Principale
Massaggio

Come funziona il sistema urinario degli uomini?

Il sistema urinogenitale è il sistema la cui struttura distingue fondamentalmente un uomo da una donna dalla nascita. Più specificamente, i sistemi urinario e riproduttivo sono diversi in funzione del sistema di organi: urinario - escretore, sessuale - riproduttivo. Ma negli uomini, sono piuttosto strettamente correlati anatomicamente, quindi in molte fonti si può imbattersi in un termine del genere: il sistema urinario degli uomini.

I sistemi genitali e urinari negli uomini sono strettamente correlati.

La struttura del sistema urinario

Se, tuttavia, separare, quindi al sistema urinario negli uomini sono:

  • rene;
  • ureteri;
  • la vescica;
  • uretra (uretra).

Organi del sistema urinario

reni

Reni - organo parenchimale associato della forma a forma di fagiolo, si trovano nella regione lombare. L'urina si forma nei reni. Il parenchima renale è costituito da molti glomeruli e tubuli. La filtrazione del plasma avviene nei glomeruli e nei tubuli c'è un complesso processo di riassorbimento e la formazione di quella parte del plasma che deve essere rimossa, cioè l'urina.

L'urina entra nella pelvi renale, e da lì - negli ureteri.

ureteri

Ureteri sono tubi che collegano i reni alla vescica. Hanno una funzione - solo urinare. La lunghezza di ciascun uretere è di circa 30 cm.

vescica

La vescica svolge due funzioni: accumula l'urina e la rimuove. Ha la forma di un serbatoio triangolare (in uno stato non riempito). La struttura del suo muro è tale da poter essere notevolmente allungata. Il solito accumulo fisiologico di urina è di circa 200-300 g, con il volume già la voglia di urinare. In alcuni casi, la vescica può allungarsi fino a dimensioni considerevoli e contenere fino a diversi litri di urina.

La parete muscolare della vescica non solo può allungarsi, ma anche ridursi. L'orinazione è normale - questo è un atto arbitrario, cioè controllato dal cervello. Non appena una persona vuole urinare e l'opportunità per questo viene presentata, un segnale arriva alla vescica dal cervello. Il suo muro si contrae e l'urina viene spinta nell'uretra.

Nella vescica, l'urina si accumula e viene espulsa attraverso l'uretra.

Uretra (uretra)

L'uretra è il punto finale del sistema urinario. Su di esso, l'urina viene espulsa. Negli uomini, l'uretra è molto più lunga rispetto alle donne (la sua lunghezza è di circa 20 cm), ha diverse divisioni (prostatico, perineale e pendente). L'apertura esterna dell'uretra si apre sulla testa del pene.

L'uretra serve non solo a rimuovere l'urina, ma anche a liberare lo sperma durante i rapporti sessuali. Questo corpo è in contatto diretto con l'ambiente. Principalmente attraverso di esso, vari microrganismi penetrano nel corpo dell'uomo, il che può causare problemi agli organi dell'apparato urinario e genitale. Questo modo di diffondere l'infezione è chiamato ascendente.

Organi riproduttivi maschili

Il sistema riproduttivo è rappresentato da:

  1. Organi genitali interni:
  • testicoli (testicoli);
  • epididimo;
  • il dotto deferente;
  • vescicole seminali;
  • ghiandola prostatica;
  • uretra (si riferisce sia ai sistemi urinari che genitali).
  1. Organi genitali esterni:
  • organo sessuale - pene;
  • scroto.

    Organi sessuali come parte del sistema riproduttivo maschile

    Genitali interni

    testicoli

    Piante da seme (testicoli) - organo ghiandolare associato situato nello scroto. Ha davvero la forma di un uovo, leggermente appiattito, con una superficie liscia e lucida (guscio proteico). Dimensione del testicolo longitudinale 4-4,5 cm.

    Il testicolo è ghiandola, produce spermatozoi, che fanno parte dello sperma, così come gli ormoni sessuali maschili, che entrano nel sangue

    parorchis

    L'epididimo è adiacente alla superficie posteriore del testicolo. È un fascio di tubuli fortemente contorti in cui maturano gli spermatozoi.

    Gli spermatozoi si formano nei testicoli

    Dall'epididimo, gli spermatozoi entrano nel dotto deferente, che costituisce la parte principale del cordone spermatico.

    Cavo spermatico

    Il cordone spermatico è una fascia accoppiata lunga 18-20 cm, che si estende dal polo superiore del testicolo all'estremità profonda del canale inguinale. È il dotto deferente, così come i vasi sanguigni e i nervi. I testicoli sono sospesi sul cordone spermatico e circondati dagli stessi gusci (sette in totale). Il cordone spermatico ha una porzione scrotale (viene avvertita attraverso la pelle dello scroto) e una porzione inguinale che passa nel canale inguinale.

    Penetrando nella cavità pelvica, il dotto deferente giunge alla ghiandola prostatica, si collega al dotto seminale della vescicola e penetra nello spessore della prostata formando il dotto eiaculatorio. Si apre nella parte prostatica dell'uretra.

    Bolle di semi

    Le vescicole seminali sono formazioni ghiandolari accoppiate situate sul bordo superiore della ghiandola prostatica. Sono tubi tubolari tortuosi lunghi circa 5 cm e spessi circa 1 cm, che sono coinvolti nella formazione di alcuni componenti dello sperma.

    Prostata (prostata)

    La prostata è un organo puramente maschile. Si compone di due lobi e istmo, per forma e dimensioni ricorda una castagna. La ghiandola prostatica è rappresentata da tessuto muscolare e ghiandolare. Si trova giù dalla vescica, un anello copre il collo e la sezione iniziale dell'uretra.

    La parte muscolare della ghiandola prostatica funziona come una valvola per trattenere l'urina durante l'erezione.

    Durante l'eiaculazione, i muscoli lisci della prostata favoriscono il rilascio di seme dai dotti eiaculatori.

    La normale prostata ha un peso compreso tra 20 e 50 grammi. Nelle patologie, può aumentare in modo significativo in termini di dimensioni, il che interrompe il funzionamento dell'intero sistema urogenitale (vedere Quali sono le dimensioni normali della prostata).

    Una ghiandola prostatica ingrandita causa un malfunzionamento dell'intero sistema.

    Genitali esterni

    pene

    Il pene (pene) è un organo maschile che serve per eseguire rapporti sessuali, rilasciare spermatozoi nella vagina della donna e anche per urinare.

    Il pene ha una base, un tronco e una testa. All'interno sono due corpi cavernosi longitudinali e un corpo spugnoso tra di loro. I corpi cavernosi sono composti da tessuto cavernoso, la cui struttura è tale da poter aumentare di volume durante il riempimento del sangue (in uno stato di erezione).

    All'interno del corpo spugnoso passa l'uretra. Il corpo spugnoso forma la testa del pene. Fuori il pene è coperto di pelle. Nella regione della testa, la pelle forma una grossa piega - il prepuzio. Copre la testa e si muove facilmente verso l'alto. Sul retro del pene, il prepuzio è attaccato alla testa, formando una briglia. Le briglie entrano nella cucitura, che può essere rintracciata in tutto il tronco.

    Sulla testa c'è un buco dell'uretra.

    scroto

    Lo scroto è un sacchetto di muscolo della pelle cavo per i testicoli. La natura ha determinato che la temperatura per la normale spermatogenesi dovrebbe essere inferiore alla temperatura corporea (circa 34 ° C). Pertanto, i testicoli vengono prelevati dalla cavità addominale (vedere Cosa può essere causato dal surriscaldamento dei testicoli).

    Lo scroto consiste di diversi strati, che sono anche i gusci del testicolo.

    La relazione dei sistemi urinario e genitale degli uomini

    I sistemi urinario e riproduttivo negli uomini sono strettamente correlati, quindi sono generalmente considerati insieme. Se l'infiammazione si verifica nell'uretra, l'infezione può diffondersi attraverso i tubuli e causare gravi complicanze nei reni e negli organi genitali maschili. Con una prostata ingrossata, può verificarsi una ritenzione di urina, che porta anche a complicazioni formidabili.

    Sistema genito-urinario maschile - Struttura dell'organo

    Il sistema urinario degli uomini, vale a dire l'uretra e il pene maschili, è cruciale per la diagnosi e il trattamento delle condizioni urologiche. L'anatomia dei reni, dell'uretere e della vescica sono simili negli uomini e nelle donne. La maggior parte delle differenze sessuali nel tratto urinario iniziano al collo della vescica e continuano nel resto degli organi.

    La struttura del sistema genitourinario maschile

    Questa sezione discute l'anatomia macroscopica del sistema genitourinario maschile, iniziando con la prostata e poi con il tratto urinario inferiore, incluso ciascun organo specificamente maschile.

    uretra

    Il sistema urinario maschile differisce dalla femmina in primo luogo dall'uretra. È una struttura tubolare che trasferisce l'urina dalla vescica attraverso la prostata al pene. Inizia immediatamente dopo il collo della vescica, dove si trova lo sfintere uretrale interno, costituito da fibre muscolari lisce provenienti dai muscoli della vescica. L'uretra è significativamente più lunga negli uomini che nelle donne, con una lunghezza di circa 17-20 cm. L'uretra maschile ha 4 sezioni:

    • uretra prostatica;
    • uretra a membrana;
    • uretra bulbare;
    • uretra genitale.

    Uretra prostatica e prostatica

    Sopra il collo della vescica, l'anatomia maschile e femminile di questo organo è molto simile. Tuttavia, sotto la cervice, dove si trova la prostata, ci sono differenze significative nel tratto urinario. La presenza della ghiandola prostatica, sopra il pavimento pelvico e sotto la vescica, è unica per gli uomini. La prostata si sviluppa da processi epiteliali che formano il segmento prostatico dell'uretra, che cresce nel mesenchima circostante.

    La ghiandola prostatica normale è di circa 20 g di volume, 3 cm di lunghezza, 4 cm di larghezza e 2 cm di profondità. Man mano che gli uomini invecchiano, la ghiandola prostatica varia di dimensioni. La ghiandola si trova più vicino alla fusione pubica, sopra la membrana perineale, sotto la vescica e davanti al retto.

    La base della prostata è in continua comunicazione con la vescica e termina in cima, dove diventa uno sfintere uretrale esterno a strisce. Lo sfintere è una guaina tubolare orientata verticalmente che circonda l'uretra della membrana e la prostata.

    La prostata è racchiusa in una capsula composta da collagene, elastina e un gran numero di muscoli lisci. È coperto con tre diversi strati di fascia.

    Le vescicole seminali si trovano al di sopra della ghiandola prostatica sotto la base della vescica e sono lunghe circa 6 cm Ciascuna vescica seminale è collegata ai corrispondenti dotti protoplasmatici per formare il canale eiaculatorio prima di entrare nella prostata.

    Membrana e uretra bulbare

    L'uretra della membrana è un segmento dell'uretra, localizzata dopo l'uretra prostatica. È contenuto nel complesso di muscoli che sollevano l'ano. Inoltre, l'uretra della membrana rappresenta anche il segmento dell'uretra, che è circondato da uno sfintere uretrale esterno, che svolge un ruolo chiave nella ritenzione di urina dopo prostatectomia radicale.

    Il bulbo comincia dopo l'uretra della membrana e rappresenta il primo segmento dell'uretra, che è posto nel corpo spugnoso del pene. Inoltre, questa sezione dell'uretra è circondata da muscoli bulbocavernoso, che lo contraggono e promuovono lo spostamento durante l'eiaculazione.

    Pene e uretra genitale

    L'uretra del pene passa attraverso il pene nel corpo spugnoso. Lascia attraverso il pene, all'interno del quale è chiamata la fossa navicolare dell'uretra. L'apertura dell'uretra sulla punta del glande è il passaggio uretrale.

    Il pene è un organo urogenitale esterno di un uomo, costituito principalmente da tre corpi cilindrici. Uno dei corpi cilindrici è il corpo spugnoso del pene, che si piega intorno all'uretra bulbare del pene, diventando simmetrico nel coprire l'uretra all'interno del pene. Quindi diventa la testa del pene. Con un'erezione, il corpo spugnoso del pene viene riempito per comprimere il passaggio uretrale e promuovere una maggiore velocità di rilascio, mentre la testa si gonfia per facilitare la penetrazione nei genitali femminili e assorbire il colpo durante la spinta. Il corpo spugnoso del pene protegge l'uretra e facilita la circolazione sanguigna dell'uretra.

    I rimanenti 2 corpi cilindrici sono corpi cavernosi accoppiati. Ogni corpo cavernoso è contenuto in uno strato di tessuto fibroso chiamato albumina, che serve a sostenere i corpi cavernosi riempiti durante l'erezione, in quanto sono pieni di sangue a causa della pressione sanguigna. I corpi cavernosi non urinano.

    I corpi cavernosi sono composti da muscoli lisci intrecciati dentro e attorno alle cavità vascolari. La membrana albugina che circonda i corpi cavernosi consiste di 2 strati di tessuto connettivo rigido. Lo strato profondo della tunica è composto da fibre orientate circolarmente e lo strato superficiale è costituito da fibre orientate longitudinalmente lungo il pene.

    Il pene è un organo molto vascolare ed è dotato anche di un gran numero di terminazioni nervose. La maggior parte delle sensazioni nel pene sono trasmesse attraverso i nervi dorsali accoppiati. I nervi responsabili dell'erezione sono i rami terminali all'interno del pene e si trovano su tutta la base all'interno del corpo cavernoso, dove stimolano l'erezione attraverso una complessa cascata molecolare.

    Sistema vascolare del pene

    Le arterie iliache interne danno origine a arterie interne bilaterali degli organi genitali, che successivamente portano alla comparsa di arterie comuni del pene, fornendo sangue al pene e alla maggior parte dell'uretra.

    L'arteria genitale comune scorre nelle arterie dorsale, cavernosa e bulbouretrale. Le arterie circonflesse forniscono una connessione tra l'arteria dorsale e il corpo spugnoso del pene o l'arteria bulbourethral in diversi punti lungo la lunghezza del pene. L'arteria cavernosa fornisce i corpi cavernosi del pene, l'arteria dorsale fornisce la pelle e la testa, e l'arteria bulbosa fornisce l'uretra e la testa del pene.

    Le vene del pene sono in gran parte simmetriche alle arterie. La profonda vena dorsale scorre nel plesso periprostatico e le vene bulbare e cavernosa si fondono nella vena sessuale interna. Inoltre, la vena dorsale superficiale drena nella vena femorale attraverso la vena genitale esterna superficiale.

    La struttura degli organi genitali specifici del sistema genitourinario degli uomini

    Il sistema genitourinario maschile non sarà completo senza organi riproduttivi che non siano coinvolti nell'escrezione urinaria. Sono una rete di organi esterni e interni che funzionano per produrre, supportare, trasportare e fornire spermatozoi vitali per la riproduzione.

    Lo sperma viene prodotto nei testicoli e trasportato attraverso l'epididimo, il canale del seme, il canale eiaculatorio e l'uretra. Allo stesso tempo, le vescicole seminali, la ghiandola prostatica e la ghiandola bulbare producono un liquido seminale che accompagna e nutre lo sperma mentre viene emesso dal pene durante l'eiaculazione e durante il processo di fecondazione.

    scroto

    Lo scroto è un sacco fibromuscolare, diviso da un setto mediano (sutura seminale), formante 2 compartimenti, ognuno dei quali contiene il testicolo, appendice e parte del cordone spermatico. Gli strati dello scroto consistono in pelle, un guscio carnoso, una fascia spermatica esterna, una fascia di Cooper e una fascia spermatica interna, che è in stretto contatto con lo strato parietale del rivestimento testicolare.

    Le membrane dermiche e muscolari dello scroto sono fornite con il ramo perineale dell'arteria genitale interna, oltre ai rami genitali esterni dell'arteria femorale. Strati distanti dal muscolo, ricevono sangue dai rami dell'arteria epigastrica inferiore. Le vene dello scroto accompagnano le arterie, finendo per fondersi nella vena genitale esterna e poi nella grande vena safena. Il drenaggio linfatico della pelle dello scroto viene effettuato da vasi genitali esterni nei linfonodi inguinali.

    Lo scroto ha un gran numero di nervi, che includono:

    • ramo riproduttivo del nervo genito-immorale (superficie frontale e laterale dello scroto);
    • nervo orognonico (superficie anteriore dello scroto);
    • rami posteriori del nervo perineale (superficie posteriore dello scroto);
    • ramo perineale del nervo cutaneo femorale posteriore (superficie inferiore dello scroto).

    Piante da seme

    I semi sono il principale organo riproduttivo maschile e sono responsabili della produzione di testosterone e sperma. Ogni testicolo è lungo 4-5 cm, largo 2-3 cm, pesa 10-14 g ed è sospeso nello scroto tramite cordone muscolare e spermatico. Ogni testicolo è coperto di conchiglie.

    Il rivestimento interno contiene un plesso di vasi sanguigni e tessuto connettivo. Le arterie testicolari bilaterali originate dall'aorta, seconde solo alle arterie renali, forniscono l'alimentazione arteriosa dei testicoli. Le arterie testicolari entrano nello scroto nella corda spermatica attraverso il canale inguinale e si dividono in due rami sul margine posteriore del testicolo.

    Molte varianti di anomalie nell'anatomia del sistema genitourinario degli uomini sono diagnosticate e trattate durante l'infanzia, a causa della natura esterna del pene e dell'esame prenatale regolare del feto nei paesi sviluppati. Tali anomalie congenite possono verificarsi ovunque lungo l'intero tratto urinario di un uomo.

    Capitolo 2 Anatomia e fisiologia degli organi urinari

    L'apparato urogenitale (apparato urogenitale) comprende organi urinari (organo urinaria) e organi genitali (organi genitali). Questi organi sono strettamente collegati l'uno all'altro nel loro sviluppo e nello stato anatomico e funzionale, che è la ragione della loro associazione sotto il nome di "apparato genitourinario".

    2.1. Anatomia dei reni e delle vie urinarie

    Rene (ren, greco - nephros) - organo associato, situato nello spazio retroperitoneale, nella regione lombare, ai lati della colonna vertebrale. Il rene destro è al livello di Th XII-L III; a sinistra - al livello di Th XI-L II. Il rene destro si trova sotto la sinistra: la costola XII lo interseca al margine del terzo medio e superiore, il rene sinistro approssimativamente nel mezzo. Dimensioni del rene - 10 12 x 5 - 6 x 4 cm, peso 180-200 g (Fig. 2.1).

    Il rene è diviso in segmenti, che è associato con le caratteristiche della ramificazione dell'arteria renale. I seguenti segmenti dovrebbero essere evidenziati:

    ■ segmento superiore (segmentum superius);

    ■ segmento anteriore superiore (segmen-tum superior anterius);

    ■ segmento inferiore (segmento inferiore);

    ■ segmento anteriore inferiore (segmentum inferius anterius);

    ■ segmento posteriore (segmentum posterius).

    Il gate renale (hilium renis) è il sito di penetrazione di elementi della gamba renale nel rene. All'esterno, il rene è coperto da una capsula fibrosa (capsula fibrosa), che è liberamente legata al parenchima. Inoltre, è circondato da una capsula grassa, fascia pre e post-laterale (Gerota). La ghiandola surrenale destra è adiacente al polo superiore del rene destro, la superficie anteriore è a contatto con il fegato e la curva destra del colon; scendendo lungo il margine mediale

    Fig. 2.1. Skeletopia dei reni: 1 - rene sinistro; 2 - rene destro; 3 - XII bordo

    parte del duodeno. La ghiandola surrenale sinistra è adiacente al polo superiore del rene sinistro; la superficie anteriore del rene a contatto con lo stomaco, il pancreas, la curva sinistra del colon e la parte iniziale del colon discendente, sotto - con anse del digiuno; la milza è adiacente al margine laterale.

    Il rene è costituito da sostanza corticale (corteccia renale) e cervello (midollo renale). La sostanza corticale si trova alla periferia e tra le piramidi (columnae renalis, C. Bertinii), il midollo si trova al centro ed è rappresentato dalle piramidi (piramides renalis, P. Malpigii).

    L'irrorazione sanguigna del rene viene effettuata dall'arteria renale (a) Renalis, che è divisa in un pre-canale e un ramo laterale; quest'ultimo alimenta il segmento posteriore del rene.

    L'uscita del sangue venoso avviene nelle stesse vene del rene (v. Renalis) e della vena cava inferiore (v. Cava inferiore).

    Lungo l'organo, le fibre nervose formano il plesso renale (plesso renale). L'innervazione afferente è fornita dalle fibre sensoriali dei rami anteriori del torace inferiore e del midollo spinale superiore

    nervi, così come le fibre dei rami renali del nervo vago (rr. renales n. vagi). L'innervazione parasimpatica proviene da fibre rr. renales n. vagi, e simpatico è formato da gangli aortorenalia da plesso coeliacus (plexsus aortico addominale) lungo le arterie renali.

    La linfa scorre principalmente nei nodi lombalici lombali, aortici laterali, cavales laterali, coeliaci, iliaci interni, phrenici inferiori.

    Tazze renali e pelvi renale. Le principali strutture di raccolta delle vie urinarie cominciano dalle papille renali, dalle quali l'urina entra nelle piccole tazze. Il numero di tazze piccole varia da 7 a 13. Ogni tazza piccola copre da uno a tre capezzoli. Piccole tazzine sono combinate in due o tre tazze grandi, queste ultime sono collegate, formando un bacino renale a forma di imbuto.

    L'uretere (uretere) è un organo tubolare appaiato che trattiene l'urina dalla pelvi renale nella vescica e si trova nello spazio retroperitoneale. La sua lunghezza è di 25-30 cm.

    Fig. 2.2. Contrazioni fisiologiche dell'uretere:

    1 - segmento pielouretrale; 2 - un incrocio con navi iliache; 3 - Segmento ureterale PU

    L'uretere ha tre aree di costrizione: nel segmento pelvico-ureterale; all'intersezione con le navi iliache; nel segmento vesicoureteral (figura 2.2)

    Nella porta del rene, l'uretere si trova dietro i vasi renali, quindi scende lungo il muscolo maggiore psoas, entra nella piccola pelvi, attraversando i vasi iliaci anteriori (ana Et. V. Internae a destra, a. Et. V. Iliacae comuni a sinistra). Quindi l'uretere passa attraverso le pareti del bacino, dirigendosi verso il fondo della vescica. Negli uomini, si interseca con il dotto deferente, nelle donne, gli ureteri passano dietro le ovaie, lateralmente alla cervice.

    Ci sono le seguenti parti degli ureteri:

    ■ addominale (pars abdominalis);

    ■ pelvico (pars pelvina);

    ■ intraparietal (pars intramuralis), situato nel muro della vescica. Nella pratica clinica, la divisione dell'uretere in lunghezza

    tre parti: superiore, medio e inferiore.

    Il muro dell'uretere è costituito da tre strati. L'uretere è circondato da uno strato intermedio di tessuto connettivo retroperitoneale (vicino al tessuto ureterico), che, compattato, forma una guaina per esso. La parte interna del muro dell'uretere è la membrana mucosa, ricoperta di epitelio multilivello transitorio. Lo spessore della parete principale dell'uretere è lo strato muscolare, che, come si crede comunemente, consiste negli strati circolari longitudinali ed esterni interni. Non c'è un chiaro confine tra loro, poiché entrambi si inclinano e si penetrano l'un l'altro. Nella parte terminale dell'uretere, le fibre muscolari hanno principalmente una direzione longitudinale. Nel segmento ombelicale-ureterale, le fibre muscolari della vescica si diffondono all'uretere e sono separate dai suoi muscoli da tessuto connettivo lasso, che è noto come il caso di Waldeyer.

    L'afflusso di sangue all'uretere proviene da diverse strutture vascolari adiacenti. La sua parte superiore, il calice renale e la pelvi renale sono forniti con sangue dall'arteria renale. La parte centrale riceve sangue dalle arterie testicolari. L'uretere distale è fornito da vasi sanguigni originati dalla biforcazione aortica, nonché dall'arteria iliaca comune, dall'arteria iliaca interna e dai rami ureterali delle arterie superiore e inferiore della vescica. Nelle donne, il sangue all'uretere viene dall'arteria uterina. Le vene con lo stesso nome accompagnano le arterie.

    L'uretere riceve l'innervazione autonomica dai plessi mesenterici, testicoli e pelvici inferiori. Le fibre afferenti che la innervano passano come parte dei nervi Th XI - Th XII e L I. I nervi attraversano principalmente i vasi sanguigni dell'uretere. I vasi linfatici dell'uretere di solito accompagnano le arterie e fluiscono nei linfonodi adiacenti alla parte superiore dell'arteria renale. Dalla parte centrale dell'uretere, la linfa entra nei nodi aortici, e dalla parte distale, nei nodi ileali interni.

    La vescica (vesica urinaria, greca. - cistis) è un organo muscolare cavo non appaiato che serve per l'accumulo e l'escrezione di urina. Ha la forma di un tetraedro, ma dopo averlo riempito diventa sferico. vescica

    situato nella cavità pelvica, situato di fronte alla sinfisi pubica. Una vescica non piena non sporge al di sopra della sinfisi pubica, una fortemente riempita si alza sopra di essa. Negli uomini, il retto, le vescicole seminali e le fiale di deferenti vasi sono adiacenti alla vescica; sopra - cappi dell'intestino tenue; il fondo è in contatto con la prostata. Nelle donne, la cervice e la vagina sono adiacenti ad essa; sopra - il corpo e il fondo dell'utero; il fondo della vescica si trova sul diaframma urogenitale.

    La vescica ha quattro superfici: la parte superiore, due inferiore e posteriore o inferiore (fundus vesicae). Da sopra è coperto da peritoneo, la vescica vuota si trova extraperitonealmente, nello stato riempito - mesoperitoneally. Lo spazio tra la superficie anteriore della vescica e il pube è chiamato spazio pre-vescicale (spesio prevesicale), o spazio Retzius. La vescica ha il suo apice (apex vesicae) - parte anteriore-superiore ristretta, corpo (corpo vescico) - parte centrale, inferiore - parte inferiore, leggermente ingrandita, il collo della vescica (cervice vescica) si trova nel punto di transizione nell'uretra (qui apertura uretrale). La membrana muscolare della vescica, ad eccezione dello sfintere, forma generalmente un'urina che spinge il muscolo (M. Detrusor vesicae) e consiste in quegli strati muscolari: il longitudinale esterno, il medio circolare e il longitudinale interno. All'interno, lo strato muscolare della vescica è ricoperto da una membrana mucosa ben sviluppata, costituita da un epitelio transitorio (Fig. 11, vedi pasta colorata). Nella parte inferiore della vescica è un triangolo (triangolo Leto). Le sue cime sono le bocche degli ureteri (Fig. 12, vedi riquadro colori), la base che forma la piega ureterale; nel triangolo Lietho non ci sono pieghe della membrana mucosa.

    Il principale apporto di sangue alla vescica riceve dall'arteria iliaca interna, in aggiunta - dalle arterie cistiche inferiori e superiori. Nelle donne, anche le arterie uterine e vaginali partecipano all'afflusso di sangue alla vescica. Le vene non accompagnano le arterie, ma formano un complesso plesso, concentrato principalmente sulla superficie inferiore e sul fondo della vescica. I tronchi venosi cadono nelle vene iliache interne.

    La vescica è innervata dal plesso urinario (plesso vesikalis) - parte del plesso pelvico, che si trova sulle superfici laterali del retto. Le fibre simpatiche hanno origine nei segmenti del midollo spinale Th X-L XII. Le fibre parasimpatiche si estendono dai segmenti S II-S IV e raggiungono il plesso pelvico come parte dei nervi pelvici. L'innervazione del detrasore è prevalentemente parasimpatica, mentre il collo della vescica negli uomini innerva i nervi simpatici e nelle donne i nervi parasimpatici. Per lo sfintere uretrale si adattano le fibre dei nervi vascolari pelvici.

    La linfa scorre principalmente nei nodi limphatica paravesicales, pararectales, lumbales, iliaci interni.

    L'uretra femminile (uretra femminile) parte dalla vescica dall'apertura interna (ostium urethrae internum) ed è un tubo lungo 3-3,5 cm, leggermente ricurvo posteriormente e curvo sotto e dietro il margine inferiore della sinfisi pubica. Oltre il periodo di passaggio

    l'urina attraverso il canale anteriore e le pareti posteriori sono adiacenti l'una all'altra, ma le pareti del canale sono caratterizzate da una notevole estensibilità e il suo lume può essere allungato a 7-8 mm. La parete posteriore del canale è strettamente connessa con la parete frontale della vagina. Quando esce dal bacino, il canale perfora il diaframma urogenitale (diaframma urogenitale) con la sua fascia ed è circondato da fibre muscolari dello sfintere arbitrario striato (M. Sfintere uretrale).

    L'apertura esterna dell'uretra femminile (ostium urethrae externum) si apre alla vigilia della vagina davanti e sopra l'apertura della vagina e rappresenta il punto stretto del canale. Il muro dell'uretra femminile è costituito dalle membrane delle membrane muscolari, sottomucose e mucose. Nello strato sottomucoso sfuso (tela submucosa), che penetra anche nello strato muscolare (tunica muscolare), c'è un plesso coroideo che conferisce al tessuto un aspetto simile a un taglio sull'incisione. La membrana mucosa (tunica mucosa) forma pieghe longitudinali. Il canale si apre, soprattutto nelle parti inferiori, numerose ghiandole mucose (ghiandole uretrali).

    L'uretra femminile riceve rifornimento di sangue da a. vesicalis inferiore e a. pudenda interna. Le vene infondono attraverso il plesso venoso (plesso venoso vesicalis) in v. iliaca interna. Le navi linfatiche dal canale superiore sono inviate all'Inn. iliaci, dal basso - verso l'Inn. inguinales.

    Innervazione: dal plesso ipogastrico inferiore, nn. splanchnici pelvini e n. pudendus.

    L'uretra maschile contiene non solo l'urina, ma anche lo sperma, quindi sarà considerata insieme al sistema riproduttivo maschile.

    Sistema genito-urinario maschile

    Il sistema urinogenitale (urogenitale) comprende due sottosistemi: urinario e genitale. Il compito principale del primo è la formazione di urina e la sua successiva eliminazione dal corpo. Il secondo è responsabile delle funzioni riproduttive del sesso più forte. I sistemi urinario e riproduttivo sono correlati non solo anatomicamente ma anche fisiologicamente. Le violazioni nel lavoro di una di esse influenzano significativamente il funzionamento dell'altra, quindi è consigliabile trattarle nel loro insieme. Le malattie del sistema genito-urinario si riflettono non solo sulla capacità degli uomini di riprodurre la prole, ma anche sul lavoro di altri sistemi corporei e sulla salute generale.

    Funzioni del sistema genito-urinario

    Nonostante la stretta relazione anatomica, le funzioni del sistema urinario e riproduttivo sono significativamente diverse. Lo scopo del sistema urinario è l'eliminazione dei prodotti di decadimento dal corpo. I reni servono a mantenere l'equilibrio acido-base, formano sostanze biologicamente attive necessarie per il corpo, favoriscono l'equilibrio salino-acqua.

    Gli organi che compongono il sistema riproduttivo consentono a un uomo di svolgere funzioni riproduttive. Il compito delle ghiandole sessuali è la produzione di ormoni sessuali, importanti non solo per la riproduzione della prole, ma anche per il normale funzionamento dell'intero organismo. Per la produzione di ormoni sono principalmente testicoli responsabili. Gli ormoni normali sono estremamente importanti per la crescita, lo sviluppo e la vita, poiché gli ormoni sessuali influenzano direttamente i seguenti processi:

    • il metabolismo;
    • · Crescita;
    • · Formazione di caratteristiche sessuali secondarie;
    • · Comportamento sessuale degli uomini;
    • · Il lavoro del sistema nervoso.

    La sintesi degli ormoni viene effettuata nelle ghiandole sessuali, dove, insieme al sangue, vengono consegnati a tutti gli organi sui quali agiscono. Questo processo è un prerequisito per mantenere il lavoro di tutto l'organismo.

    La struttura del sistema genito-urinario

    Il sistema genitourinario maschile comprende organi di formazione, escrezione urinaria e tratto genitale. È impossibile distinguere chiaramente quali organi entrano nel sistema urinario e quali nel sistema genitale, dal momento che alcuni di loro svolgono anche funzioni riproduttive e sono coinvolti nel processo di formazione di urina o minzione. Tuttavia, considerando la struttura del sistema urogenitale, è possibile differenziare condizionalmente i componenti principali di entrambi i sistemi.

    Anatomia del sistema urinario

    Da organi che formano l'urina includono i reni. Filtrano il sangue dalle sostanze nocive e rimuovono i prodotti di decadimento dalle urine. Dai reni, l'urina gocciola negli ureteri, da dove entra nella vescica, dove si accumula fino a quando si verifica la minzione. L'urea viene svuotata attraverso la cervice, che è collegata all'uretra, che rappresenta il tubo situato nel pene. Poiché l'uretra è un organo a contatto con l'ambiente esterno, spesso si verificano processi infiammatori.

    La struttura dei reni è rappresentata da un sistema complesso. La filtrazione del plasma avviene in glomeruli intrecciati dai vasi sanguigni. Ottenuto nel processo di filtraggio, l'urina esce attraverso i tubuli nella pelvi renale e nell'uretere.

    I reni sono nella cavità addominale. Nonostante il fatto che questo organo sia associato, il mantenimento dell'attività vitale è possibile con un rene. Oltre alla filtrazione, i reni producono ormoni che sono coinvolti nella formazione del sangue e nella regolazione della pressione nelle arterie.

    L'anatomia degli ureteri è presentata sotto forma di tubuli, da un lato collegati ai reni, dall'altro con la vescica. Gli ureteri sono anche un organo appaiato.

    La struttura dell'urea assomiglia a un triangolo invertito, in cui il collo e lo sfintere si trovano sotto, dirigendo l'urina verso l'uretra. La particolarità della vescica è la capacità di allungare fortemente se si accumula un grande volume di urina. Ciò è dovuto al fatto che le sue pareti sono composte da fibre muscolari lisce e ben stirate. L'anatomia dei muscoli della vescica consente al corpo di diminuire significativamente nello stato vuoto e aumentare durante il riempimento.

    L'uretra è un tubo molto lungo e stretto, la cui struttura consente anche un po 'di stretching. Attraverso di esso, non solo viene eliminata l'urina, ma anche lo sperma durante l'eiaculazione.

    Gli organi urinari e urinari descritti sono coperti da una membrana mucosa.

    La sua funzione è quella di proteggere i tessuti dell'organo sottostante dall'ambiente urinario. Le malattie infettive si sviluppano nella secrezione mucosa di questa membrana, che è un ambiente favorevole per l'attività vitale dei batteri.

    Anatomia del sistema riproduttivo

    Il sistema genitale o riproduttivo maschile include i testicoli, le appendici testicolari, il cordone spermatico e il pene. La funzione principale di questi organi è la spermatogenesi e il trasporto degli spermatozoi all'esterno per la fecondazione.

    Piante da seme - organi, il cui compito principale è lo sviluppo di sperma. La loro formazione ha origine nel periodo prenatale. Inizialmente, la formazione avviene nella cavità addominale. Nel processo di sviluppo, i testicoli scendono nello scroto, che è un contenitore di pelle per questi organi. Le appendici dei testicoli svolgono la funzione di accumulare cellule spermatiche per un'ulteriore maturazione e avanzamento. La struttura delle appendici è rappresentata da uno stretto condotto a spirale. Gli organi che si uniscono alle appendici con l'uretra sono chiamati il ​​cordone spermatico.

    Il pene è un corpo che può cambiare le sue dimensioni. Questa proprietà è fornita dai corpi cavernosi di cui è composta.

    Con un'erezione, il corpo cavernoso, come una spugna, è pieno di sangue, che consente al pene di aumentare in modo significativo. Nel pene è l'uretra, attraverso la quale viene fuori lo sperma.

    Gli organi del sistema riproduttivo maschile sono prevalentemente al di fuori della cavità addominale. L'eccezione è la ghiandola prostatica, che si trova sotto l'urea. La prostata è un organo che produce un segreto speciale che consente alle cellule riproduttive maschili di rimanere attive. Combina l'uretra con il dotto deferente e impedisce al liquido seminale di entrare nella vescica durante l'eiaculazione. Questa funzione è applicabile a un altro processo: durante l'eiaculazione, l'urina non penetra nell'uretra.

    Malattie del sistema genito-urinario

    Le cause più comuni della malattia degli organi del sistema urogenitale sono le infezioni. Le malattie che causano infezioni compaiono quando gli organi sono danneggiati da batteri, parassiti, funghi o virus. Molte malattie di questa natura sono trasmesse attraverso il contatto sessuale.

    Le infezioni colpiscono principalmente le parti inferiori del sistema urogenitale, che provoca tali sintomi: disagio durante la minzione, taglio nell'uretra, dolore nella zona inguinale.

    Tali sintomi si verificano spesso con l'infiammazione e sono un segno di infezione nel tratto urinario. Se sospetti di avere la malattia, dovresti visitare immediatamente un medico che effettuerà un esame e prescriverà il trattamento appropriato.

    Le malattie che causano infezioni si verificano in entrambe le forme acute e croniche. I sintomi descritti sono più pronunciati nelle forme acute della malattia.

    La trasmissione avviene in diversi modi:

    • Sesso non protetto (la causa più comune di malattia);
    • · Infezioni ascendenti che si verificano quando l'igiene personale non viene seguita;
    • · Transizione dell'infezione dei loro altri organi attraverso i vasi sanguigni e la linfa.

    Le infezioni acute sono suddivise in specifiche e non specifiche. Il primo ha sintomi più pronunciati. Con tricomoniasi e gonorrea, i sintomi compaiono già 3-4 giorni dopo l'infezione. Le infezioni aspecifiche non permettono alla malattia di manifestarsi così rapidamente, il quadro clinico in questo caso diventa evidente dopo un tempo più lungo.

    Le patologie più comuni del sistema genito-urinario sono: uretrite, prostatite, cistite e pielonefrite.

    Uretrite - infiammazione dell'uretra che si verifica quando colpisce un'infezione, ipotermia, diminuzione dell'immunità. Il periodo di incubazione di questa malattia può variare a seconda dell'agente patogeno. In media, dura da una settimana a un mese. I principali sintomi dell'infiammazione dell'uretra: sensazione di bruciore durante la minzione, maggiore urgenza.

    La prostatite è un'infiammazione della prostata. Si manifesta in forma acuta e cronica. Se non trattata, l'infiammazione produce complicazioni che influenzano la capacità di un uomo di avere una prole.

    Cistite - infiammazione della vescica. L'insorgenza della malattia può essere dovuta a infezione o ipotermia. I sintomi principali della malattia sono minzione frequente e falsi impulsi.

    La pielonefrite è un'infiammazione dei reni. Se non esiste una cura per la malattia, le conseguenze possono essere molto pericolose. I sintomi della malattia non appaiono immediatamente, ma con lo sviluppo della patologia c'è un forte dolore nella regione lombare. Se c'è anche un leggero disagio in questa zona, è necessario visitare un medico ed essere esaminati.

    Diagnosi e trattamento delle patologie del sistema genito-urinario

    Al fine di confermare la presenza della malattia, identificare la sua eziologia e prescrivere il trattamento, il medico effettua una diagnosi. Per scopi diagnostici, utilizzato come test strumentali e di laboratorio. Anche la diagnostica hardware, che include ultrasuoni, risonanza magnetica, tomografia computerizzata e raggi X, è ampiamente utilizzata.

    La risonanza magnetica e la TC sono metodi di ricerca simili che vengono spesso utilizzati nella medicina moderna. La risonanza magnetica consente di visualizzare un'immagine a più livelli degli organi sottoposti a scansione. Le immagini scattate durante la risonanza magnetica vengono elaborate su un computer e archiviate su supporti digitali.

    I sintomi per cui vengono utilizzati i test di risonanza magnetica: incontinenza urinaria, scolorimento, consistenza o odore di urina, sanguinamento nelle urine e dolore durante la minzione. Poiché questi sintomi sono caratteristici di molte malattie, comprese quelle pericolose, il medico prescrive una risonanza magnetica per verificare la correttezza della diagnosi, proteggere il paziente e prescrivere un trattamento appropriato.

    La risonanza magnetica viene utilizzata per sospetta oncologia, polipi e altri tipi di tumori.

    Grazie alla tomografia RM, la valutazione visiva del malfunzionamento dell'organo diventa impossibile, il che è impossibile con altri metodi di ricerca. Eseguire una risonanza magnetica non implica un allenamento speciale, basta aderire a due sole regole:

    • Alcuni giorni prima della risonanza magnetica, non mangiare pane, frutta, verdura, bevande gassate e latte;
      · La sera prima dello studio devi mettere un clistere.

    Una risonanza magnetica può essere eseguita senza seguire le regole descritte, ma le immagini saranno di qualità inferiore.

    Un altro metodo diagnostico comune è l'ecografia. È combinato con i metodi strumentali di esame. Se un uomo si lamenta di problemi con gli organi di escrezione o nota una diminuzione della funzione riproduttiva, viene prescritta un'ecografia. La procedura ad ultrasuoni consente di determinare le caratteristiche importanti dell'organo di prova e determinare la ritenzione di urina.

    L'ecografia del sistema genito-urinario è completamente indolore. Questo metodo di ricerca, come ecografia, è indicato per i pazienti con malattie del tratto urinario e del tratto urinario di natura infiammatoria, con cistite e incontinenza urinaria. Nel caso di un ingrossamento della prostata, è possibile utilizzare un'ecografia per determinarne la causa e selezionare il trattamento appropriato.

    L'ecografia non prevede la somministrazione endovenosa di un mezzo di contrasto, come nell'urogramma, e pertanto non dà ai reni un carico aggiuntivo di farmaci. La procedura ad ultrasuoni non ha controindicazioni, tuttavia alcuni fattori possono ridurre l'affidabilità del risultato: la presenza di cicatrici e punti sull'organo in esame e un catetere per lo scarico delle urine. Affinché l'errore nelle misurazioni con ultrasuoni sia minimo, è necessario prendere la posizione corretta durante l'ispezione.

    Per il trattamento degli organi del sistema urogenitale vengono utilizzati vari metodi di terapia in base alle caratteristiche della malattia che si è manifestata. Di regola, il medico prescrive determinati farmaci al paziente. Se un uomo è preoccupato per il dolore grave, gli vengono raccomandati analgesici e farmaci antispastici. Quando un paziente con una lesione infettiva prescrive antibiotici. Il regime di tali fondi è determinato dal dottore singolarmente.

    Prima di prescrivere farmaci (antibiotici, antisettici, sulfamidici) e di eseguire il trattamento, il tipo di agente patogeno è determinato dalla diagnosi e vengono monitorate le caratteristiche del decorso della malattia.

    A seconda della gravità della patologia, i farmaci possono essere somministrati per via intramuscolare, per via orale o endovenosa.

    Per il trattamento antibatterico delle aree superficiali degli organi genitali si usano droghe come iodio e le soluzioni di permanganato di potassio, la clorexidina. La terapia antibiotica viene effettuata prendendo ampicillina e ceftazidima. Quando si verificano infiammazioni dell'uretra e della vescica senza complicazioni, vengono prescritte compresse di Bactrim, Augmentin, ecc.. Il trattamento per la re-infezione è simile a quello dell'infezione iniziale. Se la malattia è diventata cronica, si raccomanda di utilizzare i farmaci per un lungo periodo (più di un mese).

    Utilizzando questi o altri farmaci, è necessario tenere conto della tolleranza individuale dei singoli componenti dei farmaci, pertanto il trattamento delle patologie degli organi urinari deve essere effettuato solo sotto la supervisione di uno specialista. Dopo la conclusione della terapia della patologia causata da un agente patogeno infettivo, è necessario eseguire un'analisi delle urine batteriologiche per confermare il risultato.

    In alcuni casi, dopo un ciclo di trattamento, il medico prescrive la fortificazione dei farmaci che consentono di ripristinare le difese del corpo ed evitare la ricaduta.

    Il sistema urinogenitale svolge funzioni vitali, quindi le violazioni nel suo lavoro influenzano negativamente le condizioni generali dell'intero organismo e richiedono l'immediata eliminazione. Il rischio di malattie degli organi escretori e genitali aumenta nella vecchiaia. Per evitare la comparsa di tali patologie, si raccomanda di monitorare regolarmente lo stato di salute e di sottoporsi annualmente ad un esame di routine da parte di un medico.

    Sistema urinario maschile - struttura, malattia, trattamento

    La struttura del sistema urogenitale maschile è complessa. Questo sistema è diviso in due parti: urinaria e genitale. Il primo esegue i compiti di filtraggio, fabbricazione ed escrezione di urina dal corpo, e il secondo si concentra sulla riproduzione della prole. A questo proposito, il normale lavoro del sistema genitourinario maschile è estremamente importante per il corpo. Inoltre, dovresti prestare attenzione sia al sottosistema urinario che a quello sessuale. Il fatto è che i loro organi sono strettamente interconnessi. Qualsiasi infiammazione degli organi urinari comporta l'interruzione dei genitali.

    Struttura anatomica del sistema urinario negli uomini

    Il sistema urogenitale è costituito da organi in cui la formazione di urina, la sua eliminazione e gli organi del tratto genitale. L'urina si forma principalmente nei reni, è qui che il sangue viene eliminato dai componenti nocivi che rimangono come risultato dei processi vitali del corpo. Dall'urina dei reni entra costantemente la vescica. C'è un accumulo di urina prima del processo di minzione.

    Sistema urogenitale maschile

    Quindi, attraverso il collo della vescica, l'urina penetra nell'uretra, che passa attraverso il pene dell'uomo ed esce. Nell'uretra spesso si verificano processi infiammatori e infettivi, perché è costantemente in contatto con l'ambiente esterno. I reni si trovano nella regione lombare. Questo è un organo associato, tuttavia, l'attività vitale dell'organismo è possibile anche se esiste un solo rene.

    Oltre alla filtrazione del rene, viene svolta un'altra importante funzione: la formazione di un ormone speciale che è coinvolto nella creazione delle cellule del sangue e nel controllo della pressione sanguigna. A questo proposito, una violazione dei reni, per esempio, la nefrite o l'infiammazione dei reni, è una malattia grave.

    Ureteri sono lunghi tubuli lungo i quali l'urina dai reni scorre nella vescica. Questo è dove l'accumulo di urina. Una caratteristica distintiva della vescica è le sue pareti, che sono principalmente composte da fibre muscolari lisce, in modo che possa assottigliarsi a piccole dimensioni se non c'è urina in esso, e, al contrario, ad espandersi fortemente con una grande quantità di urina.

    L'uretra è un tubo stretto che può espandersi durante l'erezione. L'uretra svolge due funzioni: la rimozione dell'urina e la rimozione del liquido seminale durante l'eiaculazione. L'infezione nell'uretra e l'infiammazione in esso si chiama uretrite. Un tale processo infiammatorio non può essere avviato, poiché può facilmente spostarsi su altri organi.

    Tutti gli organi del sistema urinario all'interno hanno una membrana mucosa che svolge una funzione protettiva. È grazie a lei che altri organi sono protetti dall'ambiente aggressivo delle urine.

    Sistema riproduttivo

    Il sistema riproduttivo nel corpo maschile svolge la funzione di riprodurre la prole. È in questo sistema che si producono gli ormoni sessuali e le cellule germinali maschili: lo sperma, che è necessario per la fecondazione. Il sottosistema genitale comprende anche diversi organi:

    1. Piante da seme - l'organo in cui la formazione di sperma. La struttura dei testicoli è abbastanza complessa, sono costituiti da molti rami. Quando un uomo entra in questa zona di infezione, si sviluppa un processo infiammatorio - l'orchite.
    2. Le appendici dei testicoli svolgono i compiti del disco. Qui, i gameti maschili maturano e poi vanno avanti. Le appendici sembrano un canale lungo e stretto, intrecciato in una spirale. In questi organi può anche verificarsi un'infiammazione - epididimite.
    3. Il cordone spermatico - i canali di collegamento delle appendici e l'uretra.
    4. Il pene è un organo nella struttura di cui ci sono tessuti composti da corpi cavernosi. Grazie a questi corpi, il pene è in grado di aumentare notevolmente le dimensioni, diventando più lungo e più sottile. Nel centro del pene passa l'uretra, che serve anche a garantire il flusso di sperma nei genitali femminili.

    Fondamentalmente, quasi tutti gli organi del sistema genito-urinario si trovano all'esterno della cavità addominale e sono portati fuori separatamente. L'unico organo che si trova all'interno è la ghiandola prostatica. Un particolare fluido si forma nella prostata che passa attraverso l'uretra prima che si verifichi l'eiaculazione.

    È attraverso questo fluido, così come alcuni enzimi seme, che le cellule spermatiche sono protette dall'ambiente aggressivo dell'uretra.

    Malattie comuni del sistema genito-urinario e il loro trattamento

    L'infiammazione del sistema genito-urinario negli uomini può essere di natura diversa e concentrarsi in diversi organi. Qualsiasi parte di questo sistema è suscettibile a varie infezioni e frequenti processi infiammatori derivanti dall'infezione. I reni in questa fila non fanno eccezione. Gli uomini possono sperimentare le seguenti malattie:

    Urolitiasi concentrata nel rene

    Questa malattia non ha nulla a che fare con le infezioni esterne. Appare come risultato della formazione di strutture solide nei reni. La causa principale è un grande accumulo di calcio e acido urico.

    Rileva la malattia può utilizzare l'ecografia del sistema genito-urinario. Il trattamento è volto a rimuovere le pietre dai reni con l'urina. Se le pietre sono troppo grandi, vengono schiacciate chirurgicamente. L'urolitiasi è spesso accompagnata da sensazioni dolorose, specialmente quando le pietre iniziano a passare attraverso i canali urinari.

    pielonefrite

    La pielonefrite è un'infiammazione dei reni causata dall'infezione da batteri. Di norma, l'infezione penetra nei reni dalla vescica, principalmente insieme al sangue. Il trattamento viene effettuato principalmente da agenti antibatterici, che vengono selezionati in base alla natura dell'infezione e alle caratteristiche dell'organismo.

    idronefrosi

    L'idronefrosi è una malattia che si verifica a causa del blocco degli ureteri. La causa del blocco può essere pietre o un tumore. Il trattamento di tale malattia viene effettuato esclusivamente mediante chirurgia.

    Insufficienza renale

    L'insufficienza renale è una malattia renale cronica. Dal momento che i reni hanno una struttura complessa, in essi si presentano spesso varie patologie. La causa dell'insufficienza renale può essere molte malattie e infezioni.

    Con questa malattia nel corpo di un uomo si interrompe la formazione di urina. Il trattamento mira principalmente ad eliminare i sintomi della malattia e a combattere la causa della comparsa di insufficienza renale.

    glomerulonefrite

    La glomerulonefrite è un processo infiammatorio concentrato nei tubuli e nei glomeruli dei reni. La causa principale della malattia è l'infezione.

    Di regola, con una tale malattia, un uomo avverte dolore durante la minzione e trova inclusioni di sangue nelle urine. Il trattamento mira a eliminare l'infezione. Spesso la causa della glomerulonefrite è il comune raffreddore.

    Raccomandiamo di leggere le malattie urologiche degli uomini: cause e trattamento.

    Malattie degli organi riproduttivi

    Le malattie del sistema genitourinario degli uomini si manifestano con vari sintomi. Uno di loro - una violazione della funzione erettile o il processo di formazione di sperma. Ci sono molte malattie che possono causare tali manifestazioni. Il principale pericolo delle malattie del sistema riproduttivo è che la mancanza di trattamento del sistema genito-urinario negli uomini può portare a infertilità o impotenza, con il risultato che l'uomo semplicemente non può avere la prole. Le malattie più comuni includono.

    Testicoli appendici Cisti

    Cisti delle appendici dei testicoli - una malattia in cui si formano cavità con acqua vicino alle appendici dei testicoli. Il paziente non sente assolutamente nessun sintomo. La patologia non richiede un trattamento urgente, non causa alcun danno al sistema riproduttivo o all'organismo nel suo complesso.

    epididymo

    Epididimoorchite - un processo infiammatorio nei testicoli e le loro appendici causate da infezione. Spesso la causa della malattia diventa anche il comune raffreddore. Il paziente nota anche gonfiore nello scroto e dolore. Il trattamento è prescritto all'uomo dopo l'analisi delle urine, i cui risultati comprenderanno la natura del batterio e la sua suscettibilità agli agenti antibatterici.

    Torsione del testicolo

    Torsione del testicolo - torsione del cordone spermatico, che provoca il pizzicamento delle arterie e dei vasi sanguigni, così come i disturbi circolatori in uno dei testicoli. La malattia è caratterizzata da forte dolore, gonfiore e arrossamento. Il trattamento è possibile solo con l'intervento chirurgico, mentre il cavo non viene solo srotolato, ma anche fissato, in modo da non verificarsi di nuovo torsioni.

    Cancro ai testicoli

    Il cancro del testicolo è una malattia in cui un tumore canceroso compare nell'area del testicolo. Lo puoi trovare usando l'ecografia o la biopsia. È necessario consultare un medico se un uomo ha trovato un sigillo nel suo scroto. Il trattamento è generalmente possibile solo con l'aiuto della rimozione del testicolo.

    varicocele

    Il varicocele è una malattia in cui si manifestano vene varicose nei testicoli. In questo caso, un sintomo caratteristico è una forte riduzione del numero di spermatozoi prodotti, che può essere determinato mediante test. Il trattamento viene effettuato solo con la chirurgia, nei casi più gravi, è anche possibile rimuovere il testicolo.

    Questo non è un elenco completo di malattie che possono apparire nel sistema urinario degli uomini. È importante ricordare che se avverti dolore, anomalie nel lavoro dei genitali o scariche inusuali, dovresti consultare un medico per eliminare immediatamente la malattia e impedire che si diffonda ulteriormente.