Principale
Analisi

andrologo

L'andrologia è una sezione della medicina moderna, che confina simultaneamente su diverse aree. Ciò include endocrinologia, urologia, sessuologia, aree correlate alla microchirurgia, chirurgia plastica e vascolare associata a queste aree. Inoltre, come specialista, andrologo è anche un medico che può anche aiutare in settori come dermatologia e venereologia.

Inoltre, è possibile designare che l'andrologo tratta le malattie relative all'area genitale maschile, rispettivamente, esegue anche la diagnostica necessaria per identificarli e sviluppa misure preventive appropriate per tali malattie. In altre parole, si tratta di un medico puramente "maschile", la cui competenza include tutte quelle caratteristiche che determinano le differenze tra uomini e donne, e queste sono caratteristiche anatomiche, caratteristiche psicosessuali ed endocrinologiche.

Separatamente anche in andrologia c'è anche la direzione dei bambini. L'andrologo dei bambini è similmente impegnato nelle caratteristiche anatomiche, psicosessuali, fisiologiche ed endocrinologiche dei ragazzi, incluso il trattamento delle malattie del sistema riproduttivo e la loro prevenzione.

Andrologo: cosa tratta questo dottore

Nella revisione generale dell'attività del andrologo, abbiamo identificato approssimativamente lo scopo a cui questa attività si riferisce, ma ora ci permetta di avvicinarci più in dettaglio a questa domanda. In primo luogo, seleziona le malattie che vengono trattate dall'andrologo:

  • adenoma prostatico (una malattia accompagnata da proliferazione dei tessuti della ghiandola prostatica, dalla natura della lesione, l'adenoma della prostata è una malattia benigna);
  • prostatite (questa malattia significa infiammazione patologica a cui è esposto l'organo della ghiandola prostatica);
  • fimosi (patologia, accompagnata da un restringimento dell'anello dal lato del prepuzio, in relazione al quale diventa difficile o completamente impossibile rimuovere la testa del pene);
  • varicocele (in questo caso si parla di vene varicose nel testicolo, che influisce negativamente sulle caratteristiche qualitative dello sperma, con conseguente rischio di infertilità in un uomo);
  • sindrome metabolica (da questa sindrome si intende un complesso complesso di patologie che si sono sviluppate sullo sfondo di disordini metabolici, oltre che sullo sfondo di una produzione ormonale insufficiente);
  • menopausa maschile, ecc.

Indichiamo anche un gruppo separato di patologie e disturbi in cui è necessaria la consultazione dell'andrologo:

  • malattie sessualmente trasmesse (MST);
  • infertilità maschile (indipendentemente dalle ragioni che lo hanno provocato);
  • patologie tumorali che colpiscono gli organi genitali maschili;
  • patologie rilevanti per l'organo della ghiandola prostatica;
  • disfunzione sessuale (sia il lato fisiologico del problema che il lato psicologico);
  • patologie endocrine (insufficienza o, al contrario, produzione eccessiva di ormoni);
  • problemi risolti con l'aiuto della chirurgia androgenitale (stiamo parlando in particolare del ripristino rapido della funzione sessuale con difetti esistenti nell'area genitale, tali difetti possono essere sia esterni che interni);
  • menopausa maschile (qui, come nel climax femminile, questo è un invecchiamento fisiologico del corpo maschile, patologie del sistema urinario, cardiovascolare e altri sistemi e organi, a causa di questo fattore) possono essere indicati come comorbidità.

Gli organi che vengono trattati dall'andrologo

Sulla base delle malattie e delle aree già esaminate con cui si occupa questo specialista, il lettore, molto probabilmente, ha già determinato a quale particolare organo viene fatto riferimento. In ogni caso, di seguito li evidenzieremo anche:

  • la vescica;
  • dell'uretere;
  • rene;
  • uretra;
  • della prostata;
  • pene;
  • testicoli;
  • uretra;
  • epididimo, ecc.

Urologo-andrologo: quando è necessaria la reception?

Una consultazione andrologica è necessaria nei casi in cui si presentano i seguenti problemi:

  • c'erano alcune violazioni di erezione;
  • ci sono problemi legati alla contraccezione maschile;
  • in assenza di problemi con la funzione riproduttiva, il partner del concepimento non si verifica;
  • c'è un'infiammazione visibile localizzata in qualsiasi parte degli organi genitali, questo è accompagnato da arrossamento, dolore, problemi con la minzione o scarica anomala rilevata dall'uretra;
  • ci sono qualsiasi tipo di cambiamenti esterni negli organi pelvici o cambiamenti relativi alla loro densità (la forma del cambio dello scroto, i tumori palpabili compaiono, le vene escrete, ecc.);
  • esiste una patologia direttamente correlata agli organi genitali (indipendentemente dalla natura di tale patologia, congenita o acquisita);
  • segni che indicano l'invecchiamento prematuro di un organismo (segni corrispondenti all'inizio della vecchiaia);
  • pianificare una futura gravidanza (intesa come desiderio di diventare padre nel prossimo futuro, cioè prima di concepire è necessaria la consultazione con un andrologo);
  • ci sono cambiamenti negativi associati all'erezione mattutina (ad esempio, riducendola) nel quadro dell'età riproduttiva;
  • Il ricevimento di un andrologo è necessario anche quando si raggiunge l'età di 45-50 anni, in particolare per convincere che non ci sono cambiamenti patologici relativi alla sfera sessuale, che vengono corretti con maggiore successo nelle prime fasi del trattamento successivo.

Andrologo-urologo pediatrico: quando andare alla reception?

I ragazzi che visitano questo specialista dovrebbero avere i seguenti problemi:

  • la comparsa di protrusioni o tumori insoliti nello scroto;
  • c'è una patologia congenita o acquisita sotto forma di testicolo non diagnosticato durante il primo anno di vita del ragazzo;
  • uretra sbagliata;
  • un ragazzo di 3 anni o più ha problemi con il pene associato all'apertura della testa;
  • non ci sono segni evidenti che appaiono nei ragazzi prima dei 13 anni;
  • il problema del sovrappeso in un ragazzo è urgente, che può essere causato da una violazione della produzione di ormoni maschili;
  • incontinenza urinaria (enuresi) al raggiungimento dei 4 anni di età;
  • c'è difficoltà a urinare;
  • dolore nella zona inguinale, dolore nei genitali;
  • i testicoli sono asimmetrici, ci sono differenze visibili quando si confrontano le dimensioni di un testicolo con un altro, ecc.

Ricevimento dell'andrologo: come va?

La visita principale all'andrologo si basa sui seguenti componenti principali:

  • raccolta di anamnesi con un'indagine relativa ai reclami esistenti, manifestazioni di sintomi, ecc.;
  • esame esterno degli organi genitali, palpazione attraverso il retto (la sua parete) dell'organo prostatico;
  • referral alle analisi basate sui risultati del ricevimento (striscio dall'uretra, ultrasuoni, sperma, ecc.).

Molte persone sono interessate a quando questo specialista dovrebbe apparire per la prima volta, e qui ci sono davvero alcune sfumature. Quindi, i bambini non hanno bisogno di visitare un andrologo come misura preventiva - qualsiasi tipo di cambiamento è registrato da un pediatra (pediatra). Per quanto riguarda i giovani, dovrebbero essere esaminati regolarmente da un andrologo dall'età di 12-16 anni (dall'inizio del periodo maturo).

Andrologia di cosa si tratta

L'andrologia come direzione medica, nonostante la sua popolarità, non ha ancora una definizione ufficiale e la cerchia delle malattie che rientrano nella competenza dell'andrologo non è definita.

Cos'è un andrologo? È un urologo, un endocrinologo, un sessuologo o qualcosa in mezzo? Le suddette specialità pretendono il ruolo del genitore di andrologia in un modo o nell'altro, ma non hanno ancora deciso - la cui andrologia è, urologica, endocrinologica, sessuologica o già completamente indipendente. Pertanto, in realtà, andrologia è tra le specialità ben note in medicina e prende il posto di un figlio illegittimo con diversi genitori che non determineranno il grado della loro relazione.

Questa situazione è tipica per la maggior parte dei paesi europei. L'andrologia come specialità non è ancora stata riconosciuta dall'Unione Europea, ma in alcuni paesi europei è una specialità medica ufficiale.

A causa dell'incertezza dello status legale di questa specialità, la mancanza di standard sviluppati per la diagnosi e il trattamento, lo sviluppo di andrologia in ogni paese è imprevedibile e dipende da quale specialità è dominante in esso.

In Italia, ad esempio, l'andrologia è una specialità medica indipendente ed è una branca dell'endocrinologia. Tuttavia, il 75% dei suoi membri sono urologi, solo il 25% sono endocrinologi.

In Russia, l'andrologia è riconosciuta de facto, mentre de jure - andrology, in quanto tale, non esiste. Il concetto dei compiti di un andrologo viene trattato come specialista in infertilità maschile, o come sessuologo, o "specialista" in "urologia minore", che include il trattamento di uretrite e prostatite, ecc. Il paziente è in perdita, che è un andrologo e per quale tipo di malattia può essere trattato. Il nostro concetto di sviluppo di andrologia come specialità medica e scienza è il seguente.

10 aree principali che sono componenti di andrologia:

  • Disfunzione sessuale
  • infertilità
  • Infezioni e malattie sessualmente trasmissibili (MST)
  • Malattie della prostata
  • Chirurgia genitale estetica e ricostruttiva
  • Chirurgia ricostruttiva dell'uretra
  • Onkoandrologiya
  • Carenza di androgeni
  • Andrologia pediatrica
  • Problemi del pavimento

Sulla base di ciò, diventa chiaro quale sia questa specialità, quali malattie dovrebbe affrontare l'andrologo e in quali settori deve essere svolta la ricerca scientifica.

Quali malattie tratta un urologo-andrologo

L'urologo-andrologo si riferisce esclusivamente agli uomini.

È uno specialista che cura le malattie dei seguenti organi:

  • pene;
  • ghiandola prostatica;
  • testicoli e loro appendici;
  • uretra;
  • la vescica;
  • rene;
  • dell'uretere.

Una specialità separata è un dottore maschio per bambini che ha le stesse capacità di un adulto, ma il trattamento viene effettuato tenendo conto delle caratteristiche del corpo di un giovane uomo o ragazzo.

Cosa fa l'urologo-andrologo

Il medico si occupa del trattamento chirurgico delle patologie, ha le competenze per eseguire operazioni microchirurgiche. Inoltre, l'urologo-andrologo ha competenze in specifici metodi diagnostici per la sua specializzazione. Partecipa agli esami preventivi di uomini sopra i 45 anni, che sono raccomandati per la prevenzione dell'adenoma prostatico.

Funzionalità di ricezione

Analogamente ad altri specialisti, l'urologo-andrologo prima intervista il paziente, scopre i reclami, una storia della malattia e della vita, e quindi procede all'esame. Sulla base di tutti i dati ottenuti, viene determinata una diagnosi preliminare che stabilisce la nomina di ulteriori metodi diagnostici. Questi includono:

  • un esame del sangue clinico (per rilevare i segni di infiammazione);
  • analisi delle urine (mostra come funzionano i reni);
  • spermogramma (per sospetta infertilità maschile);
  • coltura batterica (rilevamento di agenti patogeni infettivi);
  • ecografia degli organi pelvici (consente di identificare molte patologie del sistema urinario);
  • istologia (per confermare o escludere il cancro, glomerulonefrite);
  • determinazione dell'antigene prostatico specifico (la prima diagnosi di tumore alla prostata);
  • esame della palpazione della prostata e prendendo il suo segreto per l'analisi;
  • test per la presenza di impotenza (introduzione di agente vasoattivo nel tala delle caverne);
  • ricerca ormonale (rivela una mancanza o eccesso di testosterone, così come gli ormoni sessuali femminili);
  • cistoscopia (esame del tratto urinario e della vescica con un dispositivo speciale);
  • radiografia con o senza contrasto (determinazione del restringimento dell'uretra e di altre patologie).

A volte, per la diagnosi finale, l'urologo-andrologo assegna le consultazioni di specialisti alleati. Questi medici comprendono: endocrinologo, psichiatra, oncologo, angiologo.

Salva il link o condividi informazioni utili nel social. networking

Chi è un urologo andrologo

Fino al secolo scorso, l'urologo era impegnato nel trattamento di tutte le malattie del sistema genitourinario maschile. Un moderno urologo è specializzato solo in alcune malattie. A causa della differenziazione, apparve un concetto come "andrologia": il campo della medicina che studia l'organismo maschile nel suo insieme. Cosa distingue un urologo da un andrologo? Per capire questo, è necessario confrontare le funzioni di entrambi i medici.

Qual è la differenza tra andrologo e urologo

L'urologo è uno specialista il cui lavoro consiste nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione delle malattie del sistema urogenitale. Un medico chirurgico è specializzato nella cura conservativa tradizionale e chirurgica delle malattie delle vie urinarie e dei reni. La scienza dell'urologia comprende molte aree più piccole, tra cui andrologia.

Andrologo è un medico che diagnostica e cura le malattie del sistema riproduttivo maschile, si occupa anche della prevenzione di queste malattie. L'attività dell'andrologo è finalizzata a preservare la salute dell'uomo. Di norma, questo tipo di specialista ha due certificati: nel campo dell'andrologia e dell'urologia. E spesso, gli andrologi hanno un'esperienza impressionante come urologi. Tuttavia, ci sono tali specialisti non in ogni clinica, negli ospedali pubblici è possibile trovare solo un urologo.

Che cosa tratta l'urologo del medico

Le ragioni principali per andare dal dottore di un tale profilo sono:

  • Problemi nel concepire un bambino (infertilità).
  • Incontinenza, ritenzione urinaria.
  • Minzione dolorosa o durante il rapporto sessuale.
  • Mancanza di desiderio sessuale, problemi con l'erezione.
  • Dolore nella regione lombare (malattia renale).
  • Vari tipi di scarico dall'uretra.
  • Malattie renali (processi infiammatori nei reni, ghiandole surrenali, calcoli).
  • Malattie della prostata (adenoma, prostatite).
  • Infezione a trasmissione sessuale.
  • Malattie uretrali (stenosi, uretrite).
  • Malattie della vescica (neoplasie, cistite).

Quali malattie tratta un andrologo

Cosa fa l'urologo andrologo? I problemi dei pazienti che vengono da un andrologo per un aiuto non sono così gravi come quando si sono rivolti a un urologo. Nonostante il fatto che entrambi gli specialisti trattino spesso gli stessi disturbi, la categoria di pazienti che cercano aiuto da un andrologo è più specifica. Solo gli uomini si riferiscono a un tale dottore (sia le donne che gli uomini vengono all'appuntamento dell'urologo), inoltre, i pazienti con uno stato di emergenza quasi mai ne hanno.

  • Disfunzione degli organi genitali maschili.
  • Infertilità negli uomini
  • Dolore durante il rapporto.
  • Malattie endocrine del sistema riproduttivo maschile.
  • Interruzioni con funzione erettile.

Cosa fa l'urologo-andrologo pediatrico

Una direzione separata in andrologia è lo studio delle malattie infantili. Un medico di questo tipo diagnostica e tratta gli organi urinari e il sistema riproduttivo in ragazzi e ragazzi. Nella sua specializzazione sono inclusi anche vari difetti o anomalie nello sviluppo degli organi urinari. Inoltre, il pediatra è impegnato nello studio della disfunzione esistente nel paziente e nel suo trattamento.

L'urologo-andrologo pediatrico accetta pazienti nella fascia di età dalla nascita all'età adulta (18 anni). Studia e tratta le caratteristiche anatomiche, fisiologiche, psicosessuali, endocrinologiche di ragazzi e ragazzi, comprese le malattie del sistema genito-urinario. Il medico, insieme a questo, effettua esami preventivi e, se necessario, esegue interventi chirurgici a livello ambulatoriale.

I ragazzi dovrebbero visitare uno specialista se hanno uno dei seguenti problemi:

  • La formazione di urti o tumori insoliti nell'area scrotale.
  • Patologia acquisita o congenita (testicolo non omesso).
  • Posizione errata dell'uretra.
  • Problemi con il pene nei ragazzi fino a 3 anni (apertura della testa).
  • Violazione della produzione di ormoni maschili con eccesso di peso.
  • Enuresi dopo 4 anni.
  • Difficoltà a urinare
  • Dolore nella zona inguinale.
  • Differenza significativa tra dimensione del testicolo.

Come si può vedere, la differenza tra l'urologo e l'andrologo è significativa, sebbene molte persone ignoranti uniscano queste specializzazioni e non vedano differenze fondamentali. Quindi, se sei preoccupato per un problema con il sistema urinario, è meglio contattare il tuo urologo per aiuto, e se hai problemi con la salute "maschile", dovresti andare all'appuntamento di un andrologo.

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

andrologo

Chi è un andrologo?

Andrologo - un medico specializzato nel trattamento e nella diagnosi delle malattie dei genitali maschili. Fornisce servizi di diagnostica e trattamento ambulatoriale di uretrite, prostatite, diminuzione della libido e disfunzione erettile, malattie della vescica e dei reni, urolitiasi, infezioni genitali e malattie veneree.

Qual è la competenza dell'andrologo?

L'andrologo è il medico più "maschio", il cui lavoro gli impone i seguenti compiti professionali:

  • ipogonadismo (un ampio gruppo di condizioni di diversa origine, causate da insufficiente attività delle ghiandole sessuali maschili, come evidenziato da anomalie ormonali e tassi di fertilità), indipendentemente dal desiderio di avere figli;
  • cambiamenti patologici nell'eiaculazione (dolore, assenza, accelerazione, difficoltà di raggiungimento);
  • infiammazione degli organi genitali maschili;
  • infertilità maschile;
  • violazione dell'erezione;
  • contraccezione maschile;
  • estinzione ricorrente delle funzioni sessuali maschili (menopausa maschile).

Di quali malattie si occupa un andrologo?

  • impotenza (disfunzione erettile);
  • curvatura acquisita o congenita del pene;
  • eiaculazione precoce (violazione dell'eiaculazione);
  • cambiamenti patologici negli organi di scroto.

Che corpi ha il medico-andrologo?

  • dell'uretere;
  • uretra;
  • uretra;
  • pene;
  • rene;
  • la vescica;
  • della prostata;
  • uretra;
  • epididimo.

Quando devo contattare un andrologo?

Per chiedere consiglio ad un andrologo, i veri motivi sono:

  • matrimonio senza figli Negli ultimi decenni in Europa e in Ucraina, l'infertilità in famiglia è diventata uno dei più importanti problemi sociali e medici. Il 20 per cento dei matrimoni nel nostro paese è infruttuoso. E nel 40 percento dei casi è colpa dell'uomo. L'infertilità maschile è indicata dalla mancanza di concepimento durante un anno con regolare vita sessuale con un partner sano in età fertile (quando i contraccettivi non vengono assunti);
  • problemi di potenza. Quasi ogni uomo almeno una volta nella sua vita si impila con difficoltà nel mantenere o l'inizio di un'erezione, che è sufficiente per un rapporto sessuale soddisfacente. Molti uomini non potevano risolvere da soli il problema dell'intimità, assumendo un atteggiamento passivo di attesa e sperando nel consiglio degli amici e nell'autoterapia. Grazie agli ultimi progressi in andrologia, agli uomini vengono date reali prospettive per ripristinare l'erezione e mantenere l'attività sessuale. La disfunzione erettile è una condizione che può essere corretta e corretta. Prima di tutto, per raggiungere questo obiettivo, è importante che gli uomini si rendano conto dei problemi e prendano una decisione sull'assistenza medica professionale;
  • una condizione caratterizzata da una perdita (diminuzione) del desiderio sessuale con un simultaneo indebolimento della frequenza e forza delle erezioni che si manifestano, una mancanza di sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie, un sottosviluppo degli organi genitali, una diminuzione del tono dei genitali esterni, cioè un possibile squilibrio o carenza di ormoni sessuali e necessità di correzione medica ;
  • segni che indicano l'infiammazione degli organi genitali: l'insorgenza di disagio, scarico dall'uretra, dolore, bruciore e pesantezza nel perineo, inguine, basso addome, testicoli, disagio, crampi nell'uretra, odore sgradevole dal pene;
  • urgenza imperativa e frequente di urinare, assottigliamento del flusso di urina, sensazione di svuotamento incompleto della vescica, presenza di fili galleggianti purulenti nelle urine, minzione intermittente e difficile;
  • La necessità di ottenere informazioni sulle basi della pianificazione del sesso sicuro e della famiglia, le caratteristiche del contatto intimo durante la gravidanza e dopo il parto, la salute mentale del sesso e le attività che aumentano la probabilità di concepimento;
  • eiaculazione accelerata, sicurezza delle sensazioni orgiastiche, stanchezza.

Quando compaiono i suddetti segni e quando praticano sesso scucito con partner occasionali, è richiesta una visita medica.

Quali test e quando fare?

  • Antigene prostatico specifico comune;
  • Antigene cancerogeno;
  • Urea nelle urine;
  • Sodio / Potassio / Cloruri;
  • Emocromo completo;
  • urea;
  • Virus dell'herpes;
  • la sifilide;
  • sperma;
  • Antigene prostatico specifico libero;
  • Creatinina nelle urine;
  • calcio;
  • Fosforo inorganico;
  • creatinina;
  • Epatite B;
  • Candidosi.

La diagnostica di laboratorio include esami delle urine e del sangue. L'emocromo completo consente di determinare lo stato di emoglobina nel sangue. La sua caduta può parlare di malattie renali.

L'analisi biochimica del sangue determina i livelli ematici di varie sostanze (creatinina, acido urico). La loro maggiore quantità nel sangue parla di malattia renale. Questa analisi può anche diagnosticare altre malattie associate al sistema urogenitale.

Per determinare il grado di insufficienza renale, vengono eseguite altre analisi biochimiche, ad esempio per la presenza di enzimi.

La normale quantità di urina è 1-1,5 litri. Con meno o più urine, questo indica un problema nel sistema urogenitale.

Nell'analisi delle urine, l'attenzione è rivolta al colore, la quantità di urina, determinano le sostanze contenute nelle urine, ad esempio una grande quantità di sangue o di proteine, che indica un'infezione o una malattia.

Quali sono i principali tipi di diagnosi fa un andrologo?

Quando si eseguono studi strumentali, viene inserito un catetere speciale nella vescica. L'indicatore principale di questo studio è l'aumento delle dimensioni della ghiandola prostatica, a causa della quale l'urina viene trattenuta nella vescica. Anche in urologia, puntura biopsia dei reni, cistomanometria per misurare la pressione nella vescica, bougienage dell'uretra e altri studi sono eseguiti.

In molti casi clinici, l'urologo utilizza ulteriori test strumentali e di laboratorio per una diagnosi accurata. A causa dell'analisi del sangue generale, è possibile rilevare lo sviluppo di processi infiammatori nel corpo del paziente e, a causa di uno studio biochimico, viene determinata la concentrazione dei pigmenti urinari nel sangue, mostrando lo stato funzionale dei reni. Analisi delle urine molto informativa. Rivela la densità relativa, che cambia a causa di una violazione della capacità di concentrazione dei reni. Il colore dell'urina è influenzato dal contenuto del pigmento urobilinico in esso, in urina normale è di colore giallo paglierino senza inclusioni. Il cambiamento di colore parla delle peculiarità della nutrizione, l'uso di alcuni farmaci. Rilevamento di impurità di proteine ​​e glucosio nelle urine aiuta anche nel processo di diagnosi delle malattie urologiche.

Come risultato del sedimento urinario ricevere informazioni sulla presenza di processi infiammatori in tutto il sistema, la capacità filtrante dei reni, determina l'agente eziologico dei processi infettivi.

Tra i metodi strumentali di ricerca troviamo la cateterizzazione della vescica, che consente di normalizzare il flusso delle urine durante il suo ritardo e condurre uno studio sulla sterilità urinaria.

L'invecchiamento dell'uretra viene utilizzato per determinare il grado di restringimento dell'uretra e la sua espansione meccanica.

A spese della biopsia puntura dei reni della ghiandola prostatica, gli specialisti studiano a fondo la composizione cellulare dei tessuti per la diagnosi delle malattie oncologiche.

Gli urologi di cistomanometria prescrivono di misurare la pressione nella cavità della vescica, che parla della sua utilità di funzione e permeabilità.

Grazie all'utilizzo dell'endoscopio nel processo di diagnosi di varie patologie urologiche, è possibile studiare lo stato degli organi dall'interno, senza ricorrere ad interventi chirurgici. Pyeloscopy, cistoscopy e urethroscopy sono usati per questo.

I metodi diagnostici più antichi sono i metodi radiologici. immagine panoramica x-ray consente al medico di valutare le caratteristiche della struttura anatomiche del tratto urinario, la presenza visibile di pietre in cavità, modificando la forma e le dimensioni degli organi durante lo sviluppo di tumori o processi patologici cronici.

A causa di studi a raggi X che utilizzano agenti di contrasto, l'abilità funzionale degli organi viene completamente valutata.

VIDEO

Raccomandazioni dell'andrologo

Nei tempi moderni, molti giovani hanno la loro prima esperienza sessuale nella loro gioventù.

In questo caso, non tutti pensano alla sicurezza del sesso, e sono guidati solo da emozioni positive che vengono ricevute come risultato di esso. Inoltre, alcuni uomini, pur essendo sposati, continuano ad avere contatti esterni. Pertanto, tutti gli uomini dovrebbero essere sottoposti a screening per le infezioni trasmesse sessualmente.

Il trasporto di questa infezione può portare ad una diminuzione della motilità e della concentrazione degli spermatozoi, e quindi alla sterilità.

Non dovresti nemmeno chiudere gli occhi sull'esistenza di vari modi di soddisfazione sessuale, compresi sesso anale e orale.

I microrganismi che penetrano nel tratto riproduttivo durante tali contatti non protetti, portano il caos nella biocenosi stabilita. Tutto ciò si manifesta con lo sviluppo di processi infiammatori non specifici nel tratto riproduttivo e nella disbiosi genitale.

Dato questo fatto, entrambi i partner che praticano tali contatti devono essere sottoposti a screening per la flora del sistema riproduttivo.

A tale scopo, gli uomini assumono germi batteriologici di sperma su speciali terreni nutritivi, che consentono di determinare i microrganismi, il loro numero e la loro sensibilità agli agenti antimicrobici.

È richiesto anche un test dello sperma. A differenza di ovuli maturano sperma 72-75 giorni nei testicoli di uomini sani ogni ora produce fino a 100 milioni di pezzi. Ma lo sperma, costituita nel testicolo, anche da sola non può fecondare un uovo, perché la macchina è incompleto e movimenti immaturi sono enzimi che neutralizzano il guscio protettivo dell'uovo. Queste proprietà della cellula sessuale maschile si acquisiscono nell'epididimo.

Secondo gli studi, un eiaculato più completo per la fecondazione si verifica dopo 3-5 giorni di astinenza sessuale, perché gli uomini dovrebbero seguire un determinato periodo di astinenza.

Dopo aver eseguito misure igieniche preliminari, lo sperma viene raccolto solo dalla masturbazione. È importante raccogliere l'intero eiaculato, senza far cadere una goccia. Spesso la prima porzione di sperma passa dal ricevitore dello sperma, mentre contiene la maggior parte dello sperma mobile.

Nello studio di eiaculato raccolto in modo incompleto dà l'impressione di spermatozoo difettoso.

Sperma determina il numero di spermatozoi, motilità, struttura (morfologia), la vitalità, la presenza di altri elementi cellulari nel liquido seminale (globuli bianchi, cellule germinali, globuli rossi) e permette ai medici di trarre conclusioni in merito alla capacità sperma fertilizzante.

Alcune coppie hanno un fattore immunitario di infertilità. Con questo si intende la produzione di organismi di una donna o di un uomo con specifiche proteine ​​contro gli spermatozoi, impedendo la loro interazione con l'uovo. Questa proteina è una delle ragioni della "incompatibilità degli sposi".

Pertanto, è consigliabile esaminare lo sperma e il sangue maschili per la presenza di anticorpi antispermatozoi.

Quando si individuano anomalie o infezioni nei parametri dell'eiaculato, è consigliabile consultare uno specialista. Le cause più comuni di parametri seminali anormali sono rischi professionali, stress, saune e bagni di vapore, il fumo, la fatica, l'uso di droghe, abuso di alcool.

Inoltre influisce negativamente sul funzionamento del sistema riproduttivo, sul ristagno del sistema riproduttivo a causa di rari contatti sessuali, sullo stile di vita sedentario.

Quindi, è possibile normalizzare gli indicatori dell'ejaculate anche senza l'uso di farmaci - per organizzare correttamente uno stile di vita.

Nell'organizzare dieta deve necessariamente includere frutti di mare, noci, aglio, oli vegetali, pesce, formaggio, miele, erbe aromatiche, frutta fresca e verdura. E 'necessario limitare l'uso di piccante e cibi molto piccanti, grassi di origine animale, carne affumicata, birra e superalcolici. Normalizzazione del peso, il dosaggio di attività fisica (corsa, pallavolo, nuoto, calcio, ecc), dormire a sufficienza, una nutrizione adeguata, correzione sessualità - tutto questo consente di aumentare in modo indipendente il tono generale di corpo, compreso il sistema riproduttivo.

Sfortunatamente, la combinazione di fattori psicosociali e ambientali avversi che colpiscono una persona moderna ha un maggiore impatto negativo sulle funzioni riproduttive degli uomini.

Ad esempio, nell'ultimo mezzo secolo di sorveglianza, l'OMS ha parlato di una diminuzione degli indici di sperma medi.

La concentrazione di spermatozoi ogni anno diminuisce del 2 percento, la motilità dell'1,5 percento. Questa tendenza porterà inevitabilmente ad un aumento del numero di uomini con ridotta fertilità. Ridurre la probabilità di tali problemi aiuterà uno stile di vita sano, che è molto popolare nel mondo.

Che cosa tratta andrologo: un elenco di malattie e le principali differenze da altri medici

Che tratta andrologo chi è e qual è la differenza tra questo dottore della urologo o sessuologa? Infatti, fino a poco tempo, l'unico "maschio medico" è stato considerato un urologo, alla quale oltre a malattie degli organi urogenitali e sintomi evidenti di prostatite è anche trattato per migliorare la funzione erettile.

Medico-sessuologo, sulla base di una conoscenza completa in urologia ed endocrinologia, neurologia, psichiatria e psicologia mira a risolvere i problemi sessuali, individuare e stabilire le cause di impotenza, frigidità e la sterilità negli uomini e nelle donne.

Rispondendo brevemente alla domanda "Chi è un tale andrologo", possiamo dire che è un medico che tratta i disturbi della funzione sessuale e riproduttiva solo negli uomini.

L'andrologia è un'area di medicina più ampia finalizzata allo studio approfondito dell'anatomia e della fisiologia maschili delle malattie maschili della sfera sessuale e, su questa base, i metodi del loro trattamento.

Malattie come la disfunzione erettile, diminuzione della libido, disfunzioni sessuali, difetti estetici di genitali e altri problemi intima maschio - questo è ciò che il medico andrologo tratta.

Inoltre, l'andrologo tratta l'infertilità e l'obesità maschili, l'ipoplasia congenita delle gonadi, la lesione da radiazioni, risolve i problemi della contraccezione maschile, dell'invecchiamento fisiologico, sessuale e psicologico.

Una visita puntuale a un medico-andrologo aiuta a far fronte alla menopausa fisiologica, che di solito si manifesta negli uomini tra i 50 ei 55 anni, e sebbene non sia così pronunciata come nelle donne, dà all'uomo molti più problemi: il lavoro delle ghiandole endocrine diminuisce, si verifica un cambiamento stato ormonale, atrofia della funzione di fertilizzazione, l'uomo si sente che sta invecchiando.

L'andrologo tratta anche la menopausa patologica, che è causata da malattie comuni del sistema cardiovascolare, aterosclerosi, ipertensione, diabete e può verificarsi in un uomo già in mezza età. Il trattamento della disfunzione erettile nella menopausa patologica inizia con il trattamento della malattia di base, e poi si rivolge all'utilizzo della terapia sostitutiva dell'androgeno specifica per l'età, utilizzata in Occidente per lungo tempo: farmaci ormonali a lunga azione sotto forma di compresse, iniezioni e cerotti e così via.

Consultazione con l'andrologo: come si presenta il paziente al medico di sesso maschile?

Oggi, la maggior parte degli uomini ha capito chiaramente che nella maggior parte dei casi non è possibile risolvere la disfunzione sessuale senza un attento esame e consultare un medico.

Nel trattamento delle malattie del sistema urogenitale negli uomini, la consultazione di un andrologo è un passo importante, in quanto consente di effettuare una diagnosi completa della condizione del corpo maschile, basata sulle caratteristiche individuali del paziente e sulla specificità anatomica degli organi maschili.

Come profilassi, è raccomandato agli uomini, a partire dalla mezza età, di sottoporsi a una diagnosi da un andrologo almeno una volta ogni sei mesi, poiché qualsiasi malattia identificata nelle fasi iniziali è più facile da trattare.

La gamma di problemi risolti con successo dal medico andrologo è piuttosto ampia.

Questi includono i seguenti:

  1. Infertilità maschile
  2. Disfunzione sessuale, disfunzione sessuale
  3. Invecchiamento prematuro negli uomini, alterazioni patologiche ad esso associate.
  4. Risolvere problemi contraccettivi maschili.
  5. Trattamento di malattie infiammatorie non specifiche del sistema genito-urinario, complicazioni di malattie sessualmente trasmissibili.
  6. Malattie della prostata, oncoandrologia.
  7. Trattamento dell'impotenza
  8. Patologia congenita e acquisita degli organi genitali esterni nei ragazzi.
  9. Chirurgia genitale estetica e ricostruttiva, chirurgia uretrale.
  10. Problemi sessuali, operazioni di cambio di sesso.

Inoltre, è possibile riferire le operazioni alla categoria di andrologico:

  • pene prostetico;
  • allargamento e allungamento del pene;
  • circoncisione del pene con fimosi;
  • chirurgia varicocele;
  • operazioni sulla prostata con adenoma e cancro.

Di seguito sono riportati una serie di motivi e i sintomi principali che richiedono una consultazione urgente con un andrologo:

  • dolore addominale inferiore, area perineale;
  • disagio, prurito, bruciore durante la minzione, minzione frequente, incontinenza urinaria;
  • scarico dall'uretra, odore sgradevole di scarico, presenza di sangue nelle urine, pus;
  • dolore durante il rapporto sessuale;
  • condilomi, papillomi, verruche e altre strutture nella zona inguinale;
  • diminuzione dell'attività sessuale, violazione dell'erezione, eiaculazione, problemi di potenza;
  • infertilità negli uomini.

Il primo apporto di un andrologo, come ogni altro medico, è un esame e un interrogatorio del paziente. Per prepararsi al ricevimento, è necessario osservare tutte le misure igieniche necessarie: fare la doccia, indossare la biancheria pulita.

Un andrologo esamina i genitali esterni, analizza le condizioni dello scroto, del pene, dei linfonodi inguinali, ascolta i reclami e i sintomi del paziente.

La prima assunzione di un andrologo comporta l'esame della ghiandola prostatica attraverso il retto.

A seconda dei risultati ottenuti per una diagnosi e una prescrizione più accurate del trattamento, il medico può richiedere un esame supplementare:

  • analisi del sangue, delle urine, dello sperma, della secrezione della prostata;
  • striscio uretrale;
  • sperma;
  • Ultrasuoni degli organi pelvici;
  • Ecografia Doppler degli organi urogenitali;
  • determinazione dell'antigene specifico della prostata;
  • consultazione di specialisti;
  • test istantaneo per la presenza di disfunzione erettile (somministrazione intracavernosa di farmaco vasoattivo).

Per la comodità dei pazienti in molte moderne cliniche private, è possibile ricevere in modo anonimo la prima consultazione del medico di un andrologo maschio e superare i test.

Sul nostro sito Web è possibile porre una domanda al nostro andrologo e ottenere una consulenza gratuita da parte di esperti.

andrologo

Un andrologo è un medico che cura le malattie degli organi genitali maschili.

contenuto

Qualche tempo fa, gli uomini con violazioni della funzione erettile si sono rivolti a urologi o sessuologi, ma di recente i pazienti sono sempre più consigliati in questi casi per contattare un andrologo. Poiché molti pazienti non riescono a capire chi sia un tale sessuologo, andrologo e urologo, qual è la differenza tra questi specialisti e in quali casi a quali di essi dovrebbe essere rivolto, è necessario delineare lo scopo dell'attività di questi medici.

Il campo di attività professionale dell'urologo è rappresentato dai problemi del sistema urinario nelle persone di entrambi i sessi, la sessuologa si occupa di disturbi sessuali e di infertilità nelle donne e negli uomini e l'andrologo si occupa dei disturbi della funzione sessuale e riproduttiva esclusivamente nei maschi.

Le malattie che affronta l'andrologo possono essere correlate a:

  • disturbi ormonali;
  • infertilità;
  • disfunzione erettile.

Quando dovrei contattare un andrologo?

Quando si sceglie uno specialista, è importante sapere chi è l'andrologo, cosa tratta questo specialista per gli uomini e se ci sono dei sintomi dovresti contattarlo.

La ragione per consultare un andrologo può essere:

  • presenza di disfunzione erettile.
  • Insufficienza della secrezione di ormoni sessuali maschili (ipogonadismo maschile).
  • Anorchismo, che è un'anomalia dello sviluppo che si verifica nel periodo prenatale. Manifestato dall'assenza di testicoli, dalle loro appendici, dai dotti deferenti e dalla ghiandola prostatica, dal sottosviluppo dello scroto e del pene.
  • Criptorchidismo (testicolo non diagnosticato nello scroto o abbassamento improprio).
  • Sindrome di un piccolo pene. Questo termine collettivo si riferisce ad una lunghezza insufficiente del pene (meno di 9,5 cm), che può essere associata a malattie congenite, infiammazioni, lesioni e tumori testicolari, diabete, danni all'ipofisi e all'ipotalamo.
  • Infertilità maschile, in cui il corpo maschile non produce quantità sufficienti di spermatozoi maturi o non vengono consegnati al corpo femminile. In alcuni casi, l'infertilità maschile è associata ad anomalie cromosomiche.
  • Ingrandito sulle ghiandole mammarie di tipo femminile (ginecomastia vera e falsa).
  • Mancanza di desiderio sessuale e altri disturbi della libido, nonché disturbi dell'eiaculazione (mancanza di liquido seminale, la sua eruzione o ritardo prematura).
  • Sindrome da iperprolattinemia (prolattina ipersecrezione), che si verifica meno frequentemente negli uomini che nelle donne. È provocata da malattie che causano disfunzione dell'ipotalamo, lesioni dell'ipofisi, ipotiroidismo primitivo, insufficienza renale cronica, cirrosi epatica, assunzione di determinati farmaci, ecc.
  • Una carenza androgenica legata all'età (menopausa maschile), in cui i livelli di testosterone diminuiscono nel sangue e compaiono sintomi clinici tipici (disfunzione sessuale, esaurimento fisico, ecc.).
  • Malattie endocrine associate a sintesi alterata e metabolismo degli androgeni (osservate nelle malattie delle ghiandole surrenali, della ghiandola tiroidea, del diabete, delle patologie ipotalamiche e ipofisarie, dell'obesità).
  • Transessualismo, in cui il paziente è più di due anni consapevole della sua appartenenza al sesso opposto in assenza di malattie mentali e disturbi nella struttura e nelle funzioni delle ghiandole sessuali.
  • Cancro o iperplasia prostatica benigna, cancro del pene o del rene.
  • Uretrite, che può essere contagiosa (specifica e non specifica) e non infettiva. Gli agenti causali delle malattie veneree (gonococchi, clamidia, trichomonas, ureaplasmi, micoplasmi, virus dell'herpes simplex) sono la causa dell'iretrite infettiva specifica. L'uretrite aspecifica può essere causata da adenovirus e batteri che abitualmente abitano il retto o la cavità orale. L'uretrite non infettiva si sviluppa con reazioni allergiche, lesioni o restringimento dell'uretra.
  • Orchite (infiammazione del tessuto testicolare), che si sviluppa a causa di malattie infettive (polmonite, varicella, parotite, ecc.), Malattie del sistema genito-urinario o lesioni.
  • Epididimite (infiammazione dell'epididimo), che si verifica durante le lesioni del perineo, scroto, stasi del sangue nella pelvi, con infezioni trasmesse sessualmente o in seguito a malattie infettive.
  • Prostatite (infiammazione e gonfiore dei tessuti della ghiandola prostatica), che si sviluppa in violazione della circolazione sanguigna negli organi pelvici, con astinenza prolungata, immunità alterata, ipotermia, ecc.
  • Balanopostite (infiammazione del glande e del prepuzio). Può essere primario (causato da un'infezione batterica o fungina) o secondario (causato da un'infezione dall'uretra). La malattia è scatenata da diabete mellito, malattie allergiche e igiene insufficiente degli organi genitali.

L'andrologo può anche trattare l'alopecia androgenetica (perdita di capelli), patologie della vescica e problemi urinari.

I sintomi per i quali si dovrebbe contattare un andrologo

I servizi di andrologo possono essere necessari per gli uomini che:

  • notano il dolore dei rapporti sessuali;
  • provare dolore e sensazione di bruciore durante la minzione;
  • notato la presenza di scariche insolite dall'uretra;
  • prurito nella vulva;
  • soffre di diminuzione della libido e ha problemi di potenza;
  • notare una violazione della funzione erettile;
  • soffrire di infertilità e altri disturbi riproduttivi.

Urologo andrologo - chi è e cosa guarisce

Se la malattia di un paziente è nel campo di attività di parecchi specialisti stretti (associati a urologia, venereologia, endocrinologia e sessuologia), il paziente ha bisogno di un urologo-andrologo.

L'urologo-andrologo è impegnato nel trattamento e nella prevenzione delle malattie associate al funzionamento di:

  • vescica, uretra e uretere (cistite acuta e cronica, uretrite di varie eziologie, orchite, epidimite, balanopostite);
  • ghiandola prostatica (include prostatite, adenoma prostatico, cancro);
  • reni (pielonefrite, urolitiasi, ecc.).

Gli urologi di andrologia possono anche impegnarsi nel trattamento delle malattie sessualmente trasmissibili.

Andrologo-endocrinologo

L'endocrinologo-andrologo è uno specialista nel campo dell'andrologia che ha seguito corsi di formazione avanzati ed è coinvolto in violazioni della produzione di ormoni sessuali maschili.

Questo specialista si raccomanda di contattare i pazienti che soffrono di:

  • infertilità;
  • disfunzione erettile;
  • violazione della pubertà;
  • ingrandimento del seno;
  • perdita di peso;
  • una diminuzione della quantità di eiaculato;
  • perdita di peli sul corpo

Trattamento dei bambini

Un andrologo pediatrico è un medico che diagnostica e cura le malattie degli organi riproduttivi nei bambini e negli adolescenti maschi.

Il campo di attività di un medico di questo profilo sono le malattie dei testicoli, dell'epididimo, dell'uretra, del prepuzio e del pene, lo sviluppo del sistema riproduttivo maschile prima della pubertà.

L'andrologo urologo pediatrico tratta:

  • Il varicocele, che è congenito nei bambini (il varicocele acquisito a seguito di una rapida crescita non viene diagnosticato nella maggior parte dei casi fino alla pubertà). Le vene varicose risultanti del testicolo e del cordone spermatico possono essere associate a un deflusso venoso alterato della vena testicolare. Inoltre, la causa del varicocele può essere l'insufficienza delle valvole venose o la debolezza congenita delle pareti venose.
  • Spermatocele (cisti dell'epididimo), che si manifesta nell'adolescenza. La cisti causata dall'ostruzione del canale del dotto deferente individuale di solito si sviluppa lentamente e in modo asintomatico. All'età di 12-15 anni, la forma dell'epididimo cambia, una formazione simile a un tumore arrotondato può apparire al suo polo superiore. La cisti cresce nella maggior parte dei casi fino a 18-20 anni.
  • Idrocele, in cui il liquido si accumula nelle membrane del testicolo (idropisia delle membrane testicolari), causando un aumento dello scroto e, in alcuni casi, gonfiore nella zona inguinale. Può essere isolato o comunicare con la cavità addominale attraverso il processo vaginale non chiuso.
  • Ipospadia (localizzazione anormale congenita dell'uretra nei ragazzi). La posizione dell'apertura dell'uretra sulla superficie inferiore del pene si trova in circa 1 su 200 neonati maschi. Questa malformazione è anche caratterizzata da prepuzio incompleto, curvatura durante l'erezione del pene, forse una posizione insolita dello scroto.
  • Epispadia - una malformazione rara e complessa in cui vi è una scissione completa o parziale della parete anteriore dell'uretra. Ci sono tre forme di questo difetto nei ragazzi: la scissione del glande del pene, la scissione del suo corpo e la scissione dell'intera uretra.
  • Pene nascosto - un raro difetto congenito o acquisito dei genitali esterni, in cui il tronco del termine normale del pene (età appropriata) è nascosto dai tessuti circostanti. Può essere completamente nascosto dallo scroto e dal tessuto adiposo sottocutaneo della regione pubica, in conseguenza del quale solo il prepuzio può essere identificato sopra la superficie del corpo, ma una parte della testa può anche essere rilasciata.
  • Il criptorchidismo è una malformazione frequente (si verifica nel 2-4% dei neonati), che consiste nel non permettere uno o due testicoli nello scroto. Può essere vero (è impossibile abbassare manualmente il testicolo nello scroto) e falso (si confonderà manualmente, si verifica quando il muscolo è ipertonico). Può anche verificarsi con ectopia (spostamento) nella zona inguinale, sulla coscia o nel cavallo (non può essere spostato manualmente). Lo spostamento verso l'alto si verifica con la crescita lenta del cordone spermatico.
  • Fimosi - il restringimento del prepuzio, che impedisce la rimozione della testa. La fusione del glande del pene con il prepuzio delle sinechie è la norma per i bambini sotto i 7 anni (la distruzione delle sinechie può verificarsi anche prima dei 6-7 anni). La patologia è la fimosi, che si osserva nei bambini di età superiore ai 7 anni. La causa della patologia può essere una predisposizione genetica, così come lesioni e infiammazioni del prepuzio, che hanno causato la formazione di un prepotente costretto costrizione di tessuto cicatriziale.

Si raccomanda di contattare l'urologo-andrologo pediatrico se il bambino si lamenta di:

  • violazione della minzione;
  • dolore, che è localizzato nella regione del prepuzio e del glande;
  • disagio quando si cammina o si sta seduti;
  • sensazione di pressione nello scroto.

Un medico è anche necessario se si nota:

  • comparsa di protuberanze insolite nello scroto;
  • presenza di anomalie congenite;
  • nessuna evidente caratteristica sessuale all'età di 13 anni;
  • la presenza di eccesso di peso (può essere associata ad una ridotta produzione di ormoni maschili);
  • l'enuresi dopo aver raggiunto i 4 anni;
  • pronunciata discrepanza tra la dimensione dei testicoli e altre deviazioni.

Con dolore acuto, febbre, secrezione purulenta, linfonodi ingrossati o testa del pene allargata in dimensioni e cambiamenti nel suo colore, un bisogno urgente di consultare un medico.

Andrologo Chirurgo

Poiché alcune malattie associate alla funzione riproduttiva sono trattate esclusivamente con metodi chirurgici, in alcuni casi si raccomanda ai pazienti di contattare un chirurgo andrologo.

Il chirurgo andrologo rimuove le malformazioni congenite come:

  • Ipospadia. La correzione di questo difetto viene eseguita solo chirurgicamente, il risultato dell'operazione nella maggior parte dei casi ha esito positivo. La durata ottimale dell'operazione va dai 6 ai 18 mesi di vita di un bambino. Di solito effettuato in una fase (durata - 1-4 ore), ma nei casi più gravi richiede 2 fasi.
  • Idrocele. Con l'idropisia riportata del testicolo, viene mostrata l'operazione di Ross, che viene eseguita con una piccola incisione nella zona inguinale. Con un tipo isolato di idrocele viene eseguita l'operazione Bergman (indicata per i bambini di età superiore ai 12 anni) o l'operazione di Winckelmann.
  • Spermatocele, che viene trattato con metodi chirurgici con un aumento significativo (1-1,5 cm) delle cisti. L'operazione richiede uno zoom ottico e l'uso di strumenti microchirurgici.
  • Criptorchidismo. L'operazione nella maggior parte dei casi viene eseguita in bambini di età superiore ai 12 mesi (fino a 8 mesi, il testicolo può discendere indipendentemente). Fino a un anno, la chirurgia viene eseguita se i testicoli si trovano nella cavità addominale.

Il chirurgo andrologo viene anche trattato con altre patologie congenite e acquisite degli organi genitali esterni, con ascesso testicolare o appendice, per tagliare il prepuzio durante la fimosi, per protesi del pene o per correggere la patologia della ghiandola prostatica, ecc.

Fasi di consulenza medica

La consultazione primaria dell'andrologo consiste in:

  • raccolta di anamnesi e analisi dei reclami dei pazienti;
  • esame esterno degli organi genitali, palpazione della prostata attraverso la parete del retto;
  • indicazioni per l'analisi.

Procedure specifiche, test e test sono prescritti dal medico su base individuale.

In base ai risultati dell'analisi sulla riammissione, il medico effettua una diagnosi finale e decide i metodi di trattamento.

diagnostica

Per fare una diagnosi corretta, un andrologo può indirizzare un paziente a:

  • analisi generale del sangue e delle urine;
  • un tampone uretrale per rilevare l'infiammazione e il suo agente patogeno;
  • spermogramma (studio eiaculato), che consente di determinare la capacità fertilizzante dello sperma, di identificare le malattie urologiche, la presenza di disturbi ormonali e processi infettivi;
  • Ultrasuoni degli organi pelvici, che aiutano a identificare le malattie della prostata, rilevare varicocele, ecc.;
  • Ecografia Doppler del sistema urogenitale, che aiuta a identificare patologie del tratto urogenitale;
  • Analisi del sangue del PSA (determinazione dell'antigene della prostata specifico), che è un marker delle malattie della prostata

Viene inoltre eseguito un test istantaneo per rilevare la disfunzione erettile (un farmaco vasoattivo somministrato per via intracavernosa), test per la presenza di infezioni genitali, studi ormonali, ecc.

Se si sospetta l'assenza di uno o due testicoli, viene eseguita la TC o la risonanza magnetica, nonché l'angiografia dell'anografia.

Come prepararsi per la ricezione

Dal momento che è sempre più conveniente fare gli esami immediatamente alla prima visita, prima di visitare l'andrologo, è necessario prevenire l'eiaculazione per due giorni prima di prenderlo e smettere di bere alcolici.

Se è pianificato un esame rettale, è necessario fare attenzione a svuotare l'intestino.

Prima della consultazione dovresti fare una doccia e cambiare il bucato (se sei preoccupato per scariche insolite, puoi lavare il bucato con delle macchie). I bambini sotto i 3 anni non hanno bisogno di particolari procedure igieniche.

Metodi di trattamento

Sulla base dei dati dell'indagine, il medico prescrive il trattamento. I metodi di trattamento dipendono dalle specifiche della malattia identificata.

In uretrite, balanopostite e altre malattie causate da batteri patogeni vengono prescritti farmaci antibatterici (macrolidi, fluorochinoloni, tetracicline o il gruppo delle penicilline). Con la sconfitta del fungo usato clotrimazolo e altri farmaci antifungini. Anche nominato bagni con una soluzione di antisettici, decotto di camomilla o celidonia.

Oltre alla terapia antibatterica, la prostatite viene prescritta fisioterapia, immunoterapia, massaggio prostatico, ecc.

L'obiettivo del trattamento per l'iperprolattinemia è di normalizzare la secrezione di prolattina, per la quale di solito è prescritto il parlodel.

Nella disfunzione erettile, vengono utilizzati una varietà di regolatori di potenza (inibitori della fosfodiesterasi, alfa-bloccanti, androgeni, ecc.).

Nel trattamento dell'ipogonadismo, vengono eseguiti il ​​sanamento della ghiandola prostatica e del fegato, vengono prescritti dieta, preparazioni tissutali, vitamine e stimolanti biologici e, in caso di ipogonadismo ipergonadotropo, viene prescritta una terapia ormonale sostitutiva.

I metodi di trattamento dell'infertilità dipendono dalla causa dell'infertilità (in caso di insufficienza dell'ipotalamo l'ormone rilasciante gonadotropina è prescritto, ecc.)

Nel trattamento del criptorchidismo nei bambini, si possono usare metodi ormonali e chirurgici.

In presenza di fimosi e balanite ricorrente, è indicato l'intervento chirurgico.

Varicocele, ipospadia e altre anomalie congenite vengono eliminate solo con metodi chirurgici di trattamento.