento permanente della concentrazione del principio attivo nel sangue.
  • Per mantenere la microflora del tratto gastrointestinale, il trattamento con antibiotici dovrebbe essere combinato con l'assunzione di yogurt e profitti speciali.
  • Nel processo di trattamento è necessario aderire rigorosamente a tutte le raccomandazioni del dottore riguardo all'amministrazione di farmaci.

    Il dosaggio e la durata del trattamento sono selezionati singolarmente in ciascun caso. È necessario prendere in considerazione tali fattori:

  • Categoria di età
  • Il peso corporeo del paziente.
  • Caratteristiche strutturali individuali del corpo.
  • Diagnosi specifica
  • La presenza di malattie concomitanti.
  • La forma del processo infiammatorio.
  • La gravità e la durata della malattia.
  • Durante il processo di trattamento
  • Reazioni del corpo
  • La tendenza del paziente a reazioni allergiche.

    Anche la durata del corso terapeutico è importante. Con il trattamento a lungo termine, che non porta risultati tangibili, di solito si consiglia di cambiare il farmaco.

    Il fatto è che in alcuni casi, i batteri acquisiscono resistenza a un particolare tipo di antibiotico, quindi smette di agire. In ogni caso, questo processo dovrebbe essere eseguito esclusivamente da uno specialista, tenendo conto di tutti i fattori sopra elencati.

    La scelta indipendente e l'uso incontrollato di antibiotici per la pielonefrite o la cistite è assolutamente controindicata e può portare a conseguenze molto gravi!

    Controindicazioni

    Nonostante il fatto che l'assunzione di antibiotici sia il metodo più efficace per combattere le malattie infiammatorie causate da agenti batterici, in alcuni casi l'uso di questi farmaci non è fortemente raccomandato. Le controindicazioni includono quanto segue:

  • Gravidanza.
  • Periodo di lattazione.
  • Intolleranza individuale a determinati componenti
  • Patologia renale.
  • Grave danno al fegato.
  • Tendenza pronunciata a reazioni allergiche.
  • Età inferiore ai sedici anni.

    Possibili effetti collaterali

    Gli antibiotici moderni hanno effetti tossici minimi e nella maggior parte dei casi influenzano un agente patogeno specifico senza influenzare l'organismo nel suo complesso. Tuttavia, la manifestazione degli effetti collaterali è ancora possibile. Il più comune di loro sono attribuiti:

  • Nausea.
  • Attacchi di vomito.
  • Vertigini.
  • Dolore nell'addome.
  • Mal di testa.
  • Indigestione.
  • La diarrea.
  • L'aspetto della natura allergica avventata.

    Osservando questi fenomeni, dovresti consultare immediatamente il tuo dottore. Potrebbe essere necessario regolare il dosaggio o semplicemente cambiare il farmaco.

    Efficaci antibiotici per l'infiammazione del sistema genito-urinario

    Molti di questi farmaci hanno numerose controindicazioni. I seguenti farmaci sono tra i fluorochinoloni più sicuri:

  • Ciprofloxacina.
  • Pefloxacin.
  • Norfloxacin.
  • Monural (questo farmaco può essere utilizzato anche per le donne incinte).

    I seguenti tipi di antibiotici sono indicati per il trattamento della pielonefrite:

  • Amikacina.
  • Penicillina.
  • Carbapenemici.
  • Gentamicina.
  • Ceftriaxone.
  • Aminoglicosidi.
  • Cefepime.
  • Cefuroxime.

    Il ciclo di trattamento massimo consentito con questi farmaci non deve superare i tre mesi.

    Affinché il trattamento antibiotico produca i risultati attesi e non danneggi l'organismo, si raccomanda di seguire queste regole durante il corso terapeutico:

  • Bere molti liquidi (circa due o tre litri al giorno).
  • Smetti di bere alcolici.
  • Osservare una certa dieta. Una dieta co-occorrente include severe restrizioni riguardanti l'assunzione di cibi piccanti, grassi e fritti. Ma il contenuto dei prodotti lattiero-caseari fermentati, contribuendo al ripristino della microflora, dovrebbe essere massimo.

    La pielonefrite e la cistite sono malattie infiammatorie, quindi è necessario assumere antibiotici per il loro trattamento completo. Tuttavia, l'uso incontrollato di questi farmaci può non solo non dare i risultati attesi, ma anche portare a conseguenze gravi. Affinché ciò non avvenga, la terapia deve essere eseguita esclusivamente sotto stretto controllo medico!

    Antibiotici per pielonefrite renale

    Il trattamento delle malattie infiammatorie del sistema urinario richiede attenzione non solo da parte dell'operatore sanitario, ma anche dal paziente, poiché l'esito della malattia dipende dalla regolarità dei farmaci e dall'attuazione di tutte le raccomandazioni mediche. Gli antibiotici per la pielonefrite e la cistite sono un punto chiave della terapia, che consente di eliminare efficacemente l'infiammazione e ripristinare la funzionalità renale compromessa.

    Quali farmaci i medici preferiscono trattare la pielonefrite acuta e cronica? I criteri principali per la scelta di un antibiotico sono l'assenza di nefrotossicità e il raggiungimento della massima concentrazione nei tessuti renali. Gruppi di farmaci utilizzati nell'infiammazione del tessuto renale:

    • fluorochinoloni;
    • penicilline protette;
    • cefalosporine 3, 4 generazioni;
    • macrolidi;
    • altri agenti antibatterici sintetici.

    monural

    Monural è un antibiotico sintetico ad ampio spettro appartenente ai derivati ​​dell'acido fosfonico. Utilizzato esclusivamente per il trattamento di malattie infiammatorie dei reni e delle vie urinarie. Il principio attivo del farmaco è fosfomicina. La forma di rilascio - granuli per uso interno impacchettati su 2 e 3 g.

    Ha un effetto battericida dovuto alla soppressione del primo stadio della sintesi proteica della parete cellulare e dovuto all'inibizione di un enzima specifico di batteri, l'enolpiruvil transferasi. Quest'ultimo garantisce l'assenza di resistenza crociata di monural con altri antibiotici e la possibilità del suo appuntamento con resistenza agli agenti antibatterici dei gruppi principali.

    ciprofloxacina

    Tsiprofloktsin. - serie di antibiotici fluorochinolonici. Il trattamento della pielonefrite (comprese le complicanze) con ciprofloxacina e agenti correlati è attualmente lo standard di trattamento. In modo efficace significa e con coinvolgimento nel processo infiammatorio di entrambi i reni.

    Un ampio grado di attività del farmaco è dovuto al suo meccanismo d'azione: la ciprofloxacina è in grado di sopprimere la divisione del DNA microbico inibendo l'azione dell'enzima DNA girasi. Questo sconvolge la sintesi dei componenti proteici della cellula batterica e porta alla morte di microrganismi. La ciprofloxacina agisce sia su cellule che si dividono attivamente sia su batteri che sono dormienti.

    Tavanic

    Tavanic è un agente antibatterico ad ampio spettro, un altro rappresentante del gruppo dei fluorochinoloni. Principio attivo - levoloxacina. Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse 250, 500 mg.

    La levofloxacina di origine sintetica è un isomero (levogiro) ofloxacina. Il meccanismo d'azione del farmaco è anche associato al blocco della DNA girasi e alla distruzione mediata della cellula batterica.

    Il trattamento con Tavanic è vietato nell'insufficienza renale cronica grave, nelle donne in gravidanza, in allattamento e nella pratica pediatrica.

    amoxicillina

    L'amoxicillina è un antibiotico battericida dal gruppo delle penicilline semisintetiche. La forma di rilascio - targhe 0,25, 0,5, 1 grammo, polvere per preparazione di sospensione, sostanza secca per preparazione di forme di iniezione.

    La distruzione della parete cellulare avviene a causa dell'inibizione della sintesi dei componenti delle proteine-carboidrati della cellula batterica. Attualmente, lo spettro dell'attività antimicrobica del farmaco è stato significativamente ridotto a causa della produzione di enzimi beta-lattamasi da parte di batteri che inibiscono l'azione delle penicilline.

    Dovresti anche ricordare dei casi aumentati di intolleranza individuale e reazioni allergiche ai farmaci penicillinici.

    Tuttavia, l'assenza di un gran numero di effetti collaterali, epato-e nefrotossicità anche durante l'uso a lungo termine, nonché a basso costo, rendono amoxicillina il farmaco di scelta nella pratica pediatrica.

    amoxiclav

    L'amoxiclav è un prodotto di combinazione di penicillina semisintetica costituito da amoxicillina e un inibitore della beta-lattamasi (enzima cellulare batterico) clavulonato. Disponibile in compresse (250/125, 500/125, 875/125 mg), polvere per la ricostituzione e la somministrazione parenterale (500/100, 1000/200 mg), polvere per sospensione (trattamento pediatrico).

    Il meccanismo d'azione di amoxiclav si basa sulla violazione della sintesi del peptidoglicano, uno dei componenti strutturali della parete cellulare batterica. Questa funzione viene eseguita da amoxicillina. Il sale di potassio dell'acido clavulanico aumenta indirettamente l'azione dell'amoxicillina, distruggendo un po 'di beta-lattamasi, di norma, causando la resistenza dei batteri agli antibiotici.

    Indicazioni per l'uso del farmaco:

    • trattamento di forme non complicate di infiammazione del sistema pettorale del tratto renale e delle vie urinarie;
    • pielonefrite acuta e cronica in donne in gravidanza (dopo aver valutato i rischi di esposizione al feto).

    Augmentin

    Augmentin è un altro farmaco che rappresenta una combinazione di penicillina semisintetica e acido clavulonico. Il meccanismo d'azione è simile a Amoxiclav. Il trattamento di forme leggere e medie di malattie infiammatorie dei reni è preferibile per eseguire forme di compresse. Il corso della terapia è prescritto da un medico (5-14 giorni).

    Flemoklav Solyutab

    Flemoklav Solyutab è anche un agente combinato costituito da amoxicillina e acido clavulanico. Il farmaco è attivo contro molti microrganismi gram-negativi e gram-positivi. Disponibile sotto forma di compresse con un dosaggio di 125 / 31,25, 250 / 62,50, 500/125, 875/125 mg.

    ceftriaxone

    Ceftriaxone è una cefalosporina iniettabile di terza generazione. Disponibile in polvere per la produzione di soluzione iniettabile (0,5, 1 g).

    L'azione principale è battericida, a causa del blocco della produzione di proteine ​​della parete cellulare di microrganismi. La densità e la rigidità della cellula batterica sono disturbate e possono essere facilmente distrutte.

    Il farmaco ha un ampio spettro di azione antimicrobica, anche nei confronti dei principali agenti causali della pielonefrite: streptococchi di gruppi A, B, E, G, stafilococchi, inclusi oro, enterobatteri, E. coli, ecc.

    Ceftriaxone viene somministrato per via intramuscolare o endovenosa. Per ridurre il dolore quando l'iniezione intramuscolare può essere diluita in una soluzione di lidocaina all'1%. Il trattamento dura 7-10 giorni a seconda della gravità del danno renale. Dopo aver eliminato i fenomeni di infiammazione e intossicazione, si raccomanda di continuare ad usare il farmaco per altri tre giorni.

    Supraks

    Suprax è un agente antibatterico del gruppo delle cefalosporine di 3a generazione. Il principio attivo del farmaco è cefixime. Disponibile sotto forma di capsule da 200 mg e polvere per sospensione da 100 mg / 5 ml.

    Il farmaco è usato con successo per trattare forme non complicate di infezioni del tratto urinario e infezioni renali (compresa la pielonefrite acuta e cronica). Forse il suo uso in pediatria (dall'età di sei mesi) e nelle donne in gravidanza (dopo aver valutato tutti i rischi).

    Si raccomanda di interrompere l'allattamento al seno al momento della terapia.

    Suprax ha un effetto battericida, che è causato dall'inibizione della sintesi della membrana proteica delle cellule microbiche. Lo strumento è resistente alla beta-lattamasi.

    Sumamed

    Sumamed è un antibiotico efficace ad ampio spettro del gruppo macrolidico. Il principio attivo è l'azitromicina. Disponibile sotto forma di compresse (125, 500 mg), polvere per sospensione 100 mg / 5 ml, polvere per infusione 500 mg. Lo strumento ha un'alta attività e una lunga emivita, pertanto il trattamento dura in genere non più di 3-5 giorni.

    Sumamed ha un effetto batteriostatico e battericida (ad alta concentrazione). Il farmaco impedisce la sintesi della frazione 50S della proteina e interrompe la replicazione del DNA microbico. Quindi, la divisione dei batteri è sospesa e le cellule che sono carenti nelle molecole proteiche muoiono.

    azitromicina

    L'azitromicina è un agente antibatterico del gruppo dei macrolidi, che ha un principio attivo simile a Sumamed. Il meccanismo d'azione di questi farmaci è identico.

    vilprafen

    Wilprafen è un altro rappresentante del gruppo macrolidico. Il principio attivo del farmaco è la josamicina. Disponibile in forma di compresse da 500 mg.

    L'attività antibatterica di Vilprafen è dovuta all'azione battericida batteriostatica e mediata. Oltre ai principali patogeni gram-positivi e gram-negativi della pielonefrite, il farmaco è efficace contro molti microrganismi intracellulari: clamidia, micoplasma, ureaplasma e legionella.

    metronidazolo

    Il metronidazolo è un agente antibatterico sintetico. Possiede non solo antimicrobico, ma anche antiprotozoico, antitriomomonadnoy, attività anti-alcolica. In terapia, la pielonefrite è un farmaco di riserva e viene raramente prescritto.

    Il meccanismo d'azione nel trattamento del metronidazolo si basa sull'incorporazione dei componenti attivi del farmaco nella catena respiratoria di batteri e protozoi, alterazioni dei processi respiratori e morte delle cellule patogene.

    È importante ricordare che gli antibiotici per la pielonefrite devono essere prescritti esclusivamente da un medico, a seconda della gravità, della presenza di controindicazioni, della gravità dei sintomi e del tipo di malattia (acuta o cronica). L'antibiotico selezionato con cura non solo allevia rapidamente il dolore ai reni, i disturbi della minzione e i sintomi di intossicazione, ma, soprattutto, elimina la causa della malattia.