Principale
Analisi

Antigene prostatico specifico (PSA)

La prostata è in grado di produrre una proteina speciale chiamata antigene prostatico specifico (PSA). La funzione di questa proteina nello sperma, dove entra con il segreto della prostata, risiede nella diluizione del liquido seminale prodotto nei testicoli. Questo processo fornisce un aumento della motilità degli spermatozoi e un aumento della loro capacità di fertilizzazione.

Il PSA nel corpo di un uomo è presente non solo nello sperma, dove la sua quantità è di 1 mg / ml, ma anche in dosi molto magre entra nel sangue. Per misurare la sua concentrazione nel siero per unità, prendere nanogrammi per millilitro, che corrisponde a 4 ng / ml.

Per immaginare quanto questo sia in relazione all'indicatore della quantità di PSA nello sperma, si può ricordare che 1 mg contiene 1.000.000 ng.

Foto 1: Per la prima volta, il livello di PSA nel sangue per lo studio della ghiandola prostatica è stato realizzato nel 1980 e da allora questo indicatore è stato utilizzato per diagnosticare tumori maligni nella prostata, nonché per diagnosticare BPH e processi infiammatori. Fonte: flickr (ca.tti [pienso.luego.existes]).

Cause di aumento del PSA

Un aumento dell'antigene della prostata è sempre associato a una violazione della struttura dell'epitelio, la sua struttura organica, che può verificarsi in varie patologie:

  • Iperplasia prostatica benigna
  • Cancro alla prostata (adenocarcinoma della ghiandola prostatica).
  • Processi infiammatori di natura infettiva.
Fai attenzione! L'adenoma della prostata è caratterizzato da un aumento del volume fisico e un cambiamento nell'epitelio, che di conseguenza inizia a produrre più PSA. Pertanto, alti livelli di PSA spesso indicano BPH.

Test del PSA - come marker di tumore

Esame del sangue per PSA - usato come marcatore tumorale per la diagnosi o l'esclusione del cancro alla prostata. Per molto tempo si è creduto che questo fosse l'unico modo per determinare la presenza di un processo maligno nella ghiandola prostatica.

Tuttavia, la scienza medica negli Stati Uniti inizia già nel 2012 ad abbandonare l'interpretazione inequivocabile della dipendenza del livello di PSA dalla presenza di una neoplasia maligna, poiché alti valori di PSA non sempre corrispondono alla presenza di un cancro e nel frattempo una diagnosi errata porta a un trattamento errato, che spesso porta a complicazioni sotto forma di incontinenza urinaria e compromissione della funzione erettile.

Di conseguenza, il danno possibile come risultato di una falsa diagnosi non è inferiore al beneficio atteso.

E anche se non tutti sono d'accordo con gli scienziati occidentali, ma tutti riconoscono che, inequivocabilmente, non si può fare affidamento solo sui risultati di uno studio, è importante osservare il processo nel tempo, effettuando le necessarie analisi aggiuntive per stabilire una diagnosi più accurata.

Fai attenzione! Solo nel 30% dei casi con un aumento dei livelli di PSA, è stato diagnosticato un cancro alla prostata.

Tipi di stati di antigene

Il PSA nel suo stato nel siero è diviso in libero e legato e la loro combinazione è chiamata antigene prostatico specifico. In un corpo sano, il rapporto tra antigene prostatico libero e legato è 1: 9

  1. L'antigene prostatico libero rappresenta circa il 10% del livello totale dell'antigene.
  2. Il PSA associato prevale (90%) ed è in uno stato associato alle proteine ​​del sangue.

PSA associato

I composti proteici con l'antigene nel siero possono aumentare a causa della permeabilità dei vasi della prostata. Ciò è dovuto allo sviluppo di cambiamenti patologici. Il cancro alla prostata aumenta l'antigene prostatico legato, mentre un maggiore livello di antigene libero è caratteristico di BPH.

L'antigene prostatico nello stato associato può connettersi:

  • con macroglobulina (una piccola parte di esso), che non può essere utilizzata per la diagnostica di routine a causa della presenza della molecola di PSA all'interno del complesso. Macroglobulina o Alpha-2-macroglobulina sono probabilmente le proteine ​​del sangue più funzionali. Il pancreas è il sito della sintesi di questa proteina. Quando questa proteina è nativa, cioè non danneggiata, ha la capacità di attaccare e trasportare un certo numero di citochine note (proteine ​​immunitarie che distruggono le cellule tumorali senza distruggere quelle sane).
  • con chimotripsina disponibile per la ricerca. La chimotripsina è presente nel sangue per idrolizzare (fendere) i peptidi e le proteine.

PSA gratuito

I valori di PSA dipendono dall'età. Deviazioni dalla norma di età possono indicare la presenza di cancro.

È importante! Le misurazioni hanno dimostrato che il livello di PSA libero è più alto negli uomini a cui sono state diagnosticate lesioni benigne nella prostata rispetto a quelli con carcinoma della prostata.

Quando si esegue un test, anche il rapporto tra antigene libero e totale è importante. Questo è un indicatore più obiettivo per determinare l'assenza o la presenza di cancro nella ghiandola prostatica.

Antigene prostatico specifico comune

Valore PSA

Allo stato attuale, la concentrazione di un antigene prostatico specifico di 3 ng / ml è considerata la velocità massima per gli uomini di mezza età. Con il tasso di crescita fino a un livello di 4 ng / ml, possiamo già assumere lo sviluppo di un processo maligno.

L'indicatore del tasso marginale di PSA per un singolo uomo è associato principalmente alla sua età.

Ad esempio, negli uomini di età compresa tra 20 e 25 anni, l'indicatore di antigene prostatico specifico totale ha un tasso marginale di 2,5 ng / ml, da 25 a 45 anni - 3 ng / ml, da 50 a 65 anni - 3,5 ng / ml e sopra i 65 anni - 4 ng / ml.

Questi valori sono direttamente correlati alla dimensione della prostata, che è maggiore, l'uomo è più vecchio. Con un aumento della ghiandola prostatica, si verifica un aumento della sintesi di PSA, e prima aumenta la sintesi di PSA libero, e poi quello associato.

Se le sue prestazioni superano significativamente la norma, conduci la ricerca sulla quantità di antigene libero e legato e sul loro rapporto con il PSA totale.

Per questo, è necessario effettuare una seconda analisi utilizzando altri strumenti di laboratorio.

Indice PSA

Il rapporto tra PSA libero e legato, come osservato in precedenza, è importante per la diagnosi del cancro alla prostata.

In caso di sospetto cancro, effettuare il seguente calcolo:

St. PSA / About. PSA x 100%

In BPH, il rapporto tra la frazione libera e l'antigene totale specifico per la prostata è superiore al 15%.

È importante! Quando il livello di correlazione diminuisce significativamente o è costantemente entro limiti bassi, ciò può indicare una crescita del tumore e l'inefficacia della terapia, mentre un aumento del rapporto indica una tendenza positiva.

L'indice dal 15% al ​​70% indica l'assenza di cancro e al di sotto del 15% indica la possibile presenza di un processo maligno.

Come testare per PSA

Per l'analisi, è necessario prendere almeno 2 ml di tessuto sanguigno. Questa quantità dovrebbe essere sufficiente per studiare il sangue per i suoi parametri biochimici e determinare la concentrazione di ormoni in esso contenuti.

Esame del sangue per PSA: norme e decodifica

PSA - il nome completo di questo marcatore tumorale - antigene prostatico specifico, nella sua struttura è una proteina bicomponente (glicoproteina). È secreto dalle cellule epiteliali della ghiandola prostatica e quando una parte del suo succo entra nel liquido seminale. La sua funzione principale è la diluizione dello sperma per garantire la motilità funzionale dello sperma.

PSA generale: la sua importanza nella diagnosi delle malattie

Nel sangue emettono:

  • PSA totale;
  • PSA gratuito;
  • PSA associato.

La somma del limite e del libero è uguale al PSA totale. Il modulo libero richiede normalmente circa il 20% del PSA totale.

Il valore diagnostico è fondamentalmente il livello generale di PSA, il cui valore aumenta con la crescita della prostata.

Il metodo è il più specifico per identificare il cancro alla prostata. Nominato con disturbi esistenti di minzione, in particolare - notte (nicturia).

Viene utilizzato in combinazione con una scansione delle dita, ultrasuoni.

Nota: la determinazione del livello di PSA è prescritta dopo la stimolazione della ghiandola prostatica mediante esame con le dita e anche dopo l'uso di supposte rettali non prima di una settimana dopo queste procedure. Dal momento che possono distorcere un risultato affidabile.

Esame del sangue per PSA: norme di età

Un periodo ancora più lungo deve essere mantenuto dopo:

  • tecniche di biopsia prostatica;
  • rimozione (resezione) della prostata;
  • massaggio meccanico

È importante: sia il PSA generale che il PSA libero devono essere presi e determinati da una "porzione" di sangue raccolta, usando un metodo. È necessario eseguire l'analisi solo in un laboratorio.

Il sangue viene raccolto al mattino, prima di mangiare. Per il prelievo di sangue viene utilizzata la vena curva del gomito.

Regole per preparare un paziente per un esame del sangue del PSA

L'ultimo pasto dovrebbe essere non meno di 12 ore prima della raccolta del sangue. Puoi bere solo acqua normale, nessun'altra bevanda, specialmente quella contenente caffeina, non può essere bevuta. Alcol fortemente controindicato

Due giorni prima dello studio, il paziente deve seguire una dieta che escluda fritti, affumicati, grassi, troppo salati. Se possibile, astenersi dai prodotti a base di carne. Per mangiare verdure bollite consigliate, frutta acida neutra. Puoi cucinare zuppe di verdure e porridge.

Alcuni giorni dovrebbero astenersi dal fare carichi sportivi, duro lavoro fisico, non consigliato per il movimento su una bicicletta. Vale anche la pena di rifiutare l'attività sessuale.

Analisi dell'antigene specifico della prostata (PSA)

PSA totale - proteina prostatica tissutale, che è parte del contenuto della prostata escretoria secreta. In medicina, è un marker di malattie tumorali.

In quali casi viene prescritta un'analisi per determinare i valori totali del PSA:

  • diagnosi di adenoma prostatico;
  • controllo del trattamento di adenoma;
  • diagnosi del cancro alla prostata, in particolare la diagnosi precoce di un tumore;
  • monitoraggio del trattamento di una neoplasia maligna già diagnosticata della ghiandola prostatica.

Normalmente, il contenuto totale di PSA nel sangue varia da 0-4 ng / ml. Ma ci sono opinioni diverse sulle norme. Recentemente, il numero di ricercatori è stato limitato a 2 ng / ml.

In quali casi vengono determinati maggiori indicatori del PSA totale:

  • in tutte le fasi dell'adenoma prostatico;
  • dopo l'intervento chirurgico per la rimozione di adenoma prostatico;
  • dopo il fatto di eiaculazione avvenuta alla vigilia dell'analisi;
  • in caso di problemi di potenza;
  • con varie forme di violazione della minzione;
  • dopo una lunga pedalata, soprattutto scuotendo la strada.

Nota: se gli indicatori di PSA (totale) superano i 30 ng / ml, questo fatto dovrebbe essere considerato come il caso di un possibile processo di sviluppo del cancro.

Negli stadi avanzati del cancro, con metastasi esistenti, gli indicatori del PSA totale possono raggiungere 1000 ng / ml e oltre.

Analisi dell'antigene PSA libero specifico della prostata

L'antigene prostatico specifico libero fa parte del PSA totale ed è anche il prodotto dell'attività fisiologica della ghiandola prostatica.

Nota: maggiore è l'età, maggiore è il tasso di questo antigene.

In ogni caso, il suo livello non dovrebbe superare 4 ng / ml.

I dati di questo marcatore devono essere determinati per i segni di cancro alla prostata.

Oltre allo stesso indicatore PSA gratuito, nella pratica urologico-andrologica viene utilizzata la definizione della percentuale di PSA libero rispetto al PSA totale. Il valore è determinato in percentuale equivalente.

Le cifre di questo rapporto sono di particolare importanza se l'indicatore del PSA totale è già al di sopra della norma, ma non sale a valori criticamente pericolosi e si trova nell'intervallo 4,0-10,0 ng / ml.

In questo caso, se il rapporto tra PSA libero e PSA totale non supera il 15%, possiamo ipotizzare la presenza di una crescita benigna. Se, nel corso del monitoraggio dinamico del livello di questo indicatore, si nota il suo aumento graduale, si possono trarre conclusioni sulla possibile malignità del processo, nonché sul piccolo effetto delle misure conservative e chirurgiche.

Se, sullo sfondo del trattamento, il livello del rapporto diminuisce, si possono trarre conclusioni sugli effetti benefici del processo di trattamento.

Normale è considerato un indicatore di PSA libero inferiore a 0,93 ng / ml.

Indicazioni per un PSA gratuito:

  • monitoraggio dinamico e controllo dei pazienti con formazione maligna stabilita della ghiandola prostatica;
  • osservazione dinamica e monitoraggio dei pazienti con diagnosi di "adenoma prostatico" con lo scopo principale di una diagnosi precoce di possibile neoplasia del processo;
  • diagnosi differenziale di cancro, adenoma e prostatite;
  • come analisi profilattica negli uomini di età superiore ai 50 anni.

In quali casi viene aumentata la concentrazione di PSA libero:

  • con l'adenoma prostatico esistente in diversi stadi della malattia;
  • processi infiammatori e proliferativi del tessuto prostatico (prostatite);
  • patologia maligna della ghiandola prostatica;
  • primi termini del periodo postoperatorio nel trattamento chirurgico del pancreas;
  • eiaculazione (eiaculazione) poche ore prima del test.

Nel carcinoma della prostata, il PSA libero è molto più basso rispetto ai processi iperplastici benigni e alle malattie infiammatorie.

Il valore predittivo ha la relazione "PSA free / PSA total":

  • se l'indicatore è inferiore al 15%, allora parla di problemi gravi ed è sfavorevole in termini di previsione;
  • se l'indicatore è nell'intervallo del 15-70%, la previsione è favorevole.

Raccomandazioni e commenti generali

Lo stato di salute nella maggior parte dei casi dipende dalla persona. Al fine di determinare il processo maligno in via di sviluppo nelle prime fasi, è necessario sottoporsi a esami profilattici di volta in volta.

Ecco perché gli uomini, dopo aver raggiunto l'età di 50 anni e in alcuni casi anche prima (con una patologia prostatica esistente), è necessario fare un test del PSA almeno una volta all'anno.

Quando si individuano indicatori di analisi che vanno oltre la norma, l'andrologo, l'urologo o l'oncologo dovrebbero apparire e sottoporsi a un esame approfondito al fine di diagnosticare precocemente una possibile malattia.

Nota: non in tutti i casi in cui le cifre dell'analisi vanno oltre i limiti delle norme c'è un processo patologico.

Il rilevamento di una malattia maligna nella fase iniziale consente di recuperare da essa in quasi il 100% dei casi.

Riceverai informazioni più dettagliate sul metodo di analisi del sangue per PSA e altri marker tumorali, nonché sull'efficacia di questi test, visualizzando la recensione video:

Lotin Alexander, revisore medico

37.955 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

L'effetto del test del PSA per la diagnosi delle patologie urologiche

L'antigene prostatico specifico è un indicatore molto importante nella diagnosi dei processi infiammatori e delle patologie urologiche. Un'analisi accurata di esso consente di rilevare la presenza di un tumore maligno nella prostata nei primi stadi di sviluppo, che ha un effetto positivo sulla terapia più complessa.

Contenuto dell'articolo

Designazione PSA

Un antigene prostatico specifico è una sostanza proteica prodotta dalla ghiandola prostatica. Questo enzima partecipa attivamente al processo di abbassare la viscosità del liquido seminale con l'adesione della molecola proteica delle microcelle. La maggior parte del antigene prostatico specifico (PSA) entra lo sperma, e, in misura minore, esso è presente nel sangue. Questa proteina appartiene ai marcatori organo-specifici, vale a dire è associato solo alla prostata maschile. Tuttavia, questo non significa che sia specifico solo in termini di una singola malattia. Analizzando di antigene prostatico specifico nelle medici sangue identificare le caratteristiche delle varie malattie urologiche: cancro in presenza di cellule tumorali, acuta o cronica forma prostatite percolazione, adenoma benigno.

L'analisi per l'individuazione di questa sostanza proteica è stata utilizzata con successo dal 1980 e ha veramente causato una rivoluzione nello screening del carcinoma della ghiandola. Il Ministero della Sanità e dello Sviluppo Sociale della Russia ritiene opportuno iniziare la diagnosi annuale dei livelli di PSA nel sangue dall'età di 45 anni. Poiché il 30% dei pazienti urologici ha confermato lo sviluppo del cancro alla prostata, è estremamente importante per gli uomini di età matura monitorare la propria salute e adottare misure preventive per diagnosticare anche in assenza dei sintomi della malattia.

Come mostra la pratica medica, le fasi iniziali del carcinoma sono suscettibili di trattamento efficace, mentre l'irreversibilità delle fasi successive della malattia porta alla morte nella maggior parte dei pazienti urologici.

Fattori che influenzano i livelli di antigene

Elevati livelli di PSA nel sangue di un uomo non sono sempre associati alla diagnosi di una neoplasia maligna nella prostata. Il livello di aumento dell'antigene prostatico specifico nel carcinoma della ghiandola a causa del progressivo sviluppo di cellule tumorali e danni alla membrana basale, che ha un'importante funzione nel controllo del comportamento cellulare. Quando si diagnostica l'iperplasia prostatica benigna, il contenuto di PSA nel sangue aumenta a causa del gonfiore della ghiandola e della crescita del tessuto interessato.

Processi infiammatori infettivi negli organi pelvici provocano danni all'epitelio e livelli di antigene appesi alla prostata. Ischemia della prostata, prolungata ritenzione urinaria dolorosa, che accompagna lo sviluppo di adenoma, porta anche ad un aumento della quantità di questa proteina nel siero.

I medici identificano i seguenti fattori, la cui presenza deve essere presa in considerazione per la corretta interpretazione dei risultati del test PSA:

  1. A causa dell'effetto della procedura TRUS della prostata (ecografia transrettale) a livello di antigene, si consiglia di eseguire l'analisi almeno 1 settimana dopo l'esame.
  2. Il danno meccanico alle barriere cellulari durante l'assunzione di materiale da biopsia per analisi di laboratorio causa un significativo afflusso di PSA nel sangue. Per questo motivo, i medici prescrivono un test per i pazienti urologici per passare attraverso 1,5 mesi.
  3. L'eiaculazione poco prima di donare il sangue per l'analisi (48 ore) provoca falsi indicatori dei livelli di antigene.
  4. Il test del PSA può essere eseguito in qualsiasi momento, poiché le fluttuazioni giornaliere della sostanza sono insignificanti.
  5. Nei pazienti con iperplasia prostatica, l'antigene prostatico specifico è ridotto del 50% a causa della somministrazione di farmaci del gruppo farmacologico di inibitori.
  6. La palpazione rettale, effettuata per diagnosticare i cambiamenti strutturali nella ghiandola, influisce minimamente sulla quantità di PSA nel sangue. Allo stesso tempo, il massaggio terapeutico attraverso il retto causa il suo significativo aumento, quindi il test viene effettuato 3-4 giorni dopo la manipolazione medica.
  7. L'analisi del contenuto di antigeni può essere presa dopo 6 mesi a pazienti sottoposti a resezione chirurgica della prostata attraverso l'uretra (uretra).

Forme di antigene specifico

antigene prostatico specifico rientrano nel plasma presente nel mezzo in tre forme: libera (non collegato ad una proteina del sangue) associato con chimotripsina (un enzima proteolitico del succo pancreatico) associato macroglobulina (proteina bloccante enzimi proteolitici).

Queste forme di antigene sono alla base dei test medici standard, tra cui i medici notano: PSA totale, libero e il loro rapporto proporzionale.

Negli studi clinici, è stato rilevato che il PSA libero, non legato alle proteine ​​del sangue, è significativamente più basso negli uomini con carcinoma della prostata rispetto ai pazienti urologici, nei quali lo screening mostrava tumori benigni.

Il rapporto totale / libero di PSA viene utilizzato dai medici per diagnosticare un tumore benigno e maligno della prostata. I risultati del test possono dimostrare un aumento del contenuto di una sostanza proteica legata e una minore percentuale di antigene libero negli uomini con diagnosi di carcinoma della prostata.

Indicazioni per l'analisi del PSA totale e gratuito

Il PSA totale è un importante marker del cancro. La prostata maschile produce un antigene specifico indipendentemente e la deviazione del suo livello dalla norma indica l'esistenza di patologia urologica. L'analisi della sua identificazione nel sangue di un paziente urologico è prescritta dai medici nelle seguenti situazioni: diagnosi di adenoma iperplasia, determinazione dello stadio di carcinoma della ghiandola, monitoraggio dei risultati dell'esposizione al farmaco per tumori maligni e benigni.

L'antigene prostatico specifico totale può raggiungere fino a 1000 ng / ml e più in alto nelle fasi severe del carcinoma della ghiandola, accompagnato dalla crescita di metastasi al di fuori degli organi pelvici.

L'antigene libero, semplice e specifico agisce anche come un enzima proteico e aumenta con l'età negli uomini. Gli urologi medici prescrivono un test per identificare questo indicatore nel sangue al fine di: monitorare lo stato di salute del paziente con tumori maligni già identificati, monitorare i pazienti con una diagnosi di adenoma prostatico e prevenire la profilassi negli uomini di età matura (oltre 50). Come mostra la pratica medica, il valore del PSA libero nel plasma è più basso nel cancro della ghiandola che in un tumore benigno.

Indicatori di tasso

Il contenuto della norma antigenica prostata specifica nel siero di un paziente urologico non deve superare 4 ng / ml. Tuttavia, questo valore è influenzato da molti fattori che complicano significativamente il compito di determinare il contenuto normale di sostanze proteiche. Il medico decifra i risultati del test e fa una diagnosi presuntiva basata sull'età dell'uomo. Ciò è dovuto al fatto che nei giovani uomini le percentuali sono significativamente inferiori rispetto agli anziani.

Valori di PSA nel sangue, caratteristici di una certa età di un uomo:

PSA è comune e gratuito. Il PSA generale è la norma

Un antigene prostatico specifico (PSA) è un marcatore tumorale che può essere rilevato in un test del siero del sangue. Questo tipo di diagnosi è necessaria per gli uomini affetti da cancro o cancro alla prostata, così come per gli esami preventivi. Nel sangue, il marcatore PSA può essere in forma libera e legata. La forma libera si riferisce alla mancanza di connessione con le proteine ​​e alla associata, rispettivamente, presenza di un composto con alfa 1-anti-chimotripsina.

Quali sono le forme di PSA?

Queste forme sono componenti della frazione totale di PSA (PSA-bound + PSA-free = PSA totale). La frazione è determinata nel sangue nella diagnosi delle malattie della ghiandola prostatica, o durante gli esami profilattici.

Per ottenere l'immagine più accurata dei cambiamenti che avvengono nella ghiandola prostatica, si raccomanda di determinare simultaneamente l'antigene prostatico totale e libero. Per fare ciò, è preferibile utilizzare una singola porzione di sangue.

PSA comune e gratuito: normale

In precedenza, gli esperti concordavano sul fatto che il livello di PSA normalmente dovesse variare entro 4 ng / ml. Quando il confine stabilito aumenta, i sospetti cadono per la presenza di cambiamenti patologici nel corpo.

Dopo le ultime ricerche nel campo della scienza, l'indicatore superiore del livello di antigene prostatico specifico è diminuito e ammonta a 3 ng / ml. Quando il livello sale a 4 ng / ml, appare la probabilità di avere una malattia, che richiede una diagnosi più approfondita e la registrazione del paziente.

Sono stati stabiliti confini recentemente adottati per gli uomini di età compresa tra 20 e 40 anni per un totale di PSA. La norma per i maschi di età compresa tra 50 anni e oltre varia fino a 3,5 ng / ml. All'età di 20-25 anni, il tasso di antigene prostatico specifico non deve superare i limiti di 2,5 ng / ml. Ciò è dovuto al fatto che nei giovani le dimensioni della ghiandola prostatica sono piccole, rispettivamente, questo organo, in assenza di cambiamenti patologici, non è in grado di produrre un segreto più del totale richiesto dal PSA. La norma è la conservazione di indicatori ammissibili, il cui eccesso indica la presenza nel corpo umano di processi patologici.

Obiettivi dello studio del PSA

I livelli di PSA aumentano in presenza di malattie come prostatite, adenoma prostatico e cancro alla prostata. L'analisi per determinare la quantità di antigene prostatico viene assegnata nei seguenti casi:

  • Monitorare il decorso della malattia, condurre diagnosi precliniche delle metastasi e valutare l'efficacia del trattamento del carcinoma prostatico.
  • Il processo di monitoraggio delle condizioni del paziente di ipertrofia della prostata per la diagnosi precoce del carcinoma.
  • Diagnosi di screening per pazienti di età compresa tra 50 anni per determinare la dinamica di crescita del numero di antigene prostatico specifico.

Gli esperti raccomandano di superare i test per il livello di antigene prostatico specifico per tutti gli uomini senza eccezione all'età di 38 anni. Il prelievo di sangue deve essere effettuato almeno 1 volta all'anno per controllare completamente i cambiamenti fisiologici che avvengono nell'organismo. Tale approccio consente di identificare il processo patologico nel tempo, che nella fase iniziale è curabile molto più facilmente rispetto alle forme di corsa.

Le persone a rischio dovrebbero monitorare chiaramente i cambiamenti nei livelli sierici di PSA. Questo è necessario per gli uomini che hanno parenti, pazienti con cancro appartenenti alla razza africana (a causa di una maggiore predisposizione) e che lavorano in industrie pericolose.

Come ottenere risultati accurati?

Per ottenere indicatori precisi del livello dei marcatori nel siero, è necessario condurre simultaneamente due test:

  • determinare la quantità di antigene totale (totale PSA);
  • determinare la quantità di antigene libero (f-PSA).

La frazione libera dell'antigene è solo il 10% del numero totale di proteine ​​prostatiche. Quando si effettua una diagnosi della natura povera o benigna dell'iperplasia prostatica, è necessario indagare sul cambiamento nel livello della frazione libera. Quando si eseguono misure diagnostiche per il PSA (generale e libero), è importante studiare non le singole indicazioni degli studi eseguiti, ma l'intera dinamica dei cambiamenti nel livello di antigene nel siero del sangue.

Antigene prostatico comune

Un test PSA viene utilizzato per diagnosticare i cambiamenti nell'area della prostata. Un antigene comune in tali attività di ricerca occupa un posto importante, perché un cambiamento nella sua norma indica processi patologici nel corpo. Il contenuto di questo antigene nel siero non deve superare le indicazioni da 4 a 10 ng / ml. Alla minima deviazione dalla norma, è importante considerare il suo rapporto con il libero. Ecco perché i test del PSA - generali e gratuiti - sono raccomandati per essere eseguiti contemporaneamente, utilizzando un campione di sangue per lo studio.

Per diagnosticare le malattie della prostata, è necessario stabilire quale parte degli antigeni prostatici specifici circola liberamente. I pazienti con diagnosi di cancro alla prostata hanno meno PSA liberi rispetto ai membri maschi sani. In presenza di carcinoma nella ghiandola prostatica, il rapporto tra forma totale e forma libera è inferiore al 15%. L'adenoma della prostata è caratterizzato da un rapporto che supera le cifre del 15%.

Antigene prostatico libero

Tra gli obiettivi dello studio del livello di antigene libero nel sangue sono i seguenti:

  • un aumento del PSA totale;
  • diagnostica del cancro alla prostata maligno;
  • studi differenziali di iperplasia;
  • valutazione della terapia nei processi maligni.

È importante notare che nel cancro della prostata l'antigene libero è presente in una quantità inferiore rispetto all'adenoma. Ecco perché con una diminuzione degli indicatori di oltre il 10% il sospetto della presenza di processi maligni aumenta.

L'efficacia dell'analisi su PSA

Oggi, per la diagnosi delle malattie della prostata, non è solo il test del sangue del PSA che viene eseguito, generale e gratuito. È anche importante prendere in considerazione il tasso di aumento degli indicatori delle forme specifiche della prostata. Il tasso di aumento viene determinato automaticamente confrontando le prestazioni della precedente e questa analisi. Per ottenere indicatori chiari, non si dovrebbe superare l'intervallo tra le analisi di un anno.

I marcatori tumorali del PSA svolgono un ruolo importante nella diagnosi delle malattie della prostata. L'analisi generale e libera consente di determinare la presenza di un processo maligno. Nel cancro della prostata, la quantità di antigene libero è inferiore a quella del limite, che è un motivo significativo per il controllo.

Termini di analisi

Per ottenere risultati accurati, si raccomanda di seguire alcune regole quando si esegue un test per il PSA:

  • il prelievo di sangue dovrebbe essere fatto a stomaco vuoto o 6 ore dopo un pasto;
  • L'ultima sessione di massaggio dovrebbe essere tenuta non prima di una settimana prima dell'analisi;
  • dopo la cistoscopia o la cateterizzazione della vescica, il sangue deve essere assunto non prima di 2 settimane dopo;
  • È imperativo informare il medico circa l'assunzione di farmaci.

Per ottenere risultati accurati, è importante tenere conto della presenza di fattori che influenzano il livello di antigene prostatico specifico. Nel valutare il valore del PSA, devono essere prese in considerazione le fluttuazioni giornaliere del livello corporeo, sebbene non significative.

L'ecografia transrettale può cambiare drasticamente il PSA, quindi il test dovrebbe essere preso una settimana dopo lo studio diagnostico. Anche una biopsia prostatica aumenta la velocità. Ciò è dovuto al danneggiamento meccanico delle barriere, che porta all'ingresso dell'antigene nel flusso sanguigno. Dopo una biopsia della prostata, il sangue deve essere assunto solo dopo 6 settimane.

Test PSA falsi positivi

Esiste la possibilità di ottenere un risultato falso positivo analizzando il siero per il livello di antigene prostatico specifico. Un risultato simile è associato all'assenza di processi maligni nel corpo e alla presenza di altri motivi che contribuiscono ad un aumento del suo livello. In questo caso, l'assenza di cancro e la diagnosi di "prostatite" (o "adenoma") sono un risultato falso positivo.

Risultati falsi positivi del test PSA possono verificarsi anche se sono trascorse meno di 48 ore dopo un esame rettale digitale della prostata o eiaculazione. La probabilità di ottenere un risultato falso positivo varia dal 4 al 30%. Va notato che la presenza di altre malattie che non sono correlate alla ghiandola prostatica, non può essere la causa di ottenere il risultato sbagliato di un test di ricerca.

La sensibilità del test è molto alta. Ciò è dovuto al fatto che nelle persone con carcinoma della prostata, il livello degli antigeni della prostata è al limite dei limiti ammissibili o supera la norma. Va tenuto presente che quando si ottiene un risultato positivo, la probabilità della presenza di malattie concomitanti nel corpo non diminuisce. In altre parole, la specificità di questa malattia è bassa.

C'è una piccola probabilità di avere un cancro con un normale test del PSA. Ad esempio, se c'è un sigillo nella prostata, che è determinato dalla palpazione attraverso l'area rettale, in 1: 4 casi con analisi del PSA normale, il cancro alla prostata può essere rilevato.

Cosa fare in assenza di cancro e alto PSA?

Ogni uomo dovrebbe essere testato ogni anno per PSA totale e gratuito. Il tasso di antigene prostatico specifico può superare significativamente i limiti consentiti, ma quando si esegue una diagnosi aggiuntiva il cancro non è sempre determinato. In tal caso, è imperativo ripetere il test per PSA dopo 3 mesi. Questo metodo diagnostico potrebbe non rivelare affatto un piccolo tumore, ma la ricerca ripetuta aumenta la probabilità di fare una diagnosi corretta.

Quando si riceve un trattamento ormonale, l'analisi del PSA deve essere eseguita almeno una volta ogni 3 mesi. Se il test dell'antigene prostatico specifico si è rivelato positivo, e nell'area della prostata, il medico ha trovato un sigillo, allora non si deve prendere dal panico, poiché questo non indica necessariamente la presenza di cancro.

Decodifica l'analisi del PSA negli uomini

PSA (antigene prostatico specifico, antigene prostatico specifico) è una proteina (proteina), un enzima prodotto dalle cellule della ghiandola prostatica (in seguito denominato RV). Svolge la funzione di diluire e ridurre la viscosità dello sperma, colpisce la fertilità maschile.

La definizione di PSA nel plasma sanguigno è di grande importanza nell'urologia moderna. I suoi livelli più alti sono determinati in liquido seminale. L'enzima può raggiungere non solo il segreto del pancreas, ma anche i capillari che alimentano il tessuto ghiandolare e si trovano nel plasma sanguigno.

È dovuto alle concentrazioni plasmatiche che è possibile lo screening del cancro del pancreas negli uomini.

L'aumento della concentrazione di antigene prostatico specifico è associato non solo al rischio di cancro alla prostata, ma anche a molte altre patologie. Il suo livello aumenta con l'adenoma della prostata, la prostatite.

Per la prima volta il metodo è stato introdotto nella pratica medica nel 1986. I soliti schemi per la diagnosi della patologia prostatica sono stati rivisti.

Da allora, i metodi per determinare l'antigene prostatico specifico si sono evoluti, i loro punti di forza e di debolezza sono stati identificati. Monitorare la sua concentrazione consente non solo di selezionare un gruppo di pazienti che richiedono una biopsia, ma anche di monitorare l'efficacia della terapia.

La prostata è un piccolo organo muscolo-ghiandolare, che normalmente è paragonabile per dimensioni a una noce.

La prostata fa parte del sistema riproduttivo maschile, situato nella piccola pelvi, sotto la vescica, davanti al retto. Circonda la sezione iniziale dell'uretra [1,7].

1. Caratteristiche dell'antigene prostatico specifico

L'antigene prostatico specifico nella sua struttura è una glicoproteina composta da 237 aminoacidi, 4 rami laterali di carboidrati, che adottano una specifica conformazione utilizzando più legami disolfuro.

È una serina proteasica neutra, un enzima simile in funzione ad altre proteasi coinvolte nel processo di coagulazione del sangue.

La principale funzione enzimatica è la rottura delle proteine ​​del liquido seminale di seminogelin I e II, che porta alla liquefazione e alla diminuzione della viscosità dello sperma. Tutte le informazioni sulla struttura di questa proteina si trovano nel gene, che è localizzato sul cromosoma 19.

2. Luoghi con le più alte concentrazioni di PSA

Normalmente, il PSA viene sintetizzato dalle cellule epiteliali della prostata e secreto nel liquido seminale. La sua massima concentrazione è determinata nello stroma della ghiandola.

Per entrare nel flusso sanguigno, l'antigene prostatico specifico deve essere sottoposto a una serie di barriere fisiologiche (membrana basale delle ghiandole prostatiche, stroma della ghiandola, endotelio dei capillari).

Un certo numero di processi patologici (cancro del pancreas, infiammazione acuta della prostata, trauma) può portare alla rottura delle barriere naturali e aumentare la concentrazione di glicoproteina nel sangue.

La prostatite batterica acuta può essere accompagnata da un aumento del PSA, tuttavia, i livelli degli enzimi sono normalizzati dopo adeguata terapia anti-infiammatoria e antibatterica.

Massaggio della prostata, equitazione, ciclismo, squat, stacchi possono anche portare ad un aumento del contenuto dell'enzima nel sangue.

Le sue basse concentrazioni sono determinate nelle ghiandole uretrali, nell'endometrio, nel normale tessuto mammario, nelle ghiandole salivari, nell'urina di uomini e donne. La definizione di PSA nel plasma nelle donne può essere associata a cancro del seno, polmone, utero, rene.

3. PSA libero, vincolato e comune

PSA libero, fPSA (PSA libero) è l'indicatore principale nella diagnosi e nel trattamento del cancro alla prostata. Tuttavia, nell'intervallo da 4 a 10 ng / ml (cioè, moderatamente sopra la norma), il 75% degli uomini non ha oncologia, il che riduce la specificità di questo indicatore.

Pertanto, per fare una diagnosi in un particolare paziente, è necessario eseguire una biopsia, in media, in 4 uomini con valori di fPSA elevati.

Nel cancro del pancreas, l'aumento del PSA totale (tPSA, PSA totale) si verifica principalmente a causa della sua complessa frazione di cPSA (complessata, legata). Nell'adenoma si osserva un aumento in prevalenza di FPSA.

Pertanto, viene ora applicato il rapporto tra il PSA libero e il totale: il rapporto tra fPSA / tPSA è inferiore nei pazienti con carcinoma della prostata.

L'indicatore fPSA è più utile quando si monitorano pazienti con valori di glicoproteina costantemente elevati sullo sfondo di risultati bioptici negativi.

Nonostante la maggiore efficacia dell'analisi, deve essere combinato con un esame rettale digitale (abbreviato come PRIX), che consente un aumento della probabilità di rilevare il cancro.

4. Legarsi alle proteine ​​del plasma

La maggior parte della glicoproteina si trova nel plasma sanguigno in uno stato legato alle proteine ​​(cPSA - PSA complessato). Solo una piccola parte dell'enzima si trova in uno stato libero (PSA libero).

cPSA è associato con alfa-2-macroglobulina (A2M) e alfa-1-antichymotrypsin (A1AXT) di plasma, i due principali inibitori delle proteasi plasmatiche di serina.

A differenza del plasma, nell'eiaculato la maggior parte della frazione libera (fPSA), la sua concentrazione è 1 mg / ml. Nello stato associato a A1AXT, PSA mantiene 2 epitopi in uno stato libero, che consente studi immunologici.

Quando il PSA lega A2M, tutti gli epitopi sono nascosti dagli anticorpi, il che rende difficile la diagnosi immunologica di questa frazione dell'enzima legato.

5. Farmacocinetica

L'emivita del PSA è stata studiata in pazienti dopo adenomectomia e variava da 2 a 3 giorni. La completa scomparsa delle proteine ​​dal plasma sanguigno è durata 14-20 giorni. [2]

Indicazioni per l'analisi:

  1. 1 Screening per il carcinoma della prostata negli uomini di età superiore ai 50 anni.
  2. 2 Monitoraggio dei pazienti con adenoma.
  3. 3 Monitoraggio dell'efficacia della terapia con prostatite.
  4. 4 Monitoraggio dei pazienti oncologici, determinazione della recidiva della malattia, presenza di metastasi a distanza.

6. Screening per il cancro alla prostata

Lo screening per l'oncologia tra le grandi popolazioni della popolazione maschile ha portato a diagnosi precoce e tempestiva del cancro.

Un esame del sangue per il PSA non è un processo che richiede tempo e può ridurre la frequenza del cancro avanzato. Nella diagnosi e nel trattamento di qualsiasi oncologia, è importante identificare la malattia in una fase precoce.

Sfortunatamente, il cancro nelle fasi iniziali non è accompagnato da una clinica pronunciata. A differenza di BPH (aumento delle sezioni centrali della prostata e compressione dell'uretra, che porta a sintomi di minzione, aumento della voglia di urinare, specialmente di notte, indebolimento del flusso durante la minzione) sintomi.

Un piccolo tumore è difficile da diagnosticare con DRE. Prima dell'introduzione generalizzata dell'analisi, prima della biopsia è stato eseguito un esame standard. Al momento della diagnosi, metastasi distanti sono state rilevate nel 70% dei pazienti.

Dall'introduzione della tecnica, la percentuale di pazienti con metastasi ad altri organi è diminuita al 3%, mentre nel 75% dei pazienti non è possibile determinare il cancro con la palpazione.

La maggior parte degli urologi determina la necessità di screening sulla base dell'età, dei sintomi, della storia della vita (con ereditarietà appesantita, la ricerca viene effettuata prima), i risultati dell'esame del paziente. Spesso i pazienti stessi si rivolgono al medico per un rinvio per l'analisi. [3]

7. Antigene prostatico specifico e BPH

Come abbiamo detto, aumenta il contenuto di PSA nell'adenoma della ghiandola prostatica. Perché sta succedendo questo?

La maggior parte di questa proteina viene sintetizzata dalle ghiandole prostatiche della zona di transizione della prostata. Questa zona cresce con iperplasia benigna (BPH).

La zona periferica, in cui un tumore è localizzato in 8 casi su 10, produce solo una piccola quantità di PSA. Le deviazioni approssimative di un indicatore a un adenoma sono istituite: aumenti di 0,12 ng / ml su ogni grammo di ghiandola. [4]

8. Preparazione per l'analisi

Un esame del sangue viene preso a stomaco vuoto. La preparazione per lo studio include un'eccezione 7 giorni prima della raccolta del sangue di qualsiasi intervento traumatico alla prostata:

  1. 1 bicicletta.
  2. 2 in sella.
  3. 3 Deadlift.
  4. 4 squat
  5. 5 esame rettale delle dita.
  6. 6 Massaggio della prostata.
  7. 7 cistoscopia.
  8. 8 colonscopia.

Il sangue ottenuto dalla vena viene centrifugato, il plasma viene ottenuto da esso, che deve essere separato dal sedimento dagli elementi formati entro 120-180 minuti e condotto uno studio.

Se non è possibile eseguire l'analisi nell'intervallo di tempo specificato, il plasma viene congelato a t da -20 ° C a -70 ° C.

Anticorpi monoclonali o policlonali sono usati per determinare il livello di PSA. Successivamente, viene eseguita l'interpretazione dei valori ottenuti.

9. Fattori che influenzano il PSA

La principale limitazione dell'uso dell'antigene prostatico specifico nella differenziazione dell'oncologia del pancreas è un simile aumento delle prestazioni in altre condizioni patologiche (IPB, prostatite).

La proteina PSA è prodotta da cellule normali, iperplastiche e neoplastiche del pancreas, ma le cellule tumorali sintetizzano 10 volte più enzima in relazione alla massa del pancreas.

9.1. Tessuto iperplastico e relazione stroma-epiteliale

L'interpretazione dei risultati può variare in base al grado di iperplasia e al rapporto stroma-epiteliale. La maggior parte della proteina viene prodotta nella zona di transizione della prostata.

Solo una piccola quantità di proteine ​​viene sintetizzata nella zona periferica della ghiandola, dove in 8 casi su 10 si sviluppa il cancro alla prostata. Il cancro che si sviluppa nella zona di transizione della ghiandola è accompagnato da un pronunciato aumento del PSA.

Le cellule di adenocarcinoma di basso grado perdono la capacità di sintetizzare un enzima. Per questo motivo, la concentrazione di PSA può essere bassa in alcuni pazienti con cancro avanzato.

9.2. Fattori farmacologici

Alcuni farmaci possono influenzare la concentrazione plasmatica della glicoproteina:

  • Finasteride, dutasteride - inibitori della 5-a-reduttasi che vengono assunti dai pazienti con BPH. I farmaci in questo gruppo possono portare a una diminuzione del livello generale di PSA della metà entro 180 giorni dalla terapia. Per questo motivo, nei pazienti con iperplasia prostatica benigna, è necessario condurre studi ripetuti 60-90 giorni dall'inizio del trattamento al fine di stabilire un nuovo punto di partenza da cui si possa misurare l'aumento del livello dell'enzima.
  • Farmaci che influenzano il livello di testosterone nel sangue. L'aumento di testosterone nel plasma sanguigno porta ad un aumento della concentrazione dell'enzima.
  • L'eiaculazione aumenta il PSA. In 7 su 10 uomini di età pari o superiore a 50 anni, il PSA plasmatico è aumentato del 41% entro 60 minuti dall'eiaculazione.

9.3. Manipolazioni urologiche

Le malattie non cancerose della prostata, così come le manipolazioni urologiche, portano ad un aumento del PSA. La prostatite acuta, asintomatica e cronica, la ritenzione urinaria sono accompagnate dal suo aumento.

Di norma, l'esame della ghiandola non è accompagnato da variazioni della concentrazione plasmatica dell'enzima, ma il suo livello aumenta significativamente dopo il massaggio (fino a 2 volte) [5, 7].

Cistoscopia, stadiazione del catetere urinario, ecografia transrettale a volte può essere accompagnata da un leggero aumento di PSA.

Una biopsia porta ad un aumento del PSA di una media di 7,9 ng / ml entro 5 minuti dalla manipolazione (circa 24 ore). Il tempo richiesto per la normalizzazione dell'indicatore è di 2-4 settimane.

Dopo l'eiaculazione, il livello di antigene prostatico specifico ritorna ai numeri normali entro 2 giorni. Dopo l'eliminazione della ritenzione urinaria, il contenuto di glicoproteina viene ridotto del 50% entro 24-48 ore.

Nella prostatite batterica acuta, la concentrazione di PSA nel plasma dipende dall'efficacia della terapia. Per questo motivo, l'indicatore viene utilizzato per monitorare l'efficacia della terapia antibiotica.

9.4. Razza ed età

Il rischio di sviluppare il cancro alla prostata tra la popolazione nera è più alto rispetto al bianco [6]. Il tasso aumenta con l'età ed è associato con iperplasia benigna.

Quindi, parliamo di decodifica dell'analisi. I limiti normali del PSA totale - da 0 a 4,0 ng / ml, non tengono conto delle variazioni legate all'età nel volume della prostata. Oesterling propose una tabella delle variazioni di età delle norme.

Tabella 2 - Le norme del PSA totale (antigene prostatico specifico) in base all'età. Per visualizzare, fare clic sul tavolo

10. Monitoraggio dell'efficacia della terapia

Secondo la dinamica del PSA dopo la rimozione chirurgica della ghiandola, la recidiva locale e metastatica può essere separata.

La recidiva del tumore può essere assunta quando: la rilevazione di PSA nel sangue, con la sua crescita durante l'anno dopo l'intervento, l'indicatore del tempo di raddoppiamento per 6 mesi o meno. Le stesse caratteristiche possono essere applicabili alla radioterapia.

Dall'introduzione del test del sangue per PSA, c'è stato un salto nella diagnosi precoce del cancro del pancreas. Di per sé, il PSA non consente una separazione esatta tra patologia benigna e maligna.

Per una diagnosi accurata, è sempre richiesto un esame aggiuntivo del paziente. L'interpretazione dei risultati, così come la nomina di nuovi esami dovrebbero essere effettuati da un urologo.

Saggio antigene prostatico specifico

La maggior parte degli organi ha marcatori specifici che, in varie condizioni patologiche, iniziano a entrare eccessivamente nel sangue. Se durante infarto miocardico o danno epatico sono rappresentati da enzimi specifici per questi organi, in particolare, AST e ALT, rispettivamente, durante un tumore o un processo infiammatorio che coinvolge la ghiandola prostatica, può essere rilevata un'eccessiva concentrazione del cosiddetto antigene prostatico specifico (PSA) ha anche attività enzimatica.

Cos'è il PSA?

La prostata, essendo un organo esocrino, ha una funzione secernente. Il PSA è anche una delle sostanze più importanti e ben studiate coinvolte nella formazione di eiaculato, che secondo la classificazione biochimica è un enzima serinico proteasi con il nome sistematico "kallikrein-like peptidase 3". Viene rilasciato nel lume dell'uretra ed è responsabile della riduzione della viscosità dello spermatozoo, della sua diluizione e anche della creazione di un ambiente favorevole per l'attività completa delle cellule germinali (gameti) di un uomo. Ciò è dovuto alla sua attività proteolitica - la capacità di scomporre grandi proteine ​​in frammenti più piccoli. L'antigene prostatico specifico è una glicoproteina e può essere trovato nei seguenti tessuti:

  • il parenchima prostatico è normale;
  • adenoma prostatico;
  • metastasi in oncologia di questo organo, così come nella stessa prostata.

Il cancro primario di qualsiasi altra localizzazione non è accompagnato da un aumento di questo indicatore. Il suo significato nella diagnosi dei processi tumorali nella ghiandola prostatica si basa su questo. Tuttavia, studi recenti dimostrano che il PSA può essere trovato in altri tessuti:

  • ghiandola mammaria;
  • il rivestimento interno dell'utero;
  • neoplasie surrenali;
  • tumore delle cellule renali.

Ma al di fuori della prostata, si trova in quantità molto piccole e non ha valore diagnostico.

Negli uomini, normalmente, una piccola quantità di PSA circola costantemente nel sangue. È interessante che nelle donne possa anche essere presente, ma in quantità tali che, di regola, non viene rilevato con metodi diagnostici standard - e non è un marker del processo oncologico.

L'antigene prostatico entra nel sistema vascolare insieme a una piccola parte della secrezione della ghiandola che svolge la funzione endocrina. È importante notare che l'antigene del sangue è contenuto in diverse forme:

  • 1) Il PSA libero circola nello stato non legato ed è un componente nel calcolare il contenuto totale di antigene nel sangue, rappresentando una percentuale del 10-15%;
  • 2) Associata con a-1-anti-chimotripsina - rappresenta il 55-95% di tutti i complessi dell'antigene specifico della prostata con proteine;
  • 3) Associata con alfa2-macroglobulina - non determinata utilizzando metodi immunochimici classici;
  • 4) Associati all'albumina.

La parte principale dell'antigene specifico della prostata è costituita dai primi due indicatori. Il legame del PSA alle proteine ​​è necessario per l'inattivazione della sua attività proteolitica. Nel liquido seminale, la concentrazione di antigene è centinaia di migliaia di volte maggiore rispetto al sangue. Pertanto, un test per il rilevamento dell'antigene prostatico specifico viene utilizzato nella pratica della medicina legale per rilevare tracce di sperma.

Determinazione della concentrazione di PSA nel sangue: le regole di preparazione e metodi di ricerca

Per l'analisi per determinare la quantità di PSA, si utilizza il siero prelevato da una vena, solitamente nell'area della curva del gomito. Si ottiene separando la parte liquida del materiale ottenuto - plasma e sua coagulazione, o facendo precipitare il fibrinogeno (uno dei componenti principali del sistema di coagulazione del sangue) con ioni calcio.

La preparazione per l'analisi è auspicabile iniziare in pochi giorni, seguendo le seguenti raccomandazioni:

  1. Per escludere l'uso di caffè e alcolici, mentre è permesso attenersi alla dieta abituale.
  2. Astenersi dai rapporti sessuali - altrimenti i risultati potrebbero essere inaffidabili.
  3. Evita sforzi fisici intensi. Una settimana prima dello studio, è necessario escludere tali tipi di attività all'aria aperta come il canottaggio, in sella a uno scooter, in moto e in bicicletta.
  4. Per quanto riguarda il comportamento alla vigilia delle procedure strumentali e fisioterapiche, così come i farmaci dovrebbero essere consultati con il medico.
  5. L'esame rettale manuale, l'esame ecografico transrettale, il massaggio e la biopsia della ghiandola prostatica, l'uretra, la cito- e la colonscopia, la cateterizzazione della vescica con un catetere morbido non devono essere eseguite più di sette giorni prima dell'analisi.
  6. Per quanto riguarda la necessità di donazione di sangue a stomaco vuoto, le discussioni continuano. Nel corso della classica analisi biochimica del sangue, per la quale viene anche raccolto sangue venoso, questa condizione è obbligatoria. Nel caso del rilevamento immuno-chimico del PSA, tale restrizione, per un certo numero di fonti, è considerata facoltativa.

Nel caso di un intervento chirurgico per la rimozione parziale della ghiandola prostatica attraverso l'uretra (resezione transuretrale), questa analisi non viene eseguita per sei mesi.

La quantità di materiale richiesta è determinata dal tipo di metodo per rilevare la concentrazione di antigene e le caratteristiche dei reagenti utilizzati in un particolare laboratorio. Di norma, lo studio viene effettuato utilizzando il saggio immunoenzimatico ELISA, reagenti per i quali, nel caso della diagnosi di patologie della ghiandola prostatica, vi sono più di 30 tipi. Nelle tecniche ci sono tecnologie che utilizzano anticorpi monoclonali.

Norme di laboratorio nell'analisi per la determinazione del PSA

I valori normali di PSA nel sangue variano a seconda dell'età. Ciò è dovuto al fatto che con l'invecchiamento si verifica la crescita fisiologica di questi valori. Ci sono i seguenti indicatori della norma per uomini di diverse età:

  • fino a 40 anni, lo studio non è solitamente nominato;
  • prima dei 50 anni, il PSA è 2,5 ng / ml;
  • entro 50-60 anni, la concentrazione aumenta a 3,5 ng / ml;
  • in 60-70 anni, il livello di antigene prostatico specifico - 4,5 ng / ml;
  • quando un uomo ha più di 70 anni, il PSA raggiunge i 6,5 ng / ml.

In precedenza, è apparso un valore medio di 4 ng / ml, ma nel corso della ricerca è emerso che la concentrazione di PSA nel sangue può variare su base individuale. In un uomo, l'oncologia prostatica si sviluppa con punteggi PSA più bassi, nell'altro non si osserva alcun processo maligno e con valori superiori alla media.

Oltre a determinare la concentrazione totale dell'antigene, è possibile calcolare il rapporto tra frazione libera e legata. Questo rapporto è calcolato con la seguente formula: PSA free / PSA bound) x100%. Normalmente, l'indice dovrebbe essere almeno del 15%, poiché in presenza di oncologia, l'antigene nel sangue circola principalmente in una forma legata. Nel caso in cui il coefficiente sia più alto, è necessario parlare di ridurre il rischio di sviluppare un processo oncologico. È particolarmente importante eseguire questo calcolo con una concentrazione significativamente maggiore di antigene superiore a 68 ng / ml.

C'è anche un tale indicatore come il tasso di crescita dell'antigene o la crescita annuale di PSA, nel caso di un costante aumento dei valori che indica un aumento del rischio di sviluppare il cancro alla prostata. Viene misurato in ng / ml / anno e può essere utilizzato per valutare l'aggressività di un tumore esistente.

Possibili cause di cambiamenti nella concentrazione di PSA

Nonostante il fatto che l'antigene specifico della prostata classicamente sia considerato un marcatore tumorale, altri fattori oltre alla presenza di un processo maligno possono portare alla sua deviazione dalla norma. Ciò è dovuto al fatto che, secondo gli esperti, un aumento della concentrazione di PSA nel sangue si verifica a causa di un danno al tessuto prostatico, che può essere causato da varie patologie. La moderna società medica non ha espresso un'opinione unanime riguardo al significato di questo indicatore nel caso del cancro alla prostata, ma è noto che la sua definizione a fini diagnostici dovrebbe essere effettuata in combinazione con i metodi strumentali e di altro esame mostrati in questo caso.

Cause fisiologiche di aumento del PSA nel sangue

Vari fattori fisiologici possono portare a un eccesso non patologico dei valori medi della concentrazione dell'antigene nel sangue. La loro presenza dovrebbe essere presa in considerazione quando si interpretano i risultati della ricerca e si determina la strategia futura. Pertanto, un aumento del contenuto di PSA nel sangue può portare a:

  • caratteristiche individuali del soggetto - per esempio, una certa percentuale di uomini ha un volume aumentato geneticamente determinato della ghiandola prostatica, che in questo caso può produrre una maggiore quantità di antigene;
  • fare sport elencati nella sezione per la preparazione all'analisi (canottaggio, ciclismo, scooter e moto);
  • effettuare vari esami strumentali e manipolazioni nell'area della prostata;
  • Eiaculazione: l'effetto di aumentare la concentrazione di PSA dura fino a due giorni.

L'ereditarietà e l'etnia burdate possono anche influenzare la quantità di antigene.

Cause patologiche di aumento dei livelli ematici di PSA

L'aumento del contenuto di PSA può causare patologie quali:

  • prostatite;
  • adenoma prostatico - iperplasia benigna;
  • cancro alla prostata.

In ogni caso, questa circostanza è facoltativa. Va ricordato che questo antigene non è specifico per alcun processo patologico, ma indica problemi con un organo specifico. Va ricordato che la presenza di infiammazione cronica e neoplasie benigne aumenta il rischio di sviluppare oncologia. Pertanto, in generale, esiste una relazione direttamente proporzionale tra un aumento della concentrazione ematica di PSA e la possibilità di un processo maligno.

Fattori che portano ad una diminuzione del numero di antigene prostatico specifico

Il livello di antigene non può solo aumentare, ma essere al di sotto della norma in determinate circostanze. Quindi, per ridurne la concentrazione può portare ad assumere determinati farmaci, in particolare i farmaci per il trattamento dell'iperplasia prostatica benigna. Un fattore come l'obesità può anche essere influenzato dal non modificare la concentrazione di PSA verso il basso.

Il ruolo del PSA nella risoluzione dei problemi clinici

L'antigene prostatico specifico viene utilizzato in diverse fasi della diagnosi di laboratorio delle malattie della prostata. Per quanto riguarda il suo ruolo nel corso degli esami e del trattamento, sono disponibili i seguenti dati:

  1. L'utilizzo di questo test del sangue per lo screening del cancro alla prostata è ancora un argomento controverso. Le opinioni degli esperti sono divise in tre posizioni: il PSA come screening non è necessario per evitare l'overdiagnosi; è necessario controllare solo gruppi di persone con un aumentato rischio di oncologia di questo organo; Il test dovrebbe essere eseguito da tutti i maschi che hanno raggiunto una certa età.
  2. Nella diagnosi del cancro alla prostata, come già osservato, il PSA dovrebbe essere usato solo in combinazione con altri metodi di esame. Se si sospetta una neoplasia maligna, viene prescritta una biopsia, il metodo più affidabile per diagnosticare l'oncologia.
  3. Monitorare lo sviluppo di un processo maligno in una malattia lentamente progressiva di solito comporta il monitoraggio della concentrazione dell'antigene ogni sei mesi. Con un aumento del suo livello superiore a 10 ng / ml, c'è una domanda sulla nomina di misure terapeutiche attive. Può anche essere condotto per monitorare l'efficacia della terapia.
  4. Di norma, a bassi valori di PSA, in caso di cancro alla prostata, la prognosi della malattia è più favorevole.

Al momento, l'analisi per la determinazione dell'antigene prostatico specifico è il metodo principale di analisi del sangue di laboratorio nel caso di diagnosi di malattie della ghiandola prostatica. Inoltre, vengono analizzati altri fluidi biologici, urina ed eiaculato, che sono necessari per determinare l'origine esatta e il possibile meccanismo per lo sviluppo della malattia, nonché per escludere patologie associate.