Principale
Prevenzione

Come condurre una biopsia della prostata - tipi di ricerca e preparazione, dieta dopo la procedura

Se si sospetta il cancro o altre malattie della prostata, al paziente vengono prescritti vari test, inclusa una biopsia della prostata. Con questo metodo, uno specialista riceve il tessuto, che viene successivamente inviato al laboratorio. Esiste uno studio istologico che consente di determinare il tipo di tumore, il suo stadio e la natura dello sviluppo. Sulla base dei dati ottenuti dopo la biopsia, vengono determinate le tattiche di trattamento. Dettagli su questo studio devono conoscere ogni membro del sesso più forte.

Cos'è una biopsia della prostata

Questa parola si riferisce alla manipolazione medica invasiva. La biopsia della prostata viene eseguita su base ambulatoriale per diagnosticare il cancro alla prostata negli uomini. Frammenti di tessuti patologici sono prelevati con attrezzature speciali e inviati per istologia. In precedenza, una biopsia veniva eseguita palpando la ghiandola. Ora viene eseguito sotto il controllo della macchina ad ultrasuoni, che riduce al minimo il rischio di complicanze. La garanzia della precisione del risultato della biopsia è del 100%.

testimonianza

Una biopsia della prostata è uno studio molto accurato, grazie al quale uno specialista può capire se un paziente ha un cancro o qualche altra malattia della prostata. È prescritto nei seguenti casi:

  1. Durante l'esame rettale iniziale della ghiandola prostatica, il medico trova sigilli, nodi o altre anomalie.
  2. Un esame del sangue indica un aumento del livello di antigene prostatico specifico (PSA). Se è costantemente grande o in crescita, quindi per chiarire la diagnosi, viene ripetuta una biopsia. Un'altra indicazione è una diminuzione del PSA libero rispetto al totale, che aumenta anche la probabilità di cancro.
  3. Durante la conduzione di TRUS, il medico ha scoperto aree con ecogenicità sospettosamente bassa, che può indicare il cancro.
  4. Il tumore è confermato da altri studi, ma è necessario scoprire se è benigno (adenoma) o maligno (cancro). Nel secondo caso, lo stage viene immediatamente specificato.

Una biopsia viene eseguita in diversi modi. Quale da applicare dovrebbe essere scelto dal medico, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente. Esistono questi tipi di biopsia:

  1. Transrettale. L'attrezzatura è inserita nell'ano, mentre il paziente assume una posizione di ginocchio-gomito, giace sulla schiena con un bacino rialzato o di lato. L'anestetico viene iniettato nell'area della prostata. Lo studio viene eseguito da un ago a molla sotto il controllo di TRUS. Una biopsia transrettale o multifocale viene eseguita rapidamente. Quando questo accade diversi campioni di tessuto provenienti da diverse parti del corpo.
  2. Biopsia transuretrale. Viene eseguito in posizione supina sotto anestesia generale, spinale o locale. Viene eseguito da un anello di taglio per prendere un materiale con un cistoscopio - una sonda flessibile con illuminazione e una videocamera. Introduzione di attrezzature nell'uretra.
  3. Biopsia transperineare. Questo metodo di accesso viene utilizzato meno frequentemente di altri. Il paziente giace sulla schiena o lateralmente, viene somministrato l'anestesia generale o locale. Viene praticata un'incisione nell'area del cavallo, nella quale viene posizionato e ruotato l'ago per biopsia. Il medico inserisce un dito nel retto del paziente per fissare la ghiandola prostatica e interrompere il sanguinamento dopo l'intervento chirurgico. Il recinto viene eseguito più volte da diversi siti.

Come fare una biopsia della prostata

Il più comune è l'approccio di puntura transrettale, quindi le sue fasi dovrebbero essere discusse in maggiore dettaglio. Come si fa una biopsia?

  1. Il medico dice al paziente come viene eseguito lo studio e dà il consenso per farlo.
  2. Il paziente prende la posa indicata dal dottore sul divano.
  3. Il paziente viene somministrato anestesia locale. L'uso dell'anestesia generale non è appropriato.
  4. Il sensore TRUS è inserito nel retto del paziente. Mostra un'immagine della ghiandola prostatica.
  5. Un ago viene inserito con un dispositivo speciale profondo 2 cm. Per prendere la giusta quantità di materiale, il medico produrrà molte forature nella formazione stessa e nei tessuti situati vicino ad essa. Il paziente può tornare a casa non appena ritorna alla normalità. Il materiale in provette diverse con formalina in un contenitore speciale verrà inviato per esame istologico.
  6. In caso di difficoltà, una biopsia ripetuta può essere eseguita dopo alcuni mesi.

Risultati dell'analisi

Il materiale di elaborazione richiede fino a due settimane. Dopo aver analizzato il tessuto, uno specialista può fare una delle seguenti conclusioni:

  • educazione benigna;
  • infiammazione acuta (assenza di cellule maligne, danneggiamento delle strutture ghiandolari);
  • infiammazione granulomatosa cronica;
  • adenosi o iperplasia adenomatosa atipica;
  • neoplasia intraepiteliale prostatica di basso grado (IDU);
  • Il PIN è alto;
  • Tossicodipendenti iniettabili di alto grado con ghiandole atipiche (sospetto adenocarcinoma);
  • lesione delle ghiandole atipiche;
  • un sito con sospetto adenocarcinoma (necessaria biopsia ripetuta);
  • adenocarcinoma.

Per ottenere il risultato, gli specialisti di laboratorio usano la scala Gleason. Determina lo stadio dell'adenocarcinoma, il grado di aggressività della neoplasia. Ogni colonna del materiale della ghiandola raccolta è stimata su una scala di cinque punti. Indicatore 1 significa che l'aggressività del tumore è minima, 5 - massima. Riassumi i punti ottenuti nell'analisi dei due più comuni in termini di cambiamenti nei frammenti di tessuto. In questo caso, il primo indicatore è assegnato alla colonna di tessuto, in cui più della metà delle cellule sono modificate, e la seconda, in cui è interessato meno del 50%.

Caratteristiche del tumore sull'indice Gleason:

  1. 2-6. Il tumore cresce lentamente, ben differenziato, non soggetto a metastasi precoci.
  2. 7. Adenocarcinoma differenziato medio.
  3. 8-10. Tumore di basso grado Cresce velocemente e dà metastasi.

formazione

Prima di una biopsia è necessario seguire determinate regole. Quindi la sua qualità ed efficienza saranno più alte possibili. Come prepararsi per una biopsia della prostata:

  1. Una settimana prima dello studio, è necessario interrompere l'assunzione di farmaci che influenzano la coagulazione del sangue.
  2. 3-5 giorni prima della biopsia, inizia la terapia antibiotica. Questo è necessario per evitare complicazioni infettive.
  3. Una settimana prima della biopsia, devi rinunciare all'alcool.
  4. La sera prima e un paio d'ore prima dell'esame, devi fare un clistere purificante.
  5. Non c'è biopsia nel giorno.
  6. È necessario assicurarsi che non ci siano controindicazioni, consultare un anestesista.

Dieta dopo biopsia prostatica

In modo che dopo lo studio non si verifica la stitichezza, è necessario fare la vostra dieta in base a determinate regole. Il menu dovrebbe includere:

Prodotti da limitare:

  • piselli;
  • alcool (escludere completamente per un mese);
  • pane nero;
  • uve;
  • crauti;
  • kvas.

effetti

Alcune complicazioni possono verificarsi anche se una biopsia dell'adenoma prostatico è stata eseguita abbastanza correttamente. Possibili conseguenze:

  • processo infettivo-infiammatorio nel tratto urinario;
  • aumento della temperatura corporea;
  • forte dolore del perineo e dell'ano, disagio;
  • la presenza di una piccola quantità di sangue nelle urine (ematuria macroscopica), sperma, feci;
  • lividi nell'area dell'uretra;
  • sanguinamento massiccio (estremamente raro);
  • minzione ritardata o aumento della sua frequenza;
  • prostatite acuta;
  • infiammazione dei testicoli o appendici.

Prezzo della biopsia della prostata

Il costo della ricerca dipenderà da molti fattori. Ciò che conta è il livello dell'istituto medico in cui verrà fornito il servizio, e la sua reputazione, feedback, qualifiche dello specialista e del personale di supporto. Il prezzo è influenzato da come verrà eseguita la biopsia, quanti punti di foratura saranno fatti. Un fattore importante nella formazione del costo è la velocità con cui il laboratorio esegue analisi e fornisce risultati. Tenendo conto di tutti i punti di cui sopra, il prezzo della procedura può variare da 6.000 a 70.000 rubli.

Video: come prendere una biopsia della prostata

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Che cos'è una biopsia della prostata e come prendere una puntura della prostata?

I tumori rappresentano una minaccia per la vita degli uomini. Pertanto, è molto importante al momento identificare la fase iniziale della malattia ed eseguire un trattamento appropriato.

Nell'articolo si apprenderà la biopsia della prostata, che cos'è, come viene eseguita la procedura e quali sono le conseguenze di una biopsia della prostata.

Prostata: biopsia

Cos'è una biopsia della prostata? Questo è il modo più comune per rilevare i cambiamenti dei tessuti a livello cellulare.

Questa procedura è il metodo di ricerca più affidabile, che con una probabilità del 100% ci consente di giudicare quale sia la composizione cellulare di una particolare entità. Il paziente prende un tessuto vivente da un paziente usando un ago speciale per la biopsia della prostata, che viene poi esaminato al microscopio. Il metodo confermerà con precisione se il paziente ha il cancro.

Una biopsia è prescritta se sono stati rilevati cambiamenti nel tessuto durante lo studio o se il PSA era alto quando è stato effettuato un esame del sangue.

Il paziente è obbligato a comprendere la necessità di questa procedura. In caso contrario, si potrebbero avere effetti pericolosi sulla salute in futuro.

La procedura per prelevare i tessuti può essere eseguita in regime ambulatoriale o in ospedale.

Per evitare l'infezione, prescrivere un ciclo di antibiotici.

La biopsia della prostata è dolorosa? La procedura per prendere il tessuto prostatico è abbastanza dolorosa.

Pertanto, prima di iniziare una biopsia, al paziente viene data l'anestesia locale. Più spesso ha introdotto un gel speciale con lidocaina.

A volte, in consultazione con il medico, il paziente assume un farmaco anestetico per un effetto maggiore.

Come si fa una biopsia della prostata? Esistono diversi metodi di biopsia:

  • transrettale;
  • transurealny;
  • transperineale.

E qui puoi scoprire prodotti dannosi e utili per l'organo maschile.

Una biopsia prostatica transrettale viene eseguita con le seguenti fasi:

  1. Devi stare con le gambe piegate al petto sul lato sinistro o in piedi sui gomiti e le ginocchia.
  2. Per alleviare il dolore, il medico inserisce un gel lidocaina nella prostata attraverso l'ano.
  3. Ci vogliono 10 minuti per assicurarsi che il farmaco abbia risolto la sua qualità e abbia iniziato ad agire.
  4. Successivamente, viene inserito un sensore che ha punte e aghi monouso per una biopsia della prostata.
  5. Con l'aiuto del sensore viene effettuato un esame delle aree della prostata.
  6. Per la raccolta del tessuto vivo, il medico pianifica immediatamente da 6 a 18 posti nella prostata non solo dall'area del paziente, ma anche da altre aree di tessuto sano secondo uno schema speciale.
  7. Come viene eseguita la puntura della prostata? Il medico esegue una puntura della ghiandola prostatica utilizzando una pistola biopsia, che spara una cannula nel tessuto, prendendo una colonna lunga circa 17 mm da ciascun punto target.

Transperialnaya

Come viene prelevata una biopsia della prostata? A causa della complessità della procedura, questo metodo non è molto popolare.

  1. L'uomo si trova nella posizione dell'embrione e il medico lo inietta con un'iniezione anestetica.
  2. Il medico tratta l'area tra i testicoli e lo sfintere del retto con una preparazione antisettica.
  3. Inoltre, viene eseguita un'incisione in quest'area e viene inserita una sonda ecografica o un dito. Dopo aver ispezionato l'ago per biopsia iniettato nel sito di raccolta.
  4. Guidare l'ago lungo il tumore con speciali manipolazioni richiede un pezzo di tessuto necessario per il campione.
  5. Fissare il nodulo con il dito, che si trova nell'ano.
  6. Dopo che le cellule sono state prese, la ferita viene processata.
  7. La procedura richiede circa 30 minuti.

transuretrale

Come viene eseguita una biopsia prostatica (transuretrale):

  1. Quando si raccoglie questo metodo, il paziente può trovarsi in posizioni diverse. Con il metodo più comune del paziente posato sulla schiena, e i suoi piedi messi sul cavalletto. Può anche trovarsi nella posizione fetale o essere nella posizione di ginocchio-gomito.
  2. Il medico fa l'anestesia intorno al perimetro della prostata.
  3. Per un'accurata penetrazione dell'ago nella prostata, viene utilizzato un cistoscopio, che viene inserito nel retto. Ha una sonda flessibile e alla fine c'è una piccola videocamera, una lampadina e un dispositivo per raccogliere il tessuto sotto forma di un anello di taglio.
  4. Il recinto avviene all'istante. Allo stesso tempo prendi da 6 a 12 campioni di tessuto.
  5. In alcuni casi, l'urologo usa il dito per sondare la prostata.
  6. L'intera procedura richiede circa 30 minuti.

Le cellule estratte dalla prostata, nel minor tempo possibile, vengono inviate al laboratorio per essere esaminate.

Controindicazioni

La procedura è vietata in presenza di:

  • malattie infettive;
  • se vengono identificate complicanze di emorroidi;
  • in gravi condizioni del paziente;
  • in presenza di un processo infiammatorio nell'intestino crasso;
  • nella forma acuta di prostatite;
  • con coagulazione del sangue.

formazione

Come prepararsi per una biopsia della prostata? Indipendentemente dal tipo di biopsia, il paziente deve prepararsi per la procedura in conformità con le raccomandazioni esatte del medico. Dopo aver determinato ed esaminato le condizioni del paziente, l'urologo prescrive attività per la preparazione di una biopsia prostatica.

Preparazione della biopsia della prostata:

  1. In presenza di processi infiammatori e infezioni, si raccomanda che il paziente beva un ciclo di antibiotici.
  2. Una settimana prima della biopsia, è necessario abbandonare i farmaci che influenzano la coagulazione del sangue.

  • 3 giorni prima che la procedura non possa bere farmaci antinfiammatori.
  • Il giorno prima della procedura, il paziente fa un clistere di pulizia la sera, e poi di nuovo al mattino.
  • È necessario un giorno prima della biopsia per evitare qualsiasi attività fisica.
  • La biopsia viene eseguita rigorosamente a stomaco vuoto.
  • Il paziente si trasforma in vestiti speciali.
  • Se viene eseguito un metodo transrettale, l'intera sessione di raccolta del tessuto verrà eseguita sotto monitoraggio ecografico continuo.
  • Senz'altro, il sito di introduzione dell'ago viene trattato con un antisettico.
  • A seconda del metodo scelto, una biopsia prostatica può essere eseguita in anestesia generale.
  • Se il paziente è nervoso o molto nervoso, prescrivi farmaci lenitivi.
  • Decodifica risultati

    Dopo 10 giorni, i risultati della biopsia prostatica saranno pronti. Il grado di presenza delle cellule tumorali è determinato in punti in base ai punteggi di Gleason. Sono valutati da un patologo, che formula le conclusioni necessarie.

    Tassi di biopsia del cancro alla prostata:

    1. Se la cifra è 2-4 unità, il rischio di sviluppare un tumore è insignificante. Le cellule prelevate da un'analisi bioptica della prostata sono simili per struttura a quelle sane.
    2. Se i risultati dell'analisi della biopsia della prostata vanno da 5 a 7, possiamo parlare del rischio medio di cancro.
    3. Un indicatore da 8 a 10 unità indica la presenza di cellule tumorali aggressive.

    Se ci sono stati casi di cancro alla prostata sul lignaggio, è importante consultare un urologo all'età di 45 anni e fare un test del PSA.

    Norme di comportamento

    La biopsia equivale a un intervento minimo. Pertanto, è molto importante seguire le raccomandazioni necessarie dopo la procedura.

    1. Entro 6-7 giorni, possono essere prescritti antibiotici, poiché durante le manipolazioni esiste una possibilità di infezione.

  • Durante la settimana, dovresti escludere dal menu cibi grassi e piccanti.
  • Per 10-14 giorni non puoi bere alcolici.
  • Durante il giorno si consiglia di bere da 2 a 4 litri di liquido.
  • Se un tampone è stato inserito nel retto dopo la biopsia, puoi prenderlo da te la sera.
  • Il giorno dopo, puoi condurre una vita normale: andare al lavoro, fare esercizi mattutini, fare una doccia, fare passeggiate e preferibilmente seguire una dieta dopo una biopsia prostatica.
  • Fare sesso dopo una biopsia prostatica non può essere praticato per una settimana.
  • effetti

    Conseguenze della biopsia prostatica:

    1. L'aspetto del disagio nel retto.

    Questo è un reclamo abbastanza frequente che alla fine andrà via da solo. Se il disagio è abbastanza forte, il medico può prescrivere una terapia con farmaci antinfiammatori non steroidei.

  • Miscela di sangue

    Nel 74% dei casi, dopo una biopsia della ghiandola prostatica nelle urine degli uomini, c'è un rilascio di sangue, il 14% del sangue esce dal retto e l'1% è la presenza di sangue nello sperma. Se il sangue viene rilasciato 3-5 giorni - questo è normale. Passa indipendentemente, ma se è osservato per molto tempo, è necessario consultare un urologo. In questi casi, viene mostrato il riposo a letto, così come la terapia scelta dallo specialista e il consumo di alcolici.

  • La presenza di infezione

    In circa il 2% dei pazienti si osserva un'infezione della prostata e del sistema genito-urinario. Il medico prescrive un ciclo di antibiotici. Inoltre osservato dolore nel perineo, febbre, disuria o poliuria. Se le condizioni del paziente persistono per un lungo periodo o peggiorano nel tempo, è necessario il ricovero in ospedale.

  • Ritenzione urinaria durante la minzione

    Questo è un fenomeno temporaneo che passa da solo senza l'intervento di un medico.

    Se dopo una biopsia si osserva sangue nelle urine o nelle feci per più di 8 ore, se non c'è urina durante questo periodo, se c'è una temperatura elevata per un lungo periodo, è urgente rivolgersi al medico.

    conclusione

    Ora sai come viene eseguita una biopsia della prostata. Molti uomini hanno paura della biopsia a causa del dolore. Ma è questo metodo di ricerca che consente di rilevare la presenza di cellule tumorali e procedere a un trattamento tempestivo.

    Pertanto, è importante osservare le raccomandazioni del medico e in caso di dubbio passare attraverso questo tipo di esame.

    Biopsia della prostata (ghiandola prostatica)

    Una biopsia prostatica è una procedura invasiva in cui un pezzo di tessuto prostatico viene prelevato con un ago sottile per l'esame istologico (per ulteriori dettagli, consultare l'articolo "Come fare la biopsia della prostata").

    Indicazioni per la biopsia della prostata:

    1. Compattazione rilevata mediante esame rettale digitale

    L'esame rettale digitale è un metodo ausiliario per la diagnosi della patologia prostatica. Con l'aiuto di questa manipolazione, è possibile rilevare un cambiamento nelle dimensioni della prostata, la presenza di foche, una diminuzione della mobilità della mucosa rettale rispetto alla superficie della prostata

    2. Rilevazione dell'area iperecogena con ultrasuoni

    Gli ultrasuoni che utilizzano un sensore rettale consentono di determinare con precisione le dimensioni della ghiandola prostatica, la presenza di foche (aree iperecogene) e aree ipoecogene (la maggior parte sospette di cancro alla prostata).

    3. Aumento del PSA

    Un antigene prostatico specifico (PSA) è una proteina prodotta dalle cellule della ghiandola prostatica. Il livello di PSA è determinato nel siero umano ed è misurato in ng / ml. Nel cancro alla prostata, i livelli di PSA sono generalmente elevati. Dal 1994, la misurazione del PSA è stata utilizzata come standard per l'esame in combinazione con un test digitale rettale per sospetto cancro della prostata.

    Esistono anche metodi diagnostici più approfonditi, come la risonanza magnetica con contrasto. Questo studio viene utilizzato per chiarire la localizzazione dell'area sospetta della prostata.

    Raccomandiamo che tutti i nostri pazienti prima della biopsia prostatica vengano eseguiti e la risonanza magnetica della prostata come esame standard. In alcuni casi, questo può aumentare significativamente la rilevabilità del cancro alla prostata.

    Screening annuale attualmente raccomandato per uomini di età superiore ai 50 anni. Dei tre test sopra descritti, è necessario superare almeno uno - un test per i livelli ematici di PSA.

    Accade spesso che un aumento del PSA sia l'unico sintomo della presenza di un tumore nella ghiandola prostatica. La figura mostra il motivo dell'aumento di PSA nel cancro alla prostata.

    In precedenza si riteneva che il tasso di PSA fosse fino a 4 ng / ml. Tuttavia, molti studi sono stati condotti dove è stato dimostrato che i livelli di PSA dipendono dall'età del paziente, così come dal volume della prostata. Esistono tabelle per il calcolo del tasso di PSA per ciascun uomo, in cui i parametri di calcolo tengono conto dell'età dell'uomo, della dimensione della ghiandola e di altri parametri.

    Una delle tabelle comuni degli standard PSA per tutti gli uomini, dove viene presa in considerazione solo l'età:

    da 50 a 60 anni

    da 60 a 70 anni

    Dai 70 agli 80 anni

    Elevati numeri di PSA possono non solo indicare il cancro alla prostata. La ragione potrebbe essere:

    • iperplasia prostatica benigna,
    • prostatite,
    • infezioni del tratto urinario
    • infarto prostatico,
    • farmaco (nitrati, acido ascorbico),

    Una diminuzione del livello di PSA può essere osservata quando si assumono determinati farmaci per il trattamento dell'iperplasia prostatica benigna (finasteroid, dutasteroid).

    Determinare le indicazioni per prescrivere una biopsia della prostata è un compito cruciale per il medico, quindi nella nostra pratica, oltre a determinare i livelli di PSA, usiamo diversi altri parametri, come ad esempio:

    Con l'età, il volume della prostata diventa più grande a causa dello sviluppo di iperplasia prostatica benigna. A questo proposito, il tasso aumenta per le fasce di età più anziane dei pazienti. PSA è il rapporto tra il PSA e il volume prostatico. Normalmente, questo indice non deve superare 0,15 ng / ml / cm3.

    • rapporto tra PSA libero e totale

    Il rapporto tra il PSA libero e il totale è misurato in percentuale. Il 15-100% indica una prognosi favorevole, 15 o meno indica la presenza di una neoplasia maligna.

    Il tasso di crescita del PSA è un indicatore del cambiamento assoluto nel livello di PSA nel tempo. Questo è un importante marker del cancro alla prostata nelle fasi iniziali. Normalmente, questa cifra non deve superare 0,75 ng / ml / anno.

    Caso clinico

    Il paziente, 51 anni, ha lamentato una minzione frequente. Non precedentemente esaminato. Il livello di PSA è 3,1 ng / ml. Dopo un esame rettale digitale e un'ecografia, è stata diagnosticata l'iperplasia prostatica benigna. Sono stati prescritti farmaci per il trattamento dell'adenoma prostatico. Allo stesso tempo, tenendo conto del livello di PSA, è stata raccomandata una biopsia. Durante la procedura, il metodo transrettale è stato rilevato 7 punti di cancro alla prostata sul punteggio di Gleason. Dopo risonanza magnetica e scintigrafia delle ossa dello scheletro, stadio IIA, viene stabilito lo stadio T1, N0, M0. Circa un mese dopo la biopsia, è stata eseguita una prostatectomia radicale. Non è stata rilevata la germinazione per capsula della ghiandola e le metastasi nei linfonodi.

    Tali casi erano estremamente rari. Tuttavia, negli ultimi 10 anni, le statistiche mondiali e noi nella nostra pratica notano il "ringiovanimento del cancro" e in particolare il cancro alla prostata. Si può solo supporre che il destino del paziente descritto sarebbe cambiato se non si fosse rivolto all'urologo con lamentele di minzione frequente. Sicuramente, se avesse compiuto 5-6 anni dopo, avremmo osservato un processo tumorale già comune.

    Che cosa causa il cancro alla prostata?

    Come con qualsiasi tipo di cancro, la causa esatta del tumore della ghiandola prostatica non è così facile da determinare. La crescita delle cellule tumorali è dovuta a mutazioni nel DNA. Questi disturbi causano cambiamenti strutturali. Una biopsia della prostata rileva cellule anormali scarsamente differenziate, la cui crescita e diffusione porta allo sviluppo di un tumore.

    genetica

    In alcuni casi, le mutazioni che causano il cancro alla prostata sono ereditate geneticamente. Nel 5-10% dei casi, il cancro alla prostata è causato da mutazioni ereditarie. Questi sono noti come HPC1, così come BRCA1 e BRCA2. Se uno dei tuoi parenti ha un cancro alla prostata, allora sei in un gruppo ad alto rischio, perché c'è un'alta probabilità di avere una struttura alterata del DNA.

    età

    Nella maggior parte dei casi, il cancro alla prostata viene diagnosticato negli uomini di età superiore ai 65 anni. Gli studi hanno dimostrato che su 10.000 uomini di età compresa tra 40 e 50 anni, solo uno ha un tumore quando viene rilevata una biopsia della prostata. Questa cifra aumenta a 14 per gli uomini nella fascia di età di 60-70 anni. Di conseguenza, più il paziente è anziano, maggiore è la probabilità di rilevare un tumore nella biopsia della ghiandola prostatica.

    Razza

    La più bassa probabilità di sviluppare il cancro alla prostata è stata trovata in uomini asiatici e ispanici. Gli afroamericani hanno il più alto rischio.

    cibo

    Mangiare alto contenuto di grassi, latticini e carne può anche essere un fattore di rischio per lo sviluppo del cancro alla prostata. Gli uomini che mangiano grandi quantità di grassi animali tendono a mangiare piccole quantità di frutta e verdura. Puoi leggere sulla nutrizione al fine di ridurre il rischio di un tumore della ghiandola della prostata nell'articolo "Prevenzione del cancro alla prostata".

    Luogo di residenza

    Il posto dove vivi può anche svolgere un ruolo nel valutare il rischio di sviluppare il cancro alla prostata. Negli uomini che vivono nelle regioni settentrionali, i tumori oncologici della prostata sono più spesso rilevati durante la biopsia che in altre regioni meridionali. Ciò è dovuto alla mancanza di luce solare e alla carenza di vitamina D.

    Fattori di rischio per il cancro alla prostata con un decorso aggressivo

    Il carcinoma prostatico aggressivo è caratterizzato da un rapido sviluppo e un'alta probabilità di metastasi ad altri organi e tessuti. In questo tipo di tumore, l'analisi istologica dopo biopsia prostatica verrà diagnosticata con un punteggio Gleason elevato a causa della presenza di un gran numero di cellule neoplastiche e dell'assenza di tessuto ghiandolare. Fattori di rischio per lo sviluppo di questo tipo di tumore, in aggiunta a quanto sopra:

    Quindi, riassumendo, possiamo identificare 8 principali ragioni per lo sviluppo del cancro della prostata negli uomini. Fattori di rischio per il cancro alla prostata:

    • la presenza di parenti stretti del cancro alla prostata;
    • età oltre 50 anni;
    • appartenente alla razza afro-americana;
    • cibo ad alto contenuto di grassi, latticini e prodotti a base di carne;
    • residenza permanente nelle regioni settentrionali;
    • il fumo;
    • l'obesità;
    • stile di vita sedentario.

    Controindicazioni per la biopsia della prostata

    • rifiuto del paziente di eseguire la procedura;
    • prostatite acuta;
    • malattie infiammatorie acute del retto.

    Come viene eseguita una biopsia della prostata?

    Se il medico le ha ordinato di sottoporsi a una biopsia prostatica, in alcuni giorni dovrà prepararsi a questa procedura in anticipo. Di seguito abbiamo una breve lista delle manipolazioni e delle procedure necessarie:

    • passare i test necessari prima della biopsia prostatica;
    • interrompere l'assunzione di agenti antipiastrinici e anticoagulanti 4-7 giorni prima della procedura;
    • prendere antimicrobici prima della manipolazione e diversi giorni dopo;
    • Avverti il ​​medico se sei allergico o intollerante a droghe e lattice;
    • preparare l'intestino per la procedura con un clistere purificante.

    Maggiori informazioni su questo argomento nell'articolo "Preparazione per una biopsia della prostata".

    La procedura stessa viene eseguita da uno dei tre metodi: transrettale, perineale, transuretale.

    La biopsia prostatica transrettale viene eseguita più spesso e consiste nel prendere il materiale con un ago da biopsia usando l'accesso attraverso il retto (per i dettagli, vedere l'articolo Biopsia prostatica transrettale).

    La biopsia del cavallo consiste nel prelevare un campione del tessuto prostatico con un ago da biopsia attraverso una piccola incisione nell'area perineale (per i dettagli su questo metodo di indagine, vedere l'articolo Biopsia prostatica perineale). La figura mostra la direzione dell'ago in accesso transrettale e perineale.

    La biopsia transuretrale della prostata è relativamente rara e consiste nell'accesso alla prostata inserendo un endoscopio e un ago nell'uretra.

    Il metodo di biopsia viene scelto dal medico in base a indicazioni o controindicazioni. La procedura stessa è praticamente indolore (grazie alle moderne attrezzature, all'esperienza del medico e all'uso di antidolorifici) e richiede in media 20-40 minuti. La biopsia della prostata è una procedura "un giorno". In 2-3 ore sarai in grado di tornare a casa.

    Dopo la procedura di biopsia della prostata

    Dopo una biopsia prostatica, dovrai seguire la dieta necessaria (di questo nell'articolo "La dieta dopo una biopsia della prostata"), prendere antimicrobici e anche sapere cosa puoi o non puoi fare dopo la procedura (puoi leggere questo nell'articolo "Dopo una biopsia "). È anche importante ricordare le possibili conseguenze e complicazioni dopo la manipolazione (articolo "Le conseguenze e le complicazioni dopo una biopsia della prostata").

    Il materiale istologico della ghiandola prostatica viene inviato al laboratorio per la ricerca. Il risultato viene, di regola, in 5-7 giorni. L'istologo determina il grado di malignità dei campioni e fornisce loro un punteggio totale sulla scala di Gleason nella quantità da 2 a 10 punti. I limiti inferiori indicano una crescita tumorale lenta e una bassa probabilità di diffusione ad altri tessuti. Numeri alti indicano un gran numero di cellule neoplastiche e un flusso aggressivo. Dettagli su questo si può leggere nell'articolo "Analisi del tessuto e dei risultati della biopsia prostatica". Sulla base dei dati di analisi istologica, l'urologo decide su ulteriori tattiche: trattamento, osservazione, ulteriori studi, la nomina di una biopsia ripetuta della ghiandola prostatica (per ulteriori informazioni su questo, consultare l'articolo "Biopsia ripetuta della prostata").

    A cosa serve una biopsia alla prostata?

    La biopsia prostatica a ultrasuoni è ampiamente utilizzata con successo in tutto il mondo per rilevare e diagnosticare il cancro alla prostata. Questo è l'unico metodo che consente di diagnosticare e determinare con precisione la localizzazione anche di piccole aree di un tumore canceroso, iniziando il trattamento in modo tempestivo.

    Di seguito vogliamo discutere e confutare i più comuni fraintendimenti associati alla conduzione di questa procedura.

    Miti sulla biopsia della prostata

    Mito 1. Se non ti dà fastidio, non c'è bisogno di fare una biopsia prostatica.

    Fatto. Il cancro alla prostata è solo una malattia che può essere asintomatica per molto tempo (fino allo stadio 3). Se non si urina, non significa la piena salute della tua ghiandola. Per essere sicuri di questo, ascolta le interviste dei pazienti sul nostro sito web che hanno il cancro in assenza di reclami.

    Mito 2. La biopsia della prostata è una procedura molto dolorosa.

    Fatto. Con un adeguato sollievo dal dolore, questa procedura è praticamente indolore. Come stadio principale dell'anestesia, usiamo un blocco di fasci nervosi che innervano la ghiandola. Grazie a questa procedura, una biopsia avviene praticamente senza alcuna sensazione. L'anestesia spinale o generale viene anche utilizzata secondo la testimonianza o se lo si desidera dal paziente.

    Mito 3. L'ago, attraverso il quale viene fatta una biopsia della prostata, danneggia la ghiandola prostatica.

    Fatto. Con le indicazioni corrette, la preparazione del paziente per la procedura e l'implementazione di questo metodo di esame, nessun danno alla prostata non si verifica. Le complicanze rare possono essere infezioni, così come il sangue nelle urine o nello sperma.

    Mito 4. Questa procedura può provocare il cancro o provocarne la diffusione.

    Fatto. Non c'è assolutamente evidenza che l'esposizione ad un ago da biopsia possa causare la diffusione di un tumore o di una metastasi. Quando si esegue la procedura e si preleva un campione, non vi è alcun contatto con altri strati di tessuto grazie ad un ago speciale per eseguire questa manipolazione e il trocar. Dettagli sulla struttura dell'ago per la biopsia della prostata, si può leggere nell'articolo "Dispositivo per una biopsia della prostata".

    Mito 5. La biopsia della prostata porta alla disfunzione erettile.

    Fatto. Durante la procedura di biopsia vengono prelevati generalmente da 14 a 20 campioni di tessuto. In questi punti, ci sarà una leggera infiammazione che viene fermata dai farmaci. Potrebbe anche essere l'aspetto del sangue nelle urine e nello sperma, ma questo non ha alcun effetto sul raggiungimento e il mantenimento della funzione erettile.

    Come si fa una biopsia della prostata?

    La biopsia della prostata è una procedura diagnostica invasiva. A causa dell'elevato trauma e del rischio di complicanze, questo metodo viene utilizzato secondo severe indicazioni. Questi includono:

    1. Sospetto cancro alla prostata, quando è necessaria la conferma istologica della diagnosi;
    2. Stabilire la fase del processo oncologico;
    3. Controllo di qualità delle tattiche scelte di trattamento del processo oncological;
    4. Diagnosi differenziale di adenoma e cancro alla prostata;
    5. L'incapacità di altri metodi per condurre una diagnosi differenziale della malattia della prostata.

    Una biopsia della prostata non viene mai utilizzata per scopi medicinali, tuttavia, con il suo aiuto, vengono selezionate le tattiche di trattamento più appropriate per il cancro e altre malattie della prostata.

    Ci sono gruppi di uomini che non possono eseguire una biopsia prostatica:

    • Uomini sopra gli 80 anni;
    • Grave condizione del paziente;
    • La presenza di una comorbidità che aggrava le condizioni del paziente;
    • Infezioni virali o batteriche acute di qualsiasi luogo;
    • Malattie del sistema di coagulazione del sangue.

    Ci sono anche controindicazioni separate per la biopsia transrettale - malattie acute del retto e restringimento patologico dell'ano. In questi casi, la biopsia può essere fatta, comunque, in un altro modo.

    classificazione

    La biopsia prostatica transrettale è la più comune. La frequenza del suo utilizzo è associata a una procedura indolore, a un rischio minimo di complicazioni ea un leggero trauma agli organi interni. L'accesso alla prostata con biopsia transrettale della prostata è rettale. Un sinonimo per il metodo transrettale è la biopsia puntura della ghiandola prostatica.

    Se ci sono controindicazioni alla biopsia transrettale, ci sono metodi alternativi:

    1. Biopsia di saturazione della prostata. È usato nel caso di carcinoma prostatico confermato clinicamente e di laboratorio, tuttavia un altro tipo di biopsia ha dato un risultato negativo. Viene effettuato attraverso il retto o l'accesso transperineale.
    2. Biopsia transuretrale. Eseguito sotto il controllo della cistoscopia. L'accesso viene eseguito attraverso l'uretra. Per un paziente, è necessario entrare in anestesia generale, quindi non può essere utilizzato da uomini più anziani.
    3. Metodo Sestante Con questo metodo, solo 6 campioni della ghiandola sono prelevati da aree diverse e pertanto possono dare un risultato falso.

    Il più vecchio metodo di biopsia è l'aspirazione. Viene eseguito in rari casi in cui l'ospedale non è dotato di un dispositivo ad ultrasuoni. Con la biopsia di aspirazione, l'accesso è anche transrettale. Lo svantaggio di questo metodo è il dolore e l'inesattezza dovuti alla mancanza di controllo da parte degli ultrasuoni.

    Oltre alla condizione generale del paziente e della sua età, la scelta del metodo di biopsia dipende dalle dimensioni della ghiandola prostatica e dal livello di PSA.

    Preparazione per la procedura

    La preparazione per la biopsia della prostata è un insieme di misure volte a prevenire lo sviluppo di complicanze dopo la procedura. Le principali attività di formazione sono:

    • Sospensione di farmaci che influenzano la coagulazione del sangue (antinfiammatori non steroidei, anticoagulanti). La ricezione deve essere interrotta 7 giorni prima della biopsia.
    • La nomina di terapia antibiotica per la prevenzione delle complicanze infettive. Gli antibiotici ad ampio spettro vengono usati 3-5 giorni prima della biopsia.
    • La sera e immediatamente 2-3 ore prima della biopsia, al paziente viene somministrato un clistere purificante. È necessario eliminare le masse fecali che impediscono l'accesso transrettale alla prostata.
    • Il giorno della biopsia, il paziente è controindicato a mangiare cibo.

    Prima di una biopsia, un paziente viene esaminato per la presenza di comorbidità, che sono una controindicazione alla procedura. Inoltre, l'anestesista determina il tipo di anestesia e le reazioni allergiche del paziente ai metodi scelti di anestesia.

    Considerando che la biopsia della prostata è un metodo invasivo, la preparazione del paziente include anche l'adeguamento psicologico del paziente alla procedura.

    Per fare questo, il medico deve parlare con il paziente, spiegare chiaramente e chiaramente la necessità di una biopsia e dire tutte le possibili complicazioni che possono insorgere dopo la procedura.

    Com'è la biopsia

    Prima della biopsia, il paziente deve adottare la posizione in cui la procedura sarà più comoda. Se si esegue l'accesso transrettale alla ghiandola, la posizione del paziente dovrebbe essere sul lato destro e le ginocchia dovrebbero essere tirate verso il petto. Inoltre, quando si accede attraverso il retto, il paziente può sedersi sulla schiena con le gambe divaricate. In questo caso, la testata dovrebbe essere abbassata e il piede deve essere sulla pedana. Se viene eseguito l'accesso transuretrale, il paziente deve sdraiarsi sulla schiena e le gambe devono essere su supporti speciali.

    Per condurre un esame istologico è necessario prelevare un campione di tessuto prostatico. Per fare ciò, dopo che il paziente è in anestesia, la posizione e le dimensioni della prostata vengono determinate mediante ultrasuoni, che vengono inseriti attraverso il retto.

    Lo strumento che produce il materiale è un anello di taglio che si inserisce nella pistola per biopsia. Dopo aver determinato i punti per il campionamento, viene inserito un ciclo. Il materiale per lo studio è posto in una soluzione fisiologica e inviato per istologia.

    Per ottenere il risultato più accurato, la procedura di raccolta del materiale deve soddisfare i seguenti requisiti:

    1. È necessario prelevare il materiale da punti diversi, il numero minimo di campioni dovrebbe essere 6.
    2. Una biopsia dovrebbe essere eseguita non solo su tessuti patologici, ma anche su parti sane della prostata.
    3. Ogni campione deve essere posto in un contenitore separato con soluzione fisiologica e contrassegnato. La marcatura deve indicare il luogo da cui è stata prelevata la biopsia.

    La durata della biopsia, indipendentemente dall'accesso, fino a 40 minuti.

    "Sistema di biopsia dell'immagine"

    Decodifica risultati

    Dopo aver eseguito una biopsia della prostata, i risultati dell'analisi sono noti entro una settimana. Sulla base dei risultati dei patologi, viene fatta una diagnosi finale e viene prescritta una terapia appropriata.

    Biopsia della prostata per il cancro alla prostata:

    • La presenza di un processo direttamente maligno è messa in presenza di cellule atipiche. Se le cellule sono displastiche e non c'è atipismo, questo indica una malattia prostatica benigna.
    • Il cancro in loco viene diagnosticato con cellule atipiche. La differenza tra loro e il processo veramente maligno è la presenza dello strato basale e la sconfitta incompleta del rivestimento epiteliale.
    • L'adenocarcinoma viene posto quando le cellule atipiche vengono trovate insieme a strutture ghiandolari (grado 1). Il secondo grado viene diagnosticato quando un componente solido e l'aneuploidia sono attaccati alla atipia cellulare. Ai primi due gradi, la funzione secretoria della ghiandola viene preservata. Il terzo grado è caratterizzato da atipismo pronunciato, massiccia aneuploidia e massiccia componente solida.
    • Il carcinoma a cellule squamose è diagnosticato in presenza di strati di tessuto connettivo che sono ricchi di vasi sanguigni, così come la presenza di cellule epiteliali atipiche.
    • Il carcinoma a cellule trans è caratterizzato da cellule atipiche di epitelio squamoso stratificato. Inoltre, la diagnosi si basa sulla rilevazione di un sintomo caratteristico - perle di cancro.

    L'accuratezza diagnostica della biopsia prostatica è del 99%. Il rischio dell'1% di un risultato errato è associato all'inesperienza del patologo che conduce lo studio, alla mancata osservanza da parte del paziente delle raccomandazioni sulla preparazione della procedura e alla quantità insufficiente di materiale preso per lo studio.

    raccomandazioni

    Dopo la manipolazione, viene esclusa qualsiasi attività fisica. Entro 4-5 ore, il paziente deve stare in stretto riposo a letto. Se l'accesso era transuretrale, viene inserito un catetere urinario flessibile. Gli antibiotici sono prescritti per scopi profilattici. Dieta dopo biopsia della prostata non è stata osservata, tuttavia, è necessario aumentare il regime di bere.

    Circa i pericoli della procedura

    Se un uomo ha avuto una biopsia della prostata, gli effetti possono essere variati o assenti del tutto. C'è il rischio di complicazioni dopo la procedura:

    1. Bleeding. Se un paziente ha una malattia del sistema di coagulazione del sangue o ha assunto farmaci che influenzano questo sistema, l'uomo sviluppa sanguinamento. Il grado di sanguinamento è variato: da lieve a grave perdita di sangue, che richiede una trasfusione di sangue.
    2. Penetrazione dell'agente infettivo. Di conseguenza, possono svilupparsi malattie infettive infiammatorie della prostata, dei testicoli, del retto o dell'uretra. C'è una complicazione dovuta alla non osservanza delle condizioni sterili durante la manipolazione.
    3. Allergie di tipo ritardato. Questa complicazione si verifica con l'introduzione di anestetici. Considerando che l'allergia si verifica 3-4 giorni dopo una biopsia, è impossibile diagnosticarlo durante la preparazione del paziente per la manipolazione.
    4. Sindrome del dolore nel sito di trattamento. In questo caso, il dolore accompagna la defecazione (con accesso transrettale) e la minzione (con accesso transuretrale). La causa del dolore è l'irritazione delle feci dei siti di inserimento del ciclo di taglio.

    Il sospetto sanguinamento può essere dovuto ai seguenti sintomi:

    • Pallore di pelle, letargia, stanchezza;
    • Diminuzione della pressione sanguigna e polso rapido;
    • Impurezze del sangue nelle urine e nello sperma, il rilascio di sangue dall'ano.

    Sospetta complicazione infettiva si verifica con un aumento della temperatura corporea, il deterioramento della condizione generale, dolore nel perineo, difficoltà a urinare e un atto di defecazione.

    ripetizione

    Le indicazioni per la ri-biopsia sono:

    1. Controllo della terapia;
    2. Sospetto recidiva maligna;
    3. Incapacità di fare una diagnosi o un risultato falso dopo la prima biopsia;
    4. Violazione della tecnica di prelevare materiale per la biopsia.

    La ripetizione della biopsia è consentita solo tre mesi dopo la prima manipolazione. La particolarità della seconda manipolazione è che il materiale per lo studio è preso non solo dalla prostata stessa, ma dalle zone di transizione. Il numero di campioni prelevati deve essere almeno 12.

    La terza biopsia della prostata può essere eseguita 3 mesi dopo, dopo la seconda, e solo se c'è evidenza assoluta.

    Quando è necessaria una biopsia della prostata e come?

    La biopsia della prostata è considerata una tecnica diagnostica altamente informativa che aiuta a rilevare tempestivamente patologie maligne come il cancro della ghiandola, ecc.. La procedura prevede l'ottenimento di un campione di tessuto prostatico per il suo ulteriore esame citologico e istologico.

    Indicazioni e controindicazioni

    La biopsia è divisa in primaria e secondaria.

    Le indicazioni per condurre una biopsia della prostata di natura primaria sono il sospetto di un tumore maligno:

    • Se le analisi preliminari hanno mostrato un aumento del livello di un antigene prostatico specifico - più di 4 ng / ml;
    • Se uno studio ecografico transaddominale o transrettale ha mostrato un basso livello di ecogenicità nella prostata;
    • Se durante una scansione con le dita è stato trovato un sigillo o un nodo specifico nella prostata.

    Se la biopsia prostatica primaria ha mostrato risultati negativi e il paziente presenta alcune deviazioni, viene eseguita una procedura secondaria. In particolare, viene mostrato se:

    1. Il livello di un antigene specifico continua ad aumentare o rimane allo stesso livello elevato;
    2. Quando la densità dell'antigene è superiore al 15%;
    3. Se la proporzione di antigene libero rispetto al totale è inferiore al 10%;
    4. Se la diagnosi primaria mostrava un alto grado di neoplasia nei tessuti della prostata;
    5. Se durante la diagnosi iniziale è stata ottenuta una biopsia insufficiente.

    Sebbene l'esecuzione di una biopsia sia una procedura diagnostica, può essere confrontata con una micro-operazione, quindi ha le sue controindicazioni:

    • Recente estirpazione rettale addominale-perineale;
    • Striatura anale pronunciata;
    • Infiammazione acuta della prostata;
    • La presenza di emorroidi ha complicato le forme;
    • La presenza di patologie associate a disturbi della coagulazione del sangue;
    • Infiammazione acuta dell'istmo anale e del tessuto rettale.

    Modi per prendere biomateriale

    Oggi vengono utilizzati diversi metodi di campionamento per biopsia:

    1. Polifocale - quando la procedura viene eseguita sotto guida ecografica. I campioni di tessuto sono prelevati da 12 punti della prostata;
    2. Ciecamente, con la palpazione del dito. Il medico inserisce un ago nel canale rettale e ne controlla il movimento con un dito. Il prelievo bioptico è effettuato da 4-6 punti della ghiandola;
    3. Saturazione: quando la biopsia viene raccolta sotto controllo ecografico, solo il materiale viene prelevato da 24 punti sull'organo. Questo metodo è considerato il più avanzato e moderno, consente di rilevare il cancro alla prostata nella fase iniziale della patologia.

    Inoltre, la biopsia transuretrale, transrettale e transperineare è isolata.

    Multifocale transrettale

    Questo tipo di biopsia prostatica può essere eseguita in diverse posture: sulla schiena con le gambe appoggiate sui supporti, sul lato con le ginocchia tirate fino al petto e nella posizione del ginocchio-gomito.

    Un agente anestetico viene iniettato intorno alla ghiandola prostatica. Tutte le azioni sono controllate dall'ecografia transrettale, che è necessaria per una penetrazione accurata dell'ago nell'area desiderata della ghiandola.

    Di solito, la biopsia viene raccolta da uno speciale ago a molla, che entra rapidamente nella prostata e lo lascia rapidamente.

    In modo simile, fino a 10 pezzi di tessuto prostatico vengono prelevati da diverse parti dell'organo. La procedura richiede alcuni minuti.

    Se una biopsia viene eseguita per via transrettale, ma senza un controllo ecografico, il dito di uno specialista agisce come il conduttore, che può sentire la prostata quando viene inserito un ago attraverso una parete rettale. In questo caso, l'ago viene girato all'interno della prostata, un pezzo del biomateriale viene catturato e quindi rimosso.

    Questa biopsia dura molto più a lungo - fino a mezz'ora.

    transuretrale

    Il metodo transuretrale di una biopsia della prostata è una procedura in cui il paziente è posto sulla sua schiena e le sue gambe sono posizionate su supporti speciali. La diagnosi transuretrale viene eseguita utilizzando l'anestesia spinale, locale o generale.

    La biopsia prostatica transuretrale viene eseguita utilizzando un dispositivo speciale: un cistoscopio e un ciclo di taglio viene utilizzato per prelevare il biomateriale. La durata della biopsia in questo modo è di circa 40-45 minuti.

    transperineale

    L'ottenimento di campioni biologici prostatici con il metodo transperineale è raramente utilizzato nella pratica urologica. Il paziente è posto sul lato o sulla schiena, le sue ginocchia sono tese.

    La procedura diagnostica viene eseguita utilizzando l'anestesia generale o locale.

    L'essenza della procedura è che nella zona del cavallo, un uomo viene fatto una piccola incisione attraverso la quale viene inserito un ago per ottenere una biopsia. Il medico aggiusta la prostata con un dito per facilitare l'inserimento dell'ago. I campioni vengono prelevati da diverse parti della ghiandola prostatica. La durata di questa procedura non richiede più di mezz'ora.

    Metodi di controllo

    Molto spesso, la procedura di biopsia della prostata viene eseguita sotto controllo TRUS, cioè sotto controllo ecografico transrettale. L'uso delle tecniche con la scansione delle dita alla cieca oggi non è redditizio e di solito non viene utilizzato.

    Preparazione preliminare

    Prima di eseguire una biopsia della prostata, il paziente deve essere preparato per la procedura.

    Se ce ne sono, la terapia antibiotica è prescritta al paziente.

    In preparazione di una biopsia, il medico dovrà necessariamente conoscere i farmaci assunti dal paziente, la presenza di allergie ai farmaci, ecc. Immediatamente prima della procedura, al paziente viene somministrato un clistere per pulire l'intestino.

    Insieme all'anestesia, a volte ai pazienti vengono somministrati sedativi.

    Come viene eseguita una biopsia della prostata?

    La procedura di biopsia della prostata viene eseguita solo nelle condizioni di degenza ambulatoriale, e alcuni anche in anestesia generale.

    Il paziente necessariamente si spoglia e indossa un abito monouso, come prima dell'operazione, che è essenzialmente la procedura per eseguire una biopsia della ghiandola prostatica.

    La stessa procedura diagnostica viene eseguita con uno dei metodi sopra elencati: transuretrale, transrettale o transperineale.

    Vale la pena notare che prendere una biopsia dalla ghiandola prostatica per ogni uomo è considerata la procedura più spiacevole. Ed è più spiacevole da un punto di vista psicologico e morale che in termini di dolore.

    Per l'anestesia, viene spesso utilizzata la somministrazione di un gel di lidocaina al 2% in un canale del retto. Questo metodo di alleviamento del dolore è il più efficace e sicuro per la biopsia prostatica transrettale.

    Effetti della biopsia della prostata

    Anche una procedura diagnostica per la biopsia della prostata può avere conseguenze imprevedibili. Ad esempio:

    • Shock allergico in risposta a un farmaco anestetico;
    • Emorragie rettali non superiori a 3 giorni;
    • Emorragia urinaria o uretrale, con conseguente formazione di ematomi, minzione frequente o ridotta;
    • Lesioni infettive, la maggior parte delle caratteristiche dei pazienti con infiammazione latente della ghiandola prostatica.

    Dovresti contattare immediatamente il medico se più di 3 giorni sono interessati a sanguinamento pronunciato, dolore grave e febbre, oppure il paziente non può svuotare la vescica per 8 ore dopo la procedura.

    Raccomandazioni dopo l'analisi

    Il giorno dopo la procedura si consiglia di rimanere a casa, e in futuro di aderire a tali raccomandazioni:

    • Durante il mese, si raccomanda di evitare lo sforzo fisico come esercitarsi sui simulatori, correre o nuotare;
    • Rifiutarsi di questo periodo di procedure e visite alla sauna, perché il surriscaldamento della prostata disturbata è inutile;
    • L'ipotermia dovrebbe anche essere evitata;
    • Durante la settimana, seguire il regime di bere, consumando almeno 2-2,5 litri di liquidi al giorno;
    • Durante il mese si raccomanda di aderire alla razione alimentare, esclusi i prodotti che irritano il sistema urinario, come alcol, cibi piccanti e bevande contenenti caffeina;
    • Fare sesso sarà possibile tra circa una settimana e mezzo.

    Cosa possono dire i risultati?

    Di solito, i risultati della biopsia prostatica sono disponibili entro 10 giorni.

    Se nella prostata si riscontrano cellule anomale, gli esperti determinano l'entità della prevalenza del cancro.

    Dimostrati in 8-10 unità indicano la presenza di un alto rischio di patologia aggressiva.

    Se ci sono stati casi di cancro alla prostata in famiglia, si consiglia agli uomini di sottoporsi a un esame urologico all'anno (a partire dai 45 anni).

    Dolore alla procedura

    Quando il medico inietta un anestetico, si avverte una leggera iniezione e quando un ago da biopsia viene inserito nella ghiandola prostatica, il paziente avverte un leggero disagio.

    Durante il mese dopo una biopsia prostatica diagnostica, lo sperma può cambiare ombra. Se lo studio è stato eseguito per via transrettale, il sanguinamento può iniziare nei tessuti rettali.

    Se la biopsia è stata raccolta in anestesia generale, il paziente viene tenuto nel reparto per un po 'di tempo dopo la procedura. La sera, già a casa, un uomo può avvertire una notevole stanchezza.

    Recensioni dei pazienti

    Nikolai:

    Non discuto sul fatto che una biopsia prostatica sia una procedura molto informativa e spesso necessaria. Ma quanto spiacevole ha, purtroppo, vissuto per se stessa. L'abbiamo eseguito in modo transrettale. Il dolore, come tale, non mi sentivo, anche se c'era un disagio specifico. E più esperienze emotive che altro. La mia analisi non ha mostrato nulla di pericoloso. Non ci sono state conseguenze dopo la procedura. È quello nel perineo tirato 2-3 giorni e tutto.

    Oleg:

    Il motivo del ricorso erano frequenti viaggi in bagno e dolore nel perineo. Il dottore mi ricevette educatamente, mi ascoltò, poi disse che aveva bisogno di una biopsia. Ha vissuto molte sensazioni terribili, per le quali ha pubblicato una somma rotonda. La mia prostata non è stata trovata, ma il sangue da un posto si è preoccupato per un altro mese.

    Quanto costa l'analisi?

    Il prezzo medio di una biopsia prostatica nelle cliniche di Mosca è di circa 5500-16500 rubli. Il costo finale dipende dal metodo di ottenimento della biopsia, dai metodi di controllo, dal tipo di anestesia e da una serie di servizi aggiuntivi.

    Intervista video con un paziente dopo una biopsia prostatica: