Principale
Sintomi

Adenoma prostatico

Adenoma della prostata - la proliferazione del tessuto ghiandolare della prostata, che porta alla rottura del deflusso urinario dalla vescica. Caratterizzato da minzione frequente e difficile, tra cui notturno, indebolimento del flusso di urina, scarico involontario di urina, pressione nella vescica. Successivamente, si possono sviluppare ritenzione urinaria completa, infiammazione e formazione di calcoli nella vescica e nei reni. La ritenzione urinaria cronica porta a intossicazione, sviluppo di insufficienza renale: la diagnosi di adenoma prostatico comprende l'ecografia della prostata, lo studio del suo segreto e, se necessario, una biopsia. Il trattamento è di solito chirurgico. Il trattamento conservativo è efficace nelle prime fasi.

Adenoma prostatico

L'adenoma della prostata è una neoplasia benigna delle ghiandole parauretrali, situata intorno all'uretra nella sua sezione prostatica. Il principale sintomo dell'adenoma prostatico è una violazione della minzione dovuta alla compressione graduale dell'uretra con uno o più noduli in crescita. Per iperplasia prostatica benigna è caratterizzata da un decorso benigno.

Prevalenza di adenoma prostatico

Solo una piccola parte dei pazienti affetti da adenoma prostatico si rivolge a un medico, tuttavia un esame dettagliato consente di rilevare i sintomi della malattia in ogni quarto uomo di età compresa tra 40 e 50 anni e in metà degli uomini tra 50 e 60 anni. L'adenoma della prostata è rilevato nel 65% degli uomini di età compresa tra i 60-70 anni, l'80% degli uomini di età compresa tra 70-80 anni e oltre il 90% degli uomini di età superiore agli 80 anni. La gravità dei sintomi può variare in modo significativo. Studi nel campo dell'urologia suggeriscono che i problemi di minzione si verificano in circa il 40% degli uomini con adenoma prostatico, ma solo un paziente su cinque in questo gruppo cerca un aiuto medico.

Cause di adenoma prostatico

Il meccanismo di sviluppo dell'adenoma prostatico non è ancora del tutto definito. Nonostante l'opinione diffusa che collega l'adenoma prostatico alla prostatite cronica, non ci sono dati che possano confermare la connessione di queste due malattie. I ricercatori non hanno rivelato alcun legame tra lo sviluppo dell'adenoma prostatico e l'uso di alcol e tabacco, l'orientamento sessuale, l'attività sessuale e le malattie veneree e infiammatorie.

C'è una marcata dipendenza dell'incidenza dell'adenoma prostatico sull'età del paziente. Gli scienziati ritengono che l'adenoma prostatico si sviluppi a causa di disturbi ormonali negli uomini quando si verifica andropausa (menopausa maschile). Questa teoria è supportata dal fatto che gli uomini che sono stati castrati prima della pubertà e, molto raramente, sono uomini che sono stati castrati dopo la sua comparsa, non soffrono mai di adenoma prostatico.

Sintomi di adenoma prostatico

Ci sono due gruppi di sintomi di adenoma prostatico: irritativo e ostruttivo. Il primo gruppo di sintomi nell'adenoma prostatico comprende un aumento della minzione, persistente (imperativo) bisogno di urinare, nicturia, incontinenza. Il gruppo di sintomi ostruttivi caratteristici dell'adenoma prostatico comprende difficoltà a urinare, esordio ritardato e aumento del tempo di minzione, sensazione di svuotamento incompleto, urinazione con flusso intermittente lento e necessità di sforzo.

Si distinguono tre fasi dell'adenoma prostatico:

  • Adenoma prostatico stadio compensato (stadio I)

Cambia la dinamica dell'atto di minzione. Diventa più frequente, meno intenso e meno libero. C'è bisogno di urinare 1-2 volte di notte. Di norma, la nicturia nello stadio I dell'adenoma prostatico non causa preoccupazione al paziente, che associa persistenti risvegli notturni con lo sviluppo di insonnia correlata all'età.

Durante il giorno, la normale frequenza di minzione può essere mantenuta, tuttavia, i pazienti con adenoma prostatico allo stadio I hanno un periodo di attesa, particolarmente pronunciato dopo un sonno notturno. Quindi la frequenza della minzione durante il giorno aumenta e il volume di urina rilasciata durante una singola minzione diminuisce. Ci sono impulsi imperativi. Un flusso di urina, che in precedenza formava una curva parabolica, si staglia lentamente e cade quasi verticalmente.

Nello stadio I, l'adenoma prostatico, si sviluppa l'ipertrofia dei muscoli della vescica, grazie alla quale viene preservata l'efficienza del suo svuotamento. In questa fase c'è poca o nessuna urina residua nella vescica. Lo stato funzionale dei reni e delle vie urinarie superiori è preservato.

  • Stadio subcompensato dell'adenoma prostatico (stadio II)

All'adenoma della prostata in stadio II, la vescica aumenta di volume, si sviluppano cambiamenti distrofici nelle sue pareti. La quantità di urina residua raggiunge 100-200 ml e continua ad aumentare. Durante l'atto della minzione, il paziente è costretto a sollecitare intensamente i muscoli addominali e il diaframma, il che porta ad un aumento ancora maggiore della pressione intravescicale. L'atto della minzione diventa multi-fase, intermittente, ondulante.

Il passaggio dell'urina lungo il tratto urinario superiore viene gradualmente interrotto. Le strutture muscolari perdono la loro elasticità, il tratto urinario si espande. La funzione renale è compromessa. I pazienti sono preoccupati per la sete, la poliuria e altri sintomi di progressiva insufficienza renale cronica. Quando i meccanismi di compensazione vengono interrotti, inizia la terza fase.

  • Adenoma prostatico stadio scompensato (stadio III)

La vescica nell'adenoma prostatico in stadio III è distesa, traboccante di urina, facilmente determinata dalla palpazione e visivamente. Il bordo superiore della vescica può raggiungere il livello dell'ombelico e sopra. Lo svuotamento è impossibile anche con l'intensa tensione dei muscoli addominali. Il desiderio di svuotare la vescica diventa continuo. Grave dolore addominale può verificarsi. L'urina viene escreta frequentemente, in gocce o in porzioni molto piccole. In futuro, il dolore e l'urgenza di urinare diminuiscono gradualmente. Si sviluppa una caratteristica di ritenzione urinaria paradossa dell'adenoma prostatico (la vescica è piena, l'urina viene costantemente espulsa in gocce).

In questa fase dell'adenoma prostatico, il tratto urinario superiore è dilatato, le funzioni del parenchima renale sono compromesse a causa della costante ostruzione delle vie urinarie, con conseguente aumento della pressione nel sistema pelvi pelvico. La clinica di insufficienza renale cronica sta crescendo. Se le cure mediche non vengono fornite, i pazienti muoiono per CRF progressivo.

Complicazioni dell'adenoma prostatico

Se non vengono prese misure terapeutiche, può insorgere insufficienza renale cronica in un paziente con adenoma prostatico. Nell'adenoma prostatico, a volte si sviluppa una ritenzione urinaria acuta. Il paziente non può urinare quando la vescica è piena, nonostante il desiderio intenso. Per eliminare la ritenzione urinaria, una vescica viene cateterizzata negli uomini, a volte un intervento di emergenza o una puntura della vescica.

Un'altra complicazione dell'adenoma prostatico è l'ematuria. In un certo numero di pazienti, si nota microematuria, ma vi sono anche frequenti sanguinamenti intensi da tessuto adenomatico (in caso di lesioni a seguito di manipolazione) o vene varicose nell'area del collo vescicale. Con la formazione di grumi, è possibile sviluppare un tamponamento della vescica, in cui è necessario un intervento d'urgenza. Spesso la causa del sanguinamento nell'adenoma prostatico diventa cateterizzazione diagnostica o terapeutica.

I calcoli alla vescica per l'adenoma della prostata possono derivare dall'urina stagnante o migrare dai reni e dalle vie urinarie. Nella cistolithiasi, il quadro clinico dell'adenoma prostatico è completato dall'aumento della minzione e del dolore che si irradia alla testa del pene. Nella posizione eretta, quando si cammina e si muove, i sintomi diventano più pronunciati, nella posizione prona - diminuisce. Il sintomo di "deposizione di un flusso di urina" è caratteristico (nonostante lo svuotamento incompleto della vescica, il flusso di urina viene improvvisamente interrotto e riprende solo quando cambia la posizione del corpo). Spesso, nell'adenoma prostatico si sviluppano malattie infettive (epididimo-orchite, epididimite, vescicolite, adenite, prostatite, uretrite, pielonefrite acuta e cronica).

Diagnosi di adenoma prostatico

Il medico sta conducendo un esame digitale della prostata. Al fine di valutare la gravità dei sintomi dell'adenoma prostatico, al paziente viene offerto di compilare un diario di minzione. Eseguire uno studio delle secrezioni della prostata e delle sbavature dall'uretra per escludere complicanze infettive. Viene eseguita l'ecografia della prostata, durante la quale viene determinato il volume della ghiandola prostatica, vengono rilevate pietre e aree con ristagno, vengono valutate la quantità di urina residua, le condizioni dei reni e delle vie urinarie.

Giudicare in modo affidabile il grado di ritenzione urinaria nell'adenoma prostatico consente l'uroflussimetria (il tempo di urinazione e la velocità di flusso delle urine sono determinati da un apparato speciale). Per escludere il cancro alla prostata, è necessario valutare il livello di PSA (antigene prostatico specifico), il cui valore normalmente non deve superare 4 ng / ml. Nei casi controversi viene eseguita una biopsia della prostata.

La cistografia e l'urografia escretoria in caso di adenoma prostatico negli ultimi anni sono eseguite meno frequentemente a causa dell'avvento di nuovi metodi di ricerca meno invasivi e più sicuri (ultrasuoni). A volte, per escludere malattie con sintomi simili o in preparazione per il trattamento chirurgico dell'adenoma prostatico, viene eseguita la cistoscopia.

Trattamento dell'adenoma prostatico

Il criterio per la scelta del trattamento per l'adenoma prostatico per un urologo è la scala dei sintomi I-PSS, che riflette la gravità dei disturbi della minzione. Secondo questa scala, se il punteggio è inferiore a 8, non è richiesta alcuna terapia. Con 9-18 punti, viene effettuato un trattamento conservativo. Se la somma dei punti è superiore a 18, è necessaria un'operazione.

  • Trattamento conservativo dell'adenoma prostatico

La terapia conservativa viene eseguita nelle prime fasi e in presenza di controindicazioni assolute alla chirurgia. Per ridurre la gravità dei sintomi della malattia, vengono utilizzati inibitori della 5-alfa reduttasi (dutasteride, finasteride), alfa-bloccanti (alfuzosina, terazosina, doxazosina, tamsulosina), preparati a base di erbe (estratto di prugna africana o frutta sabal).

Gli antibiotici (gentamicina, cefalosporine) sono prescritti per combattere le infezioni, che spesso si uniscono con l'adenoma prostatico. Alla fine del ciclo di terapia antibiotica, i probiotici vengono utilizzati per ripristinare la normale microflora intestinale. L'immunità è corretta (interferone alfa-2b, pirogenico). I cambiamenti aterosclerotici nei vasi sanguigni che si sviluppano nella maggior parte dei pazienti anziani con adenoma prostatico impediscono la fornitura di farmaci alla ghiandola prostatica, pertanto viene prescritto il trental per normalizzare la circolazione sanguigna.

  • Trattamento chirurgico dell'adenoma prostatico

Esistono le seguenti tecniche chirurgiche per il trattamento dell'adenoma prostatico:

  1. prostatectomia. È effettuato in presenza di complicazioni, urina residua nella quantità di più di 150 millilitri, massa di adenoma più di 40g;
  2. TOUR (resezione transuretrale). Tecnica minimamente invasiva. L'operazione viene eseguita attraverso l'uretra. Condotto quando la quantità di urina residua non è superiore a 150 ml, la massa di adenoma non è superiore a 60 g. Non applicabile per insufficienza renale;
  3. ablazione laser, distruzione laser, vaporizzazione TUR della prostata. Metodi di sparing. La perdita di sangue minima consente operazioni con una massa tumorale superiore a 60 g. Questi interventi sono operazioni di scelta per i giovani pazienti con adenoma prostatico, perché consentono di preservare la funzione sessuale.

Esistono numerose controindicazioni assolute al trattamento chirurgico dell'adenoma prostatico (malattie scompensate dei sistemi respiratorio e cardiovascolare, ecc.). Se il trattamento chirurgico per l'adenoma della prostata non è possibile, viene eseguita la cateterizzazione della vescica o la chirurgia palliativa - cistostomia. Va tenuto presente che il trattamento palliativo riduce la qualità della vita del paziente.

La differenza tra prostatite e adenoma prostatico: come distinguerli?

La prostatite e l'adenoma prostatico sono malattie urogenitali maschili comuni. I loro sintomi sono simili: sono accompagnati da disturbi della minzione. Gli uomini che incontrano un problema spesso non vanno in ospedale a causa della falsa vergogna, cercano di farsi curare da soli, ma tale trattamento peggiora solo il loro stato di salute. Entrambe le malattie sono pericolose e richiedono l'intervento immediato dei medici, ma è necessario essere in grado di differenziare le differenze tra loro. Qual è la differenza tra prostatite e adenoma prostatico?

Caratteristiche e segni di prostatite

La prostatite è un'infiammazione acuta o cronica della ghiandola prostatica. Può iniziare per i seguenti motivi:

  • disturbi circolatori degli organi pelvici;
  • riproduzione di batteri patogeni;
  • a causa di malattie sessualmente trasmissibili;
  • a causa di una lesione perineale.

La prostatite cronica non è associata a infezioni. Spesso si manifesta nei conducenti di auto che devono stare al volante tutto il giorno. Spesso i giovani malati di prostatite.

Manifestazioni di diversi tipi di prostatite

Gli scienziati hanno identificato 4 tipi di prostatite:

  1. batterica acuta - causata da un'infezione batterica, appare inaspettatamente e assomiglia ai sintomi dell'influenza: brividi, febbre, mal di testa. Questo è un tipo più raro di prostatite;
  2. batterica cronica - caratterizzata da ricorrenti infezioni batteriche. I sintomi possono essere insignificanti tra periodi di esacerbazione, a volte il paziente si sente completamente sano;
  3. prostatite cronica. Nella maggior parte dei casi, la prostatite rientra in questa categoria, ma è la meno studiata. La causa esatta di questo tipo di malattia è difficile da stabilire. Questo tipo di prostatite può comparire a causa dell'esposizione a sostanze chimiche nelle urine, alla risposta del sistema immunitario a precedenti infezioni del tratto urinario oa danni ai nervi nella zona pelvica. I sintomi poi scompaiono, quindi scompaiono;
  4. La prostatite infiammatoria asintomatica viene di solito diagnosticata per caso - durante un esame fisico o con lamentele di infertilità. Gli uomini con questa forma di malattia non sentono alcun disagio o dolore, ma il processo infettivo ha un effetto dannoso sull'epitelio spermatogenico e sulla composizione chimica del liquido seminale.

Di solito i seguenti sintomi spiacevoli indicano un'infiammazione della prostata:

  • dolori nell'addome inferiore, nella parte posteriore e nei genitali. Più spesso accadono durante la minzione, nei casi avanzati sono permanenti;
  • minzione frequente, ma allo stesso tempo difficile, dolorosa, con interruzione del flusso;
  • scarico dall'uretra;
  • violazioni di potenza;
  • orgasmi dolorosi;
  • diminuzione del desiderio sessuale.

In rari casi, può comparire un'eruzione sulla testa del pene. La transizione verso la forma cronica minaccia con la disfunzione erettile e l'eiaculazione.

Caratteristiche dell'adenoma prostatico

La normale prostata pesa da 20 a 30 g, ma con la formazione di un tumore benigno, il suo peso aumenta a 50-100 g. L'iperplasia inizia nella zona interna della ghiandola prostatica. L'adenoma della prostata di solito non si estende oltre la ghiandola, quindi non va agli altri organi. Qual è la differenza tra adenoma prostatico e prostatite?

Più spesso, l'adenoma prostatico è influenzato dagli uomini durante l'aggiustamento ormonale. Di solito inizia ad apparire dopo 45 anni. Si ritiene che l'adenoma compaia a causa di una prostatite avanzata, ma gli studi scientifici non confermano questa ipotesi. Le persone hanno più possibilità di ottenere l'adenoma prostatico.

  • con predisposizione genetica;
  • condurre uno stile di vita sbagliato;
  • uomini sopra i 55 anni;
  • gente della razza nera;
  • amanti del cibo ad alto contenuto di grassi;
  • lavoratori di industrie pericolose.

Da questi segni, è possibile vedere la differenza tra adenoma e prostatite.

Manifestazioni di adenoma prostatico

Quando la prostata si allarga, si contrae e blocca l'uretra. La comparsa di un tumore benigno è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • ritenzione urinaria acuta;
  • ci sono false necessità di urinare, di solito di notte;
  • perdite di urina dopo la minzione;
  • qualche volta il sangue appare nelle urine.

È importante fermare la progressione del tumore. Quando l'adenoma è in funzione, si formano calcoli nella vescica, si può verificare un'intossicazione del corpo e si sviluppa un'insufficienza renale.

Qual è la differenza tra prostatite e adenoma prostatico? La crescita dell'adenoma passa attraverso tre fasi:

  • compensato - la minzione diventa più frequente, c'è la necessità di urinare di notte. Durante il giorno, la normale frequenza di minzione rimane la stessa. Se la malattia non viene curata, la frequenza di minzione dell'uomo aumenta. Appaiono falsi impulsi. Un flusso di urina è lento. In questa fase, la formazione di ipertrofia dei muscoli della vescica;
  • subcompensato - aumenta la vescica, si sviluppano cambiamenti distrofici nelle pareti della vescica. L'orinazione diventa intermittente, la quantità di urina residua aumenta. Quando urinare deve filtrare i muscoli, a causa del quale aumenta la pressione intravescicale. I percorsi urinari si espandono, i muscoli perdono elasticità. La funzione renale è compromessa. I pazienti sono costantemente preoccupati per la sete;
  • scompensato - la vescica è tesa a causa del costante trabocco di urina. Lo svuotamento è quasi impossibile: l'urina viene rilasciata in dosi minime. Ci sono forti dolori nell'addome inferiore, poiché c'è un forte trabocco della vescica. Anche la tensione muscolare non aiuta. In futuro, il dolore e l'urgenza di urinare cominciano a indebolirsi, poiché l'urina è già allocata costantemente, in piccole gocce. Si verifica un'insufficienza renale cronica

Per qualsiasi sintomo che indichi una malattia della prostata, è necessaria una visita all'urologo. Un'ispezione tempestiva e una diagnosi corretta aiuteranno a identificare i primi germi della malattia e prevenire l'insorgere di complicanze.

Adenoma prostatico (iperplasia prostatica)

Nella medicina moderna, la crescita della ghiandola prostatica a causa della crescita attiva dei tessuti è chiamata adenoma prostatico. Sebbene alcuni esperti "con esperienza" e pazienti all'età usino ancora termini come l'adenoma prostatico o la ritenzione urinaria. In tutta onestà, notiamo che questo nome ha un altro sinonimo: iperplasia prostatica benigna (in seguito chiamata BPH).

In ogni caso, l'essenza della malattia è di aumentare la dimensione della prostata, che porta alla comparsa di nodi che interferiscono con la normale minzione. Il carattere benigno implica l'assenza di metastasi, che distingue la malattia dal cancro della ghiandola prostatica.

L'adenoma prostatico è considerato una malattia maschile degli anziani. Ogni secondo uomo, all'età di 50 anni, ha problemi con la minzione, che dopo aver esaminato uno specialista sono accusati di questa malattia. Con l'età, l'incidenza aumenta, e all'età di 70 anni, tre uomini su quattro stanno vivendo gli stessi problemi. Secondo i risultati della ricerca medica, la forza del 15% degli uomini non è suscettibile di BPH. Allo stesso tempo, ogni anno aumenta la probabilità della malattia.

Cause di adenoma prostatico

Tutte le cause di adenoma prostatico possono essere suddivise in due gruppi.

Il primo gruppo comprende le cause dovute allo stile di vita di una persona, che aumenta la probabilità di crescita della prostata. Ad esempio, può essere un lavoro sedentario o uno stress mentale attivo in assenza di quelli fisici. Ecco perché è difficile sopravvalutare il ruolo dell'esercizio fisico regolare.

Il secondo gruppo include ragioni oggettive che non dipendono dallo stile di vita di una persona. È stato dimostrato che l'adenoma prostatico è causato da cambiamenti nel background ormonale di un uomo. Se consideriamo che questi cambiamenti si verificano inevitabilmente nella vecchiaia, si può concludere che solo alcuni uomini hanno la fortuna di evitare problemi con la prostata.

In tutta onestà va notato che le cause dell'adenoma prostatico non sono ancora completamente comprese. Gli scienziati conducono regolarmente ricerche volte a identificare correlazioni con altre malattie o con le peculiarità della vita personale di una persona, ma finora tutti questi studi non hanno prodotto risultati significativi. Anche se, per esempio, è stato possibile confutare la visione che la prostatite e l'adenoma prostatico sono interconnessi. Come mostrano le statistiche, entrambe le malattie possono procedere in modo completamente indipendente o viceversa, simultaneamente. Pertanto, nonostante le varie cause ipotetiche dell'adenoma prostatico, l'unico fattore dimostrato che aumenta il rischio di morbilità è l'età.

Sintomi di adenoma prostatico

Per comprendere meglio i segni di adenoma prostatico, è necessario prima capire cosa succede nella ghiandola prostatica di un uomo con la comparsa di questa malattia. Come sapete, la dimensione normale della prostata, situata sotto la vescica, è approssimativamente uguale alla dimensione di una noce. Quando il tessuto prostatico inizia a crescere, uno o più noduli appaiono inevitabilmente su di esso. Strizzano l'uretra, così che la minzione è disturbata. È chiaro che questo processo non avviene immediatamente, ma gradualmente. Per questo motivo, a seconda dei sintomi, ci sono tre fasi della malattia.

Inizialmente, quando il canale inizia a restringersi sotto l'influenza esterna, compaiono i primi sintomi dell'adenoma prostatico. Consistono nel cambiare le sensazioni quando si urina. Gli uomini sani hanno una sensazione piacevole quando svuotano la vescica, e questo è abbastanza normale. La scomparsa di queste sensazioni può servire come prima sveglia.

Sfortunatamente, gli uomini tendono a cancellare i cambiamenti rilevati per qualcosa di diverso dalla malattia, quindi nella prima fase i medici sono trattati molto raramente. Nel frattempo, BPH entra nel seguente modulo. Ci sono più sintomi evidenti di adenoma prostatico.

In particolare, una notevole riduzione dell'uretra porta a una diminuzione della potenza del getto. Quando c'è poca urina (negli stadi finali dello svuotamento), diventa verticale o addirittura si divide in gocce separate. Naturalmente, in questo caso, la vescica non è completamente svuotata. Il paziente deve sottoporre a tensione i muscoli addominali, stringendo così la vescica, e l'urina che rimane lì dopo un breve periodo causerà un altro bisogno di urinare. Questi sono anche i principali segni di adenoma della prostata.

Se non trattati, compaiono nuovi sintomi, simili all'enuresi. Quindi, un uomo non può più fare di notte senza urinare e il tempo che può "tollerare" viene significativamente ridotto, fino a completa incontinenza.

L'importanza di un tempestivo rinvio ad uno specialista quando rileva i primi segni è anche dovuto al fatto che senza un adeguato trattamento, l'adenoma prostatico può avere gravi complicanze, che saranno discusse ulteriormente.

Complicazioni dell'adenoma prostatico

Come hai capito, l'adenoma prostatico porta a problemi di minzione. E questo, a sua volta, provoca un grave colpo ai reni. La loro sconfitta progressiva può manifestare frequenti mal di testa, irritabilità, sete costante e una sensazione di secchezza delle fauci. Il fatto che l'urina dura troppo a lungo nella vescica aumenta significativamente la probabilità di sviluppare infezioni del tratto urinario, come la pielonefrite, l'uretrite e altri, così come la comparsa di urolitiasi.

Si deve ammettere che queste non sono le peggiori complicazioni dell'adenoma prostatico. Lo sviluppo senza ostacoli dei linfonodi prostatici può portare a una completa sovrapposizione dell'uretra. In questo caso, l'urina si accumula nella vescica, non avendo alcuna via d'uscita, che si trasforma in un forte dolore e una minaccia per la vita per l'uomo. Con tali segni, viene installato un catetere per drenare l'urina o, in caso di necessità urgente, viene eseguita immediatamente un'operazione chirurgica.

Il pericolo è che la completa sovrapposizione dell'uretra possa verificarsi anche nelle fasi iniziali della malattia. Tutto dipende da una certa confluenza di fattori provocatori, come l'ipotermia, l'abuso di alcool, l'astenersi dall'urinare e altri.

Sfortunatamente, queste non sono tutte le complicazioni dell'adenoma prostatico. A volte la crescita della prostata porta alla comparsa di sangue nelle urine. La difficoltà di diagnosticare questa complicazione risiede nella bassa concentrazione di sangue che non può essere vista ad occhio nudo. Pertanto, testare l'urina consente di identificare la malattia attraverso la presenza di coaguli di sangue in un esame microscopico del sedimento.

Una tale varietà di complicazioni, ognuna delle quali è di per sé abbastanza difficile per il corpo, richiede la tempestiva diagnosi della malattia nelle sue fasi iniziali.

Diagnosi di adenoma prostatico

Non è esagerato affermare che la diagnosi corretta dell'adenoma prostatico dipende direttamente dal paziente. Nelle prime fasi, è il sondaggio che può fornire quegli indicatori con cui uno specialista può sospettare la presenza della malattia. Una scansione del dito della prostata viene aggiunta al sondaggio.

Per gli studi di laboratorio, il materiale (cioè il segreto della ghiandola prostatica e le sbavature dall'uretra) viene assunto dopo il massaggio prostatico. Il medico curante può ottenere determinate informazioni tramite ultrasuoni, che determinano la presenza di calcoli, la quantità di urina residua dopo un movimento intestinale, la dimensione della prostata.

Un ulteriore metodo di ricerca è l'uroflussimetria. Letteralmente, il nome del termine è tradotto come la misura della velocità del getto di urina. Oltre alla velocità, viene misurato un numero di altri parametri, grazie al quale la diagnosi di adenoma prostatico diventa più accurata.

Sebbene l'adenoma prostatico non porti sempre a conseguenze oncologiche, per gli uomini a rischio, cioè la cui età ha raggiunto i 50 anni, viene prescritta un'analisi del sangue obbligatoria. In base ai risultati degli esami di laboratorio, è possibile identificare tracce della presenza di un tumore maligno o ottenere dati sulla sua assenza. È da questa età che si consiglia di eseguire un'analisi del sangue come una procedura annuale regolare. In caso di sospetto di problemi oncologici, vengono effettuati studi caratteristici aggiuntivi.

Trattamento dell'adenoma prostatico

Dopo la diagnosi, al medico viene assegnata una delle tre opzioni per il trattamento della malattia. Questo è un trattamento farmacologico dell'adenoma prostatico, della chirurgia e dei metodi non farmacologici non operati.

Il trattamento farmacologico comporta l'assunzione di determinati farmaci. Oggi sul mercato sono presentati in grandi quantità, quindi l'appuntamento è a discrezione del medico.

Tutti i farmaci sono mirati sia a rilassare le fibre muscolari della ghiandola prostatica, sia a ridurre il volume della prostata. In entrambi i casi, la compressione dell'uretra si riduce e viene ripristinato il normale corso dell'urina.

Sfortunatamente, i farmaci possono solo aiutare nelle fasi iniziali, e quindi il loro effetto non è sempre sufficiente. In questo caso, molto probabilmente, al paziente verrà offerto un intervento chirurgico. Il trattamento chirurgico dell'adenoma prostatico può essere eseguito sia apertamente che senza incisione, quando il chirurgo esegue tutte le manipolazioni attraverso l'uretra.

A volte i metodi non chirurgici possono essere un'alternativa alla chirurgia. Tutti loro mirano a ri-espandere l'uretra. Ciò avviene agendo sul canale stesso (dilatazione del palloncino o stent prostatico) o agendo sulla ghiandola prostatica (termoterapia o coagulazione a microonde).

Per quanto riguarda i metodi preventivi, quindi, purtroppo, non esistono raccomandazioni efficaci che possano garantire la protezione dall'adenoma prostatico. Di fatto, tutte le misure preventive sono ridotte a fattori di livellamento che aumentano il rischio di malattie, ovvero malnutrizione, abuso di alcool e altre cattive abitudini.

Adenoma della prostata - sintomi, trattamento e prognosi

L'adenoma della prostata è un ingrossamento benigno della ghiandola prostatica negli uomini di età superiore a 50 anni, che provoca un restringimento della vescica di uscita e disturbi urinari.

Il restringimento del lume dell'uretra avviene gradualmente: il tempo necessario per lo svuotamento della vescica aumenta, la pressione del flusso di urina si indebolisce, si verificano cambiamenti stagnanti nella vescica e nei reni. Con la progressione della malattia, c'è una crescente difficoltà a urinare fino a una ritenzione urinaria acuta.

cause di

Cos'è? Le cause esatte dell'adenoma della ghiandola prostatica non sono state ancora stabilite. È noto che esiste una relazione diretta con l'età dei pazienti. Più la "menopausa maschile" è vicina, maggiore è il rischio di iperplasia prostatica. Apparentemente, la regolazione neuroendocrina dell'attività della prostata è di grande importanza - riducendo la produzione di testosterone, il principale ormone maschile e aumentando la concentrazione di estradiolo. Questo ormone è in grado di stimolare una migliore riproduzione delle cellule della prostata.

Fattori che contribuiscono allo sviluppo dell'adenoma prostatico:

  1. ipertensione;
  2. Ipodinia e peso correlato - il tessuto adiposo produce estrogeni;
  3. Predisposizione genetica - casi di adenoma nei parenti;
  4. Nutrizione scorretta - l'inclusione nella dieta di cibi grassi, fritti con spezie piccanti.

Lo studio ha rivelato che l'adenoma prostatico si verifica nel 25% degli uomini di età compresa tra 40 e 50 anni, nel 50% in 50-60 anni, nel 65% in 60-70 anni e nell'80% in 70-80 anni, oltre il 90% - oltre gli 80 anni. Tuttavia, i sintomi della malattia e, di conseguenza, la diagnosi di adenoma prostatico sono molto diversi. La ragione di questo è la diversa intensità dei sintomi in uomini diversi. I sintomi di minzione problematica preoccupano il 40% degli uomini con questa malattia, ma solo il 20% di loro cerca assistenza medica.

Fasi di sviluppo

Secondo lo sviluppo di questo processo, ci sono tre fasi nello sviluppo dell'adenoma prostatico:

Le complicanze più gravi dell'adenoma prostatico sono infettive: pielonefrite (cronica e acuta), uretrite, prostatite, adenoma, vescicolite, epididimite.

Sintomi di adenoma prostatico

Sotto l'influenza della crescita del tessuto prostatico, un organo viene ingrandito, che a sua volta comprime (restringe) l'uretra. La malattia è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  1. Indebolimento del flusso di urina - manifestato nella fase iniziale della malattia, fino a quando l'insorgenza di altri sintomi della malattia spesso passa inosservata.
  2. L'incontinenza urinaria è un sintomo che tende ad apparire durante lo sviluppo a lungo termine di un adenoma.
  3. Improvviso, difficile da tenere premuto (imperativo) voglia di urinare - in presenza di questo sintomo, gli uomini, di regola, consultare un medico.
  4. Difficoltà e aumento della minzione - specialmente minzione frequente durante la notte. Ciò è dovuto alle peculiarità della regolazione nervosa del funzionamento della vescica. Gli uomini non possono assolutamente provare alcun disagio durante il giorno, ma di notte si alzano in bagno 3-4 volte e quasi non svuotano la vescica. La sensazione di rilascio incompleto della vescica è spesso impercettibile a causa della maggiore minzione al mattino. Gli uomini con un tale problema lamentano che, nonostante la normale minzione nel pomeriggio, al mattino devono farlo 3-4 volte all'ora.

Tutti i suddetti sintomi della malattia non compaiono immediatamente, ma gradualmente il loro numero aumenta nel tempo. Per lungo tempo, l'adenoma prostatico è in grado di manifestarsi con un solo sintomo difficilmente percettibile. Una tale condizione un uomo può trovare la causa sotto forma di età, stress o altri fattori, ma quando iniziano le complicazioni e compaiono più sintomi spiacevoli, si rivolge a un medico.

diagnostica

I sintomi della malattia in esame possono indicare altre patologie della ghiandola prostatica, pertanto, per chiarire la diagnosi, il medico condurrà sicuramente un esame completo del paziente. L'elenco delle misure diagnostiche per l'adenoma sospetto include:

  • ecografia della ghiandola prostatica, compreso il metodo transrettale (attraverso il retto);
  • esame urologico - esame e esame digitale della prostata rettale;
  • Studi di tipo urodinamico consentono di identificare il grado di disturbo e la natura dei cambiamenti nella minzione misurando il flusso di urina.

Assicurarsi di eseguire una procedura diagnostica per determinare il livello di antigene prostatico specifico nel sangue. Questo rende possibile rilevare il cancro alla prostata in una fase precoce.

Trattamento dell'adenoma prostatico

Quando si trattano pazienti con adenoma prostatico, si raccomanda di evitare ipotermia, sedute prolungate, ingestione di cibi piccanti, alcol e quantità significative di liquidi, specialmente di notte.

Mostrare aria fresca, lezioni di terapia fisica con particolare attenzione agli esercizi per i muscoli e gli organi del pavimento pelvico e dei fianchi. La vita sessuale in questi pazienti dovrebbe continuare ed essere ritmata.

Trattamento farmacologico

I farmaci usati per trattare l'adenoma non portano alla sua completa scomparsa. Devono essere applicati a lungo, regolarmente, altrimenti l'adenoma inizierà a progredire. Di solito farmaci prescritti nei seguenti gruppi:

1) Farmaci che rilassano il tono della muscolatura liscia nel collo della vescica e della prostata, che porta ad un indebolimento della pressione sull'uretra e facilita il flusso di urina verso l'esterno. Questi sono α-bloccanti di azione lunga (prolungata) e breve:

  • doxazosina,
  • prazosina,
  • terazosina,
  • alfuzosina,
  • tamsulosina e altri.

2) Preparativi che bloccano la conversione del testosterone nella forma attiva e quindi riducono il volume della prostata (bloccanti della 5-α-riduttasi):

3) Phytopreparations. Attualmente non vengono utilizzati preparati a base di erbe a causa della scarsa efficacia e della mancanza di comprovato effetto clinico in molti paesi europei sviluppati e negli Stati Uniti per il trattamento dell'adenoma. Tuttavia, in un certo numero di paesi, sono prescritti rimedi erboristici, che comprendono estratti di lipidosterolo, ad esempio, Serenoa repens, Pygeum africanum, ecc. Si ritiene che abbiano un'azione antinfiammatoria, riducano il gonfiore, bloccino la conversione del testosterone nella forma attiva e fermino la crescita dell'adenoma.

4) fondi combinati. Attualmente, il "gold standard" è l'assunzione congiunta di farmaci dei primi due gruppi per 3-4 anni. Ciò consente di migliorare quasi immediatamente la minzione e, dopo diversi anni, di ridurre il volume della ghiandola prostatica di un quarto.

In parallelo, il trattamento delle malattie concomitanti - cistite, prostatite, pielonefrite, uretrite.

Trattamento chirurgico

Ci sono molti diversi interventi chirurgici utilizzati per l'adenoma della prostata.

  • Resezione transuretrale - utilizzando strumenti speciali attraverso l'uretra, il chirurgo penetra l'uretra e rimuove le parti della prostata che comprimono l'uretra con piccoli strumenti. Di solito, dopo questo intervento, viene ripristinata la funzione urinaria, tuttavia potrebbe essere necessario installare un catetere per lo scarico temporaneo delle urine.
  • Una prostatectomia aperta è la rimozione della prostata, la chirurgia addominale, eseguita in anestesia generale. Viene utilizzato con una grande massa della ghiandola prostatica (più di 60 grammi) e un volume residuo di urina di almeno 150 ml. È possibile condurre un intervento in 2 fasi. Il primo stadio rimuove la ghiandola prostatica, una fistola si forma sulla parete addominale anteriore, attraverso la quale l'urina scorre nel tratto urinario. Il secondo stadio ripristina il normale flusso di urina.
  • Vaporizzazione laser transuretrale - come suggerisce il nome, l'operazione viene eseguita utilizzando un laser. Un catetere viene inserito attraverso l'uretra, quando un laser viene applicato a un tumore, l'acqua evapora dalle sue cellule, portando alla loro morte. La prostata è di dimensioni ridotte. L'applicazione della tecnica è consigliabile solo per piccoli tumori.
  • Terapia a microonde transuretrale: un catetere viene inserito attraverso l'uretra, attraverso il quale vengono alimentate le microonde. Il tessuto della ghiandola è molto caldo e coagulato. Il metodo è applicato solo per piccoli adenomi. Nel periodo postoperatorio, si osserva edema locale e viene inserito un catetere per rimuovere l'urina.
  • Ultrasuoni Fouxied ad alta intensità (FUVI) - una videocamera microscopica e un emettitore di ultrasuoni vengono inseriti utilizzando una sonda. Gli ultrasuoni agiscono termicamente e distruggono i tessuti. Una complicazione significativa è l'impotenza, che si sviluppa nell'1,7% dei casi.
  • Ablazione dell'ago transuretrale: il medico inserisce gli aghi nel tessuto prostatico attraverso un cistoscopio. Le onde di radiofrequenza sono alimentate attraverso di loro. Riscalda e distrugge il tessuto tumorale. Il metodo non si applica alle dimensioni dei tumori di grandi dimensioni. Probabili complicanze sono le stesse della terapia a microonde transuretrale - una violazione del deflusso delle urine dovuto al gonfiore dei tessuti.
  • Stenting: l'installazione di stent che non consentono all'uretra di restringersi. Il disagio di un tale intervento è che gli stent devono essere cambiati frequentemente (una volta ogni uno e mezzo o due mesi) per evitare infezioni e infiammazioni. A volte gli stent vengono installati per un breve periodo di tempo prima dell'intervento chirurgico. Lo stent viene usato abbastanza raramente, solo se il paziente non può sottoporsi ad intervento chirurgico.
  • Dilatazione del palloncino - con l'aiuto di un cistoscopio viene inserito un palloncino nell'uretra, con il quale si allarga il lume dell'uretra. Questo metodo viene utilizzato nei casi in cui il trattamento conservativo è inefficace e il trattamento chirurgico è controindicato. La dilatazione del palloncino può solo ridurre i sintomi, ma non influisce sulla crescita del tumore.
  • Embolizzazione delle arterie della prostata. La più recente tecnica posseduta dai chirurghi endovascolari. Attraverso l'arteria femorale attraverso il catetere raggiungono le arterie della prostata. Piccole sfere di plastica medica con un diametro di 0,1-0,4 mm sono alimentate nel loro lume. Vengono soffiati in piccole arteriole dal flusso sanguigno e li tappano. I tessuti della prostata non ricevono nutrimento e muoiono, ottenendo così una diminuzione significativa in esso.
  • Criodistruzione: una testa di congelamento viene inserita utilizzando un cistoscopio attraverso il quale viene fornito azoto liquido. I tessuti della ghiandola prostatica sono congelati sotto l'influenza delle basse temperature e distrutti. Per non danneggiare l'uretra con basse temperature, nella sua zona viene utilizzato un elemento riscaldante.

Al fine di spingere di nuovo l'adenoma prostatico dopo il trattamento, è necessario aderire a misure preventive - sottoporsi a esami di routine in modo tempestivo, non bere molti liquidi, specialmente di notte, non bere troppi alcolici, cibi piccanti e grassi.

Il trattamento dell'adenoma prostatico dovrebbe essere strettamente individuale! Non puoi iniziare a prendere questo o quel farmaco "perché aiuta il tuo vicino di dacia, Ivan Ivanovich, che sembra avere la stessa piaga"! Agendo su tale tattica, puoi saltare qualsiasi patologia molto più grave, ad esempio il cancro alla prostata, che ha molto in comune con i sintomi dell'adenoma.

Il modo ideale di trattare un particolare paziente deve essere determinato da un urologo qualificato che abbia familiarità con i principali metodi di trattamento di questa malattia (sia medica che chirurgica).

Adenoma prostatico e prostatite: quali sono queste malattie, le differenze e i metodi di trattamento della prostata

Alcuni uomini confondono queste due malattie, mentre altri credono che questa sia la stessa cosa.

Ma l'adenoma prostatico, la prostatite - due diverse malattie che colpiscono un organo.

Nell'articolo daremo un'occhiata più da vicino a quali sono le differenze tra prostatite e adenoma prostatico, quali sono i metodi di trattamento e i metodi di prevenzione.

Prostatite, adenoma prostatico: che cos'è?

La prostatite è un'infiammazione della ghiandola prostatica, una malattia che è abbastanza pericolosa e richiede un trattamento immediato. Di solito si presenta in due forme: acuta e cronica.

I sintomi della prostatite in forma acuta:

  • malessere generale;
  • aumento della temperatura;
  • minzione frequente;
  • dolore all'inguine.

Le cause della malattia sono:

  • ipotermia frequente;
  • malattie infettive;
  • vita sessuale irregolare;
  • stile di vita sedentario.

Se non tratti la prostatite, può portare a varie complicazioni.

Più spesso negli uomini si verifica:

L'adenoma prostatico è un tumore benigno che si verifica più spesso negli uomini dopo 50 anni.

Le cause della malattia sono considerate cambiamenti ormonali, associati principalmente all'età. Per quanto riguarda i sintomi, sono più spesso associati alla minzione. Il fatto è che il tumore, aumentando gradualmente, preme sull'uretra. E più problemi ha un uomo con questo processo naturale, più forte si sviluppa il tumore.

L'adenoma prostatico non è una malattia mortale, ma senza il trattamento necessario può portare a gravi complicazioni. Non è solo la vescica che soffre, come possono comparire cistite, uretrite e pielonefrite.

Cosa unisce e quali sono le loro differenze?

Ciò che unisce le malattie è il fatto che sono soggette allo stesso organo, cioè alla ghiandola prostatica. Entrambi i sintomi della prostatite e dell'adenoma prostatico sono simili, dal momento che sia il processo infiammatorio che il tumore colpiscono principalmente la minzione.

Qual è la differenza tra prostatite e adenoma prostatico? La differenza tra adenoma prostatico e prostatite risiede nelle ragioni che hanno provocato la malattia, alcuni metodi di trattamento, ecc.

È possibile la disponibilità simultanea?

Spesso queste malattie si accompagnano a vicenda, e capita che un uomo abbia contemporaneamente prostatite cronica, adenoma prostatico. E anche più di questo, una malattia può provocare un'altra malattia. L'adenoma contribuisce allo sviluppo dell'infiammazione della prostata, cioè della prostatite. Quando un paziente ha entrambe le malattie, i sintomi si manifestano già nelle prime fasi.

Cosa è dannoso in queste malattie, cosa dovrebbe essere scartato?

Prima di tutto, gli uomini con diagnosi di prostatite o adenoma prostatico dovrebbero riconsiderare la loro dieta e cambiare il loro stile di vita. Assicurati di limitare l'uso di alcol, rinunciare a sigarette e prodotti nocivi. Tali sono carni grasse, carni affumicate, bevande piccanti e salate, in scatola e gassate.

Dieta ed esercizio fisico

Per quanto riguarda la nutrizione per l'adenoma della prostata e della prostata, la limitazione in essa non dovrebbe essere troppo forte, ma è meglio escludere il cibo spazzatura fino al completo recupero.

I medici raccomandano di prestare attenzione ai prodotti che contengono molto zinco e selenio. Questi sono frutti di mare, legumi e cereali, come farina d'avena e grano saraceno.

Utili con prostatite e adenoma sono vari oli vegetali, ad esempio, oliva, girasole e oliva.

In caso di adenoma prostatico e prostatite, l'attività fisica dovrebbe essere aumentata, ma dovrebbe essere un esercizio moderato, ad esempio il nuoto è considerato molto utile in queste malattie.

Per quanto riguarda il ciclismo, quindi nella fase di esacerbazione della malattia, questo tipo di trasporto danneggerà solo.

Balneazione e riscaldamento

L'autotrattamento per prostatite e adenoma prostatico è dannoso, quindi solo un medico può prescrivere il riscaldamento. Il bagno per l'adenoma della prostata e della prostata può essere utile solo nelle prime fasi della malattia. L'alta temperatura attiva la circolazione sanguigna, che consente di alleviare il dolore, rimuovere le tossine ed eliminare la congestione. Ma con la prostatite acuta, il surriscaldamento può provocare un processo infiammatorio ancora più forte.

A casa, puoi fare bagni speciali. La temperatura dell'acqua deve essere aumentata gradualmente per diverse sessioni. La temperatura massima non deve superare i 40-43 gradi e la durata di un'immersione - 15 minuti. Le erbe possono essere aggiunte all'acqua. Per quanto riguarda la visita al bagno, è anche possibile solo dopo la raccomandazione di un medico.

Opzioni di trattamento

Esistono molti modi per trattare la prostatite, l'adenoma prostatico. Si tratta di malattie che senza trattamento di alta qualità ea lungo termine si svilupperanno solo. Pertanto, è importante utilizzare diversi metodi contemporaneamente per ottenere il massimo effetto terapeutico.

fisioterapia

Questo metodo di cura delle malattie della prostata ha molti vantaggi. La terapia fisica aumenta la circolazione sanguigna, migliora il metabolismo, rimuove le tossine e riduce la congestione. Più comunemente usato:

  1. Elettrostimolazione. Durante la procedura, la corrente elettrica riduce i muscoli, agendo efficacemente sugli organi pelvici maschili. Applicare due metodi: uretrale e perineale.
  2. Elettroforesi. Viene utilizzata una piccola quantità di corrente continua, attraverso la quale vengono iniettate sostanze medicinali nel tessuto.
  3. Darsonvalizzazione. Gli organi pelvici sono influenzati dalla corrente di spegnimento ad alta frequenza.
  4. Fonoforesi. Le sostanze medicinali vengono somministrate mediante ultrasuoni.

Il massaggio della prostata viene spesso usato come fisioterapia per l'adenoma o la prostatite. Dovrebbe essere fatto solo da un medico qualificato, a causa della procedura auto-eseguita più male che bene.

medicazione

Senza farmaci, il trattamento può essere ritardato, specialmente se la malattia si è già sviluppata. Pertanto, i medici spesso prescrivono farmaci per il trattamento della prostatite e dell'adenoma prostatico, che possono accelerare il processo di guarigione il più possibile. Ma l'automedicazione in questo caso è controindicata.

farmaci

Efficaci nel trattamento delle malattie della prostata sono antagonisti dei recettori alfa1-adrenergici, rilassando i muscoli della prostata. Il più comunemente prescritto è Setegis, Dalfaz o Kardura. Se un paziente ha bassa pressione sanguigna, Omnick, Fokusin o Adenorm sono prescritti.

Tra gli inibitori, si usa spesso Finasteride. Per quanto riguarda le medicine a base di erbe, in caso di adenoma o prostatite, Permixon, Afala o Tadenan hanno un effetto curativo.

  1. antibiotici

Questi farmaci non sono prescritti spesso, in quanto hanno effetti collaterali. Tuttavia, in alcuni casi, gli antibiotici non possono fare. Ad esempio, se la prostatite è stata causata da un'infezione. Pertanto, l'urologo nomina Levorin o Gentamicina.

  • candele

    Le supposte rettali sono molto spesso usate per trattare le malattie della ghiandola prostatica, in quanto alleviare l'infiammazione e fermare la crescita del tumore.

    La composizione di questi farmaci comprende antispastici, antisettici, sostanze antibatteriche, ecc. Ci sono anche candele completamente a base di erbe, i cui principi attivi sono propoli, estratti di erbe, ecc. Non sono meno efficaci e vengono spesso usati quando i pazienti sono intolleranti a determinati componenti.

  • Metodi popolari

    È possibile applicare metodi tradizionali di trattamento per l'adenoma prostatico e la prostatite. Ci sono molte ricette, quindi dovresti scegliere quelle più efficaci.

    1. Zucca. L'enorme vantaggio nel trattamento della prostatite e dell'adenoma può essere ottenuto utilizzando una zucca normale. Si consiglia di bere succo (1 bicchiere al giorno), aggiungendo un po 'di miele ad esso. Con il succo, è preferibile usare semi di zucca.
    2. Celidonia. 1 cucchiaio. l. erba secca viene versata con un bicchiere di acqua bollente e infusa per diverse ore. Dopo che il medicinale è stato infuso, viene filtrato e preso in 1 cucchiaio. l. 30 minuti prima dei pasti.
    3. Varie compresse. È necessario sciogliere 1 cucchiaino in acqua bollente (300 ml). sale da tavola regolare. In questa soluzione deve essere inumidito con una garza e messo sul cavallo. Comprimere dovrebbe essere coperto con un panno di cotone e indossare biancheria intima spessa. Dopo che si asciuga, è necessario lavare il sale dalla pelle e ripetere la procedura. Si consiglia di eseguire almeno 5 procedure al giorno per 1-2 mesi.

    prevenzione

    Tutti gli uomini sono a rischio, quindi non c'è bisogno di aspettare che compaiano i primi sintomi.

    E se la malattia si è già manifestata, dopo il trattamento è necessario impegnarsi nella prevenzione.

    Questo è uno stile di vita sano, una dieta leggera e un esercizio moderato.

    Dovresti provare a non esporre il corpo all'ipotermia, a proteggersi durante il sesso e almeno 2 volte l'anno a visitare un urologo.

    L'adenoma e la prostatite sono malattie sgradevoli, ma curabili. La cosa principale è che quando i primi sintomi vengono dal medico e vengono testati. È molto più facile curare la malattia nelle prime fasi piuttosto che combatterla quando sono comparse malattie laterali.

    Sintomi e trattamento dell'adenoma prostatico negli uomini

    L'adenoma della prostata è un tumore benigno formato dallo stroma della prostata o dall'epitelio ghiandolare. Questa malattia è completamente curabile se viene diagnosticata in modo tempestivo e il trattamento è iniziato, usando il consiglio di un medico. Sfortunatamente, non tutti gli uomini sono responsabili per la loro salute, e spesso arrivano all'appuntamento del medico con lo stadio avanzato della malattia, il cui trattamento è associato a grandi difficoltà. Pertanto, dovresti conoscere i sintomi della patologia e le cause che portano al suo sviluppo.

    Sinonimi della malattia - adenoma prostatico, iperplasia prostatica benigna. La prostata è un organo costituito da lobuli di tessuto ghiandolare e tessuto connettivo o stroma. La prostata produce un segreto che supporta il normale funzionamento dello sperma.

    La dinamica dello sviluppo dell'adenoma prostatico è deludente. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, l'82% degli uomini di 80 anni ha questa malattia. Dopo 80 anni, è presente nel 96% degli uomini più anziani. Nella fascia di età di 40-50 anni, la patologia viene diagnosticata nel 12% degli uomini. Secondo l'OMS, l'incidenza dell'adenoma dipende dalla razza e dalle abitudini alimentari delle persone nei diversi paesi. I rappresentanti della razza negroide soffrono di questa malattia più spesso di altri, e gli abitanti della Cina e della Terra del Sol Levante sono un po 'meno probabili a causa del cibo saturo di fitosteroli.

    Quali sono le cause dell'adenoma prostatico negli uomini?

    Le cause esatte della malattia non sono state ancora stabilite. È noto che esiste una relazione diretta con l'età dei pazienti. Più la "menopausa maschile" è vicina, maggiore è il rischio di iperplasia prostatica. Apparentemente, la regolazione neuroendocrina dell'attività della prostata è di grande importanza - riducendo la produzione di testosterone, il principale ormone maschile e aumentando la concentrazione di estradiolo. Questo ormone è in grado di stimolare una migliore riproduzione delle cellule della prostata.

    Fattori che contribuiscono allo sviluppo dell'adenoma prostatico:

    Ipodinia e peso correlato - il tessuto adiposo produce estrogeni;

    Predisposizione genetica - casi di adenoma nei parenti;

    Nutrizione scorretta - l'inclusione nella dieta di cibi grassi, fritti con spezie piccanti;

    Tutti gli altri fattori, come l'insufficiente attività sessuale, le conseguenze di infezioni genitali, cattive abitudini, non sono stati confermati da studi scientifici.

    Principali sintomi dell'adenoma prostatico

    Sintomi ostruttivi dell'adenoma associati a disturbi della minzione:

    Sensazione di una vescica non completamente svuotata - negli uomini, dopo la minzione, è normale che gli uomini sentano una vescica vuota;

    Minzione lenta: l'urina viene escreta a una velocità ridotta;

    Minzione intermittente in parti - normalmente avviene senza interruzioni;

    È impossibile scaricare l'urina senza sforzare i muscoli addominali;

    L'uscita di goccioline di urina alla fine della minzione - normalmente, questo sintomo è impossibile;

    Ritenzione urinaria primaria - quando lo sfintere si rilassa, la minzione, per così dire, viene ritardata, avviene con un ritardo.

    Manifestazioni irrigatorie - sintomi di irritazione dei tessuti della vescica:

    Pollakiuria diurna - minzione 15-20 volte al giorno, in condizioni normali - 4-6 volte quando si beve 2,5 litri di liquido.

    Pollakiuria notturna (nicturia) - da 3 o più urine notturne, sebbene sia normalmente possibile dormire di notte senza urinare.

    False sollecitazioni - l'impulso con la mancanza di minzione.

    I sintomi irrigui derivano dal fatto che l'urina si accumula nella vescica e per molto tempo.

    Un ruolo importante nell'aspetto dei sintomi è giocato dal funzionamento compromesso del detrusore, il muscolo responsabile dell'espulsione di urina. Normalmente, si contrae quando il collo della vescica si espande, ma con l'adenoma il detrusore è instabile. Ciò è dovuto all'effetto degli adrenergisti, la cui concentrazione altera la sua attività, indebolendo l'abilità contrattile. I centri di iperplasia interrompono il normale funzionamento della vescica a causa di un afflusso di sangue patologicamente indebolito.

    Inoltre, i sintomi della malattia dipendono da quale stadio si trova a:

    Le sensazioni negative appaiono quando la vescica è vuota

    Il funzionamento della vescica è compromesso, che non può essere completamente svuotato dopo la minzione.

    Si manifesta una secrezione ischemica paradossa, quando l'urina non viene quasi escreta quando la vescica è piena, la vescica smette di funzionare.

    Qual è la differenza tra adenoma prostatico e prostatite?

    Questi stati sono spesso confusi, sostituendo concetti che differiscono l'uno dall'altro. Adenoma prostatico: aumento del tessuto prostatico o iperplasia. Prostatite - infiammazione nella ghiandola prostatica.

    Caratteristiche dell'età dell'occorrenza

    Dopo 40-45 anni, nei giovani non succede quasi mai

    Età della più alta attività sessuale - 20-42 anni

    cause di

    Manifestazioni di insufficienza androgina, manifestate durante la "menopausa maschile"

    Infezione con agenti patogeni;

    Sesso frequente o troppo raro;

    Processi nella ghiandola prostatica

    La formazione e la crescita di nodi che comprimono l'uretra

    Il processo infiammatorio nei tessuti della prostata

    Caratteristiche del trattamento

    Terapia farmacologica conservativa, in fase avanzata - chirurgia (ectomia dei nodi dell'iperplasia)

    Terapia con agenti antinfiammatori e antimicrobici, analgesici

    Possibili complicazioni e conseguenze

    Se si rimanda una visita dal medico con la comparsa dei primi sintomi di iperplasia prostatica, un piccolo problema può trasformarsi in una condizione che è pericolosa per la vita e irta di complicanze.

    Complicazioni dell'adenoma prostatico:

    Ritenzione urinaria acuta. Una complicazione compare in 2 o 3 stadi della malattia a causa della compressione dell'uretra da parte della ghiandola prostatica ipertrofica. I fattori che provocano sono stress, infezioni respiratorie acute, ipotermia, consumo di alcol, prolungata permanenza in posizione seduta, superlavoro, svuotamento prematuro della vescica.

    Sintomi di ritardo acuto - vescica affollata, incapacità a condurre la minzione completa, forte dolore, cessione del pene, nella regione lombare. La complicazione è pericolosa a causa dello sviluppo di insufficienza renale acuta, idronefrosi, coma, quindi, senza indugio, il paziente deve essere portato in ospedale per cateterizzazione vescicale.

    Infiammazione delle vie urinarie. I processi stagnanti nella vescica portano alla proliferazione dei batteri. Provocano lo sviluppo di cistite, uretrite, pielonefrite. Prevenzione delle complicanze - trattamento tempestivo dell'adenoma prostatico.

    Urolitiasi. Lo svuotamento incompleto della vescica porta alla comparsa di microliti, pietre o depositi minerali. Possono causare il blocco della vescica e la ritenzione urinaria. Trattamento dell'intervento chirurgico durante la rimozione di adenoma.

    Ematuria. L'aspetto nelle urine di eritrociti, la cui causa è le vene varicose del collo della vescica. I tipi di ematuria sono macroscopici e microscopici. Nel primo caso, l'urina diventa rossa, nel secondo - la diagnosi è fatta da un esame di laboratorio di urina. Le complicanze si differenziano dalle pietre e dai processi tumorali nella vescica.

    diagnostica

    Uno standard comune per la raccolta di dati anamnestici è stato adottato nel 1997 dal Comitato internazionale sull'iperplasia della prostata. I sintomi della malattia sono valutati utilizzando il questionario IPSS e la scala di valutazione della qualità della vita QQL. I risultati e la gravità dei sintomi della malattia sono valutati:

    8-19 - moderatamente pronunciato;

    20-35 - manifestazioni gravi.

    Il medico-urologo con l'aiuto del paziente riempie il diario di minzione, che tiene conto del volume di urina e della frequenza della minzione, conduce vari metodi diagnostici:

    Palpazione della prostata Un urologo o un chirurgo esegue un esame rettale digitale della ghiandola prostatica per determinarne le dimensioni, la consistenza, il dolore e la differenziazione dalla prostatite cronica.

    Ultrasuoni (ecografia dei reni e della prostata). Utilizzando questo studio, vengono determinati il ​​grado di iperplasia prostatica, le dimensioni e la direzione della crescita dei nodi adenomatosi e la presenza di calcificazioni. L'ecografia dei reni aiuta a determinare le loro dimensioni, la presenza o l'assenza di cambiamenti patologici, le malattie urologiche.

    TRUS - ecografia transrettale della prostata. Aiuta a stabilire la vera dimensione e struttura della ghiandola prostatica, a differenziare l'adenoma dalla prostatite o dal processo oncologico. Lo studio identifica la prostatite all'inizio del suo sviluppo, anche prima dell'inizio dei sintomi significativi.

    I fuochi di calcinazione nella zona centrale della ghiandola prostatica, identificati come risultato di TRUS, indicano il quinto stadio (finale) della malattia.

    Uroflowmetry: misurazione delle caratteristiche di un flusso di urina. Il metodo di ricerca viene eseguito 2 o più volte con una vescica piena (200-230 ml). Sulla curva uroflow registrare il tempo durante il quale si verifica la minzione, la portata massima. Il tasso di tempo di urination - 100 millilitri in 10 secondi, a 100 millilitri in 23 secondi, il tasso di portata - 15 millilitri / sec. La velocità di flusso delle urine dipende dall'età dell'uomo, diminuendo ogni 10 anni di 2 ml / sec.

    Determinazione dell'urina residua. Un importante indicatore diagnostico per determinare le indicazioni per la chirurgia, per determinare le fasi della malattia. La sua performance è combinata con l'uroflussimetria, eseguita dopo la minzione con l'uso di ultrasuoni.

    Tsistomanometriya. Metodo per determinare la pressione all'interno della vescica durante la minzione e in diversi stadi del suo riempimento. Normalmente, quando ci sono 100-150 ml di urina nella vescica urinaria, la pressione è 7-10 mm Hg, a 250-300 ml - 20-35 mm Hg.

    Deviazioni dalla norma nella direzione di aumento della pressione intravescicale fino a 30 mm Hg. Parlano di aumentare il riflesso del detrusore. Quando si abbassa a 10-15 mm Hg quando si riempie fino a 600-800 ml, si verifica l'iporeflessazione del detrusore (diminuzione del riflesso). Entrambi questi indicatori caratterizzano le proprietà del detrusore, la sua elasticità e le funzioni di riserva.

    La deviazione della norma su 45-50 mm Hg. parlare di un ostacolo alla normale minzione.

    Cistografia. Per lo studio della vescica usando questo metodo, viene usato un agente di contrasto. Con una cistografia discendente, l'agente di contrasto si sposta dall'alto verso il basso, il che consente di determinare la patologia del collo vescicale, che impedisce il suo riempimento. Con una cistografia ascendente, il movimento di un mezzo di contrasto aiuta a determinare la deformità dell'uretra nella ghiandola prostatica.

    CT e RM. La tomografia computerizzata e la risonanza magnetica nucleare aiutano a determinare la struttura dell'adenoma, il suo volume e stadio, la presenza di complicanze, il processo oncologico.

    Norma PSA con adenoma prostatico

    Il PSA, o antigene prostatico specifico, è un enzima prodotto dalle cellule della prostata che normalmente diluisce il liquido seminale. Una parte dell'enzima PSA entra nella circolazione sistemica. Con l'adenoma della prostata, la concentrazione di PSA nel sangue aumenta, con la malignità del tumore, il livello dell'enzima diventa ancora più alto.

    Norma PSA in base all'età:

    fino a 50 anni - meno di 2,5 ng / ml;

    da 50 a 60 anni - meno di 3,5 ng / ml;

    da 60 a 70 anni - meno di 4,5 ng / ml;

    oltre 70 anni - 6,5 ng / ml

    La concentrazione dell'enzima è superiore a 10 ng / ml - evidenza di un'aumentata probabilità di degenerazione tumorale maligna. Ogni grammo di un tumore benigno aumenta il livello di PSA di 0,3 ng / ml, ogni grammo di neoplasia maligna di 3,5 ng / ml. La dinamica della crescita del livello enzimatico nel sangue con adenoma prostatico non è superiore a 0,75 ng / ml durante l'anno. Con una crescita più pronunciata c'è il sospetto che il tumore sia maligno.

    Esistono le seguenti forme di antigene prostatico specifico, determinate in studi di laboratorio:

    PSA libero che circola in forma libera,

    PSA associato (dovuto ad altre proteine).

    Quando la concentrazione di antigene libero è inferiore al 15%, il suo numero totale ha un rischio di trasformazione oncologica di un tumore della prostata. Gli stessi sospetti sono causati dall'aumentata densità di PSA (più di 0,15 ng / ml / cm 3). È determinato dividendo il livello di proteina enzimatica nel sangue (in ng / ml) dal volume della prostata (in cm 3).

    Se si sospetta un processo maligno, viene effettuata una biopsia dei tessuti della ghiandola e il loro esame istologico.

    Trattamento dell'adenoma prostatico negli uomini

    Trattamento farmacologico

    L'uso di droghe non può salvare un uomo dall'adenoma della prostata. La loro azione rallenta la crescita del tumore e riduce al minimo i sintomi della malattia.

    Gruppi di farmaci utilizzati nel trattamento conservativo dell'adenoma:

    Alfa-bloccanti. Causa l'espansione dell'uretra rilassando la muscolatura liscia dell'uretra, che migliora il flusso delle urine, riduce la resistenza uretrale. Per ottenere l'effetto desiderato è necessario un lungo trattamento - almeno sei mesi. L'effetto terapeutico dei farmaci diventa evidente dopo 2-4 settimane dall'inizio del trattamento. Sono usati mezzi come Prazosina (4-5 mg / die), Doxazosina (2-8 mg / die), Alfuzosina (5-7,5 mg / die), Terazosina (5-10 mg / die). Se in 3-4 mesi non si osserva alcun effetto pronunciato, è necessario un cambiamento nelle tattiche di trattamento.

    Inibitori della 5-alfa reduttasi. Utilizzato per ridurre le dimensioni del grande volume della prostata, rallentandone la crescita. L'azione dei farmaci in questo gruppo si basa sulla conversione del testosterone in diidrotestosterone. Tali mezzi come Finasteride (5 mg / giorno), Duasterid sono usati. Questi farmaci non hanno effetti collaterali dei farmaci ormonali, in quanto non sono associati ai recettori ormonali. L'effetto atteso dell'applicazione è una diminuzione del volume prostatico del 20% in 3 mesi, del 30% in 6 mesi.

    Operazioni di rimozione dell'adenoma prostatico

    Il trattamento chirurgico dell'iperplasia prostatica viene effettuato secondo indicazioni assolute dopo l'esame del paziente. In casi di emergenza, un intervento chirurgico non programmato.

    Indicazioni per la chirurgia d'urgenza:

    Ritenzione urinaria acuta;

    Sanguinamento minacciando.

    La chirurgia d'urgenza viene eseguita durante il giorno dopo l'insorgenza di complicanze. Il suo risultato è la rimozione della prostata (adenectomia prostatica).

    Indicazioni assolute per operazioni non programmate:

    Minzione ritardata, continuando anche dopo la cateterizzazione della vescica;

    Insufficienza renale a causa di adenoma della prostata;

    Pietre della vescica, causate da adenoma;

    Frequente recidiva di infezione del tratto urinario, innescata da adenoma;

    Ematuria massiva (la presenza di globuli rossi nelle urine), che è dovuta all'adenoma della prostata;

    Grande diverticolo nella vescica;

    Incremento significativo della proporzione media della ghiandola prostatica;

    Grande quantità di urina residua nella vescica.

    Prima dell'operazione, il paziente viene esaminato - viene effettuato un esame del sangue completo per determinare il numero di leucociti (un segno di infiammazione), i globuli rossi e l'emoglobina (un segno di anemia). Analisi biochimica generale del sangue per valutare le condizioni dei reni a livello di creatinina e urea. Un esame del sangue per la coagulazione aiuterà ad eliminare il rischio di emorragia e tromboembolia operativa e postoperatoria. La conduzione di un elettrocardiogramma previene le complicanze dell'attività cardiaca.

    Tipi di operazioni per rimuovere l'adenoma:

    > La prostatectomia aperta è una tradizionale chirurgia addominale eseguita in anestesia generale. Indicazioni - la massa della ghiandola è superiore a 60 g, il volume di urina residua non è inferiore a 150 ml.

    Tattica di prostatectomia in 2 fasi:

    Rimozione della prostata, formazione di una fistola sulla parete addominale per rimuovere l'urina nell'orinale.

    Ripristina il modo normale di urinare.

    > Trattamento endourological transuretrale - viene effettuato nella cavità dell'uretra utilizzando l'attrezzatura endoscopica. L'endoscopio attraverso l'uretra viene alimentato direttamente alla ghiandola e, sotto il suo controllo, vengono rimossi i centri di iperplasia.

    I tessuti molli non sono feriti, il che facilita il periodo di riabilitazione;

    L'emostasi è costantemente sotto controllo, il che riduce il rischio di sanguinamento postoperatorio;

    Possibile intervento chirurgico, anche in pazienti con comorbilità.

    Possono manifestarsi complicazioni: eiaculazione retrograda, incontinenza urinaria, stenosi uretrale, sclerosi della parete vescicale.

    > Elettrovaporizzazione transuretrale - utilizzata per la prostata di piccole e medie dimensioni. Un elettrodo a rullo viene inserito attraverso l'uretra, brucia i tessuti della prostata ipertrofizzati, allo stesso tempo asciugando il campo operatorio e coagulando i vasi. Ridurre il rischio di sanguinamento durante l'evaporazione dell'adenoma è un grande vantaggio del metodo.

    > Elettroincisi dell'adenoma prostatico - utilizzato per l'adenoma intravescicale di piccole dimensioni. Viene eseguita una dissezione longitudinale del collo vescicale e del tessuto ghiandolare.

    > Chirurgia laser - viene eseguita con il metodo contact e contactless. Le principali direzioni delle operazioni con l'uso del laser:

    Vaporizzazione laser transuretrale - un catetere viene inserito attraverso l'uretra. Il laser fa evaporare l'acqua dalle cellule tumorali, muoiono, la dimensione della prostata diminuisce. L'operazione dura 20-110 minuti.

    Coagulazione laser: una fibra in fibra ottica con una punta speciale viene inserita attraverso l'uretra, impostando il raggio laser nella giusta direzione.

    Coagulazione laser interstiziale: la punta del laser viene posizionata direttamente nel tessuto della ghiandola, cambiando la sua posizione più volte durante la sessione. L'operazione dura 30 minuti.

    > Termoterapia a microonde transuretrale - utilizzata per piccoli tumori, per l'operazione viene fornito un catetere con un'antenna transuretrale all'adenoma, attraverso il quale vengono fornite alte temperature di + 55 + 80 ° C, mentre le cellule possono sopportare un riscaldamento non superiore a + 45 ° C.

    > Distruzione termica transuretrale a radiofrequenza - usata per trattare gli adenomi con calcificazioni e alterazioni sclerotiche nei tessuti. Viene utilizzata energia elettromagnetica, che trasmette alte temperature al tessuto della ghiandola + 70 + 82 ° C. L'operazione dura 50-60 minuti.

    > Criodistruzione: congelamento e successiva distruzione dei tessuti tumorali con azoto liquido fornito attraverso la testa di congelamento. Per proteggere l'uretra dai danni, viene introdotto un elemento riscaldante nella sua area.

    > Dilatazione del palloncino - viene eseguita con controindicazioni per la chirurgia. Il metodo consiste nell'espandere l'uretra con un palloncino inserito nell'uretra usando un cistoscopio. La dilatazione riduce i sintomi, ma non distrugge il tumore e non riduce la sua crescita.

    > Stenting uretrale - uno stent uretrale viene impiantato nel lume uretrale per il drenaggio della vescica. Il metodo viene applicato negli stadi 2 e 3 dell'adenoma prostatico per eliminare i sintomi ostruttivi.

    Trattamento di fitopreparazione

    Se l'adenoma prostatico è nella fase 1 o 2, è possibile il trattamento della malattia con fitopreparati:

    Permikson. Il prodotto dell'industria farmaceutica francese, prodotto dai frutti della palma nana americana. Permixon è un inibitore della 5-alfa reduttasi, mostra l'effetto di antiproliferazione locale, proprietà anti-infiammatorie.

    Usato per diversi anni di fila. Gli studi dimostrano che il suo uso regolare riduce il volume della ghiandola, la quantità di urina residua, sopprime le manifestazioni della malattia. Il farmaco è ben tollerato dai pazienti, senza mostrare effetti collaterali.

    Prostamol Uno. Il farmaco è ottenuto dai frutti della palma Sabal, è un inibitore della 5? -Reduttasi con il suo effetto anti-androgenico, previene l'accumulo di essudato, è usato per prevenire l'infiammazione. Non influisce sul livello di pressione sanguigna, manifestazioni della funzione erettile.

    Quali potrebbero essere le conseguenze della chirurgia per l'adenoma della prostata?

    Le complicazioni durante l'intervento sono possibili, dipendono dalle tattiche scelte dell'operazione.

    Possibili effetti negativi durante e dopo la resezione transuretrale e la rimozione della prostata aperta:

    Sanguinamento durante l'intervento chirurgico - si verifica nel 2-3% dei casi, è una delle conseguenze più gravi, vi è la necessità di trasfusioni di sangue.

    Sanguinamento dopo l'intervento chirurgico - i coaguli di sangue derivanti da complicanze interrompono il normale flusso di urina. Le conseguenze della complicazione vengono eliminate mediante reintervento con metodo tradizionale o endoscopico.

    La congestione della vescica a causa della ritenzione urinaria - si verifica a causa del funzionamento alterato dei muscoli della vescica.

    L'infezione del sistema urogenitale (infiammazione acuta della prostata, testicoli e loro appendici, coppe e bacino del rene, sistema del canale renale) si verifica nel 5-22% dei casi.

    La resezione eseguita in modo errato del tessuto prostatico - i tessuti rimanenti disturbano il processo di minzione, rendendolo ancora più doloroso di prima dell'intervento, si verifica nel 2-10% dei casi, la correzione della complicazione viene eseguita mediante resezione ripetuta.

    Eiaculazione retrograda - il rilascio di spermatozoi durante l'eiaculazione non è possibile, in quanto viene gettato nella vescica.

    La disfunzione erettile - si verifica nel 10% dei casi, è possibile che la complicanza non sia associata alle conseguenze della chirurgia.

    Il restringimento del canale uretrale - una complicanza si verifica nel 3% dei casi, richiede un intervento endoscopico microinvasivo.

    Incontinenza urinaria - una complicazione è rara. Se è causato da una disfunzione dei muscoli della vescica, la complicazione scompare senza correzione.

    Embolizzazione dell'adenoma prostatico

    Il metodo di trattamento dell'adenoma prostatico mediante embolizzazione del flusso sanguigno che alimenta il tumore, è stato diffuso relativamente di recente, nel 2009. L'essenza della tecnica è l'introduzione da parte del chirurgo nel vaso sanguigno dell'embolo (particelle più piccole) che blocca il flusso sanguigno. A causa di ciò, la nutrizione del tumore e la riduzione delle sue dimensioni sono disturbate.

    Questo metodo rappresenta un'ottima alternativa alla chirurgia per il trattamento dell'adenoma prostatico. L'embolizzazione viene eseguita da un chirurgo endovascolare sotto il controllo dell'imaging a raggi X in radiografia operativa, cioè, sono necessarie condizioni speciali per la sua attuazione.

    Metodi di embolizzazione per iperplasia prostatica:

    Anestesia condotta introducendo anestesia per via endovenosa.

    Dopo che il chirurgo fa un'arteria nell'area del gomito o dell'articolazione della spalla, vi viene inserito un catetere.

    Il catetere viene condotto nei vasi che alimentano l'adenoma attraverso l'aorta e l'arteria iliaca interna e la manipolazione viene eseguita sotto il controllo della radiografia.

    Il chirurgo entra negli emboli nella nave attraverso il catetere per sovrapporsi al flusso sanguigno.

    Il paziente torna a casa diverse ore dopo senza sentirsi spiacevole.

    Indicazioni per la chirurgia - La dimensione della prostata è di 80 cm 3 e oltre. La sua prognosi è una diminuzione della dimensione dell'adenoma di un fattore 2 o più, senza complicanze che si riscontrano spesso con interventi chirurgici tradizionali.

    Trattamenti inefficaci

    Il trattamento dell'adenoma prostatico con metodi popolari è una tattica di trattamento assolutamente inefficace per questa malattia. Decotto di nocciola, succo di zucca, noci, acqua di abete non rallenterà la crescita di adenoma. Al contrario, facendo affidamento su "mezzi miracolosi", il paziente perde tempo prezioso per combattere la malattia. Il massaggio alla prostata si riferisce anche a trattamenti inefficaci.

    Più piccola è la dimensione dell'adenoma, più facile e sicuro sarà il trattamento con metodi minimamente invasivi. Pertanto, non è necessario posticipare la visita dal medico con l'apparizione dei primi segni di adenoma. Grazie a questo trattamento sarà più facile, e il rischio di complicazioni diminuirà.

    Adenoma prostatico: cosa si può e non si può fare?

    > È possibile utilizzare qualsiasi metodo fisioterapico per trattare l'adenoma prostatico? L'elettroforesi viene utilizzata per penetrare i farmaci direttamente nei tessuti della prostata.

    Metodi fisioterapici vietati:

    Terapia a onde elettromagnetiche;

    L'impatto sulle alte temperature della prostata;

    Procedure relative alle vibrazioni;

    Tutte queste procedure peggiorano le condizioni del paziente e il decorso dell'adenoma prostatico.

    > Posso usare il massaggio come metodo di trattamento? Il massaggio cura la prostatite cronica, nel trattamento dell'adenoma prostatico, questo metodo non viene utilizzato, essendo una controindicazione assoluta.

    > Quali alimenti dovrebbero essere mangiati? Nella fase iniziale del trattamento della malattia, l'uso di semi di zucca dà un effetto eccellente. Sono utilizzati quotidianamente, il che migliora l'effetto della terapia farmacologica.

    > Ci sono esercizi da fare con l'adenoma prostatico? Come ginnastica terapeutica, si raccomanda di eseguire quotidianamente la seguente serie di esercizi:

    La posizione supina originale, glutei sollevati dal pavimento. Nel respiro tattile ritraggono e rilassano i muscoli dell'area prianale.

    Posizione di partenza a quattro zampe. Allo stesso tempo eseguiamo lo stiramento della gamba all'indietro - di lato, della mano opposta, avanti. Alternare le gambe e le braccia destra e sinistra.

    La posizione di partenza è supina, le gambe piegate alle ginocchia. Stringerli allo stomaco, abbassarlo a destra, quindi a sinistra del bacino.

    Ogni esercizio dovrebbe essere fatto su 5-10 approcci.

    > Esiste un adenoma maligno alla prostata? L'adenoma della prostata è una trasformazione tissutale benigna che non si metastatizza negli organi adiacenti. La sua crescita è limitata dalla dimensione della prostata.

    Tuttavia, nel tempo l'adenoma può trasformarsi in un tumore maligno della ghiandola prostatica. L'inizio di questo processo è determinato dall'aspetto nel sangue del PSA (antigene prostatico specifico). Una biopsia e un'analisi istologica di materiale biologico confermeranno o confuteranno la diagnosi.

    Il trattamento precedente è iniziato, migliore è la prognosi della malattia. Il cancro della prostata, a differenza dell'adenoma, metastatizza ai tessuti più vicini e distanti.

    Prevenzione e prognosi

    Per prevenire lo sviluppo di adenoma, applicare le seguenti misure:

    Eliminazione di uno stile di vita sedentario, esercizi fisici dosati e sport - durante l'attività fisica si riduce il rischio di ristagno del sangue negli organi pelvici.

    Correzione dell'obesità, eccesso di peso - accelera il metabolismo, il metabolismo generale.

    Rifiuto di usare indumenti che limitano il flusso di sangue nella pelvi: jeans attillati, pantaloni, pantaloni.

    L'esclusione del sesso promiscuo, come prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili.

    Dopo 40 anni, una visita annuale all'urologo, un esame del sangue per il PSA per la diagnosi precoce della malattia.

    Correzione della dieta - inclusione attiva di frutta e verdura (fino al 50% della dieta totale), cibi fortificati, rifiuto della carne affumicata, sottaceti, cibi piccanti e troppo salati, restrizione di grassi, carne fritta, grandi quantità di proteine ​​animali, formaggio, tè forte e caffè. Se l'adenoma inizia a svilupparsi, si raccomanda di utilizzare attivamente prodotti caseari, legumi, carne bollita o al forno a dieta.

    La diagnosi precoce dell'adenoma prostatico e il trattamento eseguito correttamente garantiscono una prognosi favorevole per il decorso della malattia. Sarà negativo quando si rinvia il trattamento al medico. Possibili complicanze in questo caso sono la ritenzione urinaria acuta, lo sviluppo di urolitiasi e frequenti recidive di infezioni del sistema urinario.

    L'insufficienza renale, che si sviluppa nei casi più gravi, aumenta il rischio di morte. La malignità dell'adenoma porta al cancro alla prostata. La malignità della prostata è possibile con la diagnosi tardiva, ignorando le misure terapeutiche e profilattiche.